PDA

Visualizza Versione Completa : "That's Italy" (cosa pensano gli stranieri di noi)



Julium
24-May-2013, 12:11
Viaggiando spesso ultimamente con compagnie di crociera estere mi è capitato di assistere più volte all'incontro col comandante, dove i passeggeri fanno domande e lui risponde sui più svariati argomenti.

Un argomento che salta spesso fuori sono "gli italiani" (anche perchè molti porti d'attracco sono in Italia). Nell'ultima crociera il comandante ha iniziato a scherzare raccontando come a Civitavecchia, malgrado la nave attracchi la mattina presto, gli addetti al carico/scarico (lui lo ha detto in modo più colorito) "temporeggino" sempre fino alle 15 malgrado i suoi solleciti. Poi (come per miracolo) più si avvicina l'ora della partenza (lui ha aggiunto anche l'ora di staccare per gli addetti) e più "gli italiani" iniziano a correre eseguendo manovre pericolose e spericolate con i muletti, ribaltando e danneggiando la merce. Alla fine tutto è sempre a bordo ("magari non intero" ha aggiunto) ma con un casino incredibile ed in ritardo, e giù risata generale dei presenti nel teatro con battuta finale "that's Italy!" (questa è l'Italia!).
Bè... io da italiano mi sono sentito proprio nel terzo mondo, anche perchè obiettivamente avendoli visti all'opera non aveva tutti i torti, con le persone vicine ho anche scambiato qualche battuta facendo presente che questa non è l'idea che si dovrebbero fare dell'Italia e soprattutto che non dovrebbero sempre associarci alla mancanza di puntualità ed alla disorganizzazione.
Tutto bello contento per avere difeso il mio amato paese arriviamo al giorno dello sbarco a Civitavecchia, nave puntualissima e pronta per lo sbarco alle 7 di mattina, 7 e 1 minuto arriva il messaggio (mai successo in nessun altro porto, neppure in Grecia con i problemi che hanno): "signore e signori siamo spiacenti di informarvi che dobbiamo ritardare lo sbarco perchè mancano gli addetti alla sicurezza italiani e soprattutto non sono presenti i bus".

Morale... siamo sbarcati con mezz'ora di ritardo e "naturalmente" mancavano ancora i bus navetta per l'uscita dal porto, un casino incredibile con bus turistici "incastrati tra di loro", sembrava di essere in centro a New York nell'ora di punta, gente che urlava da tutte le parti e passeggeri sbigottiti.
Io e mia moglie l'abbiamo presa con filosofia e dopo avere aspettato un pò ci siamo fatti una bella passeggiata a piedi (lunghetta devo dire) fino all'uscita. Nel percorrere il molo siamo passati davanti all'attracco MSC, in lontananza stava arrivando un'altra nave (non ricordo il nome ma era una MSC) e i bus erano già tutti presenti in ordine con gli addetti intenti a chiacchierare e a fare battute sui passeggeri che passavano a piedi sul molo...

Guardo i due anziani olandesi scesi con noi che a piedi vanno verso l'uscita trascinando le valigie e che osservano i bus navetta vuoti borbottando qualcosa, io scommetto che stavano parlando "di noi".

tano
24-May-2013, 12:33
Ma.....secondo me ci sono sue volti dell´ Italia.
Faccio un paragone con la Germania
L´Italia dei sindacati che non si discosta molto da quella Tedesca con la sua burocrazia dove la differenza la fa il popolo, il nostro che non amette niente e cammina infuriato, il Tedesco che capisce la situazione si lamenta con educazione, come quei due anziani olandesi di cui parli.
L´Italia che il lavoro ce l´ha nel DNA invidiata da qualsiasi popolo, intelligente che sa superare ostacoli come nessun altro, che non riesce afermarsi un minuto, l´Italiano della terza media che ha fatto grande l´Italia.
Giá che ci siamo metto la terza casta, la vergogna del nostro paese, i politici, peggio della mafia, ieri vedevo un documentale su Raul Gardini, le lacrime per la morte di un impresario che la cosa piú bella che aveva sapeva leggere il futuro.
Julium il grande problema degli Italiani che ci piace parlare male di noi stessi, per non dimostrare la nostra mediocritá preferiamo parlare male degli Italiani e del paese. E sai cosa ti dico, onorato di essere Italiano in un paese che non é il mio e sul mio piccolo essere apprezzato, sempre construendo e sempre facendo.
E sai quanta invidia.

Un saluto.

Felix73
24-May-2013, 12:41
Mah, io a Civitavecchia ho vissuto (con NOTS) più o meno le cose che ha raccontato Julium (che, è bene sottolinearlo, non ha fatto propriamente un intervento anti-italiano).
Io credo che unendo il post di Julium (che ha raccontato un'esperienza) e quello di Tano, si possa avere una visione "più completa", e forse più veritiera, di una nazione formata da tanti "popoli" che ha certo (e purtroppo) parecchi difetti, ma sicuramente conserva anche notevoli pregi.

Un saluto

sciguetto
24-May-2013, 13:33
A me sembra che l'italiano sia masochista.... :rolleyes:

L'Italia, secondo me (ma non solo...) potrebbe essere tranquillamente al posto della Germania come nazione-traino in Europa; avete tutto, materie prime, industrie, arte, persone per primeggiare, riuscite sempre a risorgere o rimanere a galla contro tutte le apparenze, eppure ...... eppure troppi si crogiolano nel portare esempi negativi.... sembra quasi che ci sia ansia da prestazione.

Spero di essere stato in grado di farmi capire.... ;)

IlvecchioGio
24-May-2013, 13:47
A me sembra che l'italiano sia masochista.... :rolleyes:

L'Italia, secondo me (ma non solo...) potrebbe essere tranquillamente al posto della Germania come nazione-traino in Europa; avete tutto, materie prime, industrie, arte, persone per primeggiare, riuscite sempre a risorgere o rimanere a galla contro tutte le apparenze, eppure ...... eppure troppi si crogiolano nel portare esempi negativi.... sembra quasi che ci sia ansia da prestazione.

Spero di essere stato in grado di farmi capire.... ;)

A mio parere hai colto perfettamente il senso della cosa !!! ;-)

Un saluto

Felix73
24-May-2013, 13:54
Rettifico il mio post precedente: agli altri due, aggiungo anche quello di Bruno.
Concordo.

pmanlio
24-May-2013, 14:03
L'altro ieri ero ad un incontro nazionale su temi energetici, e l'incontro riguardava il contesto organizzativo Italiano e propositivo da Italia ad Europa..

Dire che mi sono cadute le braccia è poco..

Poi possiamo prendercela con i Tedeschi, i Francesi, la seconda guerra mondiale i terremoti e la mancanza di materie prime o i politici..

Ma la realtà è che questo è un paese che esprime singole persone o aziende di altissimo livello, ma nel complesso è estremamente mediocre, limitato come visione del mondo e come capacità organizzativa..

Abbiamo i grandi geni? Certamente, ma dove hanno fatto fortuna? Tutti all'estero, da Colombo a Rubbia passando per Marconi e Fermi, tanto per fare due nomi che ci potevano rendere il più grande paese del mondo: se queste persone fossero rimaste qui avrebbero chiuso la loro esistenza senza aver realizzato nulla di nulla..

Senza prendere i grandi geni, la cui visione così elevata poteva non essere compresa da contemporanei anche molto elevati, prendiamo tutte quelle persone e ditte molto preparate, che propongono visioni di medio respiro e di interesse strategico..

Sono persone/ditte lasciate da sole nella sala di attesa di qualche ufficio 'importante' e che mentre attendono qualche vuota parola si vedono arrivare inviti da ministeri esteri dove si specifica che c'è un tappeto rosso che verrà steso solo per loro..

Questo qualcosa vorrà pur dire, o no?

La conclusione ''E' colpa del politico che non apre la porta'' non è accettabile, perchè quel politico è un Italiano, eletto da Italiani, ed espressione di Italiani.. non è un corpo estraneo alla nazione..

Un saluto (amaro)
Manlio

tiziano
24-May-2013, 14:17
La colpa non e' dei politici, ma di noi che li votiamo, e forse qualche colpa anche noi italiani l'abbiamo, noi guardiamo sempre agli altri stati ma non guardiamo mai il nostro, che e' per bellezza il piu' bel paese del mondo ma non lo sappaimo sfruttare.

tano
24-May-2013, 14:32
A me sembra che l'italiano sia masochista.... :rolleyes:

L'Italia, secondo me (ma non solo...) potrebbe essere tranquillamente al posto della Germania come nazione-traino in Europa; avete tutto, materie prime, industrie, arte, persone per primeggiare, riuscite sempre a risorgere o rimanere a galla contro tutte le apparenze, eppure ...... eppure troppi si crogiolano nel portare esempi negativi.... sembra quasi che ci sia ansia da prestazione.

Spero di essere stato in grado di farmi capire.... ;)

Che grande Bruno !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

IlvecchioGio
24-May-2013, 14:32
Scusate l'OT ...scrivo ma chiudo qui le mie considerazioni

Tu puoi anche sbagliare a votare ma non è detto che tu sia sempre a conoscenza di cosa e come svolgerà il suo ruolo il dato politico ... avete ragione a dire che è colpa di chi lo vota ma se il voto è fatto in buona fede la colpa ricade non in chi ha optato per quel mandato ma in chi quel mandato lo ha tradito ....

considerate quanto poco si sa di tutte le reali azioni e decisioni che avvengono in politica pensate proprio che l'italiano riesca a venirne a capo .

Negli altri stati le cose funzionicchiano non perchè chi vota vota meglio ( o meglio non solo per questo ) ma perchè coloro i quali ricevono il mandato lo onorano al meglio .


Tutte le cose che ho espresso hanno le dovute ECCEZIONI !!!


un saluto

Julium
24-May-2013, 14:33
Mah, io a Civitavecchia ho vissuto (con NOTS) più o meno le cose che ha raccontato Julium (che, è bene sottolinearlo, non ha fatto propriamente un intervento anti-italiano)...

Felix73 ha colto nel segno, nessuna intenzione di creare polemica o fare un intervento anti italiano, anzi , se non si capiva dal post lo scrivo più chiaramente: io sono orgoglioso di essere italiano. Solo che a volte mi cadono le braccia e mi sembra di vivere nel terzo mondo, ho preso lo spunto è ho raccontato di questa esperienza solo per parlare di come (e qui concordo con sciguetto) a volte sembriamo proprio masochisti.

Personalmente odio gli italiani che vanno in giro a denigrare il proprio paese, se c'è un casino in Germania tutto passa in silenzio, se succede la stessa cosa in Italia sono gli stessi italiani a sollevare un polverone in tutto il mondo. Mi piace parlarne per confrontarmi con altri e cercare di cambiare questa mentalità autodistruttiva, proprio non l'accetto in un paese splendido come il nostro.

Rimanendo nel tema di questo forum, io (ma anche mia moglie la pensa uguale) ce l'abbiamo "a morte" con Costa e MSC (più con Costa che è realmente italiana ed è la compagnia che mi ha fatto innamorare delle crociere) perchè in molte cose si comportano esattamente come hanno fatto i "furbetti" a Civitavecchia; questo non perchè disprezzo le cose italiane, anzi, vorrei potere andare su una compagnia italiana a testa alta e sentire gli stranieri essere orgogliosi dello stile italiano. Invece, attualmente vi assicuro che i commenti non sono propriamente positivi...

Da bravi italiani Costa e Msc non fanno altro che replicare il peggio di quanto descritto in questo post, hanno la fortuna che molte persone non parlando lingue straniere ed hanno paura a cambiare, loro lo sanno e non si sforzano di migliorare, ma per quanto potrà durare questa situazione? Per quanto potranno continuare a spacciarsi per stile italiano e fornire servizi che ormai sono più simili a quelli di un villaggio turistico BravoClub (nome a caso per fare un esempio) che non a una crociera? Di esempi me ne vengono in mente mille ma mi trattengo altrimenti si aprono troppe considerazioni in un solo post;)

...senza parlare del sito Costa in tedesco con prezzi diversi (stranamente sembra mai più alti) di quello in italiano... ma ci rendiamo conto?

p.s. Il mio post è un'esperienza che serve come esempio, non vuole assolutamente denigrare Civitavecchia e chi ci lavora, anzi, fosse per me ci dovrebbero costruire la più bella stazione marittima d'Italia visto che Roma è lì che aspetta i croceristi.

Julium
24-May-2013, 14:42
Non collego gli spunti dati da questo post alla politica altrimenti diventa un caos e finiamo diretti fuori tema;)

pmanlio
24-May-2013, 15:00
Ops..

Forse ho sconfinato un po'.. :)

A Rosi e Giò rispondo in mp.. ;)

Un salutone!!
Manlio

tano
24-May-2013, 15:06
La legge non amette ignoranza ma i politici non fanno molto per instruire il suo popolo ( e mi includo ) perche non li conviene, questo é un grande problema.
Non diamoci tutte le colpe a noi !!!!!
La differenza secondo me tra la Germania e l´Italia é la maturitá della democrazia Tedesca, dei suoi politici.
Credo anche che con un sistema politico all´altezza tanti scienziati sarebbero rimasti qui, ma é un problema di compromesso che per me é nel nostro DNA, vedi anche nei paesi latini in SudAmerica, molti dicono che l´Argentina é una piccola Italia ed il Brasile se non fosse per la globalizzazione che l´ha rivalidato ancor peggio.
Secondo me Bruno ha detto molto bene.

Un saluto

RIC
27-May-2013, 15:23
l'Italia è un paese stupendo rovinato da una politica e burocrazia ai livelli di quelli che molti di noi chiamano "paesi del terzo mondo"...A far le cose all'ultimo minuto non ci batte nessuno, purtroppo non sappiamo guardare lontano, i progetti a lungo termine sono eresia per la nostra politica ed è triste vedere come ancor oggi davanti al profitto si mettano temi importanti come salute, ambiente ecc...Forse molta gente lavora male per sconforto generale ma forse andrebbe rimessa a scuola educazione civile.

Rewoof
30-May-2013, 15:15
topic divertente :D

Su una certa categoria di italiani, spero minoranza, gli stranieri pensano che;
siano allergici alle norme, alle regole, alle code, alle attese.
siano spocchiosetti e propensi alla litigiosità.
spesso convinti, raramente certi su argomenti disparati.
Individualisti e superficiali.

fortunatamente la gran parte degli italiani nei confronti degli stranieri riflette anche la grande capacità di adattamento, la creatività senza invadenza, l'interazione sociale priva di pregiudizi e aperta verso il prossimo, confido molto in questa Italia, sono ottimista per natura.

Julium
30-May-2013, 15:27
topic divertente :D

Su una certa categoria di italiani, spero minoranza, gli stranieri pensano che;
siano allergici alle norme, alle regole, alle code, alle attese.
siano spocchiosetti e propensi alla litigiosità.
spesso convinti, raramente certi su argomenti disparati.
Individualisti e superficiali.

fortunatamente la gran parte degli italiani nei confronti degli stranieri riflette anche la grande capacità di adattamento, la creatività senza invadenza, l'interazione sociale priva di pregiudizi e aperta verso il prossimo, confido molto in questa Italia, sono ottimista per natura.

Condivido quello che hai scritto, aggiungo anche che gli italiani fanno spesso bella figura nei confronti degli stranieri e che per questo siamo anche invidiati.
Nel momento in cui (purtroppo) metti insieme molti italiani in ambienti ristretti e capiscono di essere la specie dominante... ecco, allora si scatena il caos italico...

Comunque io sono fiducioso, esattamente come te. Possiamo e dobbiamo migliorare.:D

Cokj72
30-May-2013, 15:52
Io ho sempre viaggiato con navi straniere, ho sempre fatto molte amicizie straniere (alcuni sono venuti appositamente dagli States pe vedere Anastasia) e tutti sono innamorati dell' Italia e degli Italiani.
Certo chi di loro ha guidato in una nostra grande città, mi chiede come faccio. E solo uno, Chirurgo Israeliano anni fà ai Caaibi mi chiese come abbiamo fatto ad eleggere Cicciolina prima e Berlusconi poi.

chiara.987
30-May-2013, 15:55
Io ho sempre viaggiato con navi straniere, ho sempre fatto molte amicizie straniere (alcuni sono venuti appositamente dagli States pe vedere Anastasia) e tutti sono innamorati dell' Italia e degli Italiani.
Certo chi di loro ha guidato in una nostra grande città, mi chiede come faccio. E solo uno, Chirurgo Israeliano anni fà ai Caaibi mi chiese come abbiamo fatto ad eleggere Cicciolina prima e Berlusconi poi.

non sono chirurgo, non sono israeliana... ma me lo chiedo anche io! ;)
detto questo ho notato, lavorando in svizzera, che spesso si lamentano degli italiani perché non sono precisi, e io gli rispondo che se Leonardo da Vinci fosse stato preciso (trad: quadrato e limitato) come i tedeschi non avrebbe inventato tutto quello che ha inventato!!!

IlvecchioGio
30-May-2013, 15:59
Bhe gli Israeliani sono gli ultimi in assoluto che possono fare commenti del genere ...se inizio a scrivere su cosa hanno eletto loro e quali decisioni sono state prese negli ultimi 10 anzi meglio 12 anni ..ci sarebbe da ridere per non dire piangere .

Considerazioni come quella del chirurgo tuo amico lasciano il tempo che trovano e possono tranquillamente essere considerate goliardiche e non malevoli ( ci mancherebbe ) .

per ciò che riguarda gli altri giudizi che ho letto in questa sezione bhe si in effetti alcuni sono purtroppo condivisibili .

Un saluto

Rewoof
30-May-2013, 16:17
Nel momento in cui (purtroppo) metti insieme molti italiani in ambienti ristretti e capiscono di essere la specie dominante... ecco, allora si scatena il caos italico...



ahahahaha.. capita spesso se mi trovo sulle navi vedere le code ai buffet, mi diverto a fare una analisi "posturale" :) dei presenti alla coda, riconosci alcuni ( e sottolineo alcuni eh.. ) italiani subito, cambiano spesso gamba d'appoggio, sbuffi leggeri tra le file, pronti a spazientirsi se l'attesa nel prendere le portate dai vassoi superano i sei-sette secondi per singolo pit-stop tra i vassoi ( che loro hanno stimato come sufficiente, anzi abbondante per smaltire la fila ).
Non traspare nessuna forma di relax per il momento, per la vacanza, niente di niente, solo tensione, come se quel buffet fosse un sacrificio enorme, un dispendio di energie inutili....

Ai ristoranti inutile dirlo, primeggiamo con gli andalusi, notoriamente e similmente divertenti e rumorosi, lo sfoggio di potenza delle corde vocali impatta con il freddo glaciale proveniente da anziani vicini, magari francesi, da comitive inglesi che sussurrano come poche altre anche se in dieci al tavolo.


Da non sottovalutare come veniamo visti dagli stranieri sulla incredibile capacità di scorta e distribuzione dei volumi, specie quelli alimentari che riusciamo a caricare su singolo piatto riscrivendo di volta in volta le leggi della fisica e della gravità legata ad essa. :)

IlvecchioGio
30-May-2013, 16:20
Da non sottovalutare come veniamo visti dagli stranieri sulla incredibile capacità di scorta e distribuzione dei volumi, specie quelli alimentari che riusciamo a caricare su singolo piatto riscrivendo di volta in volta le leggi della fisica e della gravità legata ad essa. :)

Noo dai per questo la germania ci batte 3:0 ;-)

mal di mare
30-May-2013, 16:23
ahahahaha.. capita spesso se mi trovo sulle navi vedere le code ai buffet, mi diverto a fare una analisi "posturale" :) dei presenti alla coda, riconosci alcuni ( e sottolineo alcuni eh.. ) italiani subito, cambiano spesso gamba d'appoggio, sbuffi leggeri tra le file, pronti a spazientirsi se l'attesa nel prendere le portate dai vassoi superano i sei-sette secondi per singolo pit-stop tra i vassoi ( che loro hanno stimato come sufficiente, anzi abbondante per smaltire la fila ).
Non traspare nessuna forma di relax per il momento, per la vacanza, niente di niente, solo tensione, come se quel buffet fosse un sacrificio enorme, un dispendio di energie inutili....

Ai ristoranti inutile dirlo, primeggiamo con gli andalusi, notoriamente e similmente divertenti e rumorosi, lo sfoggio di potenza delle corde vocali impatta con il freddo glaciale proveniente da anziani vicini, magari francesi, da comitive inglesi che sussurrano come poche altre anche se in dieci al tavolo.


Da non sottovalutare come veniamo visti dagli stranieri sulla incredibile capacità di scorta e distribuzione dei volumi, specie quelli alimentari che riusciamo a caricare su singolo piatto riscrivendo di volta in volta le leggi della fisica e della gravità legata ad essa. :)

ciao...ho visto scene simili con protagonisti di tutte le provenienze..........dal nord al sud del mondo..........
vediamo di non generalizzare;)

in quanto a rumore ,voce alta etc.non so se hai mai fatto una crociera a maggioranza di passeggeri sudamericani,
anche in questo caso,ovviamente,non tutti.:D...................

Julium
30-May-2013, 16:29
ahahahaha.. capita spesso se mi trovo sulle navi vedere le code ai buffet, mi diverto a fare una analisi "posturale" :) dei presenti alla coda, riconosci alcuni ( e sottolineo alcuni eh.. ) italiani subito, cambiano spesso gamba d'appoggio, sbuffi leggeri tra le file, pronti a spazientirsi se l'attesa nel prendere le portate dai vassoi superano i sei-sette secondi per singolo pit-stop tra i vassoi ( che loro hanno stimato come sufficiente, anzi abbondante per smaltire la fila ).
Non traspare nessuna forma di relax per il momento, per la vacanza, niente di niente, solo tensione, come se quel buffet fosse un sacrificio enorme, un dispendio di energie inutili....

Ai ristoranti inutile dirlo, primeggiamo con gli andalusi, notoriamente e similmente divertenti e rumorosi, lo sfoggio di potenza delle corde vocali impatta con il freddo glaciale proveniente da anziani vicini, magari francesi, da comitive inglesi che sussurrano come poche altre anche se in dieci al tavolo.


Da non sottovalutare come veniamo visti dagli stranieri sulla incredibile capacità di scorta e distribuzione dei volumi, specie quelli alimentari che riusciamo a caricare su singolo piatto riscrivendo di volta in volta le leggi della fisica e della gravità legata ad essa. :)

Ah ah ah quello che scrivi è una fotografia verissima di quello che si vede a bordo!:D
Solo per i piatti stracolmi posso obiettare, ci sono altri che ci battono (come fa notare Rosy&Giò)

Rewoof
30-May-2013, 16:30
ciao...ho visto scene simili con protagonisti di tutte le provenienze..........dal nord al sud del mondo..........
vediamo di non generalizzare;)

Ciao Mal di mare, se rileggi il mio iniziale post ho parlato di "alcuni italiani, minoranze", ma porta anche il tuo contributo in totale relax, vogliamo restare .. in topic ;)

Rewoof
30-May-2013, 16:36
Forse verremo insidiati dai tedeschi della sassonia o da quelli della renania-vestfalia, ma non riusciranno mai ad eguagliare l'esaltante varietà offerta da un medio caricatore italico , la composizione di colori, sapori, ricercatezza nell'abbinare volumi specifici, naaaa! siamo imbattibili

Julium
30-May-2013, 16:44
Forse verremo insidiati dai tedeschi della sassonia o da quelli della renania-vestfalia, ma non riusciranno mai ad eguagliare l'esaltante varietà offerta da un medio caricatore italico , la composizione di colori, sapori, ricercatezza nell'abbinare volumi specifici, naaaa! siamo imbattibili

Daiiiii... non mi fare ridere che sono al lavoro e devo restare serio!!! Non ce la faccio... se ci penso mi viene da ridere:D

sciguetto
30-May-2013, 18:06
non sono chirurgo, non sono israeliana... ma me lo chiedo anche io! ;)
detto questo ho notato, lavorando in svizzera, che spesso si lamentano degli italiani perché non sono precisi, e io gli rispondo che se Leonardo da Vinci fosse stato preciso (trad: quadrato e limitato) come i tedeschi non avrebbe inventato tutto quello che ha inventato!!!

Guarda, sono basito dalla tua risposta... cosa c'entrano poi i tedeschi con gli svizzeri.... ma vabbè.

Giusto per allargare un pochino i tuoi orizzonti ti segnalo questo link

http://www.mailand.diplo.de/Vertretung/mailand/it/06/Deutsche__Erfinder__ITA__Seite.html

c'è una piccola parte delle tante invenzioni di tedeschi quadrati e limitati.



Qui invece ti segnalo una piccola lista di inventori tedeschi, ovviamente anche loro quadrati e limitati

http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Inventori_tedeschi

Un saluto

tano
30-May-2013, 20:35
Credo che tutti siamo allergici alle regole, alle norme che se poi uno commette una controvenzione e te la fanno pagare salatamente, tutti diventiamo rispettosi, Tedeschi, Svizzeri, Italiani.
Infatti molte volte si dice che un Tedesco che va in Italia si comporta non cosí bene come nel suo paese, perfino non fa le code sul buffet o si mette tutto rosso per le proteste......fatele pagare una multa e vedrete che tutto torna in ordine.
Un sistema che sarebbe ora utillizzarlo anche in Italia.
Probabilmente una delle differenza tra l´Italiano ed il Tedesco é che il primo vede qualcosa che non va, ti denuncia; il secondo si fa gli affari suoi.
Comunque io quello che noto che meno sopportano i Tedeschi é la nostra politica ed hanno ragione, qui un ministro che non é in regola, che commette qualcosa di illecito, " si dimette " e sparisce del giro, non lo vedi piú in nessun giornale.
Voglio vedere come va finire con Uli Hoeness uomo molto stimato anche dai politici , probabilmente verrá in Italia a vendere le sue salsiccie, ma puó avere tutti gli avvocati che vuole ma il danno d´immagine non lo salva nessuno.
E poi molti criticano la Merkel e la sua politica, ma é da tanto che dice bisogna iniziare con il debito pubblico e l´Italia il tempo l´ha avuto ma i politici vogliono essere cecchi in tutti i campi, e qui le conseguenze.
Peró che male quando perdono al calcio !!!!!
Riconoscono la grandezza degli Italiani, ma che male, e non sanno cosa dire come sempre, e se la prendono sui particolari.....l´ultima volta perche Ballotelli si era tirato fuori la maglietta, non l´accettavano, da cartellino rosso !!!!!!
Ma le Signore tutte a chiedermi su questo bel neretto mentre dolcemente s´intrattenevano con il cucchiaio in bocca !!!!
Viva l´Italia e viva gli Italiani !!!!!

Un saluto.

chiara.987
31-May-2013, 10:03
Guarda, sono basito dalla tua risposta... cosa c'entrano poi i tedeschi con gli svizzeri.... ma vabbè.

Giusto per allargare un pochino i tuoi orizzonti ti segnalo questo link

http://www.mailand.diplo.de/Vertretung/mailand/it/06/Deutsche__Erfinder__ITA__Seite.html

c'è una piccola parte delle tante invenzioni di tedeschi quadrati e limitati.



Qui invece ti segnalo una piccola lista di inventori tedeschi, ovviamente anche loro quadrati e limitati

http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Inventori_tedeschi

Un saluto

innanzitutto mi scuso se in qualche modo si è sentito offeso dal mio commento... ovviamente era detto tutto in tono scherzoso! e mi stupisco che possa essersi risentito in questa maniera...
proprio perché lavoro a contatto col mondo svizzero, che sicuramente è più simile a quello tedesco che a quello italiano (fin dal ticino), conosco, e riconosco, tutti i pregi di questa cultura che è anni luce davanti a noi! e purtroppo è innegabile...
e proprio per questo cercavo di difendere la mia disgraziata italia!
ma tant'è, è evidente che, a differenza nostra, non ha un gran senso dell'umorismo sui limiti della propria popolazione...
leggo tantissimi commenti di chi scherza sugli italiano caciaroni e casinisti, nessuno si è offeso!
per cui mi scuso ancora di averla offesa, ma la prego, così li fa aumentare i luoghi comuni!
saluti.

hermione78
31-May-2013, 10:27
Io leggo spesso le recensioni su CruiseCritic e gli stranieri, in larga misura americani, parlano spesso di "rude and aggressive European people", citando sì gli italiani, ma riferendosi frequentemente anche a francesi e tedeschi. Quando poi riportano le loro esperienze sulle nostre navi, il quadro dipinto è ancora più desolante. Non si deve generalizzare, ovvio, ma evidentemente qualcosa da cambiare, al di là dei campanilismi, c'è.

Rewoof
31-May-2013, 10:44
Io leggo spesso le recensioni su CruiseCritic e gli stranieri, in larga misura americani, parlano spesso di "rude and aggressive European people", citando sì gli italiani, ma riferendosi frequentemente anche a francesi e tedeschi. Quando poi riportano le loro esperienze sulle nostre navi, il quadro dipinto è ancora più desolante. Non si deve generalizzare, ovvio, ma evidentemente qualcosa da cambiare, al di là dei campanilismi, c'è.


Difficile cambiare il mondo , con lui nemmeno le convinzioni, i luoghi comuni, le frasi fatte ed i pregiudizi, durissimi a morire, possiamo renderli asfittici, sperare in un loro isolamento, difficile davvero.
Come scrivevo ieri credo,sono ottimista per natura, di indole ironica ( questo lo aggiungo perchè a volte anche il topic più rilassante sembra di colpo irrigidirsi per un semplice misunderstanding) e autoironica, per questo sono convinto che l'immagine migliore che possiamo offrire è quella nostra, a prescindere dalla nazionalità, siamo quel che facciamo vedere, siamo quel che diciamo, siamo quel che scriviamo anche, non servono titoli onorifici, nessun luogo o nazionalità d'origine è indenne da esami frettolosi e spesso distante anni luce dalla verità.


Sorrido agli americani che intendono classificare come "rude and aggressive" gli europei a bordo.
Ci hanno frainteso..
Non hanno ancora capito che se noi non facciamo svuotare gli ascensori non appena si aprono le porte, anche se già pieno, anche se va nella direzione sbagliata, lo facciamo esclusivamente per socializzare anche in spazi stretti, ci piace viaggiare "vicinivicini" ;)

sciguetto
31-May-2013, 10:46
@chiara.987: giusto per chiudere.... Non preoccuparti del mio senso dell'umorismo, che e' piu' che buono.
Con tutta la buona volonta' nelle parole "quadrato" e (soprattutto...) "limitato" di divertente ci vedo poco o nulla...

Poi ognuno si sollazza come puo', chiaro.

chiara.987
31-May-2013, 11:00
@chiara.987: giusto per chiudere.... Non preoccuparti del mio senso dell'umorismo, che e' piu' che buono.
Con tutta la buona volonta' nelle parole "quadrato" e (soprattutto...) "limitato" di divertente ci vedo poco o nulla...

Poi ognuno si sollazza come puo', chiaro.

io mi sollazzo con poco ovviamente... ma si sa, siamo tutti diversi!
detto questo si parlava per luoghi comuni, come bene o male si sta facendo in tutto il post... ed è evidente che i luoghi comuni sugli italiani non l'hanno così sconvolta!
certo le fa onore difendere a spada tratta la sua cultura, ma forse non era questo il luogo, dato che invece, tutti gli altri fanno autoironia!

saluti.

IlvecchioGio
31-May-2013, 11:03
@chiara.987: giusto per chiudere.... Non preoccuparti del mio senso dell'umorismo, che e' piu' che buono.
Con tutta la buona volonta' nelle parole "quadrato" e (soprattutto...) "limitato" di divertente ci vedo poco o nulla...

Poi ognuno si sollazza come puo', chiaro.

Con limitati forse si intendeva limitati nel mangiare .. :-) però solo tu puoi dirci se risponde a verità :-) :-) :-)

......dai faccio per sdrammatizzare ;-)

ci stà che in una discussione a volte si vada al di là di quello che si voleva dire veramente , talvolta con termini ..un attimino fuori luogo ma l'importante che non ci sia malizia nello scrivere

un caro saluto sciuguetto ( mi ci incarto sempre a scrivere il tuo nick )

chiara.987
31-May-2013, 11:03
Io leggo spesso le recensioni su CruiseCritic e gli stranieri, in larga misura americani, parlano spesso di "rude and aggressive European people", citando sì gli italiani, ma riferendosi frequentemente anche a francesi e tedeschi. Quando poi riportano le loro esperienze sulle nostre navi, il quadro dipinto è ancora più desolante. Non si deve generalizzare, ovvio, ma evidentemente qualcosa da cambiare, al di là dei campanilismi, c'è.

per evitare ulteriori problemi mi riferisco solamente degli italiani.
come fanno a descriverci "aggressive"?
proprio a noi che siamo il popolo del "più siamo e meglio è"...
dai, tutto ma non "aggressive" :) piuttosto casinisti!!

sciguetto
31-May-2013, 11:22
io mi sollazzo con poco ovviamente... ma si sa, siamo tutti diversi!
detto questo si parlava per luoghi comuni, come bene o male si sta facendo in tutto il post... ed è evidente che i luoghi comuni sugli italiani non l'hanno così sconvolta!
certo le fa onore difendere a spada tratta la sua cultura, ma forse non era questo il luogo, dato che invece, tutti gli altri fanno autoironia!

saluti.

Allora il mio senso dell'umorismo proprio non funziona.... mi riferivo ai miei, di sollazzi.....

Chiara, vediamo di..... chiarirci....

Innanzitutto se leggi i miei post (compreso quello scritto all'inizio di questo 3d....) ti renderai conto che non sono tra quelli che vivono di luoghi comuni sugli italiani in particolare o sugli altri in generale...

Poi ti invito a capire le mie reazioni, per parecchi di voi gli "sguizzeri" (come ci chiamate con spiccatissimo senso dell'umorismo) sono, come hai scritto tu, quadrati, limitati, non hanno senso dell'umorismo, parlano lo svizzero... e quindi (come mi e' stato scritto in questo forum) ci si meraviglia se conoscono il significato di parole come, appunto, "limitato" o sanno mettere gli accenti giusti; ciliegina sulla torta, siamo pure un po' tonti.

E leggere in un post dove appunto si cerca di essere "tranquilli", il tuo intervento sull'essere quadrati e limitati, fa scattare una reazione... se poi quando vedi che non l'ho presa bene, invece di lasciar perdere ci metti il carico da undici....

Per quanto mi riguarda chiudo qui la diatriba.



Con limitati forse si intendeva limitati nel mangiare .. :-) però solo tu puoi dirci se risponde a verità :-) :-) :-)

......dai faccio per sdrammatizzare ;-)

ci stà che in una discussione a volte si vada al di là di quello che si voleva dire veramente , talvolta con termini ..un attimino fuori luogo ma l'importante che non ci sia malizia nello scrivere

un caro saluto sciuguetto ( mi ci incarto sempre a scrivere il tuo nick )

Hai chiesto a quello giusto di parlare della limitatezza nel nutrirsi :D :D e mi fa piacere, almeno in quello non sono (siamo) limitati.... :D:D

Ho visto, ma non sei l'unico che non si.... trova con il mio nick, ma ci sono affezionato, lo uso da decenni....:rolleyes:
Puoi sempre chiamarmi Bruno, anche se non mi e' molto simpatico, visto che e' un nome con radici..... tedesche :D;)

IlvecchioGio
31-May-2013, 11:27
Ho visto, ma non sei l'unico che non si.... trova con il mio nick, ma ci sono affezionato, lo uso da decenni....:rolleyes:



Di Molti nick ne intuisco il significato ma del tuo non ci sono riuscito
Solo se ti va ...mi faresti partecipe del significato del tuo nick ? anche per mp se preferisci



Scusate l'OT

Un salutone Bruno .....aaaaaahhh questo si che mi esce semplice ;-)

chiara.987
31-May-2013, 11:36
Allora il mio senso dell'umorismo proprio non funziona.... mi riferivo ai miei, di sollazzi.....

Chiara, vediamo di..... chiarirci....

Innanzitutto se leggi i miei post (compreso quello scritto all'inizio di questo 3d....) ti renderai conto che non sono tra quelli che vivono di luoghi comuni sugli italiani in particolare o sugli altri in generale...

Poi ti invito a capire le mie reazioni, per parecchi di voi gli "sguizzeri" (come ci chiamato con spiccatissimo senso dell'umorismo) sono, come hai scritto tu, quadrati, limitati, non hanno senso dell'umorismo, parlano lo svizzero... e quindi (come mi e' stato scritto in questo forum) ci si meraviglia se conoscono il significato di parole come, appunto, "limitato" o sanno mettere gli accenti giusti; ciliegina sulla torta, siamo pure un po' tonti.

E leggere in un post dove appunto si cerca di essere "tranquilli", il tuo intervento sull'essere quadrati e limitati, fa scattare una reazione... se poi quando vedi che non l'ho presa bene, invece di lasciar perdere ci metti il carico da undici....

Per quanto mi riguarda chiudo qui la diatriba

eccomi, Bruno (posso prendermi anche io la libertà?) trovo sia fondamentale chiarirci per evitare di lasciare malintesi sospesi in aria!
io posso capire la tua reazione, ma mi prendo la libertà di non condividerla, e ora ti spiego il perché: è vero, si parlava degli italiani, in crociera, all'estero, nel mondo, e si faceva ironia sui nostri difetti. ma come non ci offendiamo noi, non dovresti farlo neanche tu.
il mio errore è stato di usare il termine "limitati" che può essere preso come termine offensivo. ecco, non sempre lo è. proprio l'essere "quadrati" rende il popolo tedesco, e quindi, anche quello svizzero, così evoluto rispetto al resto d'europa! questo almeno è la mia opinione.
detto questo mi spiace aver sbagliato il termine, ma non posso dispiacermi di aver fatto ironia sul popolo svizzero (onestamente mai chiamato sguizzero, non mi fa neanche particolarmente ridere). ma hai fatto un elenco di luoghi comuni negativi che io non ho detto, se il popolo svizzero è tonto, non ha il senso dell'umorismo, parla lo svizzero, non capisce l'italiano, mi spiace, ma lo hai detto tu... io mai mi sarei permessa di dire e pensare una cosa simile. per cui onestamente non capisco il senso di elencare tutte queste scemenze (se non per far credere che io le pensi)
diciamo che hai voluto rendere più pesante di quello che era il mio commento.
sperando di essermi chiarita, ancora mi scuso per averti offeso in alcun modo, ma assolutamente non era mia intenzione.
ripeto, non penso assolutamente tutte le cose che tu hai elencato. mi sono solo permessa di riportare un luogo comune.
e spero anche che si possa tornare sui toni scherzosi precedenti.
saluti

Rewoof
31-May-2013, 11:37
piccolo aneddoto vissuto, potrà far sorridere ( forse )
ci si prepara a scendere per una escursione a terra con lance, le code partono già dalle scale, io mi trovo in fila con moglie e figli, attendo il mio turno, all'improvviso si aprono le porte di un ascensore dove il personale costa addetto allo sbarco fa sistemare davanti alla coda già esistente una famiglia con zaini e passeggino al seguito, sistemano il passeggino tra le persone in coda e vanno via...



Una coppia di francesi vicini al passeggino sgarbatamente si rivolge all'uomo con il passeggino (scopertosi poi italianissimo) indicando con il dito la posizione a suo dire errata e dicendo "par la queue" che credetemi, detta velocemente suonava come un "parachiù...." ( parachiù.. parachiù) :) :) inutile aggiungere che l'italiano non capiva il francese, aveva frainteso completamente il senso per di più credendosi irriso e chiamato "paraculo" inizia a scaldarsi chiedendo in un cortese italiano di abbassare quel dito. Non ha nessuna colpa a suo dire, il personale costa lo ha sistemato in quel punto preciso e lui non si è mosso.
Ma niente, il francese si scalda a suo modo e comincia ad alzare il tono di voce, come un mantra ripete sempre "par la queue", a quel punto l'italiano lascia il passeggino e si avvicina dicendo "ma.. paraculo a chi????? ". Surreale l'evoluzione, riconosco un dialetto pugliese nella coppia di italiani, nel mentre la coda inizia a diluirsi, suggerisco alla moglie del tizio che probabilmente quel "queue" non è riferito a doti scaltre o particolare fortuna ma... al significato di coda. La donna mi guarda e scoppia a ridere.. forte... fortissimo....inziano a ridere tutti.
Il francese rimane spiazzato e guarda tutti in cagnesco, alla fine interverrà il personale di sbarco invitando il francese a lasciar posto ad altri mentre urla come un ossesso... bloccando l'ordinatissima fila di sbarco. Attenti alle code, e a chi pronuncia con strani accenti il significato di Queue :)

hermione78
31-May-2013, 11:39
Venivano definiti "aggressive", e non solo gli italiani, quei passeggeri che spingono, non rispettano le file, protestano se ti sei seduto per primo sul lettino o sei salito prima sulla lancia, e che si rivolgono male al personale di bordo.
Io riferisco, eh!

Julium
31-May-2013, 11:40
Comunque dai, come giustamente è stato fatto notare, il senso di questo post vuole letto anche in chiave ironica. Stiamo dicendo di tutto su noi italiani senza prendercela, ci può anche stare una battuta sugli svizzeri o chi per loro.;)

Già che ci sono, sempre da prendere in senso ironico ma non troppo, racconto un altro esempio di Italian Style, così magari si spiega anche il termine "aggressive" indicato in precedenza:
Piscina per adulti su nave americana, arriva la famigliola italiana, padre abbronzato modello Baywatch con occhiali da sole firmati e finto Rolex al polso, figlio 14enne al seguito bello sudato (aveva appena finito di fare sport nel campetto attrezzato), età media in piscina: 60 anni (e non voglio infierire :D.), mare calmo e venti pochi, ecc...ecc... :)
"Naturalmente" il figlio si tuffa direttamente in piscina modello olimpiadi ed il padre va al bar, lasciamo stare il fatto della doccia prima di entrare, magari non conosceva come funzionano le piscine e preferiva lavarsi così, vabbè...
Tempo 1 minuto (non è MSC dove normalmente se ne fregano) e l'addetto lo invita ad uscire indicando il cartello con la scritta "SOLO PER ADULTI", il ragazzino dice che ha appena compiuto 18 anni e che lui nell'alta piscina non ci vuole andare perchè ci sono i bimbi. Dopo una lunga discussione (in un mix di italiano ed inglese) cede ed esce dalla piscina. Qui viene il bello, in un mondo normale il padre gli avrebbe spiegato cosa significa "piscina per adulti", nel mondo "italiano" il padre è partito sparato a urlare all'addetto che non parlando bene italiano è andato in difficoltà (tra lo stupore dei presenti). Ovviamente non riuscendo a comunicare con il dolce padre italiano ha chiamato l'ufficiale responsabile che è prontamente arrivato.
Qui è iniziata la parte più desolante, dove il padre sosteneva che il figlio era maggiorenne e che era anche un campione di nuoto, che queste regole sono ridicole e valgono solo per i neonati, che lo costringevano ad andare a prendere la carta d'identità in cabina, che ha pagato anche per questa piscina, che sono troppo fiscali ecc... ecc... Un pò di urla ed insulti alla compagnia di navigazione perchè non capisce niente ed alla fine la dolce famigliola italiana decide di allontanarsi, mentre passano vicino a noi la conversazione è stata la seguente:

padre - "ma gli hai detto che hai 18 anni?"
figlio - "sì ma dai, si vede che non ho neppure 14 anni e non ci credono"
padre - "tu devi fare come ti dico io!"

poi si sono allontanati e non sono riuscito a sentire altro.
Tutto bene quel che finisce bene? Magari!!! Passano 5 minuti, giusto il tempo che l'ufficiale torni ad occuparsi di cose più importanti ed il ragazzino si tuffa nuovamente in piscina modello Cagnotto, il padre rimane di guardia a bordo vasca con fare burbero e pronto ad uccidere verbalmente chi osasse avvicinarsi o dire qualcosa. L'addetto guarda e scuote la testa, poi decide di fare finta di non vedere e si mette a sistemare gli asciugamani.
Le due vecchiette in acqua escono perchè non volevano bagnarsi i capelli, gli stranieri presenti iniziano a commentare e... potete immaginare cosa dicessero. Io guardo mia moglie e senza scambiare una parola pensiamo entrambi: "...ma che figura di m.... ci fanno fare. Io mi vergogno!".

Il bello è che se ci fossero stati molti italiani a bordo piscina, probabilmente, avrebbero dato ragione al padre! "Un pò di flessibilità ci vuole sempre, e che cavolo! Questi americani sono troppo fiscali!" Sigh...

sciguetto
31-May-2013, 11:43
Di Molti nick ne intuisco il significato ma del tuo non ci sono riuscito
Solo se ti va ...mi faresti partecipe del significato del tuo nick ? anche per mp se preferisci



Scusate l'OT

Un salutone Bruno .....aaaaaahhh questo si che mi esce semplice ;-)

Per non continuare con l'OT :rolleyes: vai nel 3d
il perche' dei nostri nickname
post 84.

Un saluto ;)

chiara.987
31-May-2013, 11:45
Venivano definiti "aggressive", e non solo gli italiani, quei passeggeri che spingono, non rispettano le file, protestano se ti sei seduto per primo sul lettino o sei salito prima sulla lancia, e che si rivolgono male al personale di bordo.
Io riferisco, eh!
ahahaha si allora parlavano proprio degli italiani!!!

hermione78
31-May-2013, 11:48
Mi sa di sì! Poi, se chiedete a me, le esperienze peggiori di maleducazione le ho avute a Parigi e Venezia: in nave non ho trovato molti cafoni, al massimo gente un pò sguaiata. Non faccio di tutta l'erba un fascio, ci mancherebbe, ma ognuno riporta quel che vede! Stessa cosa, credo, avranno fatto quei crocieristi americani che si lamentavano su quel sito.

Rodolfo
31-May-2013, 11:52
Piscina per adulti su nave americana, arriva la famigliola italiana, padre abbronzato modello Baywatch con occhiali da sole firmati e finto Rolex al polso, figlio 14enne al seguito bello sudato (aveva appena finito di fare sport nel campetto attrezzato), età media in piscina: 60 anni (e non voglio infierire :D.), mare calmo e venti pochi, ecc...ecc... :)


Il Padre......... un Grande.......!!!!!!

Poi il sostantivo a seguire non mi è dato poterlo inserire, senza violare la Netiquette.

Rewoof
31-May-2013, 11:55
"Naturalmente" il figlio si tuffa direttamente in piscina modello olimpiadi ed il padre va al bar, lasciamo stare il fatto della doccia prima di entrare, magari non conosceva come funzionano le piscine e preferiva lavarsi così, vabbè...
...
Qui è iniziata la parte più desolante, dove il padre sosteneva che il figlio era maggiorenne e che era anche un campione di nuoto, che queste regole sono ridicole e valgono solo per i neonati, che lo costringevano ad andare a prendere la carta d'identità in cabina, che ha pagato anche per questa piscina, che sono troppo fiscali ecc... ecc... Un pò di urla ed insulti alla compagnia di navigazione perchè non capisce niente ed alla fine la dolce famigliola italiana decide di allontanarsi, mentre passano vicino a noi la conversazione è stata la seguente:

padre - "ma gli hai detto che hai 18 anni?"
figlio - "sì ma dai, si vede che non ho neppure 14 anni e non ci credono"
padre - "tu devi fare come ti dico io!"



Desolante, davvero desolante, queste cose le tare che si portano dietro quando poi parlano degli italiani generalizzando... Come fare a dargli torto.

aggiungo che queste scene sono sempre più frequenti e imbarazzanti, ad ogni angolo della nave, il culmine si raggiunge nelle vasche idromassaggio, piene di bambini ( ma lo sanno che è anche pericoloso per loro??? mah ) che addirittura consumano gli snack dentro.

Limitare certe scene è possibile solo scegliendo itinerari piuttosto gravosi economicamente e lontano da periodi di veri esodi di massa. Speriamo nelle nuove generazioni, boh..

sciguetto
31-May-2013, 11:57
eccomi, Bruno (posso prendermi anche io la libertà?) trovo sia fondamentale chiarirci per evitare di lasciare malintesi sospesi in aria!
io posso capire la tua reazione, ma mi prendo la libertà di non condividerla, e ora ti spiego il perché: è vero, si parlava degli italiani, in crociera, all'estero, nel mondo, e si faceva ironia sui nostri difetti. ma come non ci offendiamo noi, non dovresti farlo neanche tu.
il mio errore è stato di usare il termine "limitati" che può essere preso come termine offensivo. ecco, non sempre lo è. proprio l'essere "quadrati" rende il popolo tedesco, e quindi, anche quello svizzero, così evoluto rispetto al resto d'europa! questo almeno è la mia opinione.
detto questo mi spiace aver sbagliato il termine, ma non posso dispiacermi di aver fatto ironia sul popolo svizzero (onestamente mai chiamato sguizzero, non mi fa neanche particolarmente ridere). ma hai fatto un elenco di luoghi comuni negativi che io non ho detto, se il popolo svizzero è tonto, non ha il senso dell'umorismo, parla lo svizzero, non capisce l'italiano, mi spiace, ma lo hai detto tu... io mai mi sarei permessa di dire e pensare una cosa simile. per cui onestamente non capisco il senso di elencare tutte queste scemenze (se non per far credere che io le pensi)
diciamo che hai voluto rendere più pesante di quello che era il mio commento.
sperando di essermi chiarita, ancora mi scuso per averti offeso in alcun modo, ma assolutamente non era mia intenzione.
ripeto, non penso assolutamente tutte le cose che tu hai elencato. mi sono solo permessa di riportare un luogo comune.
e spero anche che si possa tornare sui toni scherzosi precedenti.
saluti

Sono contento che abbiamo fatto entrambi un bel respiro... ;), e per me il discorso e' chiuso in... pace ;)

Ribadisco che se mi leggi vedrai che mi piace ridere e scherzare, anche su di me :rolleyes:

Solo una cosa, ancora, a parte lo sguizzero, tutto il resto e' stato scritto, in varie riprese, in questo forum, e alcune cose erano rivolte direttamente a me, compreso il fatto che ci vestiamo da schifo da persone che si ritenevano pure spiritose :rolleyes:

So che a volte la mia eta' mi porta a irrigidirmi, pero'.... caspita, se mi si dice che portiamo i sandali ed i calzini a mezz'asta ci rido sopra (del resto e' vero....) se mi si dice che ci vestiamo in modo obbrobrioso mi incavolo ;)

Un caro saluto

chiara.987
31-May-2013, 12:01
Sono contento che abbiamo fatto entrambi un bel respiro... ;), e per me il discorso e' chiuso in... pace ;)

Ribadisco che se mi leggi vedrai che mi piace ridere e scherzare, anche su di me :rolleyes:

Solo una cosa, ancora, a parte lo sguizzero, tutto il resto e' stato scritto, in varie riprese, in questo forum, e alcune cose erano rivolte direttamente a me, compreso il fatto che ci vestiamo da schifo da persone che si ritenevano pure spiritose :rolleyes:

So che a volte la mia eta' mi porta a irrigidirmi, pero'.... caspita, se mi si dice che portiamo i sandali ed i calzini a mezz'asta ci rido sopra (del resto e' vero....) se mi si dice che ci vestiamo in modo obbrobrioso mi incavolo ;)

Un caro saluto

pace fatta! :D

Rodolfo
31-May-2013, 12:02
...... le esperienze peggiori di maleducazione le ho avute a Parigi e Venezia........:

Non mi meraviglio per Venezia; ci sono certi elementi concittadini che fanno vergognare anche me per i loro atteggiamenti, in special modo nei confronti dei turisti. I turisti, per molti veneziani, sono un "limone" da spremere e buttare..... e basta. Per uno che non viene più, due lo sostituiscono.

Ma ti assicuro che non siamo tutti così.

pmanlio
31-May-2013, 12:03
Giusto per allargare un pochino i tuoi orizzonti ti segnalo questo link

http://www.mailand.diplo.de/Vertretung/mailand/it/06/Deutsche__Erfinder__ITA__Seite.html

c'è una piccola parte delle tante invenzioni di tedeschi quadrati e limitati.


Detto tra di noi è curioso come ogni popolazione cerchi di accollarsi meriti che può avere ma anche non avere..

Una volta in Italia ho visto un monumento fatto in epoca fascista all'italianissimo inventore della stampa, colui che ha inventato i caratteri mobili.. :confused:

Una nota sotto il monumento specificava che questa persona ha lavorato fianco a fianco con Gutemberg e che quindi era quantomeno coinventore della stampa, e faceva capire, con una allusione, che sotto sotto.. ;)

Come noi, anche gli Spagnoli fanno capire che.. sotto sotto, Colombo tanto Genovese non era..

Per non parlare delle case natali di Marco Polo (ce ne sono almeno due, ma credo tre..)

Qui rimango un pò perplesso sulla invenzione del televisore..

da Wikipedia:


L'inizio della storia della televisione può essere fatto risalire al 25 marzo 1925, quando l'ingegnere scozzese John Logie Baird ne diede dimostrazione nel centro commerciale Selfridges di Londra.

sempre da li..


La televisione elettronica fu realizzata per la prima volta il 7 settembre 1927 dall'inventore americano Philo Farnsworth nel proprio laboratorio di San Francisco. La definizione è dovuta al fatto che sia l'apparecchio di ripresa delle immagini che quello di visione erano realizzati con un dispositivo elettronico, il tubo a raggi catodici, inventato dal fisico tedesco Ferdinand Braun nel 1897.

Dire che i Tedeschi hanno inventato la televisione perchè hanno inventato il tubo catodico è come dire che chi ha inventato le colonne è l'ideatore del Partenone..

Stesso discorso sul computer: si tratta di una macchina che si è sviluppata nel tempo, basando peraltro la sua capacità di calcolo sulla logica booleana inventata secoli fa, e la sua struttura su una serie di esperienze che possiamo far derivare da lavori di Turing, Von Neumann ecc. ecc.

Insomma, il computer non ha un 'padre', ne ha molti, alcuni risalenti a secoli fa..

Non voglio dire che i Tedeschi non siano grandi inventori, oltretutto come ben sappiamo quasi tutta la fisica moderna nasce dalla scuola Tedesca, anche se per la maggior parte erano Ebrei, e Tedesco è quel Von Braun che oltre ad inventare le V2 ha anche portato l'uomo sulla Luna..

Dico solo che questo modo di vedere le cose 'a propria gloria' da qualunque parte venga (noi Italiani in questo siamo i primi della classe sia chiaro) mi scoccia un pò..



Infatti molte volte si dice che un Tedesco che va in Italia si comporta non cosí bene come nel suo paese, perfino non fa le code sul buffet o si mette tutto rosso per le proteste......fatele pagare una multa e vedrete che tutto torna in ordine.


Non credo sia solo un problema di multe..

Qualche volta ho visto dei personaggi del 'Nord' (Italia ndr) che passavano la vita a guardarci come se fossimo perditempo, passare da una puntualità Tedesca ed una produttività impeccabile a casa loro al ritardo continuo ed uno sbracamento totale a casa nostra.. anche con aria complice e sorrisetto..

Pochi casi (rarissimi ndr) ma che fanno capire che quando ti trovi in un ambiente ti adegui..

In più l'effetto ambiente c'è davvero quando passi da una città regolata e pulitissima ad una dove la gente butta le cose per terra e le vedi dappertutto, ti "viene" di adeguarti..

Aggiungo.. purtroppo.. :(




un caro saluto sciuguetto ( mi ci incarto sempre a scrivere il tuo nick )




Siamo in due!!

Ho visto, ma non sei l'unico che non si.... trova con il mio nick, ma ci sono affezionato, lo uso da decenni....:rolleyes:
Puoi sempre chiamarmi Bruno, anche se non mi e' molto simpatico, visto che e' un nome con radici..... tedesche :D;)

Bruno va bene.. Tedesco e pure Italiano dai.. ;)

Un salutone!
Manlio

Julium
31-May-2013, 12:06
Desolante, davvero desolante, queste cose le tare che si portano dietro quando poi parlano degli italiani generalizzando... Come fare a dargli torto.

aggiungo che queste scene sono sempre più frequenti e imbarazzanti, ad ogni angolo della nave, il culmine si raggiunge nelle vasche idromassaggio, piene di bambini ( ma lo sanno che è anche pericoloso per loro??? mah ) che addirittura consumano gli snack dentro.

Limitare certe scene è possibile solo scegliendo itinerari piuttosto gravosi economicamente e lontano da periodi di veri esodi di massa. Speriamo nelle nuove generazioni, boh..

Capperi mi fai venire in mente la bimba con la maschera che nella Jacuzzi faceva sub! Io mi sono sempre chiesto come facesse a resistere più di 10 minuti... eh eh eh

hermione78
31-May-2013, 12:07
Rodolfo ne sono certa..infatti ci tornerei volentieri a Venezia ;)
Onestamente, qualche cafone lo trovo spesso anche a Roma (ho origini romane dal lato paterno)...a Venezia nemmeno si degnavano di rispondermi. Ma certamente non sono tutti così.

MarinaeAngelo
31-May-2013, 12:24
Skyscanner ci rivela i turisti con minore capacità di adattamento nel viaggio. Bando ai luoghi comuni, il BelPaese ne esce vincente. Italiani buoni viaggiatori.

http://viaggi.libero.it/news/23848741/i-turisti-piu-maleducati

k863
31-May-2013, 12:30
Sono italiana e amo da morire il mio paese, mi manca e a volte la nostalgia è davvero insopportabile.Sono del sud ho studiato a Roma e lavorato a Milano.
Ho vissuto in Germania e ora vivo in Austria e c'è una differenza culturale gigantesca. Faccio degli esempi:
Per quanto riguarda l'università in Italia sei tutelato con il diritto allo studio, di conseguenza se hai un reddito basso e dei buoni voti non paghi le tasse, hai diritto alla borsa di studio e alla casa dello studente...c'è un però in Italia studiano tantissimi stranieri, mentre gli italiani per aver diritto a queste agevolazioni devono documentare vita morte e miracoli gli stranieri devono solo documentare con un autocertificazione il proprio reddito (ho visto figli di ingegnieri e architetti). A questo vorrei aggiungere che ci sono comunque italiani disonesti(liberi professionisti) che dichiarando il minimo dichiarabile di reddito o semplicemente facendo una finta separazione tra coniugi fanno lo stesso gioco degli stranieri e i figli erano insieme a me in case dello studente (solo che io sono figlia di un umile pescatore).
In germania invece, ti fanno una sorta di prestito e dopo aver finito l'università nel momento in cui trovi lavoro restituisci una parte dei soldi a poco al mese.
Lavorativamente parlando qui non esistono contratti a tempo determinato o contratti con agenzie interinali esterne all'azienda come invece ho visto a Milano, con rinnovi a 2 mesi a 2 mesi. Tralasciando il fatto che io fossi una giovane laureata e per me qualsiasi cosa andava bene, insieme a me lavoravano padri di famiglia anche di età avanzata con il terrore negli occhi ogni volta che l'agenzia telefonava e questo solo per 1000 euro al mese. Sia in Germania che in Austria hai più diritti, gli stipendi sono molto molto più alti, il costo della vita non differisce molto da Milano anche per quanto riguarda gli affitti e su prodotti per la casa ed igiene persona si risparmia almeno la metà. Le donne hanno più diritti per quanto riguarda la maternità e possono permettersi di rimanere a casa anche un anno e mezzo, mentre i papà 4 mesi dopo il rientro al lavoro della mamma, perchè per loro é normale che anche il papà passi molto tempo ad instaurare un rapporto con il piccolo.
Inoltre la maggiorparte delle aziende ha un nido in azienda e se non ce l'ha lo stato ti aiuta a pagare i nidi privati.
Inoltre per chi ha bisogno non ci sono le case popolari come in Italia, ma ti trovano una casa e ti pagano l'affitto e se non puoi permetterti di comprare i mobili loro ti aiutano.
Appena arrivato ti pagano dei corsi di lingua e ti aiutano a cercare un lavoro.
Dimenticavo di specificare che c'è il periodo di prova e poi ti propongono nel 90% dei casi un indeterminato.
Quindi secondo me per organizzazione, qualità della vita e aspettative l'Italia è molto al di sotto da tanti punti di vista.

hermione78
31-May-2013, 12:33
Skyscanner ci rivela i turisti con minore capacità di adattamento nel viaggio. Bando ai luoghi comuni, il BelPaese ne esce vincente. Italiani buoni viaggiatori.

http://viaggi.libero.it/news/23848741/i-turisti-piu-maleducati

Interessantissimo :D

sciguetto
31-May-2013, 12:46
Manlio, faccio parte della generazione cui venivano dati tre nomi, il secondo non e' meglio, come provenienza... Riccardo :D mi salva un po' il terzo nome, Luigi :D e per favore che nessuno mi chiami Lüis :cool:

Rodolfo
31-May-2013, 12:49
Va bene Luis!!! :) :)

sciguetto
31-May-2013, 12:59
Va bene Luis!!! :) :)

Ecco.... :cry: si, ho visto che non hai messo la dieresi..... :D

Rodolfo
31-May-2013, 13:03
....... l'Umlaut...... non son capace. Accontentati!!! :) :)

sciguetto
31-May-2013, 13:25
....... l'Umlaut...... non son capace. Accontentati!!! :) :)

Non volevo fare troppo il tedesco :D:p , comunque sul telefonico e' nei segni speciali, e con l'ipad lo trovi tenendo premuta la lettera :p

tano
31-May-2013, 13:57
Comunque dai, come giustamente è stato fatto notare, il senso di questo post vuole letto anche in chiave ironica. Stiamo dicendo di tutto su noi italiani senza prendercela, ci può anche stare una battuta sugli svizzeri o chi per loro.;)

Già che ci sono, sempre da prendere in senso ironico ma non troppo, racconto un altro esempio di Italian Style, così magari si spiega anche il termine "aggressive" indicato in precedenza:
Piscina per adulti su nave americana, arriva la famigliola italiana, padre abbronzato modello Baywatch con occhiali da sole firmati e finto Rolex al polso, figlio 14enne al seguito bello sudato (aveva appena finito di fare sport nel campetto attrezzato), età media in piscina: 60 anni (e non voglio infierire :D.), mare calmo e venti pochi, ecc...ecc... :)
"Naturalmente" il figlio si tuffa direttamente in piscina modello olimpiadi ed il padre va al bar, lasciamo stare il fatto della doccia prima di entrare, magari non conosceva come funzionano le piscine e preferiva lavarsi così, vabbè...
Tempo 1 minuto (non è MSC dove normalmente se ne fregano) e l'addetto lo invita ad uscire indicando il cartello con la scritta "SOLO PER ADULTI", il ragazzino dice che ha appena compiuto 18 anni e che lui nell'alta piscina non ci vuole andare perchè ci sono i bimbi. Dopo una lunga discussione (in un mix di italiano ed inglese) cede ed esce dalla piscina. Qui viene il bello, in un mondo normale il padre gli avrebbe spiegato cosa significa "piscina per adulti", nel mondo "italiano" il padre è partito sparato a urlare all'addetto che non parlando bene italiano è andato in difficoltà (tra lo stupore dei presenti). Ovviamente non riuscendo a comunicare con il dolce padre italiano ha chiamato l'ufficiale responsabile che è prontamente arrivato.
Qui è iniziata la parte più desolante, dove il padre sosteneva che il figlio era maggiorenne e che era anche un campione di nuoto, che queste regole sono ridicole e valgono solo per i neonati, che lo costringevano ad andare a prendere la carta d'identità in cabina, che ha pagato anche per questa piscina, che sono troppo fiscali ecc... ecc... Un pò di urla ed insulti alla compagnia di navigazione perchè non capisce niente ed alla fine la dolce famigliola italiana decide di allontanarsi, mentre passano vicino a noi la conversazione è stata la seguente:

padre - "ma gli hai detto che hai 18 anni?"
figlio - "sì ma dai, si vede che non ho neppure 14 anni e non ci credono"
padre - "tu devi fare come ti dico io!"

poi si sono allontanati e non sono riuscito a sentire altro.
Tutto bene quel che finisce bene? Magari!!! Passano 5 minuti, giusto il tempo che l'ufficiale torni ad occuparsi di cose più importanti ed il ragazzino si tuffa nuovamente in piscina modello Cagnotto, il padre rimane di guardia a bordo vasca con fare burbero e pronto ad uccidere verbalmente chi osasse avvicinarsi o dire qualcosa. L'addetto guarda e scuote la testa, poi decide di fare finta di non vedere e si mette a sistemare gli asciugamani.
Le due vecchiette in acqua escono perchè non volevano bagnarsi i capelli, gli stranieri presenti iniziano a commentare e... potete immaginare cosa dicessero. Io guardo mia moglie e senza scambiare una parola pensiamo entrambi: "...ma che figura di m.... ci fanno fare. Io mi vergogno!".

Il bello è che se ci fossero stati molti italiani a bordo piscina, probabilmente, avrebbero dato ragione al padre! "Un pò di flessibilità ci vuole sempre, e che cavolo! Questi americani sono troppo fiscali!" Sigh...

A me ste scene....." Me fan morire da ridere ".
Questo é umore , capire un popolo.
Capire i popoli.
Il problema inizia quando facciamo " moralismo" e ci sentiamo piú educati degli altri.
Importante é non molestare gli altri, ma che gli altri si faciano amche....i c....i loro !!!
Ma la peggior cosa é non capire che andar in crociera é andar a far vacanza, divertirsi, pasarsela bene, ridere !!!!

Un saluto

Un salutone.

lingoss
31-May-2013, 14:08
Capire i popoli? Questo è voler fare i furbetti! Un male dilagante!

Julium
31-May-2013, 14:15
Capire i popoli? Questo è voler fare i furbetti! Un male dilagante!

Ahem... infatti non ho capito se tano era ironico o lo diceva seriamente... io quel "pirla" (sì può dire? Sì dai...) di cui ho scritto sopra non lo capirò mai; sicuramente non mi rovina la vacanza, ci vuole ben altro, però di sicuro è mancato nella sua vita qualcuno che gli spiegasse come vivere al mondo in modo civile.

tano
31-May-2013, 14:27
Sono italiana e amo da morire il mio paese, mi manca e a volte la nostalgia è davvero insopportabile.Sono del sud ho studiato a Roma e lavorato a Milano.
Ho vissuto in Germania e ora vivo in Austria e c'è una differenza culturale gigantesca. Faccio degli esempi:
Per quanto riguarda l'università in Italia sei tutelato con il diritto allo studio, di conseguenza se hai un reddito basso e dei buoni voti non paghi le tasse, hai diritto alla borsa di studio e alla casa dello studente...c'è un però in Italia studiano tantissimi stranieri, mentre gli italiani per aver diritto a queste agevolazioni devono documentare vita morte e miracoli gli stranieri devono solo documentare con un autocertificazione il proprio reddito (ho visto figli di ingegnieri e architetti). A questo vorrei aggiungere che ci sono comunque italiani disonesti(liberi professionisti) che dichiarando il minimo dichiarabile di reddito o semplicemente facendo una finta separazione tra coniugi fanno lo stesso gioco degli stranieri e i figli erano insieme a me in case dello studente (solo che io sono figlia di un umile pescatore).
In germania invece, ti fanno una sorta di prestito e dopo aver finito l'università nel momento in cui trovi lavoro restituisci una parte dei soldi a poco al mese.
Lavorativamente parlando qui non esistono contratti a tempo determinato o contratti con agenzie interinali esterne all'azienda come invece ho visto a Milano, con rinnovi a 2 mesi a 2 mesi. Tralasciando il fatto che io fossi una giovane laureata e per me qualsiasi cosa andava bene, insieme a me lavoravano padri di famiglia anche di età avanzata con il terrore negli occhi ogni volta che l'agenzia telefonava e questo solo per 1000 euro al mese. Sia in Germania che in Austria hai più diritti, gli stipendi sono molto molto più alti, il costo della vita non differisce molto da Milano anche per quanto riguarda gli affitti e su prodotti per la casa ed igiene persona si risparmia almeno la metà. Le donne hanno più diritti per quanto riguarda la maternità e possono permettersi di rimanere a casa anche un anno e mezzo, mentre i papà 4 mesi dopo il rientro al lavoro della mamma, perchè per loro é normale che anche il papà passi molto tempo ad instaurare un rapporto con il piccolo.
Inoltre la maggiorparte delle aziende ha un nido in azienda e se non ce l'ha lo stato ti aiuta a pagare i nidi privati.
Inoltre per chi ha bisogno non ci sono le case popolari come in Italia, ma ti trovano una casa e ti pagano l'affitto e se non puoi permetterti di comprare i mobili loro ti aiutano.
Appena arrivato ti pagano dei corsi di lingua e ti aiutano a cercare un lavoro.
Dimenticavo di specificare che c'è il periodo di prova e poi ti propongono nel 90% dei casi un indeterminato.
Quindi secondo me per organizzazione, qualità della vita e aspettative l'Italia è molto al di sotto da tanti punti di vista.

Ciao Kas.

Colpa dei nostri politici,anche sull´insegnamento che continuano a modificare.
Peró io credo che come base, come cultura di base dovete essere contenti delle scuole Italiane perche sull´umanitario ti preparano molto meglio, impari a far un dialogo a 360 gradi con qualsiasi persona di qualsiasi popolo.
Non so Svizzeri, ma i tedeschi sono piú quadrati, nel senso buono come diceva Chiara 987, sono limitati nel loro campo, e lo dico perche lo vedo nei miei figli.
Peró nel loro campo hanno un futuro , e se non va bene, un sistema che ti fa studiare per cambiare ed indirizzarti verso un´altra alternativa.
Ma tutto si paga e si paga secondo il reddito della persona : Si paga la sanitá, si paga l´asilo per i bambini, si paga la maternitá, si paga tutto.
Cioé i soldi devono essere presi da qualche parte.
Si ha piú responsabilitá nelle decisioni importanti, l´etá pensionabile é stata alzata senza tanti peró e opinioni dei partiti, quello che si deve fare si fa.
Vedi, persone come racconti tu, liberi proffesionisti che dichiarono il minimo, sono considerati peggio dei criminali, ti mangi piú anni di carcere per evasione fiscale che aver ammazzato una persona.

Un saluto.

tano
31-May-2013, 14:30
Signori cerchiamo di non essere ipocriti.....
Quante volte ridiamo per una scena sicuramente non educata ?
L´importante é capire i limiti, un bel gioco dura poco.

Julium quando sono al forum cerco di leggere sempre le cose con umore.

Un saluto.

k863
31-May-2013, 15:55
Ciao Kas.

Colpa dei nostri politici,anche sull´insegnamento che continuano a modificare.
Peró io credo che come base, come cultura di base dovete essere contenti delle scuole Italiane perche sull´umanitario ti preparano molto meglio, impari a far un dialogo a 360 gradi con qualsiasi persona di qualsiasi popolo.
Non so Svizzeri, ma i tedeschi sono piú quadrati, nel senso buono come diceva Chiara 987, sono limitati nel loro campo, e lo dico perche lo vedo nei miei figli.
Peró nel loro campo hanno un futuro , e se non va bene, un sistema che ti fa studiare per cambiare ed indirizzarti verso un´altra alternativa.
Ma tutto si paga e si paga secondo il reddito della persona : Si paga la sanitá, si paga l´asilo per i bambini, si paga la maternitá, si paga tutto.
Cioé i soldi devono essere presi da qualche parte.
Si ha piú responsabilitá nelle decisioni importanti, l´etá pensionabile é stata alzata senza tanti peró e opinioni dei partiti, quello che si deve fare si fa.
Vedi, persone come racconti tu, liberi proffesionisti che dichiarono il minimo, sono considerati peggio dei criminali, ti mangi piú anni di carcere per evasione fiscale che aver ammazzato una persona.

Un saluto.


Ciao Tano,
Sicuramente la scuola italiana non è uno scarto; Io ho studiato alla Sapienza e devo dire che va forte sia nelle materie umanistiche che in quelle scientifiche.
Per quanto riguarda i liberi professionisti (e io ho studiato per diventarlo un giorno) di certo non dovrebbero essere trattati come criminali omicida, ma si parla pur sempre di criminalità secondo me e non è giusto che un impiegato statale con uno stipendio medio di 1200 euro debba pagare più tasse di una persona che guadagna il triplo, solamente perchè l'impiegato statale non trova escamotage come invece può trovare un avvocato o un commercialista.
I miei genitori non hanno mai fatto una crociera perchè è aumentato tutto anche al sud dagli affitti, al costo delle case, ai tiket ospedalieri alla benzina che la scorsa estate al sud ha toccato i 2 euro a litro per non parlare delle assicurazioni 600 euro ogni sei mesi è veramente un furto.
Io qui in Austria invece sto vivendo tutta una situazione al contrario e una crociera all'anno posso permettermela tranquillamente.
E' vero paghi l'assicurazione sanitaria ma che per la maggiorparte paga il datore di lavoro e la restante parte la prendono dallo stipendio come quota fissa però dobbiamo anche ricordare che lo stipendio medio per un part-time sono 1500 euro e sto parlando appunto di 5 ore lavorative al giorno, oppure vogliamo parlare della benzina a volte (dipende dai giorni) ad 1.20 cent a litro.
L'Italia va a rotoli per tante ovvie ragioni, e anche e sopratutto per l'evasione e per i politici con auto blu, portaborse e quant'altro neanche fossero il padre eterno! L'uguaglianza non può esistere e ne sono consapevole, ma non dovrebbe esistere neanche un disdlivello del genere, mi innoridisco a vedere i pensionati anziani andare a mangiare alla caritas perchè con 500 euro al mese (pensione minima) riescono a pagare a stento bollette e affitto dopo una vita di sacrifici e di lavoro.
Ripeto io amo l'Italia e spero un giorno di poterci tornare ma a questo costo preferisco rimanere con la nostalgia nel cuore dove sono che sto bene.

Dr. Pianale
31-May-2013, 16:21
A me ste scene....." Me fan morire da ridere ".
Questo é umore , capire un popolo.
Capire i popoli.
Il problema inizia quando facciamo " moralismo" e ci sentiamo piú educati degli altri.
Importante é non molestare gli altri, ma che gli altri si faciano amche....i c....i loro !!!
Ma la peggior cosa é non capire che andar in crociera é andar a far vacanza, divertirsi, pasarsela bene, ridere !!!!

Un saluto

Un salutone.

Si, tano....io mi sento più educato del soggetto in questione, e quindi?

Pensi che sia sbagliato se mi considero un crocierista (e probabilmente un cittadino) migliore di lui perché io per mio figlio una cosa del genere non arrivo neppure a pensarla?

Il problema è che a furia di fare finta di niente, farci in c...i nostri, ecc, ecc sti soggetti già abbastanza diffusi sul territorio hanno proliferato come la gramigna e anche le erbe buone che sul nostro "campo" ci sono e sono tante, soffrono per colpa loro!

Io mi sono rotto i ..... di fare il buono, di fare finta di niente, di pensare "tanto sono in vacanza chi me lo fa fare", di fregarmene perché la cosa non mi tocca direttamente (ma indirettamente si, sempre ci tocca).

Se sulla nave, come nel paese, la parte onesta comincia a fregarsene e a diventare lassista senza indignarsi e fare qualcosa per limitare certi personaggi....non ne usciamo più e sarà sempre peggio.

Chi non ha il senso etico e di giustizia che gli ribolle di fronte a certe cose, anche se non fa nulla di male personalmente, per me è complice...fa parte del sistema "marcio"

elenamaria
31-May-2013, 17:03
Ahem... infatti non ho capito se tano era ironico o lo diceva seriamente... io quel "pirla" (sì può dire? Sì dai...) di cui ho scritto sopra non lo capirò mai; sicuramente non mi rovina la vacanza, ci vuole ben altro, però di sicuro è mancato nella sua vita qualcuno che gli spiegasse come vivere al mondo in modo civile.
Qualcuno direbbe che gli sono mancati anche due sani schiaffoni......aggiungo, tanto per chiarire, che io non sono per questo genere di educazione, certo è che 'sto tipo è un gran cafone, ma è in ottima e nutrita compagnia...

tano
31-May-2013, 20:13
Ciao Dr Pianale.

Prendi i Tedeschi quando arriva il fine settimana sono in generale ubriacconi che personalmente non me li sopporto il loro umore e le cose che fanno, poi io che non bevo non sopprto neanche il loro alito ed il modo appiccicoso in cui si mettono, uomini e donne che io cerco nel possibile di evitare.....ti domando, che devo fare ??? E che posso dire se loro sono felici cosí ?
É il loro modo di fare ed in questo includo tanti amici miei, per quello dico non mi piace il loro modo di fare, é nel DNA dei Tedeschi almeno della NRW ma penso anche di altre regioni, ma non li giudico, non faccio moralismi, importante é che non siano aggresivi e che non molestino.
E gli Americani ? Hai fatto mai una crociera pieni di americani allegri che scendono e si portano il secchio non per fare i castelli sulla sabbia ma per mettere il ghiaccio e l´alcohol dentro.
Non é questione di fregarsi e anche sull´educazione io credo che la prima cosa da vedere é quella propia di casa e non quella degli altri, questi personaggi vengono emarginati da soli, se tutti facciamo dei moralismi si diventa da inquisizione, perció dico meglio prendersela per bene.

Un saluto.

Julium
31-May-2013, 20:52
Ciao Dr Pianale.

Prendi i Tedeschi quando arriva il fine settimana sono in generale ubriacconi che personalmente non me li sopporto il loro umore e le cose che fanno, poi io che non bevo non sopprto neanche il loro alito ed il modo appiccicoso in cui si mettono, uomini e donne che io cerco nel possibile di evitare.....ti domando, che devo fare ??? E che posso dire se loro sono felici cosí ?
É il loro modo di fare ed in questo includo tanti amici miei, per quello dico non mi piace il loro modo di fare, é nel DNA dei Tedeschi almeno della NRW ma penso anche di altre regioni, ma non li giudico, non faccio moralismi, importante é che non siano aggresivi e che non molestino.
E gli Americani ? Hai fatto mai una crociera pieni di americani allegri che scendono e si portano il secchio non per fare i castelli sulla sabbia ma per mettere il ghiaccio e l´alcohol dentro.
Non é questione di fregarsi e anche sull´educazione io credo che la prima cosa da vedere é quella propia di casa e non quella degli altri, questi personaggi vengono emarginati da soli, se tutti facciamo dei moralismi si diventa da inquisizione, perció dico meglio prendersela per bene.

Un saluto.

Sai qual'è la differenza tano? Che l'italiano pirla disturba (per usare un tuo termine: è molesto) mentre l'americano col cestello pieno di ghiaccio e birre al massimo parla ad alta voce perchè ha alzato troppo il gomito. Magari fosse vero che certi "personaggi" (come quello che ho descritto) venissero emarginati...

moren@
01-June-2013, 20:24
Se sulla nave, come nel paese, la parte onesta comincia a fregarsene e a diventare lassista senza indignarsi e fare qualcosa per limitare certi personaggi....non ne usciamo più e sarà sempre peggio.

Chi non ha il senso etico e di giustizia che gli ribolle di fronte a certe cose, anche se non fa nulla di male personalmente, per me è complice...fa parte del sistema "marcio"

il compito del crocerista però è quello di godersi la vacanza, non passare il suo tempo a far rispettare le regole. direi che le regole, se ci sono, vanno fatte rispettare dal personale di bordo. ed è il lassismo del personale di bordo, nel caso, a far sì che certi comportamenti scorretti divengano un'abitudine. evidentemente il mio spirito vacanziero mi impedisce di rimproverare chichessia per futili questioni tipo l'uso della piscina da parte di minori fastidiosi. il massimo che posso immaginare è lamentarmi con il personale addetto, niente di più che questo.

sciguetto
01-June-2013, 22:06
il compito del crocerista però è quello di godersi la vacanza, non passare il suo tempo a far rispettare le regole. direi che le regole, se ci sono, vanno fatte rispettare dal personale di bordo. ed è il lassismo del personale di bordo, nel caso, a far sì che certi comportamenti scorretti divengano un'abitudine. evidentemente il mio spirito vacanziero mi impedisce di rimproverare chichessia per futili questioni tipo l'uso della piscina da parte di minori fastidiosi. il massimo che posso immaginare è lamentarmi con il personale addetto, niente di più che questo.

In realta' il personale non e' affetta da lassismo, teme le ire del "pirla" di turno, che lamentandosi vivacemente alla ricezione potrebbe farlo licenziare......

Concordo assolutamente con Dr. Pianale, e' anche compito nostro dimostrare a certi buzzurri che il loro comportamento e' fastidioso.... altrimenti e' come non andare a votare e poi lamentarsi del governo.....

principessapam
01-June-2013, 22:28
ti quoto in pieno Bruno!

Mavi
01-June-2013, 23:12
Ho fatto nove crociere con Costa e non ho mai assistito a scene del genere. Sarò stata fortunata ma gli italiani che ho incontrato sono sempre stati più che educati mentre ho visto e sentito persone straniere che non si possono definire tali e naturalmente non penso che tutti gli stranieri siano maleducati, mai generalizzare.... In quanto ad onestà, tutto il mondo è paese e non è tutto oro ciò che luccica (mi scuso per i proverbi), solo che noi in Italia siamo bravissimi a denigrarci e a far tanto rumore per qualsiasi notizia.
C'è da dire che purtroppo in politica ultimamente si parla in maniera alquanto volgare e non dà certamente un buon esempio.
A parte ciò, io sono sempre molto orgogliosa di essere italiana e non mi sono mai vergognata di esserlo anche all'estero.
Abbiamo ed abbiamo avuto grandi italiani che non hanno dovuto andare all'estero per dimostrarlo.

italla
02-June-2013, 08:12
Ciao a tutti! Sono russa e forse questo tema e' proprio per me..Non ho letto ancora tutti gli argomenti, ma posso dire, che Io conosco Italia e italiani piu' da 10 anni e per me sarebbe facile dire cosa pensiamo di voi. Da altra parte e' difficile, perche' questo che puo' dare fastidio ai miei connazionali per me spesso non sia uno grande problema. Cmq questi chi vanno in crociere si lamentano spesso che proprio gli italiani fanno rumori sulla nave e i loro bambini sono maleducati.
Io a proposito posso dire che in crociera mi era piu' facile trovare una lingua comune con gli stranieri che con connazionali, quindi non esiste nazionalita' perfetta nel mondo:p

tano
02-June-2013, 08:21
il compito del crocerista però è quello di godersi la vacanza, non passare il suo tempo a far rispettare le regole. direi che le regole, se ci sono, vanno fatte rispettare dal personale di bordo. ed è il lassismo del personale di bordo, nel caso, a far sì che certi comportamenti scorretti divengano un'abitudine. evidentemente il mio spirito vacanziero mi impedisce di rimproverare chichessia per futili questioni tipo l'uso della piscina da parte di minori fastidiosi. il massimo che posso immaginare è lamentarmi con il personale addetto, niente di più che questo.

Qui Moreno ti quoto, la penso come te. Noi Italiani siamo temperamentali e vogliamo fare giustizia.
Questo temperamento in cui mi individuo a me é costato soldi ed avvocati, perció su una nave c´é una sicurezza é il loro compito mettere ordine.
Dagli interventi tra scemo e giustiziere incominciano le discussioni che poi non si sa come vanno a finire. Per quello dico meglio emarginare questa gente, amici cosí non servono, girare alla larga.
Ed é anche giustissimo, quando c´é qualcosa che non va, bisogna andare dalle autoritá.
Un ´altra cosa ho fatto tante crociere e sono d´accordo con Mavi, io a queste scene non é che abbia assistito tantissime volte, sicuramente il modo di fare degli Italiani é molto vivace, ma molte volte penso che siamo noi che prestiamo piú attenzione ai dettagli diventando piú nervosi, volendo applicare la nostra giustizia, il nostro punto di vista.

Un saluto.

Ciao k863.

L argomento é lungo per parlarlo qui, posso solo dirti che dal tuo stipendio tutto paghi e quello che paga il dattore di lavoro non é tanto ( piú é nel nostro paese ) la differenza con L´Italia secondo me sta nella miglior destribuzione di quello che paghi e sul lavoro in nero che é minimo rispetto al bel paese.

Un saluto.

Julium
02-June-2013, 09:22
Ho fatto nove crociere con Costa e non ho mai assistito a scene del genere. Sarò stata fortunata ma gli italiani che ho incontrato sono sempre stati più che educati mentre ho visto e sentito persone straniere che non si possono definire tali e naturalmente non penso che tutti gli stranieri siano maleducati, mai generalizzare.... In quanto ad onestà, tutto il mondo è paese e non è tutto oro ciò che luccica (mi scuso per i proverbi), solo che noi in Italia siamo bravissimi a denigrarci e a far tanto rumore per qualsiasi notizia.
C'è da dire che purtroppo in politica ultimamente si parla in maniera alquanto volgare e non dà certamente un buon esempio.
A parte ciò, io sono sempre molto orgogliosa di essere italiana e non mi sono mai vergognata di esserlo anche all'estero.
Abbiamo ed abbiamo avuto grandi italiani che non hanno dovuto andare all'estero per dimostrarlo.

9 crociere con Costa e non hai mai visto gli "italiani all'opera"? Se non erano crociere lunghe o fuori stagione sei stata decisamente fortunata.

elenamaria
02-June-2013, 09:25
9 crociere con Costa e non hai mai visto gli "italiani all'opera"? Se non erano crociere lunghe o fuori stagione sei stata decisamente fortunata.

...ma davvero...

Mavi
02-June-2013, 10:47
...ma davvero...

Si le ho fatte abbastanza lunghe, solo due di 7 giorni di cui una su MSC Musica in estate e a dire la verità in quest'ultima crociera non mi sono trovata bene. Le altre erano tre transatlantiche e un po' fuori stagione perché so che in questi periodi si sta meglio e, cosa che non dispiace, costano meno e me le potevo permettere. Ripeto sono stata benissimo e non ho mai assistito a scene incresciose.

sciguetto
02-June-2013, 12:32
9 crociere con Costa e non hai mai visto gli "italiani all'opera"? Se non erano crociere lunghe o fuori stagione sei stata decisamente fortunata.

Beh, in fondo è possibile, anche noi nelle nostre tre sole crociere non abbiamo quasi mai visto dei maleducati.

Momento, mi viene un dubbio.... che sia stato così perchè evitavamo accuratamente i buffet, le piscine, la reception e gli idromassaggi?

Julium
02-June-2013, 12:49
Momento, mi viene un dubbio.... che sia stato così perchè evitavamo accuratamente i buffet, le piscine, la reception e gli idromassaggi?

:) ...ma così non vale!!!!;)

tano
02-June-2013, 12:57
Beh, in fondo è possibile, anche noi nelle nostre tre sole crociere non abbiamo quasi mai visto dei maleducati.

Momento, mi viene un dubbio.... che sia stato così perchè evitavamo accuratamente i buffet, le piscine, la reception e gli idromassaggi?


Jaaaaaaaaaa.
Bruno ti immagini noi due discutendo in una pista da ballo ????
Io......"Svizzerotto del c....." e tu " Crucco de m...... che te la passi per Italiano !!!!!!
Sto scherzando ma sai che tante volte é cosí, s´inizia per la nazionalitá, ed é brutto, perche andiamo tutti a finire allo stesso buco, anche se in Italia ormai non si puó piú neanche morire.

Un salutone.

sciguetto
02-June-2013, 14:14
Hai ragione, quando si litiga si va spesso a finire sulla nazionalità, e naturalmente quella dell'altro è peggiore della tua....:D

Mavi
02-June-2013, 16:14
Hai ragione, quando si litiga si va spesso a finire sulla nazionalità, e naturalmente quella dell'altro è peggiore della tua....:D

Come mai Tano sei diventato un po' scettico sull'Italia di oggi? Tu lo sai vero che, nonostante tutto, l'Italia oltre ad essere il più bel paese del mondo è pure il posto dove dove si vive meglio (a parte i disoccupati). Questo lo dice pure mio figlio che vive in Belgio e appena può scappa qui e non solo per trovare me. E tu dirai ma allora perché vive là? Semplicemente per avere un'esperienza in più e poi tornare qui.

tano
02-June-2013, 17:41
Cara Mavi......dove hai messo il dito !!!!! Un bell´argomento hai aperto.
Per capirci ho vissuto al massimo un periodo di tre mesi in Italia e sempre in vacanza, sono cresciuto a Buenos Aires e poi la Germania dove risiedo.
Mi sento molto cosmopolita, cittadino del mondo, e credo che ogni posto ha la sua bellezza, i suoi pro e i suoi contro.
Vedi, per me la Germania si vive da Dio, mentalmente non hai preoccupazioni lavorative, sei rispaldato da un ottimo scenario politico maturo sia da una parte che dall´altra, c´é serietá ed ordine, c´é sicurezza e come prioritá c´é il popolo.
Come tutto ci sono anche i contro, il tempo ed il mangiare.

Un saluto.

sciguetto
02-June-2013, 19:05
Come mai Tano sei diventato un po' scettico sull'Italia di oggi? Tu lo sai vero che, nonostante tutto, l'Italia oltre ad essere il più bel paese del mondo è pure il posto dove dove si vive meglio (a parte i disoccupati). Questo lo dice pure mio figlio che vive in Belgio e appena può scappa qui e non solo per trovare me. E tu dirai ma allora perché vive là? Semplicemente per avere un'esperienza in più e poi tornare qui.

Ciao, non sono Tano.... :D:D

Poi, scusami, ma non credo proprio che l'Italia sia il paese dove si vive meglio (nel mondo, poi.....), temo che ce ne siano parecchi nei quali si ha una qualità di vita migliore... :rolleyes:

Mavi
02-June-2013, 20:15
Ciao, non sono Tano.... :D:D

Poi, scusami, ma non credo proprio che l'Italia sia il paese dove si vive meglio (nel mondo, poi.....), temo che ce ne siano parecchi nei quali si ha una qualità di vita migliore... :rolleyes:

Bisogna vedere cosa si intende per qualità di vita, se si intende sicurezza nel lavoro, salute, ecc. senz'altro si vive meglio in altri paesi ma se si intende una certa maniera di prendere la vita, qui è certamente diverso.

sciguetto
02-June-2013, 20:25
Bisogna vedere cosa si intende per qualità di vita, se si intende sicurezza nel lavoro, salute, ecc. senz'altro si vive meglio in altri paesi ma se si intende una certa maniera di prendere la vita, qui è certamente diverso.

Non volevo sminuire l'Italia, neh, mi sembrava solo un po'... esagerata ;)

tano
02-June-2013, 22:14
Non volevo sminuire l'Italia, neh, mi sembrava solo un po'... esagerata ;)

Anche a me.

Mavi un po´per ridere, fai solo Argentina = Italia.

http://i554.photobucket.com/albums/jj406/tanito_2009/320445_541298189245814_538008384_n_zps635523f0.jpg (http://s554.photobucket.com/user/tanito_2009/media/320445_541298189245814_538008384_n_zps635523f0.jpg .html)

Un saluto.

Mavi
02-June-2013, 22:46
Anche a me.

Mavi un po´per ridere, fai solo Argentina = Italia.

http://i554.photobucket.com/albums/jj406/tanito_2009/320445_541298189245814_538008384_n_zps635523f0.jpg (http://s554.photobucket.com/user/tanito_2009/media/320445_541298189245814_538008384_n_zps635523f0.jpg .html)

Un saluto.

Tano ti prego traduci...

sciguetto
02-June-2013, 22:54
Anche a me.

Mavi un po´per ridere, fai solo Argentina = Italia.

http://i554.photobucket.com/albums/jj406/tanito_2009/320445_541298189245814_538008384_n_zps635523f0.jpg (http://s554.photobucket.com/user/tanito_2009/media/320445_541298189245814_538008384_n_zps635523f0.jpg .html)

Un saluto.


[smilie=risata_03[1:[smilie=risata_03[1:[smilie=risata_03[1:

matteov
02-June-2013, 23:15
Io penso che il problema vero siano i sindacati che difendono tutti a prescindere.. Anche chi non ha voglia di lavorare

principessapam
02-June-2013, 23:24
Io dico che c'e'tanta gente che non vuole lavorare ...ma dico anche per fortuna che esistono i sindacati!

matteov
02-June-2013, 23:31
Io vengo dal mondo portuale, e ti posso assicurare che di schiene dritte c'è ne sono parecchie... Sono tutti stra difesi dal sindacato..
Ti faccio solo qualche esempio... Nel nostro terminal gestivamo le auto da imbarcare per exp di Fiat (quando a Torino sfornavano auto) e Dell' allora jeep... Abbiamo perso ottimi clienti perché le macchine venivano rovinate dai soliti furbi... Dal piazzale alla nave c'erano giusti giusti 1,6 km... Con in mezzo una rotonda... I soliti furbi, organizzavano gare... Con tanto di tentativi di drift nella rotonda... Risultato? Auto rovinate... Gomme distrutte etc etc... Le jeep arrivavano via treno, anche qui danni su danni..
I dirigenti non hanno mai potuto fare nulla perchè i sindacati minacciavano scioperi etc etc...

tano
02-June-2013, 23:32
Dice : " Ormai ai bambini non si picchia piú ......... solo dicendoli che viviranno in Argentina, incominciano a piangere "

Un saluto.

principessapam
02-June-2013, 23:39
Caro Matteo purtroppo le pecore nere ci sono sempre...ma ti ribadisco che molte volte tanti lavoratori onesti non avrebbero avuto nulla senza le lotte dei sindacati

Mavi
03-June-2013, 10:02
Caro Matteo purtroppo le pecore nere ci sono sempre...ma ti ribadisco che molte volte tanti lavoratori onesti non avrebbero avuto nulla senza le lotte dei sindacati

Ti quoto sicuramente!

Rewoof
03-June-2013, 16:06
I sindacati? Ops. ho sbagliato stanza :)

fandelmare
03-June-2013, 18:05
Amici ho letto tanti vostri commenti, a me intanto viene solo questa battuta e vi prego, prendetela per tale.
Cosa pensano gli stranieri di noi Italiani?
Lasciate pure che pensino di tutto... tanto, non riusciranno mai ad esserlo.
Ciao a tutti.
Fan

italla
03-June-2013, 18:42
Amici ho letto tanti vostri commenti, a me intanto viene solo questa battuta e vi prego, prendetela per tale.
Cosa pensano gli stranieri di noi Italiani?
Lasciate pure che pensino di tutto... tanto, non riusciranno mai ad esserlo.
Ciao a tutti.
Fan
:D Secondo me, a voi non e' cosi interessante cosa pensano di voi gli stranieri. Era solo per parlare... Come si dice da voi? Vivi e lascia vivere... Voi siete bravi con autocritica, a volte voi stessi pensate di voi stessi quello che non e' vero. Importante che siete una nazione solare e aperta. Oggi il consolato a Mosca e' strapieno di passoporti dei clienti che richiedono visti in Italia. Fascino dell'Italia e degli italiani - e' una cosa eterna. :p

tano
03-June-2013, 18:48
Grande Italla e come sempre un grande Fandelmare.
Credo che siamo tutti orgogliosi di essere nati, dove siamo nati.
Pro e contro l´abbiamo tutti, il piú bel paese del mondo secondo me, é il mondo.
E la cosa piú bella nel mondo sono le navi !!!!!

Un saluto.

Felix73
03-June-2013, 19:35
Io sono stra-orgoglioso di essere Italiano.
Mi piace molto ciò che ha scritto Sergio (Fandelmare) e condivido l'idea di chi dice che noi Italiani abbiamo una componente di auto-critica superiore agli altri paesi.
Purtroppo però, spesso, siamo si auto-critici, conosciamo i difetti ed i limiti del nostro paese, ma se avessimo anche il pregio di trasformare questa auto-critica in qualcosa di "costruttivo", in "cambiamenti di percorso", in maturità "civica e civile", in "progresso "effettivo e generalizzato", saremmo il miglior popolo al mondo...
Invece, ahimè...tutti si a criticare....a dire questo non va... a piangerci addosso....ma, allora, se tutti sappiamo cosa non va, cambiamolo no?
Ed invece no...
E' perchè....e mi duole dirlo...nel nostro paese c'è la classica cultura che fa si che sia vero il famoso detto "fatta la legge...trovato l'inganno....".... ;)
E purtroppo...tante volte non siamo nemmeno il paese del "sbagliando si impara...."
Ed, ancora purtroppo, sovente, arriviamo anche ad un altro famoso detto...."l'occasione fà l'uomo ladro..."
Il che non vuol dire che noi Italiani siamo ladri...ma da una veloce lettura dei giornali.....i "furbetti" non ci mancano....

principessapam
03-June-2013, 23:12
Ti quoto sicuramente!

Ti ringrazio

tano
03-June-2013, 23:21
Io sono stra-orgoglioso di essere Italiano.
Mi piace molto ciò che ha scritto Sergio (Fandelmare) e condivido l'idea di chi dice che noi Italiani abbiamo una componente di auto-critica superiore agli altri paesi.
Purtroppo però, spesso, siamo si auto-critici, conosciamo i difetti ed i limiti del nostro paese, ma se avessimo anche il pregio di trasformare questa auto-critica in qualcosa di "costruttivo", in "cambiamenti di percorso", in maturità "civica e civile", in "progresso "effettivo e generalizzato", saremmo il miglior popolo al mondo...
Invece, ahimè...tutti si a criticare....a dire questo non va... a piangerci addosso....ma, allora, se tutti sappiamo cosa non va, cambiamolo no?
Ed invece no...
E' perchè....e mi duole dirlo...nel nostro paese c'è la classica cultura che fa si che sia vero il famoso detto "fatta la legge...trovato l'inganno....".... ;)
E purtroppo...tante volte non siamo nemmeno il paese del "sbagliando si impara...."
Ed, ancora purtroppo, sovente, arriviamo anche ad un altro famoso detto...."l'occasione fà l'uomo ladro..."
Il che non vuol dire che noi Italiani siamo ladri...ma da una veloce lettura dei giornali.....i "furbetti" non ci mancano....

Solo che quotarti Felix !!!!!
Sempre belli i tuoi pareri !!!!

Un saluto.

Lord Revan
14-June-2013, 11:55
Sarò una voce isolata, fuori dal coro, ma non mi importa. Io non sono orgoglioso di questa italia, ne del popolo italiano. Oggi!
In passato siamo stati una nazione con la "N" maiuscola. In passato...
Siamo stati un popolo di navigatori, di poeti, di artisti, di geni, santi e combattenti senza eguali. In passato...
Oggi non siamo altro che il pallido, cereo fantasma di quel che eravamo.
Siamo ancora capaci di eccellenze assolute, salvo poi perderci per strada per via della nostra natura "strafottente e godereccia". Applichiamo molto il motto "morte tua vita mia", il "se puoi farlo oggi fallo dopo domani" e..." se non è tuo usalo come se fosse merda"
Ci nascondiamo dietro un dito?facciamo retorica su quanto dobbiamo essere orgogliosi di quel che siamo, tranne poi arrabbiarci e bestemmiare per quel che viviamo quotidianamente per colpa del fancazzismo comune, del clientelismo, dell'incompetenza...
A partire da chi ci governa...
e finire a chiunque abiti l'italico suolo. Chi piu chi meno. Le eccezioni sono...eccezioni appunto.
ma mi fermo qui.
usando una mia colorita frase..." mi sono rotto il ca...persino di essermi rotto il ca..." di questa nostra schifosa situazione e di questo nostro schifoso modo di essere.

Mavi
14-June-2013, 14:08
Sarò una voce isolata, fuori dal coro, ma non mi importa. Io non sono orgoglioso di questa italia, ne del popolo italiano. Oggi!
In passato siamo stati una nazione con la "N" maiuscola. In passato...
Siamo stati un popolo di navigatori, di poeti, di artisti, di geni, santi e combattenti senza eguali. In passato...
Oggi non siamo altro che il pallido, cereo fantasma di quel che eravamo.
Siamo ancora capaci di eccellenze assolute, salvo poi perderci per strada per via della nostra natura "strafottente e godereccia". Applichiamo molto il motto "morte tua vita mia", il "se puoi farlo oggi fallo dopo domani" e..." se non è tuo usalo come se fosse merda"
Ci nascondiamo dietro un dito?facciamo retorica su quanto dobbiamo essere orgogliosi di quel che siamo, tranne poi arrabbiarci e bestemmiare per quel che viviamo quotidianamente per colpa del fancazzismo comune, del clientelismo, dell'incompetenza...
A partire da chi ci governa...
e finire a chiunque abiti l'italico suolo. Chi piu chi meno. Le eccezioni sono...eccezioni appunto.
ma mi fermo qui.
usando una mia colorita frase..." mi sono rotto il ca...persino di essermi rotto il ca..." di questa nostra schifosa situazione e di questo nostro schifoso modo di essere.

Se non ti va, vedi di incominciare tu usando meno parolacce e se tutti facessimo qualcosa di buono magari qualcosa cambierebbe.

Lord Revan
14-June-2013, 14:53
Se non ti va, vedi di incominciare tu usando meno parolacce e se tutti facessimo qualcosa di buono magari qualcosa cambierebbe.mi dici,di grazia, dove avrei scritto parolacce? Puoi non essere d' accordo col mio pensiero ma non ti permetto di mettermi parole in bocca che non ho proferito. La mia allegoria è stata voutamente censurata da me stesso per rispetto della community quindi ti pregherei di evitare di apostrofarmi senza motivo la prossima volta. Grazie

Licisca
14-June-2013, 15:19
Qui mi sembra che si stia andando un po' fuori topic, Lord Revan, dato che il titolo del topic era "cosa ne pensano gli stranieri di noi" e non cosa ne pensiamo noi sul fatto di essere di nazionalità italiana. Se uno straniero leggesse la tua risposta, probabilmente direbbe che è tipico degli Italiani non seguire le regole anche in un forum, e discostarsi da quello che è il discorso principale per polemizzare. Te lo dico solo perchè ho tanti cari amici non italiani e abbiamo gia' trattato un simile argomento.
Detto questo non voglio assolutamente scatenare altre polemiche, ma anzi invitarti a essere un po' meno italiano e a sfoderare tutto il tuo applombe e savoire faire degni di un Lord (anche se immagino che il tuo nick si riferisca a Star Wars;).

Mavi
14-June-2013, 15:45
Caro Lord, anche se scrivi con i ...........sempre parolacce sono!

Lord Revan
14-June-2013, 17:46
Qui mi sembra che si stia andando un po' fuori topic, Lord Revan, dato che il titolo del topic era "cosa ne pensano gli stranieri di noi" e non cosa ne pensiamo noi sul fatto di essere di nazionalità italiana. Se uno straniero leggesse la tua risposta, probabilmente direbbe che è tipico degli Italiani non seguire le regole anche in un forum, e discostarsi da quello che è il discorso principale per polemizzare. Te lo dico solo perchè ho tanti cari amici non italiani e abbiamo gia' trattato un simile argomento.
Detto questo non voglio assolutamente scatenare altre polemiche, ma anzi invitarti a essere un po' meno italiano e a sfoderare tutto il tuo applombe e savoire faire degni di un Lord (anche se immagino che il tuo nick si riferisca a Star Wars;).Innanzitutto, caro Licisca, se il tuo aver riconosciuto il personaggio a cui dedico il mio nick è frutto di conoscenza non derivante da una semplice ricerca su internet....beh, ti applaudo. Non è molto famoso ne è mai uscito in un film della serie. Ok.fine OT
Mi duole molto aver dato idea che il mio pensiero fosse solo frutto di mie esperienze. Di fatto è si mio pensiero, ma molto è frutto di ciò che ho sentito su di noi. Prima di muovermi in vacanza a bordo delle crociere, ho fatto diverse esperienze all'estero e in italia in posti piu o meno conosciuti e blasonati, e, in tutti, ma proprio tutti, ho sentito lamentele su di noi da parte di vacanzieri stranieri, delle quali potrei citarti diversi esempi.
Giusto per dovere di cronaca, durante la mia ultima crociera, a bordo della mariner of the seas, io e mia moglie siamo andati al teatro per vedere lo spettacolo. Davanti a noi un italiano tentava, da solo, di occupare una intera fila di posti a sedere. Questo ha fatto innervosire alcuni americani e inglesi che parlando tra loro, e riferendosi a quel disgraziato, lo hanno definito come "tipico italiano".
Again. Sempre durante questa crociera, un gruppo di italiani (invero 3 coppie di sposini), trovavano divertente far baccano e caciara sul ponte piscine, per intenderci, al "solarium" dove in teoria si dovrebbe star tranquilli. Invece no, giù con tuffi, urla e risate scimmiesche.
Again. Durante la mia vacanza sul gargano, un pò di anni fà, andai in aliscafo alle isole tremiti. Lì, posto meraviglioso, era crocevia di diversi turisti di diverse nazionalità. Or bene...è successo che un italiano, un milanese per la precisione, ha ritenuto opportuno lasciare i suoi rifiuti consistenti in una lattina, un pacco di sigarette vuoto, un fazzoletto sporco e un incarto di non si sa bene cosa, sugli scogli. Stavo per apostrofarlo io, quando una signora di mezza età inglese mi ha preceduto...dando al maleducato una sonora lezione di civiltà. Il solo risultato che ha ottenuto..è stato un insulto piuttosto colorito.
again
again
again (non cito perchè altrimenti scrivo un papiro)
Ora...
I difetti che ci appuntano sono diversi e diversificati. In molti casi sono verità, in molte solo stereotipi, ma in molti vi è un pizzico di realtà.
Non mi accusare di non rispetto delle regole, per me sono sacre. Ho solo seguito il discorso del thread e magari solo scordato di inserire in apice al post che i difetti che io lamento, sono quelli che ho sentito apostrofare dagli altri (ciò non toglie che sono anche quello che penso). In quanto in accordo con ciò di cui ci viene accusato, eh beh, sono una voce direi fuori dal coro.


Caro Lord, anche se scrivi con i ...........sempre parolacce sono!
mi dispiace non sono d'accordo con te...ho evitato apposta di essere esplicito per rispetto e tu vai a cercare con il lanternino persino quello censurato. Va beh..niente di grave. Mi scuso se ti sei sentito offeso dal mio "gergo" colorito anche se occultato. Capisco pure che il mio post possa aver generato stizza.



Ora...permettetemi una aggiunta, una postilla. Tralasciando volutamente la politica, generalmente il popolo che più punta il dito contro lo stivale è la Germania. Forse sarà conseguenza e retaggio di vecchi rancori mai sopiti, ma di fatto siamo vittima dei loro giudizi spregiativi da decenni.
Ma in europa non siamo molto ben visti anche da altri paesi e ultimamente siamo diventati solo una specie di tavola imbandita da cui mangiare più che si può. Questo piuttosto che mitigare il loro giudizio su di noi, lo ha peggiorato. E' indubbio che il nostro comportamento, per DNA, non aiuti a cambiare i clichè che ci accompagnano..ed è indubbio che molti di questi "clichè" siano realtà.
Io da italiano, oggi mi vergogno. Mi vergogno di quello di cui ci accusano e mi vergogno ancora di più nel vedere che quelle accuse hanno fondamento.
Se si deve cambiare, dobbiamo cambiare quasi tutto. Come è possibile dare una immagine di serietà, di compattezza, di professionalità ecc, quando tra noi esiste persino una specie di becero razzismo tra nord e sud?

Guizzo90
14-June-2013, 19:34
Ragazzi, vi prego di moderare i toni della discussione, ognuno può esprimere liberamente il proprio parere, basta non scaldarsi troppo. Torniamo in topic...

italla
14-June-2013, 20:24
Qui mi sembra che si stia andando un po' fuori topic, Lord Revan, dato che il titolo del topic era "cosa ne pensano gli stranieri di noi" e non cosa ne pensiamo noi sul fatto di essere di nazionalità italiana.

Appunto. Ma voi non sentite oppure non lo volete sentire quello che pensano gli stranieri di voi, o se vogliono parlare con voi in modo gentile. Guardate, in molti topic dove ho scritto, a proposito mi ignorano, non perche' non mi vedono, ma perche' hanno gia' l'idea loro e basta. Quando mi scrivono in rete molti italiani, chiedono spesso se fa freddo da me, anche in luglio, mettono in giro la stessa battuta come "sei russa? anch'io russo di notte", non sono capaci a vedere fuso di orari in internet per non me lo chiedere ogni tanto e cosi via... Di cosa allora vi avete parlato in tutte le stesse pagine se non tra di voi stessi? In effetti non vi interessa cosa pensano gli stranieri di voi:D Io adoro Italia, ho molti amici tra di italiani, ma questo non vuol dire che vedo solo i pregi, non vedendo i diffetti...

Lord Revan
14-June-2013, 21:47
Appunto. Ma voi non sentite oppure non lo volete sentire quello che pensano gli stranieri di voi, o se vogliono parlare con voi in modo gentile. Guardate, in molti topic dove ho scritto, a proposito mi ignorano, non perche' non mi vedono, ma perche' hanno gia' l'idea loro e basta. Quando mi scrivono in rete molti italiani, chiedono spesso se fa freddo da me, anche in luglio, mettono in giro la stessa battuta come "sei russa? anch'io russo di notte", non sono capaci a vedere fuso di orari in internet per non me lo chiedere ogni tanto e cosi via... Di cosa allora vi avete parlato in tutte le stesse pagine se non tra di voi stessi? In effetti non vi interessa cosa pensano gli stranieri di voi:D Io adoro Italia, ho molti amici tra di italiani, ma questo non vuol dire che vedo solo i pregi, non vedendo i diffetti...

non sono sicuro di aver capito cosa intendi dire. Penso che in questo forum nessuno si sia mai permesso di ignorare qualche straniero. Parliamo tra noi, forse perchè questa community è piena solo di italiani, con qualche eccezione. A noi interessa quello che pensano gli stranieri dell'italia, a patto che siano commenti educati e improntati allo spirito costruttivo piuttosto che ai clichè abusati.
Saluti! :D

Julium
14-June-2013, 22:38
Appunto. Ma voi non sentite oppure non lo volete sentire quello che pensano gli stranieri di voi, o se vogliono parlare con voi in modo gentile. Guardate, in molti topic dove ho scritto, a proposito mi ignorano, non perche' non mi vedono, ma perche' hanno gia' l'idea loro e basta. Quando mi scrivono in rete molti italiani, chiedono spesso se fa freddo da me, anche in luglio, mettono in giro la stessa battuta come "sei russa? anch'io russo di notte", non sono capaci a vedere fuso di orari in internet per non me lo chiedere ogni tanto e cosi via... Di cosa allora vi avete parlato in tutte le stesse pagine se non tra di voi stessi? In effetti non vi interessa cosa pensano gli stranieri di voi:D Io adoro Italia, ho molti amici tra di italiani, ma questo non vuol dire che vedo solo i pregi, non vedendo i diffetti...

Senza andare OT, su questo forum mi sembra ci siano persone tutte piuttosto educate e civili, vedrai che nessuno ti ignora; di persone sgradevoli ce ne sono in Italia come in Russia.;)
Comunque mi raccomando, qui parliamo e scherziamo su di noi (italiani) ma sempre e solo in ambito relativo alle crociere. Se hai aneddoti o ci vuoi raccontare qualcosa il forum serve proprio a questo.

luciocb
15-June-2013, 07:18
Io ho viaggiato molto per lavoro e piacere dico molto e in tutti i paesi che sono stato ho trovato gente che ci apprezza e no.
Ciò non vuol dire che tutti gli italiani sono uguali.

moren@
16-June-2013, 21:54
è facile generalizzare e cedere agli stereotipi che vogliono associare ad una nazionalità una certa indole. io lavoro a contatto con il turista, il turista delle più diverse nazionalità. vi assicuro che la maleducazione, l'arrganza o quant'altro di negativo non appartengono ad una nazionalità specifica. di maleducati ed arroganti ne ho visto di tutte le razze e di tutte le nazionalità, parlanti italiano, inglese francese tedesco portoghese polacco e chi più ne ha più ne metta. il contatto quotidiano con tante nazionalità ti fa capire davvero fino in fondo quanto i pregiudizi o le etichette siano del tutto inaffidabili se rapportate esclusivamente alla nazionalità dell'individuo. io non mi vergogno di essere italiana nè mi sento di puntare il dito sull'italiano in generale in quanto tale. una mia fondamentale regola di vita è quella di giudicare gli altri da ciò che dimostrano di essere, non da ciò che immagino possano essere dopo averne conosciuto i natali.

Mavi
17-June-2013, 17:07
è facile generalizzare e cedere agli stereotipi che vogliono associare ad una nazionalità una certa indole. io lavoro a contatto con il turista, il turista delle più diverse nazionalità. vi assicuro che la maleducazione, l'arrganza o quant'altro di negativo non appartengono ad una nazionalità specifica. di maleducati ed arroganti ne ho visto di tutte le razze e di tutte le nazionalità, parlanti italiano, inglese francese tedesco portoghese polacco e chi più ne ha più ne metta. il contatto quotidiano con tante nazionalità ti fa capire davvero fino in fondo quanto i pregiudizi o le etichette siano del tutto inaffidabili se rapportate esclusivamente alla nazionalità dell'individuo. io non mi vergogno di essere italiana nè mi sento di puntare il dito sull'italiano in generale in quanto tale. una mia fondamentale regola di vita è quella di giudicare gli altri da ciò che dimostrano di essere, non da ciò che immagino possano essere dopo averne conosciuto i natali.

Complimenti per le considerazioni! Sono completamente d'accordo con te.

Julium
17-June-2013, 17:45
è facile generalizzare e cedere agli stereotipi che vogliono associare ad una nazionalità una certa indole. io lavoro a contatto con il turista, il turista delle più diverse nazionalità. vi assicuro che la maleducazione, l'arrganza o quant'altro di negativo non appartengono ad una nazionalità specifica. di maleducati ed arroganti ne ho visto di tutte le razze e di tutte le nazionalità, parlanti italiano, inglese francese tedesco portoghese polacco e chi più ne ha più ne metta. il contatto quotidiano con tante nazionalità ti fa capire davvero fino in fondo quanto i pregiudizi o le etichette siano del tutto inaffidabili se rapportate esclusivamente alla nazionalità dell'individuo. io non mi vergogno di essere italiana nè mi sento di puntare il dito sull'italiano in generale in quanto tale. una mia fondamentale regola di vita è quella di giudicare gli altri da ciò che dimostrano di essere, non da ciò che immagino possano essere dopo averne conosciuto i natali.

Sì sì... discorso ineccepibile... però ti assicuro che quando gli stereotipi sono confermati è duro difendere i nostri connazionali. Sarò sfortunato io, ma in crociera se c'è un "pirla" è molto spesso un italiano... poi ovvio non voglio generalizzare, parlo esclusivamente a titolo personale e per esperienza diretta.;)

sciguetto
17-June-2013, 17:55
Discorso condivisibile ed evidente, quasi..... ovvvio (sia detto in senso buono, neh), ma c'è uno stereotipo molto più insidioso da combattere, e qui l'ho trovato in parecchie occasioni.

Sto parlando di come ci si inalbera quando si viene "toccati" e di come, di conseguenza, ci si auto-trasforma in... santi pur sapendo che così non è.

Anche perchè, quando ciò accade, per sminuire quanto gli altri dicono si passa al contrattacco esagerando i difetti altrui per far dimenticare i proprii; ogni popolo ha le sue peculiarità, ed è importante riconoscere le proprie prima di occuparsi di quelle altrui... ;)

E se per una volta cercassimo di migliorare le nostre virtù? Sarebbe più bello sentirsi migliori perchè lo si è, e non perchè si cerca di dimostrare di essere meno peggio degli altri. ;)