Advertising home TOP

Collapse

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Tre anni senza un azipod per Independence

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • tamburino
    replied
    Originariamente Scritto da Rodolfo Visualizza Messaggio
    Giusto per precisare, mai fatta da parte mia l'eguaglianza "meno pizza gratis ma più sicurezza a bordo" né mai voluto intenderla; il discorso non regge assolutamente e anche io "condanno" le limitazioni, come le definisco abitualmente, di "scarso impatto economico", come la pizza, il gelato, i salatini, la presentazione dello Staff ecc. ecc.
    Che certe ultime decisioni di Costa siano a dir poco ridicole non ci piove, certe limitazioni danno molto fastidio ad alcuni ,altri all'opposto non ne avvertono il disagio,
    molte altre "furbate" messe in atto da tutte le compagnie non sono evidenziate tra gli argomenti postati in forum, forse non interessano, come il ridimensionamento del pacchetto premium,per Costa, per Msc il numero di ristoranti a tema offerti a pagamento, la ristorazione dovrebbe già essere compresa nel prezzo, d'accordo che non si è obbligati ma ogni cena in questi locali a un ulteriore incasso per le compagnie. ci sono poi oltre 1000 messaggi sulle quote di servizio, ma nessuna sulle tasse portuali e la quota gestione pratica, e se paghiamo già le quote di servizio ,il 15 % sulle bevande, vi sembra giusto?


    ps. Rodolfo anch'io non ho mai legato la pizza con la manutenzione, sono solo due modi di risparmiare.

    Non ho la qualità di linguaggio di Max , oltretutto oggi è veramente una pessima giornata, spero sia riuscito a farmi capire.

    Leave a comment:


  • Rodolfo
    replied
    Giusto per precisare, mai fatta da parte mia l'eguaglianza "meno pizza gratis ma più sicurezza a bordo" né mai voluto intenderla; il discorso non regge assolutamente e anche io "condanno" le limitazioni, come le definisco abitualmente, di "scarso impatto economico", come la pizza, il gelato, i salatini, la presentazione dello Staff ecc. ecc.
    Last edited by Rodolfo; 15-December-2014, 14:52. Motivo: aggiunto mai voluto intenderla

    Leave a comment:


  • Raffa28
    replied
    Felix concordo pienamente in tutto quello che hai detto, è esattamente il mio pensiero!

    Leave a comment:


  • Guest's Avatar
    Guest replied
    Originariamente Scritto da Rodolfo Visualizza Messaggio
    Vecchio, sarai tu. Cerca di trasformare la giornata "No" almeno in "Ni".

    Lino però bisogna anche capire che il 95% dei crocieristi è a digiuno di tutti questi aspetti tecnici, non li nota, ed è anche giusto sia così.

    Uno sale in nave per godere di tutti gli aspetti della crociera ed è evidente che salta subito all'occhio non ci sia più il trancio di pizza o il gelato; chi va guardare lo stato di manutenzione delle attrezzature?....... io e qualcun altro.

    Quello che intendo è che ciascuno risparmia a modo suo e, per conto mio, ci son risparmi, se questo è l'obiettivo, ingiustificati, altri "nascosti", che rendono molto di più. Ma chi prima di salire in nave si informa sullo stato di manutenzione della nave, piuttosto del triangolo di pizza gratuito?

    Certamente nessuno, ma quando se ne parla bisognerebbe anche tenere presente di questi aspetti negativi nascosti.
    Concordo assolutamente con il tuo ragionamento. Le cose vanno analizzate a 360 gradi.
    Ma vanno anche separati i vari ambiti, partendo da un presupposto: qualsiasi compagnia, sta attuando delle politiche di taglio delle proprie spese. Silversea compresa.
    Ovvio che per il crocierista medio i tagli nei servizi sono quelli più evidenti e percepibili. E un pod riparato con ritardo è anch'esso un risparmio, non percepito finchè non salta fuori come notizia.
    Ma ci sono anche altri ambiti che esulano dal discorso "nave". Vedi la multa comminata a Royal per la poca trasparenza nella politica dei prezzi. Vedi l'indagine fiscale ancora in corso (e qui deve valere la presunzione d'innocenza...ma giusto per fare un esempio) su MSC e la sua filiale Italiana (anche Costa in passato è stata oggetto di un'indagine simile in merito alla sua filiale Francese).
    Sono tutti modi per incrementare i propri introiti.

    Però, un buffet chiuso la sera è un elemento oggettivo di valutazione. Così come tante altre cose riscontrabili a bordo. Che non vuol dire che il crocierista debba per forza essere un "abbuffone" (mi riferisco al tuo post Lino). Vuol dire che spesso, invece, il crocierista non è uno sprovveduto e si rende conto che altre compagnie sanno offrire molto di più ed a prezzi più contenuti. E nella logica del forum è giusto ribadirlo nella maniera più consona e corretta senza che nessuno si offenda.

    Come è ancor più giusto denunciare una compagnia se questa fà la cresta sulla sicurezza.
    Per mia esperienza personale, le navi ove ho intravisto "mancanze" manutentive sono le Royal ( e ne avevo postato le foto, non ultima quella fatta all'"Incanto dei mari" a Nassau, nave quasi impresentabile esteriormente).
    Su MSC, Costa ed NCL (ed avevo postato gli argani e tutti i meccanismi di rilascio delle scialuppe della Gem) ho sempre visto delle navi tenute ottimamente. E per me vale questo fino a prova contraria.
    Preferisco quindi viaggiare su una nave ben tenuta ma che mi dia anche maggiori servizi, che non su una nave che è solo ben tenuta.

    L'equazione "meno pizza gratis ma più sicurezza a bordo" lascia il tempo che trova fino a che non sia dimostrato che le altre compagnie, TUTTE le altre compagnie, sacrifichino la sicurezza per lasciare il buffet aperto la sera e per farti fare la tisana e la camomilla.
    Di oggettivo in questo momento, c'è che Royal ha lasciato per ben tre anni una sua nave "menomata" nella propulsione risparmiando di fatto qualche milione di dollari. Vicenda che a me non piace per niente.

    Da qui a dire che anche MSC, NCL e compagnie varie facciano la stessa cosa ce ne corre. Lo dico soprattutto ai "costisti del cuore".
    E ricordando che tutte...e ribadisco TUTTE le compagnie, sono aziende che in questo momento stanno raggiungendo livelli di UTILI in bilancio (utili, non perdite) quasi mai raggiunti prima.
    Quindi, nessuna di esse, che si tratti di chiudere il buffet la sera o di far andare la nave con un motore in meno, ha la necessità di farlo per la propria SOPRAVVIVENZA FINANZIARIA.... Ma solo per guadagnarci di più.

    Obbiettivo legittimo, ma ottenibile solo ed in maniera matematica sulle spalle del crocierista. Che si chiami pizza gratis o verniciatura dello scafo. Ovvio che tutto ciò che comporta anche solo una parziale compromissione della sicurezza a bordo, se provata, debba comportare una maggiore severità di giudizio ( e di azione delle autorità competenti aggiungo...)
    Last edited by Felix73; 15-December-2014, 13:16.

    Leave a comment:


  • Rodolfo
    replied
    Vecchio, sarai tu. Cerca di trasformare la giornata "No" almeno in "Ni".

    Lino però bisogna anche capire che il 95% dei crocieristi è a digiuno di tutti questi aspetti tecnici, non li nota, ed è anche giusto sia così.

    Uno sale in nave per godere di tutti gli aspetti della crociera ed è evidente che salta subito all'occhio non ci sia più il trancio di pizza o il gelato; chi va guardare lo stato di manutenzione delle attrezzature?....... io e qualcun altro.

    Quello che intendo è che ciascuno risparmia a modo suo e, per conto mio, ci son risparmi, se questo è l'obiettivo, ingiustificati, altri "nascosti", che rendono molto di più. Ma chi prima di salire in nave si informa sullo stato di manutenzione della nave, piuttosto del triangolo di pizza gratuito?

    Certamente nessuno, ma quando se ne parla bisognerebbe anche tenere presente di questi aspetti negativi nascosti.

    Leave a comment:


  • tamburino
    replied
    Originariamente Scritto da Rodolfo Visualizza Messaggio
    ............
    Ognuno risparmia come può; nessuno regala nulla. Non dico sia stato grave dal punto di vista della sicurezza procedere senza un pod, bisognerebbe sapere quale, il fisso presumo o uno degli azimutali, già più grave, però han risparmiato più denaro (riparazioni, combustibile, mancati introiti fermo nave), che non togliere il Diario dalla Cappella .

    Vi ricordate le foto dello stato manutentivo delle attrezzature di salvataggio?

    Naturalmente queste "mancanze" non valgono solo per Royal, tutte più o meno attraversano queste difficoltà, magari non per tre anni di seguito.
    Vecchio, come non essere d'accordo su ciò che scrivi, ... mi lego a questo tuo post, .. l'impatto mediatico della mancanza di un pod o un argano ,per calare le scialuppe, arrugginito, non ha confronti con la mancanza di un trancio di pizza alle 19.00 prima di andare a cena.
    Per la maggior parte dei navigatori la cosa più importante è abbuffarsi, poi se la sicurezza è latitante ,che vuoi che sia!!!!...."è andato tutto bene noooooo"
    Vedi, quale è l'oggetto maggiormente fotografato ed inserito nei vari diari!!!

    Oggi son critico ,ma è una giornata no.

    Leave a comment:


  • Rodolfo
    replied
    Nessuna è esente da avarie, incidenti e principi d'incendio. Poi ci son quelli che non emergono, quelli che li cita solo qualche link, quelli che nonostante siano citati non raggiungono l'interesse mediatico o forumistico di certe Compagnie.

    Leave a comment:


  • Blueyes
    replied
    Presumo che se la nave è stata concepita con 3 azipod vuol dire che deve usarli tutti e tre.
    In questi casi quale è la autorità che può verificare se hanno navigato di "fattore C" o in sicurezza??????

    E' come le catene Raid5 con 3 dischi su alcuni server in cfg minima.... anche senza un disco funzionano uguale, ma poi tutti si lamentano se perdono i dati quando si sfascia il secondo.
    La differenza è che le navi, una volta alla deriva o piantate in qualche diga, non hanno possibilità di ripartire da un backup....

    Triste.

    Leave a comment:


  • Cokj72
    replied
    ... e poi 3 navi subiscono problemi ai motori (Insigna, Sinfonia e Luminosa) ...

    Leave a comment:


  • Rodolfo
    replied
    Non ho capito il P.S.

    Leave a comment:


  • giusri
    replied
    La mancanza è grave, ma per fortuna è andato tutto bene.
    l'anno scorso Allure ha avuto lo stesso problema ma hanno programmato subito il dry dock, evidentemente Indipendente va già più che bene con due.

    Ciao
    Giuseppe
    p.s.
    non è che qualcun altro taglia da una parte e dall'altra.....

    Leave a comment:


  • Rodolfo
    replied
    Son queste le cose per cui mi "batto" da sempre, a rischio di diventar di parte.

    Lo sai Max come la penso, sai che non condivido le scelte di Costa di eliminare tante piccole cose di poco sostanza economica, ma di forte impatto negativo nei confronti degli utenti.

    Ognuno risparmia come può; nessuno regala nulla. Non dico sia stato grave dal punto di vista della sicurezza procedere senza un pod, bisognerebbe sapere quale, il fisso presumo o uno degli azimutali, già più grave, però han risparmiato più denaro (riparazioni, combustibile, mancati introiti fermo nave), che non togliere il Diario dalla Cappella .

    Vi ricordate le foto dello stato manutentivo delle attrezzature di salvataggio?

    Naturalmente queste "mancanze" non valgono solo per Royal, tutte più o meno attraversano queste difficoltà, magari non per tre anni di seguito.

    Leave a comment:


  • Guest's Avatar
    Guest replied
    Riflessione che condivido Rodolfo.
    In particolar modo in merito a Royal.
    Compagnia che stimo, altamente innovativa, orientata al cliente, il cui punto debole é, a mio parere e l'ho ribadito più volte, lo stato manutentivo delle sue navi, sopratutto quelle non più "giovanissime".
    E' certamente un'altra forma di risparmio, più "nascosta" rispetto al taglio del cioccolatino o della pizza, meno percepibile, ma in termini assoluti più grave.

    Leave a comment:


  • Rodolfo
    replied
    Poi ci si chiede: " Come mai nonostante il vento, quella nave è entrata in Porto e la nostra invece ha rinunciato"?

    Non è certamente una novità; la novità è che in questo caso sia venuto alla luce. Tre anni.

    Colpiscono di più le cose, magari da poco, che vengono eliminate per risparmiare, che quella che non si vedono e per le quali si risparmia molto di più.

    Leave a comment:


  • Magellano
    started a topic Tre anni senza un azipod per Independence

    Tre anni senza un azipod per Independence

    http://www.mirror.co.uk/lifestyle/tr...sailed-4744974

    Si dice che non abbia mai riparato il terzo azipod per non saltare mai un porto di scalo...
Working...
X