Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Voyager of the Seas - Opera on Ice

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Voyager of the Seas - Opera on Ice

    Oggi ho partecipato alla presentazione, su Voyager of the Seas, della prima edizione di Opera On Ice, spettacolo che si terrà il primo ottobre prossimo all'Arena di Verona, trasformata per l'occasione in un Tempio del Ghiaccio.

    Madrina della manifestazione non poteva che essere la famosa Carolina Kostner e la presentazione non poteva avvenire che su Voyager della Royal Caribbean, partner dell'evento ed Official Sponsor, sulla ormai famosa pista di pattinaggio di cui è dotata la nave.

    La futura manifestazione all'Arena è associata ad un iniziativa di solidarietà per la raccolta fondi, da dedicare alla Associazione ONLUS "Un cuore nel mondo" nata dallo sforzo di un gruppo di genitori per curare i bambini cardiopatici, e che ora trova giusta collocazione e supporto presso i reparti di Cardiologia e Cardiochirurgia Pediatrica dell'Azienda Ospedaliera di Padova.

    Ecco dunque lo "Stadio del Ghiaccio" di Voyager con alcune immagini dei pattinatori della manifestazione che hanno dato un saggio di quello che sarà lo spettacolo.







    Dopo un eccellente buffet offerto dalla Compagnia, durante il quale è stata servita pure la torta regalata al Sindaco di Verona Tosi, Presidente della Fondazione Arena, in occasione della coincidenza del suo compleanno, siamo passati alla visita della nave: devo dire in maniera abbastanza limitata e con molti locali chiusi al pubblico, come il Teatro.

    E qui bisogna dire che Royal con la sua scelta della classe Voyager ha rivoluzionato per certi versi il concetto di crociera. La nave, è una sensazione che ti colpisce subito, è molto spaziosa e come già detto e visto, la Promenade gioca un ruolo innovativo senza pari nel mondo delle navi da crociera. Al di là che possa piacere o meno è un colpo d'occhio che credo non abbia eguali.

    Non ci si rende davvero conto di essere a bordo di una nave, tante sono le attività commerciali e di svago che si sviluppano man mano la si percorre.
    Arredamenti eleganti che mai infastidiscono la vista e che offrono continui spazi ad uso del crocierista.

    Sono aspetti che bisogna vedere di persona per comprenderne davvero dimensioni, spazi ed allestimenti.

    Chiaramente, ma è un mio commento, che non vuol condizionare alcuno, si perde un poco la dimensione di nave, così come concepita fino ad alcuni anni fa, e come avviene del resto per tante altre unità scese in mare negli ultimi tempi. Sei sul mare, ma lo vivi in maniera distaccata. Il fatto è che quando uno è lì dentro, circondato da tutte quelle "tentazioni", quasi illimitate, si dimentica anche di dove si trova.

    In ogni caso un progetto, al di là delle mie parole, cheha ottenuto un successo incondizionato da parte del pubblico.

    Lascio alle immagini, purtroppo ripeto non sono molte, ogni uletriore commento.





















    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  • #2
    Grazie Rodolfo per il reportage su Voyager OTS.
    Sono molto curiosa di salire a bordo di Mariner e di percorrere la Royal Promenade (e non solo) che spero non mi deluda.
    Sono convinta che mi troverò a vivere un nuovo concetto di nave, ma spero soprattutto di non smettere di cercare ed apprezzare il vero protagonista del mio prossimo viaggio: il mare!!!
    Loredana

    ### Moderatrice del forum ###

    Tessera Associazione Crocieristi n. 119

    2008 Costa Magica, 2009 Costa Serena, 2010 Msc Splendida, 2011 RCCL Mariner OTS, 2012/2013 RCCL - Navigator OTS, 2014 Celebrity Reflection, 2014 Msc Splendida, 2015 Celebrity Reflection, 2016 Harmony OTS

    Comment


    • #3
      Ciao Rodolfo ed un grazie particolare per le foto, un grande per la nostra Kostner, é sempre un piacere vederla, poi su una nave meglio.
      Dai tuoi commenti credo di provare le tue stesse sensazioni, nave rivoluzionaria giá da 12 anni nel mondo delle navi da crociera che segue la politica della compagnia, tanti intrattenimenti, tanta tecnologia ed arredamenti differenti che sicuramente chiama l´attenzione, pero dal mio punto di vista il vero protagonista in una crociera deve rimanere il mare.

      Un saluto

      Comment


      • #4
        Grazie ancora una volta per le foto Rodolfo. La sorella della Navigator ha sempre il sui fascino, nonostante sia la più vecchia delle sorelle, ma l'atmosfera è quella. Devo dire una mia considerazione sulle visite sulle navi, che danno il meglio di se alla sera, quando tutti gli ambienti sono aperti, illuminati e affollati.
        Lorenzo

        Comment


        • #5
          grazie per questo interessantissimo contributo.
          Carolina sei la n. 1!
          Tornando a Tuo resoconto ed alla risposta di Tano, asserite cose giustissime, senza ombra di dubbio, ma mi permetto di fare una sola precisazione.
          Le Vostre considerazioni sono valide per chi ha tante crociere alle spalle, Vi capisco, ve lo dico chiaramente, ma probabilmente qualcosa è cambiato, ve ne sarete accorti anche voi.
          Faccio il mio esempio, vi rubo solo 30 secondi, dopo aver viaggiato in tutto il mondo, alla veneranda età di 45 anni decido di andare per la prima volta in crociera, mi documento abbastanza su questo ed altri forum dedicati, richiedo dei preventivi (Costa, MSC, NCL e Royal) e indovinate un po' con quale compagnia parto, quella che ha offerto il preventivo più basso, la NOS, insieme ad altre 2 famiglie. La storia finisce che tra poco ripartiamo tutti e tre con la Mariner, nonostante uno di noi avesse già 2 crociere alle spalle con Costa, non ha neanche accennato l'idea di vedere per quest'anno altre soluzioni.
          Alla fine, cosa voglio dire, che per chi si affaccia oggi in questo meraviglioso mondo delle crociere, iniziando proprio da una classe Voyager, difficilmente tornerà indietro. No ?
          Ago 2010 Navigator of the Seas West Med - Lug 2011 Mariner of the Seas Holy land - 7 lug 2012 Adventure of the Seas West Med from Malaga - 30mar2013 Oasis of the Seas west Caribb. - 19apr2014 Oasis of the Seas east Caribb - 24ago2014 Celebrity Silhouette Greek Isles cruise - 3sett2015 Allure of the Seas Western Mediterranean -29dic2015 Mariner of the Seas Spice Of Asia Cruise

          Comment


          • #6
            Non lo so Giusri se uno potrà cambiare o tornare indietro, anche se, alla fine propendo più per la tua ipotesi. Indubbiamente, per quel che ho potuto vedere, la nave è bella ed accogliente sotto moltissimi aspetti; nulla da dire.

            C'è da rimanere affascinati dal punto di vista costruttivo e delle scelte adottate; sono navi, sotto un certo punto di vista, superiori alle altre in circolazione. Se un crocerista cerca impegno e divertimento, credo non ci siano alternative; c'è di tutto e di più.

            Ciò non toglie che poi sia un scelta personale di ciascuno di noi; per esempio, per me una delle più belle navi che ho visto, all'interno, ultimamente, è la Nieuw Amsterdam. Va da sé che si tratta di una nave completamente diversa, ma non per questo peggiore di Voyager. Il mercato per fortuna è vasto ed è giusto che ognuno indirizzi le proprie scelte dove raccoglie più soddisfazioni.

            A proposito di Carolina, Giusri, era in fila con me per le pratiche di accesso e uscita dalla nave e devo dire che oltre per la sua bravura, l'ho apprezzata ancor di più per la sua modestia, il suo modo di parlare e di atteggiarsi. Una "ragazzina" che ha raccolto tanti successi, e che nonostante tutto è "una fra i tanti" non può che raccogliere la simpatia di noi tutti.
            Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

            Rodolfo
            ### Moderatore Globale ###

            Comment


            • #7
              Ciao Giusri.

              Solo che quotarti. Credo che se vado con i miei figli su una nave cosí, in cui c é tanto intattenimento sicuramente la preferirebbero a qualsiasi nave Costa.
              Invece nel momento in cui pre esempio non trovano la compagnia giusta, e questo su una nave RCCL puó capitare specialmente in Nord America, sicuramente apprezzerebbero la nave, ma non il divertimento.
              Invece da parte mia da quello detto da Rodolfo che parla della Nieuw Amsterdam, nave lasciato l´arredamento, della stessa classe che Luminosa e Deliziosa, non le cambio per niente al mondo.
              Pero come ho detto tante volte, io sono molto tradizionalisti negli ambiente, nella concezione di nave, nelle sistemazioni.

              Un saluto.

              Comment


              • #8
                Una campionessa sotto ogni aspetto, bella ed intelligente, fossero tutti i campioni come lei.
                Tornando a "bomba", cioè alla N.A. della Holland, è un'altro aspetto ancora, sicuramente un trattamento di livello superiore alla Royal, tipo navi Celebrity, ma concepito per un target diverso, non proprio famiglie con bambini al seguito, probabilmente over 55/60 anni.
                Come di Tu, meno ma le che l'offerta è ampia, quindi il mercato e quindi la clientela detteranno le regole.
                A mio avviso, se aumenterà la conoscenza dell'inglese da parte dei nuovi crocieristi, la vedo comunque dura per MSC e Costa.
                Ago 2010 Navigator of the Seas West Med - Lug 2011 Mariner of the Seas Holy land - 7 lug 2012 Adventure of the Seas West Med from Malaga - 30mar2013 Oasis of the Seas west Caribb. - 19apr2014 Oasis of the Seas east Caribb - 24ago2014 Celebrity Silhouette Greek Isles cruise - 3sett2015 Allure of the Seas Western Mediterranean -29dic2015 Mariner of the Seas Spice Of Asia Cruise

                Comment


                • #9
                  Hal e Celebrity sono sullo stesso livello per quanto provato... Noi preferiamo Celebrity per ora per le navi innovative...Hal ha uno charme diverso ma quando ci siamo stati noi il target non era affatto over 55... Anzi... E' una questione di tipologia di clientela... Tante famiglie con bambini ma meno single e giovani coppia under 25... Anche per una questione talvolta di costo. Diciamo che su Hal la sera vedevi il 60% delle persone a cena con cravatta... Eravamo in alaska quindi puo' aver influenzato ma l'attenzione per certi particolari anche dai clienti era evidente..nonostante tantissimi incluso noi utilizzassimo un codice di mise serale simile a quello sempre utilizzato.
                  --------------------
                  Massimo & Silvia
                  --------------------

                  Comment


                  • #10
                    A mio avviso, se aumenterà la conoscenza dell'inglese da parte dei nuovi crocieristi, la vedo comunque dura per MSC e Costa.
                    E quello che sempre discuso.
                    Costa appartiene a Carnival che ha globalizzato il mondo delle crociere, i loro prodotto lo trovi dove vai.
                    Royal ha delle navi che come intrattenimento ha fatto sempre il suo cavallo di battaglia, peró é molto mediocre in questa globalizzazione.
                    Pre esempio il mercato americano non funziona piú, cosa ha fatto Royal ? HA spostato le navi dal Nord America e portate in Europa, invece Carnival non ha mosso una nave dalle loro posizioni, tutte le sue strategie sono nel loro campo.
                    Carnival é una potenza, Costa é una potenza.
                    Tu la vedi dura ? Guarda che i prezzi pratticati da RCCL sono vergognosi per un prodotto di lusso come loro ritengono, ormai i posti ci sono, verrá una battaglia a prezzi, in cui ci rimetremo tutti noi, o nella qualitá, o nel servizio o nel mantenimento o nella cantieristica. Nel momento in cui Costa non riempirá le sue navi troverai prezzi migliori che in RCCL. Credo poi che diventerá un mercato brutto come é diventato i Caraibi, in cui per 200 dollari vai a farti un giro.

                    Un saluto

                    Comment


                    • #11
                      Mi sembra che ci troviamo tutti d'accordo, per cui non mi ripeto, vorrei però fare una piccola osservazione.
                      E' naturale che chi per la prima volta si gode una crociera con questo stile diciamo così più attuale, avrà "questa" idea di crociera, e non un'altra. E poichè Royal la ha perfezionata, e offre indubbiamente un ottimo servizio, molto difficilmente avrà la voglia di rivolgersi ad altre Compagnie.
                      Come però dice bene Giusri, se si intende la crociera come occasione di contatto vero e duraturo con il mare, apprezzando la navigazione, i passaggi, le manovre, insomma tutto ciò che riguarda l'ambiente crocieristico più tradizionale, l'idea che si percepisce sui giganti RCCL è ovviamente differente, con differenti sensazioni.

                      Il discorso del prezzo, poi, è ancora più diverso. Le tariffe RCCL sono allettanti, niente da dire, parlano da sole. Se si considera questo aspetto fondamentale, le famiglie amiche di Giusri hanno fatto bene a cambiare, ma come già detto l'atmosfera che si trova a bordo è sicuramente un'altra, che sia più o meno gradita è soggettivo, dipende da ciascuno.
                      "Lo spettacolo del mare provoca sempre un'impressione profonda: esso è l'immagine di quell'infinito
                      che attira incessantemente il pensiero e nel quale il pensiero incessantemente si perde"
                      (Madame de Stael)

                      Comment


                      • #12
                        bellissima la voyager!
                        Roberto

                        Comment


                        • #13
                          Un bell'evento davvero... grazie a Rodolfo per le foto.

                          Riguardo a Carnival non è di certo una potenza solo perché ha lasciato quasi tutte le sue navi negli USA. Non avrebbe potuto fare diversamente... ha un prodotto interamente strutturato sull'Americano medio... che quindi ha scarso appeal sulle altre nazionalità. Altrove avrebbe avuto serie difficoltà a riempire le sue navi. Royal invece è internazionale... e quindi ha riposizionato le sue navi dove più le conveniva. Non per questo gli USA sono rimasti sguarniti: Allure, Oasis, Freedom, Explorer, Serenade, Radiance, Enchantment, Rhapsody, Majesty e Monarch... non mi sembra poco per il 2011.

                          Il punto di forza della Voyager è che continua ad essere una nave molto innovativa... e da quello si vede la validità del progetto.

                          Comment


                          • #14
                            Bella esperienza davvero Rodolfo !!!! Carolina Koster, non è nuova però a bordo della Voyager. Nel 2006, in occasione del primo trasferimento della nave in Europa, lei e tutta la squadra di pattinaggio artistico, reduci da Torino2006, sono stati invitati a bordo per una mini crociera di 3 giorni da Barcellona con esibizioni varie da parte di tutti gli atleti nello Studio B. RCCL in quell'occasione aveva mandato a me ed a mia moglie i biglietti gratis con la possibilità di portare due amici, purtroppo nostra figlia era ancora piccolina e così abbiamo dovuto rinnunciare, con le lacrime agli occhi..... Peccato, simili offerte non si sono più ripetute, ci speravamo tanto per l'arrivo dell' Independence Ots....
                            Roberto Da Caprile

                            ...In ognuno di noi c'è un po' di mare....

                            Comment


                            • #15
                              Grazie Rodolfo per le splendide foto!
                              Mariner e Voyager sono molto simili, forse a giudicare dalle tue foto vedo Voyager un pò più sobria di Mariner, che mi è sembrata molto più colorata e vivace.
                              Roberto
                              M'affaccio alla finestra e vedo il mare: vanno le stelle, tremolano l'onde. Vedo stelle passare, onde passare: un GUIZZO chiama, un palpito risponde. Ecco sospira l'acqua, alita il vento. (Giovanni Pascoli)

                              Comment

                              Working...
                              X