Annuncio

Collapse
No announcement yet.

- Vento d'Oceano e seduzioni andaluse - MSC Opera - 4 Gennaio 2020 -

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • #46
    La sera a teatro lo spettacolo "STORM" con giocolieri ballerini e cantanti. Veramente bello

    Click image for larger version

Name:	IMG 456 (35).JPG
Views:	128
Size:	62.3 KB
ID:	1821482 Click image for larger version

Name:	IMG 456 (36).JPG
Views:	127
Size:	72.8 KB
ID:	1821483 Click image for larger version

Name:	IMG 456 (38).JPG
Views:	124
Size:	56.6 KB
ID:	1821484 Click image for larger version

Name:	IMG 456 (37).JPG
Views:	126
Size:	62.9 KB
ID:	1821485 Click image for larger version

Name:	IMG 456 (39).JPG
Views:	123
Size:	34.6 KB
ID:	1821486
    “Ama tutti, credi a pochi e non far del male a nessuno.”

    Comment


    • #47
      Click image for larger version

Name:	20191111_193654.jpg
Views:	89
Size:	78.2 KB
ID:	1821553 Click image for larger version  Name:	IMG 456 (40).JPG Views:	0 Size:	89.6 KB ID:	1821488 Click image for larger version  Name:	IMG 456 (43).JPG Views:	0 Size:	47.9 KB ID:	1821489 Click image for larger version  Name:	IMG 456 (41).JPG Views:	0 Size:	70.0 KB ID:	1821491

      Gianni
      Last edited by giada50; 12-January-2021, 13:11.
      “Ama tutti, credi a pochi e non far del male a nessuno.”

      Comment


      • #48
        Wow!! Doppio wow!! Che belle foto!

        La casa natale di Picasso, oramai sono passati secoli e occorre una " rinfrescata" alla memoria...per quanto riguarda lo spettacolo, per curiosità ho dato uno sguardo al mio Daily, ecco noi avevamo uno spettacolo di flamenco, ma purtroppo non ho foto

        Grazie per questa bella carrellata, oggi è una giornata fredda anzi freddissima in questo angolo di Lombardia, ed anche poter rivivere queste belle emozioni...scalda veramente il cuore.
        Oriana

        ### Moderatrice del forum ###

        " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

        Comment


        • #49
          Grazie anche a te Gianni , vedere belle foto è sempre un piacere.
          Bellissima la partenza col buio, anche a me come a Oriana questa bella visione é mancata.

          Comment


          • #50
            Originariamente Scritto da Didi Visualizza Messaggio
            Grazie anche a te Gianni , vedere belle foto è sempre un piacere.
            Bellissima la partenza col buio, anche a me come a Oriana questa bella visione é mancata.
            Grazie a te Anna... si, la partenza notturna da Malaga, pur essendovi stato più volte, per me è stata la prima volta e devo dire che è stata molto suggestiva e le foto fanno torto allo spettacolo visibile in quel momento...

            Gianni
            “Ama tutti, credi a pochi e non far del male a nessuno.”

            Comment


            • #51
              Madeira





              Madeira d'inverno si svela nei torniti gradini di selce nera che salgono ripidi
              ai picchi del cielo
              o scendono a precipizio al mare
              lungo vallate aguzze
              come montagne capovolte.


              Madeira d'inverno pulsa nelle vene
              delle sue levade a fecondare il grembo umido
              di questa terra rossa pronta a partorire
              il nuovo tripudio di fiori.

              Ma soprattutto Madeira sta nello sguardo
              riservato e fiero dei suoi vecchi,
              sangue salmastro
              e cuore di montagna, che scruta l'orizzonte.

              Ad inseguire i ricordi delle baleniere che da qui salpavano
              verso l'ignoto
              per onorare il patto di sangue e di sopravvivenza
              contratto con il mare.

              Madeira come la vita, resti indomita e tenace

              all'eterno assalto delle onde del tempo;
              per la vita, però, è solo nobile lotta,
              doverosa ma vana.



              Di A. Poli.








              ***********







              Madeira è l'isola dei fiori, la possiamo definire così...ed è l'agapantus il simbolo di quest'isola,che nella stagione estiva fiorisce spontaneo tra i boschi lussureggianti di felci che ne fanno risaltare ancora di più il bianco e l'azzurro dei suoi petali.


              Click image for larger version

Name:	16098701612347250443872783228917.jpg
Views:	75
Size:	52.0 KB
ID:	1821597





              ​​​​​​​

              Madeira ha un ché di esotico e non a torto se si pensa alla sua atmosfera latino-americana e allo strano paesaggio vulcanico ricoperto di una vegetazione particolarmente folta. Questa visione di Madeira stride alla vista della cementificazione eccessiva della costa. Alberghi, hotel lussuosi, supermercati e shopping raffinato, sono le parole chiave dell'isola, ma la Madeira nostalgica esiste ancora, nonostante lo sviluppo, viene curata, salvaguardata. Andando anche solo a pochi chilometri da Funchal, possiamo vedere le principali zone di coltivazione della banana, poste a ovest dalla baia di Funchal. Qui in valli riparate dai venti dell'Oceano si trovano le coltivazioni intensive. Le banane sono piccole, rispetto alle comuni banane che conosciamo noi e durante il loro sviluppo sulla pianta vengono protette da teli scuri che permettono di mantenere una temperatura costante evitando i pericolosi sbalzi termici che potrebbero danneggiarle.











              Già conosciuta dai Fenici, Madeira con il suo arcipelago, comparivano sulle carte italiane e spagnole nel 1300, ma fu riscoperta nel 1419 dai portoghesi. All'epoca era una selva disabitata coperta da fitte foreste, acquisì importanza sia per la produzione di legno derivante dalle sue foreste, sia per la produzione di cereali; ma la sua più importante peculiarità è data dalla sua logistica, base importante per il Portogallo in fase della sua espansione territoriale.



              Funchal











              Funchal il capoluogo dell'isola e principale porto di comunicazione dei collegamenti marittimi e scalo crocieristico. Nel capoluogo vivono poco più di 112.000 persone, ossia quasi la metà dell'intera popolazione dell'isola. Si tratta comunque di un porto tranquillo caratterizzato da molto verde, dato dalla presenza di numerosi parchi tropicali, passeggiate ampie lungomare e zone pedonali.













              Tutto ciò sembra poco poiché l'impressione vista dal ponte di una nave è molto diversa. A fronte di un paesaggio enormemente urbanizzato la realtà una volta a terra è altra cosa, con spazi a misura d'uomo.
              La vita si concentra nelle graziose vie dei negozi, nei caffè con i tavolini all'aperto anche in periodo invernale come questo....qui come in precedenza detto è la primavera a risiedere per la maggior parte dell'anno.






              Il porto turistico è crocevia di spostamenti sempre in movimento, ma la pace la si può assaporare nei locali tradizionali della città vecchia.







              Il nome Funchal risale al XV secolo, quando nell'area si stabilirono i primi abitanti e lo si deve ai tanti finocchi selvatici ( in portoghese funcho ) che crescevano spontanei in prossimità della foce dei corsi d'acqua. La baia si rivelò il porto naturale più grande e sicuro dell'isola che divenne ben presto un importante scalo per le navi dirette in Brasile.
              Nei secoli a venire si trasformò in un luogo affascinante guadagnandosi il nome di piccola Lisbona. Tutti i proprietari terrieri risiedevano per gran parte dell'anno in città e a Funchal si stabilirono grandi commercianti italiani e fiamminghi che accumularono ingenti patrimoni grazie all'esportazione dello zucchero.

              Non c'è dunque da stupirsi che Funchal abbia una ricca eredità culturale fatta di sontuosi palazzi e chiese che vantano una storia secolare.



              Dopo questa lunga premessa che comunque serve per capire i luoghi che visiteremo, vi porterò in giro per la città alla scoperta di angoli molto graziosi.









              ​​​​​​Il viaggio continua...
              Last edited by capricorno; 13-January-2021, 22:00.
              Oriana

              ### Moderatrice del forum ###

              " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

              Comment


              • #52
                Per me è sempre uno spettacolo arrivare a Funchal e vederla tutta distesa su per le colline, quando si arriva dal mare, è davvero piacevole.

                Click image for larger version

Name:	IMG_20191113_161106.jpg
Views:	77
Size:	46.5 KB
ID:	1821591

                Con un territorio vulcanico e montagnoso gran parte dei terreni, a Madeira, sono difficili da raggiungere e da lavorare con mezzi meccanici. Perciò a causa della inaccessibilità ai luoghi ripidi ed alle sue piccole terrazze pendenti, gli abitanti sfruttano ogni angolo possibile e la coltivazione di quei campi richiede un duro lavoro a mano. Sull’isola le coltivazioni riguardano principalmente vigneti (famosi per il vino Madeira), frutti tropicali come il mango, la guaiave (o guava) e l’avocado; ma oggi la banana è il principale prodotto di piantagione ed esportazione.

                Click image for larger version

Name:	DSCN2663.JPG
Views:	78
Size:	56.2 KB
ID:	1821592 Click image for larger version

Name:	DSCN2650.JPG
Views:	77
Size:	49.1 KB
ID:	1821593 Click image for larger version

Name:	DSCN2638.JPG
Views:	78
Size:	47.3 KB
ID:	1821594

                Banane che vengono coltivate in ogni dove persino nel giardino di casa

                Click image for larger version

Name:	DSCN2657.JPG
Views:	75
Size:	58.3 KB
ID:	1821595


                Gianni
                Last edited by giada50; 13-January-2021, 17:21.
                “Ama tutti, credi a pochi e non far del male a nessuno.”

                Comment


                • #53
                  Hai ragione Gianni, ho visto coltivazioni di banane ovunque.

                  Comment


                  • #54




                    Per fare due passi in città ci sono la passeggiata lungo il porto e Avenida Arriaga, un magnifico viale alberato che passa accanto ai parchi tropicali. Nelle piazze e nelle zone pedonali e nei vicoli accanto alla cattedrale si concentrano negozi e ristoranti. In questa zona, l'odierna Baxia ( centro) si stabilirono i mercanti fiamminghi e italiani, esportatori di zucchero nelle Fiandre e in Italia. Anche i nobili locali vi costruirono i loro palazzi, all'epoca ancora circondati da giardini e piantagioni di canna da zucchero. Baxia si differenziò sempre più dalla città vecchia, posta all'estremità orientale della baia, dove persistettero povertà e miseria.
                    Le mura di Funchal tennero i suoi abitanti al sicuro dagli attacchi dei pirati dal mare. Le mura terminano a est con la Fortaleza Sao Tiago.







                    Costruita nel 1620, sopra il suo ingresso è inciso l'anno 1767, che si riferisce al periodo in cui si rese necessario incrementare le misure difensive della città, poiché i conflitti tra l'Inghilterra e Francia minacciavano di estendersi sull'Atlantico.
                    Oggi la fortezza è sede del museo di Arte contemporanea.


                    A vederla più che una fortezza sembra un castelletto da cui si gode comunque un meraviglioso panorama..




                    Percorrendo a pochi passi in salita una rampa di scale si arriva ad una meraviglia di arte barocca.





                    -​​​​​ Jgreja do Socorro -









                    Una chiesa costruita nel XVII al posto della chiesa più piccola e pericolante consacrata a San Giacomo, il maggiore santo patrono di Funchal. Nel 1538 quando la peste si era diffusa nel territorio per la seconda volta in cinque anni, il Vescovo e il consiglio municipale, avevano organizzato insieme una processione fino a questa chiesa, all'epoca in costruzione fuori dalla città: da allora Funchal non è più stata vittima di epidemie.
                    San Giacomo gode ancora di sincera venerazione in questa chiesa, anche se la nuova chiesa è stata consacrata alla Madre di Dio.










                    Elegante facciata barocca, con un portale in legno squisitamente intagliato. Al suo interno spicca il soffitto in legno affrescato e le decorazioni alle pareti rappresentano appieno lo stile barocco di Madeira.










                    Sopra l'accesso al presbiterio con l'altare finemente intagliato che unisce intagli dorati a marmo, spiccano lo stemma portoghese e il primo stemma della città di Funchal: cinque pani di zucchero argentati su fondo verde e blu. Accanto all'altare sui due lati, le caratteristiche ceramiche azulejo con scene della natività.





                    Azulejo sono una caratteristica che vedremo spesso in altri luoghi della città.


                    - La città vecchia -










                    È quanto di più suggestivo ci sia. L'arteria principale della città vecchia ne segna l'inizio una fontana barocca di roccia vulcanica nera, fornì acqua potabile fino agli anni 60 agli abitanti della città. In questa zona vissero i ceti più poveri, artigiani, pescatori, braccianti. Le prime abitazioni in legno semplici e con il tetto in paglia, risalgono al 1425; in seguito il re le proibì a causa del pericolo d'incendio facendole sostituire con case di pietra.Ne sono rimaste alcune a memoria, il resto sono state ristrutturate mantenendo le caratteristiche primarie ma con nuove destinazioni d'uso, lasciando un variegato panorama artistico sulle superfici....















                    ​​​​​​​
                    ....specie i portoni delle case con caratteristici ed ispirati decori che rispecchiano tutta la solarità del luogo.







                    ​​​​​​​Tutto si è cercato di mantenere con la fedeltà di materiali nei manufatti. Di recente anche la pavimentazione della via è stata rifatta mantenendo lo stile tradizionale, così come per le facciate delle casa.



                    Il viaggio continua....
                    Oriana

                    ### Moderatrice del forum ###

                    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

                    Comment


                    • #55
                      - Mercado Dos Lavradores -









                      E' quanto di più caratteristico ci sia.














                      È la porta di accesso alla città vecchia, dove le fioraie decantano la loro merce nell'ingresso principale ornato di azulejo. Il cortile interno e la galleria sono riservate alle bancarelle di frutta e verdura.











                      Negli spazi laterali sono in vendita carne, insaccati, pollame, formaggio e articoli in vimini e in pelle. È una gioia per gli occhi nel vedere gli accostamenti fatti con gusto nell'abbinamento e il modo di esporre la merce.









                      Nella parte posteriore dell'edificio in Placa de Peixe, il mercato del pesce che offre pesce spada e tonno, i pesci più rari e pregiati difficilmente arrivano qui sul banco del mercato.
                      Oltre alla molteplicità dei prodotti in vendita, merita attenzione tutto l'edificio. Eretto nel 1940 in stile Art déco, dall'architetto portoghese Edmundo Tavares che progettò gli spazi interni ben incastrati tra loro, affinché il mercato rappresentasse una città in miniatura, con piazze, strade e vicoli a gradini.








                      - Cattedral de la sé -







                      Sé significa sede Vescovile. La diocesi di Funchal fu istituita nel 1514, e tre anni più tardi fu consacrata cattedrale. La severa architettura è rimasi praticamente inalterata fino a oggi. È stato aggiunto soltanto qualche elemento in stile manuelino ad ornate alcuni finestroni in pietra. L'abside è ingentilita da balaustrate in tufo rossastro. Di particolare la volta gotica interna che sovrasta le aree degli altari laterali. Invece le navate sono senza volte con pareti laterali e il soffitto in legno, come lo sono tutte le chiese in città.
                      Di molto particolare sono i capitelli dell'altare con decorazioni in foglia d'oro , tipicamente barocche; la Capela di Santissimo, fu ultimata senza badare a spese. Vi lavorarono non meno di cinque artigiani. Nella cappella si trova un tabernacolo in argento realizzato a Madeira nel XVIII secolo.

                      È sicuramente un luogo da non lasciarsi sfuggire.




                      Il viaggio continua.....
                      Oriana

                      ### Moderatrice del forum ###

                      " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

                      Comment


                      • #56
                        Negli splendidi giardini botanici sul mare, la statua di Cristoforo Colombo ha gli occhi rivolti verso occidente....









































                        A malincuore lasciamo questa bella e soleggiata città , spettacolo per gli occhi che ritempra lo spirito. Mai ci saremmo aspettati un clima così generoso da primavera inoltrata.
                        Last edited by capricorno; 15-January-2021, 15:17.
                        Oriana

                        ### Moderatrice del forum ###

                        " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

                        Comment


                        • #57
                          che belle fotografie! e quanti ricordi.... A Malaga sono stata più volte ma è stato un piacere riviverla attraverso le tue immagini e quelle di Gianni. Mi permetto di segnalarvi un'altra attrazione di Malaga poco conosciuta ma molto interessante: il museo del vetro e del cristallo. Forse ne ho già parlato nel forum quando qualcuno aveva chiesto cosa fare a Malaga. Dopo aver visto l'alcazaba, il gibralfaro, la cattedrale, il museo di Picasso e le stradine del centro non si può perdere questo museo. Si trova in centro e in una casa del XVIII secolo restaurata ma che ha mantenuto lo stile originario. Il museo è di proprietà di un distinto signore che vi accompagnerà anche nella visita che a seconda degli orari si svolge in spagnolo, inglese, francese o italiano. Tutti i pezzi conservati, dall'epoca romana fino ai giorni nostri, circa 3000 sono stati collezionati dal proprietario a partire dai 6 anni di età. Inoltre la casa custodisce tutti i mobili di famiglia e altri cimeli. La ricordo come una visita veramente piacevole ed interessante.

                          A Madera sono stata invece solo una volta nel 2016 durante una transatlantica: mi avevano colpito le sue strade tutte lastricate e disegnate con ciottoli bianchi e neri, le sue funivie che avevamo utilizzato per salire al Monte e poi per andare al meraviglioso giardino botanico ed infine la discesa con i cestinhos.

                          Aspetto il prossimo scalo...

                          Monica

                          Comment


                          • #58
                            Grazie per avermi indicato questa nuova opportunità a Malaga, no, non ho visitato quel museo, lo metto in lista!

                            Madeira è bella sempre. Ci sono stata diverse volte e il mese, secondo me più bello, è maggio. Quando vi è la piena fioritura di tutte le specie di fiori e piante.
                            I bei viali alberati che nella stagione invernale sono comunque verdi, in primavera si rivestono di fiori di una tenue tonalità di lilla....

                            Click image for larger version  Name:	16051739210773162813222644600147.jpg Views:	0 Size:	56.2 KB ID:	1821692

                            ...come in questa foto. Sono alberi di Jacaranda e formano una soffice nuvola lilla, che allorché si alza un po' di vento fanno cadere come coriandoli colorati i loro petali. Uno spettacolo!

                            Oltre ai giardini botanici conosciuti e visitati da tutti noi, vale la pena di vedere quelli dedicati alle sole orchidee.

                            Per la prossima tappa, magari aspetto un po', magari Gianni ha altro da raccontarci.
                            Last edited by capricorno; Ieri, 13:01.
                            Oriana

                            ### Moderatrice del forum ###

                            " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

                            Comment


                            • #59
                              Anche a Funchal siamo stati più volte ed visti i diversi luoghi già visitati la nostra scelta è stata quella di tornare a Cabo Girao.

                              Cabo Girao è famoso per la sua scogliera di 580 mt , la seconda più alta del mondo ed è un belvedere con una vista spettacolare. Ai piedi della scogliera, si può vedere una piccola zona di terra coltivata, chiamata Fajas do Cabo Girao. Precedentemente era accessibile solo in barca, ma negli ultimi anni, è stata installata una piccola funivia per facilitarne l’accesso agli agricoltori. Vicino a Cabo Girao si trova la Cappella della Madonna di Fatima, costruita nel 1931, uno dei luoghi di pellegrinaggio più importanti dell'isola.
                              La decisione di tornare a Cabo Girao è stata presa in quanto sapevo che dall’ultima volta in cui vi sono stato era cambiato qualcosa. Infatti hanno costruito una piattaforma con pavimentazione trasparente, una specie di skywalk che si protende dalla scogliera verso il mare e che permette di godere appieno la magnifica vista. Devo ammettere che ho provato una strana sensazione.

                              Foto non mia ma presa da internet per farvi rendere conto di come sia ora... quando ero là il camminamento era pieno di gente...


                              Click image for larger version  Name:	cabo-girao-3.jpg Views:	0 Size:	47.5 KB ID:	1821697


                              Questa invece è mia

                              Click image for larger version  Name:	DSCN2622.JPG Views:	0 Size:	44.8 KB ID:	1821698

                              In basso si vedono gli appezzamenti di terreno coltivati

                              Click image for larger version  Name:	DSCN2629.JPG Views:	0 Size:	52.0 KB ID:	1821699
                              Click image for larger version  Name:	DSCN2630.JPG Views:	0 Size:	45.2 KB ID:	1821700
                              Click image for larger version  Name:	20191113_120749.jpg Views:	0 Size:	41.7 KB ID:	1821701


                              continua...

                              Gianni
                              Last edited by giada50; Ieri, 13:53.
                              “Ama tutti, credi a pochi e non far del male a nessuno.”

                              Comment


                              • #60
                                ... uffa... ho anch'io le stesse foto....quindi evito di ri-postarle.. a dire il vero sono "decisamente peggiori" visto che era febbraio (ma questo è poco significativo...) e pioveva a dirotto... acqua sopra, sotto, a babordo e tribordo per quindici giorni... anche a destra e sinistra delle fiancate degli autobus e dei lati della cabina della funivia...

                                La prima volta su MC Fantasia... e una delle più brutte... meteorologicamente parlando.... ovviamente...

                                Vi seguo,

                                Marco
                                "Il viaggio non finisce mai, solo i viaggiatori finiscono"
                                (Saramago, José)

                                Comment

                                Working...
                                X