Advertising home TOP

Collapse

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

√ FOTODIARIO Liberty OTS - 5-12/7 2013

Collapse
This topic is closed.
X
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • √ FOTODIARIO Liberty OTS - 5-12/7 2013

    Eccoci finalmente!!!!

    Ad una settimana dallo sbarco, metto insieme i pezzi per scrivere uno dei miei fantomatici, ormai il termine vedo che è stato ampiamente coniato, 'fotodiari'..

    Spero sia piacevole e che risulti in qualche modo utile a chi intende fare questa crociera, chissà, può darsi che mi porti sulla coscienza qualcuno e che le numerose foto invoglino a prenotare, come avvenuto nel caso dell'Oasis

    Innanzitutto, come già detto in un'altra discussione, ringrazio tutti voi perchè con mio stupore, anche questa volta, siete stati in tanti a seguirmi, benchè non abbia aperto un 3d per la diretta; molti mi hanno dimostrato affetto in modi gentili ed inaspettati, grazie, semplicemente grazie!! Poteri fare tanti nomi ma chi sa capirà.

    Torniamo al fotodiario, sennò mi scende la lacrimuccia, come al mio solito..
    Premetto, senza mezzi termini, che a bordo della splendida e maestosa Liberty Ots abbiamo vissuto una vacanza indimenticabile, ricca ed emozionante.
    Prenotiamo per la prima volta online circa 40 gg prima della partenza beneficiando poi di un upgrade da interna ad interna promenade al deck 6, a poppa sul desk information, per intenderci...

    Si rivelerà una posizione strategica perchè nel fulcro della vita di bordo tra royal promenade ed il ponte 11 dove si trova il Winjammer e le varie aree piscine.

    Ad organizzare questa crociera, domandone da un milione di dollari, indovinate chi è stato?
    Immaginate bene, io, ovviamente e coinvolgo i miei genitori e i miei zii che lo scorso anno li ho introdotti nel magnifico mondo Royal, per gli zii ( precedenti ospiti di 2 navi Msc ), delle crociere, per mamma e papà.

    Ovviamente, come in quasi tutte le partenze, i giorni che precedono la crociera sono infernali e si scatenano episodi che sembrano smorzare l'entusiasmo, ahimè.. Per fortuna, tutto risolto, iniziamo il countdown su facebook, sul calendario in cucina e tiriamo i giorni con i denti come dei guerrieri preistorici, fino ad arrivare a pronunciare i fatidici “3, 2, 1...”, si parteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!

    Reduce di una notte trascorsa come se avessi bevuto 70 caffè a pensare e ripensare se ho dimenticato qualcosa, alle cose che vedremo, alla straordinarietà della nave, etc,etc..

    Arrivati alla 7^ crociera, 5^ con la mia amata Royal, finalmente, parto da Napoli, la mia città e mi sembra una cosa pazzesca!!!!
    La nave la conosco, ai Caraibi siamo stati a bordo della Freedom ots nel 2011 e sapevo cosa ci aspettava; però, anche se mio marito Daniele si era intestardito per la Liberty già lo scorso anno, io non ero propensa, ero più orientata per l'itinerario della Legend perchè, ormai, dopo l'Oasis, non ho lo stimolo di conoscere altre navi, quella è tutto, quindi avrei scelto per le tappe più che per la nave. Non fraintendetemi, questo non significa che l'effetto post Oasis sia negativo e a scapito dell'entusiasmo e della voglia di scoperta nei confronti di altre navi.. in separata sede, se qualcuno vorrà, proverò a spiegarmi meglio.

    Infatti, la Liberty a causa dell'itinerario non mi allettava, invece.. lo rifarei anche subito, ne sono rimasta piacevolmente sorpresa!!!
    Preciso subito che valutazioni e note particolari riguardo al personale di bordo le rimando alla fine, giudicate prima voi, fatevi un'idea leggendo il diario e guardando le foto, per quanto possano davvero in piccola misura rendere, poi vi dirò la mia alla fine.
    Ritorniamo alla partenza, casa dista circa 6, 7 minuti dal porto ed in taxi arriviamo in un baleno..

    Un colpo al cuore quando vedo la Liberty sovrastare la struttura del porto e quella del Maschio Angioino!!!
    Eccomi, intenta a misurare l'entusiasmo per non farmi ridicolizzare dal gentile tassista minacciata dallo sguardo assassino di Daniele.
    Check in come sempre rapidissimo, neppure te ne accorgi se lo prepari precedentemente on line e il gioco è fatto, eccola, sono così vicina da sentire strisciare le seapass dei passeggeri che che mi precedono, fuoriesce la piacevolissima aria condizionata ed il profumo delle navi Royal che trovo contraddistintivo e siiiiiiiiiiiiiiiiii, siamo a bordo!!

    Dopo il primo giro sulla lunghissima promenade dove mi sono dilettata nel vedere lo stupore e la sorpresa nei visi dei ns compagni di viaggio, giro in cabina dove gli zii ed i genitori scoprono la novità della vista sulla promenade; con uno stratagemma eravamo riusciti a tenere nascosto l'avvenuto upgrade, quindi, sorpresa nella sorpresa..

    L'imbarco iniziava alle 12:30 ma all 11:55 siamo già a bordo, alle 13 pronti in prima fila a gustarci il belvedere della soleggiatissima Napoli dal Winjammer.

    Sono estasiata nel vedere quanto la città sia meravigliosa, non che nn lo sapessi, ma da qui è facile rendersi conto di quanto sia tutto a portata di mano, come forse in nessun altro porto!!!

    Eppure, a malincuore, mi balza subito all'occhio il numero dei passeggeri rimasti a bordo..
    Mi ero promessa di parlare poco e pubblicare tante foto, già sono venuta meno al primo presupposto, almeno al secondo spero di tener fede..

    Pronti? Via... Welcome Aboard!!!







    H2OZone parco acquatico per i piccini e a dirla tutta, una capatina me lo sarei fatta, sopratutto nella piscina con il vortice continuo..




    Cabina n. 6329 ampia, comoda e bella








    Le tre cabine sono una di seguito l'altra, le altre due dal catalogo risultavano comunicanti ma non lo erano.
    Vista della ns cabina dalla promenade, quella con le tende aperte




    In un batter d'occhio, tra le tante cosa da fare si è fatta ora della partenza, quella partenza così tanto sognata.. Da sempre mi chiedevo quanto doveva essere bello lasciarsi a poppa il Vesuvio nella sua imponenza e ritrovarsi al centro del Golfo tra la costiera sorrentina e Via Caracciolo, Posillipo, fino a Nisida dall'altra.

    Per quanto mi fossi industriata ad immaginare, vivere quest'esperienza è stata cosa ben diversa..
    In tutto ciò, per caso, in ascensore, scopriamo che la stessa serata sarebbe stata di gala visti i passeggeri com'erano vestiti e così sorge il dubbio in Daniele..

    Ops....... alle 20:00, prima di cena, volevamo iniziare la crociera con lo spettacolo nello Studio B, da me battezzato 'palazzetto del ghiaccio', come coniugare partenza, preparazione e show?
    Insomma, troppe le cosa da fare!!!!

    Quindi, di corsa, vado in cabina, disfo le valigie ( è sempre la prima cosa che faccio, poi le nascondo sotto il letto per dimenticare che prima o poi è pur previsto il ritorno a casa, quindi le occulto dalla vista dei miei occhi immediatamente ) mi preparo a tempi di record per la serata formale intenzionata a non perdere per nulla al mondo la partenza e lasciando il marito prepararsi con meno stress, panico ed ansia tali da causare un' infarto.
    Arrivata a poppa esattamente alle 19:07 con mia sorpresa noto che la Liberty avanza velocissima e che la banchina è ormai molto lontana, wow!!!!
    Comunque non perdo nulla di importante e mi godo il panorama in solitudine, anzi, no in compagnia della reflex..

    Scusate, a proposito, se le foto non sono a livello di quelle che siete abituati a vedere da parte di bravissimi utenti del forum.













    Buffet per i membri platinum a prua


    Finalmente mi raggiunge il marito




    solarium per adulti


    Dettagli stupendi


    Prima di cena ci godiamo uno strabiliante show sul ghiaccio intitolato “ Encore”, stupendo!!









    Special guest Ana, una star eccezionale!!!











    Estasiati da questo show, già affiorano i primi pareri della famiglia per la differenza concettuale, ovvero 'in grande' delle attività e degli show tra la Splendour dello scorso anno e la Liberty..

    Mentre si chiacchiera facciamo il nostro ingresso al ristorante Rembrandt al quale siamo assegnati, al deck 3 alle 21, così come da noi preselezionato aggiungendo la nota di un tavolo da 6.


    Dopo cena andiamo alla festa in bianco presso le main pool per tutti con buffet vari che neppure guardiamo, abbiamo già messo su un kg nella prima giornata!!!

    Sul ponte c'è tantissimo vento, ma caldo, quasi come se fossimo ai Caraibi e non dispiace, la festa è animata da Dj Phillip e sono tantissimi gli ospiti che vi prendono parte.




    La festa passa in Solarium alle 00:30 con rigorosi controlli all'ingresso perchè vietato l'accesso ai minori, la notte passa divertendoci e ballando fino a tardi ma la stanchezza inizia a farsi sentire e anche noi andiamo a nanna, nel nostro magnifico lettone, stra comodo!!
    E così si conclude la prima giornata di Liberty ed è gia amore.. avevate forse dubbi??

    2^ gg Navigazione
    Questa sarà l'unica giornata di navigazione per tutta la crociera e la trascorro all'insegna del relax dedicandomi solo al sole e a due attività tra le tante previste, ossia, la gara di panciate, imperdibile, alle 13:30 e la Parata sulla promenade della DreamWork ' Mi piace se ti Muovi ' alle 17:30 e benchè questa sia praticamente la 5, 6 volta che la vedo, mi piace sempre e non la perdo mai!





















    Nella prima mattinata la Liberty attraversa le bocche di Bonifacio ma perdo il passaggio, arrivo solo a vedere Stintino, motivo in più per bissare l'itinerario
    A voi le foto


    La giornata si prospetta molto ventilata e gli idromassaggi sospesi nel solarium si rivelano ottimi nidi.


    Pulizia della piscina nel solarium nel tardo pomeriggio





    Zona Sport a poppa, ponte 11





    Io e la mia scia.. mi ipnotizza!!!




    Essendo una crociera di fatto già iniziata e che domani prevede lo sbarco a Barcellona, al ristorante viene fatto un saluto ai passeggeri che domani torneranno a casa.

    Il Maitre, il Signor Vincenzo Marchese, del quale parlerò nello specifico più avanti, nel 'dirigire' il personale per cantare in italiano, dopo aver salutato in inglese e spagnolo, in italiano precisa che gli italiani imbarcati ieri proseguiranno piacevolmente la loro crociera è appena iniziata.







    Dopo cena un salto in discoteca, The Catacombs, molto atmosferica e suggestiva, dal sapore gotico.








    3^ giorno Barcellona
    E' la prima volta che arrivo a Barcellona via mare ma si tratta della 7^ volta in città, così assecondiamo le richieste del resto del gruppo che vi mancano da 6,7 anni e desiderano aggiornarsi dei cambiamenti avvenuti in questa bellissima città.
    In porto vi sono la Carnival Sunshine e la Ncl Epic, noi siamo 'parcheggiati' al centro e ripartiremo per primi seguiti subito dopo.









    Pur essendo mia intenzione di provare la Norwegian certa che offra una bella vacanza, non me ne vogliate, ma esteticamente parlando, non mi conquistano le sue navi, proprio no!!!
    Poppa squadrata, ciò che meno amo!!!



    Prua con poca grazie


    Non perchè di parte, ma le linee della Rcc, sono un'altro mondo!!!!



    Allo sbarco è possibile arrivare giù alla Rambla, a plaza Colon con una navetta che per 5$ andata e ritorno provvede a trasportarvi e riportarvi alla nave, comoda soluzione.

    Giro di prassi alla Rambla, Boqueria chiusa, proseguiamo per il passeig de gracia con la metro, due fermate e saliamo proprio davanti Casa Battlò, dove zii e genitori volevano fare una visita spinti dalla ns insistenza.

    Scelta azzeccata, noi in giro per shopping, loro felicissimi perchè si tratta davvero di un'opera superba nel suo interno, indescrivibile!!!
    Dopo di che facciamo un salto alla Sagrada Familia e ritorniamo in nave stanchi morti e avviliti dal caldo.




    Bellissima e panoramica la partenza, la Sunshine sembra disabitata!!!
    Nuova di zecca, si vede subito il dry dock e la linea la trovo sempre sfilante, mi piace!












    Pilotina



    Visto che la nave riparte con tantissimi nuovi ospiti imbarcati quel giorno sulle piscine centrali vengono previste numerose attività di benvenuto


    La Carnival subito ci segue









    Prima di cena mi avvio alla ricerca dell'accesso in prua, si trova al deck 4 e occorre arrivare fino in fondo per poi salire una rampa di scale che sembra non conduca a nulla, invece.. sorpresa delle sorprese!!!!!!

    Sono sola e non posso che fare qualche scatto al paesaggio più bello, il mare e la sua immensità; questo sarà solo un'assaggio, poi nei giorni seguenti trascinerò anche mio marito e i miei genitori senza svelare dove saremo sbucati..




    'presenze' che non si tirano indietro dal salutare simpaticamente al mio cenno con la mano dritta portata alla fronte..




    cabine fortunate


    Le attività sono numerosissime, io accenno solo quelle per le quali abbiamo optato ma nn vi è che l'imbarazzo della scelta, non sapevamo dove dividerci, come sempre... il bello di Royal!!!

    Alle 22:30 dopo cena corriamo sulla promenade per la splendia parada 'Soca Licious', praticamente un carnevale!!!
    Proseguiamo la serata all'Oliver or Twist al deck 14, praticamanete al Viking Crown Club, serata danzante non male ma preferisco la musica, il coinvolgimento e l'ironia di David Curtis al mitico Schooner Bar, troppo forte!!!

    4^giorno Seyne sur Mer – Toulose
    Dopo una bella colazione, come al solito, 'sotto casa', ovvero al Cafè Promenade aperto 24/24 dove trovo i miei amati pain au chocolate, scendiamo presto dalla nave dove decidiamo di non andare a Toulose ma restare nella piccola e graziosa cittadina della Provenza, Seyne sur mer.

    Appena sbarcati dalla nave uno sportello di informazioni turistiche ci spiega che possiamo arrivare al centro città con un trenino aperto che prosegue anche la corsa per una bella spiaggia e così faremo trascorrendo una pacata e piacevole giornata.








    Arrivati al centro cittadino troviamo tante viuzze caratteristiche con un mercato all'aperto.
    Qui si trovano tanti saponi di Marsiglia dal profumo inebriante a prezzi ottimi, approfitto per farmi tanti regali ed acquistare dei souvenir.
    Ritornando alla fermata del trenino che per la spiaggia passa ogni ora, per il ritorno al porto ogni 30 minuti, noto un'ufficio che pubblicizza la città con una foto che mi colpisce.



    Perchè invitare a non andare lontano con un'immagine delle maldive o di qualche isola sperduta???!!!!!!!!! Mah... Di lì a poco ne capirò il motivo.
    Una gentile Signora al mercato mi spiega che di fronte alle vie centrali, esattamente a 10 passi dalla fermata, si trova un ponte panoramico dove è possibile godere di una vista a 360' con una grande nave che si pavoneggia nel bel centro..




    Proprio qui è possibile prendere un water taxi che in 15/20 minuti conduce a Toulose.
    Arriva il trenino e ci dirigiamo verso una spiaggia libera poco distante chiamata 'les Sabletts', mare bello, spiaggia comoda e pulitissima.



    Nel tardo pomeriggio ritorniamo in nave ma nel tragitto del mitico trenino con il conducente esauritissimo e molto simpatico, qualcosa cattura la mia attenzione e tutto diventa chiaro, bellissima idea, slogan originale e furbo




    Perchè i papaveri son alti, alti, alti ed io son piccolina..


    Lasciamo Seyne e con mia sorpresa mi è piaciuta tanto da iniziare a farmi ricredere sul discorso che da un'anno portavo avanti con Daniele circa l'itinerario.


    Mal tempo lasciato alle spalle





    Naviganti in cerca di emozioni forti; nel vederli avevo paura per loro e ripensavo a quel 3d in cui si parlava di questi folli che spesso causano problemi alle grandi imbarcazioni


    Questa sarà la 2^ serata di gala e ci prepariamo per la cerimonia di benvenuto del Capitano organizzato sulla Promenade. Vi è un'orchesta che fa da sottofondo, il tutto molto bello ed atmosferico


    Dopo averlo incontrato nei giorni scorsi in giro per la nave come una qualunque passeggero e con un profilo molto basso, ecco qui il Comandante dal nome impronunciabile, Kjetil Gjerstad, in veste ufficiale raccontare un po' quella che è la storia della splendida Liberty e dati tecnici; passa poi a presentare i vari ufficiali, il tutto dura 10/15 minuti.






    Dopo cena, alle 23:00 andiamo al teatro Platinum per lo splendido spettacolo 'In the Air', indescrivibile davvero!!!
    Scenografie di alto livello, da lasciare a bocca aperta, un'affascinante show di danza sospesa nell'aria. Durante lo spettacolo ho fatto pochissime foto perchè nessun aggeggio elettronico sarebbe capace di catturare ciò che dal vivo offrono agli occhi questi particolari eventi.

    All'ingresso però, incontro lui, il mio sogno proibito, ( ironica, eh!!!!) Rich Edwards, il cruise director, un'omone altissimo,un fenomeno, esilarante e molto coinvolgente, con Jerome l' entertainment menager fanno un duo alla Totò e Peppino, un vero spasso!!!










    5^ giorno Villafranche
    Buongiorno Promenade!!


    Sbarchiamo con le lancie, tutto avviene molto velocemente e senza accenni di attesa; ad accoglierci un' autentico gioiellino!!!






    Anche Villafranche sarà una vera scoperta, mi ha conquistato completamente!!!!
    Si tratta di una località del genere di Portofino, per intenderci, pittoresca, affaccia su uno splendido ed invitante mare, peccato non avere il costume perchè sbarcati con il piano di andare dritti a Montecarlo, ma volere è potere..

    Giusto a 5 minuti a piedi si trova la stazione e con un biglietto di circa 5 euro provvedono ad un round trip per Montecarlo grazie a treni comodi e climatizzati che in 10 minuti di panoramico tragitto portano a destinazione.
    Vista dalla stazione


    Grazie all'ascensore della stazione arriviamo a Montecarlo e in 5 minuti di cammino ci ritroviamo di fronte il Casinò.
    Incontri piacevoli!!!


    Mio marito, patitissimo del genere, provvede all'acquisto della visita dei magici saloni del rinomato Casinò. Io già ci ero stata da bambina ma assecondo lui..









    Alle spalle dell'ingresso principale del Casinò guarda un po' chi becchiamo arrivare, giusto in tempo..


    Proseguiamo il giro dirigendoci al Principato prendendo un bus, ci godiamo i negozi di souvenir ed i ricordi della famiglia reale in quelle strade; visitiamo anche la famosa Cattedrale dove si sono svolti i funerali ed i matrimoni di famiglia.







    Il caldo si fa sentire parecchio e nel pomeriggio ritorniamo in nave









    Il mio Papy


    Vedere quel mare è una sofferenza già solo dal treno, che facciamo, chi mi segue???
    E' nel sangue l'amore per il mare e per la voglia infinita di visitare, infatti solo i miei genitori, senza esitare, colgono la mia proposta.
    Lascio riposare e sfamare il marito orso e una volta a bordo, giusto il tempo di mettere il costume che sbarchiamo nuovamente tanto che il personale addetto ai controlli si stupisce e tifa per noi.. 3 instancabili croceristi!!

    Scendiamo alla volta della spiaggia ampia e vicina e per un giro nella cittadina ma prima di arrivare alla lunga lingua di sabbia notiamo dei comodi scogli con una discesa accessibile da dove tuffarci e all'unisono senza dire una parola, non resistiamo....via con il bagno rigenerante!!

    Siamo rimasti in acqua per un'ora istigando l'invidia dei croceristi che scendevano dal treno stanchi e accaldati; tutti ci sorridevano e salutavano, anzi, con qualcuno abbiamo scambiato anche alcune battute ironiche, tra questi David Curtis in muta, l'artista dello Schooner Bar che mi ha riconosciuto dopo esserci conosciuti precedentemente a bordo..



    Pieni di grinta ed entusiasmo facciamo un giro nel paesino, acquisiti e souvenir non possono mancare!!!
    Resto senza parole da questa località, mi è piaciuta tantissimo, forse è stata la mia preferita!!
    Tra le strade di Villafranche ci sono bancarelle varie e tra questi mio padre fa un'affare grazie a me, acquista un timone, vero e lo fa con l'inganno suscitando tutto il mio dispiacere..

    Se solo ci fosse stato Daniele con me, l'avrei acquistato con la certezza della sua approvazione, invece, forte dei miei tentennamenti, il papy me lo sfiora da sotto al naso e per i restanti giorni sarà oggetto di frecciatine, tanto che per stuzzicarmi ha una splendida idea per la quale l' ho odiato con tutta me stessa!!!!!!!!!



    Prima di cena vediamo al Teatro Platinum lo show 'Saturday night Fever' dalla durata di 80 minuti in stile Oasis/Brodway con una coreografia che combina lo stile disco ai successi dei Bee Gees, eccezionale!!!! Uno spettacolo adatto a tutti, un'ever green..









    Prima di cena porto i genitori ed il marito in un 'luogo segreto'..





    Dopo cena seguiamo il gioco 'Love e Marriage' nel teatro per poi spostarci al 'The Sphinix' per musica e balli latini
    Inconfondibile ingresso


    E così un'altra giornata volge al termine ed io sono sempre più soddisfatta della crociera scelta per un rapporto nave/compagnia/itinerario perfetto!!
    Chi mi conosce già sa che a questo punto sono ampiamente addentrata nella paranoia della fine crociera e mio marito ormai è passato alle maniere forti dicendomi che se continuerò così non faremo più crociere ma so benissimo di quanto ciò non sia vero e il suo margine di credibilita sull'argomento è pari a – 0 !!!
    Buonanotte Liberty!

    6^ giorno La Spezia
    Indecisi sul da farsi iniziamo presto la giornata e scesi dalla nave prendiamo le navetta messa a disposizione per la Royal che ci accompagna all'esterno del porto dove vi sono vari stand di agenzie turistiche e uno come punto informazione per i croceristi.
    Tra le proposte che più ci invogliano ci sono Portovenere e il water taxi che fa tappe brevissime, del tipo di 30 minuti o 15 presso le località delle cinque terre.

    Optiamo per vedere bene Portovenere e a 500 mt dall'uscita del porto prendiamo un traghetto che in 15 minuti ci porta a destinazione.
    La Liberty dal tragitto porto-traghetto


    Dall'altra parte della nostra banchina si trova una nave della Pullmantour, praticamente in posizione diametralmente opposta, per sua fortuna e scusate se sembro spocchiosa, ma se fosse stata affiancata alla Liberty sarebbe stato alquanto imbarazzante perchè vistosamente datata e piccina al cospetto di Lady L.

    E' stato simpatico l'aneddoto durante l'attesa per il traghetto, ero seduta ad una panchina e mi fanno compagnia una signora e due uomini spezzini che commentavano la presenza della gigantesca Liberty, mi facevano sorridere per i lori commenti positivi e per lo stupore della grandezza della nave, il tutto con un commento finale che riporterò alla precisione, né più, né meno e spero non mi odierete.. :” Certo che Costa o Msc una nave così se la sognano, eh..!!!!!!” con l'accento simpaticissimo ed enfatizzato mi sono fatta una risata sotto i baffi, me lo concederete, spero
    Il tratto via mare è davvero bello e la fa da padrona sempre lei..



    Incontri del 3^ tipo


    Arriviamo a Portovenere in un baleno, caspita, quant'è bella!!!!!
    Che bell'aria si respira qui e quanto è affascinante questo luogo!!!


    Per farci un'idea di ciò che offre la località prendiamo un trenino per un giro simpatico per un prezzo davvero irrisorio




    Decidiamo di addentrarci nel borgo antico e scopriamo il vaso di Pandora, ovvero, il così chiamato 'Carrugio': tanti negozi stupendi ed originali, souvenir, ceramiche, pesto, vino, gioielli unici, etc,etc..


    Alla fine di questo giro arriviamo in un punto panoramico dove si vede la Chiesa di S.Pietro ma notiamo uno sperone roccioso che affaccia chissà dove..
    Scopriamo che siamo giunti alle famose grotte di Byron, una cala tanto cara al poeta durante i suoi momenti di tranquillità e meditazione.
    Vista la bellezza del posto e il blu del mare decidiamo di trattenerci qui per tutto il resto della giornata mentre gli zii proseguono per Rio Maggiore.


    Ritorniamo in nave, come al solito, per ultimi e il mio morale è sotto i piedi al pensiero che domani sarà il nostro ultimo giorno di crociera!!!




    Sempre seguiti..


    Dopo cena seguirà alle 23:15 una festa anni 70 presso la promenade, il cuore pulsante della nave, con Rich e Jerome in vesti di mitici ballerini sexy and cool!!!!









    Questo sballo di festa copre per un po' il velo di malinconia che mi porto dentro..
    Irrinunciabile tour notturno prima di andare a dormire


    7^ Civitavecchia
    E così è arrivato l'ultimo giorno, il più odiato per noi malati di crocierite acuta ad uno stadio avanzato..
    In porto c'è la Mein Schiff 2, la Costa Deliziosa e una nave che in lontananza sembra una piccolissima Carnival ma scoprirò di sbagliarmi.
    Oggi gli zii andranno a Civitavecchia, noi restiamo a bordo a riposare e goderci gli ultimi momenti belli ma alla scoperta delle altre navi in porto scendo giusto per poterle fotografare meglio..









    La giornata la trascorro in totale relax nel Solarium


    Lavoretti da poco..



    Splendido il passaggio della Deliziosa alla partenza














    Tocca immediatamente dopo a noi













    E' giunto il momento fare le valigie, prima di cena, questa volta ho deciso di farle con una rapidità spaventosa, mi sono stupita da sola, sarà stata la rabbia, non scherzo..

    Praticamente lanciavo tutto dentro senza fare la mia selezione e piegatura chirurgica, per dirla a modo di Daniele, il tutto fatto con il 'muso imbronciato' dove è meglio starmi alla larga sennò scoppio a piangere come una donna gravida nel suo exploit ormonale!!
    Giro per la nave e poi cena



    Dopo cena conosco Puccetta, ossia, Paola e suo marito, praticamente eravamo vicinissime senza saperlo e mai avrei immaginato fosse lei l'utente a bordo!!!!!!

    Quando la mattina mi ero connessa per aggiornarmi sui fatti persi nel forum, in particolar modo per leggere qualche pagina persa del live di Raffa, leggendo il suo post in cui precisava il numero del tavolo mi resi conto che si trovava al mio stesso ristorante, alla stessa ora ma non allo stesso tavolo............... bensì quello accanto!!!!!

    Mai avrei immaginato si trattasse di lei, avrei creduto fosse una commensale che si trovava al suo tavolo, sinceramente..
    Dopo un saluto e qualche commento sulla settimana e sulla Royal, per loro prima volta con la compagnia, allora li ho incoraggiati caldamente per l'Oasis e credo, cara Paola, che tuo marito sia moooooolto propenso

    Concludiamo la serata con un giro di saluti tra i membri dell'equipaggio e con il gioco 'The Quest', un must, da non perdere dove ci siamo divertiti tantissimo in squadra con una famiglia di irlandesi scatenati, almeno ho dimenticato per un'attimo lo sbarco del giorno seguente.
    Inevitabile tour finale di ogni luogo, ogni angolo e ogni area per celebrare la fine..

    Perchè una settimana risulta interminabile nella quotidianità della vita e invece schizza via alla velocità supersonica quando siamo a bordo???????
    Dolce sonno Liberty, devi proprio riportarmi a casa????

    Napoli – sbarco



    Per lo sbarco siamo il numero 5, le procedure termineranno alle 9:30 e alle 9:00, ad orario no stress, dopo una colazione tranquilla, siamo fuori.
    Praticamente non vi è nessun punto d'incontro né di attesa per coloro che quel giorno faranno il check out, si deve semplicemente andar via a propria discrezione, per così dire e all'uscita troviamo un ballerino che mastica l'italiano, ci saluta simpaticamente, lo imploro di tenermi dentro e lui ride a crepapelle senza capire che la mia non era una battuta!!!!

    Allego giusto qualche pietanza fotografata, questa volta ne saranno di meno perchè sono praticamente le stessa pubblicate nel diario dell'Oasis.












    Veniamo a dati generali, valutazioni e pro e contro.
    Il Comandante lavora per la Royal dal 1977 con mansioni diverse, come ufficiale dal 1985, è norvegese e mi è parso come una persona molto pacata, alla mano, tranquilla.

    Diciamo solo che non è un tipo 'televisivo', ossia fatto per le pubblic relation ma cortese e disponibile.
    Rich Edwards, come già anticipato, il Cruise Director è di Trinidad e Cobago ed eccelle in ciò che fa; è simpatico, travolgente, una forza della natura, allegro, socievole, caloroso, onnipresente.. Poi balla divinamente, nonostante il 'volume' fisico!!!
    Come già detto all'inizio, uno special thanks va allo straordinario Maitre, Vincenzo Marchese, un siciliano fantastico, dalla spiccata genuinità e simpatia che gli consento di rendere la vacanza una crociera da sogno.

    Dalla prima sera Vincenzo, ormai un'amico, si è messo a disposizione per qualsiasi particolare richiesta e per consigliare in merito a cose da fare ai vari scali, consigli sempre utili e seguiti.

    Avendo ormai uno sguardo vigile, notavo quanto fosse solerte nel capire e prevedere le esigenze dei numerosi commensali, in special modo degli italiani e di farsi in quattro per esaudire qualsiasi richiesta.

    Inoltre è una persona dalla naturale capacità di portare allegria e di motivare il suo staff ma con serenità e non con la rigidità di maitre conosciuti a bordo di altre navi, una tra queste la Navigator, dove maitre con la mania di perfezione e la loro severità sono capaci di guastare il clima di festa da crociera a chi, come me, non scappa nulla.

    Vincenzo ha la capacità di farsi voler da subito bene, come una persona di famiglia o come un vecchio amico, cosa che mette a proprio agio tutti e che rende la cena un momento piacevole e atteso.

    A differenza di altri maitre, conosciuti per esempio a bordo della Splendour o Freedom, Vincenzo è stato uno di noi, sempre presente in sala e non si limitava, come in altri casi, al giro fugace tra i tavoli, il sorriso e la domanda asettica 'Is everything's ok?'
    Quasi tutte le sere ci ha deliziati con i suoi piatti all'italiana, da leccarci i baffi!!!
    Il Maitre numero 1 in assoluto, a lui un immenso grazie!!!

    Cokj spero possa confermare o smentire visto che anche lui conosce Vincenzo.
    Spero di poterlo incontrare nuovamente, chissà, forse sarà di nuovo a bordo della Liberty il prossimo anno e auguro a tutti voi di poterlo conoscere.


    l personale al ristorante sempre gentile e premuroso ma si stupivano del perchè parlassimo inglese e spagnolo visto che pochi italiani sono così propensi, ahimè, all'internazionalità della Royal..

    L'assistente di cabina era discreto e cortese e la pulizia della cabina era 7-; ho scambiato quattro chiacchiere con lui, aveva assegnate 16 cabine e lavorava dalle 8 alle 13 e dalle 17 alle 23.

    Ogni membro dell'equipaggio era tranquillo, sorridente ed amichevole.
    Mai respirato un clima di tensione o di stress in nessuna area comune.
    Cucina del Winjammer, superba, c'è poco da dire.. All'ingresso sempre presenti membri dell'equipaggio che con garbo e tanto di sorriso sono pronti a ricordare il rito della pulizia delle mani ancor prima di salutare. Al buffet molto personale disponibile ad accontentare le richieste degli ospiti, pronto ad accompagnare al tavolo; è prassi offrire bibite o altro appena seduti o durante tutta la permanenza. Il servizio è stato davvero superbo e molto attento.
    Cucina del Rembrandt di mio gradimento ma non mediterranea, ovvio!

    A me che sono propensa alla cucina internazionale e ad assaggiare le novità, la cucina Royal l'apprezzo notevolmente.
    Grazie alla cucina Royal ho modo di mangiare pietanze buonissime che in nessun ristorante italiano avrei l'opportunità di mangiare, né tantomeno di cucinare a casa.

    Eppure sono un tipo difficile ma so sempre scegliere le pietanze che più credo mi possano soddisfare.
    La nave credo fosse piena ma mai l'ombra di una fila o di attesa, né alle piscine, né al winjammer, neppure il giorno di navigazione,
    Ciò nonostante, riconosco che per qualcuno non sia così, per esempio per mia madre, una cuoca esigente, dal palato prettamente italiano, lei prediligeva di gran lunga la cucina del Winjammer.

    A bordo la maggioranza degli ospiti era di nazionalità norvegese, poi spagnola, americana e come ultimi noi italiani, circa 80.
    Ritornando al discorso dell'itinerario, come già accennato, lo rifarei immediatamente!!!
    Offre davvero tante possibilità pur ripetendolo 2 o 3 volte e uno dei tanti pro è la lunga durata nei porti, la nave partiva a fine giornata, infatti questi erano gli orari del tutti a bordo: fino alle 16 a Barcellona, alle17:30 a Seyne sur mer, alle 18 a Napoli, alle 18:30 nel caso di Villafranche, La Spezia e Civitavecchia.

    Il meteo, a differenza di quanto previsto dal cruise compass, è stato sempre splendido, mai una goccia d'acqua mentre qui in Italia è stato praticamente novembre..

    Temevo il peggio per il mare agitato quando ci siamo avvicinati alle bocche di Bonifacio e nel Golfo del Leone, mia madre soffre il mal di mare, invece nulla di nulla, la nave era come ferma.

    Qualche sera ho sentito gli stabilizzatori e mi sono stupita perchè, da quanto capito, si attivano quando c'è mare mosso così da permettere stabilità alla nave evitando oscillazioni, sbaglio? Eppure non vi è stato nessun' accenno di movimenti della nave..
    Generalmente il vento era molto forte, sopratutto nel primo giorno, quello di navigazione. Addirittura, la tv interattiva riportava due misure diverse del vento, una di queste era 44/45h, voi che siete esperti, era un valore nella norma?
    Ho notato solo che la nave procedeva molto velocemente, ad eccezione del giorno di navigazione, immagino sempre per il discorso del vento..
    Contro???? E' difficile trovarne, senza esagerare, a differenza di quanto tutti credono e mi chiedono, nella vita normale, a bordo e conoscenti, svolgo un lavoro che non ha nulla a che fare con il turismo, quindi Royal neppure immagina io chi sia, quindi, giusto per precisare, se vi fossero mancanze o migliorie da apportare, per quanto sono esigente e critica nei servizi che scelgo, a partire dalla tazzina del bar dove bevo il caffè o dall'hotel o dal volo scelto, allo stesso modo farei con Royal, precisiamo!!!

    Tutti gli amici dicono che dovrei fare la selezionatrice per un noto e mondiale motore di ricerca conosciuto per le recensioni, questo per rendere l'idea di quanto sia arduo soddisfare i miei canoni.

    Detto ciò, scevra da parzialità e preferenze, dico che i contro ci sono stati, ma chiamarli così è già troppo.
    Ciò che non ho amato in questa crociera è stato il multiscalo; praticamente ci si imbarcava ovunque tranne che a La Spezia e Civitavecchia, forse questa sarà cosa ricorrente e comune in altre compagnie ma a me proprio non piace, sarà che essendo la prima volta che vivo quest'aspetto!
    Per questa crociera l'home port resta Barcellona, quindi il secondo giorno di viaggio sentirsi la canzone di saluto e vedere tante persone giù di tono per la fine della vacanza e bagagli dapertutto, proprio per me, che cerco subito di liberarmene, è un dettaglio non da poco.
    Il giorno dell'imbarco siamo entrati a bordo in maniera abbastanza anonima, senza foto di rito, per intenderci..
    Di conseguenza essere i soli a sbarcare a Napoli non è bello; fatto sta che il prossimo anno, essendo home port Civitavecchia, oltre ad essere molti di più gli italiani a bordo, credo che le cose andranno diversamente.

    Un'altro contro riguarda sempre l'italiano. In molti 3d ho detto il mio pensiero in merito, sostanzialmente che, se vai negli Usa non pretendi che al ristorante o in hotel ti si parli in italiano, idem per la Royal, la lingua di bordo è l'inglese e su questa cosa noi italiani proprio non vogliamo capacitarci, e và bene.

    C'è da dire, però, e forse sarà una delle poche volte in cui prendo parte a favore dei miei compatrioti e scusatemi in anticipo per questa ammissione, sarebbe meglio non specificare l'assistenza italiana a bordo semplicemente perchè questo temine viene interpretato a discrezione del viaggiatore, a quanto pare.

    Molti per assistenza traducono animazione italiana ma non è così.
    Si, vi erano membri dell'equipaggio che parlano bene italiano, tra questi un'indiano incontrato solitamente al Winjammer, o al desk information una gentile signora bionda, Vincenzo, credo il solo italiano a bordo, una simpatica ragazza al negozio dei souvenir, un ragazzo rumeno all'interno dei negozio dei liquori, qualche ballerino che simpatizzava con il nostro idioma, ma di certo non sono sempre dietro l''angolo come le nostre ombre.. Non è che vai al Sorrento's e ti parlano in italiano, la seconda lingua poi era lo spagnolo, fluentemente parlato dal 60, 70% o più dell'equipaggio.
    Ogni attività è sempre in inglese e tradotta in spagnolo essendo Barcellona il porto dove imbarcano la maggior parte degli ospiti.
    Solo al ristorante Rembrandt Vincenzo traduceva in spagnolo ed italiano coinvolgendo tutti.
    Mi rendo conto che chi non parla altra lingua che l'italiano, come i familiari con me a bordo, questo può essere vissuto come un dramma.
    Infatti parlando con loro, ascoltavo che dicevano che se non fossi stata io a 'portarli' alla Royal, loro mai avrebbero provato, proprio a causa della lingua e che senza di me non si sentirebbero di prenotare una crociera. Questo credo sia un po' estremo come ragionamento, però ci può stare, ciò non toglie che è un problema, una mancanza del passeggero, non della compagnia se non si conosce una lingua che non sia quella italiana.
    Anche se, in un'occasione ho notato che al desk information, mentre eravamo in attesa di un' opertatore, una coppia compatriota parlava con un giovane brasiliano il quale, non conoscendo l' italiano ha contattato subito e fatto arrivare un collega dall'interno per tradurre la conversazione perchè l'altra collega che conosce l'italiano era al momento impegnata con altri italiani.

    Per di più un responsabile mentre eravamo in fila chiedeva nello specifico se parlassimo italiano per rendere disponibili gli operatori esclusivamente per chi parlasse la la nostra lingua; non l'ho trovata cosa da poco.

    Solo a bordo della Navigator, proprio perchè l'unico porto nel 2011 era Civitavecchia, la lingua di bordo era l'inglese e così sarà sempre, rassegnatevi, ma tutte le attività erano parallelamente tradotte in italiano, non in spagnolo.

    Quindi, mi aspetto che la vera assistenza in italiano andrà in vigore solo nel 2014 quando ci si imbarcherà da Civitavecchia, questo è come se fosse stato praticamente un po' un giro pilot, di monitoraggio nei confronti del mercato italiano per una nave di tale rilevanza.
    Permettetemi solo di aggiungere una cosa. Mi sono chiesta anche io: 'se non parlassi in inglese e abbastanza in spagnolo, sceglierei Royal?'
    La mia risposta sinceramente è stata si, comunque; perchè pur non comprendendo le attività, resta il fatto che le navi offrono così tanto, gli spettacoli sono così 'Wow', i servizi così ad un alto livello che, onestamente, della lingua di bordo proprio non mi importerebbe anche perchè, a parte gli spettacoli di cabaret con vari comici, a tutto si può prendere parte senza sentirsi pecore nere, comunque riuscendo a capire ciò che avviene. Insomma, non parlare una lingua, qualunque essa sia, non dev'essere vissuto come un handicap,perchè è di questo che stiamo parlando; non capire un idioma non significa non vedere e non paralizza le capacità sensoriali, né quelle motorie.

    Il mio incoraggiamento è quello di provare cosa significa una crociera Royal e di non lasciarsi scappare un'opportunità come quella di godersi una magnifica vacanza a bordo di una nave del calibro della Liberty solo perchè parliamo italiano e basta, sarebbe davvero un peccato..Mi butterei nel fuoco e dico che non ve ne pentireste dopo averla provata.
    A proposito, le seapass non le hanno ritirate al check out, sarà che sapevano che dovevano passare prima sul mio cadavere e si saranno voluti risparmiare una sconfitta, mah???!!!
    Condizioni e pulizia della nave, excellent, what else..?

    Sò bene di essere stata eccessivamente prolissa ma era mio desiderio, è più forte di me, potervi esternare ogni cosa con racconto e immagini, la bellissima crociera fatta a bordo della mega Liberty ots; è che nella vita di tutti i giorni con poche persone posso condividere questa immensa passione che và sempre più a consolidarsi tanto da credere che, forse, il mio desiderio nascosto era quello di lavorare a bordo delle navi da crociera, ma l'ho scoperto tardi ed ora, non mi resta che vivere la vita a bordo da ospite, non da ingranaggio di una macchina perfetta.
    A quando la prossima crociera? Amaramente, rispondo con un non ne ho la più pallida idea; quest'anno, per la prima volta, scendiamo a quota 1 crociera all'anno, dopo 2 anni di 2 in 3 mesi.

    A settembre, come tutti gli anni, faremo un bellissimo viaggio, in genere combiniamo States e crociera ai Caraibi, ma anziché ritornare per la seconda o terza volta nelle stesse città americane e scegliere di nuovo Oasis/Allure visitando per la terza o quarta volta le stesse isole dei Caraibi, ci è toccato cambiare del tutto, sarà un viaggio altrettanto bellissimo ma il pensiero di non avere idea riguardo a quando faremo un'altra crociera, mi sfinisce, pensate quanto sia malata!!!!!!

    Senza contare che nel 2014 nel mediterraneo resteranno solo la Liberty e la Splendour..
    Staremo a vedere, comunque andrà, aveva ragione su tutti i fronti mio marito, valeva la pena scegliere la Liberty e sono stata felicissima di averla fatta, come sempre, really an amazing cruise!!!
    Last edited by Silviette; 21-July-2013, 18:41.
    Carnival Valor 2008 Caraibi ~ Carnival Victory 2010 Caraibi ~ RCC Navigator 2011 ~ RCC Freedom 2011 Caraibi ~ RCC Splendour 2012 Grecia e Turchia ~ OASIS OF THE SEAS 2012 Caraibi ~ RCC Liberty 2013 Med. Occ. ~ Celebrity Reflection 2014 Grecia e Turchia - Costa Victoria 2018 Baleari, Italia, Spagna - Msc Seaside 2019 Caraibi

  • #2
    Il tuo diario è sempre meraviglioso! complimentissimi!

    Comment


    • #3
      Grazie del fotodiario Silviette !!!
      Il prossimo anno vorrei provare Royal per la prima volta e pensavo proprio alla Liberty da Civitavecchia ... devo dire che questo tuo diario mi invoglia molto.
      Due domandine:
      1) la nave è adatta ai bambini ? Ne hai visti molti a bordo ?
      2) l'aria condizionata è eccessiva o sopportabile ?
      -----
      "E' meglio restare in silenzio e sembrare ignoranti piuttosto che aprire bocca e togliere qualsiasi dubbio"

      Comment


      • #4
        Grazie per i complimenti
        No, la nave non è adatta ai bambini... È un mondo costruito attorno a loro!!!! Attività per ogni età ed il parco acquatico immenso, colorato e con tanti giochi acquatici. Per non parlare poi delle parate della DreamWorks sulla Royal promenade con i personaggi di Madagascar, etc,etc, cose inimmaginabili!!!!! Le tue principesse si divertirebbero molto!!!!
        L'aria condizionata c'è ma nn e' insopportabile come a bordo delle navi posizionate ai Caraibi dove, praticamente, si gela. In ogni caso, e' sempre meglio portassi dietro dei golfini, sopratutto per le piccine.
        Carnival Valor 2008 Caraibi ~ Carnival Victory 2010 Caraibi ~ RCC Navigator 2011 ~ RCC Freedom 2011 Caraibi ~ RCC Splendour 2012 Grecia e Turchia ~ OASIS OF THE SEAS 2012 Caraibi ~ RCC Liberty 2013 Med. Occ. ~ Celebrity Reflection 2014 Grecia e Turchia - Costa Victoria 2018 Baleari, Italia, Spagna - Msc Seaside 2019 Caraibi

        Comment


        • #5
          Bellissimo diario . Complimenti ... Che voglia di salire sulla Liberty... Anche se per l'anno prossimo i programmi crocieristici sono diversi per noi, non si sa mai...sono sicura che ne saremmo tutti entusiasti in famiglia grandi e piccoli

          Comment


          • #6
            Come sempre Silvia emozionante diario letto tutto d'un fiato; anche se avevo gli occhi che mi si chiudevano in quanto reduce da un matrimonio che mi ha mandato a casa alle 5 della mattina con sveglia alle 10:00.

            Un abbraccio
            "La vita è un viaggio; viaggiare è vivere 2 volte"

            Comment


            • #7
              Cara Silvia, come sempre i tuoi diari sono fantastici e coinvolgenti!!!!!!
              Per non parlare delle foto, stupende!!!!!!
              Sei forte!!!! Una grande!!!!!!
              Letto tutto d'un fiato, ma mi riprometto di rileggerlo con calma per assaporarlo meglio!!!
              Grazie, un abbraccio!!!

              Comment


              • #8
                Complimentissimi per questo ottimo diario... La nave è bellissima e l'itinerariovin fin dei conti non è così male... Vedo che Ormai hai la "Royalite"

                Concordo sul fatto dell'imbarco effettuato da più porti.
                A me darebbe fastidio salire su una nave e sentirmi un po' spaesato perchè non la si conosce ancora bene, mentre quasi tutti gli altri ospiti a bordo ormai sembrano a casa loro, gli annunci che per la maggioranza sono riguardanti lo sbarco mentre per altri la crociera è appena iniziata e cocktail di benvenuto quando ormai è ora di scendere. Vedere facce tristi per il ritorno a casa e facce gioiose per l'imbaco appena avvenuto.
                Ho provato questa esperienza l'anno scorso con Mariner, ma qua i porti erano solamente Civitavecchia e Genova e quindi la cosa non è stata così marcata.
                Purtroppo questi imbarchi sono sempre più frequenti...
                2011 - Costa Atlantica "Le grandi capitali del Baltico"; 2012 - Mariner of the Seas "Mediterraneo Occidentale"; 2013 - Costa Fascinosa "Panorami d'Oriente"; 2015 - Costa Diadema "Meraviglie del Mediterraneo"

                Comment


                • #9
                  Silvia finalmente il diario!!! Ero preoccupata!!
                  Grazie per le tue emozioni, mi sto convincendo per l' anno prossimo!!! :thumbup:

                  Comment


                  • #10
                    Ciao Silvia, grazie per il bel foto-diario che ho letto e visto tutto di seguito!
                    Condivido le tue considerazioni riguardo la lingua ufficiale, penso però che molte persone, come me ad esempio, pur conoscendo un pò di inglese (quanto occore per farsi capire e arrangiarsi), in vacanza preferiscano non affrontare questo impegno, se non strettamente necessario, diciamo pure che è una questione di relax!

                    E' vero, è un limite di noi italiani avere difficoltà ad accettare e imparare rapidamente una lingua diversa dalla nostra, ma tant'è!

                    A fine diario scrivi che la maggior parte dei passeggeri era norvegese: ho letto bene? Non immaginavo che Royal avesse un mercato così affermato in quella nazione...
                    Un'altra domanda: è confermato che Navigator non torni nel Mediterraneo l'anno prossimo?
                    "Lo spettacolo del mare provoca sempre un'impressione profonda: esso è l'immagine di quell'infinito
                    che attira incessantemente il pensiero e nel quale il pensiero incessantemente si perde"
                    (Madame de Stael)

                    Comment


                    • #11
                      Si, questa sarà l'ultima stagione perla Navigator e mi dispiace ma a questa nave vanno molti meriti, uo su tutti quello di aver accolto il numero maggiore di italiani a bordo. Si, tantissimi norvegesi. Considera che la Royal nasce quale compagnia norvegese acquisita solo successivamente dagli americani. E' un po' come per la Costa, era italiana, ora appartiene a mamma America ma continua ad essere considerata italiana dagli italiani e pertanto molto frequentata da quest'ultimi.
                      Carnival Valor 2008 Caraibi ~ Carnival Victory 2010 Caraibi ~ RCC Navigator 2011 ~ RCC Freedom 2011 Caraibi ~ RCC Splendour 2012 Grecia e Turchia ~ OASIS OF THE SEAS 2012 Caraibi ~ RCC Liberty 2013 Med. Occ. ~ Celebrity Reflection 2014 Grecia e Turchia - Costa Victoria 2018 Baleari, Italia, Spagna - Msc Seaside 2019 Caraibi

                      Comment


                      • #12
                        cara Silvia, hai pubblicato un fotodiaro da 10 e lode, sei bravissima nel far rivivere a noi le Tue sensazioni, e di questo ti ringrazio.
                        mi hai trasmesso il Tuo entusiasmo che gira gira ci saliamo sulla Liberty ....... (dove ancora non lo so ....)
                        ciao
                        Giuseppe
                        Ago 2010 Navigator of the Seas West Med - Lug 2011 Mariner of the Seas Holy land - 7 lug 2012 Adventure of the Seas West Med from Malaga - 30mar2013 Oasis of the Seas west Caribb. - 19apr2014 Oasis of the Seas east Caribb - 24ago2014 Celebrity Silhouette Greek Isles cruise - 3sett2015 Allure of the Seas Western Mediterranean -29dic2015 Mariner of the Seas Spice Of Asia Cruise

                        Comment


                        • #13
                          Grazie Giuseppe!!!!!! Be' dopo l'Oasis potresti trovarlo un momento per provare la Liberty!!!!! La classe Freedom merita davvero!!!! sono felice sia piaciuto..
                          Carnival Valor 2008 Caraibi ~ Carnival Victory 2010 Caraibi ~ RCC Navigator 2011 ~ RCC Freedom 2011 Caraibi ~ RCC Splendour 2012 Grecia e Turchia ~ OASIS OF THE SEAS 2012 Caraibi ~ RCC Liberty 2013 Med. Occ. ~ Celebrity Reflection 2014 Grecia e Turchia - Costa Victoria 2018 Baleari, Italia, Spagna - Msc Seaside 2019 Caraibi

                          Comment


                          • #14
                            come sempre ottimo diario Silvia, non so come fai a tirarlo giu' tutto in una volta... il mio a confronto sembra beautiful in quante volte lo sto scrivendo,
                            complimenti anche per i luoghi visitati.... e per le foto....
                            Ausonia 05-1997 - Oasis OTS 06-2013

                            Comment


                            • #15
                              Bellissimo diario...come al solito...letto tutto d'un fiato!!!Complimenti!!!!
                              Micaela

                              Aprile 2011_Msc Lirica:mini-crociera di Pasqua
                              Settembre 2011_Costa Mediterranea:Festa dei colori

                              Comment

                              Working...
                              X