Advertising home TOP

Collapse

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

" Un viaggio nelle emozioni...Victoria, i ricordi rivivono nella splendida realtà."

Collapse
This topic is closed.
X
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • #31
    ...Come?
    Mi dite che è passato l'orario del "tutti a bordo" a Savona, e Victoria è già salpata con la prua a sud, verso la Sardegna?

    Chi è stato in crociera con me (...e due amici presenti a bordo anche questa volta lo sanno bene...!), sa che mi imbarco tra gli ultimi, e per ben due circostanze ho avuto l'ebbrezza di essere stato proprio l'ultimo crocierista a risalire a bordo...

    A Savona però non si può fare, è il porto d'imbarco, quindi più presto è meglio è, tanto più se la nave è Costa Victoria...

    Vabbè, oggi prendo una pilotina, e insieme alla mia dolce metà raggiungo subito Victoria e gli amici che già sono imbarcati e partiti, me lo concedete?...!

    Victoria mi accoglie come farebbe una signora raffinata: niente lustrini nè effetti speciali, ma stile, eleganza, ricercatezza. La cabina è più che a posto, silenziosa, situata a prua nel semiponte 6A, e si rivelerà una piacevole e discreta complice di un viaggio tra i più belli.

    L'atrio Planetarium accoglie al primo appuntamento il nostro gruppetto di amici: è già una festa, come lo saranno i giorni successivi, tra la Sardegna, le Baleari e Tarragona.
    La scultura essenziale e colorata osserva, quasi compiaciuta, i saluti e gli abbracci e i primi commenti...

    Da dove osservare la partenza? Che domande, dalla terrazza di poppa ovviamente! E' vero, non possiamo ancora apprezzarla e sfruttarla appieno, un pezzo per volta è sottoposto a manutenzione che evidentemente a Marsiglia, a fine marzo, non hanno potuto completare. Ma non è un problema, Victoria si fa ampiamente perdonare offrendoci un'uscita dal porto di poppa, e un'accostata a sinistra da veri gourmet della navigazione...

    E' la mia seconda esperienza su questa unità, sono passati otto anni dalla crociera verso le isole greche, quindi il riscoprire con una passeggiata ai ponti 6 e 7 i vari locali, alcuni con nuovi arredi più attuali, altri che ti fanno ricordare episodi dell'occasione precedente, è doveroso ma soprattutto piacevole e coinvolgente.

    A sera si entra già nel vivo della crociera: a cena un bel tavolo a sei posti, situato in disparte quindi in zona non rumorosa, ci raccoglie tutti. Spettacolo, casinò, musica dal vivo, si fa presto ad arrivare all'una di notte...

    Nel frattempo Victoria ci fa ammirare a tribordo le coste della Corsica, tutte illuminate.

    Non c'è inizio migliore. E domani si sbarca ad Olbia...
    "Lo spettacolo del mare provoca sempre un'impressione profonda: esso è l'immagine di quell'infinito
    che attira incessantemente il pensiero e nel quale il pensiero incessantemente si perde"
    (Madame de Stael)

    Comment


    • #32
      Originariamente Scritto da agra Visualizza Messaggio
      Non so quante volte sia d'inverno che d'estate, sia per mare che per cielo, ho visto quello che tu Oriana hai immortalato nelle foto all'ingresso di Olbia. Ogni volta la stessa emozione ... ritrovare lì a sinistra Tavolara ... che pare aspettare chi ritorna sull'Isola. E ogni volta sento quel profumo di mare e di macchia mediterranea che mi avvolge. A marzo quest'anno il rosmarino era già in fiore ...!!!


      Credo si possa identificare come 'male' ....mal di Sardegna.

      È il desiderio del ritorno, il richiamo di una terra che anche se non di appartenenza natìa, ti chiama, ti attira come una calamita.
      Non ci si può sottrarre, come non lo possono fare chi è dei luoghi, chi passa la maggior parte del suo tempo in ' continente'; è il male degli isolani che pur ogni tanto pensano di odiarla, nel senso buono ...perché lontani da tutto il resto del mondo...basta un nulla per averne nostalgia.
      Il perché, come per tutto è sconosciuto...o forse sì, è l'appartenenza con radici profonde a questa terra...vai, ma poi ritorni...


      Ci sono tanti ' mali' , che ci consumano, lo stiamo inaspettatamente scoprendo ognuno di noi in questo diario, possiamo trovarli in ogni viaggiatore che torna da un luogo e non sazio ci vuol subito ritornare.


      Sarà bello per noi, scoprire con te la Sardegna, cara Angela... chissà che forse non ne conosci parte dei suoi segreti...

      A domani, è tardissimo...
      Oriana

      ### Moderatrice del forum ###

      " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

      Comment


      • #33
        Originariamente Scritto da Gabriele C. Visualizza Messaggio
        ...Come?
        Mi dite che è passato l'orario del "tutti a bordo" a Savona, e Victoria è già salpata con la prua a sud, verso la Sardegna?

        Chi è stato in crociera con me (...e due amici presenti a bordo anche questa volta lo sanno bene...!), sa che mi imbarco tra gli ultimi, e per ben due circostanze ho avuto l'ebbrezza di essere stato proprio l'ultimo crocierista a risalire a bordo...

        A Savona però non si può fare, è il porto d'imbarco, quindi più presto è meglio è, tanto più se la nave è Costa Victoria...

        Vabbè, oggi prendo una pilotina, e insieme alla mia dolce metà raggiungo subito Victoria e gli amici che già sono imbarcati e partiti, me lo concedete?...!












        Non c'è inizio migliore. E domani si sbarca ad Olbia...
        Gabriele!!!!...insomma non cambi mai....

        Dovete sapere che Gabriele è quello del Last Minute...ma che dico!!...last second.........insomma, la corsa all'ultimo...ma ultimo, dopo di lui ritirano la passerella!!

        Ora, eravamo un po' preoccupati....ci si chiedeva :
        ... " ma con cosa arriverà...?...forse ?.......no, non galleggia........mmhhh....potrebbe........alla 007, si qui ce lo vedo !!...anche se poi ci vuole un paracadute.....ma poi se non c'entra la mira???.........finisce male...e addio crociera....

        Eccolo invece.....arriva veloce e sottobordo salta su!!









        Finalmente!!
        Benvenuto a bordo Gabriele!!!
        Oriana

        ### Moderatrice del forum ###

        " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

        Comment


        • #34
          - Sardegna -



          Il profumo di mirto,
          lo scoglio irto,
          quel suolo duro
          di un dialetto oscuro,
          il mare chiaro
          di un bello raro,
          le coste assolate
          dal vento frustate.

          Gli spazi sconfinati, gli stagni, la
          Gallura,
          le rughe assai marcate su antica
          faccia dura,
          volto dimenticato, specchio della
          natura!

          Peccato che talvolta l'abbiano
          imbellettata, l'abbiano offesa,
          l' abbiano violata
          ma se è rimasto in te un po' di
          naturale,
          di autentico, di vivo, spontaneo ed
          ancestrale,
          di questo questa terra imparerai
          ad amare!


          Fandelmare.


          Ringrazio tantissimo il nostro amico Sergio/ Fandelmare, che mi ha concesso di pubblicare questi bellissimi suoi versi.
          È il nostro poeta...il poeta ufficiale del Forum , un amico, un grande viaggiatore che conosce molto bene questa terra... forse, dico forse, meglio della sua terra natìa... grazie!









          " L' avvicinamento alla costa ha sempre qualcosa di speciale, di magico. La lentezza in cui procede Victoria permette di avere una visione a 360°, di tutto ciò che le sta attorno. La nave, la conformazione stessa permette una visione completa, ed è un continuo spostarsi da un lato all' altro per poter catturare il paesaggio.

          Angela parlava di Tavolara, per lei punto di riferimento, ed è un sentirsi a casa è l' avvicinarsi a casa ed a una realtà gradita, speciale, tanto che quando ne è lontana, ne sente la mancanza..
          Sicuramente sarà così per molti di voi...

          Per me, che è la prima volta, è un...

          - " Eccomi " ....mi paleso finalmente ai tuoi occhi, sono Tavolara e sono reale!! ".

          " Sono reale, sono un monte, sono un'isola nell' isola...sono un massiccio di granito...


          Sono!...e non più solo fotografia!.." -







          ... solo attraverso le fotografie, via web, via Wapp dei tanti amici che risiedono qui, ho potuto conoscerla ed oggi riconoscerla lì...in mezzo al mare...."









          " Non ho potuto seguire tutto il percorso e le manovre di ormeggio, in quanto l' orologio chiama!
          L' incontro per la nostra escursione è molto presto, lo scalo è corto e bisogna sfruttarlo al meglio.
          Recuperiamo in cabina, zaino, acqua e l' immancabile reflex e via all' appuntamento!"




          La Sardegna tutta è ricca di bellezze, ma questa zona lo è forse ancor di più.
          La scelta è stata ardua...ma la Maddalena ed il suo splendido mare, le piccole baie mi hanno da sempre attirato, quindi la scelta è caduta su questo luogo.

          Ci siamo affidati all'escursione organizzata per i tempi ristretti e per raggiungere la meta, sarebbero occorsi più mezzi, con in più imbarco e sbarco da Palau, per l' isola. Non in secondo piano la bontà dell' escursione stessa, con l' accompagnatore che ci guiderà per tutta la Maddalena, facendoci scoprire scorci da sogno!


          Una guida brava ma anche di piacevole compagnia. A parole sue, siamo stati fortunati in quanto, solo ieri la zona era battuta da una forte perturbazione, con pioggia e raffiche violente di vento, che si sa...in questa zona non scherza.

          Si parte dunque direzione : Palau.







          Attraverso una strada in parte pianeggiante in parte in leggera salita, ci siamo sentiti un pochino esploratori in questo angolo incontaminato di tanta bellezza....














          Lungo il percorso ci siamo sentiti padroni dei luoghi, soli sulla strada e solo in compagnia con picchi granitici che mi hanno sorpresa, ad ogni svolta ad ogni curva....












          " Sono particolarmente rapita da questo paesaggio, dalla selvaggia naturalezza dei luoghi....tavolieri variopinti di verde, punteggiato da fiori spontanei dai colori accesi, amalgamati tra loro solo dal pennello geniale di madre natura.
          Un' ulteriore regalo della natura in questo periodo dell' anno che, dato il clima particolarmente instabile e piovoso, ci regala un'inaspettata primavera, laddove in giugno, si sarebbero viste solo aride e bruciate pianure.

          Ondeggiano leggeri i colori su questo mare verde....ci accompagnano lungo la corsa del bus...

          Il tempo ci permette di fare una deviazione, ci attendono a Palau, ma per l' imbarco c'è tempo.


          Sfilano i cartelli stradali innanzi a me...nomi strani, noti sentiti a volte nominare da amici o nei tg..... Arzachena...uno tra i tanti che ricordo....

          Il bus giunge in un tratto pianeggiante e si palesa da lontano l' azzurro.....





















          Acqua chiara, limpida da cartolina, come le tante ricevute nel corso degli anni.... aria fresca, anche se all' interno del bus vige l'aria condizionata, la ' sentiamo' attraverso le immagini di ciò che corre fuori a pochi passi da noi....










          .....comincia l' infilata, una dietro l'altra di piccole baie , con specchi al posto dell' acqua dove si riflette la calma placida di questi luoghi....mi dicono due amiche via Wapp: " Oriana, sei giunta in Paradiso "....sei nel paradiso della nostra isola!!!"

          .....Lo penso veramente....



          Siamo giunti in un grazioso paese in cui tutto è fiorito, una zona residenziale di case quasi tutte con un piccolo giardino...a pochi passi dalla baia....














          ....meravigliose bouganville...e sembra già estate!!


          Risaliamo in un punto panoramico, abbiamo ancora un po' di tempo prima dell'imbarco....
















          In uno splendido controluce si palesa tutto il golfo innanzi a noi...la guida ci fa scendere in un bel piazzale e spiega...

          - "... laggiù La Maddalena, la nostra meta, più in là ma vicinissima Caprera....questo , questo grande monolito innanzi è l' orso! -

          - " Avete mai sentito parlare dell' orso di Palau? ...un coro di sì, no .... dov'è che non lo vedo!?....

          In realtà io anche non lo vedo o meglio lo vedo, lo intuisco dal grande blocco che sovrasta su tutto....sarebbe bello si, sarebbe bello poterlo vedere da vicino....



          E poi....


          - " ....Guardate, guardate più a sinistra , laggiù Budelli e poi ancor più in là, si scorge, si scorge appena...la Corsica e le sue Bocche, laggiù...." ...e indica con l' indice...." Bonifacio "











          Resto così, lì...ammutolita si! Ammutolita per il paesaggio e l' incredibile teatro di scena, un palco a cielo aperto è il mare , dove vanno in scena i colori...la mutevolezza della luce, i bagliori che passano e il sole scintillante sul mare.....


          - Rispondo al Wapp : " Hai ragione!! La tua terra è un Paradiso !!! "




















          ....il profumo di mirto, lo scoglio irto...
          ....il mare chiaro, di un bello raro....








          ....il viaggio continua....
          Oriana

          ### Moderatrice del forum ###

          " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

          Comment


          • #35
            Oriana, volentieri vi accompagno.

            Comment


            • #36
              È ancora il momento dei ricordi. Questa crociera ne è piena. E così compare Olbia, io ne ricordo l’avvicinamento per tante estati dall’alto di un aereo.
              E ricorderò... il lungo mese di vacanza, il pranzo annuale alla Tavolara, il mare della Cinta, i profumi delle piante, la carta da musica, i sospiri e sarà un dolce ricordare.
              Sono curiosa di vederla dal mare, le immagini di Oriana sono bellissime, speriamo riuscire a svegliarci presto!!





              Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
              235 notti trascorse a bordo!! Costa (169), MSC (29), Royal (27), Celebrity (10)

              Comment


              • #37
                Oriana, una meraviglia! I versi poetici di Fandelmare riescono a interpretare benissimo!!! I tuoi occhi con gli scatti fotografici hanno messo l'accento proprio su panorami, vegetazione, sassi che anche io ammiro ogni volta sempre più ammaliata! Per non parlare del mare ... Grazie infinite!!
                Il più bel viaggio che possiamo fare è quello di andare l'uno verso l'altro. Paul Morand

                Comment


                • #38
                  Originariamente Scritto da Didi Visualizza Messaggio
                  Oriana, volentieri vi accompagno.
                  Originariamente Scritto da cuochina Visualizza Messaggio
                  È ancora il momento dei ricordi. Questa crociera ne è piena. E così compare Olbia, io ne ricordo l’avvicinamento per tante estati dall’alto di un aereo.
                  E ricorderò... il lungo mese di vacanza, il pranzo annuale alla Tavolara, il mare della Cinta, i profumi delle piante, la carta da musica, i sospiri e sarà un dolce ricordare.
                  Sono curiosa di vederla dal mare, le immagini di Oriana sono bellissime, speriamo riuscire a svegliarci presto!!





                  Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
                  Originariamente Scritto da agra Visualizza Messaggio
                  Oriana, una meraviglia! I versi poetici di Fandelmare riescono a interpretare benissimo!!! I tuoi occhi con gli scatti fotografici hanno messo l'accento proprio su panorami, vegetazione, sassi che anche io ammiro ogni volta sempre più ammaliata! Per non parlare del mare ... Grazie infinite!!
                  Io vi ringrazio, vi ringrazio tutte...è difficile per me scrivere in questo momento, difficile per tanti motivi...

                  Grazie , per la condivisione dei ricordi e nel portare avanti il diario, segno che per alcuni ha valore anche altro... che non siano solo i pacchetti, i servizi...le.. 'dritte' .

                  Un saluto.
                  Oriana

                  ### Moderatrice del forum ###

                  " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

                  Comment


                  • #39
                    Originariamente Scritto da capricorno Visualizza Messaggio
                    Io vi ringrazio, vi ringrazio tutte...è difficile per me scrivere in questo momento, difficile per tanti motivi...

                    Grazie , per la condivisione dei ricordi e nel portare avanti il diario, segno che per alcuni ha valore anche altro... che non siano solo i pacchetti, i servizi...le.. 'dritte' .

                    Un saluto.
                    Tranquilla, c'è ancora gente che ha voglia di conoscere le esperienze altrui e cercar di capire le sensazioni provate durante un viaggio perchè anche se facesse o avesse gia fatto il tuo stesso viaggio non lo vedrebbe mai come lo hanno visto i tuoi occhi...

                    Gianni

                    p.s. Rimettiti e torna presto in forma...
                    “Ama tutti, credi a pochi e non far del male a nessuno.”

                    Comment


                    • #40
                      Ti aspettiamo Oriana! Mi piace vedere la Costa Victoria narrata da te!

                      Nel frattempo continuo a ricordare la mia, in attesa di vederla domani e scoprire questa crociera che hai iniziato a raccontarci.

                      Sono soprattutto curiosa di sapere come mi sembrerà dopo tanti anni e tante navi. Quando l’ho conosciuta era la prima, eravamo entusiasti di tutto, tutto una novità, una scoperta! Ricordo gli idromassaggi, la nostra passione di ora scoperta per la prima volta insieme; ricordo tutto quel cibo!!! Ora non mangerei mai così tanto [emoji4]



                      Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
                      235 notti trascorse a bordo!! Costa (169), MSC (29), Royal (27), Celebrity (10)

                      Comment


                      • #41
                        Solitamente, nelle mie crociere, la parte culturale (o paesaggistica) è predominante nella scelta di cosa fare o vedere nei vari scali toccati.

                        Questa volta invece, anche nella scelta di questa crociera, con mia moglie abbiamo voluto preferire l'attività "balneare", e poichè il periodo è di inizio estate, le spiagge hanno fatto la parte del leone in quasi tutte le località previste nell'itinerario.

                        Eccoci allora in vista di Olbia, città sarda che, come è riportato sul diario di bordo di oggi, dista solo 300 km dalla penisola.
                        Alle 8 del mattino Costa Victoria si appresta ad attraccare alla banchina del porto "Isola Bianca", dopo averci fatto ammirare l'avvicinamento lungo un canale naturale, già superbamente descritto da Oriana. Il grande blocco di granito dell'isola Tavolara verso sud fa a nascondino tra colline, tratti di mare e piccole baie.

                        Come di consueto non sono molte le persone che a quest'ora del mattino si godono sui ponti esterni l'avvicinarsi della nave: peccato, perchè è sempre uno spettacolo, non solo naturalistico ma anche emozionante. La lentezza dell'approdo e l'attesa dello sbarco incrementano il desiderio di visitare i luoghi, magari già immaginati, studiati a casa prima di partire...

                        Il bus per la spiaggia "La Cinta" attende un pò alcuni ritardatari, poi si dirige verso sud alla volta di San Teodoro.

                        "Il profumo di mirto,
                        lo scoglio irto,
                        quel suolo duro
                        di un dialetto oscuro,
                        il mare chiaro
                        di un bello raro,
                        le coste assolate
                        dal vento frustate..."


                        Difficile trovare parole più appropriate di questi versi del nostro Fandelmare, per descrivere quello che vediamo intorno a noi...
                        La terra di Sardegna, a tratti brulla e a tratti verdeggiante, fa da contrasto alla visione dell'isola di Tavolara, che adesso si presenta severa e maestosa poco distante la costa. Uno spettacolo.

                        In una mezz'ora giungiamo alla spiaggia, e ci accomodiamo con i lettini sotto l'ombrellone. La sabbia è di colore chiaro, e il mare ne riflette le tinte, che cambiano con l'andirivieni delle piccole e tranquille onde.
                        Mi immergo subito, l'acqua e il panorama sono troppo invitanti per attendere...ma che bello qui, con il fondale bianco, le colline verdi a terra, e il blocco grigio di Tavolara che dà un pò di inquietudine ma allo stesso tempo sembra che protegga nel mio procedere nuotando un pò veloce per contrastare la temperatura dell'acqua, piuttosto frescolina...

                        Il relax al sole, la lunga passeggiata sulla spiaggia poco affollata (è giorno feriale, e la stagione non è ancora del tutto avviata), la chiacchierata con le amiche di Roma che con noi hanno condiviso l'escursione rendono questa mezza giornata davvero incantevole. Un secondo bagno, poi lo spuntino con il cestino fornito in nave, e l'ora del rientro si avvicina. Vedo mia moglie davvero contenta, lei ama il mare anche più di me, quindi la scelta di questa meta è senz'altro di esito positivo...

                        Il bus ci attende tra mezz'ora, non ancora sazio faccio un ultimo tuffo...Bagnerò il sedile del bus? Con questo mare di Sardegna, penso che sarò pienamente giustificato...!
                        "Lo spettacolo del mare provoca sempre un'impressione profonda: esso è l'immagine di quell'infinito
                        che attira incessantemente il pensiero e nel quale il pensiero incessantemente si perde"
                        (Madame de Stael)

                        Comment


                        • #42


                          "Con tante pietre e tanti giorni

                          Con le passioni secolari

                          L'uomo ha elevato le sue torri

                          Con le sue mani popolari
                          "

                          (Notre Dame de Paris - Il tempo delle Cattedrali)

                          Non sarà una immensa Cattedrale Gotica, ma lo sforzo, la passione, la devozione.. i mezzi dell'anno Mille, hanno prodotto qualcosa di prezioso..





                          Nella fede, per la fede, una comunità ha espresso il suo sacrificio, ed ha costruito insieme una casa in comune con Dio..





                          Il materiale è apparentemente grezzo..



                          Anche 'rimediato'..





                          visto che nulla è omogeneo..



                          Ma un Dio non può non amare..



                          L'opera di figli così devoti, la stessa materia, bellissima..



                          che lui, con il mare ed il vento, ha forgiato..

                          In realtà, con semplicità, l'uomo, con le sue mani popolari, ha costruito armonia, bellezza, ed anche 'presenza'..

                          Ma dove l'ha costruita?
                          Neanche lo sapeva, ma il luogo non era un luogo casuale, una mano invisibile ha legato un passaggio nascosto nelle pieghe del tempo..



                          "Non c’'è tempo per noi,
                          Non c’'è spazio per noi
                          "



                          "Chi vuol vivere per sempre
                          Chi vuol vivere per sempre?
                          Ooh
                          Chi desidera amare per sempre?
                          "

                          (Who Wants To Live Forever - Queen)

                          Ma è così? Tutto finito?

                          Per sempre?



                          Senza speranza? Magari dentro un'urna?



                          O no?

                          Tanit.. Baal..

                          Nomi ancestrali.. presenze..



                          No, sono quell'Oriente, quel Nord Africa, che basta vedere una figura e riecheggia dentro di noi..
                          Sono quella invasione, spesso pacifica, che veniva dall'Africa e portava ricchezza e cultura..





                          Si chiamavano Punici, Fenici, Cartaginesi, poi ci siamo scontrati, ma divennero Romani, insieme a noi..

                          Hanno lasciato le tracce del loro passaggio.. questo lo hanno indossato loro..



                          Ma non sono quelle le tracce.. è qualcosa che ci è famigliare..





                          Prezioso..





                          In questa catena che è la vita, in questo continuo susseguirsi che sono le civiltà..

                          Nessuno si perde..

                          Perchè ciò che siamo, che pensiamo, che amiamo..
                          Ciò che ci è familiare..





                          E' una luce che attraversa le generazioni, ed arriva fino a noi.. ed andrà oltre, accompagnata dalla nostra luce..



                          E quella luce immortale non la fanno Cesare e Napoleone, ma i lavandai, e le civette..
                          Non la fanno i grandi eventi, ma noi.. la storia siamo noi..

                          "Io canto i lavandai, la civetta, non le armi e l’eroe."

                          (Pompei - iscrizione anonima)



                          Un saluto
                          Manlio

                          Comment


                          • #43
                            Molto bello, Manlio!
                            Coinvolgente e suggestivo questo viaggio nella storia.
                            "Lo spettacolo del mare provoca sempre un'impressione profonda: esso è l'immagine di quell'infinito
                            che attira incessantemente il pensiero e nel quale il pensiero incessantemente si perde"
                            (Madame de Stael)

                            Comment


                            • #44
                              Manlio, ci hai mostrato un piccolo gioiello...

                              Questa è la parte nascosta, misteriosa, in parte sconosciuta di questa terra , una Sardegna che ha molti tesori forse non valorizzati in pieno.
                              Una civiltà molto antica tutta da scoprire, ma che è lì davanti ai nostri occhi con simboli strani, costruzioni megalitiche particolari che a prima vista possono non dire nulla ma che nascondono linguaggi antichi.

                              È vero, è proprio vero che le pietre parlano....
                              Oriana

                              ### Moderatrice del forum ###

                              " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

                              Comment


                              • #45
                                Lo sapevo che questo sarebbe stato un diario favoloso....

                                Gianni
                                “Ama tutti, credi a pochi e non far del male a nessuno.”

                                Comment

                                Working...
                                X