Advertising home TOP

Collapse

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Queen Victoria - Crociera di ferragosto - agosto 2016

Collapse
This topic is closed.
X
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • #46
    .................e ci avviciniamo a P.zza San Marco illuminata dal sole mattutino di un venerd' di Agosto.................




































    ....è per la prima volta vedo una piazza spoglia, non gremita dai tanti turisti e da' il Buongiorno.......................














    .................avvicinandoci al porto.........ci sarà ad aspettarci Costa Mediterranea................

    Comment


    • #47
      Arrivate in porto scendiamo subito dopo colazione e prendiamo il vaporetto che ci condurrà nel quartiere Cannaregio insieme alla nostra guida Mariagrazia un'esperta di questi luoghi.





      Navigando lungo il Canale scatto alcune foto.....





















      ................e mettiamo i piedi per terra, entriamo in alcuni vicoletti silenziosi, stretti con pochi passanti anche perchè è venerdì mattina poco dopo le h.8,00......ed io sbircio qua e là rimanendo un po' indietro dal gruppo e faccio lavorare la mia macchina fotografica.......................





















      ...........................ecco altri angoli insoliti del quartiere Cannaregio...............................


























      ..........................continua..........................

      Comment


      • #48





        Ci spiega la nostra guida la curiosità di questa Calla che ricorda due proverbi:


        - chi semina spine ne vada scalzo

        - di de ti e poi di me dirai

        Comment


        • #49






          Palazzo Abadessa si trova nel cuore della città lagunare in una zona caratteristica dove si assapora l'autentica atmosfera veneziana...........











          Ora è un raffinato Relais riconosciuto "Residenza d'Epoca" dalla Provincia di Venezia e dalla Sovrintendenza ai beni artistici e culturali: un palazzo risalente alla fine del '500 con soffitti affrescati, autentici mobili d'antiquariato, preziose sete e quadri della scuola di Tintoretto








          Un particolare del portale.......ma entriamo dove ci viene offerto una bevanda.....e poi per curiosità, trovando la porta aperta, andiamo a vedere cosa si vede cacciando fuori la testa....
























          .....ci troviamo sul canale dove è possibile arrivare in gondola o barca........

          Comment


          • #50
            ..............prima di uscire.......dal lato strada...ops!....calla.....diamo uno sguardo al giardino................

















            ...............continua...............

            Comment


            • #51










              Lasciato Palazzo Abadessa passeggiamo tra le calli dove notiamo essere poco frequentate dai turisti......forse perchè tendono a muoversi perso Piazza San Marco.....................e tra i miei scatti noto sui davanzali delle finestre fiori e piante verdi che danno un tocco in piu' a questa meravigliosa zona poco conosciuta......e che scopriremo insieme....

















              ...................continua...................

              Comment


              • #52
                Eccoci di nuovo con voi cari amici/che.....la nostra passeggiata prosegue con la visita del Palazzo Contarini Dal Zaffo.

                L'edificio fu voluto dalla fam.Contarini Dal Zaffo, il palazzo di stile rinascimentale è situato nel sestiere di Cannaregio vicino alla Madonna Dell'Orto e presso la Sacca della Misericordia, dove si affaccia il Casino degli Spiriti dove si incontravano intellettuali dell'epoca rinascimentale come Pietro Aretino.

                Il Casino degli Spiriti è chiamato così perchè era ritenuto un luogo di spiriti irrequieti ed è sempre stato considerato un luogo maledetto.

                Si dice che qui vivesse il fantasma di Luzzo, pittore del 500 che in quelle stanze si incontrava con Giorgione, Tiziano e Sansovino e lo stesso Luzzo morì suicida a causa di un amore non corrisposto e si narra che durante le notti invernali e nebbiose il rumore della risacca unito al fischio del vento assomigli ad un lugubre ululato.











                Sul retro del Palazzo si apre un giardino, oggi gestito dalla Piccola casa della Divina Provvidenza, uno dei piu' bei giardini segreti di Venezia che guarda verso il lato nord della città dove si apre l'area lagunare.























                .......e la nostra passeggiata continua visitando un'antica dimora divenuta Hotel a 5 stelle......



                .............continua...............

                Comment


                • #53
                  Sarà stata la suggestione ma una volta arrivata sul terrazzo del casino degli spiriti mi pareva di essere sulla prua di una nave ... !
                  Nell'ultima foto postata da Miriam si vede benissimo sulla sinistra il faro di Murano con di fronte l'isola di san Michele dove sorge il cimitero di Venezia. la nostra guida ci ha detto tantissime notizie interessanti su questa isola o meglio due isole (vero Rodolfo?!). Ma ... non indugiamo molto ... un'altro giardino di rara bellezza ci attende!
                  Il più bel viaggio che possiamo fare è quello di andare l'uno verso l'altro. Paul Morand

                  Comment


                  • #54
                    Arriviamo in un famoso hotel a 5 stelle.....ed il suo Giardino dei Dogi











                    Attraversiamo l'elegantissima hall fino ad arrivare sul retro ed immergerci nel verde del giardino che arriva quasi a toccale la laguna.

                    L'hotel è collocato nell'antico Palazzo nobiliare Rizzo Pataral e si trova in Fondamenta Madonna Dell'Orto.....




























                    I sintuosi viali attraversano il giardino tra piante rare ed odorose ed in alcuni punti è così rigoglioso che quasi ci dimentichiamo di essere a Venezia!!!























                    Nel riprendere il vialetto tornando indietro la nostra guida ci porta a visitare la ghiacciaia sotterranea in cui gli antichi proprietari conservavano il ghiaccio.

                    Per accedervi bisogna scendere alcuni gradini ed attraversare uno stretto corridoio di accesso e si entra.
                    Il locale è a forma di igloo ed è interamente rivestito di mattoni, e collocandoci al centro sentiremo l'eco interno così forte da stordire.

                    E .....da vere stordite.....non abbiamo neanche scattato una foto!



                    *************************************

                    Ed è giunta così l'ora di pranzo, ci accingiamo a rientrare "a casa" per il pranzo, ma nel pomeriggio avremo un altro appuntamento con ............ve lo diciamo la prossima volta eh?

                    Comment


                    • #55
                      E prima di vedere Venezia con il suo abito da sera, andiamo a visitare un altro luogo insolito rispetto alle solite visite che si fanno a Venezia.

                      Nel pomeriggio visiteremo Il Giardino Mistico










                      Dai primi di giugno il giardino è stato oggetto di un'attenta opera di restauro ed aperto al pubblico per visite guidate.

                      La nostra guida di oggi è Emanuele che ci illustrerà la bellezza di questo brolo.


                      Il nostro appuntamento avviene nella Chiesa di Santa Maria di Nazareth dove ci spiega gli interni con i suoi capolavori del Tiepolo, passiamo poi da una porticina per entrare nell'antico brolo del Convento dei Carmelitani Scalzi.











                      Protetto da alte mura che lo isolano dal caos della città lagunare e lo preservano dalle maree, il giardino è un piccolo angolo di pace e calpestare i suoi viali ghiaiosi è come compiere un percorso di contemplazione della bellezza della natura











                      Questo incantevole giardino ospita sette aiuole quadrangolari (sette come i giorni della creazione) che contornano un'ottava aiuola che ospita un melograno (inteso come simbolo dell'Albero della Vita)




                      Le sette aiuole rappresentano un percorso spirituale ed ospitano l'orto alimentare dei Monaci, il vigneto, 40 alberi da frutto e 33 uliveti (tanti quanti gli anni di Gesu')

















                      Due di queste aiuole hanno un particolare interesse in quanto vengono coltivate con Melissa Moldavica, dalla quale i Carmelitani Scalzi ricavano la famosa Acqua di Melissa con proprietà antiossidanti


































                      Ci racconta Emanuele riguardo al vigneto che la produzione del vino è in avviamento e che l'anno scorso sono stati prodotti circa una cinquantina di Kg di uva che hanno portato all'ottenimento del buonissimo Malvasia di cui i Carmelitani ne sono molto orgogliosi











                      Terminata la nostra piacevole passeggiata e visita del Giardino, andiamo ad acquistare la Melissa!





                      Detto questo ci avviamo verso la nostra Regina per brindare alla nostra ultima serata a bordo con Lei......

                      Comment


                      • #56
                        Abbiamo trascorso una meravigliosa giornata a Venezia fra giardini ed orti passeggiando per le calli, scoprendo luoghi a noi sconosciuti, ma per provare la vera ed intima atmosfera di questa città è necessario aspettare la sera, quando il sole lascia spazio alle stelle e passeggiando si riesce ad ascoltare il ticchettio dei propri passi tra le strette calli, quando i riflessi degli antichi palazzi nei canali creano un mondo parallelo, quando per strada si incontrano pochi turisti e tra il buio della notte ed i profumi intensi.....eccolo.......











                        .............i lampioni in piazza San Marco illuminano tutto intorno un salotto vestito a sera...........................
















                        ..................e solo attraverso i nostri scatti riusciamo a rivivere un'emozione intensa...................

















                        Comment


                        • #57
                          E' stato meraviglioso passeggiare in P.zza San Marco la sera in compagnia delle zanzare...ed al rientro col vaporetto abbiamo deciso di rientrare in nave a piedi per goderci gli ultimi minuti , anzi i primi minuti oltrepassati dalla mezzanotte del giorno seguente.





                          Nell'atrio di Queen Victoria veniamo accolti dal solito profumo fresco ed inebriante dei suoi gigli e decidiamo di passeggiare ancora fra i suoi corridoi passando per la Queens Room dove Angela e la nostra amica Traudi si fermeranno per un ultimo valzer.........................

















                          ........................mentre io usciro' sui ponti esterni ad assaporare l'aria umida ed afosa di Venezia...............




                          ....................continua...................

                          Comment


                          • #58
                            20 Agosto 2016 - Venezia

                            Oggi giornata di sbarchi ed imbarchi




                            Prima di lasciare la Regina vorrei dire che l'imbarco di Queen Victoria è avvenuto senza ingorghi; praticamente appena arrivate le hostess gentilissime ci hanno diretto al check-in che per me è stato molto veloce e sbrigativo, mentre per Angela un po' difficoltoso per problemi dovuti all'addetto del check-in.

                            I documenti ci sono stati ritirati per la registrazione con la promessa di ritornarceli il giorno seguente presentandosi al Guest Relation muniti di ricevuta, che ad Angela non è stata data, sempre a causa dell'addetto del check-in che non sembrava molto "addetto", ma comunque siamo riuscite a riavere tutte i nostri documenti.


                            Per lo sbarco posso dire che è stato molto preciso e veloce, senza grandi affollamenti.

                            La sera precedente abbiamo ricevuto in cabina le istruzioni tramite foglio sul quale c'erano segnate le informazioni precise e dettagliate riguardo l'ora di sbarco, il colore della fascetta, il luogo di incontro ed eventuale transfer per ospiti diretti all'aeroporto o in hotel.

                            Sempre la sera precedente era necessario, come di consuetudine, porre le valigie fuori dalla propria cabina aventi fascetta di colore assegnato, per poi ritrovarle la mattina seguente alla Stazione Marittima.

                            C'era anche la possibilità di scendere con i propri bagagli e così ho fatto io, previa comunicazione al Guest Relation.

                            Comment


                            • #59
                              La nostra giornata a Venezia non è ancora terminata.......ma prima di chiudere vorremmo ripercorrere ancora con voi dei momenti magici trascorsi su Cunard..........ricordando chi con noi ha viaggiato serenamente...........................











                              .........................sognando albe e tramonti indimenticabili......................















                              .....ascoltando una musica dolce dalle delicate mani di un'esperta....................










                              ...................ballando fino a notte fonda con orchestrali dal vivo.................in una splendida Queens Room..........................











                              ....................passeggiando silenziosamente per i lunghi corridoi su una moquette soffice e profumante di pulito.........................















                              ........................e noi tre amiche ringraziamo tutti voi per averci seguito intensamente.................................










                              ............................ma sopratutto Grazie a Cunard per averci permesso di trascorrere una vacanza indimenticabile!!!!!

                              Comment


                              • #60
                                A coclusione di questo diario che mi mi ha regalato l'opportunità di prolungare la crociera rivivendone i tratto ssenziali vorrei ripropoorre una citazione che calza a pennello con questa esoerienzavdi viaggio.

                                La grande differenza tra i viaggi non sta nelle navi, ma nelle persone che incontri a bordo Amelia Barr

                                Anche se La Regina è una nave bellissima e accogliente! !!

                                E poi quasi a scusarmi per le mie poche foto postate ecco una altra citazione

                                Perché* le emozioni più forti, quando le viviamo, non le fotografiamo. E la vera felicità non la pubblicheremo mai. Perché* quando siamo felici noi non siamo on Line.

                                angela
                                Il più bel viaggio che possiamo fare è quello di andare l'uno verso l'altro. Paul Morand

                                Comment

                                Working...
                                X