Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Costa Luminosa - Il mito di Olimpia - aprile 2017

Collapse
This topic is closed.
X
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Costa Luminosa - Il mito di Olimpia - aprile 2017

    Ciao a tutti!
    Sbarcati ormai da più di 10 giorni da Costa Luminosa, eccomi ad iniziare un nuovo diario!
    L'itinerario è il posizionamento di Luminosa, rientrata dal giro del mondo, da Savona a Venezia, toccando Civitavecchia, Messina, Katakolon, Kotor e Spalato (poi diventato Zara).
    Pare che Christian sia già pronto in stazione per la partenza, chi sale a bordo?


  • #2
    Serena grazie per aver cominciato, ci sono anch'io...
    Ti aiuterò volentieri in questo racconto di una crociera davvero particolare.
    Premetto che sono stata contenta di riuscire a conoscervi... ed incontrarci mentre la nave scivolava quieta attraverso lo stretto di Messina sicuramente ha fornito la miglior cornice possibile😀. Ma credo ci sarà modo di parlarne più dettagliatamente in seguito...

    Intanto, come in tutti i diari scritti finora, voglio condividere un pò del prepartenza.
    Questa crociera mi ha colpita al cuore appena uscite le prenotazioni per primavera 2017.
    Reduce dalla crociera con Mediterranea in una splendida cabina con balcone sulla scia, che ci regalò la compagnia di dei delfini in lontananza in ben due occasioni, non riuscivo ad accettare che qualcosa di tanto meraviglioso non potesse ripetersi l'anno successivo.... si avrei ripetuto pari pari un viaggio che sapevo avere ancora molto di inesplorato da offrire.
    Purtroppo Costa non lo ripropone quest'anno... e io volevo a tutti i costi tornare a Kotor... quando noto questa trasbordo non credo ai miei occhi... In un'unica crociera posso fare stretto di Messina, Fiordo di Kotor e Venezia. Io amo la navigazione tanto quanto le tappe, e questa è una navigazione di tutto rispetto.
    Poi il prezzo... cerco subito una balcone sulla scia, solo due settimana prima in nave non sapevano ancora gli itinerari, e le cabine che cerco sono già esaurite... poi il mio agente di viaggio mi conferma qualcosa che ho visto sul sito e mi sembra incredibile, le minisuite con sconto costaclub e premium, mi costano solo 100 euro in più, praticamente la stessa spesa dell'anno precedente, e sono ancora tutte disponibili... visto che ho la ferma convinzione che certe occasioni non ricapitano mostro a mio marito la mia cabina perfetta, ponte 7, esattamente al centro della scia, una delle due di dimensioni leggermente maggiori... se una cosa si fa una volta nella vita si deve fare bene😉... convinco il marito ( che in realtà quei 100 euro li avrebbe risparmiati) e corro in agenzia prima che me la portino via...
    Ovviamente come spesso accade quando mi metto in testa qualcosa, torno a casa con la prenotazione desiderata... e circa un anno di attesa davanti... ben sapendo che per me sarà un anno "viaggisticamente Luminoso"... infatti avevo già in mano la prenotazione sulla stessa nave per Natale.
    In attesa dell'imbarco vi do una piccola anteprima:

    La nave, grazie ad uno strano riflesso dopo la pioggia e la mia adorata cabina (che a fine crociera anche il marito ammetterà essere valsa il denaro speso... e detto da lui vuol dire che la differenza si sentiva davvero[emoji6] ) questa volta sono mancati solo i delfini😢😀!

    Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

    Comment


    • #3
      Benvenuti a bordo a tutti allora, e iniziamo!
      Innanzi tutto partiamo dalle origini: la prenotazione.
      Questa crociera l'abbiamo prenotata in maggio 2016, praticamente appena sbarcati dalla nostra prima crociera su Fascinosa. In nave ci eravamo prenotati la crociera che abbiamo fatto lo scorso agosto su Deliziosa, e io mi ero già messa l'anima in pace che dopo 2 crociere nel 2016 e con l'idea del viaggio di nozze in Australia e Polinesia per settembre, nel 2017 non avrei messo piede in nave.
      Però mi piace sognare, bazzico spesso qua sul forum e leggo di questa partenza su Luminosa per fine aprile. Partenza privilegio, corro sul sito Costa a guardare. Cavoli il prezzo è ottimo, ma se torno a casa a proporla al fidanzato, quello chiede il divorzio ancora prima di sposarmi! Decido di continuare a sognare e me la tengo per me, col megaviaggio che c'è in programma non si può fare!
      A casa, la sera (giuro, la sera stessa che avevo guardato l'itinerario sul sito!), Christian mi si avvicina e mi dice "amore, ma non è che l'anno prossimo, fine aprile, c'è una crociera a buon prezzo, più o meno quella che abbiamo appena fatto?", insomma, me l'ha servita su un piatto d'argento, gli spiego un po' l'itinerario, che non ha nulla in comune né con quello appena fatto né con quello che avevamo in programma per agosto, e pochi minuti dopo sono al telefono col call center per vedere se c'è una cabina che fa per noi! Al call center mi opzionano una esterna, aspettando la conferma che nonostante sia H e sul piano nave abbia i 2 triangolini di "non convertibile in matrimoniale", sia comunque convertibile (come su Fascinosa), l'operatrice mi manda il riepilogo dell'opzione e mi accorgo che non mi ha conteggiato lo sconto premium. Siccome ho una cugina che lavora in adv, le mando un whatsapp con tutti i dati e le chiedo di farmi un preventivo per un balcone, che applicando tutti gli sconti che mi spettano, mi viene la stessa cifra dell'esterna che mi avevano opzionato al call center, al che confermo al volo, dato che era il prezzo che ero disposta a pagare!
      Passano i mesi, l'incontriamoci a bordo si popola, e finalmente è il 22 aprile!
      Dopo l'esperienza "pullman dei puffi" col transfer Costa da Malpensa a Savona dello scorso anno, ho deciso che ci muoveremo in treno, e faremo strabene, perché dato il megaponte del 25 aprile e le 3 navi in porto, i transfer sono arrivati tardissimo, e io odio stare ore e ore in bus. Nel frattempo a me e Christian si sono aggregate mia madre e la sua, mia mamma alla seconda crociera (di tante si spera!), e la sua alla sua prima (e probabilmente ultima) crociera. Loro viaggeranno in una minisuite al ponte 5.
      Un amico di famiglia ci raccatta tutti e 4 e ci accompagna in stazione a Legnano, dove prenderemo il treno delle 7.13 per Milano, poi da Milano avremo il treno alle 9.10 per Savona.
      Verso le 8 siamo già in stazione centrale, e come da tradizione quando viaggiamo in treno, colazione al bar!



      Il treno parte puntualissimo alle 9.10, dopo una mezz'oretta, Sapendo che anche Sara è sul nostro treno, ci alziamo per andare a salutarla, lei ha avuto la nostra stessa idea e casualmente ci incrociamo a metà strada nel vagone bar del treno, conosceremo così lei e il piccolo William, e poi andremo a conoscere anche il marito. Dopo un po' di chiacchiere ci salutiamo e a più tardi!
      Il treno arriva a Savona abbastanza puntuale, io è tutto il viaggio che ho il terrore di dover aspettare un'ora o più un taxi per il palacrociere, ho passato tutta la settimana pre-partenza a dire a Christian "dovevamo prendere il treno prima, mannaggia a me!", scendo dal treno insieme ad una miriade di crocieristi, d'altronde ci sono ben 3 navi in porto, e mi dirigo verso il piazzale dei taxi. Non conoscevo la stazione di Savona, ma grazie alle indicazioni qui sul forum ho beccato la strada giusta la primo colpo, ci sono già 3 o 4 famiglie davanti a noi in attesa, ma fortunatamente siamo arrivati velocemente a metterci in coda, perché dietro di noi si accoderanno tantissime persone.
      Dopo almeno 10 minuti ecco sbucare all'orizzonte il primo taxi, il tassista spiega che c'è un po' di traffico ma stanno arrivando altri colleghi, attenderemo circa 20 minuti e finalmente ecco il nostro taxi per il palarociere!
      Il taxi ci scarica davanti alla consegna bagagli e mi viene dato il numero 9. Faccio presente della priority che spetta a Christian, e mi viene detto di salire al piano superiore e chiedere il cambio alla collega al banco informazioni. Anzi, ci viene dato un solo numero per entrambe le cabine, nonostante fossero 2 prenotazioni, "così salite tutti insieme con l'1". L'imbarco dovrebbe iniziare alle 13, ma hanno già detto ce non inizieranno prima delle 13.15. Alla fine abbiamo fatto bene a non prendere il treno prima, altrimenti che noia!
      La ragazza al piano di sopra ha finito gli 1, e questo sarà il nostro 1 per l'imbarco


      Mi apposto in zona imbarco, di modo da scattare alla chiamata dell'1, e qualcuna si piazza già pronta in pole position!



      Verso le 13 una miriade di persone si comincia ad avvicinare all'area imbarco, mi alzo anche io e mi butto nella mischia, ho visto gente che ha in mano il 2, noi abbiamo l'1... Qualcuno nota che Christian è non vedente e ci si apre letteralmente la strada, ci ritroviamo davanti alla hostess in attesa che apra gli imbarchi. 13.20 circa viene dato l'ok e si comincia a salire! Tra l'altro pare che ci fossero tantissimi aventi diritto ad imbarco prioritario e privilegiato, che si è dovuto aspettare parecchio prima che chiamassero il 2.
      Noi invece pochi minuti dopo siamo già a rifocillarci al buffet. Uno dei motivi per cui tengo molto ad essere tra i primi a salire in nave è trovare il buffet deserto, con Christian non è facile muoversi tra le varie linee in mezzo al casino (anche se i giorni a seguire ci siamo ingegnati), e visto che la priority gli spetta, la sfruttiamo!



      Finiamo di pranzare e andiamo a poppa a scattare qualche foto:









      Di fianco a noi c'è Diadema, su cui da quando l'ho vista accanto a Fascinosa lo scorso anno sogno di salire:



      mentre al tendone c'è Favolosa



      Fa abbastanza freddino e c'è vento, sono ormai le 14 passate, quindi scendiamo in cabina, la 7303, balcone premium per disabili.
      Sui corridoi c'è un gran viavai di personale, ci sono sdraio ovunque, non so se per il giro del mondo fosse previsto lo sdraio (quello della piscina) su tutti i balconi, ma devo stare attenta a non farci inciampare Christian.
      Ecco la nostra cabina, ancora più grande del balcone Samsara dello scorso agosto, anzi, più grande pure della minisuite di mia mamma!



      anche il balcone è enorme!



      Una valigia è già fuori dalla porta, l'altra la intravedo tra quelle pronte per la consegna, tant'è che la indico all'addetto che me la porta in cabina lui!
      Poi partiamo con le cose importanti!
      Caffè, ammazzacaffè, upgrade del pacchetto bevande da "briandiamo" a "più gusto" (avevate dubbi?), ristampa della card e ritiro al Samsara degli accappatoi per l'accesso settimanale che abbiamo prenotato sul myCosta.
      Torniamo in cabina a posare gli accappatoi, e andiamo al lido al ponte 9, sul diario di bordo era indicato un incontro con l'animazione alle 15.30. Il ponte 9 è deserto, e non c'è traccia dell'animazione. Passa il maestro di ballo, Emanuele, si presenta, è un ragazzo di Catania, molto giovane, che ci racconta del giro del mondo appena concluso, ci chiede se siamo in viaggio di nozze, gli rispondiamo che no, ci sposiamo in settembre e poi niente crociera, ma un tour dell'Australia e relax in Polinesia, lui è passato da pochi mesi da quei fantastici luoghi con il giro del mondo e ci dice che abbiamo fatto un'ottima scelta.
      Per la cronaca, l'animazione non si è fatta vedere alle 15.30 al ponte 9, a quanto pare ci sono stati dei ritardi sullo sbarco del giro del mondo, che ha stravolto i programmi. Chiamo mia mamma, lei è a teatro all'incontro con Luigi, il direttore di crociera, la raggiungo, ma mi rendo subito conto che Luigi, seppur bravissimo, simpatico e cordiale, non è all'altezza dei 2 direttori delle nostre precedenti crociere, Kiko ed Eugenio! (parere del tutto personale e opinabile, eh!)
      Stiamo un po' a teatro, quando cominciano a presentare le escursioni ce ne andiamo, non ci interessa nulla. Torniamo al ponte 9, ma ancora il deserto, sono quasi le 16.30, quindi andiamo in cabina in attesa dell'esercitazione. Sarò pazza io, ma ero sul balcone e sento i 7 fischi, ma deboli deboli, e non capisco se è una prova o se è iniziata l'esercitazione, solitamente si sente il "crew alert" prima, e non si è sentito nulla, boh! Guardo fuori, chiedo a un addetto ai bagagli se è già cominciata l'esercitazione e non mi sa rispondere, vedo però qualche persona col giubbottino e scendiamo anche noi al ponte 3. Trovo qualcuno col giubbotto di salvataggio, compresa mia madre e mia suocera, ma non sembra per nulla iniziata l'esercitazione. Qualche istante dopo mi rendo conto che si, l'esercitazione è iniziata, su Diadema accanto a noi!
      Decidiamo comunque di non risalire in cabina, e pochi minuti dopo infatti si sentiranno chiaramente i 7 fischi e comincerà l'esercitazione anche per noi.
      Terminata l'esercitazione lascio al volo in cabina i giubbotti di salvataggio e vado a poppa a godermi la partenza. Il programma della serata, prima della cena è il seguente: stare un po' a poppa per la partenza, salto dalla cruise consultant, Samsara, giro di aperitivi, cena. Niente spettacolo, c'è un ventriloquo e Christian non se lo godrebbe.
      Poco dopo l'esercitazione Costa Luminosa molla gli ormeggi, direzione Civitavecchia, un po' in ritardo rispetto all'orario previsto per via dei ritardi dei transfer.
      Ecco qualche foto della partenza, non siamo stati fuori molto perché eravamo solo con la felpa e tirava un gran vento!





      La pilotina che ci guida fuori dal porto...


      Ciao ciao Diadema, a presto!!!!


      Rientriamo e andiamo diretti al ponte 2, da Teresa, la consulente di crociera. Voi direte, hai scritto qualche riga sopra che nel 2017 pensavi di non mettere piede in nave e ne stai già prenotando un'altra? Ebbene si! Aspettiamo ce la coppia davanti a noi finisca di parlare con la consulente, ed ecco che è il nostro turno. Come al solito ho già le idee chiare, crociera di Natale su Costa Diadema in interna Samsara! Abbiamo deciso che questo primo Natale da marito e moglie lo vogliamo passare solo noi 2, senza litigare su "da che parenti andiamo", io voglio provare Diadema, Christian è ben consapevole che il budget per i Caraibi dopo la Polinesia non c'è, l'itinerario è allettante e le soste in porto abbastanza lunghe, quindi prendiamo un'opzione che confermeremo appena giunti a casa. Data la cabina H con agevolazione non è possibile inserire lo sconto honeymooners (che si può usufruire entro un anno dalle nozze), ma Teresa segnala sulla prenotazione che saremo novelli sposi, così potremo partecipare al cocktail riservato alle coppie in luna di miele col comandante! Anzi, si rende conto che il 25/12 sarà anche il mio compleanno e segnala pure quello
      Con la nostra bella opzione in mano torniamo in cabina, ci mettiamo costume e accappatoio, e andiamo diretti al Samasara. Sono già quasi le 19 e alle 21 c'è la cena, ma un salto nella piscina talassoterapica, che abbiamo adorato sulla gemella Deliziosa, non ce lo toglie nessuno.
      Dopodiché torniamo in cabina per la doccia, e ci prepariamo per la cena. Un paio di prosecchi, e ci spostiamo all'ingresso del ristorante Taurus al ponte 3 per la cena. Poco dopo aprono le porte, abbiamo scelto un tavolo da 8 sperando di essere fortunati come lo scorso agosto per la compagnia, inizialmente rimaniamo un po' delusi perché l'età media del nostro tavolo è decisamente più alta della nostra, ma dopo 2 chiacchiere ci rendiamo conto che siamo in ottima compagnia. Con noi al tavolo c'è una coppia di Torino, una coppia di Desio, e una coppia italo-francese di cui lui è un mostro di simpatia e tutte le sere ci farà fare delle belle risate.
      La cena, con menù della Liguria, procede lentamente, verso le 22.30 finiamo, saliamo un attimo in cabina, ma io mentre aspetto Christian che è in bagno mi addormento... Si addormenta pure lui, ci svegliamo poco prima di mezzanotte e decidiamo di scendere giusto per un amaro e poi tornare in cabina a dormire. Siamo stanchi, non c'è nulla di eccessivamente interessante questa sera, e decidiamo di approfittarne per riposarci un po'. Domani ci aspetta Civitavecchia, buonanotte!

      Comment


      • #4
        Aiuto sono in ritardo... e mi sono accorta di non essermi ancora presentata. Sono Sara, malata cronica di crocierite acuta, e viaggio con mio marito Nicola ed il mio bimbo di sei anni gia' noto sul forum come Aquilotto, all'anagrafe William.
        Anche noi come Serena partiamo da Milano, stesso treno. Volevamo in realtà partire da Pavia, ma in prossimità della partenza comprendiamo che con 3 valige e L'Aquilotto un stazione di testa con ascensore è nettamente meglio di una di transito con tante belle rampe di scale.
        Saliamo comodamente sul treno e dopo non molto sono già a scambiare due chiacchiere con Serena e Cristian.
        Anch'io come Serena ho scelto di optare per il taxi ed ero molto tranquilla grazie ad esperienze precedenti... peccato che quest'imbarco sarà tutto fuorché tranquillo. Arrivati ai taxi troviamo davanti a noi circa una ventina di persone, e l'attesa sotto il sole ci fa temere di arrivare ad imbarco abbondantemente iniziato.
        Una volta in nave vediamo il palacrociere decisamente pieno, neanche per Capodanno l'ho visto così congestionato. Andiamo a sperare di cambiare il numero 10 di imbarco con il 3 come succede di solito grazie al costaclub pearl ma questa volta la signorina ci chiede quanti anni anni ha il nostro cucciolo, che pur sembrando molto più piccolo della sua eta ne ha ormai 6, quindi abbondantemente oltre l'imbarco privilegiato, poi nota che abbiamo una minisuite e ci dà l'1😀. Ne siamo davvero felici.
        Ci dice che imbarcheranno all'una ed io ingenuamente memore delle esperienze precedenti vado a sedermi ai tavolini al piano superiore certa che per quell'ora sarò comodamente al buffet.
        Invece il tempo passa e quando finalmente chiamano l'uno è già oltre l'orario e muovendoci scopriamo che la gente assetata all'ingresso è tantissima, molti anche con numero 2 e 3 che ostruiscono il passaggio....
        Poi la coda per i documenti è interminabile... alle 14.15 siamo finalmente in nave (di solito con il 3 siamo su verso le 12.30). Andiamo di corsa al buffet perché non aspettandoci nulla di simile non avevamo che un piccolo spuntino per il bimbo, e ci tocca rimandare la prenotazione al ristorante club e la registrazione carta di credito che solitamente facciamo appena in nave, ma temiamo chiudano il buffet.
        Dopo pranzo un salto in cabina a sistemare le valige perché la coda al desk è infinita e purtroppo resterà tale tutto il giorno in quanto pare che i problemi all'imbarco siano stati legati al numero elevatissimo di bagagli del giro del mondo (anch'io come già scritto da Serena noto tantissimi lettini da piscina nei corridoi) e al traffico che ha fatto ritardare un pullman Costa portando a posticipare la partenza di un'ora.
        Con la cabina è amore a prima vista, la gestione degli spazi è perfetta ed il balcone grande ed invitante, ma ho troppo da fare per godermela come vorrei.
        Ad un certo punto perdo completamente il conto del tempo e mi trovo senza accorgermene (e stanchissima visto che la notte della partenza non dormo mai) ad effettuare l'esercitazione, già vestita per la cena perché abbiamo ormai capito che tra ritardi vari finiremo coi tempi stretti. Infatti appena tempo di vedere la partenza è siamo a tavola.
        Qui apro una parentesi: ci danno un tavolo al terzo piano posizione centrale, camerieri ottimi (ed in questa crociera non è stato così per tutti), visuale sulla sala sottostante, considerati da molti ottimi... ma io adoro le albe e i tramonti, che saranno sempre ad ora di cena, e le vetrate sono lontanissime😭.... provo a farmelo cambiare anche perché non abbiamo i compagni di tavolo e non offenderemmo nessuno, ma nulla da fare quelli accanto alle vetrate sono tutti occupati. Il maitre mi dice che dovrei richiederlo in prenotazione ma non ci sono mai riuscita ne attraverso l'agenzia ne con Costa, mi dicono che non accettano segnalazioni ma a quanto pare non è così per tutti.
        Quindi ci teniamo il bravissimo cameriere, con grande gioia di William, ed andiamo allo spettacolo del bravissimo ventriloquo che ci farà piegare dalle risate, con L'Aquilotto che è addirittura caduto dal divanetto da quanto ha riso.
        Finito lo spettacolo ci rendiamo conto che non siamo riusciti a prenotare il ristorante (cosa che mi è spiacouta tantissimo perché mi ero accordata anche con Federica di prenotare per entrambe)ne registrare la carta di credito. Stanchissimi facciamo quest'ultima incombenza e rimandiamo il desk a domani.
        Anche perché ci attende la bellissima Roma. Ed una crociera che nonostante le premesse si rivelerà davvero splendida😀.

        Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

        Comment


        • #5
          Bene bene, vedo che il nostro diario comincia a prendere forma!
          Mentre Angela è sul traghetto da Cagliari, Federica è pronta per la partenza da Roma per raggiungere l'imbarco, siamo al 23 aprile, è domenica e oggi saremo a Civitavecchia!
          Io non so cosa mi è preso durante questa crociera, ma mi sono svegliata tutte le mattine alle 6.30, come quando vado al lavoro.
          Mi alzavo, andavo sul balcone a fare qualche foto all'alba sul mare, poi tornavo a letto, ma più che uno stato di dormiveglia non riuscivo a raggiungere...
          Quindi dopo essere rimasta un po' a crogiolarmi nel letto, verso le 7.30 mi vesto, sveglio Christian e ci prepariamo per andare a fare colazione. Chiamiamo anche le nostre madri, ma sarà la prima e ultima volta, mia suocera, che mangia come un uccellino, ha il brutto vizio di commentare cosa e quanto mangiano gli altri, e a me la cosa dà parecchio fastidio, in crociera so bene che esagero (ma è tutto così buono e invitante!), i miei (tanti) chili di troppo me li porto in giro io e non voglio che mi si critichi per quello che ho nel piatto.
          Scendiamo al ristorante e sorpresa! Mi viene incontro il cameriere che ho avuto lo scorso anno su Fascinosa, che ci riconosce e ci fa sedere! Anche io l'ho subito riconosciuto, sarà che in mezzo alla maggioranza di camerieri filippini, lui che è indiano mi è rimasto più impresso!

          Facciamo colazione, e devo dire con soddisfazione che rispetto alle 2 passate esperienze mi sono limitata sulle quantità, dato che altrimenti l'abito da sposa non entra più, saliamo in cabina a lavarci i denti e poi accompagniamo mia suocera all'incontro in teatro per l'escursione, lei andrà a Tarquinia, escursione da cui tornerà super-soddisfatta, e considerando che prima di andare stava valutando di tornarsene a Milano (aveva sofferto un po' il mare mosso della sera precedente), meglio così!
          Noi 3 invece (io, Christian e mia mamma), non abbiamo un programma ben preciso. Non volevamo spendere troppo per le escursioni, Tarquinia non ci interessa, l'escursione al lago di Bracciano è un po' cara, andare a Roma in giornata, considerando che ci siamo già stati diverse volte, ci sembra un'inutile sfacchinata, quindi optiamo per una passeggiata tranquilla per Civitavecchia e approfittiamo della domenica per andare a messa. Mi ero già informata da casa, ce n'è una alle 9.30 alla cattedrale, saliamo al volo sulla navetta gratuita che ci lascia all'uscita del porto in Largo della Pace, e ci incamminiamo verso la cattedrale. Arriviamo giusto in tempo per la messa, e al termine usciamo e andiamo verso il Forte Michelangelo, ci giriamo attorno, facciamo qualche foto, passeggiamo un po' sul lungomare, qualche altra foto, ci prendiamo un caffè, e facciamo 2 passi per il centro storico, dove c'è un mercatino francese. Intanto si sono fatte quasi le 12, a Civitavecchia da visitare non c'è altro, e ci avviamo verso il porto.

















          Risaliamo in nave e andiamo a pranzare al ristorante Taurus, sia su Fascinosa che su Deliziosa mi ero trovata benissimo al ristorante per il pranzo, mentre questa volta siamo rimasti un pochino delusi della qualità e varietà a pranzo, e ci siamo trovati meglio al buffet.
          Dopo pranzo Christian opta per una pennichella, io invece decido di smaltire le mie colpe in palestra, dove mi raggiungerà poco dopo mia mamma. Una mezz'oretta di tappeto, intanto scambio qualche messaggio con Angela e Federica che sono appena salite a bordo, l'incontriamoci a bordo è fissato per l'indomani mattina, Sara l'ho già incontrata in treno, Nadia nell'attesa del ristorante la sera prima, passo a salutare anche loro.
          Sto in giro ancora un po' con mia mamma, le propongo di immergerci nell'idromassaggio, ma sono già quasi le 16.30, mia mamma preferisce riposarsi un po' in cabina e prepararsi per il primo turno di cena delle 18.30, quindi io mi recupero il fidanzato e andiamo al Samsara, dove rimaniamo fin verso le 18.
          Solita doccia di rito, ci vestiamo e siamo pronti per il primo aperitivo. Stasera in teatro c'è uno spettacolo con ballerini e cantanti "Afro Arimba", ma prima ci sarà la presentazione del dipartimento hotel, quindi convinco Christian ad andare in teatro. Quando comincia lo spettacolo, a Christian non piace e ce ne andiamo.
          Tra uno spritz e un rossini esco a fotografare il tramonto:

          Con mia mamma siamo d'accordo che ci saremmo incrociate dopo la loro cena e prima della nostra (loro al primo e noi al secondo turno), davanti alla sfumacchieria/camera a gas/locale fumatori, dato che mia suocera è una fumatrice accanita e la sua tappa lì dopo cena era fissa.
          Ed ecco, al bar del casinò, il nostro primo incontro con l'uomo che ci renderà felici per tutta la crociera: Ronald, il barista!
          Questa serata passerà alla storia come "la sera dei 6 aperitivi". Prima di incontrare Ronald io mi ero già sparata uno spritz e un rossini, Christian un pastisse e un margarita, Ronald ci verserà ben 4 prosecchi, di fatto appena ci vedeva col bicchiere vuoto diceva "Christan, altro????", e versava
          Dopo i 4 prosecchi, ci dirigiamo verso il ristorante per la cena.
          Dopo cena un salto in cabina (dove puntualmente mi addormento aspettando Christian, ma per fortuna ho fatto solo una pennichella di una ventina di minuti), dopodiché saliamo al ponte 9 per l'"international party guest & crew".



          Stiamo un po' al party, ci beviamo qualcosa, ma la musica di stasera non ci fa impazzire, io mi sono svegliata all'alba e sono stanca, con Christian concordiamo sull'andare al ponte 2 per un amaro prima di tornare in cabina. Gli ascensori centrali ci portano praticamente all'ingresso del casinò, al bar del casinò non c'è nessuno, ci fermiamo lì (dal mitico Ronald).
          Un paio di amari e torniamo in cabina, domani mattina saremo in navigazione verso Messina e a quanto racconta il diario di bordo, potremmo riuscire a fare delle belle foto! Buonanotte!

          Comment


          • #6
            Io invece comincio la giornata nel migliore dei modi, riposo?? No alba.

            Per me è il vero inizio di ogni crociera, da sempre, il momento in cui la stanchezza lascia il posto ad una calma irreale....vorrei godermelo dal balcone ma il sole non è d'accordo quindi silenziosamente esco dalla cabina e raggiungo i ponti esterni dove l'aria frizzante del mattino mi desta dallo stato di leggero stordimento dovuto al risveglio decisamente mattiniero.
            Poi sulla strada del ritorno recupero al buffet aperto da poco un paio di ciambelle e di muffin per integrare la colazione in cabina, che gioia poterla fare vista scia![emoji1] [emoji1]
            Infetta ci si prepara perché grazie al già citato gruppo Facebook abbiamo prenotato l'escursione "Roma in liberta' "
            Qui è doverosa una premessa, io avrei voluto vedere Tarquinia ma un certo Aquilotto ha protestato da subito, ama questa città alla follia e per lui non esiste l'idea di non fate un salto a vedere il Colosseo. Visto che mio marito è dalla sua parte democraticamente decido di cogliere al volo la possibilità di provare l'escursione Costa che in questo caso non ha prezzo troppo differente dalla compagnia di Civitavecchia a cui ci affidiamo di solito.

            Anche il gruppo che in parte temevo, non conoscendo nessuno, si rivela decisamente gentile con il mio bimbo che finisce per diventare la mascotte del pullman e verrà preso in simpatia dall'autista al punto che una volta giunti al parcheggio gli farà provare l'ebrezza di guidare quel bestione (ovvero sedersi sulle sue ginocchia una vola parcheggiato e provare a girare il volante). Forse non si è neppure mosso, io non ne sono certa perché ero intenta a immortalarlo, ma per lui è stato comunque un momento da ricordare.
            Ben rinvigorito dall'esperienza ci segue nella lunghissima camminata che dal ritrovo poco oltre il Colosseo ci porterà ai giardini di villa borghese passando per fontana di Treviso, piazza di Spagna e scalinata di Trinità dei monti e ritorno.
            Non perdiamo tempo a mangiare, solo un panino veloce, perché complice la bella giornata voglio raggiungere il parco ed il laghetto al suo interno da cui conto di scattare qualche foto. Missione riuscita, con come bonus un panorama splendido ed una gita sulle barche a nolo apprezzatissima dal piccolo della famiglia. Quasi quanto il tempo dedicato a giocare a palla😀. E dopo l'ebrezza di "provare a guidare" non poteva mancare l'esperienza ai remi😂... ma poiché non vogliamo finire in acqua meglio far faticare il papà.
            Non resta invece tempo per trenino o altri mezzi di locomozione, ma il parco l'abbiamo girato comunque parecchio quindi soddisfatti prendiamo la via del ritorno, ovviamente a piedi😉, per mio marito i mezzi pubblici esisto nolo quando strettamente necessario!
            Arriviamo sul pullman decisamente stanchi ma soddisfatti e L'Aquilotto che ha camminato quasi tutto il tempo crolla addormentato, ed io per poco non lo imito. In nave tempo di cambiarci e cena, questa volta con i compagni di tavolo con i quali da quel momento in poi condivideremo piacevolmente le serate, Aquilotto permettendo perché tanto è bravo in escursione quanto è un demonietto a tavola, per lui mangiare è un fastidio necessario, se prolungato è peggio, per fortuna il bravissimo cameriere trova il modo di intrattenerlo ogni tanto permettendoci qualche momento di tregua.
            Questa sera niente spettacolo, c'è la Juventus che gioca in TV ed il marito non se ne perde una, è il must per permettermi di prenotare, e poiché non chiede molto lo assecondo volentieri. Avrei potuto uscire io ma la passeggiata si fa sentire e rinuncio anche ad andare alla festa con William, che passando per la piscina centrale ha subito l'attrazione delle bandierine.
            Sono davvero troppo stanca... mi riprometto per l'indomani niente alba... ma mi conosco e non ci credo neppure io fino in fondo😉.

            P.s. chiedo scusa per aver inserito le foto tutte alla fine ma se voglio evitare tempi biblici non riesco ad usare il computer ed il cellulare con tapatalk me le inserisce tutte così😢... domani se riesco studio come postarle nel modo giusto, magari evitando Tapatalk.

            Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

            Comment


            • #7
              Qualche altro scatto preso velocemente dal cellulare...
              Il selfie è davvero tremendo... se non posto che pochissime foto che ritraggono me è perché in foto proprio non mi piaccio😂😂.

              P.s. dimenticavo di specificare che io non potrò contribuire al tasso alcolico del diario in quanto siamo una famiglia notoriamente astemia ( compenso contribuendo considerevolmente al bilancio della nota ditta di bibite gassate&#128514.

              Invece spero di fare cosa gradita postando i risultati del mio elevato tasso d'insonnia😉 che si farà valere per tutta la crociera.



              Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

              Comment


              • #8
                Non mi sono dimenticata di voi! Solo che è maggio e siamo un po' presi col palio!
                Comunque continuiamo!
                Lunedì 24 aprile, oggi saremo a Messina!
                Come al solito mi sveglio all'alba, faccio 2 foto e ritorno a crogiolarmi fin verso le 8 a letto, tanto la mattina saremo ancora in navigazione.



                Andiamo al ristorante a fare colazione, da soli, anche se cip e ciop (mamma e suocera) ci raggiungeranno e si siederanno con noi. Divertentissima la scena, io mi siedo e ordino 2 caffè per me e Christian, loro arrivano dopo un po', si accomodano al nostro tavolo, arriva il cameriere coi 2 espressi e mia suocera, caffeinomane senza speranze, gliene ruba letteralmente uno dalle mani, il cameriere cerca di spiegarle che non è per lei, ma non sa bene l'italiano, al che intervengo io "Gabry, ma tu l'hai già ordinato il caffè? quelli sono per me e Christian!", e la risposta di lei "non l'ho ordinato, ma io lo bevo!".
                Dopo colazione torniamo in cabina a lavarci i denti e ci facciamo un giro sui ponti esterni. Il diario di bordo riporta che alle 9.30 saremmo transitati tra Stromboli e Panarea, e la vista è spettacolare! Faccio una miriade di foto, giusto un paio di mesi prima della partenza ci siamo regalati, in vista dell'Australia a settembre, una fotocamera bridge nuova fiammante, e con la scusa di prenderci u po' la mano, in questa crociera sono entrata in modalità "turista giapponese".









                Dopo le foto Christian vorrebbe tornare a riposare in cabina, io gli suggerisco di lasciare la cabina libera "così magari il cabinista la sistema" (non lo farà praticamente mai prima di mezzogiorno), e lo accompagno su uno sdraio della balconata al ponte 10, mentre io vado a farmi un giro al ponte 2 dove al gran bar è previsto il "grande mercatino d'estate". Al ponte 2 re-incontro mamma e suocera, che stanno parlando con i ragazzi del tour office, e si lasciano convincere a prenotare la "ship tour" per il giorno di navigazione. A me non interessa, quindi mentre loro sono al banchetto allestito dai ragazzi delle escursioni vado a sentire le promozioni dalle ragazze del Samsara. Guardiamo poi i vari prodotti/vestiti/occhiali in saldo, ma non trovo nulla di mio gusto, nel frattempo si sono fatte quasi le 11, quindi è ora di andare all'incontro con i crocieristi.it!
                Siamo d'accordo sul vederci al lido di poppa per le 11, di modo da non perderci la navigazione dello stretto di Messina, arrivo e finalmente ecco tutto il gruppo, noi, Sara, Federica, Nadia e Angela! Mi ha fatto molto piacere conoscervi di persona!
                All'incontro io e Christian offriamo dei confetti, date le imminenti nozze (se mi sta leggendo qualcuno del gruppo Londra: li ho già pronti anche per voi!), da noi si usa distribuire dei confetti "sfusi" anche prima del matrimonio, e mi è sembrata una bella occasione!
                Dopo l'incontro andiamo a mangiare al buffet, ha appena aperto e non c'è molta coda (comunque più di quella trovata su Fascinosa e Deliziosa nelle scorse esperienze, qui sembrava che la gente non vedesse cibo da decenni), Christian non era stato soddisfattissimo del ristorante Taurus a pranzo il giorno prima, quindi oggi optiamo appunto per il buffet. Per Messina ho in mente uno dei miei tour gastronomici, quindi se anche non esageriamo a pranzo non muore nessuno.
                Dopo pranzo andiamo al bar della piscina al ponte 9, e chi ci troviamo? Il mitico Ronald, conosciuto la sera prima al bar casinò che vedendo Christian chiede "Ballantine's"? Gli chiediamo prima 2 caffè, e poi si, un Ballantine's per lui e un limoncello per me.
                Torniamo in cabina per lavarci i denti e recuperare zaino e borsa, e siamo pronti a scendere a terra. Mia mamma intanto mi manda un messaggio che ha accompagnato mia suocera all'incontro per l'escursione (oggi andrà a Taormina), ed è già a terra al terminal ad aspettarci.
                Scendiamo immediatamente, e cominciamo il nostro tour.
                Prima tappa, arancino alla famosa "rosticceria Famulari". Entriamo, chiediamo al signore dietro al bancone come fossero farciti i vari arancini, ma lui decide di farci provare "quello che gli pare a lui", e ci sorprenderà positivamente! Ringrazio chi l'ha suggerita qua sul forum perché era veramente ottimo, basta vedere la faccia di Christian!



                Dopo la prima sosta gastronomica, ci incamminiamo verso la chiesa "Santa Annunziata dei Catalani", dove una ragazza ci dà alcune informazioni sulla chiesa, e poi cerca di venderci il tour hop on hop off col trenino.



                A noi il trenino non interessa, ho in mente lo stesso identico percorso, ma a piedi, il tempo c'è, tra il pranzo in nave e l'arancino abbiamo anche da smaltire un po' in vista dell'ultima tappa del mio tour di messina, quindi ci incamminiamo a piedi, direzione Santuario di Montalto! Per la strada ci fermiamo ad ammirare il Duomo:







                Poi proseguiamo fino alla nostra meta, con alcune soste fotografiche!
















                Dopo il santuario raggiungiamo il Sacrario Cristo Re, è chiuso, ma il panorama da lì è spettacolare!









                Proseguiamo poi fino ad arrivare in viale Boccetta, dove si trova la chiesa di San Francesco all'Immacolata, che ovviamente troviamo chiusa, sarà l'ora, sarà che è lunedì, ci accontentiamo di vederla dall'esterno.
                Qualche strano incontro lungo il percorso:


                La chiesa di San Francesco:


                Dopodiché proseguiamo verso il Teatro Vittorio Emanuele


                La piazza Antonello e l'annessa Galleria Vittorio Emanuele, che mi ricorda quella di Milano in miniatura.





                Ed eccoci finalmente all'ultima tappa del nostro "Serenatour", come lo chiamerà Christian, la pasticceria!!!!
                È stata divertentissima la conversazione via whatsapp con le altre del forum, chi mandava foto di Taormina e simili, io invece ho mandato un bel cannolo scrivendo "Pasticceria Cristo Re".



                Cannolo ottimo, mai mangiato un cannolo così buono, cremoso, non mi ha nemmeno appesantito come succede di solito! Ringrazio sempre il forum per la dritta!
                Dopo il cannolo torniamo in nave, sono più o meno le 16.30, e oggi convinco mia mamma a venire un po' nell'idromassaggio. Christian mi dice che se ho poi intenzione di andare al Samsara (come se fossero domande da fare, è ovvio che ci voglio andare!) lui preferisce fare solo lì la piscina talassoterapica, mi chiede di prendergli una birra e se ne sta buono buono su uno sdraio.
                Io mi immergo con mia mamma, chiacchieriamo un po', e dopo una mezz'oretta neanche usciamo per tornare in cabina.
                Io e Christian recuperiamo gli accappatoi e ci rinchiudiamo al Samsara a rilassarci. Dopo la sfacchinata ci stava!
                Lo spettacolo di stasera, acrobati, non ci interessa, quindi tiriamo un po' più tardi del solito e dopo la doccia andiamo sui ponti esterni per qualche altra foto.
                Dopodiché ci spostiamo direttamente dal nostro nuovo amico Ronald al bar del casinò e ci beviamo un prosecco. Noi ne abbiamo chiesto uno, poi quante volte lui ci abbia riempito il bicchiere non ne ho proprio idea!


                Tra un prosecco e l'altro ne approfitto anche per fotografare il tramonto su Messina dalla balconata del ponte 3:


                Ronald ci dice che pure lui e la fidanzata quest'anno si sposeranno, nelle Filippine, a dicembre, appena finirà il suo contratto (si è imbarcato a febbraio a Valparasio durante il giro del mondo), e ci regala questa sua opera d'arte:



                Mentre siamo lì a bere arrivano le nostre madri dalla cena, scabiamo 2 parole, poi verso le 9 ci dirigiamo al ristorante.
                Oggi dopo cena è prevista la festa "hairspray rock'n'roll brillantina party al grand bar", ci facciamo un salto, beviamo qualcosa, ma dopo un po' la musica che fanno non ci piace più e torniamo dal nostro amico ronald per un amaro prima di andare a dormire.
                Christian si beve 2 bei bicchieroni di Ballantine's, e Ronald scriverà il nome di Christian sulla bottiglia, sfidandolo a finirla entro fine crociera (è una spugna ma no, non ci è riuscito).



                Dopodiché, stanchi e appagati, torniamo in cabina. domani saremo a Katakolon e attraccheremo nel pomeriggio, quindi possiamo svegliarci tardi. A domani!

                Comment


                • #9
                  Anch'io sveglia all'alba... e questa mattina ne sarò grata perché lo spettacolo è davvero bellissimo... gioco un po' con il desiderio di vedere la palla infuocata nascere sulla linea dell'orizzonte... poi raggiungo i miei ghiri con le solite vettovaglie da aggiungere alla scarna colazione servita in cabina... Ma vista scia è sempre un'altra cosa😀...
                  Oggi è il giorno dell'incontro, della navigazione nello stretto, delle leccornie ultradolci da assaggiare... e degli occhiali da sole...
                  Perché ho rovinato i miei e da qualche anno li compro sempre in nave... Ma ho il tempo di scegliere con calma e di recarmi al Lido di poppa per qualche minuto di relax. Speravo di portare con me anche l'Aquilotto, che però non salta mai la caccia al tesoro e purtroppo coincide.
                  Finalmente é il momento di conoscerci😀 arriviamo alla spicciolata e ci troviamo in breve a chiacchierare con la splendida cornice nel passaggio dello stretto.
                  Assaggiamo i buonissimi confetti di Serena e Christian... molti scattano foto... io le ho fatte tempo fa all'alba e mi rilasso tra qualche chiacchiera con lo sguardo al paesaggio. Il tempo scorre in fretta ed è tempo di mangiare..

                  Purtroppo io ora devo scappare... a breve riprendo portandovi a Messina...

                  Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

                  Comment


                  • #10
                    Serena non riesco a vedere la foto😢

                    Grazie a tutti per i complimenti.. anche se alcune avrebbero necessitato di un po' di fotoritocco... e grazie in particolare a chi ha saputo consigliarmi il punto giusto per gli ultimi tramonti che posterò... un certo "Doge" del forum, grazie a te ho provato l'emozione di scoprire un tramonto indimenticabile ed il passaggio di ben 3 navi, cosa chiedere di più!😀

                    Ma torniamo al racconto..

                    Proseguo con Messina... ho studiato un po' anch'iograzie agli ottimi consigli di Guizzo e altri amici del forum... e ho deciso che dovevo assolutamente vedere capo Peloro (spero di ricordare il nome giusto) avvicinarmi il più possibile al punto dove le due terre quasi si toccano... senza una ragione precisa sentivo di voler provare l'emozione di quel panorama, poi volevo vedere la città dall'alto, e ho trovato in rete un'agenzia che proponeva il percorso combinato in bus scoperto fino allo stretto e in trenino panoramico in giro per la città. Sono rimasta soddisfatta, peccato solo aver poche foto perché non tutti i turisti sono previdenti ed un gruppetto salito sul bus ad aprile in canottiera ha iniziato a sentire freddo (ma che strano?!?!) Ed ha fatto chiudere i lati, qualcosa si vedeva ma certo non come prima. In bus scoperto sempre utile un maglioncino e sciarpina leggera😉.
                    Devo dire che questo percorso mi ha affascinata e spero di poter un giorno tornare ad assaporarlo con calma. Si perché la Sicilia è una terra dai sapori affini al mio gusto, solo che tocca aspettare ancora un po', attendiamo il trenino davanti al campanile, pensando a quanto ci siamo persi sbarcano dopo mezzogiorno. Poi il nostro mezzo arriva e possiamo finalmente goderci la città ed il suo panorama.
                    Una volta terminato il giro il cucciolo proprio non se la sente di camminare oltre quindi ci fermiamo per una pausa cannolo (buonissimo) per gli adulti e gelato per l'Aquilotto, talmente grande che gli nascondeva il viso. Come souvenir non possono mancare marzapane e pesto di pistacchio quindi siamo pronti a tornare in nave.




                    Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

                    Comment

                    Working...
                    X