Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Hellesylt e Geiranger

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Hellesylt e Geiranger

    Originariamente Scritto da VaLyUS`
    Ad Hellesylt si fa uno scalo tecnico, ovvero scendono soltanto le persone (in lancia) che devono fare l'escursione che appunto da Hellesylt porta a Geiranger. Pur avendo solcato per ben due volte questo fiordo, non ho mai fatto questa lunga escursione. In entrambi i casi non ho mai sentito gente eccessivamente entusiasta, qualcuno a volte si è lamentato, specie per la strada che, a quanto dicevano i passeggeri, era paurosa. 3 anni fa avevo fatto l'escursione di qualche ora a Geiranger, ma sostanzialmente ci hanno portato a vedere un branco di pecorelle in una valle caratteristica, ci hanno fatto assaggiare il loro formaggio e cose del genere, niente di che. L'anno scorso ho preferito rimanere a bordo per godermi l'entrata e l'uscita dal fiordo di Geiranger che con le cascate che scendono sul fiordo è davvero una cosa spettacolare. Tanto bella che forse diventerà una zona protetta e soltanto un numero ristretto di navi ci potrà entrare (un motivo in più per godersi lo spettacolo). Comunque o all'entrata o all'uscita dal fiordo, almeno per quanto riguarda Costa, ci sarà una spiegazione negli altoparlanti della nave, di quanto si vede.
    Originariamente Scritto da VaLyUS`
    Hellesylt: qui la sosta è molto breve, si può scendere per un'escursione che porta alla sosta successiva, Geiranger. L'escursione è quindi di una giornata, ma non ho mai sentito nessuno fare quest'escursione e rimanere pienamente entusiasta. Quest'anno sono rimasto a bordo per vedere l'entrata nel fiordo (che ben presto diventerà , per quanto mi diceva il comandante dell'Allegra, una zona protetta e potranno entrare soltanto poche navi) che è veramente spettacolare. Se si scende a Geiranger è possibile prenotare una o due escursioni, non ricordo, una ti portano in un villaggio caratteristico dove ti fanno assaggiare dei prodotti tipici Norvegesi, ma quando l'ho fatta, non sono rimasto per niente contento. Se si scende a piedi a Geiranger non c'è praticamente nulla da vedere, è soltanto un microscopico villaggio. Quindi, o si fa l'escursione di una giornata, da Hellesylt a Geiranger, oppure si sta a bordo per poi scendere a fare una salutare passeggiata, di sicuro non fa male :P
    Originariamente Scritto da essepi2
    non c'è molto da vedere per cui ti consiglio di prendere l'escursione offerta dalla Costa che ti porterà attraverso la vera Norvegia da una località all'altra. Infatti ad Hellesylt la nave si fermerà solo per far scendere i passeggeri che faranno l'escursione che ti ho menzionato or ora. Altra alternativa, non disprezzabile, sarebbe rimanere a bordo e gustarsi la navigazione nel fiordo fino a Geiranger, dove potrai in seguito scendere per visitare la città e i dintorni, magari prendendo un taxi.
    Fabio Muratore
    ### Fondatore & Forum Master ###

  • #2
    Re: Hellesylt & Geiranger

    Escursione da HELLESYLT al ghiacciaio di BRISKDAL – 16 agosto 2007
    Durata. Dalle 9 alle 18.
    Percorso: Hellesylt – lago di Olden – ghiacciaio Briskdal – monte Dalsnibba - Geiranger
    La nave sosta all’ancora ad Hellesylt per far sbarcare solo gli escursionisti, dopo circa 2h arriverà a Geiranger dove potranno sbarcare i non escursionisti.
    L’escursione inizia quindi con lo sbarco con le lance che ci hanno portato ai pullman dove eravamo divisi per lingua madre con le relative guide.
    Il giro in pullman si allontana da Geiranger per addentrarsi nel tipico paesaggio delle valli norvegesi toccando lo spettacolare lago di Olden, famoso per la pesca del salmone, che dà il nome all’omonima cittadina (credo terza della Norvegia dopo Oslo e Bergen).
    La particolarità di questo lago è il suo colore così difficile da descrivere (magari posterò una foto a breve): oscilla indeciso tra il turchese e il verde con una sfumatura talmente luminosa da sembrare fosforescente. In realtà non è la pennellata di un artista creativo, bensì il dono al lago del ghiaccio che, sciogliendosi, reca con sé tracce di argilla che galleggia sull’acqua e riflette la luce in modo indimenticabile.
    Percorrendo la valle si osservano molte residenze estive norvegesi caratterizzate dai tipici tetti coperti di erba per isolarsi meglio dal freddo. I norvegesi che soggiornano qui nei mesi di luce segnalano la loro presenza mediante una bandiera sottile triangolare, detta orifiamma, con i colori della bandiera norvegese: rosso, bianco e blù.
    Dopo la sosta si torna a salire verso il ghiacciaio di Biskdal, la lingua più meridionale del grande ghiacciaio di Jostedal che, azzurro e imponente, domina in alto la visuale.
    Il trekking a piedi è un percorso in salita piacevole, percorso in mezzo a ruscelli, cascate e natura rigogliosa. In totale la salita, sosta con foto comprese, dura poco più di un’ora.
    Al termine della salita il ghiacciaio appare finalmente vicino ma è un’illusione, ancora trecento metri in pianura da percorrere accanto al lago glaciale in cui si fonde accanto alle rocce lunari erose dai secoli e, sorpresa, solo alla fine ci si accorge di quanto sia spesso, circa 4 metri ad agosto!
    Dopo lo splendido spettacolo goduto la discesa è veloce verso il punto di partenza accanto a cui è previsto il pranzo tipico norvegese, salmone in primis, ovviamente!
    Si risale in pullman per giungere fino al monte Dalsnibba. Il percorso è in salita e conta ben 11 tornanti mozzafiato e tale strada, aperta solo in estate, è stata costruita con opera mirabolante degli ingegneri dell’epoca, in soli 4 anni per l’esposizione universale del 1890 di Parigi dove ha, ovviamente, vinto un bel premio!
    Dalsnibba è il picco a 1500m più visitato della Norvegia, da cui si gode, nonostante il freddo (8 gradi!) il panorama che porteremo per sempre nel cuore: il fiordo di Geiranger in mezzo alle montagne e, microscopica, la nostra nave in sosta all’ancora!
    La discesa a Geiranger ci fa capire quanto abbiamo investito bene il nostro tempo e i nostri soldi…
    E’ solo un villaggio con i soliti negozi di souvenir e caffetterie, nulla in confronto alle emozioni vissute in questa giornata indimenticabile!
    Nota: la nostra guida ci ha confermato che il fiordo di Geiranger e il monte Dalsnibba sono diventati patrimonio dell’Unesco.

    Comment


    • #3
      Re: Hellesylt & Geiranger

      Grazie Floriana di avermi fatto rivivere tanti bei ricordi...
      Voglio tornarciiiiiiiiiii
      Nei fiordi ci sono stata due volte. Nel 2002 in viaggio di nozze con la Costa Romantica (solo fiordi) abbiamo avuto una settimana da sogno: la navigazione uscendo dal fiordo da Geiranger è stata bellissima... giornata stupenda... cascate fantastiche... sembravo una bambina davanti alla vetrina di una pasticceria!!! .
      Ci sono tornata nel 2004 con la Costa Allegra (fiordi e scozia) e abbiamo fatto l'escursione a Olden (ghiacciaio Briksdal)... ogni tanto mi rivedo la cassetta con le riprese della stradina per arrivarci e poi del ghiacciaio con il laghettino davanti di quel bellissimo colore.....
      Non vedo l'ora di ritornarci!!!!
      Un abbraccio
      Daniela
      ______________________________
      2018:Victoria/Deliziosa/Diadema-2017:Neoclassica/Magnifica/Diadema- 2016:Fascinosa/Diadema/Neoromantica/Favolosa - 2015:Neoclassica/Fortuna/Luminosa - 2014iadema/Luminosa/Magica - 2013:Serena/Neoromantica/Pacifica - 2012:Magica/Favolosa/Neoromantica -2011:Magica/Allegra/Atlantica - 2010:Marina/Magica/Deliziosa/Fortuna - 2009:Serena/Mediterranea/Luminosa/Concordia - 2008:Marina/Victoria - 2007:Fortuna - 2006:Victoria - 2005:Atlantica - 2004:Allegra - 2002:Romantica

      Comment


      • #4
        Re: Hellesylt & Geiranger

        Sarò monotono ma torno a ripetere che con le escursioni si vede molto poco, si spende tanto e si fanno levatacce che ti portano ad essere uno straccio a metà giornata... Ad Hellesylt non c'è niente da vedere. A Geiranger ci sono dei pulmini che si offrono come taxi. Se riuscite a rintracciare dei compagni di viaggio, sia precedentemente sulla nave, sia li nel paese che come voi chiedono di fare una gita, il prezzo diventa irrisorio. Comunque, io ho preso uno di questi pulmini ed eravamo in 4, la mia famiglia. Con 20 euro per uno sono riuscito a vedere in metà tempo e con meno della metà di costi tutto il programma delle escursioni Costa, inoltre ho avuto tutto il tempo di fermarmi dove volevo ed aggiungere luoghi di mio interesse..
        Gabriele


        "Allora c'erano molti spazi in bianco sulla Terra, e quando ne vedevo uno che sulla carta mi sembrava invitante [...] ci puntavo il dito e dicevo: da grande andrò qui".
        Conrad J., Cuore di Tenebra, 1902

        Aida - Azamara - Royal - P&O - Costa - Msc - TUI - Cunard - Celestyal - Silversea - Oceania - Princess

        Comment


        • #5
          Re: Hellesylt & Geiranger

          ciao Magellano
          mi sorprende molto leggere quanto racconti, a me sono posti che hanno incantato, e se sono diventati patrimonio dell'Unesco un motivo ci sarà! La sveglia non è stata tragica visto che la partenza era alle 9 am.
          In ogni caso, sono curiosa, col taxi con la tua famiglia dove siete riusciti ad andare?
          Io di taxi-pullmini non ne ho visti, però!

          Comment


          • #6
            Re: Hellesylt & Geiranger

            Non vorrei essere frainteso. Hellesylt è avvolta da un paesaggio incantato, nel cuore del fiordo e quindi straordinariamente bella da questo punto di vista. Il mio "niente" si riferisce al paese proprio come conglomerato di abitazioni. Piccolissima e simile alla vicina Geiranger. Le gite organizzate scendono li per partire alla volta del loro itinerario, la località in se stessa non è vero oggetto di visita. A mio avviso, al di la dell'orario, è stressante passare un'intera giornata in pullman, intervallata da brevi soste. Per questo suggerivo di evitare Hellesylt e scendere direttamente a Geiranger. I pulmini sostano di fronte al molo dove sbarcano le lance. il giro preimpostato che propongono è la salita al monte Dalsnibba e altre soste lungo la strada.. Ma, fuori dalle tariffe prestabilite, vi portano ovunque vogliate..
            Gabriele


            "Allora c'erano molti spazi in bianco sulla Terra, e quando ne vedevo uno che sulla carta mi sembrava invitante [...] ci puntavo il dito e dicevo: da grande andrò qui".
            Conrad J., Cuore di Tenebra, 1902

            Aida - Azamara - Royal - P&O - Costa - Msc - TUI - Cunard - Celestyal - Silversea - Oceania - Princess

            Comment


            • #7
              Re: Hellesylt & Geiranger

              Dopo aver letto tutti i vostri post su questo scalo mi ritrovo con le idee poco chiare.
              La mia idea di base (così prevengo le obiezioni di Magellano) è sempre quella di fare le escursioni più lunghe possibili, saranno stancanti, ma poi chissà quando si ritorna per rivedere i posti... e siccome la mià metà è assai poco avventurosa ( la sola idea che si possa rompere il taxi e che la nave salpi lasciandola da sola su un ghiacciaio le impedirebbe di partire ).
              Quindi pensavo di scendere ad Hellesylt , dove si arriva alle 8 del mattino e di andare via terra a Geiranger, da dove si riparte alle 19. Vorrei sapere, però, se mi perderei molto del fiordo, oppure se nella navigazione in uscita tra orari delle cene e condizioni di visibilità ( c'è il sole di mezzanotte ma non so se è abbastanza alto rispetto alle pareti montuose), riesco a vedere bene il tratto che ho saltato.

              Comment


              • #8
                Re: Hellesylt & Geiranger

                Anche se la zona dei fiordi è molto più a sud del Circolo Polare Artico, e quindi non vi si può osservare il fenomeno del sole a mezzanotte, le giornate in estate sono comunque molto lunghe e c'è molta luce anche nelle ore della sera. Quindi partendo da Geiranger alle 19 e considerando che la parte paesaggisticamente più bella del fiordo è quella che si percorre nelle prime 2 ore circa dopo la partenza, non ti perderai assolutamente nulla facendo l'escursione dell'intera giornata. Unici inconvenienti possibili: il meteo (in caso di pioggia o maltempo è ovvio che la visibilità può non essere ottimale); e l'avere il primo turno di cena (ma se hai il secondo turno, con inizio di solito alle 21, nessun problema).
                Ciao
                Roberto

                Comment


                • #9
                  Re: Hellesylt & Geiranger

                  Non perdi quasi niente a mio giudizio. Quando riparti con la nave per uscire dal fiordo ripercorri lo stesso ramo del fiordo e troverai sulla tua sinistra quello, breve, che conduce a Hellesylt.
                  Gabriele


                  "Allora c'erano molti spazi in bianco sulla Terra, e quando ne vedevo uno che sulla carta mi sembrava invitante [...] ci puntavo il dito e dicevo: da grande andrò qui".
                  Conrad J., Cuore di Tenebra, 1902

                  Aida - Azamara - Royal - P&O - Costa - Msc - TUI - Cunard - Celestyal - Silversea - Oceania - Princess

                  Comment


                  • #10
                    Re: Hellesylt & Geiranger

                    il 12 Giugno prossimo partirò da Amsterdam proprio per l'itinerario norvegese. Sto raccoglieno e facendo tesoro di tutti i vostri consigli riguardo le escursioni da fare. Questo perchè non posso economicamente permettermele tutte... L'escursioni lunghe non mi preoccupo, viste le esperienze Casablanca/Marrakech o Alessandria/Cairo... Ma il prezzo è considerevole visto che sono 117 Eurini a testa per l'escursione in oggetto. Non è tanto la cifra che mi spaventa perchè altrimenti non sarei partito, ma sapere se veramente ne vale la pena considerando anche le escursioni possibili negli altri scali. Io avrei bisogno di trovare qualcuno che mi consigliasse, guardando la totalità degli scali, dove investire e dove magari scegliere un fai da te piuttosto che rimanere a bordo. Lo so che le opinioni sono soggettive ma servono sempre a chiarire meglio le idee... Il mio percorso è il seguente:
                    Amsterdam - Hellesylt - Geiranger - Trondheim - Gravdal - Tromso - Honningsvag - Andalsnes - Bergen - Amsterdam
                    Che ne dite?
                    Grazie 1000
                    Andrea
                    Luglio 2005 Costa Romantica - Novembre 2006 Costa Europa - Giugno 2008 Costa Atlantica - Luglio 2010 Queen ISIS II - Nile Cruise

                    Agosto 2011 Costa Pacifica - Luglio 2012 Costa Favolosa

                    Comment


                    • #11
                      Re: Hellesylt & Geiranger

                      Rimanere a bordo direi mai! Sono tutti luoghi belli o comunque dotati di un fascino assolutamente da non perdere. Trova le informazioni nei topic delle singole località. Personalmente io consiglio sempre il fai da te ovunque, naturalmente occorre organizzarsi..
                      Gabriele


                      "Allora c'erano molti spazi in bianco sulla Terra, e quando ne vedevo uno che sulla carta mi sembrava invitante [...] ci puntavo il dito e dicevo: da grande andrò qui".
                      Conrad J., Cuore di Tenebra, 1902

                      Aida - Azamara - Royal - P&O - Costa - Msc - TUI - Cunard - Celestyal - Silversea - Oceania - Princess

                      Comment


                      • #12
                        Re: Hellesylt & Geiranger

                        Io non ero scesa a Hellesylt ma sono rimasta sulla nave fino a Geiranger, da lì ho fatto l'escursione che porta alla vetta del monte Dalsnibba, di mezza giornata. Si tratta di un'escursione meno ricca e impegantiva (fisicamente ed economicamente) rispetto a quella dell'intera giornata ma a me è piaciuta comunque molto: è indimenticabile percorrere la ripida strada panoramica che porta al monte, vedere il nave sempre più piccola nel fiordo, il verde delle montagne, le tante cascate e la neve all'arrivo sul monte. La guida ci ha detto che i più fortunati riescono a vedere delle renne che vivono lì (noi neanche l'ombra). Ai lati della strada e anche nei punti meno facili da raggiungere ci sono tantissime piccole pile di pietre, mi è stato detto che è un'usanza dei turisti di passaggio, che si augurano di ritornare in quel posto.
                        Nel paese di Geiranger si sono dei negozietti che vendono souvenir, soprattutto i tipici maglioni e i troll di tutte le grandezze (stesse cose che si trovano anche negli altri scali). La guida ci aveva consigliato di acquistare la marmellata (di fragola o di frutti di bosco) molto buona, ma il tempo alla fine dell'escursione era veramente poco e non ho fatto in tempo.
                        All'uscita del Geirangerfjord è stata molto bella la navigazione:il fiordo è spettacolare per le sue pareti a picco solcate da numerose cascate tra cui le più famose sono “Le Sette Sorelle” e “Il Pretendente”, praticamente tutti erano all'esterno malgrado il freddo. Agli autoparlanti venivano anche trasmesse informazioni su dove e che cosa guardare e raccontate, in breve, le leggende che hanno dato il nome alle cascate.

                        Comment


                        • #13
                          Re: Hellesylt & Geiranger

                          Magellano, mi piacerebbe il fai da te.
                          Però, correggimi se sbaglio (non ho mai fatto una crociera), temo di sprecare tempo prezioso.
                          Mi immagino di avere un tot di ore a disposizione; scendo dalla nave cerco il taxi o pullmini locali che non si trovano.
                          Nel frattempo vedo i turisti di Costa che vanno spediti senza perdere tempo.
                          Mi è parso di capire che siamo tutti un po ossessionati dal desiderio di vedere molto e spendere il meno possibile.

                          Comment


                          • #14
                            Re: Hellesylt & Geiranger

                            Originariamente Scritto da lichtbleu
                            Magellano, mi piacerebbe il fai da te. Però, correggimi se sbaglio (non ho mai fatto una crociera), temo di sprecare tempo prezioso. Mi immagino di avere un tot di ore a disposizione; scendo dalla nave cerco il taxi o pullmini locali che non si trovano. Nel frattempo vedo i turisti di Costa che vanno spediti senza perdere tempo.
                            Mi è parso di capire che siamo tutti un po ossessionati dal desiderio di vedere molto e spendere il meno possibile.
                            Per la prima volta prendi le escursioni e togliti ogni pensiero. Se ci tornerai, e sono sicuro che lo farai vista la bellezze dei posti ( io ci sono stato 4 volte, una in moto via terra, chiaramente, tre in crociera ), valuterai col senno di poi il da farsi.
                            Ciao
                            Maurizio
                            Co-fondatore di Crocieristi.it

                            Comment


                            • #15
                              Re: Hellesylt & Geiranger

                              io sono tornato da poco e da buon crocierista ho preferito il fai-da-te. ti consiglio di scendere con le prime lance così avrai un pò più di tempo a disposizione.
                              al porto troverai subito un ufficio informazioni dove potrai fittare un'auto oppure ci sono i taxi o pulmini che ti portano nei punti panoramici e sul monte dalnibba. noi in 12 abbiamo preso un pulmino con autista e abbiamo pagato 30 euro a persona, ma se il pulmino non si riempiva pagavamo 35 euro a pers.
                              comunque sempre molto meno dell'escursione e ti assicuro che le tappe erano le stesse.
                              il percorso era quello e a noi andava bene,ma se vuoi, puoi fare qualche richiesta paticolare e verrai accontentato.
                              per quanto riguarda flam non so dirti perchè non ci siamo andati.
                              ciao

                              Comment

                              Working...
                              X