Advertising home TOP

Collapse

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Saqqara - Dahshur

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Saqqara - Dahshur

    Saqqara è uno dei siti archeologici più ricchi del paese, con 3000 anni di storia raccontata attraverso le primissime strutture funerarie egizie.
    Saqqara fu la Necropoli reale di Menfi, la capitale dell'Antico Regno che sorge a ovest. Con l'ingrandirsi della città dei morti crebbe e Saqqara continuò ad essere utilizzata come luogo di sepoltura dei funzionari ma abbandonata dai sovrani, ad eccezione della Piramide di Djoser.

    Click image for larger version  Name:	16187324914228284098988721088178.jpg Views:	0 Size:	53.3 KB ID:	1826238

    Sparì totalmente inghiottita dalle sabbie del deserto fino al 1851 quando Auguste Marietta scoprì il Serapeo e di seguito tutto ciò che ora affiora dal deserto.

    - Cosa vedere e come si raggiunge questa località.

    Abusir, Saqqara, Menfi e Dahshur si trovano sulla stessa strada a 27 km da Il Cairo. Strada che non è percorsa dai mezzi pubblici e quindi occorre partire dal Cairo con un taxi o un tour organizzato che qualsiasi hotel della capitale saprà organizzarvi.

    - Cosa vedere.

    Sicuramente la Piramide di Djoser o detta semplicemente la piramide a gradoni. Differisce da tutte le altre piramidi ed è il prototipo delle piramidi di Giza, quindi la più antica.
    Venne costruita per il re Djoser che regnò durante la III dinastia, dal suo architetto/ sacerdote Imhotep. Si tratta di una evoluzione nella storia dell'architettura poiché fino ad allora le tombe reali egizie erano costruite da stanze scavate nel terreno e ricoperte da mattoni crudi ( mastaba); Imhotep scelse invece la pietra e di costruire non solo una mastaba ma ben 6, una sopra l'altra.
    L'area attorno alla piramide diviene parte integrante e sarà da modello futuro. Il complesso è circondato da un muro di calcare alto 10,5 metri di altezza e comprende cortili, padiglioni, sacrari e cappelle.



    Click image for larger version  Name:	16187325648045811965830176925301.jpg Views:	0 Size:	53.7 KB ID:	1826239



    Click image for larger version  Name:	16187325093302406158335149295333.jpg Views:	0 Size:	56.9 KB ID:	1826240




    - Piramide di Uni
    Si trova a sud est del muro di cinta del Re Uni, ultimo re della V dinastia. Le stanze di questa diroccata piramide sono ricoperte da colonne verticali con testi geroglifici recanti inni e preghiere e formule magiche che servono nell'aldilà. Questi Testi delle piramidi costituiscono il più antico esempio di scrittura decorativa di una camera sepolcrale. Da essi si sviluppò il Libro dei Morti del Nuovo Regno. Purtroppo oggi per il suo deterioramento è chiusa al pubblico ma lungo la rampa a est della piramide, sono allineate tombe a mastaba con simili decorazioni e queste sono aperte al pubblico.

    - Tombe persiane.
    Situate a sud della piramide di Uni, sono tra le più profonde camere funerarie d'Egitto. Si scende dall'interno di una capanna in legno attraverso una scala a spirale sul cui fondo giacciono le tombe di tre nobili persiani: Psammatico, Djenhebu, Preside, funzionari durante la XXVII dinastia.

    - Piramide di Teti

    L'esterno non rappresenta che un cumulo di macerie a prima vista, ma merita la visita per la sua camera funeraria che contiene ancora il sarcofago di basalto del re Teti, primo della VI dinastia. Il soffitto della camera è decorato con motivi di stelle e le pareti recano sezioni dei Testi delle Piramidi. Questi antichi testi si trovano sovente in molte piramidi a Saqqara, questi sono ad oggi gli unici accessibili al pubblico.

    - Tomba di Mereruka.
    Un vasto complesso che conta 33 stanze è una delle principali attrazioni di Saqqara. Mereruka era genero di Teti e qui viene raffigurato sulle pareti splendidamente decorate, mentre è intento nella caccia, tra uccelli e ippopotami in un contesto di scena molto naturale sulle rive del Nilo.

    - Serapeo
    Non potete lasciare Saqqara senza visitare il più insolito monumento : la misteriosa camera funeraria sotterranea dei tori sacri Api.
    Il Serapeo consiste in un dedalo di lunghi corridoi oscuri in cui si aprono camere laterali che custodivano 25 enormi sarcofagi di granito, contenenti le mummie dei tori sacri Api. Considerati incarnazioni di Ptah, dio di Menfi, venivano allevati dai sacerdoti e dopo la loro morte, venivano sepolti con grandi cerimonie nelle gallerie sotterranee del Serapeo. Quando Auguste Mariette scoprì il sito, vide che tutte le tombe erano state saccheggiate tranne una ancora intatta che conteneva un sarcofago con la mummia di toro,vita esposta al Cairo.
    Last edited by capricorno; 02-May-2021, 09:08.
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  • #2
    Intereressantissima descrizione.

    Ricordo di aver visitato il sito nell' unica volta che mi sono recato in Egitto, ben 14 anni fa, durante lo scalo ad Alessandria di una bellissima crociera su Costa Europa.

    Feci l'escursione al Cairo, e la prima tappa fu proprio Saqqara. Sinceramente oggi non mi ricordo molti particolari, ma l'insolita e originale piramide a gradoni di Djoser mi incuriosì molto. In quella circostanza fummo accompagnati da una brava guida, che ci narrò tanti particolari del sito. Peccato che per i tempi ristretti non fu possibile visitare l'interno del Serapeo, Leggo quindi volentieri queste note che descrivono il monumento.

    Grazie Oriana per questo viaggio virtuale.
    "Lo spettacolo del mare provoca sempre un'impressione profonda: esso è l'immagine di quell'infinito
    che attira incessantemente il pensiero e nel quale il pensiero incessantemente si perde"
    (Madame de Stael)

    Comment


    • #3
      Grazie Oriana, ti seguo sempre.

      Comment


      • #4
        Grazie a voi.

        E' solo una piccola guida visto che nel prossimo futuro si riapriranno i corridoi turistici e sia con gli scali crocieristici, sia in altro modo sarà possibile raggiungere molti di questi siti.


        Intanto, almeno virtualmente, vi porto dentro la piramide di Djoser.....una nota a riguardo: è stata finalmente riaperta dopo anni di chiusura per un attento restauro. E' un bene preziosissimo per l'intera umanità.



        fonte: La Stampa
        Oriana

        ### Moderatrice del forum ###

        " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

        Comment


        • #5
          Eh si, purtroppo la piramide di Djoser fu costruita in mattoni lasciati essiccare al sole (quindi non cotti) circa 4600 anni fa.
          L'unico motivo che la preserva anche dopo il restauro (la prima e seconda mastaba erano praticamente ritornate sabbia sui lati esterni) è che non vi piove praticamente mai, ma il tempo le temperature e i "turisti" sono inclementi.
          Ancora ora vi si fanno scoperte tra i cunicoli sotto e ai lati della piramide.

          Dalla struttura a sud di essa si possono ammirare in lontananza, sempre verso sud, tra le altre la famosa "piramide a doppia inclinazione", la "piramide rossa" e la famosissima area del Fayum un po a sudovest (50km circa, si nota appena qualche palma).
          Se ci si incammina verso ovest ci sono qualcosa come 4.500 Km di deserto relativamente poco al di sotto delle coste più meridionali del Mediterraneo, fino alla Mauritania e al suo Sahara.

          Un luogo incantevole, magico, esoterico.

          ...errare è umano, ma per fare veramente casino serve la password di root!
          -----
          IO alla Crociera del Decennale c'ero. E tu, dove eri????
          -----
          "CROCIERISTI.IT", per fare di una crociera la TUA crociera! ™®©

          Se riesci a leggere questo non hai bisogno di occhiali

          Comment


          • #6
            - Dahshur -

            Un altro remoto sito desertico di grande importanza per la storia dell'architettura delle Piramidi.

            Come anticipato da Blue, non è distante da Saqqara è sulla stessa direttiva e vale la pena allargare la visita qui.
            Troverete due piramidi risalenti all'Antico Regno erette da Sneferu, padre di Cheope, il faraone della grande piramide di Giza.

            - La piramide romboidale -

            È considerata la prima piramide nel vero senso della parola. Il prototipo a cui poi faranno riferimento le altre piramidi. La prima, poiché le precedenti erano a gradoni. Perché romboidale?... sembrerebbe lo si debba al suo aspetto inclinato e al fatto che con il crescere in altezza, la struttura diventava instabile e per poter essere completata si è dovuto utilizzare una diversa inclinazione. Il suo rivestimento, fatto insolito per le piramidi così antiche, è in calcare e ancora intatto e così ci offre l'idea dello spettacolo che doveva offrire questa superficie levigata e chiara sotto i raggi del sole.

            Non contenti di questa piramide, Sneferu iniziò la costruzione dell'altra piramide detta Piramide Rossa, chiamata così per il colore delle antiche incisioni.
            Seconda solo per le misure alla Grande Piramide di Cheope, vi so accede attraverso un lungo corridoio dove al cui termine, si aprono tre stanze. Altre due piramidi troverete nel sito, più piccole e costruite durante il Medio Regno ( quindi più recenti) ma purtroppo in rovina.

            Questo è un itinerario molto ricco ed interessante, forse di più della piana di Giza e un'alternativa a chi ha già visitato le tre Piramidi. Sicuramente qui troverete meno confusione, meno affluenza ma.... sicuramente più magia.


            Click image for larger version

Name:	16203111190334828580201551216263.jpg
Views:	0
Size:	57.2 KB
ID:	1826851
            Last edited by capricorno; 07-May-2021, 11:43.
            Oriana

            ### Moderatrice del forum ###

            " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

            Comment


            • #7
              Eh si Oriana, hai colto nel segno!
              Le tre famose piramidi della piana di Giza (che in realtà son più di tre) sono certamente imponenti, ma ce ne sono tante altre sparse per tutto l'Egitto.

              E' tutto l'Egitto ad essere un immenso museo... Ad esempio a Menfi (6 km dal complesso di Djoser, si può anche fare una passeggiata per campi se se ne ha il tempo) c'è una bellissima statua incompiuta di Ramses II che sembra scolpita al laser.
              Non è stata toccata per millenni perché sepolta dopo che si spezzò in fase di compimento; è difficile intuirne la finezza della lavorazione con delle foto, da visitare.
              Così come da visitare è tutto il resto del museo all'aperto che onora Menfi (la città piu importante del 3000 A.C., sede del Primo Regno o qualcosa di simile), ora divenuta un villaggio.
              E siamo ad un tiro di schioppo da Giza, alla fine.... saranno una 30ina di km ma già si vede la mancanza del turista "all you can eat in one day".




              ...errare è umano, ma per fare veramente casino serve la password di root!
              -----
              IO alla Crociera del Decennale c'ero. E tu, dove eri????
              -----
              "CROCIERISTI.IT", per fare di una crociera la TUA crociera! ™®©

              Se riesci a leggere questo non hai bisogno di occhiali

              Comment

              Working...
              X