Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 31 a 45 di 56

Discussione: Queen Mary LongBeach

  1. #31
    Utente livello Gold L'avatar di Mate
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    1,592
    Città
    Monfalcone
    Crociere effettuate
    52
    Paragono la Queen Mary al Colosseo perchè è anche lei una rappresentazione dell'ingegno umano e di cosa la nostra civiltà ha saputo costruire. Questi simboli vanno preservati. Un egittologo potrebbe dire ma le Piramidi sono più vecchie del Colosseo, non c'è paragone e via dicendo. Oggi ad asempio la sovraintendenza mette vincoli su cose assurde ed esagerate... ma un transatlantico dell'età d'oro è un cimelio troppo prezioso. Quanto darebbero i francesi per avere ancora il loro Normandie, che lo chiamavano nave di luce o Verseailles del Novecento. Il mantenimento di queste opere costa certo, ma meglio andare a vedere l'originale Queen Mary che il Titanic che stanno costruendo i cinesi in scala 1:1 in un parco di divertimenenti. Le eccezioni ci sono, costose, ma ci sono... e queste navi museo possono fare anche bacino senza problemi, giusto l'anno scorso sono andato in crociera stampa a San Pietroburgo e guarda che culo... non ho trovato l'Aurora perchè era a fare drydock... azz!
    Con te partirò...

    https://www.facebook.com/matteo.martinuzzi.3


    • Pubblicità


        
       

  2. #32
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    37,140
    Città
    Venezia
    Anche a Queen Elizabeth in questi mesi ha fatto dry dock, questo non vuol dire che nel complesso la nave sia conservata come dovrebbe essere o come erano le intenzioni iniziali, miseramente naufragate. Anche Aurora, probabilmente è stata sottoposta al minimo indispensabile, per non perderla del tutto, sta di fatto che attualmente risulta tralasciata, rispetto ad un decennio fa.

    Sai Mate ci son delle iniziative che poggiano sul nulla,come quella del gruppo che era stato creato per l'auspicato ritorno di Concordia in servizio. Fantasiose e sprovvedute ipotesi di rivederla solcare i mari, quando si sapeva fin dall'inizio dei "giganteschi" danni che aveva riportato, compresa la deformazione longitudinale dello scafo poggiato sui due puntoni di roccia; tuttavia qualcuno credeva, ahimè, e sollecitava ancora il suo recupero. Fantasie, come quella di recuperare il Titanic con le palline da ping pong.

    Ho cercato e trovato un report sullo stato conservativo della Queen Mary e se i risultati riportati sono quelli riscontrati, le condizioni son peggiori di quelle che hai commentato nel tuo articolo e certamente non rispondenti alla volontà di conservare un icona della marineria.
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  3. #33
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    37,140
    Città
    Venezia
    Citazione Originariamente Scritto da mal di mare Visualizza Messaggio
    dare del "ferraccio"alla Queen Mary....questo detto da Te non me lo sarei mai aspettato......
    Ho scritto "ferraccio" perchè attualmente di "ferraccio" si tratta. Quando questo materiale viene abbandonato a sè stesso si deteriora in maniera pressochè inarrestabile e progressiva. Attualmente lo scafo ed altre parti della nave sono ridotte ai minimi termini e si stanno disgregando.

    Non la nave in sè stessa è un "ferraccio" ma le sue condizioni sono ridotte a "ferraccio".

    Il buon Mate potrà confermare che uno scafo durante la sua vita, "breve", viene continuamente manutentato, "coccolato", protetto e sostituito nelle parti che ne richiedano l'intervento. Pensa a quello di Queen Mary a mollo da una cinquantina di anni senza seri interventi. Il "ferro" non è come il travertino in gran parte utilizzato per la costruzione del Colosseo, materiale resistente agli agenti atmosferici e al trascorrere del tempo.
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  4. #34
    Utente livello Platinum L'avatar di pmanlio
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    9,626
    Rodolfo, uno dei problemi è che le navi, prima di essere conservate o in qualche fase della loro conservazione, vengono abbandonate, ovvero hanno una manutenzione trascurata, e da li parte il disastro..

    Se uno pensa di conservarle semplicemente parlando di albergo galleggiante non riesce a mantenere il livello di manutenzione necessaria per evitare il patatrac, ci vuole invece personale specializzato (come avviene sulle navi operative) e l'idea di un lavoro giornaliero..

    E' chiaro che per farlo ci vuole un progetto preciso, non un gruppo di persone di buona volontà che ci mettono dei soldi..

    L'idea della nave in bacino non è bellissima lo ammetto, ma non scordiamoci che chi sale a bordo della Victory di Nelson, o del Cutty Sark o visita il museo del Vasa, in fondo vede delle navi ancorate al suolo o in bacino (il Vasa poi, praticamente un fantasma dentro una casa), eppure in genere scende con un sorriso a trentadue denti..

    Sul discorso del valore che potrebbero avere, stiamo sempre li, la Victory fu salvata mentre stava per essere demolita, la Constitution, il Cutty Sark ed altre navi su iniziativa popolare, addirittura il Cutty Sark non era più un Clipper e stava per essere utilizzato come bersaglio dalla marina militare Portoghese..
    All'epoca del loro salvataggio la maggior parte delle persone non le conosceva, non le riteneva un mito e le avrebbe tranquillamente demolite.

    Oggi, a distanza di secoli, sono dei valori assoluti, chi non si impegnerebbe a conservarle?

    Certo, erano navi in legno o ferro/legno, ma lo sforzo fatto allora fu notevolissimo ed i discorsi dovevano essere paragonabili a quelli di oggi..

    Ripeto, perchè bocciare una idea se non si sono esplorate tutte le vie? Perchè non cercare anche il compromesso di una parete di vetro verso il mare e un bacino che permetta protezioni catodiche, manutenzione ridotta, una sopravvivenza..

    Poi magari qualche ditta, tra cinquanta anni, ti tira fuori la vernice ideale, la corrente elettrica ideale, e la manutenzione scende in modo drastico anche senza barriere..

    Un saluto
    Manlio

  5. #35
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    37,140
    Città
    Venezia
    Manlio, tu puoi anche aver ragione nel tuo discorso, sta di fatto che al giorno d'oggi non funziona così, se non per casi limitati e particolari. Cambierà, verranno attuati, come dici tu, altri tipi di approccio, non lo so, forse, ma viviamo di continuo le difficoltà di voler mantenere, a tutti i costi, in vita ed in maniera non dico ottimale, ma decente, una grande nave.

    E per me no, Manlio, il posto di una nave è sull'acqua; personalmente, non per contrastare la tua idea, di vedere il ponte del Doria le sue piscine, mentre si trova sotto una "bacheca" di vetro, confinata a terra, non mi susciterebbe alcuna emozione. Di andarla visitare, se ci fosse, non lo terrei nemmeno in considerazione.

    Diversissimi punti di vista. Chi vivrà........
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  6. #36
    Utente livello Gold L'avatar di mal di mare
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    4,698
    Città
    milano
    Crociere effettuate
    >40
    Citazione Originariamente Scritto da Rodolfo Visualizza Messaggio
    Ho scritto "ferraccio" perchè attualmente di "ferraccio" si tratta............
    Assolutamente no............c'è chi vede solo il ferro e chi lo considera un simbolo,una testimonianza,
    l'insieme di tante esperienze oltre ad essere il risultato dell'ingegno di un epoca............

    Per fortuna esistono persone che,come nel caso dell'Orient Express hanno girato l'Europa,recuperato
    quello che era rimasto dei vagoni danneggiati dalla guerra,parte degli arredi,disegni e progetti
    e hanno dato modo a noi di poter ancora toccare con mano un esperienza unica.

    Certo sarebbe più semplice distruggere tutto invece che conservare e poi indossare una maschera da realtà virtuale
    e guardare quello che è stato.............non mi arrenderò mai.............voglio toccare
    il ferro della Queen Mary,passeggiare sul ponte,chiudere gli occhi e rivivere le emozioni.................

    Ps.in ogni caso,nel corso dei 50 anni la QM è stata sottoposta a tre interventi di manutenzione,
    evidentemente non abbastanza,ma il progetto di recupero per quanto difficile non è impossibile,nè abbandonato............

    Tutto quanto sopra per me vale non solo per la Queen Mary ,ma sarebbe lo stesso per altri simboli dei tempi passati............
    Ultima modifica di mal di mare; 28-March-2017 alle 12:38

  7. #37
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    37,140
    Città
    Venezia
    Ma non ci capiamo mica, anzi, assai probabilmente, son io che non riesco spiegarmi.

    In linea di massima non è che io sia contrario alla conservazione di una nave, sono contrario al modo in cui attualmente viene fatto, o meglio, non viene fatto.

    Tu mi citi l'Orient Express, e son ben contento che continui a percorrere le strade ferrate e riscuota ancora tanto successo, ma è tutta un'altra cosa rispetto ad una nave; il treno continua la sua attività, la funzione per la quale è stato ideato e costruito, in un perfettisssssssimo stato di manutenzione. L'immacolato candore dei tetti di ogni carrozza, nonostante le colate di ruggine ed acqua sporca che cade dalla linea aerea quando piove, l'esasperata cura di ogni particolare interno ed esterno, l'assenza di qualsiasi traccia di ruggine o di deterioramento, tutta un'altra cosa.

    Se la Regina fosse stata ristrutturata, come Crystal avrebbe voluto fare (anche troppo)con la United States, e continuasse a navigare, allora sì reggerebbe il paragone con l'Orient Express. Non mi sembra che Queen Mary goda delle stesse attenzioni dell'O.E., non mi sembra continui svolgere l'attività per la quale è stata costruita, anzi, tutt'altro; relegata in un piccolo specchio d'acqua, adagiata per precauzione su di un letto di materiale inerte, con lo scafo, e non solo, in preda alla ruggine e alla corrosione, in procinto, secondo i tecnici ad essere allagata per il cedimento del fasciame, prossima, forse, a ricevere, per tamponare, qualche colata di cemento, direi, se permetti, non si tratti di un paragone che regge.

    Chi gestisce l'O.E. assai probabilmente utilizza parte delle entrate gestionali, per mantenere con cura l'intero convoglio, ma alla Q.M.non bastano le entrate che riesce a procurare per mantenersi in vita, anzi è un continuo ricorrere a sovvenzioni, raccolte di denaro, lasciti e la cosa fin che dura, dura, ma son sicuro che verrà il momento in cui tutto ciò non si reggerà più e la conclusione verrà da sè.

    Mi dispiace deluderti Alda, ma per me gran parte della Q.M. attualmente è "ferraccio", e questo termine non lo userei mai per l'O.E., fino al momento in cui fosse abbandonato su di un binario morto perché gestirlo non sarà più reminerativo.
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  8. #38
    Utente livello Platinum L'avatar di pmanlio
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    9,626
    Citazione Originariamente Scritto da Rodolfo Visualizza Messaggio
    E per me no, Manlio, il posto di una nave è sull'acqua; personalmente, non per contrastare la tua idea, di vedere il ponte del Doria le sue piscine, mentre si trova sotto una "bacheca" di vetro, confinata a terra, non mi susciterebbe alcuna emozione. Di andarla visitare, se ci fosse, non lo terrei nemmeno in considerazione.
    Rodolfo, premesso che la barriera protettiva sarebbe una soluzione estrema, non è detto che serva è solo una mia estremizzazione..

    Però la Victory ed il Cutty Sark, per fare un esempio, sono ormai praticamente ferme a terra..
    Sei sicuro che la Victory per esempio non ti trasmetterebbe qualche emozione?



    Un saluto
    Manlio

  9. #39
    Utente livello Gold L'avatar di mal di mare
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    4,698
    Città
    milano
    Crociere effettuate
    >40
    Citazione Originariamente Scritto da Rodolfo Visualizza Messaggio
    ......................

    Mi dispiace deluderti Alda, ma per me gran parte della Q.M. attualmente è "ferraccio", e questo termine non lo userei mai per l'O.E., fino al momento in cui fosse abbandonato su di un binario morto perché gestirlo non sarà più reminerativo.
    A me dispiace essere arrivati a questo tipo di valutazioni.........ha valore solo quello che genera denaro.............
    Sia una nave o un essere umano...............

    Continuerò a combattere e a collaborare per quanto posso nel mio piccolo come faccio con il FAI
    Per mantenere vivo nelle generazioni future il valore della testimonianza e del passato............
    E Continuerò a vivere delle mie emozioni.........come sul ponte della Fram che pure a secco
    E chiusa in un museo racconta di viaggi di esplorazioni,di sacrifici e riesce a far sognare...........
    Ovviamente.....non tutti........
    Ultima modifica di mal di mare; 28-March-2017 alle 13:38

  10. #40
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    37,140
    Città
    Venezia
    Posso darti una risposta sincera, a mente fredda, in questo istante. Non solo non mi darebbe più di tanta emozione, forse non rientrerebbe nemmeno in una possibile visita; ma chissà, forse potrei rimaner "folgorato" una volta tu mi accompagnassi a bordo.

    Salire sul Vespucci, anche fermo in banchina, mi ha portato più volte a far lunghe file per calcare i suoi ponti; ma anche se ferma è una nave viva, scandita dalle attività di bordo, dove l'uomo vive in simbiosi con i "legni".

    Se fossi a bordo sul Victory, in navigazione, con le vele gonfiate dal vento, accompagnato dallo stridere delle manovre, dal rollio, dal rumore dello sciabordio dell'acqua sulle fiancate, dal profumo del mare, dalla polvere d'acqua che salisse sul ponte, allora sì l'emozione sarebbe incontenibile, ma posata sul cemento, immobile, spenta, inerte no, grazie.
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  11. #41
    Utente livello Gold L'avatar di mal di mare
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    4,698
    Città
    milano
    Crociere effettuate
    >40
    Citazione Originariamente Scritto da Rodolfo Visualizza Messaggio
    ............

    Se fossi a bordo sul Victory, in navigazione, con le vele gonfiate dal vento, accompagnato dallo stridere delle manovre, dal rollio, dal rumore dello sciabordio dell'acqua sulle fiancate, dal profumo del mare, dalla polvere d'acqua che salisse sul ponte, allora sì l'emozione sarebbe incontenibile, ma posata sul cemento, immobile, spenta, inerte no, grazie.
    Seguendo questa logica......perché visitare il Colosseo?..........vuoto,spento,senza alcun tipo di attività
    Se non quella dei turisti ? Mai più adibito alla funzione per cui era stato pensato............

    Ps.non ho niente contro il Colosseo......era solo per continuare il paragone...........
    Ultima modifica di mal di mare; 28-March-2017 alle 13:57

  12. #42
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    37,140
    Città
    Venezia
    Citazione Originariamente Scritto da mal di mare Visualizza Messaggio
    A me dispiace essere arrivati a questo tipo di valutazioni.........ha valore solo quello che genera denaro.............
    Sia una nave o un essere umano...............

    Continuerò a combattere e a collaborare per quanto posso nel mio piccolo come faccio con il FAI
    Per mantenere vivo nelle generazioni future il valore della testimonianza e del passato............
    E Continuerò a vivere delle mie emozioni.........come sul ponte della Fram che pure a secco
    E chiusa in un museo racconta di viaggi di esplorazioni,di sacrifici e riesce a far sognare...........
    Alda, continuiamo a non capirci; parliamo di realtà o di fantasia? Il mondo va diversamente? Che non sia giusto, poi è un'altra cosa.

    Scusami, anche io nel mio piccolo combatto e collaboro con volontariato ed economicamente per un un "mondo migliore", anche se si tratta di un espressione fin troppo grande per me, ma c'entra nulla sullo stato di conservazione di una nave.

    Se un giorno la Q.M. verrà avviata, e prima o dopo avverrà, alla demolizione sarà perché i costi non saranno più sostenibili; ci dobbiamo nascondere dietro queste realtà? Non devo dire che la ristrutturazione prevista da Crystal per la U.S. non è stata effettuata perchè troppo complessa, leggi troppo costosa? Perchè tecnicamente si può fare quasi tutto, anche le cose più impensabili, ma quando costano troppo si rinuncia.
    Che i faraonici progetti per la trasformazione della Queen Elizabeth sono miseramente naufragati per motivi economici e dopo una decina di anni la nave è ancora semiabbandonata, è una espressione da censurare la mia, tra l'altro solo per averla riportata?
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  13. #43
    Utente livello Platinum L'avatar di pmanlio
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    9,626
    Se fosse in navigazione sarebbe incredibile, chi lo nega?

    Ma anche così ti "parla", almeno a me.
    Tieni presente che io sono un "Uomo da musei" ma nessun museo credo possa rendere quello che rende la pur "spenta" (è vero lo è) Victory.

    Questo ovviamente secondo me, che peraltro vedo ben vivi anche i musei, sia chiaro, anche loro mi "parlano" ma non così.

    Un salutone!
    Manlio

  14. #44
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    37,140
    Città
    Venezia
    Citazione Originariamente Scritto da mal di mare Visualizza Messaggio
    Seguendo questa logica......perché visitare il Colosseo?..........vuoto,spento,senza alcun tipo di attività
    Se non quella dei turisti ? Mai più adibito alla funzione per cui era stato pensato............
    Alda, è la mia logica; Manlio mi ha fatto una domanda ed io ho risposto, credo sinceramente ed in modo spontaneo.

    E' colpa mia se mi turba e continua ad affascinarmi dopo anni ed anni il mosaico dei pavimenti della Basilica di San Marco, e continuo ad esplorarli e contemplarli?
    E' colpa mia se continuo visitare Musei, Palazzi della mia città, e non solo, cercando di saperne sempre di più, di rivere la storia di chi mi ha preceduto e li ha realizzati?

    E' colpa mia se una nave che non è più una nave non mi suscita alcuna emozione?

    Ognuno vede le cose che lo circonda secondo la propria logica; tutte rispettabili.

    La realtà, e questo mi sembra sia indiscutibile, la conservazione delle grandi navi, ribadisco, delle grandi navi, per ora, rimane una utopia.
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  15. #45
    Utente livello Gold L'avatar di mal di mare
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    4,698
    Città
    milano
    Crociere effettuate
    >40
    Citazione Originariamente Scritto da Rodolfo Visualizza Messaggio
    ...........................

    Ognuno vede le cose che lo circonda secondo la propria logica; tutte rispettabili.

    La realtà, e questo mi sembra sia indiscutibile, la conservazione delle grandi navi, ribadisco, delle grandi navi, per ora, rimane una utopia.
    Per fortuna,il mondo ha sempre avuto anche degli utopisti e dei sognatori che hanno realizzato cose che sembravano impossibili..............

    rispettando ,come ovvio,il punto di vista degli altri.............
    Ultima modifica di mal di mare; 28-March-2017 alle 14:24


    • Pubblicità


        
       

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •