Risultati da 1 a 11 di 11

Discussione: Pericolo Hacker

  1. #1
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    38,327
    Città
    Venezia

    Pericolo Hacker

    Sempre più frequenti gli attacchi hacker al trasporto marittimo. Per ora si tratta in genere di crear confusione nei sistemi di carico delle navi o di chiedere riscatti economici per ripristinari sistemi craccati. La sola Maersk, la più grande compagnia di trasporto container si calcola abbia subito fino ad ora, danni per 300 milioni di dollari a causa di interventi estranei ai propri sistemi informatici.

    Fino a qui solo danni economici, ma se qualcuno si spingesse oltre, potrebbe causare anche danni catastrofici a qualsiasi nave; basta pensare a possibili attacchi terroristici. Le protezioni adottate dalle varie compagnie sono praticamente inesistenti e chiunque, attraverso semplici conoscenze, può entrare con un comune pc nei sistemi informatici e violarli.

    In un convegno sul tema, un relatore con un comune pc, è riuscito in pochi minuti, davanti alla platea di partecipanti, a penetrare i sistemi di bordo di una nave che tranquillamente navigava nell'Adriatico, potendo, se avesse voluto, alterarne i dati di navigazione. E, secondo quanto riportato, la password per accedere ai sistemi della nave, era semplicemente "1234", quella impostata dall'azienda produttrice e mai modificata. Ritengo questo un caso limite, ma sappiamo benissimo fra gli episodi venuti alla luce, e quelli tenuti nascosti, che la "bravura" di queste persone supera anche le barriere più elaborate.

    Sconvolgere i piani di carico di una portacontainer e far sì che i container più pesanti vengano caricati in "alto" invece che in "basso" potrebbe causare instabilità alla nave durante la navigazione con le presumibili conseguenze. Questo è solo un esempio, ma con un po' di fantasia se ne possono immaginare altri di interventi "letali".

    Naturalmente tali atti possono spaziare in tutti i campi e colpire qualsiasi organizzazione informatica. Qualcuno è arrivato a dire che nel campo del trasporto aereo potrebbero diventare inutili tutti i sistemi di controllo sicurezza a terra, dal momento che, da un punto qualsiasi del pianeta, si può accedere ai sistemi di bordo di un aereo in pochi minuti e prenderne il controllo.
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###


    • Pubblicità


        
       

  2. #2
    Super Moderatore L'avatar di leo
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    11,383
    Città
    Roma
    Crociere effettuate
    boh
    Un panorama inquietante.
    “L’orizzonte è la linea che sottolinea l’infinito.”
    Victor Hugo

    Leonardo Carboni
    ### Moderatore Globale ###


    ### Staff Leader Galleria Fotografica ###

  3. #3
    Utente livello Silver
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    559
    Città
    VARESE
    pare di leggere un libro di tom clancy, con la differenza che lui aveva ipotizzato questi scenari oltre 20 anni fa.
    "e il mare concederà ad ogni uomo nuove speranze, così come il sonno porta i sogni"

  4. #4
    Utente livello Gold L'avatar di Blueyes
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    2,391
    Città
    Chioggia (VE)
    Crociere effettuate
    10½
    La realtà è ancora piu devastante dei libri, ragazzi....

    Non c'è da stare allegri.
    ...errare è umano, ma per fare veramente casino serve la password di root!
    -----
    IO alla Crociera del Decennale c'ero. E tu, dove eri????
    -----
    "CROCIERISTI.IT", per fare di una crociera la TUA crociera! ™®©

    Se riesci a leggere questo non hai bisogno di occhiali

  5. #5
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    38,327
    Città
    Venezia
    Complice il Covid19 e i conseguenti tagli in tutti i settori operati dalle compagnie marittime, comprese le difese informatiche alle flotte, han provocato uno smisurato aumento dei cyberattacchi con, per ora, solo danni economici.

    https://www.shipmag.it/lassalto-dei-...pping-il-caso/

    https://navaldome.com/threat.html
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  6. #6
    Utente livello Gold
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    4,794
    Città
    Verona
    Crociere effettuate
    17
    Ma se perdono centinaia di milioni, perché non li spendono/investono in sistemi per "difendersi"?

  7. #7
    Co-Fondatore L'avatar di essepi2
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    7,988
    Crociere effettuate
    70
    Molte volte si riesce a risalire agli hackers: dato che non capisco la logica di questi coglioni ( si’ proprio questa parola ) nel far danni, servirebbero delle pene esemplari, tipo ergastolo, campi di lavoro, campi di rieducazione, magari in quei paesi dove le cose che ho citato sono prese seriamente.
    Maurizio
    Co-fondatore di Crocieristi.it

  8. #8
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    38,327
    Città
    Venezia
    SÌ che lo fanno, ma lo sai, o per "sfida" o per "divertimento" gli Hacker sono sempre più insidiosi.
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  9. #9
    Utente livello Gold
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    4,794
    Città
    Verona
    Crociere effettuate
    17
    Essepi qui da noi liberano gli ergastolani, agli hacher gli daranno il reddito di cittadinanza.

  10. #10
    Utente livello Gold L'avatar di mimmo
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    2,771
    Città
    San Marzano (sa)
    Scusate ot.... mi viene da chiedermi perché nel luogo comune,Compreso giornalisti di stampa e Tv, hacker viene identificato (erroneamente) pirata informatico che entra per fare danni nei sistemi di sicurezza informatici . Mentre, chi entra in modo malevolo per distruggere o carpire informazioni sono identificati come cracker...... di cui il modo di dire “craccare” . la sottile differenza è:Hacker esperto informatico rivolto senza scopo di lucro.......... molto sottile

  11. #11
    Co-Fondatore L'avatar di essepi2
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    7,988
    Crociere effettuate
    70
    Il problema si porra’ ancor piu’ quando la guida autonoma sara’ portata a livelli di diffusione elevata.
    Maurizio
    Co-fondatore di Crocieristi.it


    • Pubblicità


        
       

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •