Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 16

Discussione: Nella magnifica dimora...alla Corte dei Gonzaga -

  1. #1
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,291
    Crociere effettuate
    19

    Nella magnifica dimora...alla Corte dei Gonzaga -

    " Nel 1328 i Gonzaga conquistano con le armi il dominio della città, e lo conserveranno con alterne vicende per oltre quattro secoli.
    Dalle prime dimore acquisite dai Bonacolsi si ramifichera' uno straordinario complesso di palazzi, chiese, cortili e giardini che costituiranno l' aplissima corte dei Gonzaga.

    Benvenuti nel nucleo più antico della loro magnifica dimora."


    Queste poche righe ci accolgono all' ingresso di un percorso fatto di storia, di arte di suggestioni...

    Ci accoglie altresì un dipinto , messo proprio all' inizio del percorso museale.




    "La cacciata dei Bonacolsi" di Domenico Morone, dove abbiamo raffigurata l' intera Piazza Sordello , dove ha sede il Palazzo Ducale.




    L' opera raffigura la vittoriosa battaglia che Luigi Gonzaga ingaggiò a Mantova, contro Rinaldo Bonacolsi per il possesso della città. Comincia così l'ascesa della famiglia Gonzaga , durata 400 anni.

    Naturalmente è rappresentata una visione di Mantova del tardo 400, ma alcuni scorci sono ancora simili e riconoscibili ai giorni nostri.








    Una suggestiva piazza, che ci porta indietro nel tempo....















































    I giardini...uno dei tanti giardini che sono ubicati all' interno delle sue mura.









































    Un passo indietro...

    Subito varcati i primi metri all' interno del palazzo, seguendo le indicazioni, una meravigliosa sorpresa....










    La scala d' onore che porta al piano nobile del palazzo. Sulle pareti frasi scritte da personaggi illustri...pensieri, che esprimono cos'era questa magnifica Corte, oltre che rappresentare testimonianza del loro passaggio qui.

    Ve le propongo....

    Trovo sia un modo fantastico per introdurre alla visita!








































    .......
    Ultima modifica di capricorno; 14-May-2018 alle 15:44
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."


    • Pubblicità


        
       

  2. #2
    Utente livello Gold
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    4,238
    Città
    Verona
    Crociere effettuate
    16
    Complimenti Oriana per le il foto.

  3. #3
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,291
    Crociere effettuate
    19
    Il Palazzo è uno degli edifici storici più antichi di Mantova, anche uno dei più significativi. Fa parte del complesso architettonico denominato " Reggia dei Gonzaga".

    Si affaccia sul punto più alto di piazza Sordello, è la parte più antica dell' intero complesso e venne edificato tra la fine del XIII sec.e gli inizi del XIV secolo, a residenza dei Bonacolsi, signori della città.

    Nel 1328 con l' avvento al potere dei Gonzaga, divenne di proprietà della famiglia.

    Con l' inserimento della signoria gonzaghesca, si aggregarono al nucleo originario diversi altri edifici che formarono la " Corte Vecchia", ove la famiglia risiedette sino agli inizi del 400.
    È solo alla metà del XV secolo, che il marchese Ludovico III Gonzaga, spostò la propria residenza al Castello di San Giorgio, lasciando il palazzo. In seguito i duchi Guglielmo Gonzaga e Francesco IV Gonzaga, attorno al 600, lo restaurarono con il rifacimento degli affreschi e dei soffitti.

    Dopo questa premessa storica , la parte più leggera...la visita dei suoi saloni.

    Si parte dalla sede più antica....


    Al primo piano affreschi trecenteschi, con il quadro già mostrato poco sopra di Domenico Morone...detta appunto ... Sala Morone....per proseguire poi, attraverso le innumerevoli stanze del palazzo.






































    La magnifica Sala delle cariatidi...










    Tra le numerose opere oggi esposte nelle sale del palazzo Ducale, spiccano autentici capolavori, sono un' esigua parte rispetto a ciò che in origine apparteneva alla famiglia. Quasi tutto venne disperso a seguito della vendita del 1628 e del sacco di Mantova del 1630.
    Ma ciò che rimane è degno di nota!!


    Proseguiamo attraverso le sale....attorno alla Corte Vecchia....










    Un soffitto che è quasi un labirinto....con delle parole incise....













    Ogni tanto uno sguardo fuori....










    ...sui tetti, e di lontano spunta la torre del castello....






    ...un' affaccio sul verde del " Cortile d' onore"....





    Si entra nel vivo della bellezza! Non che ciò che abbiamo visto non sia tale, ma qui in queste sale che ci accompagnano verso la corte nuova, si sente ancor di più l' eleganza di questi saloni.

    Questo ad esempio è la sala dello zodiaco.

    Pare che nelle Corti a quel tempo era quasi ovunque l' obbligo d'avere una simile stanza. Tutte le dimore la possedevano....era uso, riunirsi a salotto a rimirar le stelle ...come si suole dire!

    Sul soffitto erano rappresentate le costellazioni ed i pianeti, credo...ma non ne sono completamente certa, che al buio si rimiravano, come un moderno " Planetario" dei giorni nostri.









    Bisogna ricordare che nelle Corti si riunivano personaggi di cultura oltre che artisti e musicisti, quindi venivano considerate anche luogo di scienze.












    Questa spettacolare sala...

    " La sala dei fiumi"

    È il primitivo nucleo di palazzo Ducale, abitato prima dai Bonacolsi ed in seguito dalla gamiglia Corradi di Gonzaga, che ne fece la propria residenza dal 1328, anno in cui Luigi riuscì a prendere il potere.
    Del complesso architettonico fanno parte gli edifici più antichi che si affacciano sulla piazza.















    Questa splendida sala si affaccia su un giardino, attraverso un loggiato....


    ..... continua....
    Ultima modifica di capricorno; 14-May-2018 alle 16:56
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  4. #4
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,291
    Crociere effettuate
    19
    Citazione Originariamente Scritto da tiziano Visualizza Messaggio
    Complimenti Oriana per le il foto.
    Grazie Tiziano, pian piano cercherò di inserire altre fotografie...ciao.
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  5. #5
    Utente livello Gold
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    3,314
    Oriana, non finisci mai di stupirmi

    Quanti ricordi della mia fanciullezza mi stanno tornando alla mente!
    Il tuo modo di raccontare i luoghi ha del poetico: mi sento rimbalzata indietro nel tempo

    Grazie per farci ammirare tanti gioielli della nostra splendida Italia

  6. #6
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,291
    Crociere effettuate
    19
    Eravamo rimasti a questa splendida sala....





    ...luminosa e di ampio respiro.
    Si trova in un' ala della Corte Vecchia, e si affaccia sul Giardino Pensile a dodici metri di altezza rispetto a Piazza Sordello.
    Voluto per svolgere funzioni di refetorio di corte,la struttura è un'esempio di trasformazione di una loggia aperta, in una sala per conviti.

    La decorazione è molto particolare, si estende per intero sulla volta e sulle pareti. Due nicchie in stucco a firma di grotta, con vasi e stemmi occupano le testate della sala.
    Al giardino è strettamente connessa la presenza di queste due grotte alla testata della galleria, la grotta propone un tema molto caro alla cultura delle Corti cinquecentesche: l' arte che imita la natura.

    Il giardino Pensile









    Progettato nel 1579 dall' architetto mantovano Pompeo Pedemonte su commissione del duca Guglielmo Gonzaga, ad un' altezza di circa dodici metri dal suolo.
    Al centro di questo spazio verde una fontana...qui tra mughetti, rose e gelsomini, la marchesa di Mantova trovava rifugio, dedicandosi con passione all' arte e alla filosofia.


    Numerose sono le sale, citarle tutte è un' impresa impossibile...qualche scatto, giusto per documentarle...











    Arredi, pressoché nulli ma alle pareti splendidi arazzi...

    Ritornando poco indietro, sul percorso c'è una piccola deviazione verso la Corte Nuova...e vale la pena di vederla.

    Attraversiamo dei corridoi, dopo aver disceso delle scale ....a tal proposito, per i diversamente abili esistono sussidi di aiuto per le barriere architettoniche con personale di supporto, che eventualmente vi seguirà passo passo , durante la visita.

    I corridoi un poco anonimi ma ugualmente ricchi di opere d'arte alle pareti, ci conducono ad un' ingresso....












    ...una vera e propria Pinacoteca, che ci accompagna verso altri appartamenti.
    Numerose opere significative alle pareti...riconosco " a pelle" alcuni quadri, con piacere, con immenso piacere, dopo averli visti sui libri è emozionante vederli ora, a pochi centimetri...da me.

    Alle pareti, oltre ai quadri di devozione, pale d' altare, numerosi sono i ritratti di famiglia...

    In poco tempo arriviamo qui....








    La sala Romana, così chiamata per la presenza di statue romane....






    Questo nucleo è costituito da diversi appartamenti : l'appartamento di Troia, dalla Rustica e dall' appartamento Grande di Castello. Questo nucleo si colloca in prossimità della fortezza trecentesca, dove nel corso dei secoli i Gonzaga rimaneggiarono e integrarono costruzioni preesistenti....numerose sale e tutte splendidamente decorate....






    Uno sguardo fuori...e vediamo molto vicino il castello...










    La Sala di Troia







    Ideatore del progetto Giulio Romano, presente in Mantova a cui si deve anche la splendida Sala dei Giganti a Palazzo Te.

    La stanza presenta una decorazione ad affresco con stucchi e dorature. Soffitto e pareti recano descritti i fatti relativi alla guerra di Troia. La volta della sala è circoscritta da un sottile cornicione di stucco dorato così come i quadri relativi alle scene, affrescati sulle pareti a loro volta incorniciati da sottili cornicette di stucco dorato.

    Le notizie storiche di quel periodo, davano come successore alla morte di Francesco II Gonzaga, il figlio primogenito Ferdinando, non ancora maggiorenne, saluto al potere sotto la tutela della madre, Isabella d' Este.
    Il nuovo marchese passerà nella storia oltre che politicamente anche per il suo talento di collezionista e committente ed in particolare per aver voluto a corte e a Mantova, Giulio Romano, che per più di vent'anni detterà legge alla Corte dei Gonzaga, orientando il gusto dell'intera città sulle rive del Mincio.

    Sotto la sua stella e agli occhi del Principe, Mantova sarebbe dovuta diventare la nuova Roma,e di conseguenza, un centro propulsivo della maniera moderna.

    Qualche scatto della sala....
























    Proseguiamo la visita uscendo dal palazzo, abbiamo la visita prenotata per il Castello di San Giorgio e la Camera degli Sposi....a presto, continua....
    Ultima modifica di capricorno; 15-May-2018 alle 10:14
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  7. #7
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,291
    Crociere effettuate
    19
    Il Castello di San Giorgio.





    Il gotico maniero venne eretto sul finire del trecento per volere di Francesco Gonzaga. Fu trasformato in elegante dimora da Ludovico II, intorno al 1459, grazie all'intervento dell' architetto toscano Luca Fancelli e dal pittore padovano Andrea Mantegna, che affresco' la Camera degli Sposi, nella torre nord-est.
    La fortezza venne collegata alle altre fabbriche del palazzo nella seconda metà del cinquecento, per mezzo di una scala ponte che scavalca il fossato.
    Il livello nobile fu adibito a carcere, durante la dominazione austriaca e divenne l' ultima prigione dei Martiri di Belfiore.

    Procediamo al suo interno....







    ...entrando da un anonimo portale ....con tracce di affreschi....sito sulla piazza Sordello che ci introduce in un piazzale d' onore , chiaramente datato posteriormente al castello di vaga impronta seicentesca....










    ...guadagnamo l' ingresso al maniero...


















    ... emozionante è dir poco, per me, che adoro queste dimore....






    ... già guardandosi attorno si percepisce la bellezza....


    Si entra esclusivamente con prenotazione obbligatoria, da farsi, o da casa o alla biglietteria del Palazzo Ducale abbinando le due visite. Vi verrà dato l' orario in cui recarvi, con una tolleranza di 10 minuti di ritardo...dopo di ché, resta nullo l' ingresso.


    Gli addetti ci indicano la salita alla torre...molto suggestiva!















    Interamente decorate pareti e soffitti, di tendenza tutte le tonalità del giallo oro, che scalda altresì quest'ambiente reso prezioso da un bellissimo pavimento in cotto, posato a piccole losanghe, posate a spina di pesce..... veramente d' effetto!

    Ogni tanto, piccoli passaggi, fanno intravvedere scale molto ripide, precluso l' ingresso..... peccato, chissà che segreti svelano e dove portano....

    Ogni tanto uno sguardo fuori....





    Si arriva così, in un' anticamera che precede la vera Camera....quella degli Sposi, di Andrea Mantegna.

    Un pannello esplicativo spiega ciò che andremo a vedere...





    Vale la pena fermarsi a leggere.... interessante, svela i contenuti i personaggi ritratti nell' opera, una sorta di " ritratto di famiglia", con l' aggiunta di personaggi illustri e l' autoritratto stesso dell' autore....














    La camera degli sposi.








    Dipinta a partire dal 1465 da Andrea Mantegna, rappresenta Lodovico II Gonzaga con la moglie, i figli e gli esponenti della corte.
    L' artista Veneto vi eseguì una carrellata di ritratti al naturale e narrò, in nove anni di lavoro, vicende della potente famiglia per mezzo delle immagini.





    Sulla parete del camino si riconoscono il Marchese e la marchesa Barbara di Brandeburgo, attorniata da alcuni figli, abbigliati con vesti foderate di pelliccia, berrette di velluto e morbidi guanti, secondo la moda più raffinata del tempo.









    Sulla parete contigua, Lodovico è ritratto una seconda volta in piedi,di profilo, così come il primogenito Federico ed il piccolo nipote Francesco.








    Sopra la porta d'ingresso , l' aurea targa dedicatoria con i nomi dei committenti è sorretta da putti alati....ma al centro è il disegno più innovativo della sala....









    Al centro con effetto trompe l' oeil ispirato all'apertura circolare del Pantheon, una finestra tonda dipinta, lascia intravedere il cielo solcato da nuvole.
    Figure ammiccanti si sporgono da una balaustra affrescata secondo il primo esempio di prospettiva da sottinsu'....








    ... continua....
    Ultima modifica di capricorno; 15-May-2018 alle 14:37
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  8. #8
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,291
    Crociere effettuate
    19
    Il resto delle sale visitabili del castello, adibite a museo...


















    Con pezzi di pregio, tipo questo..di Luca della Robbia...








    ....passaggi segreti o meno ....




    La padrona di casa... Isabella d' Este.


    Uno sguardo attraverso le grate...























    ...e tra l' ombra dei cortili....














    ...un susseguirsi di suggestioni tra queste mura.... chissà chi si affacciava da quella finestra...

    La visita al castello è stata breve ma intensa, è sempre emozionante varcare le soglie del passato...peccato solo che non tutte le sale sono visitabili, non ne conosco la ragione ma....un patrimonio così importante dovrebbe essere messo a disposizione in maniera più completa.

    Una volta fuori, decidiamo di perlustrare la zona , sul lato del cortile scopriamo un passaggio.....





    ..che ci porta nella piazzetta attigua....






    La chiesa di Santa Barbara.







    Aperta per volontà del Tourig club italiano, che in formula gratuita , opera tenendo aperti questi luoghi.















    Moto semplice l' impianto interno di notevole pregio l' organo e soprattutto le ante decorate con una scena dell' Annunciazione...





    ... abbiamo avuto la fortuna di assistere ad una brevissima dimostrazione.



    Mantova non è solo questo, vanta molti altri luoghi degni di nota....ed è piacevole passeggiare attraverso le vie con i porticati......











































    Piazza Delle Erbe..













    Prodotti tipici....non lasciate Mantova senza assaggiare questi....






    ...magari in un luogo molto particolare....







    ...con una splendida vista....
















    Sapevate che Mantova ha origini etrusche?

    Una bellissima installazione proprio nella piazza.....resti archeologici, ritrovati durante gli scavi....





    ... fantastico questo mosaico.














    La mappa della città con i siti ....ed una breve spiegazione...

















    .... continua, con altri luoghi magici....a presto....
    Ultima modifica di capricorno; 15-May-2018 alle 18:02
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  9. #9
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,291
    Crociere effettuate
    19
    Un piccolo gioiello....










    ....questo che vedete è l' interno, molto suggestivo, della Rotonda di San Lorenzo, la piccola chiesa romanica nel centro di Mantova.
    È una piccola chiesa , la chiesa rotonda di San Lorenzo è un capolavoro dell' arte romanica eretta nel 1083.

    Mantova si divide così, dalla presenza in centro storico con sontuosi palazzi, alla semplicità di vecchie case,tra scorci quasi lagunari , ove si celano piccole strutture, quale questa piccola chiesa.

    Vicino alla Torre dell'Orologio, poco distante dai palazzi, questa piccola chiesa rotonda che s' ispira come concezione al Santo Sepolcro di Gerusalemme.

    Costruita interamente in cotto rispettando la tradizione lombarda, è l' edificio religiosa più antico di Mantova. Conserva ancora oggi due colonne in marmo e alcuni pilastri in pietra, forse provenienti da altri edifici preesistenti...ricordo che nell' arte è spesso l' uso del " riciclo" da altri edifici, di manufatti, sia come materiali sia come statue, colonne, fregi.








    Indicativamente ( da una targa sull' intonaco della chiesa) ne indicherebbe l' anno di costruzione 1083, per volontà di Matilde di Canossa, che chiese espressamente un progetto ispirato al Santo Sepolcro di Gerusalemme.

    L' edificio risultante è questo. Costituito da pianta circolare con un'abside semicircolare ed un matroneo che conserva alcuni frammenti di affreschi di fattura bizantina...si scorgono appena, nella luce fioca dell' interno....
















    Prendetevi tutto il tempo che desiderate...vi assicuro che non ne uscirete più!
    È molto suggestiva....



    Giratele attorno, scoprirete molte bellezze....



































    Già in quest'ultima foto se ne intravvede una.....

    La Chiesa di Sant'Andrea.





    Realizzata in pieno 400, su disegno di Leon Battista Alberti è uno dei capolavori del Rinascimento italiano.
    Eretta su volere del Marchese Ludovico Gonzaga che affidò all'architetto il progetto per avere un luogo degno per conservare la reliquia del Sangue di Cristo.
    L' edificio sorge su una precedente chiesa medievale, di cui si è conservato solo il campanile.






    Nel corso di circa vent'anni, il progetto subì cambiamenti, la facciata ad opera di Luca Fancelli, che prende spunto dall' architettura dei classici. La cupola, ad opera di Filippo Juvarra, ebbe compimento in epoca più tarda...80 metri di altezza!














    Sotto l' enorme cupola , la cripta dove è custodita la Preziosa Reliquia..










    La navata a croce latina è coperta da una volta a botte....ai lati si aprono numerose cappelle...


    Concludo con qualche scatto degli interni



















    I particolari che mi hanno colpito...
















    ....i colori della cupola, la vertiginosa prospettiva ascensionale .....le decorazioni delle vele del tamburo....






    ...i sepolcri...dimenticati dal tempo...











    ...le pregevoli manifatture degli intarsi nel legno...







    ....il profumo, l' armonia dei colori delle composizione dei fiori.....










    Una bellissima esperienza in un luogo a me tanto caro e ricco di ricordi....da molto mancavo in questa città....

















    Un saluto a tutti, grazie di aver viaggiato con me.




    Ultima modifica di capricorno; 16-May-2018 alle 10:22
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  10. #10
    Utente livello Gold
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    4,238
    Città
    Verona
    Crociere effettuate
    16
    Oriana complimenti per il tuo "racconto", conosco molto bene Mantova, hai assaggiato i tortelli con la zucca? Ti sono piaciuti? Buona giornata.

  11. #11
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,291
    Crociere effettuate
    19
    Citazione Originariamente Scritto da tiziano Visualizza Messaggio
    Oriana complimenti per il tuo "racconto", conosco molto bene Mantova, hai assaggiato i tortelli con la zucca? Ti sono piaciuti? Buona giornata.
    Ciao Tiziano, si molto ! E non è la sola prelibatezza che ho gustato. Mi piace in ogni luogo che vado, cercare di capire usi, costumi e...cibi

    Siamo passati da Verona, ma sarà per la prossima volta, anche da lì manco da un po'.

    Buona giornata anche a te, ciao!!
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  12. #12
    Utente livello Gold
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    4,238
    Città
    Verona
    Crociere effettuate
    16
    Oriana non ho visto foto relative a Palazzo Te, non lo hai visitato?

  13. #13
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,291
    Crociere effettuate
    19
    No, in quanto era in corso un mega raduno di 5000 persone .... ovviamente con tanta confusione.... abbiamo preferito soprassedere. Lo avevo visto già in altre occasioni, così come la classica gita sul Mincio, già fatta ...anche se, comunque è sempre molto bella.
    Ultima modifica di capricorno; 16-May-2018 alle 14:32
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  14. #14
    Utente livello Gold L'avatar di Didi
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    1,840
    Città
    milano
    Oriana le tue visite sono sempre piacevoli e gradite. Ti ringrzio della condivisione.
    Sono lombarda ma questa mervigliosa città per svariate motivazini non l'ho mai vista. Ora che sono cadute tutte le cause che mi impedivano di andare vorrei proprio conoscerla.
    E' una perla che merita una visita.

  15. #15
    Utente livello Gold L'avatar di gabriele e romina
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    3,293
    Città
    Rimini
    Crociere effettuate
    13
    Oriana ci hai mostrato un luogo che è da tanto che progettiamo di visitare ma che purtroppo è ancora solo un progetto... Intanto grazie almeno di averci portato tu virtualmente
    Costa Concordia 7-13/07/2008, Costa Serena 5-12/7/2009, Navigator OTS 2010 e 8-15/7/2012, Mariner OTS 13-26/6/2011 e 30-06/7/2012, Costa Favolosa 23-30/6/2013, Costa Neo Romantica "il regno della luce" 1-13/06/2014, MSC Sinfonia 14-21/07/2014, NCL Jade 13-20/6/2015, MSC Splendida 19-30/05/2016, MSC Opera 20-27/07/2018, MSC Orchestra 05-15/05/2019


    • Pubblicità


        
       

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •