Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Wind Star: tre navi "allungate" da Fincantieri a Palermo

  1. #1
    Staff Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    2,067

    Wind Star: tre navi "allungate" da Fincantieri a Palermo

    Una boccata d'ossigeno per i Cantieri navali di Palermo e i suoi operai.
    La Fincantieri ha infatti firmato un contratto da oltre 200 milioni di euro
    con l’armatore Windstar Cruises (gruppo Xanterra Travel Collection), per un piano di
    allungamento e di ammodernamento su tre navi della flotta, per
    il cui finanziamento è previsto l’intervento di Sace, l’agenzia
    italiana di credito all’esportazione. Lo si legge in una nota di Fincantieri in
    cui viene indicato che gli interventi interesseranno le navi Star
    Breeze, Star Legend e Star Pride e saranno tutti
    interamente realizzati presso lo stabilimento Fincantieri di Palermo.
    Di recente i Cantieri Navali del capoluogo siciliani hanno allungato la Silver Spirit della compagnia Silversea
    e in passato alcune navi della Msc (classe Lirica) con il cosiddetto Progetto Rinascimento.
    prof


    • Pubblicità


        
       

  2. #2
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    36,619
    Città
    Venezia

    3 navi allungate; progetto StarPlus

    Le tre navi Star Breeze, Star Pride e Star Legend saranno sottoposte ad un intervento di allungamento presso i Fincantieri di Palermo. Le tre navi acquisitate da Seabourn nel 2014 verranno allungate con una nuova sezione di 25,6 metri circa, per un valore di 250 milioni di dollari. La capacità verrà portata dagli attuali 212 pax a 312 e le navi raggiungeranno la lunghezza di circa 138 metri. Naturalmente verranno riviste le aree pubbliche, gli alloggi per il personale e gli apparati motore, adeguandoli alle nuove normative antinquinamento.

    https://www.cruiseindustrynews.com/c...rbishment.html
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  3. #3
    Utente livello Gold L'avatar di tieffe
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    1,408
    Città
    Como
    Crociere effettuate
    28
    Palermo a quanto pare risulta specialista nel allungare le navi
    "navigare necesse est, vivere non necesse"

  4. #4
    Utente livello Gold L'avatar di Gabriele C.
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    3,331
    Città
    Roma
    Crociere effettuate
    21
    Certamente un grosso investimento, 250 milioni di dollari.
    Mi chiedo in quanto tempo verrà ammortizzato, per soli 90 pax in più a crociera per ciascuna nave...

    Ferruccio, da buon bancario non hai i miei stessi dubbi?...!!!
    "Lo spettacolo del mare provoca sempre un'impressione profonda: esso è l'immagine di quell'infinito
    che attira incessantemente il pensiero e nel quale il pensiero incessantemente si perde"
    (Madame de Stael)

  5. #5
    Utente livello Gold L'avatar di tieffe
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    1,408
    Città
    Como
    Crociere effettuate
    28
    Gabriele la cosa importante che i dollaroni arrivino da noi
    "navigare necesse est, vivere non necesse"

  6. #6
    Utente livello Gold L'avatar di Gabriele C.
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    3,331
    Città
    Roma
    Crociere effettuate
    21
    Citazione Originariamente Scritto da tieffe Visualizza Messaggio
    Gabriele la cosa importante che i dollaroni arrivino da noi
    Certo, anche perché li ha finanziati la SACE, italiana...!!!
    "Lo spettacolo del mare provoca sempre un'impressione profonda: esso è l'immagine di quell'infinito
    che attira incessantemente il pensiero e nel quale il pensiero incessantemente si perde"
    (Madame de Stael)

  7. #7
    Staff Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    2,067
    Un comunicato di stamattina di Fincantieri aggiunge qualche dettaglio. Ecco il testo. Lo stabilimento di Palermo per motivi che sarebbe lungo spiegare non è coinvolto nelle costruzioni ma utilizzato per dry dock, manutenzioni e anche questi allungamenti.


    A FINCANTIERI CONTRATTO WINDSTAR DA OLTRE 200 MILIONI

    Tre navi della società armatrice di Seattle verranno allungate e ammodernate a Palermo



    Trieste, 15 novembre 2018 – Fincantieri ha firmato con l’armatore Windstar Cruises (gruppo Xanterra Travel Collection), uno dei principali operatori nel settore delle crociere di alta gamma, un contratto del valore complessivo di oltre 200 milioni di euro per un imponente piano di allungamento e di ammodernamento che vedrà coinvolte tre navi della flotta, e per il cui finanziamento è previsto l’intervento di SACE, l’agenzia italiana di credito all’esportazione.



    Gli interventi interesseranno “Star Breeze”, “Star Legend” e “Star Pride” e saranno tutti interamente realizzati dalla funzione “Ship Repair & Conversion” presso lo stabilimento Fincantieri di Palermo. I lavori prenderanno avvio nella primavera del 2019 con l’inizio della costruzione del primo troncone di allungamento e si concluderanno entro novembre 2020 con la consegna della terza ed ultima unità, con una sosta media in cantiere di circa quattro mesi per ciascuna nave.



    Il programma, denominato “Star Plus”, prevede su ogni unità tre principali fasi d’intervento: l’allungamento di circa 26 metri; il rinnovo pressoché totale dei macchinari e delle sistemazioni di apparato motore; e infine l’ammodernamento di buona parte delle sale pubbliche e delle cabine.



    Quanto all’allungamento, la nuova sezione sarà inserita a centro nave e conterrà 50 suite passeggeri addizionali, che rappresentano il 47% in più dell’attuale capacità, 19 cabine addizionali per staff ed equipaggio, due nuovi ristoranti e ulteriore spazio da adibire a sun deck-pool area. Gli attuali motori principali, riduttori e diesel-generatori saranno sostituiti con nuovi motori di ultima generazione conformi allo standard IMO Tier III corredati da SCR, nuovi riduttori, nuovi alternatori e nuovo quadro elettrico principale. L’ammodernamento riguarderà molteplici aree di bordo sia interne che esterne, in particolare il ponte piscina, la SPA, che sarà anch’essa ampliata e completamente ricostruita, le “Owner Suites” e anche alcune aree comuni dell’equipaggio.



    Le tre navi oggetto del programma hanno attualmente una lunghezza di 134 metri, una stazza di circa 10.000 tonnellate e una capacità di 212 passeggeri. Al termine dei lavori ogni nave sarà lunga circa 160 metri, avrà una stazza di circa 13.000 tonnellate e sarà in grado di ospitare 312 passeggeri.



    Il Presidente di Windstar, John Delaney, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di annunciare il progetto multimilionario Star Plus, un investimento significativo per il futuro di Windstar Cruises. Questa iniziativa è la nostra soluzione fuori dall’ordinario per aggiungere nuove possibilità e importanti miglioramenti all’esperienza degli ospiti. Il programma non crea solo nuove suite e aree pubbliche, ma ci permette anche di cogliere l’occasione per rinnovare l’apparato motore delle navi con un sistema di propulsione più efficiente in termini di consumo di carburante e di impatto ambientale. Questo sarà un vero punto di svolta per Windstar e la nostra esperienza di crociera di alta gamma”.



    Giorgio Rizzo, Executive SVP della Divisione Services di Fincantieri, ha commentato: “Siamo estremamente lieti di aver concluso con successo questa trattativa con un cliente prestigioso come Windstar. Questi tre progetti hanno una straordinaria valenza per entrambe le società sotto molteplici punti di vista. Sotto il profilo strategico, innanzitutto, con un programma di grande impatto che consolida il ruolo di Fincantieri Services e del cantiere di Palermo come leader mondiale nel comparto delle riparazioni e trasformazioni navali. Anche dal punto di vista commerciale, siamo orgogliosi di avere un nuovo cliente che si affida a noi per il suo piano di ampliamento e ammodernamento di metà della sua flotta. Dal punto di vista tecnologico, l’esecuzione di questi tre progetti richiederà capacità ingegneristica e di project management di altissimo livello che sarà dispiegata per tre volte nell’arco di un solo anno dimostrando la competenza della nostra organizzazione”.



    Grazie alla notevole esperienza accumulata con interventi di grande chirurgia navale progettati ed eseguiti per conto di armatori leader quali MSC Crociere, Silversea Cruises e Gruppo Grimaldi, Fincantieri, attraverso la “Ship Repair & Conversion” della sua Divisione Services e il suo cantiere di Palermo, si sta affermando come punto di riferimento a livello mondiale per questo genere di operazioni altamente sofisticate, che hanno consolidato la leadership del Gruppo nel comparto delle trasformazioni navali ad alta specializzazione.
    prof


    • Pubblicità


        
       

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •