Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 16 a 30 di 63

Discussione: Sicurezza personale a bordo

  1. #16
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    5,760
    Crociere effettuate
    18
    Perdonatemi ma non sono d'accordo con gli ultimi due interventi.
    Non è che cambiando compagnia questi fatti incresciosi gravissimi non succedono, le cronache parlano e purtroppo questi fatti continuano a succedere un po' su tutte le compagnie crocieristiche.

    Tutta la mia solidarietà a MCP, ed il fatto che continui a viaggiare con la compagnia che lei preferisce non mi sento di giudicarla, perché poi? Per quale motivo oggettivo. In quanto donna che viaggia sola deve avere la libertà di viaggiare con chi crede, e giudico deplorevoli i comportamenti di quelle persone che pur vedendo, non hanno alzato un dito per portare aiuto, adducendo ad intuizioni rivelatesi non fondate.
    Questi comportamenti lì vediamo nella vita di tutti i giorni ed i fatti riempiono la cronaca più brutta di un vivere civile in un paese civile.
    Simili comportamenti debbono essere denunciati, sempre e comunque in ogni modo! La compagnia dal canto suo deve intervenire laddove mancasse una normativa attuativa, deve porre al più presto rimedio, affinché ci sia più sicurezza e che i colpevoli vengano fermati con ogni mezzo.Non si può tollerare che fatti così gravi succedano.
    Ultima modifica di capricorno; 10-January-2019 alle 16:29
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."


    • Pubblicità


        
       

  2. #17
    Utente livello Bronze
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    368
    Città
    Milano
    Crociere effettuate
    6
    Citazione Originariamente Scritto da capricorno Visualizza Messaggio
    Perdonatemi ma non sono d'accordo con gli ultimi due interventi.
    Non è che cambiando compagnia questi fatti incresciosi gravissimi non succedono, le cronache parlano e purtroppo questi fatti continuano a succedere un po' su tutte le compagnie crocieristiche.
    Nessuno sta accusando MCP come persona, però sta postando in in topic dove molti stanno criticando gli ottimi risultati commerciali di Costa, e quindi la mia osservazione è appropriata. Se tutti coloro che si lamentano di Costa anche per fatti gravissimi poi ci ritornano quale che sia il motivo, evidentemente il successo della compagnia è meritato. Un'azienda si preoccupa di cambiare solo quando capisce che sta perdendo clienti rispetto alla concorrenza, non quando i clienti si lamentano e poi ritornano.

    Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk

  3. #18
    Co-Fondatore L'avatar di essepi2
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    6,722
    Crociere effettuate
    >45
    Citazione Originariamente Scritto da MCP Visualizza Messaggio
    Rodolfo, innanzitutto mettere in dubbio l'autoproclamato trionfo di un'azienda è ben diverso dal mettere in dubbio le parole di una vittima di violenza! Persino nel diritto penale di fronte a una violenza basta la sola parola della vittima per rinviare l'imputato a giudizio (dove poi, in caso, avrà modo di difendersi).
    Poi io non sono una fanatica del metoo e non scambio un complimento greve per un abuso, ma gli uomini (intesi come maschi) continuano a non capire che insinuare il dubbio, quando una donna denuncia un comportamento violento o anche solo molesto (e non necessariamente sessuale), è infliggerle ulteriore violenza oltre a quella che ha già subito. Vorrei che te lo ricordassi.

    Poi ho sperimentato che la compagnia reagisce diversamente di fronte a comportamenti molesti dei suoi dipendenti o dei passeggeri: nel primo caso è molto più severa. Anche a me è successo di vedere o subire comportamenti sbagliati (nei diversi casi molesti, o manipolatori, o minacciosi) da parte degli addetti ai servizi, ed è bastato riferirlo ai loro supervisor per vederli sparire o cambiare radicalmente atteggiamento.
    Nel caso di comportamenti anche violenti dei passeggeri invece la direzione di bordo - pur richiesta di farlo - è molto più restia a intervenire. Come gli episodi più gravi successi a me dimostrano (per quelli meno gravi, villanie, prepotenze, sono d'accordo che difficilmente avrebbero un seguito penale e che sia meglio semplicemente evitare quelle persone, e infatti - da persona ragionevole - così faccio).

    Infine i link che hai postato riguardano personale di bordo o sono fatti comunque avvenuti in Europa.
    Nel mio caso erano fatti accaduti anche mentre la nave era ai Caraibi (normalmente in navigazione quando tutti sono a bordo), e il K2 sostenne che sbarcare lì gli aggressori sarebbe stato problematico, che poi nel caso io sarei dovuta andare a quella polizia a testimoniare... (ma che te ne importa a te?! intanto sbarcali, poi me la vedrò io se tornare o no a testimoniare!), insomma un sacco di remore e complicazioni per arrivare alla fine a non prendere nessun provvedimento (nemmeno la black list!). E in quel caso ero stata aggredita da dei messicani in teatro e poi dagli stessi percossa davanti al banco clienti e ai security (ero andata per l'appunto a denunciare l'episodio del teatro e mi avevano seguita), quindi non dovevo dimostrare niente, avevano visto coi loro occhi. Ma il K2 sembrò molto più comprensivo con loro che non con me che li stavo denunciando. Non chiesi del comandante perché sapevo che era stato informato, e perché la persona incaricata di queste procedure era esattamente il K2.

    In diversa occasione sono stata aggredita verbalmente, offesa e provocata (ma a lungo, per diverse ore e poi in seguito per giorni) in piscina di poppa da un gruppo di russi "consorziati" con delle brasiliane, che mi avevano presa di mira come oggetto del loro divertimento. Anche in quel caso ho chiamato i security ed è venuto anche un addetto alla reception che poi ha fatto relazione scritta all'HD su tutto quel che aveva visto e sentito personalmente, inclusa la testimonianza di un poliziotto spagnolo che mi aveva elogiata per la compostezza con cui avevo reagito all'aggressione: i security non sono minimamente intervenuti (nonostante gli attacchi fossero continuati anche davanti a loro), e l'addetto si è limitato a relazionare. L'HD mi ha detto che lui e il comandante hanno poi parlato con gli aggressori ma senza ottenere nulla (infatti nei giorni successivi gli stessi comportamenti sono continuati), talché fu deciso di spostare me nel lido riservato. Anche in quel caso ho chiesto maggiori e più incisivi provvedimenti ma mi è stato risposto che la nave aveva le mani legate dalle politiche di compagnia. L'episodio è stato segnalato alla direzione di Genova sia da me che dalla nave, chiedendo entrambi - per questi casi - una maggior libertà d'azione per la nave. Nessun risultato.

    Tant'è che quest'anno gli episodi sono stati addirittura due: uno di molestia sessuale da ubriachi senza conseguenze (fra bari e Civitavecchia, in sala fumatori con un'altra passeggera), e l'altro più grave nella settimana di Natale ai Caraibi, da un italiano in teatro mentre ero da sola: minacce di picchiarmi, atteggiamenti violenti e minacciosi, sequestro (mi bloccava la strada col suo corpo e non mi consentiva di muovermi e uscire fino a spingermi in un angolo), altre minacce di picchiarmi in seguito, eccessiva prossimità della persona al mio corpo e alla mia faccia, intimidazione. Ho chiesto aiuto ad alta voce ma nessuno mi ha aiutato: eravamo al semi-buio ma altri passeggeri hanno visto cosa succedeva, e non sono intervenuti pensando (qualcuno me l'ha detto poi) che fosse mio marito che mi stava solo strapazzando un po'! Il violento mi ha successivamente (poche ore dopo) individuata a poppa e ha continuato a "puntarmi" per due o tre giorni (altro atteggiamento violento e minaccioso), ma lì ero sempre in compagnia e alla fine mi ha lasciata perdere e non si è più fatto vedere. Nessuno dei due episodi (ubriachi e violento) ho ritenuto di denunciare alla nave, non sapendo neppure CHI denunciare e memore dell'esito delle volte precedenti. Però li ho segnalati come sempre alla compagnia - che questi animali continua a imbarcare - rappresentando per l'ennesima volta la necessità di garantire ai passeggeri (e particolarmente alle donne) una maggior sicurezza e presenza capillare dei security a bordo (se fossero stati presenti ai fatti, forse avrei denunciato anche questi due episodi pur sapendo che non avrebbero fatto nulla). La polizia locale (specie all'estero) la dovrebbe avvisare la sicurezza della nave, non la vittima che alla nave si affida per la propria tutela: se la nave non ti tutela, chi chiami mentre sei in navigazione?

    Maurizio, puoi senz'altro segnalare la discussione alla compagnia, sebbene di quanto ho qui riportato sappiano già tutto, e non da ora.
    In genere io sono capace di difendermi o di evitare certe circostanze "pericolose" o anche solo sgradevoli (sennò quanti episodi di maleducazione e prepotenza sarebbero diventati più gravi di quel che sono stati!), ma i passeggeri sono sempre più aggressivi e basta niente a scatenare la violenza, spesso anche solo un malinteso da parte loro: non chiedono, non si scusano se hanno sbagliato qualcosa loro, menano direttamente (o manifestano comunque comportamenti violenti e minacciosi, specialmente nei confronti di chi appare più indifeso come una donna sola).

    Scusate la lunghezza, non volevo trasformare questa discussione in un fatto personale (peraltro fuori tema rispetto al titolo), ma mi avete chiesto delle puntualizzazioni e io ho cercato di rispondere in modo da farvi capire più chiaramente cosa era successo.
    MCP
    Avevi ricevuto risposta dalla compagnia? Potrebbero risalire alle persone grazie alle registrazioni, soprattutto nell'ultimo caso visto che e' piuttosto recente.
    Il problema della sicurezza dei passeggeri a bordo dovrebbe essere una delle priorita' per la compagnia, per tutte le compagnie. Ritengo che il messaggio crociera=vacanza sicura contribuisca non poco la successo di questa tipologia di vacanza. Se dovesse venir meno questa equazione forse le cose cambierebbero: se qualcuno, attraverso media importanti, facesse passare il messaggio che a bordo di una nave non si e' al sicuro, non si e' protetti, si e' alla merce' di prepotenti e deliquenti, nascerebbero non pochi problemi per le compagnie.
    Maurizio
    Co-fondatore di Crocieristi.it

  4. #19
    Utente livello Gold L'avatar di MCP
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    1,744
    Città
    Firenze
    Crociere effettuate
    >80
    Citazione Originariamente Scritto da Rodolfo Visualizza Messaggio
    Perchè è lecito metterlo in dubbio? Sulla base di quale considerazione? E' "truccato" a prescindere? Al limite se ne discute.
    A volte mi sembra che le conclusioni siano a senso unico; la Compagnia sbaglia tutto e basta.
    Lo sai meglio di me che le statistiche e i sondaggi danno esiti a seconda di come si leggono e di come son rilevati.
    Ecco, ti sei risposto da solo...
    Non sono fra quelli convinti di saper dirigere Costa meglio di loro e non ho mai parlato di dati truccati (leggili bene i miei interventi!), ma quando leggo certe dichiarazioni e autoproclamazioni di tanto universale apprezzamento - mentre sappiamo bene quanti di noi non siano contenti affatto e quante critiche, lamentele, disillusioni vi siano state in questi anni -, il dubbio che strombazzino solo quello che gli conviene nasce spontaneo! DEVE nascere, se si è dotati di minimo discernimento.

    Citazione Originariamente Scritto da Rodolfo Visualizza Messaggio
    In merito a quanto hai subito a bordo, non ho mai dubitato di quanto tu hai raccontato; del resto sappiamo che questi episodi sono all'ordine del giorno sulle navi e non solo. Diverse sono le modalità di intervento per prevenirli ed assistere chi li ha subiti; se poi ci son carenze, disinteresse, mancanza di provvedimenti da parte dei Responsabili, più che giusto segnalarlo e denunciarlo.
    Mi rendo conto che talora le "mani possano essere legate" difronte a certe situazioni, ma quando ne va di mezzo l'incolumità, sia fisica che morale, di una persona, non esistono impedimenti di sorta.
    Evidentemente su Costa esistono.
    Io ne sono testimone diretta: negli ultimi anni sono stata più volte aggredita violentemente anche davanti al personale e ai security, ho denunciato e non sono stata tutelata. Anzi, l'impressione era di creare più fastidio che altro.
    Limitarsi - e lo hanno fatto solo l'anno scorso, le altre volte neanche quello - a spostare l'aggredito in zona off-limits (dove peraltro non può vivere H24) è "recludere" la vittima anziché l'aggressore, che resta libero e anzi - confortato dall'impunità che gli viene dimostrata - spesso quei comportamenti reitera e peggiora. L'ho sperimentato di persona.
    E perciò ogni volta ho ritenuto di riportare quanto accaduto anche in direzione, affinché venisse preso atto della necessità maggior sicurezza e ci venisse messa mano. Ma neanche questo è servito a nulla.

    Citazione Originariamente Scritto da LeoEdre Visualizza Messaggio
    Lasciami però dire che se tu nonostante le ripetute violenze e molestie che hai subito e a cui hai assistito nell'indifferenza dell'equipaggio continui a navigare con loro, il messaggio che passa alla compagnia è che i loro clienti sono talmente affezionati che può succedere letteralmente di tutto senza il rischio di perderli e quindi i reclami li possono anche buttare nel cestino. (...)
    Insomma anche io ho fatto crociere da solo e capisco benissimo il problema dei prezzi, ma di fronte al pericolo di reati contro la persona non c'è ragione che tenga.
    Citazione Originariamente Scritto da massimilianob Visualizza Messaggio
    con tutto il dovuto rispetto verso la persona che ha subito quanto sopra, pure io ho pensato la stessa cosa. reiterati episodi di violenza, di vario livello di gravità, in periodi differenti, da parte di persone diverse..... è inevitabile chiedersi il perchè una persona torni a mettersi a rischio in tale ambiente.
    Citazione Originariamente Scritto da capricorno Visualizza Messaggio
    Perdonatemi ma non sono d'accordo con gli ultimi due interventi.
    Non è che cambiando compagnia questi fatti incresciosi gravissimi non succedono, le cronache parlano e purtroppo questi fatti continuano a succedere un po' su tutte le compagnie crocieristiche.
    Tutta la mia solidarietà a MCP, ed il fatto che continui a viaggiare con la compagnia che lei preferisce non mi sento di giudicarla, perché poi? Per quale motivo oggettivo. In quanto donna che viaggia sola deve avere la libertà di viaggiare con chi crede, (...)
    Simili comportamenti debbono essere denunciati, sempre e comunque in ogni modo! La compagnia dal canto suo deve intervenire laddove mancasse una normativa attuativa, deve porre al più presto rimedio, affinché ci sia più sicurezza e che i colpevoli vengano fermati con ogni mezzo. Non si può tollerare che fatti così gravi succedano.
    Forse perché è donna, Oriana è l'unica che ha capito e centrato il punto.
    E' proprio perché vorrei conservare la possibilità di navigare con chi voglio che denuncio e informo la compagnia, e mi aspetterei sensibilità, attenzione, e soprattutto dimostrazioni e provvedimenti concreti. Lo scopo non è criticare, lamentarsi, farsi compatire o ricevere indennizzi, ma ottenere una maggior sicurezza a bordo di Costa! E che si rendano conto che i provvedimenti in materia non sono oltre procrastinabili.
    A oggi risultato zero. Sono lieta di sentire che su altre compagnie la sicurezza personale dei passeggeri è considerata più seriamente; come ho già detto, su Costa una donna da sola rischia.
    E questo è diretta conseguenza di quindici anni di assoluto lassismo, durante i quali su Costa i passeggeri hanno potuto commettere qualunque villania e prepotenza senza che la compagnia intervenisse in alcun modo: alla fine siamo arrivati alla violenza, era prevedibile e non hanno fatto nulla per prevenirlo. E' la compagnia che ha diseducato i suoi passeggeri, e che ora deve intervenire per rimediare i danni che essa stessa ha prodotto con la sua inerzia (la stessa che ahimè, ancora dimostra).

    Citazione Originariamente Scritto da essepi2 Visualizza Messaggio
    Avevi ricevuto risposta dalla compagnia? Potrebbero risalire alle persone grazie alle registrazioni, soprattutto nell'ultimo caso visto che e' piuttosto recente.
    Poiché il mio interlocutore è direttamente la direzione, ricevo sempre risposta: ma mai sul punto specifico se non un generico "mi dispiace che abbia avuto problemi che hanno reso la Sua crociera non completamente soddisfacente", niente di più. Al report di quest'anno ancora non ho risposta (ma sono tempi normali).
    Ma queste risposte, pur gentili e delle quali ringrazio chi mi onora della sua attenzione, dimostrano che non si è compreso il punto: non chiedo compassione, chiedo provvedimenti! E quelli non sono mai arrivati, nonostante siano anni che segnalo un pericolo crescente.

    I due episodi di quest'anno non li avevo denunciati alla nave per le ragioni che ho spiegato, ma li avevo poi segnalati alla compagnia una volta tornata a casa. Non per ottenere punizioni a posteriori (ammesso che non fosse troppo tardi per le registrazioni), ma perché intervenissero a monte. Nel modificare le regole, dare maggiori poteri alla nave, e adottare la tolleranza zero anche solo coi maleducati, figuriamoci coi prepotenti e i violenti.

    Citazione Originariamente Scritto da essepi2 Visualizza Messaggio
    Il problema della sicurezza dei passeggeri a bordo dovrebbe essere una delle priorita' per la compagnia, per tutte le compagnie. Ritengo che il messaggio crociera=vacanza sicura contribuisca non poco la successo di questa tipologia di vacanza. Se dovesse venir meno questa equazione forse le cose cambierebbero: se qualcuno, attraverso media importanti, facesse passare il messaggio che a bordo di una nave non si e' al sicuro, non si e' protetti, si e' alla merce' di prepotenti e deliquenti, nascerebbero non pochi problemi per le compagnie.
    Ne stiamo parlando anche qui, pubblicamente. Questo è il mio piccolo sassolino.

    Grazie.
    MCP
    **********************************************
    "Il ferro attira sempre e noi siamo malati mentali..."
    sentita da Gianni A., Ufficiale Costa Crociere - 2004
    **********************************************

  5. #20
    Utente livello Gold L'avatar di crociera
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    3,132
    Crociere effettuate
    7
    Citazione Originariamente Scritto da capricorno Visualizza Messaggio
    Perdonatemi ma non sono d'accordo con gli ultimi due interventi.
    Non è che cambiando compagnia questi fatti incresciosi gravissimi non succedono, le cronache parlano e purtroppo questi fatti continuano a succedere un po' su tutte le compagnie crocieristiche.

    Tutta la mia solidarietà a MCP, ed il fatto che continui a viaggiare con la compagnia che lei preferisce non mi sento di giudicarla, perché poi? Per quale motivo oggettivo. In quanto donna che viaggia sola deve avere la libertà di viaggiare con chi crede, e giudico deplorevoli i comportamenti di quelle persone che pur vedendo, non hanno alzato un dito per portare aiuto, adducendo ad intuizioni rivelatesi non fondate.
    Questi comportamenti lì vediamo nella vita di tutti i giorni ed i fatti riempiono la cronaca più brutta di un vivere civile in un paese civile.
    Simili comportamenti debbono essere denunciati, sempre e comunque in ogni modo! La compagnia dal canto suo deve intervenire laddove mancasse una normativa attuativa, deve porre al più presto rimedio, affinché ci sia più sicurezza e che i colpevoli vengano fermati con ogni mezzo.Non si può tollerare che fatti così gravi succedano.
    Concordo appieno con Capricorno-Oriana.

  6. #21
    Utente livello Bronze
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    379
    Città
    VARESE
    Citazione Originariamente Scritto da MCP Visualizza Messaggio







    Forse perché è donna, Oriana è l'unica che ha capito e centrato il punto.
    E' proprio perché vorrei conservare la possibilità di navigare con chi voglio che denuncio e informo la compagnia, e mi aspetterei sensibilità, attenzione, e soprattutto dimostrazioni e provvedimenti concreti. Lo scopo non è criticare, lamentarsi, farsi compatire o ricevere indennizzi, ma ottenere una maggior sicurezza a bordo di Costa! E che si rendano conto che i provvedimenti in materia non sono oltre procrastinabili.
    A oggi risultato zero. Sono lieta di sentire che su altre compagnie la sicurezza personale dei passeggeri è considerata più seriamente; come ho già detto, su Costa una donna da sola rischia.
    E questo è diretta conseguenza di quindici anni di assoluto lassismo, durante i quali su Costa i passeggeri hanno potuto commettere qualunque villania e prepotenza senza che la compagnia intervenisse in alcun modo: alla fine siamo arrivati alla violenza, era prevedibile e non hanno fatto nulla per prevenirlo. E' la compagnia che ha diseducato i suoi passeggeri, e che ora deve intervenire per rimediare i danni che essa stessa ha prodotto con la sua inerzia (la stessa che ahimè, ancora dimostra).

    premettendo anzitutto che sono un convintissimo sostenitore del diritto della donna di poter vivere la propria vita e il mondo liberamente. detesto ogni sorta di maschilismo e sogni sorta di prevaricazione.

    tuttavia se il problema esiste, se il problema anno per anno non solo non si risolve ma peggiora ulteriormente, se il problema non trova soluzione, se la stessa compagnia come lei in prima persona ha più volte constatato non accenna a voler intervenire in modo deciso ed efficace, ma al contrario da dimostrazione di scarso interesse, trovo che continuare a premiarli viaggiando con loro sia un implicito atto di assoluzione. o perlomeno negli uffici in cui seguono queste problematiche, analizzando il suo storico come cliente e come persona che segnala e denucia penseranno così. se una persona, per motivi più che legittimi, non vuole rinunciare al prodotto crociera, perlomeno potrebbe/dovrebbe guardare verso altri fornitori del servizio. Ciò a mio modesto parere. A che serve perseverare in una lotta donchisciottesca che fino ad oggi ha portato solo a ripetuti niente di fatto?
    "e il mare concederà ad ogni uomo nuove speranze, così come il sonno porta i sogni"

  7. #22
    Utente livello Gold L'avatar di crociera
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    3,132
    Crociere effettuate
    7
    Citazione Originariamente Scritto da massimilianob Visualizza Messaggio
    premettendo anzitutto che sono un convintissimo sostenitore del diritto della donna di poter vivere la propria vita e il mondo liberamente. detesto ogni sorta di maschilismo e sogni sorta di prevaricazione.

    tuttavia se il problema esiste, se il problema anno per anno non solo non si risolve ma peggiora ulteriormente, se il problema non trova soluzione, se la stessa compagnia come lei in prima persona ha più volte constatato non accenna a voler intervenire in modo deciso ed efficace, ma al contrario da dimostrazione di scarso interesse, trovo che continuare a premiarli viaggiando con loro sia un implicito atto di assoluzione. o perlomeno negli uffici in cui seguono queste problematiche, analizzando il suo storico come cliente e come persona che segnala e denucia penseranno così. se una persona, per motivi più che legittimi, non vuole rinunciare al prodotto crociera, perlomeno potrebbe/dovrebbe guardare verso altri fornitori del servizio. Ciò a mio modesto parere. A che serve perseverare in una lotta donchisciottesca che fino ad oggi ha portato solo a ripetuti niente di fatto?
    Ma che assoluzione e assoluzione!! Non spostiamo la responsabilità da chi l'ha davvero a chi questi episodi li ha subiti.
    Scusami, ma trovo sconcertante che tu continui a confermare quanto detto! Si può anche commettere qualche errore nel postare qualcosa, per carità, ma poi ci si può ricredere e correggere il tiro, invece che insistere: si fa di gran lunga figura migliore.
    Scusa la franchezza.
    Noto tantissime volte, sia sui forum che altrove, nella vita virtuale e reale, la incapacità/non volontà di fare un pò di autocritica. non c'è niente di male, anzi!

  8. #23
    Utente livello Gold L'avatar di MCP
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    1,744
    Città
    Firenze
    Crociere effettuate
    >80
    Citazione Originariamente Scritto da MCP Visualizza Messaggio
    (...) aggiungo che nell'ultima crociera in mia presenza un'americana è stata letteralmente pestata a sangue dal marito in area pubblica (dopo era ridotta male e sanguinava da più parti) senza che uno straccio di security intervenisse. Solo grazie ai passeggeri presenti non è stata ammazzata ed è stata avvisata la nave (nessuno dello staff s'era accorto... ma guarda!).
    Riprendo questo mio vecchio post perché questo episodio è passato un po' sotto silenzio. E dettagliarlo meglio può servire alla compagnia se ci sta leggendo.
    Era la notte di Natale (verso le 1 di notte fra il 24 e il 25), su Deliziosa in terrazza di poppa.
    Una coppia di americani apparentemente intorno a 35 anni, il marito ha pestato a sangue la moglie. Dopo lei aveva la faccia ridotta a una maschera di sangue (il resto non so perché era vestita) e piangeva molto. La nave è stata avvisata dai passeggeri presenti a poppa. Quando si è avvicinata gente il marito si è dileguato. La vittima ha rifiutato di denunciare (per paura delle possibili ulteriori reazioni del marito) e anche le cure mediche. Era terrorizzata all'idea di tornare in cabina, ed è rimasta a lungo lì seduta da sola a un tavolino di poppa, piangeva e non parlava con nessuno (d'altra parte in questo tipo di dinamiche familiari il supporto necessario a uscirne è ben altro che una occasionale chiacchierata di solidarietà durante una vacanza: servono anni di terapia psicologica e il supporto pratico di associazioni specializzate, quindi si spiega che lei si sia chiusa in se stessa devastata dai sensi di colpa).
    Non so come sia andata a finire, quindi non posso pronunciarmi su cosa la nave abbia fatto o meno successivamente, ma in un caso come questo con tanto di testimoni la nave avrebbe potuto e dovuto procedere alla denuncia d'ufficio, piantonare il marito, proteggere la moglie (che invece, e questo l'ho visto io, alla fine è stata lasciata da sola a un tavolino di poppa).
    L'episodio mi è parso gravissimo, quella donna ha rischiato la vita.

    Citazione Originariamente Scritto da crociera Visualizza Messaggio
    Ma che assoluzione e assoluzione!! Non spostiamo la responsabilità da chi l'ha davvero a chi questi episodi li ha subiti.
    Esatto. E' il modo che gli uomini usano sempre - anche inconsapevolmente - per colpevolizzare la vittima (specie donna), autoassolversi, e non fare nulla.
    Sono retaggi culturali antichissimi, non pretendo che tutto cambi in poco tempo, ma anche questa è una dimostrazione: anche chi si proclama rispettoso e solidale, alla fine dà la colpa a me.
    Anche la Compagnia è condotta per lo più da uomini... e questo spiega tanto. Ma non giustifica. Se bastassero i retaggi culturali a giustificare l'inerzia, nel mondo cosiddetto civile e regolamentato saremmo ancora all'Età della pietra.

    MCP
    Ultima modifica di MCP; 12-January-2019 alle 16:52
    **********************************************
    "Il ferro attira sempre e noi siamo malati mentali..."
    sentita da Gianni A., Ufficiale Costa Crociere - 2004
    **********************************************

  9. #24
    Utente livello Junior L'avatar di catema
    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    24
    Città
    TORINO
    Crociere effettuate
    3
    Non metto in dubbio le aggressioni subite, ma rileggendo quanto riportato nei precedenti post da te pubblicati ho trovato delle discordanze, a mio avviso l’essere infastiditi e cosa ben diversa dall’essere molestata sessualmente.

    post del 27/11/2018 ore 09.55
    …..Ieri a Bari si sono imbarcati i soliti animali del traghetto Bari-Civitavecchia a 200euro, e naturalmente potete immaginarvi lo stile... Ieri sera due deficienti ubriachi fradici ci hanno infastidito in sala fumatori (era tardino ed eravano rimasti solo noi), Ilaria e io siamo uscite a razzo dalla sala e a Silvano che ha tardato qualche secondo hanno chiesto cosa ci faceva lui con noi e se poteva aiutarli a rimorchiarci! Oggesu'!!! Poi poco dopo ce li siamo ritrovati nella hall e hanno farfugliato a Silvano qualcosa sul portarci in cabina, e lui pronto: "se la ritrovate, la cabina...". Vabbe', ora bisogna sopportare stoicamente fino a Civitavecchia, poi da Savona in la' sara' tutto piu tranquillo…..

    post del 09/01/2018 ore 11.10
    Nell'ultimo caso (questa ultima crociera) non ho neanche denunciato alla nave, sapevo già che non avrebbero fatto nulla, ma ho segnalato tutto dettagliatamente alla direzione ripetendo la richiesta di maggior sicurezza. Quest'anno, per inciso, una molestia sessuale da parte di ubriachi in sala fumatori e un'aggressione violenta in teatro: la prima volta eravamo due signore sole, la seconda ero io da sola. Nessun security o persone dello staff nei paraggi a cui chiedere aiuto. Come ho scritto chiaro alla direzione: una donna da sola, su Costa rischia.

  10. #25
    Utente livello Gold L'avatar di MCP
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    1,744
    Città
    Firenze
    Crociere effettuate
    >80
    Caterina, tu hai qualche problema serio: ma di cosa vuoi pontificare se neanche c'eri! Chiedilo a chi c'era, sai benissimo chi eravamo.
    Si è trattato di comportamenti molto pesanti con profferte offensive e irricevibili che ci hanno costrette a uscire immediatamente dalla sala fumatori, e già questo mi pare basti a definirla molestia (a causa loro abbiamo dovuto interrompere quello che avevamo deciso di fare e cambiare i nostri programmi). Poi ci hanno addirittura seguite e continuato con il loro comportamento molesto fin nell'atrio, dove non è stato facile liberarsene.
    Tuo marito stesso, per quanto solo testimone e non vittima, potrà confermare che è stato un episodio sgradevolissimo e molto pesante.

    Caterina, se hai problemi di gelosia nei confronti del tuo prossimo, come hai dimostrato più volte a bordo, confrontati direttamente e personalmente. Ma non trascinare nel fango delle tue turbe psicologiche anche l'intero forum. Sei una persona tossica, era già chiaro quando a bordo abbiamo tutti raffreddato i nostri rapporti con te.
    MCP
    **********************************************
    "Il ferro attira sempre e noi siamo malati mentali..."
    sentita da Gianni A., Ufficiale Costa Crociere - 2004
    **********************************************

  11. #26
    Utente livello Bronze
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    379
    Città
    VARESE
    Citazione Originariamente Scritto da crociera Visualizza Messaggio
    Ma che assoluzione e assoluzione!! Non spostiamo la responsabilità da chi l'ha davvero a chi questi episodi li ha subiti.
    Scusami, ma trovo sconcertante che tu continui a confermare quanto detto! Si può anche commettere qualche errore nel postare qualcosa, per carità, ma poi ci si può ricredere e correggere il tiro, invece che insistere: si fa di gran lunga figura migliore.
    Scusa la franchezza.
    Noto tantissime volte, sia sui forum che altrove, nella vita virtuale e reale, la incapacità/non volontà di fare un pò di autocritica. non c'è niente di male, anzi!
    ti rispedisco al mittente tutto, rigetto ogni singola parola e virgola contro di me. visto che non sono stato capace di spiegarmi, o meglio, visto che non hai capito nulla del mio pensiero vero mettiamola giù come si deve:

    - la signora ha subito violenze ed angherie bordo di navi di una compagnia; ciò è male, ciò è esecrabile e spregevole. succedesse in mia presenza stai pur certa che non sono tipo che si farebbe problemi ad intervenire, visto che quelli della security dormono, sono degli imbranati o sono più timorosi delle recensioni su cruise critic che della sicurezza delle persone meno forti è giusto che ci sia qualcun altro che non si faccia problemi. bel sistema del cavolo, ma se le cose stanno così, (e pare che siano certamente ed indiscutibilmente così) tant'è.... come uomo mi vergogno che esistano al mondo uomini così, non ho niente a che vedere con loro e mi dispiace che non possano essere mandati in cima una montagna o in mezzo al deserto a riflettere a vita sul loro squallore umano......

    - la signora ha denunciato più volte, a cosa è servito? quali sanzioni hanno subito i responsabili? mi sembra nessuna
    - quali azioni concrete ha adottato la compagnia per impedire che succeda più ? nessuna mi sembra, dico bene?
    - vogliamo credere alla fatina buona ? suvvia non prendiamoci in giro a vicenda.

    io non le scarico un accidenti di nessuna responsabilità addosso, non mettetemi in bocca parola che non ho detto. gli uomini che le hanno causato questo tipo di problemi per me sono dei maiali, non fatemi scrivere cosa farei loro. ma se in un posto vengo trattato male perchè ci devo continuare ad andare? per come sono fatto io manco se mi pagano ci torno.

    poi ognuno a casa sua è signore e padrone di decidere come meglio crede.

    abbiano notizie di altre compagnie in cui la sicurezza di chi si trova da solo o in condizioni di non potersi difendere efficacemente viene tutelata attivamente? bene, prendiamole in esame, nel frattempo la costa crociere, tanto per non fare nomi, magari si dia una svegliata iniziando ad assestare un po' di calci nel sedere a chi di dovere.

    ciò detto mi chiamo fuori prima di ricevere altri distintivi.
    "e il mare concederà ad ogni uomo nuove speranze, così come il sonno porta i sogni"

  12. #27
    Utente livello Junior L'avatar di catema
    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    24
    Città
    TORINO
    Crociere effettuate
    3
    Cara Maria Cristina P...., ti ringrazio per le parole da te scritte, descrivono perfettemente la mia persona.

    Verba volant, scripta manent

  13. #28
    Utente livello Gold L'avatar di MCP
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    1,744
    Città
    Firenze
    Crociere effettuate
    >80
    No, no, Massimiliano, io ho capito il senso del tuo intervento.
    Ma in qualche modo, inconsapevolmente, stai dicendo che l'errore è mio che continuo a tornarci dopo più manifeste dimostrazioni di inutilità delle segnalazioni.
    Ma dici anche: "ognuno a casa sua è signore e padrone di decidere come meglio crede", che è per l'appunto il punto centrale.
    Chiunque, anche io, deve sentirsi libero di tornare a bordo di Costa senza il timore di essere aggredito ormai a ogni crociera. E senza timore che qualcun altro insinui che in qualche maniera se l'è cercata (che è più o meno l'atteggiamento strisciante che assume la nave negli episodi fra passeggeri).
    Naturalmente non volevo attribuirti alcun "distintivo" ma solo far capire. Continuare a denunciare e segnalare non è inutile, non si può rinunciare a farlo dandosi per vinti, e quel larvato pensiero "te la stai andando a cercare, allora fatti tuoi" è sbagliato e fuorviante.

    Vorrei anche chiarire che - seppure non debba essere considerato positivo - una donna riceve nella vita qualche migliaio di molestie sessuali, a reagire alle quali siamo culturalmente attrezzate e che se non hanno conseguenze, come nella quasi totalità dei casi, non lasciano traccia: rimettiamo a posto l'importuno e ce ne dimentichiamo subito dopo. Se è occasionale, è percepito più come un fastidio che come una violenza vera e propria (diversa la violenza sessuale fisica che è tutta un'altra cosa).
    Questa è la ragione per cui il più delle volte è preferibile non avviare contraddittorio (più o meno aggressivo) con il molestatore, neppure da parte di eventuali accompagnatori uomini, perché spesso è molto più producente semplicemente sottrarsi senza che le conseguenze divengano più gravi o si passi a vie di fatto.
    Se però una donna può cavarsela in molti casi di molestia senza l'ausilio di cavalieri senza macchia e senza paura, questo non significa che debba essere costretta a farlo perché chi dovrebbe essere preposto alla tutela non lo fa! La capacità delle donne di sottrarsi non esime la Compagnia dal mettere in atto ogni possibile provvedimento per evitarne l'eventualità.

    Ancora diverso il caso delle prepotenze, delle intimidazioni e delle violenze, di qualunque sorta siano. Da quelle non abbiamo difesa e la tutela di un regolamento rigoroso è assolutamente imprescindibile. Per uomini e donne indistintamente, credo.

    MCP
    Ultima modifica di MCP; 12-January-2019 alle 19:08
    **********************************************
    "Il ferro attira sempre e noi siamo malati mentali..."
    sentita da Gianni A., Ufficiale Costa Crociere - 2004
    **********************************************

  14. #29
    Utente livello Silver L'avatar di Massi1974
    Data Registrazione
    May 2016
    Messaggi
    848
    Città
    Trento
    Crociere effettuate
    10
    Io da Agente di Polizia la penso proprio così...
    Purtroppo non serve a nulla rivolgersi alla sicurezza che si trova a bordo poiché ha lo stesso potere di un buttafuori sulla porta di una discoteca e non hanno alcuna esperienza in fatto di indagini o sul trattamento delle vittime di reati, sono praticamente inutili in questi casi.
    Il comandante, i vice-comandanti e ufficialetti vari non non ne parliamo, non hanno nessuna formazione penale e forse nemmeno il diritto legale di interrogare i testimoni o prendere dichiarazioni. Devono quindi aspettare la polizia e le autorità di bandiera o territorialmente competenti.
    È inspiegabile che una nave con migliaia di persone a bordo possa navigare senza forze di polizia o personale addestrato che abbia l’autorità legale dello Stato di bandiera per indagare e/o arrestare e finché non sarà conseguito questo obbiettivo a soffrirne saranno i passeggeri.
    Il viaggio più bello è sempre il prossimo..

  15. #30
    Utente livello Gold
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    4,004
    Città
    Verona
    Crociere effettuate
    15
    Citazione Originariamente Scritto da Massi1974 Visualizza Messaggio
    Io da Agente di Polizia la penso proprio così...
    Purtroppo non serve a nulla rivolgersi alla sicurezza che si trova a bordo poiché ha lo stesso potere di un buttafuori sulla porta di una discoteca e non hanno alcuna esperienza in fatto di indagini o sul trattamento delle vittime di reati, sono praticamente inutili in questi casi.
    Il comandante, i vice-comandanti e ufficialetti vari non non ne parliamo, non hanno nessuna formazione penale e forse nemmeno il diritto legale di interrogare i testimoni o prendere dichiarazioni. Devono quindi aspettare la polizia e le autorità di bandiera o territorialmente competenti.
    È inspiegabile che una nave con migliaia di persone a bordo possa navigare senza forze di polizia o personale addestrato che abbia l’autorità legale dello Stato di bandiera per indagare e/o arrestare e finché non sarà conseguito questo obbiettivo a soffrirne saranno i passeggeri.
    Forse non lo sai i Comandanti sono anche Ufficiali di Polizia Giudiziaria!!


    • Pubblicità


        
       

Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •