Pagina 15 di 15 PrimaPrima ... 5131415
Risultati da 211 a 211 di 211

Discussione: MSC Armonia - 28 Gennaio/04 Febbraio 2019-Un tuffo nelle acque coralline dei Caraibi

  1. #211
    Utente livello Gold L'avatar di hornet75
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    1,012
    Città
    Mazara del Vallo (TP)
    Crociere effettuate
    6
    Usciti dal Floridita ci siamo diretti verso Parque Central situato ai margini del centro storico della capitale cubana e importante luogo di incontro per i residenti della città, circondato da alcuni degli edifici più significativi dell'Avana. Il primo edificio che incontriamo, che si trova poche decine di metri dal Floridita, è il Gran Hotel Manzana della catena Kempinski, un hotel di lusso completato nel 1917 per volere del suo proprietario originario, Andrés Gómez Mena. La sua costruzione iniziò nel 1873 e inizialmente era il primo complesso commerciale dell'Avana realizzato su un unico piano costituito da un insieme modesto di 12 strutture porticate. Tra il 1916 e il 1918 furono aggiunti quattro livelli e furono integrati otto ascensori all'interno dell'edificio. Dopo un restauro totale, il 22 maggio 2017 è stato inaugurato come Gran Hotel Manzana Kempinski de La Habana, primo hotel 5 stelle plus dell'Avana con vista panoramica sul Campidoglio Nazionale e sul Gran Teatro dell'Avana.




    Di fronte al Gran Hotel Manzana, dall'altra parte di Parque Central, troviamo un'altro importante hotel della capitale cubana ma molto più antico e storico, l'Hotel Inglaterra. L'edificio originario aveva due piani e fu eretto nel 1844, inizialmente era noto come Café e Salón Escauriza. Il Café cambiò nome quando fu acquistato nel 1863 da Don Joaquín Payret, che lo rinominò "Le Louvre", nome di ovvie origini francese che subì in breve tempo una trasformazione in castigliano, diventando "Il Louvre". Successivamente nel 1875 divenne Le Grand Hotel Inglaterra e nel tempo fu arricchito di scintillanti mosaici ornati d'oro realizzati a Siviglia. Nel 1901 furono portati a termine costosi e importanti lavori di miglioramento e l'hotel è stato dotato di luce elettrica, telefono in ogni stanza, bagno in ogni camera con acqua calda e fredda e servizio telegrafico per poter comunicare in tutto il mondo. L'hotel all'epoca offriva il massimo comfort e molteplici servizi che lo resero fra i migliori alberghi esistenti.





    Proprio di fianco all'Hotel Inglaterra si trova uno degli edifici più belli di tutta la città, il Gran Teatro de La Habana, un complesso culturale composto da diversi teatri, quartier generale del Balletto Nazionale di Cuba, del Teatro Lirico Nazionale e del Balletto Spagnolo di Cuba, dichiarato patrimonio mondiale dall'Unesco. L'attuale edificio inaugurato nel 1915 è opera dell'architetto belga Paul Beleu e fu costruito nello stesso luogo dove si trovava il vecchio teatro Tacón, uno dei più lussuosi d'America. Il teatro, ricostruito all'interno del bellissimo edificio, è stato per molti anni il più grande e lussuoso del paese. Costruito in stile neobarocco, prese come modello le costruzioni barocche europee e quindi vi abbondano le sculture in pietra, sulla facciata principale ha quattro gruppi scultorei in marmo bianco che rappresentano le allegorie di Carità, Educazione, Musica e Teatro, opere di Giuseppe Moretti. Gli elementi sono stati posizionati in modo equilibrato e proporzionato rispetto a balconi, finestre e cornici. Il Gran Teatro de La Habana ha subito grandi riparazioni tra il 2013 e il 2015 ed è stato riaperto al pubblico il 1 gennaio del 2016.







    Dopo il Gran Teatro de La Haban abbiamo proseguito la nostra passeggiata lungo il Paseo de Martí, precedentemente conosciuto come Paseo del Prado, la strada più importante e bella dell’Avana che ha una storia di oltre 200 anni, fino ad arrivare ad un altro grande edificio di grande importanza storica e culturale, il Capitolio Nacional de Cuba. Il Campidoglio è il vero monumento simbolo della città dell'Avana di grande ricchezza architettonica con linee pure e proporzionate, per la sua costruzione sono stati utilizzati materiali di qualità eccellente tra cui i marmi italiani. Il Campidoglio è stato dichiarato monumento nazionale il 15 novembre del 2010 ed attualmente sta subendo un importante restauro da parte dell'Ufficio storiografico della città dell'Avana. Le opere di realizzazione furono iniziate nel 1926 e terminarono dopo 3 anni, 3 mesi e 20 giorni di lavori impiegando più di 5000 operai. Questa maestosa costruzione è simile al Campidoglio di Washingtong D.C, ma risulta un metro più alto, un metro più largo e un metro più lungo. Con un'altezza di quasi 92 metri, la cupola fu il punto più alto della città dell'Avana fino al 1956, un'ampia scala in granito, costituita da 55 gradini di 36 metri di larghezza, conduce al portico dell'edificio. Su entrambi i lati della scala si trovano due gruppi scultorei in bronzo con un piedistallo in granito opera dell’italiano Angelo Zanelli. Le due statue sono un maschio e una femmina, hanno un'altezza di 6,70 metri e rappresentano il primo il progresso dell'attività umana e il secondo la virtù tutelare del popolo. Il portico è formato da due massicci alle estremità e dodici colonne di ordine ionico, sei nella prima fila e le altre nella seconda linea di mura. Le logge laterali sono costituite, ciascuna, da 10 colonne con basi e capitelli decorati che misurano ben 7,10 metri di altezza. Il Campidoglio inizialmente veniva utilizzata come sede del Congresso Cubano ma dall'anno 1959 ha ospitato l’Accademia Cubana delle Scienze e la Biblioteca Nazionale di Scienza e Tecnologia. Dopo la conclusione degli attuali lavori di restauro verrà utilizzato come sede dell'Assemblea Nazionale di Cuba.







    Si era fatta una certa ora quindi abbiamo deciso di fare ritorno verso il porto percorrendo a piedi Calle Obra Pía o semplicemente Obrapia. In tutto abbiamo percorso poco più di 1 km impiegando circa 20 minuti. In questo breve lasso di tempo abbiamo potuto constatare la differenza stridente tra le vie principali del centro, ricche di sontuosi monumenti e alberghi lussuosi, e le strade secondarie totalmente al buio, frequentemente dissestate e piene di buche, in cui bisognava fare molta attenzione per non farsi male, cosa non semplice quando manca ogni parvenza di illuminazione pubblica. Le case e i negozi erano in alcuni casi in condizioni disastrose e si percepiva che erano abitate da gente povera che spesso utilizza il sottoscala della propria casa come negozio di souvenir o di prodotti di dubbia provenienza.

    Siamo così arrivati a Plaza de San Francisco de Asís che si trova proprio di fronte al Terminal Sierra Maestra. Questa piccola piazza coloniale ospita alcuni monumenti interessanti come la Chiesa e il Monastero di San Francisco de Asís e la Fontana dei Leoni che si dice essere la più bella dell’Avana e quella di maggior valore simbolico, fatta in marmo bianco ad opera dello scultore italiano Giuseppe II Gaggini. Attraversata la strada abbiamo fatto ritorno alla nave per rinfrescarci e per cenare al buffet prima di uscire nuovamente a passeggiare per le strade dell'Avana.








    continua...........................
    Ultima modifica di hornet75; 09-May-2020 alle 16:07
    MSC Magnifica 8/2015 - MSC Orchestra 6/2016 - MSC Meraviglia 6/2017 - MSC Musica 9/2017 - MSC Preziosa 10/2018 - MSC Armonia 1/2019


    • Pubblicità


        
       


    • Pubblicità


        
       

Pagina 15 di 15 PrimaPrima ... 5131415

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •