Come di consueto ci si comincia a organizzare per le ferie estive. Solita capitale europea con un paio di amici per tre giorni e a seguire? Torna la solita tentazione di fare un altra crociera, di immedesimarsi in un Cristoforo Colombo dei tempi nostri. Scoprire nuovi luoghi scrutando la terra comodamente distesi sul balcone della cabina con un cocktail in mano.
Mediterraneo spolpato (non quello orientale perché off limits... sigh!), Canarie pure. Dove poter andare per la mia ottava crociera? Primo problema, sormontabile però perché delle crociere adoro anzitutto le navi. Secondo e ben più rilevante problema: i costi. L'effetto "Costa Concordia" sui prezzi delle crociere è ormai terminato da un pezzo e, anno dopo anno, ho constatato che la crociera sta tornando ad essere una vacanza sempre più costosa, specialmente se viaggi da solo (e io c'ho preso gusto).
Dopo questa ampia premessa vengo all'Uovo di (Cristoforo) Colombo....
Le agenzie di viaggi, con internet che rappresenta un loro concreto "nemico", quando si faranno venire un idea nuova per venire incontro al dilemma che affligge i 9 milioni di single italiani ogni qualvolta c'è da programmare una vacanza e i relativi costi? Provo a suggerirgliene una io: UNA BACHECA.
Si, una bacheca.... in agenzia devo poter trovare una lista di viaggiatori che amano anche le crociere e che stanno cercando, per esempio:
1. amici a bordo con cui programmare escursione e scambiarsi informazioni
2. persone cun cui condividere la cabina per abbattere i costi, previa conoscenza a terra (impensabile di ritrovarsi uno sconosciuto/a accanto) e ferma restando la totale libertà d'azione a bordo di entrambi i condivisori della cabina (sennò il lato piacevole di una crociera in solitaria viene meno)
3. Persone che hanno già fatto crociere da soli e che possano portare la loro esperienza e i relativi consigli.

Insomma a che servono le agenzie se non "facilitano" OGNI tipologia di viaggiatore a trovare la propria vacanza ideale? Nel mio caso non prenoto mai in Agenzia perché so che pago la loro intermediazione e che, come mi è capitato quando c'ho provato, vengo sottoposto a occhiate stranite e a considerazioni "fuori posto", del tipo: "beh ma lei proprio non trova qualcuno con cui partire?".
Che ne pensate?