Pagina 6 di 8 PrimaPrima ... 45678 UltimaUltima
Risultati da 76 a 90 di 117

Discussione: " Magie d'Oriente riflessi nel blu di paesaggi incantati"...il mio viaggio su Lirica.

  1. #76
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,385
    Crociere effettuate
    19
    Citazione Originariamente Scritto da verdeacqua Visualizza Messaggio
    San Donato è piaciuta molto anche amo, merita una visita.
    Purtroppo quando ho fatto scalo a Zara il mare era talmente calmo che l'organo non suonava, se non qualche nota isolata ogni tanto.
    Attendo il seguito!
    Noi siamo stati più fortunati si sentiva molto bene

    Citazione Originariamente Scritto da claudiopela Visualizza Messaggio
    Grazie Oriana e complimenti per la tua preparazione e competenza nella descrizione che affascina
    Citazione Originariamente Scritto da gianni1955 Visualizza Messaggio
    Grazie Oriana mi hai fatto conoscere con il tuo diario bene bene Venezia con posti nel suo interno mai visti
    È sempre un piacere condividere esperienze di viaggio, se poi a qualcuno servono, ancora meglio vuol dire che non ho scritto invano...

    Un saluto a tutti, a breve continua.
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."


    • Pubblicità


        
       

  2. #77
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,385
    Crociere effettuate
    19
    " Eravamo rimasti a Piazza del Popolo...credo..

    Proseguendo dritto lungo il grande viale si arriva al termine della via stessa che si allarga in una piazza dal sapore medievale, caratterizzata da costruzioni in pietra, una torre , una spianata sempre in pietra e dei pozzi...siamo nella Piazza dei cinque pozzi.





    Realizzata nell'area in cui anticamente si apriva un fossato, il suo nome deriva dalla presenza di 5 pozzi che rifornivano d'acqua la città fino al 1838.
    Da qui decidiamo di salire verso l'area a verde in affaccio alla piazza..."




    " Siamo nel Parco della Regina Jelena Madijevka, e siamo sul bastione che delimita la città, dal cui affaccio è possibile vedere l' insenatura del mare e l'ingresso di Porta di Terraferma."








    " Una delle tre antiche porte della città, questa del 1543, è la più elaborata. Oltre a contare la posizione più bella essendo di fronte ad un porticciolo protetto.
    Il monumento è decorato da bassorilievi, due dei quali raffigurano San Grisogono a cavallo ( patrono della città) e il Leone di San Marco."





    " Ci rilassiamo passeggiando attraverso i viali di questo parco che in realtà è un piccolo incantevole giardino, con sentieri ombreggiati che in questa stagione, un po' anomala per il tempo, ci regala i profumi e le bellezze della primavera...."












    " La visita di questa parte di Zara si è conclusa, non ci resta che ripercorre un tratto della strada in ritorno verso il centro focale della cittadina, il Foro Romano, per procedere poi alla visita della restante parte.
    A differenza dell' andata, la via, le piazze brulicano di persone , negozi aperti, bar e caffè con i tavoli pieni di persone; ci fermiamo per qualche souvenir e ci dirigiamo verso la Chiesa/ Cattedrale di Sant'Anastasia , posta più o meno alle spalle della Chiesa di San Donato."




    Vista sul davanti.





    La parte absidale...molto bella.

    " Sorge sul lato nord occidentale del Foro Romano; risalente al XIII e XIII secolo, perfetto esempio di stile tardo-romanico, con una facciata ad arcate che ricorda le chiese della Toscana.















    Il portale principale è incorniciato da un fregio con spirali d'acanto da cui spuntano gli animali più disparati; ai due lati sono poste invece le statue rudimentali di 4 apostoli...forse recuperate dalla facciata di una chiesa più antica."





    Il campanile...sui cui è possibile salire ( a piedi).






    L'interno





    "L'alto interno della cattedrale è impreziosito intorno ad un ciborio gotico del 1332, sorretto da colonne finemente decorate con croci e palme. L'altare laterale in fondo alla navata sx, è sormontato da un semplice sarcofago in marmo contenente i resti di Sant'Anastasia, che come ricorda l'iscrizione fu costruito al tempo del Vescovo Donato nel IXsec.

    Qualche immagine degli interni...poche per la verità in quanto la chiesa era piena all'inverosimile...












    Con quest'ultima termina ciò che è possibile vedere in Zara.....concluderemo con una passeggiata ristoratrice tra il verde e aiuole fiorite...."









    " Rientriamo abbondantemente rispetto al " tutti a bordo" , in fondo questa cittadina non offre molto, almeno in questa stagione. Sicuramente in estate è tutta un'altra cosa, infatti ce ne rendiamo conto guardando le offerte di tour che organizzano escursioni soprattutto in barca, alla scoperta delle isole per lo più deserte, che fanno da corona a tutta la costa croata. Vediamo dai depliant...e deve essere un'esperienza splendida! ...paradisi naturalistici unici con approdi i baie dall'acqua trasparente...un paradiso!
    La cittadina sebbene ben tenuta, offre quello che ha; non tutte le chiese erano aperte, lo stesso dicasi per i negozi che aprono sul tardi. L'impressione che ho avuto che tentino di dare il loro meglio, ma decisamente sotto tono rispetto a ciò a cui siamo abituati noi. Comunque l'esperienza ne è valsa la pena!

    Ci avviamo al punto di raccolta della navetta....ci si vede a bordo!








    Continua....
    Ultima modifica di capricorno; 15-May-2019 alle 16:12
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  3. #78
    Utente livello Gold L'avatar di Gabriele C.
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    3,418
    Città
    Roma
    Crociere effettuate
    22
    Ero curioso riguardo Zara, città che non conosco, e Oriana ha illustrato ampiamente quello che si può trovare e visitare.
    Molto bella la Cattedrale. Penso anch'io che in piena estate si possano trovare più attrattive, infatti la costa è ricca di isole con possibilità di escursioni.

    Oriana, ho un'impressione: contrariamente alle altre città della costa adriatica, slovene, croate e montenegrine, qui a Zara mi sembra sia meno presente l'impronta veneziana (ad eccezione del Leone di San Marco su una porta della città). Puoi confermare?
    Ultima modifica di Gabriele C.; 22-May-2019 alle 21:20
    "Lo spettacolo del mare provoca sempre un'impressione profonda: esso è l'immagine di quell'infinito
    che attira incessantemente il pensiero e nel quale il pensiero incessantemente si perde"
    (Madame de Stael)

  4. #79
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,385
    Crociere effettuate
    19
    Citazione Originariamente Scritto da Gabriele C. Visualizza Messaggio
    Ero curioso riguardo Zara, città che non conosco, e Oriana ha illustrato ampiamente quello che si può trovare e visitare.
    Molto bella la Cattedrale. Penso anch'io che in piena estate si possano trovare più attrattive, infatti la costa è ricca di isole con possibilità di escursioni.

    Oriana, ho un'impressione: contrariamente alle altre città della costa adriatica, slovene, croate e montenegrine, qui a Zara mi sembra sia meno presente l'impronta veneziana (ad eccezione del Leone di San Marco su una porta della città). Puoi confermare?
    Si Gabriele...in effetti non ho notato altro. A Kotor e Dubrovnik la presenza veneziana è più massiccia, credo sia dovuto anche alla loro posizione logistica sempre in riferimento alla storia del passato. Kotor ad esempio, una vera roccaforte e la sua posizione poi ben protetta all'interno del fiordo offriva un rifugio sicuro in caso di assedio.
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  5. #80
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,385
    Crociere effettuate
    19
    Riprendo il diario...

    Ritorniamo con il bus navetta verso la nave abbondantemente in orario rispetto al tutti a bordo.... previsto alle 14.00.

    Non so se sarà una prassi consolidata anche per le future partenze, ma il tutti a bordo viene dato un'ora prima dell'effettiva partenza e non più mezz'ora prima, come da sempre effettuato su tutte le navi ( e non solo MSC); le navette non sono molto consecutive ed all'arrivo della nostra, una numerosa folla si accalca ( come al solito) per poter essere tra i primi a bordo. In questo caso, provvidenziale la seconda navetta subito dietro, caldamente richiesta dalla ragazza del Tour operator di MSC, presente al punto di riunione.

    Arriviamo quindi, come dicevo, a bordo in tutta tranquillità... I controlli avvengono al terminal e non più a bordo, questo sveltisce molto le operazioni. Una volta a bordo solo il controllo ed il passaggio della tessera.

    Abbiamo tutto il tempo per recarci in cabina, lasciando il superfluo e portando solo la macchina fotografica per il consueto tour della nave, per imprigionare le immagini ad ambienti per lo più vuoti....


    MSC lirica si presenta sobria, elegante secondo lo stile che contraddistingue da sempre questa compagnia, molto lontana dalle stravaganze che solitamente vestono in maniera troppo vistosa i vari ambienti delle navi.










    Questa unità è caratterizzata dalla luminosità in nuace dai colori pastello, tenui quanto basta per non creare attriti visivi ma allo stesso tempo caratterizzati da ambienti in contrapposizione che creano piacevoli contrasti.
    Vi è una continuità tra un ambiente e l'altro, con particolari accorgimenti che invitano al passeggio, attraverso percorsi sinuosi, ondulati che disegnano ed accarezzano l'ambiente.





    Molte le aree con piccole vetrine ricavate negli incavi delle pareti, a sorta di " quadro", adibite ad esposizioni di oggetti posti in vendita negli appositi locali: i negozi di bordo. Tra l'altro molto ben forniti di tutto, anche di una farmacia con prodotti essenziali da banco. Piacevole anche il passeggio, attraverso le" vie dello shopping", le possiamo definire così....anche se non mi sono piaciute le postazioni a " mercatino" poste al di fuori dei negozi stessi, se si potesse evitare sarebbe molto meglio...


    Qualche immagine degli ambienti :

    - The Beverly Hills Bar -






    È l'ambiente più vasto e luminoso della nave. Il rivestimento delle pareti è in essenza di rovere sbiancato ,impreziosita da bande sottili in ottone; sulle pareti si alternano, donando contrasto, elementi più chiari in finta radica beige, lo stesso utilizzato per il rivestimento delle colonne portanti.

    Centri concentrici disegnano il soffitto accentrandosi sul punto focale: la pista da ballo.
    L'ambiente è un'alternanza di colori, che vede accenni di blu con leggeri motivi rosati nei disegni della moquette. Grigio è il tema delle sedute e divanetti imbottiti, che per effetto della luce diurna e dei led a luce calda, assume una leggera colorazione lilla che ben si accosta ai toni rosati/ beige delle pareti.







    Un'ambiente che cambia, cambia molto in funzione della luce e la sera assume le sembianze più sofisticate che pare essere un altro ambiente. È qui che alla sera vi è il maggior concentramento di persone. Musica, balli sino a notte tarda.
    Al bar è possibile gustare sfiziosi aperitivi accompagnati da piccole prelibatezze culinarie, ad un prezzo veramente abbordabile per tutti.

    È l'ambiente che per noi ha suscitato più interesse in cui ci siamo veramente trovati a nostro agio. Ambiente di forte passaggio per la vicinanza del ristorante, uno dei due principali di Lirica, il nostro ristorante : La Bussola.








    Qualche immagine del teatro....dove questa sera ci sarà la presentazione dello staff ed il saluto del nostro comandante, stasera serata di Gala.




    La serata sarà preceduta dal consueto cocktail che si terrà in tutti gli ambienti della nave, dalle 17.45 alle 18.00



    Per poi concludersi come detto in precedenza in teatro...
    Ma ora è quasi la partenza, alle 15.00 Lirica lascia Zara....siamo molto incuriositi dalla navigazione che effettuerà. Dovrà uscire dal porto, passare innanzi alla città vecchia per poi dirigersi verso il mare aperto. Un bel tratto di navigazione attraverso le isole dell'Incoronata, una barriera naturale di isole ed isolotti che proteggono e custodiscono la costa Dalmata. Isole selvagge e deserte che offrono ( in noi) spunti per fantastiche immaginazioni....





    ...ma intanto eccola, vista dal mare , il lato della città protesa verso il mare ( il lato dell'organo marino) , riusciamo a distinguere la piazza...il Foro Romano, la guglia del campanile e la chiesa di San Donato...





    ...in seguito la nostra attenzione sarà rivolta a quell'elemento blu che ci circonda...







    ...e che ci regala magnifiche emozioni...

    Lirica percorrerà le 275 miglia nautiche che la separano dalla prossima meta... Kotor.


    Prima di essere proiettati verso la nuova destinazione, vi invito a " sorvolare" questa bellissima località, poco presa in considerazione dalle compagnie crocieristiche ma che vale sicuramente la pena di visitare....









    A presto e.... continua....
    Ultima modifica di capricorno; 29-May-2019 alle 16:06
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  6. #81
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,385
    Crociere effettuate
    19
    - 10 Aprile - mercoledì...Kotor - Cattaro


    " Pieno di sorpresa il mio sguardo vide
    un paesaggio dipinto dalla natura,
    che si vaneggiava in una grandiosa
    rotondità
    dove il verde si perdeva nel blu."


    ( C.Braunmann Tullin )






    - " A nord le bocche di Cattaro formano la più profonda insenatura della costa Dalmata, un vero e proprio fiordo di elevata natura paesaggistica, dove pareti a strapiombo si elevano dalle acque del mare di un azzurro a volte cupo, metallico, a volte invece quasi trasparente a specchio con il mondo circostante posto a testa in giù."





    -" Le montagne si fanno più serrate e più alte man mano che si procede all'interno, fino a raggiungere i luoghi più nascosti della baia, dove si apre per incanto Kotor... labirinto di vicoli, eleganti palazzi e chiese dall'aria semplice e sommessa a riflesso del luogo...che è veramente magico."











    " Questo è solo una parte del Montenegro, una regione per lo più montuosa con vette che raggiungono i 2500 metri, non le solite montagne, esse sono solcate da canyon imponenti, con ben quattro parchi nazionali... è una regione assolutamente da esplorare..."


    *


    " Qui madre natura si è voluta sbizzarrire. La rapida e casuale successione di speroni rocciosi che si gettano in baie ed insenature di un azzurro opalino, crea un paesaggio sorprendente che non può, non ci può lasciare indifferenti...il paesaggio muta in continuazione e gli occhi non si abituano a tale bellezza e l'animo si riempie di quella pace che tanto è stata sognata....




    ...le montagne, appena velate si scoprono ed il paesaggio è davvero mozzafiato. Qui le montagne si gettano a strapiombo nel mare, formando un panorama straordinario e allo stesso tempo un capolavoro ed una visione poetica che toglie il respiro....

    *


    -" Passando per le strette bocche di Cattaro, il mare forma un'articolata serie di bacini che Lirica si appresta a navigare sin dalle prime luci dell'alba.... un'alba surreale in quanto fuori è tutto offuscato da una nebbia bassa a pelo d' acqua...tangibile ai sensi anche se non la tocchi, ma è presente condensandosi in goccioline sul corrimano del ponte della nave e sul mio viso...."








    -" Questi bacini riparati dal mare aperto che va a formare il più grande porto naturale del mare Adriatico e secondo alcuni " il più bel fiordo posto a sud del mondo".
    Si, è proprio così...visto dal ponte di Lirica sembra che le montagne si aprano per lasciare posto al mare...."










    -" Sul fondo di questo fiordo si trova Kotor, patrimonio Unesco nel 79, conosciuta anche con il nome italiano di Cattaro. La città è un gioiello medievale incastonato tra i monti. Il dominio della Serenissima portò sviluppi commerciali e mercantili che l'arricchirono notevolmente.

    Per la sua posizione di porto sicuro, subì diverse dominazioni oltre i veneziani, gli austriaci, i francesi, iugoslavi e tedeschi.
    Il cento storico, che è tutta la città, è racchiuso da imponenti bastioni aggrappati sul lato montuoso alla montagna, che salgono fino a 260 metri e sovrastano tutto il centro. Sono le fortificazioni a protezione ed in cima vi è una fortezza, contrapposto militare.

    Vi sono tre porte di accesso per entrare nel nucleo storico; la prima è la porta del mare, collegata al porto...ed è da qui che entriamo....








    Vi è da dire, a beneficio dei prossimi crocieristi, che la nave attracca in banchina ed è sufficiente attraversare la strada ed in pochi passi si è davanti alla porta della città.
    La città vecchia è un labirinto di vicoli lastricati di marmo, luccicanti dal passaggio dei secoli: 12 bellissime piazze e piazzette, suggestivi scorci e ben 30 chiese. È d'obbligo e piacevole perdersi tra le stradine della città ad ammirare le bellezze architettoniche e la storia che è passata tra queste vie. Ci sono edifici barocchi, rinascimentali, chiese romaniche che convivono a pochi passi con chiese bizantine, un simpatico miscuglio di architettura sacra e profana, perfettamente conservata...direi, con tanta cura.











    La città ha una storia incontestabilmente legata all'Italia. Durante l'epoca veneziana sulla città di Cattaro si abbatterono moltissime disgrazie: Kotor venne assediata dagli Ottomani, fu flagellata dalla peste, semidistrutta dal terremoto il più importante nel 1667, dove molti degli edifici crollarono. Il dominio della Serenissima, lasciò profondi segni nel tessuto urbano e nei suoi costumi...la traccia più riconoscibile è l'imponente cinta muraria, ancora ottimamente conservata.















    Oggi Kotor è una bellissima cittadina, i suoi vicoli e le case di pietra ricordano il suo passato, fondendosi alla perfezione e con i negozietti di souvenir e i bei locali e ristoranti....













    ...da qualche locale passando, si sente il suono di un violino e sebbene non sia ancora ora di pranzo, il profumo della frittura si sente passando davanti ai ristoranti. Oggi fortunatamente siamo solo noi in porto, qui di i vicoli non sono per nulla intasati dalle persone. Ultimamente è una meta inserita nelle crociere del Mediterraneo orientale, e sebbene sia la mia terza volta qui, nella scelta della crociera è stato ponderante questo scalo.

    Quindi, per godere appieno delle bellezze , anche se all'estero delle mura vi daranno una piantina....lasciatevi guidare dall'istinto.....




















    Entrando non perdetevi la Torre dell'orologio e la piazza della armi, alzando lo sguardo verso le faccio sembrerà di essere in Veneto. Lasciatevi guidare alla scoperta di nuovi angoli popolati dalle centinaia di gatti di questa città....




    La cattedrale di SanTrifone vi apparirà quasi all'improvviso, girando un lato di un palazzo...





    ...non perdetevi le piccole chiesette , le une di fianco alle altre...













    ...e se siete sportivi o avete tanta voglia di camminare, la salita delle mura e la cima della Fortezza di San Giovanni, faranno il caso vostro...noi abbiamo ammirato il tutto dal basso!
    Ma, così per darvi l'idea.....

    *




    Continua.....
    Ultima modifica di capricorno; 10-June-2019 alle 17:25
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  7. #82
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,385
    Crociere effettuate
    19
    Purtroppo è andata persa un'intera pagina di questo diario...
    Ultima modifica di capricorno; 13-June-2019 alle 17:15
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  8. #83
    Utente livello Bronze
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    364
    Città
    Prato
    Crociere effettuate
    2
    Citazione Originariamente Scritto da capricorno Visualizza Messaggio
    Purtroppo è andata persa un'intera pagina di questo diario...
    Se ce la fai è ndi sicuro gradito Kotor veramente stupenda grazie Oriana

  9. #84
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,385
    Crociere effettuate
    19
    Riprendendo dal video, l'ultimo.... è veramente sorprendente...
    Imponenti sono i bastioni aggrappati alla montagna, che salgono fino a 260 metri sovrastano tutto il centro storico. Vista dall'alto dei 1350 scalini della fortezza di Sveti Ivan, la cittadina sembra un giocattolo. Dall'alto è una sinfonia di tetti color rosso che si mischia al calcare grigio chiaro delle costruzioni che si fondono con la pietra della montagna.

    Delle tre porte di accesso della città, abbiamo citato la Porta Marina dalla quale si accede dal lato mare. Da qui, anche se poco prima dell'ingresso vi avranno dato la mappa della città, un consiglio... buttatela!!
    A Kotor è d'obbligo perdersi tra le stradine della città , con il naso all'insù ad ammirare le bellezze architettoniche e i segni della storia, scoprirete così il ' libro aperto' di questa città...















    Il perdersi in questi vicoli solitari è dovuto al fatto che oggi siamo solo noi di Lirica in città, e non è un fatto scontato, in quanto questo scalo ultimamente è preso in considerazione dalle compagnie crocieristiche e a ben ragione. Oggi il cielo è cupo e aggiunge malinconia al luogo..e in qualche modo ne accresce il fascino.







    È un dedalo di vie che si intersecano con piccole piazzette e tutte dall'aria semplice e curata....la cura che hanno per questo luogo è veramente singolare. Ci sediamo in una di queste piazzette ad osservare i lavori a riparazione delle condutture in un vicolo. Gli operai tolgono le pietre di calpestio e le numerano, come si fa per dei reperti archeologici, per poi rimetterle in ordine al loro posto..







    Seguendo le strade non dovete perdervi questo luogo...ve lo indico in mappa....






    È questa la seconda porta della città. Un tempo la chiusura e l'apertura avveniva attraverso un ponte levatoio che in caso di pericolo , veniva chiuso rendendo così la città inespugnabile; ora questo è fisso , se osservate bene vedrete ancora tutti gli ingranaggi per la chiusura...lo attraversiamo per ritrovarci...











    ...in quest'angolo verdissimo e limpidissimo dove si sente il gorgoglio dell'acqua.




    È questa un'acqua sorgiva che bolle e ribolle in profondità...un grazioso angolo verde e fresco dove si tuffano i bastioni della città...



    ...e al di sopra incombe la montagna, tra la vegetazione folta si notano i bastioni che salgono e le torrette di avvistamento...




    Ora potete o seguire la strada che costeggia il mare, e quindi riposizionarsi verso porta Marina o rientrare per esplorare la parte più a nord, in quel dedalo di strade che portano verso il monte ed alla salita delle mura.







    Gli scorci qui sono ancora più suggestivi..e siamo a pochi passi dalla terza porta, quella che porta al di fuori della città verso il torrente che scorre al lato delle mura e si getta nel fiordo..







    ....formando prima vortici e cascatelle.
    A questo punto decidiamo per terminare la giornata di prendere una delle tante opzioni offerte in loco e che ci porterà verso Perast. Da lì con una barca tenteremo di raggiungere le isolette. Il tempo è molto incerto e non riusciremo a portare a termine ciò che ci eravamo prefissati...infatti un nubifragio si abbatte su tutto il fiordo. Rientrati in nave dobbiamo cambiarci da capo ai piedi. Dalle vetrate del buffet vediamo le code per il rientro dei vari escursionisti che hanno avuto la peggio in barca nel fiordo. Il tutti a bordo arriva in men che non si dica... Lirica attende un po' per poter smaltire la folla in ingresso e sulle note inconfondibili di : " Con te partirò..." lentamente comincia a staccarsi dal molo.....sono già in postazione per poter ancora una volta vivere l'emozione del fiordo!!







    I colori cambiano repentinamente...le rive si avvicinano nel punto più stretto detto ' delle catene' e ripercorriamo quel tratto di mare suggestivo sotto la pioggia e stralci di colori che portano le luci e i bagliori di raggi di sole assopito dietro le nubi, ma voglioso di baciare ancora una volta le acque di questo mare....














    ...le onde, se così si possono chiamare, sono strane...si aprono lente e si richiudono come per magia.... perchè è magico il luogo....


















    ...una cosa è certa, non ci si abitua mai alla bellezza...







    .... continua...
    Ultima modifica di capricorno; 16-June-2019 alle 18:33
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  10. #85
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,385
    Crociere effettuate
    19
    Riusciamo ad essere quasi soli nella mia postazione preferita a poppa.. ripercorriamo i grandi bacini e dopo due lunghissime ore di navigazione, siamo in mare aperto...



    Questa sera si terrà l'incontro Voyagers Club, a cui siamo stati invitati. Una consuetudine a cui non rinunciamo mai. Molto simpatico il comandante mette tutti a proprio agio. Si è tenuta nella discoteca ed eravamo in molti. Stasera serata italiana, ma prima di recarci a tavola, abbiamo un incontro con amici conosciuti in crociera in un luogo molto bello della nave...


    Il Pub, in perfetto stile inglese.
















    Nulla è lasciato al caso, ogni dettaglio è curato con cura. È sui toni del verde acceso...per effetto delle luci quasi turchese. È molto ampio, oltre alla zona del bancone/bar, numerosi i salottini che possono ospitare un considerevole numero di amici. Altre zone più appartate e piccole postazioni con tavoli per giocare a carte, scacchi, dama...




    Quest'angolo ad esempio è adibito a biblioteca, ma ne esiste un'altra più piccola ed appartata in un'altra zona della nave...un luogo completamente insonorizzato.
    Infatti qui la confusione è parecchia e per chi volesse leggere in tranquillità, non è proprio l'ideale.
    Si trova completamente a prua ed una scala all'interno del Pub mette in comunicazione direttamente con il teatro.
    Per i fumatori, la zona sulla sinistra nave in questo ambiente è dedicata a loro.

    È sorprendente come i diversi ambienti pur così diversi su Lirica si completano l'un con l'altro, e se all'inizio vi parlavo di tonalità chiare , pastellate, qui abbiamo una cromia decisamente più accesa, su legni scuri e piani di appoggio creati con " finta usura" per ben compenetrarsi nell'idea di un Pub dall'aria vissuta.
    Avremo modo più in là di vedere altri ambienti decisamente colorati ma sempre gradevoli.

    L'ora della cena...











    Con la tavola " agghindata" per l'occasione...un verde salvia molto elegante...il menù dedicato alle nazioni che si affacciano sul Mediterraneo.... tiramisù e limoncello, con un tocco di bignè al cioccolato caratterizzeranno il dolce...e la dolcissima compagnia delle onde che ci accompagnerà verso la nostra nuova meta......
    Una lunga navigazione che ci riporterà a Nord......in arrivo in tarda mattinata, la nostra destinazione: Koper.




    Continua....




    Ps. Nel diario non ho messo menù, ne foto di piatti, ne altro che riguarda la vita di bordo. Troverete nella sezione : compagnie crocieristiche la recensione di questa crociera...
    Se ne foste interessati naturalmente.
    Ultima modifica di capricorno; 16-June-2019 alle 23:11
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  11. #86
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,385
    Crociere effettuate
    19
    - 11 Aprile - giovedì - Koper... Capodistria -







    " L'aria fresca di una splendida mattinata ci fa ben presagire...
    Pigramente , volutamente così oggi, ne abbiamo tutto il tempo. Il nostro arrivo a Capodistria non avverrà che nel primo pomeriggio, il Daily preannuncia l'arrivo alle 14.00, con previsioni meteo variabili con possibilità di piogge....strano non si direbbe visto dal ponte esterno di Lirica.





    Il cielo è terso ed il clima ci permette di stare all'aperto a fare colazione












    Quest'area è ben protetta dal vento e dal sole per mezzo di una tensostruttura che anche in caso di leggera pioggia permette di sostare all'aperto.

    Ho molte aspettative per questo scalo che per noi è la prima esperienza. Offrono diverse opportunità di visita delle zone limitrofe, tutte molto interessanti ma visiteremo la cittadina...spero in futuro di poter vedere tutto ciò che resta, perché la Slovenia ( specialmente il suo territorio interno) offre molto.




    La navigazione prosegue per tutta la mattinata con rotta Nord Ovest nel mar Adriatico, ad una distanza costante di 15 miglia nautiche dalle coste croate, sulla dritta nave. L'arcipelago croato è composto tra isole, isolotti, scogli da circa 1240 che si dividono in Istriane, Dalmatine e Quarnerine....un paesaggio decisamente diverso dal nostro italiano.




    La Slovenia si affaccia su questo panorama con un tratto di costa di soli 47 km. Le maggiori cittadine del litorale Koper ( Capodistria), Izola ( Isola), e Piran ( Pirano) vantano un importo patrimonio d'arte ed architettura gotica veneziana, oltre ad offrire spiagge pulite, imbarcazioni a noleggio e animati locali notturni. Meno piacevole sono l'eccessiva urbanizzazione e le folle di turisti e bagnanti che si incontrano da maggio a settembre, attirati dalle bellezze del suo mare. Se siete amanti della solitudine non vi resta che puntare verso l'entroterra, in quell'Istria slovena, dove la vita scorre lenta ancora a misura d'uomo.

    Koper, a prima vista è il maggior centro abitato della costa slovena....prima di partire ho cercato nel forum informazioni a riguardo, ma ben poco... è una meta poco visitata....quindi a parte le poche notizie apprese in qualche diario, per noi sarà tutta una scoperta...

    Il pilota sarà imbarcato attorno alle 13.00 e ci assisterà sino all'ormeggio che avverrà non prima delle 14.00; il tutti a bordo alle 20.00.

    Attenzione per questo scalo.

    Lo sbarco avverrà solo dopo l'autorizzazione delle autorità e a causa delle rigorose leggi dell'immigrazione slovena, gli ospiti che desiderano scendere a terra devono portare con sè il passaporto.
    Per tutti gli ospiti dell'Unione Europea, è sufficiente la carta d'identità.

    Tutto ciò rallenta non di poco le operazioni di sbarco ed imbarco, poiché bisogna per forza passare una dogana con controllo individuale dei documenti.

    Infatti noi scenderemo con tutta calma lasciando spazio alle escursioni organizzate, che comunque hanno la precedenza.

    Lirica si posiziona in banchina proprio a ridosso della città, il nucleo più antico racchiuso dalle mura. Si può raggiungere tutte le attrattive comodamente a piedi, attraversando la strada troverete un'ascensore o gli scalini che vi porteranno entro le mura.

    Dopo pranzo scendiamo e passiamo la dogana con una certa lentezza, malgrado il grosso degli escursionisti siano già passati.

    A prima vista, il maggior centro abitato della costa slovena sembra una cittadina portuale come tante altre, senza una particolare vocazione turistica. Addentrandosi nella città vecchia, tuttavia, si scopre un'incantevole nucleo medievale assai meno frequentato di Piran ad esempio, nota località e meta abbastanza frequentata. Koper è il centro della comunità italiana in Slovenia e i cartelli stradali sono in bilingue.
    Durante la sua lunga storia Koper ha avuto molti nomi: per gli antichi greci era Egidia, i romani la chiamavano Capris e i bizantini Giustinopolis.
    Nel XIII secolo fu ribattezzata Caput Histriae ( Capitale dell'Istria) da cui deriva il nome italiano di Capodistria.

    La città visse il suo periodo di massimo splendore durante il XV e XVI secolo, sotto il dominio della Repubblica di Venezia, quando giunse a detenere il monopolio del commercio del sale. Ma allorché Trieste, situata a 20km più a nord est diventò porto franco all'inizio del XVIII secolo, Koper perse via via d'importanza. Negli anni compresi tra le due guerre, Koper di amministrata dall'Italia. Dopo la seconda guerra mondiale, l'area della zona adriatica oggetto di contesa, il cosiddetto Territorio Libero di Trieste, venne diviso in due parti : Koper fu assegnata alla Jugoslavia e Trieste all'Italia.

    Cosa vedere?
    Il modo migliore seguire la strada che si trova in fronte al porto appena saliti con l'ascensore...un piccolo aiuto ci è stato dato dalla piantina consegnataci all'ufficio informazioni in nave.....poi si legge sul forum che viene negata la possibilità di avere una mappa dei luoghi...il motivo? Devono vendere le escursioni! ..mah....

    In pochi passi si arriva al fulcro della cittadina in Piazza Titov.





    Praticamente nel centro esatto della vecchia Koper, si apre questa bellissima piazza attorniata da edifici interessanti e fortunatamente chiusa al traffico come buona parte della città vecchia. Il lato settentrionale è dominato dalla Loggia, palazzo circondato da portici costruito in stile gotico veneziano nel 1463; adiacente al palazzo è la Galleria della Loggia. Frontalmente a questa, lungo il lato meridionale della piazza, si trova il candido Palazzo pretorio, assunto a simbolo di Koper e che risale al XV secolo e abbina il gotico veneziano allo stile rinascimentale.
    Un tempo residenza del podestà di Koper, che veniva nominato dal Doge di Venezia. Il palazzo oggi è sede del municipio ma al terzo piano, ospita anche la ricostruzione di un'antica famiglia....non ci siamo stati in quanto a detta di chi lo ha visto, non offre un granché di autentico è tutto falsamente riprodotto.

    In questa sede potrete trovare il centro di informazioni turistiche ed al primo piano una mostra dedicata alla città. Bella la sala cerimoniale dove il sindaco celebra i matrimoni.










    Sul lato occidentale della piazzato sorge l'Armeria, il deposito di munizioni sino a quattro secoli fa. Di fronte d' innalza la Cattedrale dell'Assunzione con il campanile alto 36 metri, al quale si può accedere salendo i 204 scalini affacciandosi così alla sua cima per un colpo d'occhio sui tetti di Koper.








    La cattedrale presenta elementi romanici e gotici, ma per la maggior parte risale alla metà del XVIII secolo e al suo interno lo stile è neoclassico e il colore bianco trasmettono un'impressione di spazio e luminosità che compensa l'austerità degli interni.










    Alle spalle della cattedrale di trova la Rotonda di San Giovanni Battista ( o meglio quel che ne resta) un battistero romanico con un bel soffitto affrescato, risalente alla seconda metà del secolo XII.

    Da questa piazza in pratica si aprono diverse vie, ma quale seguire?...passeremo sotto l'arco di Palazzo Pretorio, lungo una stretta e storica via " dei calzolai". Ora è una lunga e stretta via commerciale riservata ai pedoni che si diparte dal lato meridionale di piazza Titov.. .osservate il muro alla vostra destra, con un piccolo foro e l'iscrizione : " Denontie" serviva per depositare le denunce anonime contro i funzionari e altri cittadini....se ricordate lo abbiamo visto a Venezia a Palazzo Ducale.

    Questa è una strada molto congestionata dal traffico locale e come locale mi riferisco crocieristico. Infatti qui oltre a noi scesi in autonomia, troviamo i vari torpedoni con guida scesi in escursione da Lirica. In tutta onestà ho trovato molto povera l'offerta turistica per non parlare dei negozi che si affacciano su questa via, che dovrebbero essere i migliori, ma ahime' lontani anni luce da ciò a cui siamo abituati.
    Ma non solo in Italia sia chiaro, il confronto è inevitabile anche solo paragonato a ciò che abbiamo trovato a Zara o a Kotor.
    In questa regione sembra che il tempo si sia fermato a pochi decenni e oltre fa....

    Continuiamo lungo la strada che ci porterà verso una piazza più grande, ma anche qui lo stato delle case lascia veramente a desiderare...



    Siamo a Piazza Presernov, la famiglia italiana che nel XVII secolo fece erigere la fontana...su questa Piazza alcuni palazzi un tempo nobiliari ma che oggi sembrano insignificanti a noi. Seguiamo verso la fine della piazza , in leggera discesa rispetto al resto del centro ed usciamo da Porta della Muda, eretta nel 1516 e ultima rimasta di una dozzina di porte cittadine. Sul lato meridionale dell'arco della porta è ancora visibile lo stemma cittadino: un volto di giovane circondato dai raggi del sole.

    A questo punto siamo fuori verso il mare, cerchiamo di orientarci per risalire da un'altra via il centro città. Il tempo metereologico non è dei nostri, la variabilità predetta dal Daily si tramuta in un vento che proviene di traverso dal mare, il cielo è grigio e comincia a piovere. Siamo comunque equipaggiati per ogni evenienza, ma sinceramente la voglia di esplorare passa in secondo piano.

    Costeggiamo il mare dal lato opposto a dove si trova Lirica. Qui la marina è ricca di piccoli locali, per lo meno questi sono più nuovi di quelli visti in centro, ma quasi tutti chiusi.






    Siamo a Piazza Ukmarjev....spero di averlo scritto giusto, la piazza affacciata al piccolo porticciolo turistico...qui è la Colonna di Santa Giustina, circonda la galea con cui Koper nel 1571 alla Battaglia di Lepanto, vide le potenze europee sconfiggere i Turchi.




    Immediatamente a nord della colonna c'è una grande vasca coperta d'epoca romana che oggi funge da fontana.
    All'estremità occidentale della grande piazza si trova la cosiddetta Taverna, un grande edificio porticato risalente al XV sec., che ospitava il magazzino del sale. Lungo il lato settentrionale sorgono diverse chiese del 500, tra cui la chiesa di San Nicola, alcune case veneziane restaurate e il settecentesco palazzo Totto in stile barocco.
    Dopo un giro di perlustrazione in questa zona decidiamo di risalire attraverso una via che ci riporterà in centro di piazza Titov




    E da qui, anche se l'orario del tutti a bordo è decisamente lontano, concludiamo questa visita rientrando in nave.
    Se devo essere sincera, questo è stato lo scalo in cui le mie aspettative sono andate deluse. La poca cura del bene pubblico, i pochi palazzi, che sebbene di numero esiguo, non curati, eppure hanno solo quelli , dovrebbero essere dei gioielli invece denotano lo sfascio di abbandono di questa città.
    Probabilmente ma sicuramente hanno altre ambizioni, dirette soprattutto verso il paesaggio , le coste, il mare, il turismo di mare in periodo migliore di questo di inizi Aprile dove tutto è fermo.... almeno questa è la mia impressione.

    Sicuramente se decideste di arrivare sino qui, vale la pena nel dirigersi verso altre località, non relativamente vicine, ma che con un transfert che la compagnia mette a disposizione, ritengo siano molto più valide. Anche le grotte di Postumia ad esempio( già viste per noi) offrono sicuramente di più. Per chi volesse il fai da te, molte escursioni a terra ma soprattutto per mare, con piccole imbarcazioni e catamarani ed il classico bus turistico scoperto, oggi con l'acqua che viene vuoto.

    Ripercorriamo e attraversiamo la dogana, armatevi di pazienza, dove verrete controllati come non mi è mai capitato durante altri scali! Anche qui.....no comment.

    Rientriamo sulla nostra " casa" almeno ancora per qualche giorno....approfitto del tempo e comincio a radunare parte delle nostre cose in una valigia, l'altra aspetterà....

    Domani avremo uno scalo...lo scalo che attendo con più emozione e voglio sfruttare tutto il tempo a disposizione.






    Continua......
    Ultima modifica di capricorno; 18-June-2019 alle 16:02
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  12. #87
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,385
    Crociere effettuate
    19
    Prima di proseguire con l'ultimo scalo un bilancio su questa crociera, che sebbene classificata mini (6 giorni) di tutto rispetto non ha nulla a che invidiare alle classiche di otto giorni. Si tende a pensare che essendo ridotta come tempo debba dare anche servizi ridotti: non è così.
    Anche in questa le serate vengono rispettate: una serata di gala, con annessi e connessi, la serata mediterranea, la serata anni 70/80, la serata bianca , che nel nostro caso sarà questa sera, il resto abbigliamento casual.

    Il dress code nella serata di gala è stato rispettato, chi più chi meno ...anzi è stato motivo di meraviglia vedere le signore straniere nei loro abiti tradizionali. A bordo parecchi arabi ( visti raramente in crociere nel Mediterraneo), giapponesi...tanto per citarne alcuni, con i loro splendidi abiti e le acconciature molto ricercate. Segno , con mia grande soddisfazione, di un ritorno alle crociere di un tempo, ma credo, considerazione mia, questo è possibile solo su navi di una certa calibratura e non su altre ove il concetto di crociera è completamente stravolto.

    Completo questo post, con l'aggiunta di qualche ambiente che caratterizza la versatilità stilistica di questa unità...





    Gli spazi all'aperto : il solarium a pagamento , molto interessante per la stagione estiva. Compreso nel costo della crociera per alcune tipologie di cabine, ma accessibile a tutti al costo di €10 al giorno. Ideale nelle giornate di navigazione quando la disponibilità dei lettini con nave a pieno carico è limitata.








    Le piscine ed i giochi d'acqua: un parco acquatico studiato per i bambini, e vi garantisco molto ben apprezzato.




    Ricordate che qualche post indietro vi parlai di una zona tranquilla in nave....eccola.




    La biblioteca, ma non solo....una sala confinante con un salone della nave ma poco conosciuta e trovarla è stato complicato.....








    Con un bell' affaccio sul mare di giorno e di sera ideale per ritagliarsi momenti di relax.


    La sobrietà ed eleganza degli spazi...





    ....del teatro...





    ...e dell'atrio con la reception da un lato del servizio cliente e dall'altro del tour Office...direi essenziale ..


    Una zona completamente rifatta durante l'operazione Rinascimento....il Casinò.










    In questa zona l'utilizzo del giallo in tutte le sue declinazioni va a sfociare per continuità di stile, nella cromia dell'ambiente successivo...







    Ambiente molto versatile anche qui, per la suggestiva luce...di giorno completamente diverso , più allegro e vivace, la sera più cupo.

    Numerosi sono gli elementi di passaggio tra un ambiente e l'altro, anche nei , possiamo definirli, corridoi, ogni spazio è ben sfruttato creando piacevoli sedute in affaccio alle vetrate che danno sulla....








    ... passeggiata coperta di Lirica. Non è a 360° come ad esempio sulle alcune altre unità, ma è comunque piacevole...

    Una nota negativa sull'utilizzo di alcuni spazi della nave




    Perdonate la qualità della foto. Questo è uno dei tanti angoli ' nascosti' durante tutta la durata della crociera. Lirica possiede numerose opere d'arte, sculture e quadri che sono totalmente nascoste dai set fotografici allestiti in perenne proprio a coprire tali opere. Ce ne siamo accorti solo ed esclusivamente l'ultima sera a bordo, quando i fotografi hanno smontato tutte le loro strutture. È veramente un peccato....


    All'appello manca un ultimo ambiente...





    ... introdotto dall'angolo fotografico....che sfocia in questo bar...








    Un coloratissimo piano bar: l' Atmosfere.
    È indubbio la versatilità di questa nave e la capacità degli architetti di creare zone stilistiche di grande impatto. Qui l'uso del colore ravviva un'angolo poco illuminato della nave e crea simpatici abbinamenti...
    Anche qui una chicca..... nascosto da un separé dal vago sentore medio-orientale un piccolo ristorante dedicato agli amanti del genere....











    Direi che come stile non è male e garantisco anche come offerta culinaria.

    Il tour della nave termina qui, ho cercato di farvi vivere gli ambienti come meglio potevo, spero di avervi convinto che anche se ' piccola' , questa unità ha molto, anzi , tantissimo da offrire.


    Intanto scende la sera , le luci in porto si accendono, ma fuori non vi è nessuno....pare che Koper si sia addormentata chiusa in se stessa.

    Alle 21,00 si mollano gli ormeggi e Lirica percorrerà le poche miglia che la separano dall'altra sua destinazione: Ravenna.










    Continua....
    Ultima modifica di capricorno; 19-June-2019 alle 09:19
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  13. #88
    Utente livello Bronze
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    364
    Città
    Prato
    Crociere effettuate
    2
    Complimenti Oriana esaustivo come sempre, grazie

  14. #89
    Utente livello Gold L'avatar di zanzara59
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    1,257
    Città
    Roma
    Crociere effettuate
    10
    Bel resoconto, complimenti. Quindi sulla Lirica la famosa "serata di Gala" è rimasta come prima ? Lì non l'hanno ancora declassata a Serata Elegante ?
    La lingua non è sufficiente a dire e la mano a scrivere tutte le meraviglie del mare.

  15. #90
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,385
    Crociere effettuate
    19
    Citazione Originariamente Scritto da zanzara59 Visualizza Messaggio
    Bel resoconto, complimenti. Quindi sulla Lirica la famosa "serata di Gala" è rimasta come prima ? Lì non l'hanno ancora declassata a Serata Elegante ?
    Ciao!
    Si , in effetti è così anche se.....ti metto la foto della locandina in cui visivamente vengono spiegate le varie serate, con i simboli che le caratterizzano.




    Viene identificata come elegante, ma si legge chiaramente in come deve essere l' abbigliamento ( ingrandendo un po' si legge).

    Quindi in prima pagina del Daily, compare in basso a sinistra il simbolo della serata...





    Ma il tenore della serata stessa è ben specificato aprendo il Daily....




    Cocktail di Gala....





    Due parole sul Daily.
    Ho notato che qui è ancora in vigore la vecchia tipologia, secondo il mio parere, più esaustiva di contenuti e facilmente consultabile rispetto a quella che trovai su Meraviglia ad esempio.

    Ho notato, guardando le immagini nei diari sul forum, che anche su Divina è in vigore la stessa nuova tipologia simile a Meraviglia.

    Sarebbe interessante capire, se il vecchio modello ( chiamiamolo così) è in vigore su altre unità...o nella mia crociera è stato un caso ...
    Comunque....qualche immagine delle pagine di cui è composto, ricche di tutto. Alle tradizionali quattro facciate in cui oltre agli orari di tutti i servizi a bordo, notizie sugli scali, si aggiunge una pagina volante inserita con tutte le offerte giornaliere...















    ...ne ho messa una a caso, quella della serata di Gala....

    Se ci fossero domande...non esitate.
    Ultima modifica di capricorno; 19-June-2019 alle 15:11
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."


    • Pubblicità


        
       

Pagina 6 di 8 PrimaPrima ... 45678 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •