Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 16 a 23 di 23

Discussione: - La potenza degli Sforza ed il genio di un'artista... -

  1. #16
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,311
    Crociere effettuate
    19



    Ed eravamo rimasti qui...
    Affacciati a questo androne che ci porta di nuovo all'interno del castello, un'altro ingresso non meno bello di quello che è dalla Piazza attraverso il varco della torre bramantesca.


    Qui il castello è ancora più vicino, impossibile oggi da raggiungere se non attraverso questa via...il palco allestito per ospitare la Corte , i figuranti ed il palio che si sta svolgendo limitano lo spazio di visuale. Ma noi ora siamo qui e lo possiamo ammirare in tutti i suoi particolari.
















    Ma qualcuno ci osserva dall'alto....





    Eccola! È lei...la padrona di casa...Beatrice

    Ma non è la sola....














    Scopriamo così con grande nostra sorpresa che in affaccio alle finestre ci sono le Dame della borghesia rinascimentale che Leonardo dipinse durante il suo soggiorno a Milano. È una bellissima istallazione ad onore di Leonardo, e al piano terreno del Castello è stata allestita una mostra che lo riguarda....


    Chi sono queste dame?




    L'avrete di sicuro riconosciuta....




    È il ritratto di Cecilia Gallerani , giovane nobile milanese , nota nelle corti italiane per la sua bellezza ed amante di Ludovico il Moro, la più celebre delle amanti.... più comunemente a noi nota , come " la Dama con l'Ermellino ".
    Il dipinto venne commissionato a Leonardo da Ludovico il Moro, dipinta tra il 1488 e 1490. È un'olio su tavola e raffigura una figura a mezzo busto con un'impianto scenico notevole , ritratta in duplice rotazione , con una simmetria con il corpo rivolto a sinistra e la testa in contrapposizione rivolta a destra. Questo è uno degli espedienti tecnici più importanti tra quelli adottati da Leonardo, per non parlare poi dell'immagine. L'impareggiabile volto , meraviglioso ritratto femminile dallo sguardo intenso di sublime raffinatezza.

    Leonardo nei ritratti femminili ne è maestro, oltre alla bravura ed ai tratti assolutamente naturalistici sa fondere il sentimento e l'anima delle sue dame. Si pensi a questo ritratto all'emozione coinvolgente che sa dare a chi l'osserva. Oltre la bellezza cattura le fattezze enigmatiche dei sorrisi non sorrisi...e la mente corre alla Gioconda, la Monna Lisa , di cui questa Dama ne è degna sorella.





    Ma ciò che stupisce è l'assoluta perfezione nella rappresentazione delle mani, che denotano nobiltà di forme, con le dita affusolate ritratte nei minimi particolari...la contrattura muscolare, le piccole pieghe della pelle il contorno delle unghie. Denotano una grande capacità di Leonardo nell'osservare il corpo umano, rappresentandolo reale. Tutto il resto del quadro denota una ricercatezza negli abiti rinascimentali, nei gioielli un magnifico scorcio della moda di quel periodo.

    Vi assicuro che la visione di questo quadro dal vero vi lascerà senza fiato...

    Altre figure di Dame si affacciano alle finestre....




    Celeberrima anche questa altra splendida opera di Leonardo.

    La belle Ferroniere altro ritratto eseguito tra il 1490/95, più o meno nello stesso periodo del precedente. Ritratto molto controverso e con attribuzione incerta. Si dice possa appartenere a Lucrezia Crivelli , altra amante di Ludovico, o Isabella d'Este, sorella di Beatrice, o la stessa Beatrice...non si sa. Quello che è evidente è la bellezza del quadro, anch'esso come il precedente, ritratto a mezzo busto con una doppia torsione: il busto rivolto a sinistra, la testa questa volta è frontale.
    Il volto si offre allo spettatore ma allo stesso tempo è sfuggevole, come se lo sguardo fosse colpito da ciò che noi non possiamo vedere. Anche per questo la visione enigmatica dello sguardo accresce il senso e l'aspetto di introspezione psicologica della persona.

    Anche qui, notiamo la ricercatezza nella rappresentazione degli abiti, dei gioielli delle acconciature del tempo...insomma : sublime.




    ....Non vi trattengo oltre con la spiegazione di altre figure che da quelle finestre pare mi guardino....ma sarebbe bello se qualcuno di voi riuscisse ad andarle a vedere, garantisco lo stupore.












































    Lasciamo così....



    ... Ludovico e Beatrice...






    ...il Castello e le " presenze " che lo animano per recarci a conoscere il " secondo genio" che ha vissuto questi luoghi....






    Continua....
    Ultima modifica di capricorno; 04-June-2019 alle 15:02
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."


    • Pubblicità


        
       

  2. #17
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,311
    Crociere effettuate
    19
    Un'altra figura di spicco ha popolato la scena di questa città.
    Si tratta di un personaggio eclettico di grande spessore, persona colta, uno scienziato del tempo....




    Eccolo....ritratto in un quadro conservato al Museo diocesano di Vigevano.

    Chi è...e perché si trova lì?

    - Juan Caramuel y Lobkowuitz -


    Fu un grande scrittore ed erudito del seicento, e non solo...monaco cistercense, matematico e politico, architetto , inventore , filosofo, grafico, editore...in poche parole un secondo Leonardo da Vinci!

    Ed è così con quest'ultima frase che ci viene descritto da una persona che ci guiderà alla visita del nuovissimo ( inaugurato proprio in questa giornata) Museo, nuovo museo, Diocesano....si trova poco a ridosso della cattedrale..

    Qualche scatto...d'apprima del cortiletto d'ingresso a seguire i sotterranei, non da tutti visitabili..noi si, con un permesso speciale visto che, parlando con lui, non siamo della zona e quindi con piacere accogliamo l'invito.














    Sono soli pochi vani, ma ci viene spiegato, trovati quasi per caso durante i lavori di consolidamento e si vocifera che altri ce ne possano essere.

    Il museo dapprima composto di sole poche stanze, con quest'ultimo progetto ha aumentato gli spazi espositivi. La prima parte è dedicata tutta a lui : Caramuel....chiamato familariamente così dai vigevanesi.

    Nacque in Spagna , il padre un grande cultore di scienze astronomiche e sin da piccolo dimostrò le sue grandi doti. A 11 anni pubblicò la sua prima opera, a 15 si laureò in filosofia, a 17 entrò nell'ordine dei Cistercensi...laureandosi in seguito in teologia.

    Un genio! E così lo definisce la nostra guida, dicendoci : " voi a Milano avete Leonardo, noi qui Caramuel!"



    Nel museo sono contenute una minima parte di ciò che fece...



    In questa antica opera la facciata di come era la Cattedrale di Vigevano...






    ...questo è un antico modello in legno. Come ho avuto modo di spiegare, Caramuel progettò la nuova facciata, la quinta teatrale appoggiata alla vera facciata del Duomo.
    Ma non solo...








    Questa antica cassaforte, una volta custodiva parte del tesoro del Duomo , lasciata aperta e guai a chiuderla!...pena il non riuscire più ad aprirla! Guardate gli ingranaggi....anche questi, opera sua.



    Antico forziere appartenuto ai Visconti


    Ma interessante è vedere i trattati esposti...

    Questo in particolare....






    Fu il primo inventore del sistema binario, ciò che è alla base dei nostri moderni cellulari e dei computer...e del sistema metrico nella musica. Grande grafologo e traduttore di numeri scritti in diverse lingue, fece costruire , poiché mancavano veri tipografi esperti e caratteri rari per le sue edizioni, una stamperia che fu chiamata Arca Santa.





    Il tutto senza tralasciare il suo primo compito : quello religioso.
    Nel 1657 venne nominato Vescovo, arrivò a Vigevano nel 1673 e vi rimase sino alla sua morte, rimanendo molto attivo nel mistero pastorale ma coltivando altresì i suoi interessi. Una persona buona che ha saputo che ha saputo contenere le polemiche che aleggiavano nel secolo, specialmente teologiche, dimostrando buon carattere e rispetto per chi non la pensava come lui.

    Una visita che ci ha anche commosso, eravamo gli unici " forestieri" e tutti gli altri del gruppo, vigevanesi di fatto e mentre la guida ci spiegava queste cose, annuivano in segno di affermazione..." un genio" che ha dato molto alla sua città.

    La visita procede per i saloni del Museo/ palazzo vescovile...


    La sala degli Arazzi. Restaurati dall'Opificio delle pietre dure di Firenze, il maggior organo competente in fase di restauro.



















    Un ciclo di arazzi che percorrono le scene dei vangeli riguardanti " il figliol prodigo". Ci viene spiegato che questi sono tra i più belli e preziosi...arazzi rossi, per la predominanza di colori. Altri, meno belli , sono ancora in fase di restauro...ma i prezzi sono onerosi. Una fondazione privata sino ad ora è intervenuta e con questo preziosissimo aiuto, ha reso possibile la restituzione a noi tutti che li possiamo ammirare.



    Il Tesoro del Duomo.



    Guardate il cesello del retro di questo reliquiario..



    I soffitti..













    Il reliquiario più importante, contiene una spina della corona di Gesù.




    Gli antichi libri miniati




    La parte dedicata alla pinacoteca







    E per ultimo...la stupefacente infilata dei saloni del Palazzo, anch'esso appena riportato ad antico splendore.



























































    Si conclude qui, e concludo qui questo td, un po' insolito per un sito di crociere, ma...non si vive di solo quelle, almeno per me è così. Mi piace spaziare in ogni ambito e a volte, non ce ne rendiamo conto, ma a pochi passi da noi ci sono buone opportunità. Piccoli viaggi in attesa di esperienze più grandi e più complete ma che comunque allietano e sempre allieteranno i miei sogni....i cassetti sono tanti da aprire, ma...piano piano lì aprirò tutti.

    Grazie a chi mi ha seguito.
    Ciao.



    Fine.
    Ultima modifica di capricorno; 05-June-2019 alle 20:42
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  3. #18
    Utente livello Gold
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    4,238
    Città
    Verona
    Crociere effettuate
    16
    Oriana,è un piacere leggere quanto racconti.Complimenti.

  4. #19
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,311
    Crociere effettuate
    19
    Grazie Tiziano è sempre un piacere ritrovarti.
    Un saluto e buona serata.
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  5. #20
    Utente livello Gold L'avatar di Didi
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    1,850
    Città
    milano
    Grazie Oriana, ho letto con piacere la tua visita a Vigevano É per me stato un ripasso piacevole perché Vigevano la conoscevo ma essendo passato molto tempo i ricordi si sono attenuati.
    Quando ci incontreremo o sentiremo mi devi spiegare la rotazione del corpo e dei volti perché da incompetente non ho compreso molto se non quanto debba essere importante quanto hai citato.
    Resto sempre più colpita dalle potenzialità turistiche italiane e da come potrebbero essere sfruttate al meglio. Abbiamo veramente tanto
    Viaggiare é conoscere ed imparare, non importa il mezzo di trasporto, importa l'emozione che rimane in noi ed in questo siamo perfettamente in sintonia.

  6. #21
    Utente livello Gold
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    3,314
    Oriana scopro adesso questo altro solitario che ci hai regalato
    Non finisci mai di stupirmi sia perché ci fai conoscere angoli più o meno nascosti della nostra meravigliosa Italia e sia perché ce li racconti e ce li fai vivere con rara competenza e maestria.

    Continua ad aprire i tanti cassetti che sogni di scoprire: vogliamo emozionarci con te

  7. #22
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,311
    Crociere effettuate
    19
    Avevo scritto un post in risposta, ma con i problemi delle settimane passate, non è stato salvato...poco importa lo ripropongo brevemente.

    Intanto grazie Marilù, cercherò di aprire quanti più cassetti possibili .

    Anna, hai colto il significato nascosto delle opere di Leonardo...

    Perché sono belle? Perché ne restiamo estasiati? Perché è difficile non innamorarsene?....tanti perché...

    È indubbio la sua grande capacità non la si discute, unisce in ogni suo capolavoro le conoscenze scientifiche ovviamente legate al suo periodo storico.

    Leonardo alla Corte di Ludovico il Moro a Milano ebbe modo di incontrare illustri personaggi, tra cui eminenti matematici. Tra questi il matematico Luca Pacioli, a cui fu legato da profonda stima ed amicizia.
    Il Pacioli stese un trattato, con la collaborazione di Leonardo che redasse numerosi bozzetti esplicativi. Il trattato parlava di " Divina proporzione".....in poche parole, il matematico ricercò la proporzione dei numeri principali ispiratori in architettura, scienza e natura : la regola Aurea.

    Leonardo nei suoi dipinti applica la sezione Aurea che le rende armoniose, ordinate ed armoniche....

    Nelle figure femminili ,nei ritratti menzionati poco sopra ma anche nella Monna Lisa, nel quadro dell' Annunciazione, nell'ultima Cena vengono applicate queste regole matematiche...




    Ecco, da una immagine presa in rete, lo schema adottato su questo ritratto.

    Ed ancora altri schemi su altrettante altre opere di Leonardo...









    Non voglio appesantire oltre il discorso diventerebbe complicato, ma ciò solo per rispondere ad una curiosità e magari riuscire a dare una lettura più completa delle opere di questo genio!


    Grazie ancora a tutti.
    Un saluto.
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  8. #23
    Utente livello Gold L'avatar di Didi
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    1,850
    Città
    milano
    Oriana ti ringrazio della spiegazione.
    Per me il disegno e la pittura sono decisamente tabù. Ti confesso solo questo. In seconda elementare cercai di aiutare mio figlio nel disegnare delle colline che gli ti uscivamo sempre montagne.
    Il giorno successivo la maestra a scuola disse a mio figlio che si vedeva benissimo l'aiuto della mamma. Solo che scambió il mio operato con quello del bambino e viceversa. Chiarito l'equivoco l'insegnante mi disse di non aiutare più mio figlio nel disegno ,perché non era il caso.
    Parlo di un bambino di 7 anni.
    Agli esami di terza media io andai a settembre con un 5 in disegno e gli altri voti erano italiano 7 , matematica latino storia e francese 8 .
    Severità di altri tempi ma anche somara io.


    • Pubblicità


        
       

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •