Pagina 7 di 10 PrimaPrima ... 56789 ... UltimaUltima
Risultati da 91 a 105 di 136

Discussione: - " Il fascino del Nilo e le suggestioni del deserto..." viaggiando nel tempo...

  1. #91
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,542
    Crociere effettuate
    20
    - La Valle dei re -










    La Valle dei Re...il suo nome ci proietta nel sogno!

    ********


    .......Era ciò che scriveva Howard Carter, lo scopritore della tomba di Tutankhamon....

    " Tra tutte le meraviglie d'Egitto, non v'è una che colpisca l'immaginazione.
    Qui lontano dal frastuono della vita, in questa zona desertica, dominata dalla cima,
    come una piramide naturale, giacciono una trentina di re."



    - E' il sito più famoso e visitato dell'Egitto e su di esso aleggia ancora un'ombra di mistero.
    La scoperta di queste tombe si susseguirono come in una epopea portata avanti da avventurieri, da cacciatori di tesori e da persone che a vario titolo hanno costruito la loro fortuna su di esse, animati da una sola passione che solo un sito come questo, luogo affascinante può dare.
    Immaginate quante emozioni hanno vissuto in questa valle...scavare e ritrovare un faraone, una persona conosciuta attraverso la storia e per magia quel nome diventa realtà tangibile. Penetrare in una tomba forse inviolata e vedere per primi quelle iscrizioni, quelle figure tracciate da impareggiabili artisti....è un' emozione inimmaginabile!

    Per raggiungere la valle bisogna recarsi a Luxor , dalla parte opposta del Nilo e qui la vista è impareggiabile. Lo sguardo scopre le falesie, enigmatiche, selvagge e dietro ad esse che si nasconde la Valle dei Re.





    Un mappa del sito con i traciati delle tombe ( tratta dal web, come la prima immagine in apertura).

    - La Valle coincide con un wadi scavato tra le pieghe che erodono il calcare, formando una conca. Il percorso per arrivarci è strano e suggestivo, per la conformazione del territorio. Dapprima si attraversa una zona coltivata, verdissima poi all'improvviso si palesa il deserto, fatto di rocce e colline oppresso da un'intensa calura.








    - La Valle sorge nel cuore di una regione isolata che sovrasta El-Qurn ( il corno) che simile nell'aspetto ad una piramide, veglia sulle sepolture reali....e forse è per questo motivo che è stata scelta questa zona per la similitudine della montagna ad una piramide.
    Il percorso è affascinante, anche perchè è lo stesso che seguivano più di 3000 anni fa le processioni funebri che conducevano i re d'Egitto, nella loro ultima dimora, qui regna la dea del silenzio....

    L'entrata del sito, sino alla strada odierna, era costituito da uno stretto passaggio, attraverso il quale si giungeva in un anfiteatro delimitato da alte e dirupate falesie. Qui scorre una vita segreta, immutabile, che solo il silenzio permette di percepire. La scenografia naturale è di grande impatto e si ha l'impressione di un isolamento assoluto, anche se la vita nei campi è poco lontano da qui....i suoni si diffondono in maniera sorprendente ed i passi risuonano di tutta la sacralità del luogo. Il suo aspetto, malgrado il nome non è funereo, anzi al contrario accoglie la luce....la sorprendente luce che fa vibrare le rocce, le falesie e gli antri dapprima oscuri, ma che si riveleranno pieni di luce.......
















    Il viaggio continua......
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."


    • Pubblicità


        
       

  2. #92
    Utente livello Gold L'avatar di Gabriele C.
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    3,441
    Città
    Roma
    Crociere effettuate
    22
    Oriana, dalla tua descrizione così sentita ed emozionante questo sito sembra di un altro pianeta...

    Continuo a seguirti con tanta curiosità e voglia di sapere.
    "Lo spettacolo del mare provoca sempre un'impressione profonda: esso è l'immagine di quell'infinito
    che attira incessantemente il pensiero e nel quale il pensiero incessantemente si perde"
    (Madame de Stael)

  3. #93
    Utente livello Gold L'avatar di billoby
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    2,001
    Città
    Celle Ligure (SV)
    Crociere effettuate
    15
    Dopo i controlli di sicurezza all'entrata del sito ci viene assegnato un biglietto che da la possibiltà all'accesso di tre tombe a nostra scelta.
    Ovviamente la nostra esperta guida ci fornisce qualche consiglio su quali effettivamente potremmo scegliere.

    La strada di accesso alla zona delle tombe non è molto lunga ma già alle prime ore del mattino il caldo è opprimente.
    Ci sono a disposizione dei visitatori dei comodi trenini che risparmiano quel breve tragitto in modo da arrivare "freschi" al tanto agognato spettacolo che ci attende.

    Il paesaggio è incredibile e mai mi sarei aspettato di trovarlo tale.









    A colpo d'occhio nella vallata si susseguono tutti questi "buchi" ognuno rappresentante una tomba.

    Il prescelto per la nostra prima visita è Ramses IV, Faraone della XX dinastia; la tomba è contrassegnata, come tutte le altre, con una sigla (KV2) che indica King's Valley n°2.
    L'architettura interna è disposta su un unico livello, quindi non prevede scalinate da discendere, come vedremo nelle successive tombe visitate più avanti.
    Gli scavi sono datati tra il 1905 ed il 1906.

    Dopo aver visto in tv numerosi documentari relativi alle tombe egizie non può che assalirci l'emozione provata nel visitarne una di persona.
    L'interno è certamente ben conservato e sono ancora perfettante visibili i colori dell'epoca utilizzati per decorarla.
    La meraviglia che ci appare è impagabile,,,


























    Incisioni che sembrano state scolpite ieri, ma in realtà datate qualche millennio fa....


    Il viaggio continua...
    Ultima modifica di billoby; 25-November-2019 alle 20:23
    Costa Serena - Costa Mediterranea - Costa Atlantica - Costa Atlantica - Costa Favolosa - Costa Pacifica - Costa Fascinosa - Costa Diadema - Allure of the Seas - MSC Preziosa - Costa neoClassica - Msc Meraviglia - Costa Deliziosa - Costa neoRiviera - MSC Seaview

  4. #94
    Utente livello Gold L'avatar di Didi
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    1,948
    Città
    milano
    Bellissime immagini.
    Certo che la sensazione che si prova essere in mezzo a tutte quelle enormi colonne é impossibile da riprodurre con foto o filmati

    Trovo tutto più ordinato e ben tenuto dalla mia visita, hanno lavorato parecchio.

  5. #95
    Utente livello Gold
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    2,930
    Città
    Monza
    Crociere effettuate
    22
    Le foto sono molto luminose, ne deduco che anche all'interno ci fosse una buona illuminazione.

    Certo che mantenere quei colori ancora vivi dopo tanto tempo.....

    Aspetto il seguito.

  6. #96
    Utente livello Gold L'avatar di billoby
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    2,001
    Città
    Celle Ligure (SV)
    Crociere effettuate
    15
    Citazione Originariamente Scritto da Miryam Visualizza Messaggio
    Le foto sono molto luminose, ne deduco che anche all'interno ci fosse una buona illuminazione.

    Certo che mantenere quei colori ancora vivi dopo tanto tempo.....

    Aspetto il seguito.
    Certo Miryam, all'interno delle tombe c'è una buona illuminazione artificiale, che crea anche giochi di ombre, molto utili all'atmosfera che si respira la dentro.

    Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk
    Costa Serena - Costa Mediterranea - Costa Atlantica - Costa Atlantica - Costa Favolosa - Costa Pacifica - Costa Fascinosa - Costa Diadema - Allure of the Seas - MSC Preziosa - Costa neoClassica - Msc Meraviglia - Costa Deliziosa - Costa neoRiviera - MSC Seaview

  7. #97
    Utente livello Gold L'avatar di Blueyes
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    2,154
    Città
    Chioggia (VE)
    Crociere effettuate
    10½
    Wow ,che foto!!!!!Esiste ancora il divieto di usare il flash?

    Continuo a seguirti nel "mio" Egitto, a fianco tuo e di Davide, in questo sito archeologico sempre uguale da 3000 anni ma sempre diverso per le tante peculiarità di ogni singolo geroglifico, ogni singola stanza.
    ...errare è umano, ma per fare veramente casino serve la password di root!
    -----
    IO alla Crociera del Decennale c'ero. E tu, dove eri????
    -----
    "CROCIERISTI.IT", per fare di una crociera la TUA crociera! ™®©

  8. #98
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,542
    Crociere effettuate
    20
    Citazione Originariamente Scritto da Blueyes Visualizza Messaggio
    Wow ,che foto!!!!!Esiste ancora il divieto di usare il flash?

    Continuo a seguirti nel "mio" Egitto, a fianco tuo e di Davide, in questo sito archeologico sempre uguale da 3000 anni ma sempre diverso per le tante peculiarità di ogni singolo geroglifico, ogni singola stanza.
    All'interno del sito e delle tombe ora è possibile fotografare, rispetto a ciò che succedeva qualche anno fa, ove al divieto subentrava una forte sanzione se ti beccavano a fotografare. All'interno delle tombe ovviamente senza flash e solo con il cellulare. Le apparecchiature fotografiche sono rimaste in bus, per poter fotografare con la macchina fotografica occorreva pagare una tassa supplementare abbastanza cara. Non abbiamo comunque compreso bene la differenza tra le due modalità, cellulare si, fotocamera no....mah, chi li capisce.

    Ciao Blue!!
    Ultima modifica di capricorno; 26-November-2019 alle 14:51
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  9. #99
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,542
    Crociere effettuate
    20
    Qualche semplice approfondimento su ciò che abbiamo visto...


    - La tomba reale - cosa rappresenta in realtà.

    - La tomba del faraone non è un mausoleo, né un monumento atto a vantare le sue gesta. I testi e le figure rappresentate, hanno un valore esoterico e simbolico e sono privi di riferimenti storici. Non viene mai rappresentata la sua vita privata e non è neppure una caverna dove nascondere indicibili tesori, anche se molti tesori in accompagnamento al sovrano sono stati nascosti...ma vi è la spiegazione a ciò.

    - La tomba è un luogo nel quale si raccolgono le potenze che permettono la resurrezione dell'essere. È lo spazio segreto dove le immagini e scene di vita e magia creatrice celebrano i riti perpetui.
    È là che avviene, nel mistero della tomba, al di là di ogni comprensione umana.


    - Le iscrizioni sono formule che possiedono una forza attiva e le divinità trasmettono l'energia originale che è contenuta negli amuleti, avvolti tra le bende della mummia. La tomba, lo possiamo definire un laboratorio.
    Il potere dei geroglifici esistenti in ogni tomba, nessuna ne è priva di testi, sono parole sacre.
    Pittori e disegnatori adottano varie soluzioni, in tutti i casi lo scopo è il medesimo: affidare ai geroglifici il compito di vegliare sulla spiritualità del faraone.









    - Noi restiamo affascinati, ammirati di fronte a questi misteri. Tutto ciò che viene raccontato attraverso i geroglifici è conoscenza. In Egitto tutto è viaggio, metamorfosi, così lo è per l'anima che non giunge alla meta senza aver superato rischi e pericoli e tutto è raccontato sui testi nelle tombe della Valle.






























    - La morte del Faraone per l'Egitto rappresenta il caos, perché il Faraone in vita è per l'Egitto , colui che mantiene l'armonia. Per evitare che alla sua morte il paese entri nel caos, preda delle forze del male, vengono messe in atto numerose misure che evitano la catastrofe.
    La prima : la mummificazione del re defunto; la tumulazione e per ultimo, il processo di resurrezione attraverso il suo successore.
    La mummificazione non è il frutto della volontà di conservare un corpo, ma è l'affermazione dell'esistenza di un corpo di luce. Il Faraone attraversa come il dio Osiride, la prova della notte e i gioielli e gli amuleti che ricoprono la mummia sono l'armatura magica che lo proteggono attraverso il cammino verso la resurrezione.

    - Nel processo di mummificazione, le viscere vengono estratte e conservate in vasi canopi, protetti dagli dèi; affinché il re risorga, tutte le parti del corpo vengono santificate. Alla sua conclusione il corpo viene deposto in una bara e attraversa il Nilo, verso la sponda opposta, sulla riva occidentale dove si organizza una processione. Solo pochi intimi entreranno nella Valle a vivere il rituale della tumulazione nel sepolcro.

    - Prima di chiudere e sigillare la porta della dimora eterna, il successore del re, esegue sulla mummia il rituale dell'apertura della bocca e degli occhi.
    Nella notte trasfigurata della camera funeraria, sotto un cielo di pietra stellata, l'avventura della resurrezione può cominciare.

    - È una storia affascinante, non lo credete? ...tutto questo lo si legge sui segni e le figure così abilmente tracciate all'interno di queste meravigliose dimore...non tombe, ma dimore di luce per l'eternità...

    - Nella tomba che abbiamo appena visto, quella di Ramses IV, sopra al suo sarcofago una bellissima immagine di resurrezione.....










    Raffigura la dea Nut, dea del cielo e della notte.



    - Chi era e perché reputata così importante...la troveremo spesso raffigurata in diverse tombe.

    - Nut è una divinità del Pantheon egizio. Figlia di Shu dio dell'aria e di Tefnet dea dell'umidità.
    Nut è rappresentata nelle tombe con il corpo nudo di colore blu, ricoperto di stelle. Il suo corpo è steso a formare un arco che sovrasta la terra. Sul capo porta una coppa d'acqua, a volte viene raffigurata come dea alata, altre volte come una grande mucca.
    Nut è la dea del cielo e dei corpi celesti ; al tramonto inghiotte il sole che durante la notte attraversa il suo corpo per poi venir di nuovo partorito all'alba di un nuovo giorno. Le stelle che ricoprono il corpo di Nut, sono dei e anime di defunti che nuotano come pesci o navigano si barche a vela nell'immensità blu del cielo notturno, che gli egizi immaginavano come una grande distesa d'acqua.
    I capelli di Nut sono pioggia, le sue mani e piedi punti cardinali.
    Oltre che essere madre degli dèi Nut è anche madre dei morti; viene raffigurata sui coperchi di numerosi sarcofagi, sui soffitti delle tombe, come in questo nella tomba di Ramses IV, dove la si nota sopra al suo sarcofago.




    - I defunti come il dio Ra, venivano da lei inghiottiti e accompagnati in cielo, dove la dea offriva loro libagioni. Per questo in molte preghiere per i morti, è proprio a lei che ci si rivolge chiedendo conforto e protezione.






    - Vorrei che notaste il magnifico cielo stellato che dall'inizio della tomba conduce sino alla camera funeraria. Le foto non rendono tutto lo splendore che c'è là dentro!







    Il viaggio continua......
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  10. #100
    Utente livello Gold L'avatar di billoby
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    2,001
    Città
    Celle Ligure (SV)
    Crociere effettuate
    15
    Procediamo con le seconda visita a nostra disposizione:
    la tomba di Merenptah, faraone della XIX dinastia e figlio di Ramses II. Le date approssimative di nascita e morte sono 1273 a.C. e 1203 a.C.
    Come detto in precedenza la sigla della sua tomba è KV8.



    La camera sepolcrale risulta diversi metri sottoterra e quindi per la prima volta sperimentiamo l'emozione di scendere.
    La lunga scalinata è di facile accesso, ma percorrendola ci si rende conto dell'immenso lavoro di scavo necessario per ripulirla, e di cosa abbiano effettivamente provato gli uomini ad opera compiuta.




    Entriamo allora!


    La magnificienza delle incisioni appare anche qui, quasi completamente intatta, nonostate il passare dei secoli....
























    Iniziamo la risalita in superficie.




    Rivedere la luce del giorno da quasi una sensazione inspiegabile, ma certamente la voglia di visitare ancora una tale meraviglia è tanta..


    .... il viaggio continua...
    Costa Serena - Costa Mediterranea - Costa Atlantica - Costa Atlantica - Costa Favolosa - Costa Pacifica - Costa Fascinosa - Costa Diadema - Allure of the Seas - MSC Preziosa - Costa neoClassica - Msc Meraviglia - Costa Deliziosa - Costa neoRiviera - MSC Seaview

  11. #101
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,542
    Crociere effettuate
    20
    - La tomba di Merenptah è completamente diversa come planimetria rispetto alla precedente, ma anche rispetto alle altre tombe che ebbi la fortuna di visitare in precedenza.
    Questa tomba si sviluppa con andamento regolare, ma al contempo molto articolato.

    Bisogna anche dire che molte tombe ( Ramses II e III) presentano planimetrie con rampe in salita, discesa, sovrapposte e con infinite stanze laterali. Altre in un primo tempo lineari, subiscono una virata a dx o sx, a volte sbucando in corridoi di altre tombe.

    Ma torniamo a questa ..







    Questa è la proiezione planimetrica della tomba...( Immagine dal web)



    Non è situata al piano di calpestio della Valle, ma per raggiungerla, poiché è stata scavata nella parete rocciosa in posizione sopraelevata, occorre salire una rampa.
    Da qui si accede ad un corridoio molto ripido, che ci fa intuire che sarà faticosa la risalita....





    - Si divide il corridoio , in tre discendenti che terminano in un'anticamera su cui si apre una camera laterale...non accessibile per noi, probabilmente utilizzata come deposito di corredo funebre o per le offerte.
    Da qui il corridoio continua a scendere portandoci ad un vasto vestibolo.... questo nella foto...








    Dove è possibile ammirare il coperchio più esterno del sarcofago di Merenptah. Questo è il coperchio ritrovato integro,del sarcofago lungo 4 metri e alto almeno 2, venne posizionato qui insieme ai frammenti del sarcofago stesso. Troppo grande per poterlo far passare attraverso i corridoi della tomba. Alcuni studi hanno evidenziato che parte della muratura, i passaggi delle porte dei cunicoli vennero in parte danneggiate dal suo passaggio e dovettero essere ricostruiti.

    Da questo vestibolo ancora si scende in profondità per arrivare alla camera sepolcrale; presenta un soffitto a volta, sorretto da 8 pilastri.... un'impianto molto complesso e diverso dalle precedenti tombe visitate.
    Una camera molto vasta a cui si accede attraverso gradini....ma la visione d' insieme prima di scendere è qualcosa che ci rapisce.....una sensazione magnifica!











    È questo un ambiente molto complesso, articolato su più piani. Sul fondo ed ai lati vi sono piccole cappelle non accessibili a noi, sono transennate e le possiamo ammirare a volte intuire dato la loro oscurità, ma una di esse è si transennata ma visibile poiché illuminata, sullo sfondo le sembianze di Osiride.





    Al centro della camera il sarcofago in granito rosso, con a lato il coperchio rappresentante il re mummiforme.















    Il sarcofago date le sue dimensioni, lascia intuire che lo stesso doveva contenere uno o più sarcofagi...e ad avvalorare ciò, Carter in uno dei suoi sopralluoghi rinvenne tra i detriti, un coccio in cui era rappresentata lo sviluppo dei sarcofagi di questa tomba.
    È una camera di ampio respiro come grandezza, con decori sul soffitto che rappresentano un cielo blu, stellato con le costellazioni : il luogo di resurrezione.



    Una particolarità...
    Sul retro del sarcofago , nella parte addossata alla parete di fondo, uno squarcio dal quale è possibile entrare. Ebbene sì!!.....con una mia cara amica, siamo entrare con l'aiuto del custode , ed abbiamo potuto ammirare l' interno di questo sarcofago, che come per l'esterno è completamente decorato. Un'esperienza sublime!!


    La camera sepolcrale di ampio respiro, ma il respiro, quello vero si affatica. L'aria quaggiù è pesante ed intrisa di umidità fa molto caldo e ben presto il desiderio è di respirare aria pura.
    L'umidità è la peggiore nemica di questi cunicoli, i disegni, gli intonaci , i colori si sgretolano ed è per questo motivo che le tombe vengono aperte a fasi alterne per cercare di limitare il passaggio di persone che inevitabilmente, con la respirazione portano eccessi di umidità....persino le guide turistiche, compreso il nostro accompagnatore, resta fuori dalle tombe....anche un respiro in meno è una goccia in un mare e aiuta alla conservazione.

    Risaliamo dunque dalle profondità, facendo più di una sosta...il percorso è davvero ripido.





    Le decorazioni di questa tomba, sebbene in parte deteriorate, partendo dalla parte più esterna verso la sua profondità, sono decorazioni che rappresentano il re al cospetto di Ra, tratte dai capitoli delle Litanie di Ra e dal Libro delle Porte; continuano nei corridoi in discesa con scene tratte dal Libro dei Morti, della cerimonia dell'apertura della bocca e degli occhi. La camera funeraria , come in precedenza scritto, ha un soffitto astronomico e alle pareti scene tratte dal Libro dei Morti.
    Questi libri appena citati ( vi risparmio la descrizione specifica per ognuno di loro), sono rituali, testi esoterici riservati ai Faraoni e non vengono divulgati al di fuori delle tombe. Offrono conoscenza ed aprono le vie dell'eternità permettendo di lottare contro i nemici e di compiere il passaggio dalla morte alla vita.

    È un viaggio affascinante, quello che si svolge nelle tenebre di questi luoghi, un luogo magico dove avvengono mutazioni, dove il Faraone essere di luce, rinasce perpetuamente.....










    Il viaggio continua......
    Ultima modifica di capricorno; 27-November-2019 alle 15:40
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  12. #102
    Utente livello Gold L'avatar di billoby
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    2,001
    Città
    Celle Ligure (SV)
    Crociere effettuate
    15
    Arriviamo all'ultima tomba: quella di Ramses III, e vista l'importanza del nome direi la più bella tra quelle visitate...

    Faraone della XX dinastia, vissuto tra il 1218 a.C. ed il 1155 a.C. la sua tomba è contrassegnata nella valle dei Re con la sigla KV11.

    Anche in questo caso si scende parecchio sotto terra tramite una lunga scalinata.


























    Ma forse un filmato vi farà apprezzare meglio la magnificienza di questa tomba....

    Un pò di pazienza per caricarlo, ma vi garantisco che ne vale la pena...




    Nei pressi ci sarebbe anche un'altra tomba dal nome certamente altisonante, ma sconsigliata perchè a pagamento extra.... e poi perchè "depredata" nel corso degli anni e quindi poco interessante da visitare...








    .... il viaggio continua...
    Ultima modifica di billoby; 27-November-2019 alle 20:32
    Costa Serena - Costa Mediterranea - Costa Atlantica - Costa Atlantica - Costa Favolosa - Costa Pacifica - Costa Fascinosa - Costa Diadema - Allure of the Seas - MSC Preziosa - Costa neoClassica - Msc Meraviglia - Costa Deliziosa - Costa neoRiviera - MSC Seaview

  13. #103
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,542
    Crociere effettuate
    20
    - Questa tomba è l'esempio di ciò di cui si diceva : il pericolo durante gli scavi di sbucare nel condotto di un' altra tomba....ed in effetti è così.
    Durante i lavori di scavo della KV 11, gli operai invasero la vicina KV 10 ed a un certo punto, si vede in mappa, differenziarono l' asse per evitare l'incrocio.





    La prima parte presenta una scala discendente, ai lati si aprono numerosi annessi, fino ad interrompersi là proprio dove venne intercettata la tomba vicina. In seguito, alla ripresa dei lavori, si decise di creare un piccolo disimpegno per consentire di spostare l'asse della tomba. Da questo punto si raggiunge una sala a pilastri con una camera laterale ( si vede molto bene dal video di Davide)...da qui, si procede in discesa con una serie di corridoi si arriva alla camera funeraria.


    Le decorazioni sono molto particolari...





    All'ingresso troneggia la figura di Ramses davanti al dio Horus- Ra, riconoscibile dal disco solare sopra al capo. Il capo del dio ha le sembianze del falco....personificazione del dio e se notate, in una delle sue mani ha la chiave della vita. Ogni qualvolta noterete un personaggio con in mano quella chiave, sarà una divinità.



    Il disimpegno è decorato con scene dell'apertura della bocca e degli occhi e capitoli tratti dal Libro dei Morti.


    In questa immagine il faraone è ritratto nell'atto di offrire incenso ad una dea.









    Il lungo corridoio d'ingresso, prima di giungere al disimpegno. Si noti il soffitto, un lungo nastro blu disseminato di stelle.



    Le insidie del lungo cammino nell'aldilà...il serpente Apofis, molto spesso ritratto come oscura figura del male




    La discesa del sarcofago nella tomba







    Il Faraone riconoscibile dalla corona del Basso e Alto Egitto, ritratto su uno dei pilastri della sala, mentre offre incenso.





    Il corridoio discendente alla camera funeraria.




    Il sarcofago in quarzite rossa si trova oggi al Louvre, mentre la mummia di Ramses III al museo del Cairo. Pochi oggetti vennero rinvenuti in questa tomba, segno di precedenti predazioni.
    È anche chiamata " la tomba degli arpisti " per due decorazioni in cui vennero ritratti arpisti nell'atto di suonare lo strumento.



    - Ma come si costruiva una tomba e come si eseguivano i decori?....


    - Quando il faraone saliva al trono riuniva il suo consiglio e sceglieva la sede per la sua dimora eterna. Gli artigiani lasciavano il villaggio e salivano la Valle.
    I tagliapietre entravano per primi rompendo il calcare con l'aiuto di utensili di pietra, lavorando con scalpelli in rame o bronzo che permettevano una lavorazione di grande finezza.

    Si formava una lunga catena di uomini che con l'aiuto di canestri rimuoveva i detriti. Tutti gli attrezzi erano di proprietà della confraternita di artigiani. Ogni giorno uno scriba annotava il numero delle ceste.
    Un ruolo fondamentale apparteneva a coloro che levigavano la superficie, perché avevano il compito di preparare lo svolgimento delle scene.

    La lisciatura richiedeva una mano molto abile. Dopo aver rivestito di argilla le pareti di pietra, si ricopriva con una mano di gesso. Il seguito i disegnatori tracciavano le prime linee in funzione di un sistema di proporzioni armoniche. Questa griglia in molte tombe lasciata a vista, permetteva di organizzare il complesso delle decorazioni. Qua e là il maestro migliorava una linea imperfetta.

    Allo scultore spettava il compito di incidere con lo scalpello i contorni, mentre il pittore doveva colorare le incisioni. Nella maggioranza dei casi il primo disegno è eseguito in rosso, mentre la correzione in nero. Strumento per il calcolo era la cordicella. Nella stessa tomba lavoravano più categorie di artigiani contemporaneamente e ciò implicava una rigorosa organizzazione.

    Si resta affascinati dalla varietà e dalla bellezza dei colori: gli ocra i gialli e i rossi, erano ottenuti dal solfuro naturale di arsenico e di ossido di ferro. I pigmenti neri e i bianchi dal carbone e dal gesso, ricavato dal calcare, quelli blu e rosa dal lapislazzuli o dall'azzurrite del Sinai. Questi pigmenti erano di qualità eccezionale e solo l'inquinamento è riuscito ad attenuarne la loro brillantezza, mentre il passare dei secoli li aveva lasciati quasi intatti.
















    Il viaggio continua.....
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."

  14. #104
    Utente livello Bronze
    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    214
    Città
    S. Quirico d'orcia (Siena)
    Crociere effettuate
    4
    Citazione Originariamente Scritto da capricorno Visualizza Messaggio
    - Questa tomba è l'esempio di ciò di cui si diceva : il pericolo durante gli scavi di sbucare nel condotto di un' altra tomba....ed in effetti è così.
    Durante i lavori di scavo della KV 11, gli operai invasero la vicina KV 10 ed a un certo punto, si vede in mappa, differenziarono l' asse per evitare l'incrocio.





    La prima parte presenta una scala discendente, ai lati si aprono numerosi annessi, fino ad interrompersi là proprio dove venne intercettata la tomba vicina. In seguito, alla ripresa dei lavori, si decise di creare un piccolo disimpegno per consentire di spostare l'asse della tomba. Da questo punto si raggiunge una sala a pilastri con una camera laterale ( si vede molto bene dal video di Davide)...da qui, si procede in discesa con una serie di corridoi si arriva alla camera funeraria.


    Le decorazioni sono molto particolari...





    All'ingresso troneggia la figura di Ramses davanti al dio Horus- Ra, riconoscibile dal disco solare sopra al capo. Il capo del dio ha le sembianze del falco....personificazione del dio e se notate, in una delle sue mani ha la chiave della vita. Ogni qualvolta noterete un personaggio con in mano quella chiave, sarà una divinità.



    Il disimpegno è decorato con scene dell'apertura della bocca e degli occhi e capitoli tratti dal Libro dei Morti.


    In questa immagine il faraone è ritratto nell'atto di offrire incenso ad una dea.









    Il lungo corridoio d'ingresso, prima di giungere al disimpegno. Si noti il soffitto, un lungo nastro blu disseminato di stelle.



    Le insidie del lungo cammino nell'aldilà...il serpente Apofis, molto spesso ritratto come oscura figura del male




    La discesa del sarcofago nella tomba







    Il Faraone riconoscibile dalla corona del Basso e Alto Egitto, ritratto su uno dei pilastri della sala, mentre offre incenso.





    Il corridoio discendente alla camera funeraria.




    Il sarcofago in quarzite rossa si trova oggi al Louvre, mentre la mummia di Ramses III al museo del Cairo. Pochi oggetti vennero rinvenuti in questa tomba, segno di precedenti predazioni.
    È anche chiamata " la tomba degli arpisti " per due decorazioni in cui vennero ritratti arpisti nell'atto di suonare lo strumento.



    - Ma come si costruiva una tomba e come si eseguivano i decori?....


    - Quando il faraone saliva al trono riuniva il suo consiglio e sceglieva la sede per la sua dimora eterna. Gli artigiani lasciavano il villaggio e salivano la Valle.
    I tagliapietre entravano per primi rompendo il calcare con l'aiuto di utensili di pietra, lavorando con scalpelli in rame o bronzo che permettevano una lavorazione di grande finezza.

    Si formava una lunga catena di uomini che con l'aiuto di canestri rimuoveva i detriti. Tutti gli attrezzi erano di proprietà della confraternita di artigiani. Ogni giorno uno scriba annotava il numero delle ceste.
    Un ruolo fondamentale apparteneva a coloro che levigavano la superficie, perché avevano il compito di preparare lo svolgimento delle scene.

    La lisciatura richiedeva una mano molto abile. Dopo aver rivestito di argilla le pareti di pietra, si ricopriva con una mano di gesso. Il seguito i disegnatori tracciavano le prime linee in funzione di un sistema di proporzioni armoniche. Questa griglia in molte tombe lasciata a vista, permetteva di organizzare il complesso delle decorazioni. Qua e là il maestro migliorava una linea imperfetta.

    Allo scultore spettava il compito di incidere con lo scalpello i contorni, mentre il pittore doveva colorare le incisioni. Nella maggioranza dei casi il primo disegno è eseguito in rosso, mentre la correzione in nero. Strumento per il calcolo era la cordicella. Nella stessa tomba lavoravano più categorie di artigiani contemporaneamente e ciò implicava una rigorosa organizzazione.

    Si resta affascinati dalla varietà e dalla bellezza dei colori: gli ocra i gialli e i rossi, erano ottenuti dal solfuro naturale di arsenico e di ossido di ferro. I pigmenti neri e i bianchi dal carbone e dal gesso, ricavato dal calcare, quelli blu e rosa dal lapislazzuli o dall'azzurrite del Sinai. Questi pigmenti erano di qualità eccezionale e solo l'inquinamento è riuscito ad attenuarne la loro brillantezza, mentre il passare dei secoli li aveva lasciati quasi intatti.
















    Il viaggio continua.....



    Che meraviglia questi colori, ancora vividi dopo tutti questi anni, 😍 gli Egizi un popolo straordinario davvero....
    Ma non e' per caso un po claustrofobico la sotto?

  15. #105
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    6,542
    Crociere effettuate
    20
    No, per me non lo è stato. Se ami l'Egitto, come lo amo io, è difficile uscirne perché è un mondo meraviglioso.
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i più belli, e li conduca nella realtà."


    • Pubblicità


        
       

Pagina 7 di 10 PrimaPrima ... 56789 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •