Pagina 84 di 87 PrimaPrima ... 34748283848586 ... UltimaUltima
Risultati da 1,246 a 1,260 di 1294

Discussione: Covid19 (Coronavirus): riflessi sulle crociere

  1. #1246
    Co-Fondatore L'avatar di essepi2
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    7,903
    Crociere effettuate
    70
    Citazione Originariamente Scritto da catema Visualizza Messaggio
    Da TTG odierno
    Il voucher della discordia: agenti di viaggi nella bufera
    Sono su due posizioni diametralmente opposte gli organizzatori di viaggi e gli hotel e i loro clienti. Il tema al centro del dibattito di questi giorni di emergenza la possibilit di rimborsare il pacchetto di viaggio o il soggiorno in hotel attraverso un voucher che potr essere utilizzato per pagare una successiva vacanza.
    Il sistema, introdotto dal decreto n. 9 del 2 marzo scorso all'Art.28, comma 9, viene enunciato in maniera in effetti un po’ sibillina: “Il rimborso pu essere effettuato anche mediante l’emissione di un voucher di pari importo da utilizzare entro un anno dall’emissione” si legge.
    E sul 'pu' si apre lo scontro.

    In mezzo ai due litiganti, le agenzie di viaggi, che si sentono proporre da hotel e organizzatori il sistema del voucher e hanno di fronte clienti che, invece, chiedono un rimborso pecuniario. A dare manforte a questi ultimi anche il Codacons e le altre associazioni dei consumatori, che si appellano all’Antitrust.

    In questo ruolo stretto fra l’incudine e il martello, l’agente di viaggi deve destreggiarsi con clienti magari storici, ai quali vuole riservare un trattamento che permetta di riprendere le relazioni in un momento pi favorevole e con fornitori che invece si puntellano sui diritti.

    Perch non si tratta di cavillare sui decreti e sulle leggi: se nel commercio il cliente ha sempre ragione, nelle agenzie di viaggi, che vendono servizi e forse persino sogni, questo ancora pi vero.
    Alla fine le agenzie sono un tramite, tra clienti e il fornitore servizi: anche per la transazione economica. e’ quest’ultimo che incassa tutto il denaro dedotta la commissione dell’agenzia, quindi il problema del rimborso e’ del fornitore, a mio avviso.
    Maurizio
    Co-fondatore di Crocieristi.it


    • Pubblicità


        
       

  2. #1247
    Co-Fondatore L'avatar di essepi2
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    7,903
    Crociere effettuate
    70
    Interessante intervista a Arnold Donald CEO di Carnival Corporation.
    Fonte Shipmag.
    Miami – “Non abbiamo bisogno di contanti, non quello che chiediamo. Ci basterebbe un prestito garantito. In ballo ci sono molti posti di lavoro: abbiamo 150.000 dipendenti in rappresentanza di 145 nazionalit: chiediamo supporto soprattutto per loro, per chi colpito direttamente da questa emergenza”. Nel momento di minore popolarit che il settore crocieristico abbia mai conosciuto, il numero uno del primo gruppo al mondo, Carnival Corporation, ha spiegato in un’intervista a un network tv americano i motivi per cui il settore andrebbe sostenuto e non boicottato.


    “Uno dei motivi per cui siamo interessati a tornare a navigare rapidamente – ha detto Arnold Donald – perch lavoriamo con tantissimi titolari di piccole imprese in tutto il mondo, compresi gli Stati Uniti”. “ davvero importante tornare all’attivit per quelle decine di migliaia di persone che dipendono dal nostro settore: agenti di viaggio, proprietari di piccoli negozi, tassisti. Per chiunque, insomma, abbia l’opportunit di guadagnarsi da vivere grazie alle crociere”.

    L’intervistatore ha chiesto Donald se, alla luce degli eventi, non sarebbe stato meglio fermare prima il settore delle crociere. “Il caso della Diamond Princess – ha risposto il top manager – avvenuto molto prima del dilagarsi della crisi Covid-19. Quando esplosa l’epidemia a bordo, nessuno aveva ancora chiara la situazione. Con il senno di poi, tutti avrebbero potuto fare qualcosa in pi. Ma stata una situazione in continua evoluzione”, ha affermato Donald.

    Donald ha aggiunto che il gruppo Carnival pronto per una pausa che potrebbe durare per il resto dell’anno, ma convinto che “l’industria torner pi forte di prima”. “Speriamo che questa cosa non duri per sempre”, ha detto Donald, “ma noi dobbiamo pianificare come se durasse tutto l’anno. Penso che le crociere alla fine saranno persino migliori di come erano prima. La gente ama andare in crociera. Anche fino al giorno in cui ci siamo fermati, la gente chiedeva di andare in crociera”.
    Maurizio
    Co-fondatore di Crocieristi.it

  3. #1248
    Nuovo utente
    Data Registrazione
    Mar 2020
    Messaggi
    1
    Citt
    napoli
    Citazione Originariamente Scritto da catema Visualizza Messaggio
    Da TTG odierno
    Il voucher della discordia: agenti di viaggi nella bufera
    Sono su due posizioni diametralmente opposte gli organizzatori di viaggi e gli hotel e i loro clienti. Il tema al centro del dibattito di questi giorni di emergenza la possibilit di rimborsare il pacchetto di viaggio o il soggiorno in hotel attraverso un voucher che potr essere utilizzato per pagare una successiva vacanza.
    Il sistema, introdotto dal decreto n. 9 del 2 marzo scorso all'Art.28, comma 9, viene enunciato in maniera in effetti un po’ sibillina: “Il rimborso pu essere effettuato anche mediante l’emissione di un voucher di pari importo da utilizzare entro un anno dall’emissione” si legge.
    E sul 'pu' si apre lo scontro.

    In mezzo ai due litiganti, le agenzie di viaggi, che si sentono proporre da hotel e organizzatori il sistema del voucher e hanno di fronte clienti che, invece, chiedono un rimborso pecuniario. A dare manforte a questi ultimi anche il Codacons e le altre associazioni dei consumatori, che si appellano all’Antitrust.

    In questo ruolo stretto fra l’incudine e il martello, l’agente di viaggi deve destreggiarsi con clienti magari storici, ai quali vuole riservare un trattamento che permetta di riprendere le relazioni in un momento pi favorevole e con fornitori che invece si puntellano sui diritti.

    Perch non si tratta di cavillare sui decreti e sulle leggi: se nel commercio il cliente ha sempre ragione, nelle agenzie di viaggi, che vendono servizi e forse persino sogni, questo ancora pi vero.
    Come ho risposto in altro post sperando di far cosa gradita, non c' alcuno scontro, o almeno lo scontro appare all'utente normale, ma nella realt giuridica i fatti sono chiari: se stato l'operatore a sospendere le partenze delle crociere senza che il consumatore si sia avvalso di tale facolt il rimborso dovuto e non vi alcuna posibilit di scelta per l'organizzatore che non pu rifiutarsi o ritenere di dover rimborsare solo il voucher.
    Solo laddove la richiesta di mancata partenza giustificata da covid-19 fatta dal consumatore, l'organizzatore pu invece a sua scelta decidere se concedere voucher o rimborso.

    Poi mi sembra chiaro l'intento delle societ: hanno incassato molti soldi, e la situazione incerta ed hanno bisogno di liquidit, quindi preferiscono emettere voucher ad ogni costo anche sapendo di andare incontro a controversie legali, tanto coloro che procederanno a far valere i loro diritti saranno infinitamente meno di quelli che si rassegneranno e accetteranno il voucher posticipando semplicemente la propria crociera.
    E' il gioco delle parti insomma, ma ritengo il consumatore non debba essere penalizzato.

  4. #1249
    Utente livello Bronze L'avatar di EngyEngy
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    236
    Crociere effettuate
    4
    Carnival proroga lo stop

    Inviato dal mio SM-A920F utilizzando Tapatalk

  5. #1250
    Utente livello Bronze L'avatar di catema
    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    303
    Citt
    Cumiana
    Crociere effettuate
    6
    Citazione Originariamente Scritto da raga17777 Visualizza Messaggio
    Come ho risposto in altro post sperando di far cosa gradita, non c' alcuno scontro, o almeno lo scontro appare all'utente normale, ma nella realt giuridica i fatti sono chiari: se stato l'operatore a sospendere le partenze delle crociere senza che il consumatore si sia avvalso di tale facolt il rimborso dovuto e non vi alcuna posibilit di scelta per l'organizzatore che non pu rifiutarsi o ritenere di dover rimborsare solo il voucher.
    Solo laddove la richiesta di mancata partenza giustificata da covid-19 fatta dal consumatore, l'organizzatore pu invece a sua scelta decidere se concedere voucher o rimborso.

    Poi mi sembra chiaro l'intento delle societ: hanno incassato molti soldi, e la situazione incerta ed hanno bisogno di liquidit, quindi preferiscono emettere voucher ad ogni costo anche sapendo di andare incontro a controversie legali, tanto coloro che procederanno a far valere i loro diritti saranno infinitamente meno di quelli che si rassegneranno e accetteranno il voucher posticipando semplicemente la propria crociera.
    E' il gioco delle parti insomma, ma ritengo il consumatore non debba essere penalizzato.
    L'articolo affronta solo in parte il problema legato alla legittimit dei rimborsi tramite voucher, ma mette in luce le problematiche che le Agenzie di Viaggio vivono quotidianamente, essendo l'anello di congiunzione tra T.O. e Cliente.
    Considerato che siamo ancora in piena emergenza, che pi Associazion di Consumatori e Studi Legali intentano cause, tra qualche mese forse, l'argomento voucher potr essere affrontato con pi chiarezza, nella speranza che nessuno dichiari bancarotta.

  6. #1251
    Utente livello Gold L'avatar di Mate
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    1,606
    Citt
    Monfalcone
    Crociere effettuate
    54
    Con te partir...

    https://www.facebook.com/matteo.martinuzzi.3

  7. #1252
    Utente livello Junior
    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    33
    Considerando che ogni Stato possa riaprirsi al mondo in tempi diversi (anche di settimane) ipotizzabile una ripartenza con Crociere nazionali (ad esempio solo scali in Italia) con passeggeri esclusivamente della medesima nazione?

    Questo partendo dall'ipotesi che tutto l'equipaggio si possa considerare sano a seguito di quarantena.

    Irrealizzabile? Economicamente non sostenibile per le Compagnie?

  8. #1253
    Utente livello Bronze L'avatar di pitt76
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    410
    Citt
    Roma
    Crociere effettuate
    7
    Citazione Originariamente Scritto da Marcello41037 Visualizza Messaggio
    Considerando che ogni Stato possa riaprirsi al mondo in tempi diversi (anche di settimane) ipotizzabile una ripartenza con Crociere nazionali (ad esempio solo scali in Italia) con passeggeri esclusivamente della medesima nazione?

    Questo partendo dall'ipotesi che tutto l'equipaggio si possa considerare sano a seguito di quarantena.

    Irrealizzabile? Economicamente non sostenibile per le Compagnie?
    Impossibile.
    Anche ipotizzando (per assurdo) una clientela esclusivamente italiana, oppure con una certificazione di sana e robusta costituzione, sarebbe da fare una crociera in clausura senza scali.... senn come si farebbe a gestire il contagio di rientro?

    insomma impossibile.
    Giramondo, perch viaggiare vitale.
    Quando voglio una vacanza anche dai viaggi mi concedo una crociera. Chi fa solo crociere, non sa cosa significhi viaggiare
    .

  9. #1254
    Utente livello Bronze L'avatar di catema
    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    303
    Citt
    Cumiana
    Crociere effettuate
    6
    Carnival vara un piano da 6 miliardi per fronteggiare lemergenza

    Sale a 6 miliardi di dollari il piano di salvataggio pensato da Carnival Group per fronteggiare lemergenza da coronavirus. Secondo quanto riporta il Financial Times, dopo che in un primo momento il Gruppo aveva stabilito di volere procedere a un piano di finanziamento del valore di 3 miliardi di dollari, la nuova decisione presa dal board stata quella di aumentare a 4 miliardi di dollari limporto dei bond di durata triennale di prossima emissione.

    Tutte le obbligazioni, continua il quotidiano economico-finanziario, saranno garantite da navi e altri asset per un valore complessivo di oltre 28 miliari di dollari. Ma non tutto, perch con questa decisione Carnival si trover a dover corrispondere ogni anno qualcosa come 450 milioni di dollari solo in interessi, dal momento che le obbligazioni saranno collocate sul mercato a un tasso di interesse addirittura dell11,5%.

    Per fare fronte al calo della domanda e assicurare la stabilit finanziaria (pi volte, nelle scorse settimane i vertici del Gruppo avevano dichiarato che, senza cambiamenti, la holding sarebbe andata incontro al fallimento nel giro dei prossimi otto mesi), Carnival Group ha anche deciso un ulteriore piano di bond convertibili del valore di 1,75 miliardi di dollari, oltre allemissione di azioni per complessivi 1,25 miliardi di dollari.

  10. #1255
    Utente livello Junior
    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    33
    Citazione Originariamente Scritto da pitt76 Visualizza Messaggio
    Impossibile.
    Anche ipotizzando (per assurdo) una clientela esclusivamente italiana, oppure con una certificazione di sana e robusta costituzione, sarebbe da fare una crociera in clausura senza scali.... senn come si farebbe a gestire il contagio di rientro?

    insomma impossibile.
    Non sono riuscito a far passare il senso delle mia domanda: ipotizzando che l'Italia esca prima dala bufera rispetto al altre nazioni, quindi con bar, ristoranti, cinema e negozi gi riaperti, avendo pertanto la ragionevole certezza che non ci siano contagiati (e prima o poi questo giorno verr, altrimenti vorrebbe dire 'clausura' a vita), credete ci siano abbastanza clienti per giustificare crociere con una, due, tre, n navi in Italia oppure no?

  11. #1256
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    38,093
    Citt
    Venezia
    Sar lenta anche la ripresa di fiducia da parte dei crocieristi, per me scontato, dovunque nel mondo.
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  12. #1257
    Utente livello Silver L'avatar di Onda del mare
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    548
    Citt
    Monfalcone
    Crociere effettuate
    23
    Secondo me sarebbero soldi buttati,chi di voi farebbe una crociera,magari in novembre,con scali esclusivamente italiani?Equipaggi solo italiani?Non sarebbe possibile...Troviamo il vacino,aspettiamo che nel mondo la pandemia regredisca e nelle aree dove ancora dovesse permanere la possibilita di contagio ci andremo dopo.essere stati vacinati come si fa gia per la malaria,febbre gialla ecc.

    Inviato dal mio SM-A405FN utilizzando Tapatalk

  13. #1258
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    38,093
    Citt
    Venezia
    Equipaggio solo italiano? A che costi di esercizio? Proprio impossibile.
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  14. #1259
    Utente livello Silver L'avatar di seggiola
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    779
    Citt
    Legnano
    Crociere effettuate
    10
    Citazione Originariamente Scritto da Marcello41037 Visualizza Messaggio
    Non sono riuscito a far passare il senso delle mia domanda: ipotizzando che l'Italia esca prima dala bufera rispetto al altre nazioni, quindi con bar, ristoranti, cinema e negozi gi riaperti, avendo pertanto la ragionevole certezza che non ci siano contagiati (e prima o poi questo giorno verr, altrimenti vorrebbe dire 'clausura' a vita), credete ci siano abbastanza clienti per giustificare crociere con una, due, tre, n navi in Italia oppure no?
    Mi ero posta la stessa domanda qualche giorno fa, non avevo per pensato al "problema" equipaggi, che se anche noi Italia ne potremmo essere fuori completamente prima di altri paesi, praticamente impossibile avere un equipaggio al 100% italiano o che non si sia mosso dall'Italia...

  15. #1260
    Utente livello Gold L'avatar di Blueyes
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    2,376
    Citt
    Chioggia (VE)
    Crociere effettuate
    10
    Mi pongo un altro motivo, forse meno pratico:

    Un equipaggio tutto italiano sarebbe bellissimo dal punto di vista del patriottismo (io lo sono!),ma triste perch mancherebbe quell'aria di multietnicit tanto bella nelle navi da crociera, che in fondo anch'essa una delle cose che ci spronano a frequentarle girando per il mondo:
    In quale posto con cos tale facilit in 10 minuti puoi interagire (capendoti pure!) con un membro dell'equipaggio pakistano, un venezuelano, una russa e un sudafricano, mentre stai guardando le coste norvegesi?

    Capisco la esigenza, certamente NON dettata da un qualsivoglia tipo di razzismo ma da pura praticit, ma proprio per questo il mondo deve restare unito nel bene e nel male; se ne veniamo fuori noi devono venirne fuori tutti,
    Poi ricominceremo a viaggiare.
    ...errare umano, ma per fare veramente casino serve la password di root!
    -----
    IO alla Crociera del Decennale c'ero. E tu, dove eri????
    -----
    "CROCIERISTI.IT", per fare di una crociera la TUA crociera!

    Se riesci a leggere questo non hai bisogno di occhiali


    • Pubblicità


        
       

Pagina 84 di 87 PrimaPrima ... 34748283848586 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •