• Benvenuto\a sul forum di Crocieristi.it, la più grande community italiana sulle crociere.

    Prendi confidenza con il forum leggendo le discussioni presenti, o ricerca l'argomento che più ti interessa attraverso l'apposito form. Per partecipare al forum è necessario registrarsi, ovviamente la registrazione è gratuita e non obbligatoria, non registrarti se per te non è davvero utile. Per eseguire eventuali cancellazioni il tempo previsto è di una settimana.

    Ricorda che il regolamento vieta l'uso di due o più nickname differenti relativi alla stessa persona. Se nel frattempo hai cambiato l'indirizzo e-mail di registrazione contattaci attraverso questo form e specifica il tuo problema assieme alla tua username, la tua vecchia e-mail ed il tuo nuovo indirizzo.

    Hai dimenticato la password? clicca qui

    Per qualsiasi problema TECNICO puoi contattare lo Staff attraverso questo form spiegando DETTAGLIATAMENTE il tuo problema
  • Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio ed i cookie stessi.
  • Ospite, seguici anche sui social!
    Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su YouTube

  • Ti andrebbe di condividere sui social, assieme a noi, le tue fotografie ed i tuoi video? Clicca qui!

  • Ciao Ospite e benvenuto su Crocieristi.it, siamo davvero felici di averti a bordo!

    ti invitiamo a leggere il regolamento per una migliore convivenza con gli altri utenti (clicca qui) mentre qui trovi qualche dritta sull'utilizzo del forum

    e poi... che ne dici di presentarti? Clicca qui per accedere alla sezione "il mio primo messaggio" ed apri un nuovo argomento!

Celebrity Reflection 04-15/08/14 “Quando l’ammiraglia fa la differenza

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Snowman

New member
Ed anche per quest’anno una bellissima crociera se n’è andata con tutti i suoi ricordi le sue immagini e le sue emozioni…
Dopo una straordinaria esperienza negli incredibili paesaggi di Islanda e Fiordi con Eclipse dello scorso anno, ho deciso di ritornare con Celebrity ,scegliendo un percorso più caldo e diciamo anche più gettonato nel nostro mercato.
Molti diari sono già stati scritti su questa stupenda nave e su questo itinerario, e c’è anche stata la diretta di Loredana, mi chiedevo quindi cosa potesse portare in più la stesura di un mio diario su questa esperienza. Rimuginando nel periodo di decompressione post crociera, tra una valigia disfata ed una lavatrice caricata, ho pensato di rivolgere l’attenzione verso il confronto tra le 2 navi, entrambe di classe Solstice, che mi hanno ospitato, per capire se il prodotto risulta uniforme o presenta scarti notevoli e di scorrere poi velocemente lungo le mie felici giornate a bordo..
Come avrete capito dal titolo, alla fine dei conti l’ammiraglia ha fatto la differenza da vari punti di vista che ora andrò ad analizzare..
04/08: Civitavecchia
Sono arrivato a Civitavecchia il giorno prima per prendere il tutto più con calma. Una comoda e semivuota frecciabianca, mi ha portato da Termini a Civitavecchia in 40 minuti scarsi. Colgo l’occasione per esprimere tutto il mio disgusto per la stazione di Civitavecchia che con un traffico passeggeri di tale portata, che non si è sviluppato ieri, si presenta ancora a livello della più remota stazione di paese, dove non c’è nemmeno un misero ascensore o scala mobile per permettere ai crocieristi che arrivano con i loro bagagli, un facile trasferimento all’interno della struttura stessa. La sala di accoglienza e la biglietteria meritano solo osservazioni negative per le dimensioni anguste e le difficoltà per fare un biglietto.. Una gran bella presentazione dell’Italia per chi arriva dal resto del mondo… Ho visto scene surreali di gente che cadeva con il bagaglio in scale di sottopassaggio larghe un metro… Ho poi alloggiato in un piccolo ma grazioso hotel nelle vicinanze del centro cittadino ma anche del terminal crocieristico, dove mi sono recato e con un comodo bus ho raggiunto Reflection, che si trovava ormeggiata a fianco della bella P&O Ventura.





L’accoglienza è ancora nella tensostruttura che mi ha accolto nel 2011 per Noordam. Ci sono lavori in corso nel porto, ed ho visto il plastico dei nuovi progetti.. Spero che possano dare una svolta d’immagine e funzionalità in tempi brevi..
All’ingresso il ritiro bagagli è immediato, e viene fornito un ticket per la coda senza particolari priorità, comunicando che poi che all’interno verranno effettuati gli smistamenti per livello. Ricevo il numero 64 e mi avvio verso l’interno. Il numero di banchi aperti è veramente notevole anche se , per essere alle 11, c’è già un gran numero di persone. Arrivo dall’addetta allo smistamento, che visti i miei documenti di viaggio, mi cambia il numero con il 4 e mi avvia immediatamente al check in della mia cabina Concierge. Dopo la foto per la seapass, è un attimo e sono già a bordo. L’ingresso è nel grand Atrium, dove tutto dopo Eclipse mi è molto familiare, e mi dà una strana e gradevole sensazione di continuità , come se non avessi mai terminato la crociera precedente.
















Trovo subito il personale che mi accoglie con asciugamano ghiacciato e Champagne o fruit punch molto graditi.
Dopo essermi rinfrescato vedo il banchetto dei pacchetti bevande. Anche quest’anno ho ricevuto in omaggio con la crociera il pacchetto classic, apprezzatissimo lo scorso anno. Memore dell’esperienza dell’anno scorso quando la sede italiana di Royal non aveva trasmesso i dati alla nave, ho già verificato che sulla mia card è presente la dicitura “CALL” che significa pacchetto bevande classic all inclusive. Questo ha però delle limitazioni che quest’anno volevo togliere.. Niente soft drink sopra 6$, niente alcolici sopra i 9$, niente acqua minerale. Se si vuole prendere qualcosa che sfora questi livelli và pagato per intero.. Quindi per prendere un buonissimo cocktail del Martini Bar o del Molecular Bar che costano 13$ pago l’intera cifra e non solo la differenza, oltre al servizio del 15%. Pagando la differenza di 100 Euro all’entrata in nave, è possibile passare al pacchetto premium (dicitura PALL) che permette di avere praticamente tutto escluse le bottiglie di vino intere.Faccio immediatamente l’upgrade del quale sarò soddisfattissimo.. Lo riprendo praticamente solo con le 2 bottiglie di San Pellegrino al giorno… Ed il Martini ed il Molecular sono diventati 2 insostituibili punti fissi della crociera..
E’ ancora presto per avere la cabina, quindi è d’obbligo un giro esplorativo della nave, che faccio praticamente a memoria ricordando Eclipse. Salgo subito al ponte lido e qui noto le differenze tra le 2 navi.

Reflection ha un ponte ulteriore, e porta un paio di centinaia di passeggeri in piu che però, nonostante la completa occupazione della nave per questa crociera, non daranno mai sensazione di affollamento o caos. Questa variante costruttiva ha portato una cosa a me sgradita.. Una piccolezza ma si nota.. Prima dal solarium, il mio luogo della nave preferito, si accedeva direttamente alla spa. Ora questa si trova un piano più sotto e tocca fare le scale.. In compenso, data la nuova collocazione, è molto più grande di quella delle sorelle, ed anche il mio adorato Persian Garden è raddoppiato.



Ora il solarium, confina con la sky lounge il salone panoramico di prua, un altro dei miei luoghi del cuore su Eclipse, che risulta però dimezzato in superfice, visto che nell’altra metà di ponte, sono state ricavate le super suite, tra le quali la famosa Reflection Suite, con la doccia a sbalzo sul ponte..
Sul ponte lido è sparita la fontana luminosa che su Eclipse si trovava tra la piscina ed il palco per l’orchestra.
Salendo verso la poppa altre novità: 2 ulteriori ristoranti a pagamento. Il “The Porch” sul fianco della nave che offre sostanzialmente panini speciali ed insalatone per un costo extra di 5$ , ed il “Lawn club”, ristorante specializzato in grigliate e pizza, che si trova dove su Eclipse c’è lo show del vetro soffiato, cioè sul retro del primo fumaiolo, e che viene offerto con un supplemento di 40$. La presenza di questo ristorante comporta purtroppo la sparizione delle stupende serate bbq al buffet Oceanview che tanto mi avevano soddisfatto l’anno scorso su Eclipse.. Pazienza.. Il buffet sarà sempre e comunque ricchissimo ed alle volte perfino migliore del ristorante principale OPUS.
Il bellissimo prato soffre un po’ il clima caldo di questi itinerari e, a differenza di quello di Eclipse, si presenta un po’ meno verde e folto, ma è sempre e comunque un posto stupendo dove rilassarsi dormendo su un amaca, giocare a bocce, o gustare un drink preso nello spettacolare Sunset bar.


Su Reflection però la superficie si è un po’ ridotta per ospitare le famose “Cabanas”, questi spazi attrezzati con tenda, poltrone, tavolo , telefono ed altre amenità dove trascorrere il proprio tempo.. Costano la bellezza di 100$ al giorno e con mio immenso stupore, visto che non avrei nemmeno volendo trovato il tempo per starci, erano spesso full booked.. Celebrity quindi l’ha vista giusta…
Dopo questa prima esplorazione arriva un po’ di fame, ed è quindi ora di un bel giro al buffet oceanview, che si presenta sostanzialmente identico a quello dell’Eclipse, con ottima disposizione delle isole, colori rilassanti e piacevoli, spazi di “manovra” che non lo fanno mai sentire troppo trafficato.
La varietà di cibo offerta per pranzo è ampia, e spazia dalla pasta alla pizza, passando per il messicano, la cucina orientale, la carne, gli hamburger, il fritto, gli arrosti, ottima frutta e dolci, oltre al banco del gelato.
Ai distributori, come su Eclipse, sono sempre disponibili gratis acqua, limonata, te freddo senza zucchero, e succhi di frutta, oltre a bevande calde come tea, latte e caffè americano.
Rispetto ad Eclipse, si nota fin da subito la rapidità con la quale vengono sgombrati e ripuliti i tavoli vuoti, e quindi la disponibilità continua di tavoli liberi. Inoltre, gli stessi camerieri addetti ai tavoli, raccolgono a richiesta gli ordini per le bevande a pagamento, senza la necessità di dover inseguire i soli addetti al bar , che si riconoscono per la diversa divisa, cosa che l’anno scorso su Eclipse non succedeva causando lungaggini nel servizio.
Il master chef della nave è spagnolo, e la paella che si trova all’Oceanview è una delle migliori mai assaggiate, strepitose sia come cottura che come ingredienti.. Nella mia prima porzione ho trovato perfino una coda di aragosta.. Tutte le volte che ci sarà nel menù, un’abbondante porzione non me la farò mai mancare.
Sono quasi le 13.30 e l’altoparlante annuncia che le cabine sono disponibili. Mi reco quindi al ponte 10 per vedere la mia concierge.
Quest’anno ho scelto questa tipologia di cabina perché mi è stata offerta sostanzialmente allo stesso prezzo della veranda normale che avevo l’anno scorso. Data l’esperienza precedente ho scelto una cabina sul lato sinistro verso poppa, perchè l’anno scorso ho sentito parecchio il mare nella cabina quasi a prua.
La situazione da questo punto di vista è notevolmente migliorata grazie alla nuova posizione, però posso confermare che sulle navi di classe Solstice il mare grosso è ben avvertibile in varie condizioni, forse per le proporzioni costruttive di questa classe di navi.
La cabina si presenta identica a quella dell’anno precedente. E’ spaziosa e ben allestita come poche altre navi .
Le differenze sono nella fornitura del bagno che ha più prodotti a disposizione, tra i quali il famoso bagnoschiuma non più fornito nelle classi inferiori che tanto mi aveva perplesso l’anno scorso, una biancheria di qualità più elevata, l’accoglienza con bottiglia di champagne nel cestello, frutta fresca e tartine che verranno rinnovate tutti i giorni, un servizio complementare di pulizia scarpe.





Le valige non sono ancora arrivate e mi concedo quindi un po’ di relax sul balcone, che continuo a considerare tanto bello quanto sprecato, visto che durante la crociera alla fine l’avrò visto giusto un paio di volte… Dopo il giusto riposo arriva l’ora del drill, che per me si trova nella lounge molto british Michael’s Club ponte 5. Si fa sempre senza giubbetti. Vengono azionati tutti gli allarmi di evacuazione, e viene mostrato il video dimostrativo sui pannelli a parete.
Terminato il tutto in una mezz’ora, torno in cabina e trovo le valige. Giusto il tempo di sistemare i vestiti e sono già nel mio adorato solarium. Quest’anno non ho fatto l’abbonamento per il Persian, perché ci sono meno giorni di navigazione, e dopo le escursioni il tempo libero è ben poco visto che ho in programma visite impegnative.
Approfitterò giusto di un paio di ingressi giornalieri a 29.50 $
Mi adagio sul lettino e Reflection molla gli ormeggi e si allontana verso il mare aperto.. Veramente silenziosissima!!


Un po’ di relax e poi il rientro in cabina per la preparazione serale.
La prima serata, per presentare al meglio i ristoranti speciali, vengono tutti offerti ( a dire il vero in maniera non molto trasparente ,visto che si tende a proporre il pacchetto da 4 cene…) con lo sconto del 50% sul prezzo.. di listino.. Io ovviamente non mi sono fatto sfuggire la cosa ed ho prenotato al Murano, il ristorante superelegante dove vengono servite delizie francesi. E’ stata una cena esaltante con un servizio sublime. Il pacchetto bevande premium, mi ha permesso di abbinare un bicchiere di vino di alto livello ad ogni portata, ed il risultato è stato da applausi. Questo ed il Qsine, sono 2 motivi fondamentali per i quali scegliere Celebrity..








Soddisfattissimo esco dalla cena verso il teatro e mi fermo all’incredibile molecular bar al ponte 5 e ne approfitto per il primo di una lunga serie di cocktail veramente speciali che mi accompagneranno a teatro.
Questa sera, presentazione dell’equipaggio e minimusical.
E’ l’occasione per conoscere oltre al Comandante, persona squisita e cordialissima che incontrerò personalmente nei 2 cocktail del Captain’s Club e nell’appuntamento “il Comandante ed i suoi ufficiali vi offrono il caffè” il Capitano Apostolos Bouzakis di Atene, il nostro poliedrico e simpaticissimo direttore di crociera Alexsander Yepremian di New York, che grazie al suo team ed alla sua allegria ha allietato alla grande le serate di questa crociera.


Con le sue continue gag , in apertura e chiusura degli spettacoli e con l’ampia scelta di proposte offerte ogni sera per divertirsi, dai musical agli spettacoli acrobatici, dalle serate disco, alle incursioni a sorpresa dei ballerini mascherati da spaziali, ha surclassato l’animazione molto soft e british di Eclipse e della direttrice di crociera Sue che l’anno scorso mi aveva lasciato un po’ di amaro in bocca.. Al termine la stanchezza si fa sentire e la cabina chiama… mi lancio quindi sul comodissimo letto e concludo la prima giornata della “Gourgeous Celebrity Reflectionnnn!!”

05/08 Navigazione: Oggi tanto relax o varie attività a bordo tra i quali corsi, seminari, bingo e chi più ne ha più ne metta.. Ne approfitto per visitare il guest relation ed avere qualche info in più su questa crociera.
Ci sono molte nazionalità a bordo e la nave è completissima. Gli italiani sono 380 e per loro vengono forniti:
-Una addetta guest Italiana (Giovanna di Avellino) , più vari parlanti italiano
-Today in italiano
-Mini giornale in Italiano
-Annunci di bordo in Italiano
-Menù dei ristoranti a richiesta in Italiano.
-Canale TV di bordo informativo anche in Italiano
-Eventuali escursioni in italiano se c’è numero minimo di partecipanti. (non ho mai verificato..)
Tra gli altri italiani del personale di bordo il simpatico e cordialissimo Luca, sotto responsabile food and beverage Opus & Oceanview, ed il dottore della SPA che pratica agopuntura.
Come l’anno scorso su Eclipse, dopo la colazione approfitto della visita gratuita a cucine e ristoranti speciali, che per gli Italiani è condotta dal sous chef di Bergamo (l’anno scorso solo inglese). Ci spiega che il menù viene aggiornato una volta all’anno a Miami e poi vengono convocati i Master chef per illustrarlo.
Al termine i vari cuochi hanno preparato i vari piatti e sono stati offerti in degustazione agli ospiti.



















Giusto il tempo per un po’ di relax in piscina e di uno spuntino all’Oceanview, che è ora del meeting tecnico sul funzionamento della nave.. Devo dire che questa riunione è stata veramente snobbata .. 6 presenti…
Ma il gentilissimo Ingegnere di macchina greco non si è perso d’animo ed ha spiegato tutto per filo e per segno, amplificando tra l’altro le varie differenze tra Reflection e le sue sorelle..





Data l’ampia disponibilità ne ho approfittato per chiedere sul fermo nave occorso a Civitavecchia poche settimane prima, facendo peraltro “cadere dal pero” gli altri ospiti presenti.. L’ingegnere è stato gentilissimo e mi ha spiegato il tutto. In rientro a Civitavecchia da Napoli, uno degli Azipod è andato in errore e si è fermato, ed hanno dovuto ridurre la velocità. Dato che la nave è ancora in garanzia fino a dicembre 2014 non possono metterci le mani, ed hanno immediatamente contattato ABB che ha attivato il piano di emergenza, spedendo i suoi tecnici nel tempo minimo possibile. Questi hanno verificato e resettato il Pod, che al termine della diagnosi aveva semplicemente presentato un falso guasto . Il tutto è durato circa 8 ore, che è il tempo minimo per una cosa del genere.. Ringrazio per l’ottima spiegazione e vado a godermi un po’ di relax al solarium.
Stasera prima Cena all’Opus. E’ anche serata di gala. Studio l’orario di punta per l’anytime dining. Il massimo afflusso è dalle 20.30 in poi. Entro quindi verso le 19.50 ed il servizio è rapido e preciso, con presentazione e spiegazione da parte di cameriere , sommelier, e maitre. Ottima cena in tempo rapidissimo. In giro per la nave varie postazioni per foto ricordo con sfondo ma mai troppe pressioni per farle. Esco in direzione Molecular

e poi dritto al teatro per un ottimo musical. All’uscita un giro per i bei negozi del deck 5 ed un po’ di intrattenimento musicale nell’atrium fino a mezzanotte quando decido di ritirarmi.
06/08: Santorini.
Oggi bisogna fare la fila per i ticket delle navette che ci sbarcano a Santorini. L’inizio distribuzione è alle 9.30 con attracco alle 11.. In realtà alle 8.50 la fila è già lunga.. Ricevo comunque il numero 4 e sono tra i primi a sbarcare. Alla fonda con noi oggi ci sono Fantasia e soprattutto la mia amata Splendour che trovo in gran forma dopo i 13 anni che mi separano dalla prima crociera.. La coda alla cabinovia pulsee è lunga ed il sole è battente… Porta 1000 persone ora.. Capirai.. Mi domando come mai non la sostituiscano con una moderna agganciamento automatico che smaltirebbe il traffico in un terzo del tempo.. e metterebbe a riposo quei poveri somarelli che in nave ci hanno raccomandato in tutte le lingue di non prendere..
http://s1273.photobucket.com/user/mmezzac/media/Crociera 2014/20140806_124303_zps36b960ae.jpg.html































Opto quindi per la barca per Oia che è la città dalla quale arrivano le tanto famose immagini di Santorini con le sue cupole blu, di proseguire poi per Thira con il bus e di ridiscendere a piedi evitando la trafficatissima cabinovia. La discesa lungo il percorso degli asini è stata una comica, visto che oramai erano tutti fermi e legati alle stazioni di partenza ed arrivo, ingombrando il passaggio con la loro presenza … ed anche con altro.. ;) Un sacco di persone non sapevano come passare questo muro e c’erano scene surreali sulle varie modalità usate per convincerli a spostarsi.. Comunque tutto il giro ha funzionato alla perfezione e la visita all’isola con il suo fascino unico è indimenticabile. Rientro in nave giusto in tempo per godermi la cena e la partenza dal Sunset bar a poppa, con tutto Thira che si illumina..









07/08: Navigazione
Altro giorno per dedicarsi al relax o alle varie attività di intrattenimento della nave. Io collaudo il giornaliero per il Persian garden, e passo la giornata in completo relax.
08/08: Istanbul
E’ uno spettacolo che solo una crociera può offrire, lo svegliarsi, scostare la tenda e vedere li dinnanzi a te il profilo inconfondibile di questa straordinaria città.




Anche qui data l’esperienza di 10 anni fa, escursione fai da te. Prevedo per il primo giorno Santa Sofia, moschea blu , Topkapi full, Cisterna, passeggiata in centro.

Foto di ordinanza alla nave ormeggiata e si esce dal porto,dove sono presenti i Taxi ed una tabella dei prezzi fissi.. In realtà i taxisti quei prezzi non vogliono proprio applicarli e fanno di tutto o per prolungare il giro o per aumentarti il prezzo..
Mi organizzo con altri ragazzi ed il taxi andata e ritorno ci viene 10 euro a persona.
In alternativa c’è a disposizione il comodo tram che per 1,40 euro porta dal porto fino a Santa Sofia che è praticamente il punto di partenza per tutto.
Vorrei con l’occasione segnalare un bellissimo servizio offerto dalla città. Durante l’estate gli studenti forniscono un servizio di informazione ai turisti ed indossano una simpatica maglietta blu con scritto “ask me!” Lo fanno 7 giorni su 7 dalle 9 alle 18 per tre mesi. Ce ne sono molti e sono gentilissimi, pronti a darvi tutte le informazioni utili per girare al meglio la loro città in inglese.. Loro non prendono nulla per tutto questo. E’ tutta esperienza che fanno per esercitare la lingua ed imparare a relazionarsi per poter poi trasferire questa loro esperienza nell’eta adulta per aprirsi una strada in ambito lavorativo. Dato che non ricordavo esattamente l’ingresso per il Topkapi, ho chiesto ad uno di loro, e lui gentilissimo non solo mi ha risposto ma mi ha accompagnato di persona, illustrandomi anche quello che vedevo per strada. Arrivati ho cercato di offrirgli una mancia ma si è schernito dicendomi che era stato un piacere e di godermi la visita!











































Dopo un’intensa visita di tutto quanto previsto ed anche un bel temporale ,una rinfrescatina in nave prima della serata a Taksim con visita alla torre e ponte di Galata e ritorno in nave lungo la riva . Alla fine la stanchezza è molta però la soddisfazione per le tante cose viste non ha prezzo ed Istanbul di notte è magica.











09/08: Istanbul
Avanza una mezza giornata prima della partenza che dedico alla Moschea di Sulimano (bella almeno quanto la blu e praticamente deserta..) ed al gran bazar che non è più quello che ricordavo di 10 anni fa dove si trattava allo stremo e ti inseguivano e strattonavano appena entravi.. Ora negozi tutti uguali, poliziotti agli ingressi e prezzi ben in vista.. mah… Un violento temporale tenta di rovinare la giornata, ma gli ombrelli in dotazione alla cabina di Reflection fanno il loro dovere.. ;)









Si riparte subito dopo mezzogiorno e si gode la navigazione dal ponte lido.



La sera alle 22.30 c’è il bellissimo liquide party nel solarium. E’ stato tutto sgombrato dai lettini e la temperatura è stata abbassata per evitare di sudare con la musica disco. Ci sono gli acrobati che eseguono i loro numeri, la sirena che nuota nella piscina, l’uomo che galleggia all’interno della palla. Il cruise director controlla tutto dalla sua consolle e ci fa esaurire le ultime energie a disposizione..









Ora nanna!

10/08: Kusadasi
Anche questa tappa organizzazione self. L’idea è di scendere, contrattare un taxi per Efeso, visita alle rovine e poi mare e bazar..Oggi siamo in compagnia di Serenade of the Seas e di una vecchia Tui, però non si nota particolare affollamento in porto.



Il tempo di scendere e si trovano già i primi taxi che però sparano alto. Spostandosi più distante trovo il tassista adatto e dopo lunga trattativa strappo un buon prezzo. Le rovine sono a circa 20 km dal porto che il tassista percorre a mò di Alonso, buttando la povera Kangoo in continua derapata sui tornanti e ridendo in continuazione.. Cose turche! All’ingresso del sito una lunga fila di bus sembra bloccare l’accesso .. Il taxi tranquillamente si fa marciapiede, spartitraffico, aiuole varie, ed in assoluta scioltezza mi scodella all’ingresso, avvisandomi che ho 2ore di tempo e che lui mi aspetterà all’uscita a monte.. Il sito archeologico trabocca di gente e la temperatura altissima mi fa consumare la prima bottiglietta d’acqua nel giro di 100 metri (p.s. con il pacchetto bevande all’uscita dalla nave ogni giorno si possono prelevare le bottigliette free di qualunque taglia). Prendo l’audioguida e mi incammino verso lo stupendo teatro greco , la chiesa di Maria e soprattutto la straordinaria biblioteca di Celso.





E’ tutto veramente affascinante e ci sono vari spazi dove si continua a lavorare per restituire al meglio questi pezzi di storia. Due ore volano in un lampo.Salgo quindi l’ultimo pezzo di strada verso l’uscita superiore, dove il tassista è già li ad aspettarmi. Il tempo di rendere l’audioguida ed Alonso mi riporta a Kusadasi alla velocità della luce, tendando nel frattempo di portarmi a qualche shop “consigliato” , che rifiuto caldamente. Mi faccio invece lasciare alla spiaggia attrezzata sul lungomare poco prima del porto, dove prendo un ombrellone con 2 lettini vista mare azzurrissimo e Reflection per 7 euro, dove mi rilasso per qualche ora tra bagni e fresco.

Faccio quindi una doccia ed un veloce cambio e mi avvio per una visita nel famoso bazar del “falso ma praticamente originale” che è vicinissimo al porto ed alle navi. Gironzolo tra le botteghe intavolando qualche trattativa, ma, a mio parere, la qualità della merce non è a livello di quanto visto a Shangai. Alla fine dopo lunga osservazione prendo comunque qualcosina oltre a magnete e tazza mug per la collezione. Mi avvio quindi verso la nave quando manca mezz’ora alla partenza. Vedo gente rientrare con borse enormi stracariche delle più svariate mercanzie. Stasera per cena ho prenotato allo straordinario
Qsine, e dato che non manca molto mi do una mossa e vado in cabina a prepararmi.



La cena in questo ristorante è, come l’anno scorso su Eclipse memorabile, per qualità del cibo, incredibile presentazione e straordinario servizio. Purtroppo , nonostante abbia cercato di “fare fame” per tutto il giorno, non ne ho abbastanza per assaggiare tutto quello che vorrei, visto che è possibile ordinare 6-7 portate a testa con eventuali aggiunte a seguito e dolce finale. Meritava sicuramente un’altra visita che non ho fatto. Servirà un’altra crociera?? Chissà….

11/08: Mikonos
Diversamente dalle altre navi, Reflection qui ormeggia e non stà alla fonda. E’ sempre una gran comodità che permette di godersi qualche minuto extra di relax per colazione, oltre al non dover fare le code come per Santorini. Oggi il vento è veramente forte, e questo lato dell’isola risulta quasi impraticabile.

Come con Splendour qualche anno fa, decido di noleggiare uno scooter per scorazzare per l’isola. Mi prendo un bel typhoon al noleggio che ricordavo.. E pare lo stesso che ho noleggiato nel 2001!! Parto in direzione Chora per la foto istituzionale con i mulini. Ci sono macchine parcheggiate ovunque, e lo scooter si rivela una gran scelta.

Decido poi di proseguire per Superparadise, dove arrivo dopo una mezz’ora di stradine in “leggera” pendenza ..








Qui prendo un’ombrellone a Pink Beach, che risulta più riparata e meno ventosa della zona di Chora. Il mare è stupendo e la temperatura perfetta Solo ai carabi avevo visto colori così! L’orario per Mikonos è piuttosto anomalo, visto che qui si arriva tardi per tirar notte, e , a parte qualche barca di troppo ormeggiata, è puro relax. Verso le 14.30 decido di ripartire per una bella passeggiata nelle pittoresche stradine di Chora. Il super scooter typhoon è prossimo a lasciarci le cuoia risalendo l’incredibile rampa della spiaggia e lancia un urlo che penso sia stato interpretato dai bagnanti come un jet in decollo dal vicino aeroporto.. Ritorno verso il centro e dopo aver trovato parcheggio gironzolo 2 ore per le bianche vie. E’ interessante notare come i prezzi, rispetto alla Turchia appena visitata, sono parecchio più alti anche su semplici cose di artigianato che spesso sono molto simili.. Alle 17.30 riconsegno lo scooter e con la navetta sono di nuovo a bordo pronto a godermi la partenza. Poco prima di mollare gli ormeggi arriva a mettere l’ancora un pezzo di storia della Royal Carribean: la ex Song of America, l’ammiraglia del 1982, al lancio terna nave più grande del mondo..L’inizio di un percorso che ha portato Royal ad avere sempre la nave da crociera più grande del mondo passando per Majesty, Voyager, Freedom ed ora Allure. E’ ancora in perfetto ordine, ed è impressionante se messa a confronto con l’enorme Reflection.. Quanta acqua è passata sotto le chiglie da quella volta!!

Stasera prima di cena ho il cocktail Captain’s club con comandante ed ufficiali alla Sky lounge. Meglio andare a prepararsi per bene.. L’incontro, che dura in tutto circa un’ora , in sé non è nulla di particolare.. Viene come tutti gli eventi di bordo Introdotto da Alexsander, che passa poi la parola al Comandante, che ringrazia i presenti per la partecipazione e si sincera che si stia passando una buona crociera. Prima e dopo lui ed i suoi ufficiali sono cordialissimi ed a disposizione per gli ospiti per foto, saluti od altro. Io ne ho di nuovo approfittato per capire qualche aspetto del suo modo di condurre la nave, tipo il fatto di ormeggiare sempre di poppa. Nel mentre vengono servite tartine vini ed altre piccole bontà. Dopo tanti assaggini, una cena leggera all’Opus e poi un bel cocktail al volo al molecular per digerire prima del teatro. Dopo lo spettacolo girovago senza particolare meta per la nave, e finisco in mezzo ad un'altra situazione party in una zona di passaggio al ponte 5, a tema “Alice nel paese delle meraviglie” . Mi dicono che si tratta dell’”indulgence party” e che è una festa a pagamento, dove se mi trattengo, verrò registrato con 20$ di cauzione, mi verrà attaccato un cartellino luminoso per identificarmi, e mi verranno regalati vari gadget a tema.. Ringrazio ma decido di proseguire..



Chiederò poi lumi al direttore di crociera che mi spieghera, che stanno provando ad introdurre nelle crociere questi parti a pagamento, e che fino ad ora hanno un buon successo.. La giornata è comunque stata lunga e dato che anche domani si attracca alle 7, mi avvio verso la cabina e concludo la giornata.
12/08: Atene
Reflection è in porto prestissimo, e pare che anche oggi la giornata sia caldissima.. Ottima premessa per scalare l’acropoli. Mi armo di bottigliette d’acqua ed all’uscita del porto prento il comodo bus X80 che compie un giro circolare porto-acropoli-centro ogni 30 minuti, con un biglietto di circa 5 euro per tutto il giorno. La mia prima fermata è all’acropoli, perché è meglio evitare le ore centrali data la temperatura, e la fila alla biglietteria è ancora accettabile. Prendo il ticket e comincio la scalata . La prima volta sono stato qui nel 2001 con Splendour. Rispetto a come lo ricordavo il sito è molto più attrezzato e con varie migliorie, sia nell’accessibilità e gestione dei flussi, sia nella conservazione e visibilità delle strutture. Arrivato in cima, l’acropoli brulica di gente ed anche la più rapida foto pare un’impresa epica dato il continuo scorrere delle persone. Con un po’ di pazienza riesco a vedere per bene ogni lato del partenone, del tempio delle cariatidi, e mi godo quindi la super visuale di Atene che si gode dalla collina, soprattutto nella zona della super bandiera greca.













Dopo circa un’ora e mezza di giro il caldo comincia a farsi intenso e la marea umana si intesifica. Decido quindi di scendere verso la zona della plaka e da li avviarmi verso il centro moderno della città. Arrivo giusto di fronte al palazzo del parlamento,

dove le guardie in divisa fanno la gioia dei turisti, e mi inoltro verso la zona pedonale che , come design e negozi, non è molto diversa dalle più moderne città europee.. Da li addentrandomi , mi sposto quindi verso il mercato di artigianato più caratteristico che brulica di botteghine interessanti da girare con calma. Recupero qualche souvenir per amici e parenti e con calma ritorno verso la zona della plaka, dalla quale poi riprendo il bus X80 per rientrare alla nave. Appena arrivo in porto vicino a Reflection c’è ormeggiata di nuovo Splendour, ferma li come la ricordavo nel primo scalo della mia prima crociera.. Una stretta al cuore ed un cerchio che si è chiuso.. Sarei risalito li con 13 anni di meno, ma Reflection più avanti mi aspettava ed io ho guardato avanti e proseguito con in mente tanti bei ricordi. Nemmeno il tempo di rientrare da questa escursione, che è il momento di svegliarsi dal sogno e ricordarsi che anche Reflection non è per sempre..  Arrivano in cabina le etichette bagagli ed il piano di sbarco.. Non il coraggio di guardarle e le imbuco in un cassetto.. Se ne parla domani a mente fredda.. Ora dopo tanto caldo e sudore, è il momento di darsi al relax al solarium. Da li mi godo la partenza dal Pireo, ed il comandante Bouzakis che saluta casa tre colpi di sirena, che però devo dire è la più bassa mai sentita, ed è necessario essere in esterna per poterla sentire..

13/08: Navigazione
Oggi, tra le varie possibilità offerte dalla compagnia, approfitto di un backstage tour per i soci Captain’s Club, che mi porta dietro le quinte del teatro, insieme agli artisti che ci allietano le serate con le loro ottime performance. E’ tra l’altro in allestimento lo spettacolo clou della crociera, con musiche acrobati, contorsionisti ed altro..






E’ anche il giorno del super buffet all’oceanview (che ha sostituito il favoloso brunch visto l’anno scorso su Eclipse non pareggiandone però il livello.. )






,ed è infine la sera della seconda ed ultima serata di gala, quella in cui sono tutti a posare per le foto di famiglia in abiti eleganti, quella in cui la band nell’atrio accompagna con musica soffusa, quella in cui il ristorante Opus dà il meglio di sé con ostriche, aragosta, granchio reale, baked alaska e molto altro.. Insomma una giornata veramente intensa in cui non ci si può annoiare o farsi cogliere dalla tristezza per la fine vacanza.. Bisogna pianificare minuto per minuto per non perdersi nessun evento e tutto và incastrato come il miglior tetris. Alla fine è stato tutto veramente intenso e bellissimo, coronato da uno show a teatro da standing ovation e, come nelle più belle storie, finito in un attimo..


14/08: Napoli
Oggi non si scende.. Napoli l’ho già visitata e comunque ci passerò 5 giorni in post crociera.. E poi una giornata con la nave semi deserta non ha prezzo…. Mi studio con calma le navi che ci terranno compagnia oggi. Ci Sono la nuovissima Regal Princess, che ho messo già nella mia lista dei “To Do” e l’altra ex ammiraglia Royal, la Sovereign.


Molti Italiani scendono anticipatamente oggi. Io, pur dovendo tornare a Napoli il giorno dopo per 5 giorni, non ho nemmeno considerato l’ipotesi di poter accorciare di un giorno una crociera… Come direbbe Joe Bastianich: “Vuoi che MuoRo?”
A metà mattina però mi balena però in mente l’idea che il mio albergo a Napoli è vicinissimo al porto e che le valige, come il proprietario , alla fine della crociera lievitano.. E’ un attimo.. Volo in cabina e le preparo, tenendomi una mini borsa per concludere la crociera. Chiedo autorizzazione al guest service per la procedura anomala e dopo 10 minuti vengo autorizzato .Con un giro di taxi le scarico in hotel e concludo la pratica. A Civitavecchia apprezzerò moltissimo questa scelta, tra l’angusto sottopassaggio, i treni stracolmi, ed i cambi a Termini. In meno di un’ora sono di nuovo in nave e vago tra Persian , solarium e buffet, in un mood misto tra felicità e malinconia tipico di fine crociera. Verso le 16 la nave si riempie e le piscine si affollano. Mi chiudo quindi nel più tranquillo solarium , dove mi godo ancora un po’ di relax. Verso le 18 rientro in cabina e mi preparo per la sera, giusto per dare ben fondo al pacchetto bevande… Un bell’aperitivo al Martini con lo spettacolo dei barman giocolieri e la musica nell’atrium. Una tranquilla cena all’opus e lo spettacolo dell’arrivederci a teatro concludono la serata. Poi, come in tutte le crociere la nave si spegne e perde la sua vitalità.. Sono tutti in cabina a preparare i bagagli ed il silenzio avvolge le zone fino a prima piene di vita.. Vago un po’ per fissare l’immagine di tutti i posti che mi hanno divertito catturato e fatto passare una bellissima vacanza.. Poi , come tutti , rientro in cabina.


15/08: Sbarco
Reflection è arrivata in porto prestissimo ed è un dramma svegliarsi ,scostare la tenda e rivedere lo stesso molo dal quale si è partiti… Non era ieri…????  La cabina và lasciata entro le 8, ed è possibile fare colazione fino alle 8.30. Io non ho molto da preparare.. Mi allontano lentamente dalla mia concierge oramai vuota e da rifare, e ricordo i bei momenti trascorsi a rilassarmi e pianificare. Dopo una veloce colazione, mi accomodo un po’ nella hall e verso le 9.20 sbarco. E’ un attimo ed il pullman mi porta via dalla sua sagoma slanciata ed inconfondibile.. Buon mare Reflection!
 

Ducale

New member
Stupenda nave Reflection!!
Grazie per tutte le foto... Mi hai fatto tornare in mente ricordi di questa bellissima crociera!
 

xmas64

Member
E che devo dirti, un grazie per avermi fatto rivivere questa splendida nave, i momenti al Solarium, gli spettacoli, il cibo ( quando sono stato in novembre c'è stato il brunch all'Opus, fantastico ) ma sopratutto una nave vivibilissima e con tanta, tanta classe
 

answer

New member
Grazie per aver condiviso con noi questa bella crociera, è stato un piacere leggerti ed ammirare le belle foto di una stupenda Reflection!! :)
 

oceandrive

New member
Letto tutto dun fiato: ora la domanda è, tra Reflection ed Eclipse quale sceglieresti?

Io sono appena sceso da Silhouette dopo aver provato anche Reflection e non ho dubbi... :)
 

Snowman

New member
Grazie a voi per aver letto! :) Tra Reflection ed Eclipse, sicuramente la prima.. Ci tornerei domani!
 

giusri

New member
eccomi, ci sono anche io, letto tutto d'un fiato , complimenti per il diario e le bellissime foto, grazie per averle condivise ...
...concordo su Istambul, davvero magica, una cosa che mi manca l'arrivo a bordo di una nave da crociera ......

ciao
Giuseppe
p.s.
tra poco arrivo con la Silhouette.....
 

agra

New member
Grazie per il diario della crociera sulla reflection che avevo opzionato ma che non ho fatto! Sicuramente non mi farò sfuggire la prossima occasione!
 

Angelo83

New member
C'ero anche io dal 4 al 15, bellissima crociera. Indimenticabile!!! Mi sono emozionato nel rivedere le foto della nave e dei posti visitati. Istanbul e Santorini forse sono i posti che ho apprezzato di più, ovviamente per cose diverse. Della nave conservo un bellissimo ricordo, l'unica cosa che non mi ha entusiasmato sono stati gli spettacoli serali, a parte il primo e quello del penultimo giorno. Per il resto 10 e lode!
 

Ultima modifica:

Snowman

New member
C'ero anche io dal 4 al 15, bellissima crociera. Indimenticabile!!! Mi sono emozionato nel rivedere le foto della nave e dei posti visitati. Istanbul e Santorini forse sono i posti che ho apprezzato di più, ovviamente per cose diverse. Della nave conservo un bellissimo ricordo, l'unica cosa che non mi ha entusiasmato sono stati gli spettacoli serali, a parte il primo e quello del penultimo giorno. Per il resto 10 e lode!

In effetti Istanbul è fuori classifica e l'overnight li vale da solo la crociera... Santorini è speciale.. Soprattutto nell'orario nel quale abbiamo attraccato.. Il tramonto e la partenza con vista notturna da poppa lasciano senza parole! L'animazione ovviamente è a gusti, ma come ho detto io l'ho apprezzata molto.. L'anno scorso su Eclipse era veramente un mortorio, ma ho parlato con il direttore di crociera e mi ha detto che era così perchè gli inglesi la apprezzavano di più.. Il mondo è bello perchè è vario.. :D
Comunque il risultato è identico perche sia te che me ritorneremmo su Reflection domani!
 

Snowman

New member
eccomi, ci sono anche io, letto tutto d'un fiato , complimenti per il diario e le bellissime foto, grazie per averle condivise ...
...concordo su Istambul, davvero magica, una cosa che mi manca l'arrivo a bordo di una nave da crociera ......

ciao
Giuseppe
p.s.
tra poco arrivo con la Silhouette.....

Grazie a te! In attesa del diario di Silhouette :) !
 

Snowman

New member
Grazie per il diario della crociera sulla reflection che avevo opzionato ma che non ho fatto! Sicuramente non mi farò sfuggire la prossima occasione!

Mi spiace che tu non sia riuscita a farla stavolta! Ti auguro di poterla rimettere il programma prima possibile! :)
 

cruiselove

New member
Complimenti! Splendido diario e ancor più splendida crociera!
Un esperienza da fare sicuramente..
 

pedro2k2

New member
Ottimo diario! Per quanto riguarda la scelta tra due navi della classe Solstice della Celebrity - per la mia esperienza Reflection e Silhouette - devo dire che é davvero ardua. Dico così perché ho trovato dei pro e dei contro in entrambe le navi che alla fine le fanno stare sullo stesso livello. In particolare ho apprezzato lo Sky Lounge della Silhouette in quanto per la sua ampiezza risulta davvero spettacolare, mentre ho preferito la scelta di avere le piscine sullo stesso ponte dell'Oceanview... grande comoditá andare direttamente al buffet dalla piscina senza fare nemmeno uno scalino!!!! Per quanto riguarda alcuni servizi ho preferito la Reflection per la maggiore attenzione data alla clientela: un esempio nella crociera di giugno sulla Reflection eravamo solo 40 italiani, nonostante ciò l'hostess internazionale Vedrana ha organizzato per gli italiani la visita alle cucine con il cuoco italiano (alla fine eravamo solo in 10 con l'aggiunta di una coppia di argentini che ha preferito il giro in italiano rispetto a quello in inglese perché lo capivano meglio...). Per quanto riguarda gli spettacoli e il Direttore di crociera è nettamente superiore la Reflection. Spettacolare invece il Celebrity Rox Party on the Pool della Silhouette. Comunque penso che la scelta tra una nave e l'altra dipenda anche dall'esperienza complessiva che si è vissuta... Quindi io direi perchè scegliere???? Belle entrambe!!!
 

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top