• Benvenuto\a sul forum di Crocieristi.it, la più grande community italiana sulle crociere.

    Prendi confidenza con il forum leggendo le discussioni presenti, o ricerca l'argomento che più ti interessa attraverso l'apposito form. Per partecipare al forum è necessario registrarsi, ovviamente la registrazione è gratuita e non obbligatoria, non registrarti se per te non è davvero utile. Per eseguire eventuali cancellazioni il tempo previsto è di una settimana.

    Ricorda che il regolamento vieta l'uso di due o più nickname differenti relativi alla stessa persona. Se nel frattempo hai cambiato l'indirizzo e-mail di registrazione contattaci attraverso questo form e specifica il tuo problema assieme alla tua username, la tua vecchia e-mail ed il tuo nuovo indirizzo.

    Hai dimenticato la password? clicca qui

    Per qualsiasi problema TECNICO puoi contattare lo Staff attraverso questo form spiegando DETTAGLIATAMENTE il tuo problema
  • Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio ed i cookie stessi.
  • Ospite, seguici anche sui social!
    Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su YouTube

  • Ti andrebbe di condividere sui social, assieme a noi, le tue fotografie ed i tuoi video? Clicca qui!

  • Ciao Ospite e benvenuto su Crocieristi.it, siamo davvero felici di averti a bordo!

    ti invitiamo a leggere il regolamento per una migliore convivenza con gli altri utenti (clicca qui) mentre qui trovi qualche dritta sull'utilizzo del forum

    e poi... che ne dici di presentarti? Clicca qui per accedere alla sezione "il mio primo messaggio" ed apri un nuovo argomento!

Guida a Costa Firenze: novità e sicurezza

prof

Staff Member
Un saluto a tutti gli amici di crocieristi.it!

Dopo un anno e mezzo di stop, abbiamo scelto anche noi di ripartire. Era da febbraio 2020 (battesimo di Costa Smeralda) che con mia moglie non mettevamo piede su una nave e l'occasione è arrivata con la Firenze. Nonostante i dubbi iniziali, diciamo subito che l'esperienza è stata molto positiva.

Forse non a caso, nel mondo delle crociere la ripartenza di Costa ha preso un nome che evoca il Rinascimento, la sua eleganza e il prestigio del Made in Italy nel mondo. E dal 4 luglio scorso infatti è questa nave ad andare in giro per il Mediterraneo come testimonial di tutto questo, simboleggiando la ripresa di un comparto fondamentale per il turismo italiano (oltre a Smeralda, Luminosa e Deliziosa).

Sul forum trovate già tantissimo sulla Firenze soprattutto grazie a Maurizio-Essepi2 - ma anche a Capricorno - che hanno partecipato alla crociera inaugurale e hanno descritto tanti aspetti. Qui non farò quindi un diario di bordo, ma cercherò di mettere insieme alcuni consigli utili per chi salirà sulla nave e magari non è aggiornato sulle novità. Noi abbiamo provato l'itinerario nel Mediterraneo nella seconda metà di luglio del 2021 partendo da Palermo (tappe a Cagliari, Savona, Civitavecchia, Napoli)
 

Ultima modifica:

prof

Staff Member
Ciao Maurizio, spero di dare il mio piccolo contributo 20210728_091658.jpg
 

prof

Staff Member
LE NOVITA'

Il design degli interni di Costa Firenze si ispira alla città toscana, culla dell’arte e della cultura rinascimentali. Gli spazi condivisi riflettono l’armonia di una passeggiata in una strada o in una piazza di Firenze, a cominciare dalla scelta dei colori, delle geometrie e delle forme degli interni e dei pavimenti stessi. Simbolico, ad esempio, è il fascinoso atrio principale della nave “Piazza della Signoria” (ponti 3, 4, 5) che rende omaggio all’omonima piazza fiorentina con un grande leone al centro che regge uno stemma col classico giglio. Nel ristorante dei Medici (ponti 3, 4) si riprende alle pareti la bicromia tipica del romanico fiorentino di cui il battistero di San Giovanni è il simbolo.

Altre novità caratteristiche sono gli spazi esterni ampi e numerosi per godersi pienamente l’esperienza della navigazione: tanti salotti e angoli particolari come quelli di poppa al 5° ponte (Lounge della moda) o il solarium Giardino del Fiore al 15°. Particolarmente ricca è l’offerta di bordo per le famiglie con bambini, che comprende un ampio parco acquatico con gli scivolie un parco avventura ottimo per gli appassionati di “arrampicate” e ponti alla Indiana Jones. E per le coppie tanti spazi pensati per godersi un momento di intimità.
 

Ultima modifica:

prof

Staff Member
LE NORME DI SICUREZZA




Prima di descrivere ambienti e servizi è doveroso esaminare le norme di sicurezza. Naturalmente la ripartenza è stata possibile grazie alle procedure previste dal “Costa Safety protocol”, il protocollo sviluppato dalla compagnia insieme con esperti scientifici e le autorità italiane. Le norme toccano tutti gli aspetti dell'esperienza della crociera e in parte ne limitano alcune attività. Come d'altronde per tutte le nostre attività giornaliere al tempo del Covid, bisogna accettare alcune rinunce sapendo che si tratta di una lotta che si vincerà con i sacrifici di tutti.

Il primo aspetto fondamentale è che sono obbligatori i tamponi prima dell'imbarco e poi a bordo (al quarto giorno della crociera o quando comunicato durante il viaggio). Per la nostra esperienza, il personale sia a terra che a bordo è efficiente e accogliente. Rispetto ad altri tamponi effettuati in precedenti occasioni, il fastidio di pochi secondi alla narice è stato davvero trascurabile.

Prima dell'imbarco – rispettate l'orario che trovate sul biglietto - si attende l'esito in una zona separata del terminal, e poi quando c'è il via libera si può finalmente salire a bordo. Che sospiro di sollievo varcare la rampa di accesso verso la nave!

Ricordiamo che c'è un'assicurazione Covid che copre l'eventuale danno di un rientro a casa anticipato in caso di contagio rilevato dal test. A bordo l'annuncio del secondo tampone viene dato per altoparlante (non arrivano biglietti) e il luogo prescelto è il salone Viareggio al quarto ponte.

Ogni giorno occorre misurare la temperatura entro le 15: ci sono alcune macchinette automatiche alle quali avvicinarsi strisciando la Carta Costa in modo da permettere la registrazione. I controlli ci sono: chi lo dimentica viene richiamato nel pomeriggio.

La mascherina va indossata sempre tranne quando si è seduti al ristorante o al bar o sui lettini per prendere il sole. A teatro o nei saloni dove si svolgono le attività di animazione abbiamo visto il personale richiamare i soliti che tengono la mascherina abbassata o il naso di fuori. Sulla nave c'è una quantità enorme di distributori di gel e all'ingresso del ristorante i camerieri controllano che tutti i passeggeri si disinfettino le mani (abitudine che andrebbe mantenuta anche quando la pandemia andrà in archivio). Tutto il personale è dotato di mascherine Ffp2 e sottoposto a tamponi regolari di controllo.
 

Ultima modifica:

prof

Staff Member
PASSEGGERI A BORDO




Per legge c'è una riduzione del numero degli ospiti, un tetto che per ora, visto il numero di prenotazioni, è lontano dall'essere raggiunto. Nella nostra settimana a bordo eravamo in circa 1800 passeggeri rispetto a una capienza totale di 5240. Dispiace per la compagnia, ma è chiaro che questi numeri garantiscono una vivibilità a bordo notevole (mai fatta una coda per prendere l'ascensore!) e un rapporto equipaggio/passeggeri degno di una nave del segmento luxury (non abbiamo mai atteso più di qualche secondo al bar o al ristorante per l'ordinazione).
 

Ultima modifica:

prof

Staff Member
NIENTE PIU' CARTA O QUASI




Per evitare assembramenti, code o contatti con oggetti sono nate altre novità: la reception è contattabile solo via telefono (rispondono subito), le escursioni si possono prenotare dai totem o dalla App Costa. A proposito, ricordatevi di scaricarla prima di salire sulla nave: la App è fondamentale per seguire le attività, le spese, gli annunci etc. Al ristorante come al bar basta inquadrare il Qr code per leggere il menù (anche se non avete comprato il pacchetto internet c'è una rete wi fi libera alla quale collegarsi che si chiama Costa Firenze). Di carta abbiamo avuto solo il "Diario di bordo" in camera ogni giorno, tutto il resto è “dematerializzato”. Anche per le foto, non ci sono più le centinaia di immagini nelle bacheche. Basta avvicinarsi a uno degli schermi del photo shop, farsi scannerizzare il volto e appariranno le foto che vi riguardano (anche qui lo spreco di carta era tremendo e l'idea andrebbe mantenuta pure dopo).

Attenzione agli ascensori: vanno prenotati all'esterno, perché all'interno non c'è tastiera. Possono entrare solo 4 passeggeri alla volta.
 

Ultima modifica:

prof

Staff Member
LE ESCURSIONI

Il tasto forse più dolente di tutta questa organizzazione riguarda le escursioni: non è possibile il fai-da-te e si può scendere nei porti solo con i tour organizzati. Queste escursioni sono state ampliate e diversificate, grazie alle soste in porto di oltre dieci ore. Per lo scalo di Palermo, ad esempio, il programma prevede, oltre al giro tradizionale nel centro storico, tour a Mondello e Cefalù, ma anche a Monreale e a Salemi. A Savona abbiamo scelto il tour Finalborgo e Noli, due paesini medievali molto interessanti che non conoscevamo. Con il “passepartour” si possono avere sconti notevoli.

Per mantenere la “bolla” autista e guida hanno fatto il tampone e il bus è sanificato. Occorre muoversi solo con il gruppo e le soste devono essere quelle concordate e indicate dalla guida (bar, negozi). Possono essere limiti difficili da accettare, e non manca il disappunto, ma sono divieti comunicati al momento della prenotazione. Va ricordato che la compagnia è severa nel far rispettare le regole: chi si allontana dal gruppo o riesce a scendere dalla nave senza l'escursione non risale più a bordo. Le valigie vengono fatte trovare sulla banchina.

Per concludere questa parte, va detto che la sensazione che avevamo sulla nave era di stare in un posto sicuro e dove le regole per la salvaguardia della salute venivano rispettate. Molto meglio di un supermercato affollato o di un locale della movida dove nessuno fa osservare le norme o l'uso della mascherina.
 

Ultima modifica:

prof

Staff Member
COSTA CLUB


Anche in questo caso alcuni dei privilegi dei vari livelli sono stati limitati o cancellati. Per via del tampone non c'è più l'imbarco privilegiato: occorre rispettare l'orario riportato nel biglietto. Abbiamo avuto comunque il regalo in cabina di fine crociera e la cena omaggio. C'è il pomeriggio della festa del Costa Club a teatro dove vengono premiati gli iscritti con più punti o più crociere: questi devono però rimanere al loro posto e non vanno sul palco, il dono viene fatto recapitare in cabina. Non ci sono né i flute di spumante all'ingresso né i camerieri che passano con le tartine. C'è ancora invece la foto omaggio per i soci, ovviamente l'immagine del comandante viene aggiunta in un secondo momento. La serata del Costa Club è quella elegante, mentre tutte le altre sono state casual (l'informazione è riportata sul Diario di bordo). Per ovvi motivi non ci sono balletti dei camerieri sulle scale del ristorante o trenini dei clienti in sala.
 

Ultima modifica:

prof

Staff Member
LA RISTORAZIONE



Una delle novità più piacevoli è stata il livello eccellente della ristorazione. Durante la nostra crociera, visto il numero dei passeggeri, era aperto solo il ristorante dei Medici ai ponti tre e quattro (l'altro principale è il Ponte Vecchio) su due turni, dove facevamo colazione, pranzo e cena. Intanto è molto utile il fatto che dalla App già di mattina si può leggere il menù di tutti i pasti e quindi decidere le proprie scelte o optare per un ristorante di specialità. Non c'è una vera e propria cena di gala ma nei menù abbiamo trovato gamberoni alla griglia squisiti in un pranzo così come la pasta con l'astice in una cena di una serata casual. Occhio quindi alla App per non perdere i vostri piatti preferiti. Il servizio è accurato e veloce e comprende anche piccole attenzioni importanti come il togliere le briciole dalla tovaglia prima di servire il dolce (tutti deliziosi).
 

Ultima modifica:

prof

Staff Member
Per la colazione, per chi ama il salato c'è l'imbarazzo della scelta: uova fritte col bacon, omelette di vari tipi, affettati di ottimo livello (non mancate la mortadella), salmone affumicato etc. Anche per i piatti caldi che arrivano dalla cucina tempi di attesa praticamente nulli. Arrivano dalla cucina anche espresso e cappuccino, quindi pure in questo caso servizio molto celere (in certe navi i camerieri devono arrivare fino al bar più vicino).

Per la cena – in aggiunta al normale menù - Bruno Barbieri firma alcuni piatti che annunciano il porto dell'indomani: un “destination dish”, ovvero un piatto rivisitato ma legato alla cucina regionale delle destinazioni visitate dalla nave. Ne abbiamo provato diversi ed erano tutti di ottima qualità (non c'è stata la cena-Barbieri tutta firmata dallo chef e forse questo nuovo modello è un miglioramento, non a tutti piaceva).

Altra novità che ci è piaciuta: a pranzo, quando il tavolo non è fisso, si viene accompagnati e i posti vengono distribuiti mantenendo le distanze (al tavolo non avrete mai nessuno al fianco ma ci sarà sempre un posto vuoto).

In sostanza, da vecchi fan di Costa possiamo dire senza dubbio che la qualità del ristorante principale è stata nettamente superiore rispetto ai livelli pre-lockdown.
 

Ultima modifica:

prof

Staff Member
La fritturina di paranza
 

Allegati

  • 20210726_134237.jpg
    20210726_134237.jpg
    68.2 KB · Visualizzazioni: 4

prof

Staff Member
L'esplosione del mandarino...uno dei migliori dolci
 

Allegati

  • 20210727_202541.jpg
    20210727_202541.jpg
    40.7 KB · Visualizzazioni: 2

prof

Staff Member
IL BUFFET

Per curiosità abbiamo provato il buffet per un pranzo (Ristorante Versilia ponte 10). In genere preferiamo il servizio al tavolo e abbiamo scelto un giorno in cui molti erano scesi per escursioni lunghe in modo da essere più tranquilli.

Anche in questo caso novità piacevoli e di qualità: una base di 4 primi (tra cui una ottima paella con crostacei e trofie al pesto) e 4 secondi (carne, pesce o vegetariano) oltre ai contorni, frutta e dolci. Da notare grana e prosciutto crudo tra gli antipasti.

Novità importante: all'ingresso un cameriere ti accompagna e ti riserva un tavolo cercando di evitare gli assembramenti e distanziando gli ospiti. Stessa cosa all'ingresso della linea dove viene consegnato un vassoio dove mettere i piatti che saranno preparati dal cameriere dietro il vetro.

Poi nella linea del buffet se trovate le allegre famigliole perditempo con figli indisciplinati dovete armarvi di santa pazienza come accadeva prima.

Per le bevande non c'è servizio al tavolo ma ci sono alcune “stazioni di rifornimento” dove prendere da bere mostrando la carta.

Al Versilia si serve anche la merenda (dalle 16 alle 17) con scelte sia salate che dolci.
 

Ultima modifica:

prof

Staff Member
GLI ALTRI RISTORANTI




L'altra novità della Firenze è il numero dei ristoranti (13 in tutto)

Nella nostra crociera i soci Diamante erano ospitati al ristorante dei Medici (al ponte 4) mentre gli ospiti delle suite avevano il ristorante Casanova. Oltre al normale menù, per loro disponibili altri piatti alternativi proposti giornalmente dagli chef.

Per i ristoranti di specialità (a pagamento) abbiamo provato la Fiorentina Steak house (è solo sulla Firenze) con ottimi tagli di carne veramente da buongustai e un servizio eccellente. Ma anche aragoste per chi non ama la carne...

Si trova al ponte 5 dove ci sono anche diversi locali con menù orientali: il Teppanyaki dove mentre mangiate lo chef inscena uno spettacolo incredibile di acrobazie con gli attrezzi da cucina; il Sushino che prevede anche la formula “you can eat” per gli appassionati del sushi; il Lanai Bbq (all'esterno del ponte), provato con piacere, che offre street food come alette di pollo e altre delizie da sgranocchiare sedendo nei tavoli vicini; l'Hot Pot con la tradizionale cottura fai-da-te al tavolo nel brodo (provato su Costa Venezia, un modo simpatico e alternativo di cenare).

Al ponte 5 c'è infine un locale che si trova pure solo su Firenze: il Frescobaldi Wine Experience, con degustazioni dei famosi vini accompagnati da tartine e altri assaggini in tema sempre toscano.

Al ponte 10 altre proposte gastronomiche: Lobster bar con astice e crostacei take away; Salty beach street food con hamburger e altro ma anche dolci come la “riccia” napoletana provata con soddisfazione; Dim Sum con noodles e ravioli cinesi; infine la pizzeria Pummid'oro per chi vuole rinfrancarsi dalle cineserie!
 

Ultima modifica:

prof

Staff Member
Alla steak house la bistecca di Fassona piemontese
 

Allegati

  • 20210725_201632.jpg
    20210725_201632.jpg
    81.2 KB · Visualizzazioni: 3

prof

Staff Member
Ma anche l'aragosta
 

Allegati

  • 20210725_201646.jpg
    20210725_201646.jpg
    80.8 KB · Visualizzazioni: 3

prof

Staff Member
ALTRE CINESERIE




Tanti quindi i ristoranti orientali. Come è noto, d'altronde, la Firenze era nata per il mercato cinese e risente - in alcuni punti dell'impostazione architettonica - di questa origine: sono enormi gli spazi per il casinò (con slot di nuovissimo tipo) e anche quelli per lo shopping. Sottodimensionate invece, per i gusti occidentali, le piscine (una coperta a centro nave e una di poppa). Per poter fare il bagno (ed entrare negli idromassaggi) il consiglio è di evitare le ore di punta! Ampi invece gli spazi per ombrelloni e lettini che troverete distribuiti anche negli spazi laterali dei ponti.

Molti pure i separè, le cabanas, gli angolini attrezzati, a quanto pare richiestissimi dai cinesi. Come già accennato gli spazi più belli sono: a poppa al 5° ponte (Lounge della moda) e il solarium Giardino del Fiore al 15° dove si trova anche l'Aperol Spritz Bar.

Sempre seguendo questa idea, sono nate le cabine con veranda esterna al ponte 5 (oltre alle normali interne, esterne con finestra o balcone più una ventina di suite) tipiche di Firenze. Si è posto però un problema di privacy visto che dal lato della Lounge della moda l'accesso è libero agli altri passeggeri che si trovano quindi a passare davanti a queste cabine con veranda. Dove praticamente è meglio stare sempre con le tende tirate se non volete sguardi indiscreti! Dall'altro lato l'accesso è sbarrato da una porta che si apre solo strisciando la carta Costa. Forse sarebbe il caso di creare una soluzione del genere anche per l'ingresso dalla poppa!
 

Ultima modifica:

prof

Staff Member
GLI SPETTACOLI


Molto interessanti e di qualità gli spettacoli al “Teatro Rosso” articolati in modo da permettere a tutti di assistere. Posti distanziati, avrete quindi sempre una sedia libera accanto. Sanificazione accurata tra uno show e l'altro.

Gli orari: 19,15 e in replica 20,30 per lo spettacolo principale più un secondo spettacolo diverso ogni sera alle 22,45. All'ingresso viene registrata la Carta Costa ma visto il numero dei passeggeri non c'è mai stato il problema di trovare posto. Una citazione meritano il cantante ospite Frank Mazzeo, lo show degli Acroblaster (ginnasti e acrobati), il cabaret esilarante di Andrea Di Marco. Animazione discreta ma presente, per gli appassionati c'è stato il karaoke e uno spettacolo serale con i migliori cantanti-passeggeri. C'è il Bingo e ci sono tutte le attività e i giochi che non comportino contatti fisici.
 

Ultima modifica:
Top