• Benvenuto\a sul forum di Crocieristi.it, la più grande community italiana sulle crociere.

    Prendi confidenza con il forum leggendo le discussioni presenti, o ricerca l'argomento che più ti interessa attraverso l'apposito form. Per partecipare al forum è necessario registrarsi, ovviamente la registrazione è gratuita e non obbligatoria, non registrarti se per te non è davvero utile. Per eseguire eventuali cancellazioni il tempo previsto è di una settimana.

    Ricorda che il regolamento vieta l'uso di due o più nickname differenti relativi alla stessa persona. Se nel frattempo hai cambiato l'indirizzo e-mail di registrazione contattaci attraverso questo form e specifica il tuo problema assieme alla tua username, la tua vecchia e-mail ed il tuo nuovo indirizzo.

    Hai dimenticato la password? clicca qui

    Per qualsiasi problema TECNICO puoi contattare lo Staff attraverso questo form spiegando DETTAGLIATAMENTE il tuo problema
  • Gentile {username},
    questa Sezione gli utenti possono partecipare ai sondaggi di Crocieristi.it esprimendo il proprio voto ed i propri commenti. L'apertura di nuovi sondaggi è riservata allo staff di Crocieristi.it al quale gli utenti potranno rivolgere eventuali richieste.
  • Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio ed i cookie stessi.
  • Ospite, seguici anche sui social!
    Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su YouTube

  • Ti andrebbe di condividere sui social, assieme a noi, le tue fotografie ed i tuoi video? Clicca qui!

  • Ciao Ospite e benvenuto su Crocieristi.it, siamo davvero felici di averti a bordo!

    ti invitiamo a leggere il regolamento per una migliore convivenza con gli altri utenti (clicca qui) mentre qui trovi qualche dritta sull'utilizzo del forum

    e poi... che ne dici di presentarti? Clicca qui per accedere alla sezione "il mio primo messaggio" ed apri un nuovo argomento!

Le compagnie tornano nel Mar Rosso?

fauCruises

New member
Intanto spero che questa sia la sezione giusta; avevo pensato di inserire il thread in "Mediterraneo e dintorni", ma non ero sicuro che fosse la sezione corretta.
Ho appena ricevuto il catalogo Ottobre 2019-Aprile 2020 di Ponant e sono stato subito colpito da un gradito ritorno: la classica settimana nel Mar Rosso. Sappiamo che questa zona non è mai stata abbandonata completamente dalle compagnie, vista la necessità di passaggio durante gli spostamenti verso l'Oriente, l'Oceano Indiano e, soprattutto, gli Emirati Arabi, ma era da tempo che non venivano più proposte crociere round-trip esclusivamente dedicate ad Egitto, Israele e Giordania (dunque senza mai oltrepassare Suez).

1506051.jpg


Non sono molti gli itinerari in quella zona e Ponant forse può fare da apripista. Tralasciando la vicenda Regeni, il Paese è ormai, tutto sommato, stabile e il turismo internazionale via terra sta lentamente crescendo, seppur sia ancora molto lontano dai livelli del di 7/8 anni fa.
Quanto dovremo aspettare ancora perché vi si torni in massa anche via mare?
Intanto Ponant mi sta facendo sperare.
 

essepi2

Co-Fondatore
Avete altre informazioni? Magari ! Sarebbe bellissimo.

In realta' potrebbe esserci un ritorno sulla scia di quanto stanno facendo i tour operator terrestri che hanno i iziato il rilancio di Sharm, dopo un lungo periodo di decadenza.
Dato che nel mondo del turismo i corsi ed i ricorsi sono frequenti, potremmo dedurre che anche qualche compagnia azzardera' un ritorno.
 

Articdream

New member
Sono riuscita a trovare, con gran fatica, la pagina della crociera con la Ms Ponant , della omonima compagnia. Costa più di 5000 euro!!
 

Gabriele C.

Active member
Occorre tener presente che una Compagnia mass market deve andare molto più cauta rispetto ad una luxury nel programmare una stagione in un'area a rischio. Se dopo qualche mese dalla programmazione accade qualche evento che può bloccare lo svolgimento delle crociere, e' meno problematico per un'unità piccola riproteggere gli ospiti, di numero più basso, spostando la nave in un'altra zona più tranquilla.
Pensate invece a riproteggere migliaia di ospiti già prenotati su una nave grande, per più settimane, che magari non accettano la proposta alternativa: rimborsi, problematiche varie, disdette, che su grandi numeri recano un danno non indifferente alla Compagnia.
 

Sandro 09

Active member
la corsa al gigantismo delle navi non aiuta le classiche compagnie ad avventurarsi in quei posti servono navi piu' contenute e a parte le compagnie luxury non sono tante le navi "piccole" mass market in giro.
 

Articdream

New member
In uno degli ultimi anni in cui questa crociera era a catalogo Costa , veniva effettuata dalla Voyager, nave piccola e veloce.
 

capricorno

Super Moderatore
Occorre tener presente che una Compagnia mass market deve andare molto più cauta rispetto ad una luxury nel programmare una stagione in un'area a rischio. Se dopo qualche mese dalla programmazione accade qualche evento che può bloccare lo svolgimento delle crociere, e' meno problematico per un'unità piccola riproteggere gli ospiti, di numero più basso, spostando la nave in un'altra zona più tranquilla.
Pensate invece a riproteggere migliaia di ospiti già prenotati su una nave grande, per più settimane, che magari non accettano la proposta alternativa: rimborsi, problematiche varie, disdette, che su grandi numeri recano un danno non indifferente alla Compagnia.

la corsa al gigantismo delle navi non aiuta le classiche compagnie ad avventurarsi in quei posti servono navi piu' contenute e a parte le compagnie luxury non sono tante le navi "piccole" mass market in giro.

Mi trovate pienamente d'accordo. Le grosse navi, benché l'itinerario sia alettante dubito che si riescano a riempire e quindi credo che le più " piccole" siano più indicate in tal senso....e fortunatamente ce ne sono ancora in giro.

Forse ancora incerta come proposta per le ovvie ragioni di sicurezza, tranne il consueto transito attraverso il canale di Suez nelle crociere a lungo raggio.
Sarei ben felice se, i programmi di MSC sul nuovo segmento di navi in progetto, favoriscano l'inserimento di questa zona.

Intanto spero che questa sia la sezione giusta; avevo pensato di inserire il thread in "Mediterraneo e dintorni", ma non ero sicuro che fosse la sezione corretta.
Ho appena ricevuto il catalogo Ottobre 2019-Aprile 2020 di Ponant e sono stato subito colpito da un gradito ritorno: la classica settimana nel Mar Rosso. Sappiamo che questa zona non è mai stata abbandonata completamente dalle compagnie, vista la necessità di passaggio durante gli spostamenti verso l'Oriente, l'Oceano Indiano e, soprattutto, gli Emirati Arabi, ma era da tempo che non venivano più proposte crociere round-trip esclusivamente dedicate ad Egitto, Israele e Giordania (dunque senza mai oltrepassare Suez).

1506051.jpg


Non sono molti gli itinerari in quella zona e Ponant forse può fare da apripista. Tralasciando la vicenda Regeni, il Paese è ormai, tutto sommato, stabile e il turismo internazionale via terra sta lentamente crescendo, seppur sia ancora molto lontano dai livelli del di 7/8 anni fa.
Quanto dovremo aspettare ancora perché vi si torni in massa anche via mare?
Intanto Ponant mi sta facendo sperare.

Le cifre di Ponant sono quelle, a meno di qualche offerta , il segmento e la fascia di mercato si pone su un livello superiore.
Dall' immagine postata vedo che , pur essendo un'itinerario di tutto rispetto esclude Sinai e la zona più a nord ( Cairo ), segno che ancora non ci sono buone certezze per una programmazione più stabile.

Itinerario comunque splendido se la vogliamo dire tutta! Ho ricordi molto piacevoli di quelle zone, spero di potervi ritornare al più presto.


Aggiungerei se fossi io a programmare di dedicare maggior tempo ad alcuni scali...Petra ad esempio , prolungando lo scalo e pernottando una notte in modo da dare più spazio a questa località, troppo mordi e fuggi....se poi si aggiungesse un giorno, ancor meglio il deserto rosso del Wadi Rum è una meta da non trascurare!


16fc94b5cd1223f4e2f01cd0cd1aea35.jpg





Non sarebbe male se nella normale programmazione, si inserisse ad esempio una o due crociere di durata superiore ai 7 giorni, magari 10 per dare modo a chi ne è veramente interessato, una visione dei luoghi più completa....tutto ciò in riferimento a qualsiasi Compagnia di crociera e non solo Ponant.

Una considerazione su quanto ci sia di bello in queste terre non ancora del tutto svelate. L'Egitto ha immensi tesori che stanno affiornando dalle sabbie del deserto, non so se seguite, nuove importanti scoperte archeologiche che aprono ai misteri di questa civiltà.
Spero nella lungimiranza del governo di questa terra, che sappia finalmente garantire sicurezza ed aspettative di vita migliore al suo popolo.
 

Ultima modifica:

Articdream

New member
Mi trovate pienamente d'accordo. Le grosse navi, benché l'itinerario sia alettante dubito che si riescano a riempire e quindi credo che le più " piccole" siano più indicate in tal senso....e fortunatamente ce ne sono ancora in giro.

Forse ancora incerta come proposta per le ovvie ragioni di sicurezza, tranne il consueto transito attraverso il canale di Suez nelle crociere a lungo raggio.
Sarei ben felice se, i programmi di MSC sul nuovo segmento di navi in progetto, favoriscano l'inserimento di questa zona.



Le cifre di Ponant sono quelle, a meno di qualche offerta , il segmento e la fascia di mercato si pone su un livello superiore.
Dall' immagine postata vedo che , pur essendo un'itinerario di tutto rispetto esclude Sinai e la zona più a nord ( Cairo ), segno che ancora non ci sono buone certezze per una programmazione più stabile.

Itinerario comunque splendido se la vogliamo dire tutta! Ho ricordi molto piacevoli di quelle zone, spero di potervi ritornare al più presto.


Aggiungerei se fossi io a programmare di dedicare maggior tempo ad alcuni scali...Petra ad esempio , prolungando lo scalo e pernottando una notte in modo da dare più spazio a questa località, troppo mordi e fuggi....se poi si aggiungesse un giorno, ancor meglio il deserto rosso del Wadi Rum è una meta da non trascurare!


16fc94b5cd1223f4e2f01cd0cd1aea35.jpg





Non sarebbe male se nella normale programmazione, si inserisse ad esempio una o due crociere di durata superiore ai 7 giorni, magari 10 per dare modo a chi ne è veramente interessato, una visione dei luoghi più completa....tutto ciò in riferimento a qualsiasi Compagnia di crociera e non solo Ponant.

Una considerazione su quanto ci sia di bello in queste terre non ancora del tutto svelate. L'Egitto ha immensi tesori che stanno affiornando dalle sabbie del deserto, non so se seguite, nuove importanti scoperte archeologiche che aprono ai misteri di questa civiltà.
Spero nella lungimiranza del governo di questa terra, che sappia finalmente garantire sicurezza ed aspettative di vita migliore al suo popolo.

Scali di crociera= soldi.
Quando le crociere effettuavano gli scali portavano molta moneta pregiata e l'economia fioriva. Le crociere avevano sollevato molta gente dalla povertà. Bastava che ciascun crocierista spendesse qualche decina di euro in ciascuno scalo per diffondere un minimo di benessere. Per anni non c'è stato più niente.
 

capricorno

Super Moderatore
La mia ultima visita in questi luoghi risale alla primavera 2013, già vi era aria di decadimento in quelle strutture che solo pochi anni prima erano un gioiello e segnavano l'eccellenza del Paese.. A Luxor ho visto scene di inaudita povertà mi son chiesta, se lì la situazione era palese ai miei occhi, come poteva essere in luoghi meno noti ed isolati dell'Egitto. Sul Nilo, intere flotte di battelli a marcire ferme nell'acqua , la nostra stessa guida turistica dopo di noi, aveva pochi altri contatti di lavoro....una situazione allo stremo.
 

Ultima modifica:

Blueyes

Active member
Chissà.... magari nel medio termine oltre al Mar Rosso una Compagnia crocieristica potrebbe vedere più in là e "apparecchiarsi" anche per le crociere fluviali nell'Alto Egitto (che è il contrario dell'Italia, quindi Egitto del sud).

Sarebbe un toccasana per l'economia, garantito!
 

Top