• Benvenuto\a sul forum di Crocieristi.it, la più grande community italiana sulle crociere.

    Prendi confidenza con il forum leggendo le discussioni presenti, o ricerca l'argomento che più ti interessa attraverso l'apposito form. Per partecipare al forum è necessario registrarsi, ovviamente la registrazione è gratuita e non obbligatoria, non registrarti se per te non è davvero utile. Per eseguire eventuali cancellazioni il tempo previsto è di una settimana.

    Ricorda che il regolamento vieta l'uso di due o più nickname differenti relativi alla stessa persona. Se nel frattempo hai cambiato l'indirizzo e-mail di registrazione contattaci attraverso questo form e specifica il tuo problema assieme alla tua username, la tua vecchia e-mail ed il tuo nuovo indirizzo.

    Hai dimenticato la password? clicca qui

    Per qualsiasi problema TECNICO puoi contattare lo Staff attraverso questo form spiegando DETTAGLIATAMENTE il tuo problema
  • Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio ed i cookie stessi.
  • Ospite, seguici anche sui social!
    Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su YouTube

  • Ti andrebbe di condividere sui social, assieme a noi, le tue fotografie ed i tuoi video? Clicca qui!

  • Ciao Ospite e benvenuto su Crocieristi.it, siamo davvero felici di averti a bordo!

    ti invitiamo a leggere il regolamento per una migliore convivenza con gli altri utenti (clicca qui) mentre qui trovi qualche dritta sull'utilizzo del forum

    e poi... che ne dici di presentarti? Clicca qui per accedere alla sezione "il mio primo messaggio" ed apri un nuovo argomento!

Le perle del Caribe 26/03/2016 - 02/04/2016

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

LEO02

New member
26/03/2016
Finalmente il gran giorno è arrivato: si parte!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Alle 05,00 ci presentiamo al banco Alitalia con tutti i nostri bagagli, imbarchiamo quelli da stiva che verosimilmente riceveremo stanotte direttamente in cabina (speriamo), ci avviamo speditamente al check in e alle 07,00 partiamo alla volta di Roma (franchigia bagagli 20kg stiva+ 5kg bagaglio a mano p.p.).
Volo perfettamente in orario, in Aeroporto triboliamo un po tra controllo documenti, bagagli a mano, trasferimento al Terminal 3 da dove partirà il charter Alitalia per Pointe a Pitre.
Dopo le varie peripezie arriviamo al gate assegnato e scopriamo che partiremo in ritardo di circa 45 mn a causa del fatto che dobbiamo attendere il volo da Catania in ritardo e con il quale arriveranno 10 passeggeri.
Il ritardo si riduce a mezz’ora e alle 11,30 partiamo.
L’aereo, un A330 della flotta Alitalia, è praticamente nuovo, pulitissimo, ci viene fornito un kit contenente una piccola coperta di pile ed un cuscino. L’intrattenimento fornito dai monitor installati in ogni sedile è eccellente per la quantità di film, documentari e altri programmi a disposizione. Il tempo a bordo scorre tranquillamente tra un film, un po di libro, il pranzo, il personale di bordo molto gentile e premuroso che continuamente ti chiede se hai bisogno di qualcosa. Il volo è perfetto, nessuna turbolenza.
Alle h. 16,00 locali (h. 21,00 nostre) atterriamo a Pointe a Pitre, cielo nuvoloso e leggere pioggerellina ma caldo umido tipicamente caraibico che ti investe appena metti piede nella scaletta, facciamo un rapidissimo controllo documenti, bagagli e ci indirizzano verso i parcheggi dove ci sono i bus che Costa ha predisposto per il trasferimento in nave. Smistati velocemente sui bus partiamo e dopo 20 mn siamo sottobordo, qui ci aspetta un nuovo check in e ricontrollo dei bagagli, un po lungo per la verità, anche perché la stanchezza, e anche il caldo, si cominciano a sentire.
Arrivati sulla nave ci rechiamo nella nostra cabina, interna, posta sul ponte 1, comoda, spaziosa quanto basta, linda. Un altoparlante ci informa che alle h. 21,30 avverrà l’esercitazione obbligatoria di abbandono nave, ci riposiamo un po in attesa della sirena che ci avviserà dell’esercitazione stessa, che avverrà puntualissima nei vari ponti, assistita da tutto il personale Costa che dispensa informazioni di ogni tipo. Verso le h. 22,00 ci rechiamo presso il ristorante a noi assegnato e cioè il Duca di Borgogna. Siamo veramente stanchi e pertanto usufruiamo veramente dell’indispensabile, malgra l’offerta e la gentilezza do la gentilezza dei camerieri ed in particolare di Ahmed, assegnato al nostro tavolo. H. 23,00 a letto (sono a questo punto 24 ore che siamo in piedi e siamo letteralmente fuori uso.


27/03/2016

Ci alziamo con calma e facciamo una ricca colazione al buffet del Ristorante Ca D’oro dove è veramente presente ogni tipo di cibo incluso sia nella colazione continentale che in quella mediterranea, oltre a succhi di frutta, bevande e caffè a profusione. Decidiamo di fare un giro in nave, così per cominciare ad orientarci. A prua scopriamo esserci una piccola piscina idromassaggio con acqua calda, sdraio e lettini in gran numero, così decidiamo di metter su i costumi e prendere un po di sole.
Alle 12,00 pranziamo per essere in tempo per le 13,00 allo sbarco a Saint Marteen e godere di un pomeriggio di visita dell’isola.
Puntuali scendiamo e ci rechiamo presso la stazione dei taxi, dove prontamente ci raggiungono i taxisti pronti con le loro offerte per le varie escursioni. Ci guardiamo intorno e facciamo gruppo con delle altre persone per il giro dell’isola, dopo estenuanti trattative spuntiamo €. 25,00 a persona per il giro dell’isola di circa 3 ore e mezza. Il taxista ci parla in francese, è molto gentile e ci mostra qualsiasi cosa incontriamo sulla strada, facciamo prima la parte olandese, ordinatissima, strade molto curate, ville ovunque, il taxisti ci parla un po dei prezzi delle case: esagerate!!!!
Prima tappa Maho Beach famosissima per l’atterraggio degli aerei praticamente sulla spiaggia, ne aspettiamo uno e credetemi è una vera esperienza: l’aereo passa a non più di 10 mt dalle nostre teste!!!!!!!
Continuiamo il nostro giro per l’isola e passiamo da Mullet Bay, oggi è Pasqua ed è affollatissima, così come pure Orient Bay, bellissima, lunghissima, attrezzatissima spiaggia, dove molta gente prende il sole, il mare tira un po, paradiso per i surfisti presenti, stiamo circa una ventina di minuti e ritorniamo al taxi, passiamo da Phillisbourg è tutto chiuso a causa del giorno di festa, pazienza, così rientriamo in nave. L’isola, molto sinceramente, sarà stata la giornata festiva con i negozi chiusi, il cielo coperto, il poco tempo a disposizione, non ci ha preso particolarmente. Abbiamo attraversato piccole frazioni e paesini dove è palpabile la povertà, anche se vissuta, per quello che abbiamo avvertito, in maniera molto tranquilla.
Continuiamo il nostro giro alla scoperta della Costa Favolosa ed assistiamo ad un spettacolo in teatro, cena, altro giretto e poi a nanna.


28/03/2016

Mattinata passata esattamente come il giorno precedente e già il sole sulla pelle comincia a farsi sentire. Alle 13,00 sbarchiamo a La Romana, facciamo gruppo con altre persone italiane, con alcune delle quali resteremo insieme per il resto delle altre escursioni, e dopo le solite trattative contrattiamo il trasferimento per Bayahybe, €. 20,00 a/r a persona da pagare al ritorno dopo il tramonto così siamo sicuri che tornerà a prenderci. Giunti sulla spiaggia, tempo bellissimo, spiaggia a perdita d’occhio, un piccolo faro molto particolare alla punta, la spiaggia è attrezzatissima e veramente bella, veniamo intercettati da un ragazzo che ci porta direttamente da mamma Olga, in pratica l’organizzatrice di tutte le escursioni per Saona. Mamma Olga è deliziosa, parla italiano benissimo e a quell’aplomb tipico di un napoletano (eh eh), dopo estenuante trattativa spuntiamo €. 30,00 a testa per le piscine naturali e Saona. In 20 minuti arriva il barchino che ci carica sulla spiaggia e via, arriviamo alle piscine naturali dopo 20 minuti circa, il mare e bellissimo, calmo, con tutti i colori che possano esistere, ci tuffiamo immediatamente e il ragazzino che accompagna lo scafista si butta in acqua e ci porta delle stelle marine enormi, con le quali facciamo delle bellissime foto, ci viene offerto rum e coca a volontà, ci rimettiamo a bordo dopo una ventina di minuti, e dopo altrettanto tempo siamo a Saona: magnifica, non c’è più quasi nessuno perché gli escursionisti Costa sono già andati via, scopriamo che se si vuole si possono mangiare delle aragoste arrostite al momento dai pescatori, e dopo le solite trattative spuntiamo €. 35,00 per una bella, grossa aragosta accompagnata da patatine e banane fritte compresa una bella birra locale grande inclusa, molto gelata e molto buona, attendiamo e ci mangiamo questa aragosta veramente sublime,il tempo scorre purtroppo è venuta l’ora di ritornare a Bayahibe, dove arriviamo giusto in tempo per assistere ad uno dei tramonti più belli della vita, la luce e i colori si fondono in una alchimia unica, il tempo di comprare un po di souvenir da mamma Olga, compresi i batik molto ma molto belli (contrattate), il taxisti puntualissimo alle 18,00 ci aspetta già al posteggio, e dopo mezz’ora siamo già in nave, stanchi ma felici per la giornata passata.



29/03/2016

Oggi si sbarca a Isola Catalina: una meraviglia.
Alle 09,00 comincia già il trasbordo con le scialuppe di bordo, il personale organizzatissimo in pochissimo tempo ci porta all’isola, sbarchiamo e anziché fermarci nella zona piena di ombrelloni e lettini ci allontaniamo verso le rocce, dove ci sistemiamo sotto una palma per il resto della giornata, che scorre tra bagni continui, passeggiate, un po di shopping, il pranzo dove Costa da sfoggio di grande organizzazione e maestria: in pratica tutta la nave si trasferisce a terra, tutto compreso, in pochissimo tempo riusciamo a mangiare, malgrado sia presente veramente tanta gente, il menù non è altrattanto vario come in nave, ma sfido!!!!!!!!!!!!!!
Il pomeriggio lo passiamo all’ombra e malgrado tutto siamo completamente carbonizzati!!!!!!!!!!!!!!
Il tempo è stato bellissimo, il sole sempre a picco, il mare caldo e accogliente, il blu del cielo si fonde con l’azzurro del mare e la nostra nave sempre di fronte che ci aspetta.
Alle 16.30 ritorniamo a bordo, doccia e in giro per la nave a vedere lo spettacolo in teatro, il cinema 4D (consiglio di andarci è veramente una esperienza). Cena, giretto e nanna




30/03/2016

Oggi visitiamo st Kitts, la mattina ce la prendiamo comoda, tanto lo sbarco sarà alle 13,00, ora in cui ci vediamo col solito gruppetto e col quale andiamo alla stazione dei taxi, dopo la solita estenuante trattativa spuntiamo €. 15,00 a testa per il giro dell’isola (siamo in 10), il taxista ci porta in giro per la cittadina, caotica e un po sporca, dopo ci rechiamo a Romney Manor e Caribelle Batik, stabilimento industriale (si pagano 2 dollari per entrare) dove producono direttamente i tessuti batik del luogo, veramente belli, e dove si può assistere alla fase della decoratura da parte delle lavoratrici, nel negozietto adiacente compriamo qualche bel batik (a prezzi per la verità non tanto economici), la cosa bella è che questa fabbrica è inserita in una foresta tropicale veramente stupenda e dove si possono fare delle escursioni naturalistiche. Continuiamo il nostro giro ed arriviamo a Thimoty hIll, famoso perché dall’alto si ammira un istmo dove da un lato c’è l’oceano atlantico molto mosso e dall’altro invece il mar dei Caraibi, tranquillissimo, veramente suggestivo, il posto merita veramente. Ritorniamo al nostro taxi ed è già l’ora di imbarcarsi. Spettacoli vari a bordo, cena


31/03/2016

Oggi si visita Antigua, volevamo poter fare nello stesso giorno il bagno con le razze al mattino e la visita in elicottero dell’isola nel pomeriggio, purtroppo per questione di orari non riesce a fare tutto e optiamo di fare nel pomeriggio con Costa il giro in elicottero.
Di mattina ci aggreghiamo col solito gruppo e spuntiamo con 20 euro a testa il taxi intera giornata per loro, mentre per noi con lo stesso prezzo alle 13,00 abbiamo il trasferimento alla nave.
Ci facciamo portare prima a Jolly Beach, dista solo 15 mn dal porto, la spiaggia è immensa, non c’è quasi nessuno complice anche il fatto che il cielo non promette nulla di buono e infatti il sole ogni tanto si fa desiderare, la sabbia è bianchissima e costituita da un’immensità di conchiglie e pezzi di corallo, si avvicina un ragazzo e ci da per 5 dollari 2 lettini e un ombrellone per 1 ora e mezza, facciamo dei bei bagni e una lunga passeggiata, ci sono delle ville veramente belle tutt’attorno la spiaggia, il mare, quando spunta il sole, ha dei colori indefiniti e la luce quasi abbaglia, facciamo una miriade di fotografie.
Ritorniamo al posteggio e il tassista ci porta poco più avanti a Valley Church Bay, anche questa spiaggia merita, è un po più piccola ma merita altrettanto.
E’ venuta l’ora di ritornare in nave, dove veniamo lasciati alle 13,00, pranzo e alle 14,30 ci viene a prendere il taxi che ci porta all’eliporto, dopo un 20 minuti passati tra un breve breefing e una piccola attesa, arriva il nostro elicottero!!!!!!! Che esperienza, il tempo di prendere posto e siamo già in aria, il pilota tramite le cuffie ci spiega i vari posti che ci fa vedere, ogni tanto fa qualche manovrina giusto per tenerci sulle spine, si abbassa a pelo d’acqua, sfiora qualche collina, ci fa vedere la barriera corallina, le varie spiaggie piene di ville faraoniche, panfili stratosferici ormeggiati quasi sotto costa, indescrivibile, sicuramente una esperienza da provare, è stato talmente entusiasmante che ci siamo subito dimenticati del costo stesso dell’escursione. Il volo dura circa mezz’ora, e veniamo riaccompagnati sottobordo, dove facciamo un giro per il piccolo mercatino alla ricerca di qualche bel souvenir da comprare, invano. Saliamo, doccia, spettacoli, cena, a nanna.
Antigua sicuramente merita una visita successiva magari di qualche settimana.

01/04/2016

Oggi Martinica, è stata la meta del il nostro viaggio di nozze appena 34 anni fa, scopriamo un’isola completamente diversa da come l’avevamo vista: in pratica un pezzo di Francia trapiantata in mezzo al mare delle Antille, autostrade, centri commerciali, rotonde, ne fanno una città moderna e efficiente, non il piccolo villagio di cui conservavamo ricordo. Col solito gruppo ci rechiamo alla stazione dei taxie sempre dopo le estenuanti trattative decidiamo di farci portare in una spiaggia bianca a sud (l’isola è vulcanica e le spiaggie sono quasi tutte di sabbia nera), la scelta ricade su Sainte Luce, spiaggia molto grande frequentata quasi esclusivamente dai locali (non vediamo altri turisti), attrezzata, con dei localini dove si può mangiare cucina creola, c’è una bella vegetazione, il tempo purtroppo non è dei migliori, pazienza, facciamo il bagno e decidiamo di pranzare in un localino sulla spiaggia, il Tam tam Beach, ci prendiamo il tavolino proprio con i piedi nell’acqua e ordiniamo il pesce arrosto. Favoloso!!!!!!ci portano 2 pescioni enormi appena passati alla brace con vari contorni, 2 belle gelate birre, ci deliziamo per una buona mezz’ora al costo complessivo di 30 euro. Si fanno le 14,00 il taxista ci riporta sottobordo, cerchiamo inutilmente un altro taxi per potere sfruttare io pomeriggio, finalmente grazie all’aiuto di un ragazzo locale, troviamo un altro taxi che ci porterà per 15 euro a persone (eravamo in 4) al jardin de Balatà: una sorta di paradiso terrestre incastonato in mezzo ad una foresta tropicale nelle colline che sovrastano Fort de France, c’è per fortuna poca umidità e ci godiamo la bellezza del giardino, dei vari alberi, dei fiori strani, del canto degli uccelli che quasi stordisce, sono 13,00 euro spesi benissimo, ne vale realmente la pena, stiamo dentro fino alle 18,00 solo perché è orario di chiusura, il taxista ci accompagna sottobordo, felici.
Serata passata al solito. Dobbiamo preparare i bagagli, domani si parte, bisogna porre le valigie fuori dalla cabina entro un certo orario, quindi preparare il bagaglio a mano considerando che i bagagli il giorno dopo non ci saranno più e allora metteteci costume, asciugamano, cambio insomma organizzatevi.



02/04/2016

Oggi si parte, ma organizzandosi si può andare a vedere la spiaggia più bella di Guadalupe: Les Caravelles.
Scendiamo presto e dopo la solita trattativa spuntiamo 15 euro per andare e tornare a persona dalla spiaggia in tempo per partire. In 20 minuti arriviamo e complice un acquazzone terribile, restiamo dentro il taxi. Dopo 5 minuti aveva smesso e siamo andati in spiaggia: si proseguie per la stradina non asfaltata e in 5 minuti si è al Club Mediterranee utilizzatore della spiaggia in questione, ci sono dei lettini che si possono prendere senza pagare, meraviglia, peccato per il sole che fa capolina, ma il posto è meraviglioso, le palme dentro l’acqua, sabbia finissima e quasi impalpabile, restiamo fino alle 12,00 fino a quando ci viene a prendere il taxista, saliamo a bordo, doccia al lido dell’Ondina, riprendiamo il nostro bagalio a mano lasciato al Casino e facciamo l’ultimo pranzetto a bordo, alle 14,30 prendiamo i bus per l’aeroporto, dopo un’estenuante controllo passeggeri e bagagli riprendiamo il nostro aereo che dopo solite 9 ore ci sbarca a Roma. Il volo, così come quello dell’andata, fila via liscio, stesso aereo, stesso equipaggio, stesso trattamento.


CONSIDERAZIONI

1. Vacanza da consigliare assolutamente.
2. Costa crociere veramente super, il personale di cabina, i camerieri, la pulizia, la qualità del cibo, la cordialità di tutto il personale, gli svaghi, la qualità degli spettacoli, la varietà offerta dai vari bar, tutto realmente al massimo.
3. Tranquilli, le escursioni, quantomeno quelle che non prevedono delfini, elicotteri o particolari situazioni, si possono tranquillamente fare con il classico “fai da te”, ad ogni scalo vedrete dei cartelli che vi segnalano le stazioni taxi, fate gruppo anche con estranei e tirate sui prezzi, è come stare in un suk arabo, tirate ed otterrete delle tariffe molto concorrenziali.
4. A Bayahybe andate a colpo sicura da mamma Olga, vi organizza la migliore escursione per Saona, e poi è tanto ma veramente tanto simpatica.
5. A bordo regna realmente un’ atmosfera molto rilassata, l’abbigliamento è veramente molto informale, anche nelle serate di gala, quindi non state a preoccuparvi di portare abiti elegantissimi o di dover seguire una certa forma, tutto avviene nella massima tranquillità e rilassatezza.
 

girogio

New member
Ottimo resoconto, ma hanno tolto la tappa alle isole vergini?

Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk
 

cremino.je

New member
Interessante , foto .?per colazione continentale intendi anche le uova e la pancetta al buffet?
 

Ultima modifica:

LEO02

New member
Complimenti Leo! Ottimo resoconto. E le foto?

Cara Barbara, ti ringrazio per i complimenti, per le foto, purtroppo, faccio parte di quella generazione che non ha particolare dimestichezza con le procedure telematiche, allora le ho tutte sul desktop in una cartella, come faccio a mandarle?
 

chicca71

New member
Hai provato a leggere la sezione apposita del sito? Vai su ricezioni utenti poi aiuto e problemi e tra i vari argomenti troverai aiuto caricamento foto. Io ho letto quella e prova e riprova alla fine ho capito come caricarle.
 

girogio

New member
In poche parole:
Se vuoi trasferirle dal PC devi prima caricarle su un sito di condivisione (io uso Flickr per esempio) da cui estrarre l'url e postarlo come fosse la foto oppure scaricando l'applicazione Tapatalk si può interagire col forum Crocieristi e molto più semplicemente allegarle direttamente.

Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk
 

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top