• Benvenuto\a sul forum di Crocieristi.it, la più grande community italiana sulle crociere.

    Prendi confidenza con il forum leggendo le discussioni presenti, o ricerca l'argomento che più ti interessa attraverso l'apposito form. Per partecipare al forum è necessario registrarsi, ovviamente la registrazione è gratuita e non obbligatoria, non registrarti se per te non è davvero utile. Per eseguire eventuali cancellazioni il tempo previsto è di una settimana.

    Ricorda che il regolamento vieta l'uso di due o più nickname differenti relativi alla stessa persona. Se nel frattempo hai cambiato l'indirizzo e-mail di registrazione contattaci attraverso questo form e specifica il tuo problema assieme alla tua username, la tua vecchia e-mail ed il tuo nuovo indirizzo.

    Hai dimenticato la password? clicca qui

    Per qualsiasi problema TECNICO puoi contattare lo Staff attraverso questo form spiegando DETTAGLIATAMENTE il tuo problema
  • Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio ed i cookie stessi.
  • Ospite, seguici anche sui social!
    Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su YouTube

  • Ti andrebbe di condividere sui social, assieme a noi, le tue fotografie ed i tuoi video? Clicca qui!

  • Ciao Ospite e benvenuto su Crocieristi.it, siamo davvero felici di averti a bordo!

    ti invitiamo a leggere il regolamento per una migliore convivenza con gli altri utenti (clicca qui) mentre qui trovi qualche dritta sull'utilizzo del forum

    e poi... che ne dici di presentarti? Clicca qui per accedere alla sezione "il mio primo messaggio" ed apri un nuovo argomento!

MSC ARMONIA - Isole Greche 11-18 Settembre 2022 - La mia esperienza in dettaglio [love, issues, ..]

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Miryam

Well-known member
Io ne ho fatti tanti di diari ,ma questo supera al 100% la diversità.
E' molto piacevole leggerlo, i miei complimenti.

Ti seguo.....
 

prof

Staff Member
Diario intrigante e pieno di dettagli psicologici e di introspezione, una bella prova anche di scrittura con i cliff hanger messi al posto giusto
 

Luca*

Active member
Diario intrigante e pieno di dettagli psicologici e di introspezione, una bella prova anche di scrittura con i cliff hanger messi al posto giusto
Questo è veramente ciò che rende il diario unico. Complimenti anche per saper esternare pubblicamente i tuoi sentimenti e le tue sensazioni
 

tiziana52

Member
''Il tempo scorre piu' del mare'' é un pensiero bellissimo.
In tanti anni di Forum e pagine varie,non avevo mai letto un Diario del genere.
Scrivi e spieghi perfettamente,aspetto con ansia la prossima...puntata.
(però questa Ragazza Argentina...non va non va)!! Cerca altrove!
 

SESTO GIORNO, NAVIGAZIONE

Buongiorno mare, oggi non ci sono escursioni e voglio coccolarmi un pochino come si deve. Forse e' meglio scordarla per un po'.

Colazione e torno in camera per prendere il costume, la piscina mi aspetta. Costume verde fluo tanto per cambiare (ed anche perche' l'ultimo rimasto). Non appena arrivo sul ponte 11 la situazione sembra chiara, tutti hanno avuto la stessa idea. C'era da aspettarselo, ma non avevo voglia di svegliarmi presto per piantare bandiera.

Inizio il mio giro rituale intorno alla piscina in cerca di un posto libero.

Il mio sguardo incrocia la muchacha. Sua madre e' seduta sul bordo piscina mentre lei e' riuscita ad ottenere uno sdraio, legge delle parole crociate in Spagnolo. Gli chiedo com'e' andata ad Atene, se si sono divertiti. Mi dicono che hanno visto in autonomia piu' o meno le stesse cose, e che ieri sera erano andate a letto presto per riposare perche' stanche.

Cambio argomento e gli svelo il mio programma del giorno: una sessione di massaggi e sauna per rilassarmi come si deve, sono in vacanza e credo di essermeli meritati!

"La vita e' bella per questo ragazzo", dice la madre alla figlia.

Mi avvio verso il beauty center ed incontro il passeggero dell'Arena di Verona, approfitto per chiedere se ha provato i massaggi balinesi. Mi dice che sono fantastici e che valgono assolutamente la pena. Continuo la strada verso il benessere, e' vicino, manca poco. Arrivato alla reception mi dicono che il primo posto disponibile e' alle 15:30, ci rimango un pochino di sasso, non credevo ci fosse cosi tanta coda anche per i massaggi. Poco importa, tanto non ho fretta.

Tornato a bordo piscina mi lascio trasportare dall'animazione e dai giochi sulla pista. Parte un trenino di persone, mi aggrego ed in modo piu' o meno volontario partecipa anche la ragazza, o meglio accompagno inaspettatamente le sue braccia al primo "vagone" libero. Non so dire se fosse estremamente timida, ad ogni modo si e' divertita.

La prossima attivita' e' una lezione di ballo. Improvviso qualcosa anche se non posso competere con una Sud Americana che si muove in modo molto armonioso. Ad ogni modo mi diverto, si gira spesso per guardarmi.

Dopo un veloce pranzo al buffet, mi accodo per un gioco con la palla. Bisogna centrare il buco giusto calciando una palla morbida, non sembra difficile. A meta' coda decidono di avvicinare i giocatori perche' nessuno riesce a fare goal, e' quasi il mio turno. Rete al primo colpo. Mi invitano a scrivere il mio nome ed il mio numero di cabina su un foglio, per l'estrazione di un qualche premio. Non sapro' mai se ho vinto. E' l'ora del trattamento, meglio non arrivare tardi per il massaggio.

E' la prima volta che ricevo un massaggio professionale, non so benissimo cosa devo fare. Entrato nella stanza, mi accoglie la Beauty Advisor e mi consegna uno slip monouso dicendo di togliere tutto il resto. Esce dalla stanza e provo a mettere in tutti i versi lo slip, e' molto stretto e non copre completamente. La signorina rientra e mi fa accomodare sul lettino, coprendomi con un asciugamano. L'esperienza devo dire che e' stata molto bella e rilassante. E' partita da un massaggio alle gambe, sopra e sotto l'asciugamano, per passare poi a braccia, schiena (la mia preferita) e collo. 30 minuti di puro benessere. Mi sono alzato completamente sciolto, mi sentivo quasi un altra persona. Terminato il tempo mi viene lasciata un'offerta di 50 minuti di massaggio a 40 euro per il giorno successivo. Mi sembra molto valida, ma purtroppo devo declinare, ho altri programmi per l'indomani. Ringrazio dicendo che e' stato veramente fantastico. Durante il massaggio riuscivo a non pensare ne al passato ne al futuro, solo al presente, a godermelo al meglio.

E' ora la volta della sauna, scopro felicemente che e' l'accesso completo alla SPA. All'interno non trovo orologi, e non avendone alcuno con me, mi sento in qualche modo giustificato a stare fino a rimozione forzata. All'interno della sauna conosco altre tre persone con cui scambio qualche chiacchiera, una giovane mamma ed una coppia. Il calore espelle le tossine dal corpo, mi sento in grande forma. Dopo aver terminato il ciclo ed un po di area relax vista mare, torno verso bordo piscina.

Trovo uno sdraio proprio vicino alle Argentine. Mi dicono "che bel goal che hai fatto" e mi chiedono come e' stato il massaggio.

Parlare lingue differenti causa un po di complicazioni, la ragazza non conosce molto l'inglese e parzialmente intiende l'Italiano. Spesso parlavo alla madre che traduceva poi per la figlia. La ragazza poco dopo si avvia verso la palestra, mentre io decido di ingannare il tempo con un idromassaggio.

La giornata procede tranquilla ed il sole lentamente scende sotto l'orizzonte, una brezza si alza sul ponte ed il mare comincia le sue danze.

[CONTINUA...]
 

@marilù le avevo proposto l'idromassaggio, decantandolo come un esperienza unica da provare assolutamente. Forse l'occhio vigile materno le creava imbarazzo? Non credo lo sapremo mai.

Grazie ancora a tutti per il supporto morale e l'interesse, sono veramente onorato di condividere con voi la storia della mia crociera.
A presto con il prosieguo.
 

Ultima modifica:
"La crociera e' ormai luogo di perdizione e di peccato, guardati intorno! Avidita' nei casino', Gola nei buffet, Lussuria tra le cabine, Ira tra i passeggeri, l'Invidia dilaga su ogni ponte! Il loro peccato e' molto grave. Alzati ed esci da questa stanza, perche' sto per distruggere la nave! Non guardare indietro e non fermarti, nuota piu' in fretta che puoi per non essere travolto!"

La nave inizio' a tremare. Noo, Nooooooo, e mi svegliai di soprassalto nel cuore della notte.

SETTIMO GIORNO, MEDJUGORJE

Il mare mosso e la suggestione possono giocare brutti scherzi. Sopratutto alla vigilia di una tappa importante e scoperta per caso, o per destino. Al momento della mia prenotazione non avevo idea che ci fosse tale escursione. Torno a dormire fino a che non suona la sveglia.

Ecco, ora ci siamo, e' l'ora programmata. Oggi comunque ci si sveglia presto perche' si parte alle 7.45 e non voglio rischiare di perdere il gruppo. E' una giornata impegnativa ed 8 ore di escursione ci aspettano.

Al teatro La Fenice, punto di ritrovo, sono tra i primi. Mi viene consegnato un lunch-box con una bottiglietta d'acqua da mezzo litro, dei panini e un dolcetto. Bevo molta acqua e avrei preferito una bottiglia da un litro, il convento passa questo pero', pazienza.

Saliti sul pullman parte la conta, siamo 43, il gruppo e' al completo. Mentre viaggiamo alterno spiegazioni a pisolini, la sveglia particolarmente mattutina ed una notte turbata richiedono al mio corpo un piccolo recupero. Il viaggio e' lungo, 2 ore, che pero' passano rapidamente e prevedono una piccola sosta ad un autogrill. Prima pero' ci vengono chiesti i documenti alla frontiera. La nostra destinazione non e' in Croazia, ma in Bosnia Erzegovina, fuori dall'Unione Europa. Sara' meglio disattivare il roaming sul telefono.
Un Marco Convertibile, la moneta della Bosnia Erzegovina, vale mezzo euro. Queste rendera' le conversioni molto semplici. Caffe' e cornetto a meno di due euro, mica male.

Arriviamo di fronte alla collina delle apparizioni, una salita piena di pietre appuntite rossastre che contribuisce a creare un atmosfera di penitenza. Chi non puo' affrontarla si ferma alla croce blu, ai piedi della collina. Si respira un clima di unione e di preghiera.

Vi assicuro che le sneakers bianche non sono l'ideale per questo luogo, io avevo messo nella valigia delle scarpe leggere da trekking. Molte persone erano pero' scalze in segno di sacrificio e devozione.

Arrivati alla statua della Madonna ci ritiriamo in preghiera.

LTZ07446.jpg

Dopo aver guardato negli occhi la statua mi giro a sinistra e vedo una signora vestita da suora. Ero sicuro che un attimo prima non ci fosse. Devo ancora essere suggestionato.

Si apre il cielo e la pioggia inizia a cadere, come a volerci simbolicamente purificare. La guida ci incita a scendere rapidamente.

L'aspro terreno si trasforma infatti rapidamente in una saponetta che non perdona. Una pellegrina purtroppo scivola. Nulla di grave per fortuna. Quando il tempo non e' clemente la salita e' preclusa ed e' solo possibile arrivare alla croce blu.

La pioggia incalza, non e' possibile proseguire fino al pullman. Cerchiamo riparo presso un bazar posto ai piedi della collina.
Qualche minuto ed il peggio e' passato. Cosi come e' arrivata, se n'e' andata. Torniamo all'autobus.

Prossima tappa la statua del Cristo Risorto. Non abbiamo tanto tempo e mangiamo mentre camminiamo per il centro. Alcuni pellegrini raccolgono in un fazzoletto il liquido dal ginocchio della statua.

Mi dirigo presso un negozio di souvenir e compro due medagliette con la madonna, non arriveranno a casa.

Una breve visita alla chiesa di San Giacomo ed anche questa giornata sembra giungere al termine.
In pulmino un rosario dondola sul cruscotto, la guida intona un'Ave Maria.

Rientrati in nave con una maggiore presa di coscienza spirituale, torno alla mia cabina. Un nuovo opuscolo sul letto: grazie per aver viaggiato con noi, vi ricordiamo di lasciare le valigie fuori dalla cabina entro l'una di domani mattina. Piu' o meno diceva cosi'. Il dado era ormai tratto. Mi mancava solo una cosa da fare.

Volevo salutare le persone che avevano reso il mio viaggio speciale, e spero che i lettori di questo diario concordino che non e' stato normale neanche un po'.

Ceno al buffet mettendo da parte, per un ultima sera, i corretti limiti di abbuffamento. Girando tra i ponti incontro la famiglia conosciuta a Mykonos, gli avevo raccontato delle mie intenzioni di visitare Medjugorje e adesso avevo qualche altro dettaglio da raccontargli. Al termine gli dono una medaglietta e gli auguro un buon proseguimento e rientro a casa.

Il resto della serata passa freneticamente tra i ponti, avevo ancora una persona da salutare.

Arrivano le 23 e sconfitto mi avvio verso la mia cabina. Lo staff mi saluta per nome, un peccato dover tornare a terra proprio ora che iniziavo a conoscere un pochino di persone. Il rifacimento della valigia e' sempre un po' triste, avevo sistemato cosi bene tutti i vestiti negli armadi.

E' quasi mezzanotte e sono in mutande a finire di impacchettare tutto.

Bussano insistentemente alla porta. Security! Tutti fuori!

[CONTINUA..]
 

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top