• Benvenuto\a sul forum di Crocieristi.it, la più grande community italiana sulle crociere.

    Prendi confidenza con il forum leggendo le discussioni presenti, o ricerca l'argomento che più ti interessa attraverso l'apposito form. Per partecipare al forum è necessario registrarsi, ovviamente la registrazione è gratuita e non obbligatoria, non registrarti se per te non è davvero utile. Per eseguire eventuali cancellazioni il tempo previsto è di una settimana.

    Ricorda che il regolamento vieta l'uso di due o più nickname differenti relativi alla stessa persona. Se nel frattempo hai cambiato l'indirizzo e-mail di registrazione contattaci attraverso questo form e specifica il tuo problema assieme alla tua username, la tua vecchia e-mail ed il tuo nuovo indirizzo.

    Hai dimenticato la password? clicca qui

    Per qualsiasi problema TECNICO puoi contattare lo Staff attraverso questo form spiegando DETTAGLIATAMENTE il tuo problema
  • Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio ed i cookie stessi.
  • Ospite, seguici anche sui social!
    Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su YouTube

  • Ti andrebbe di condividere sui social, assieme a noi, le tue fotografie ed i tuoi video? Clicca qui!

  • Ciao Ospite e benvenuto su Crocieristi.it, siamo davvero felici di averti a bordo!

    ti invitiamo a leggere il regolamento per una migliore convivenza con gli altri utenti (clicca qui) mentre qui trovi qualche dritta sull'utilizzo del forum

    e poi... che ne dici di presentarti? Clicca qui per accedere alla sezione "il mio primo messaggio" ed apri un nuovo argomento!

Nave da crociera salva profughi

maluc

New member
concordo con te Tiziano, io abito in un paese. C'è pieno di questi nullafacenti, tutti con lo smartphone, seduti al bar... li chiamano profughi..... io li chiamo parassiti di stato.
 

Adrisessanta

Well-known member
Già questi numeri sono falsati, tanto per iniziare, da una semplice considerazione, ovvero che se un mafioso cerca di ammazzare un Tizio o se un drogato fa una piccola rapina da una parte c'è sempre una scappatoia di legge, anche solo quella che ha una famiglia, per mandarlo a casa..
E quindi la 'popolazione' carceraria si compone solo di poveracci che non hanno nessuno a cui attaccarsi..
Peraltro alcuni 'piccoli' reati neanche vengono inseriti nei casellari giudiziari e quindi nelle statistiche..

Guarda che la scappatoia di legge esiste per l'italiano come per lo straniero. Inoltre, le carceri straboccano talmente tanto che non ci vai per una semplice rapina. E anche questo vale sia per l'italiano che per lo straniero.

Questa è semplicemente una 'scelta'.. poco tempo fa a Roma un Italiano impazzito, di famiglia molto ricca, ha ucciso a colpi di coltellate una signora Rumena e poi è stato a sua volta ucciso dalla Polizia..
La prima notizia fu che un Rumeno aveva ucciso una Italiana, ed un secondo dopo i telegiornali locali erano pronti a scatenare la caccia al Rumeno, mezzora dopo, saputa la verità la notizia è stata prima ridimensionata, passando da un 'UN RUMENO' ad 'un matto', ma fino a prova contraria anche se fosse stato Rumeno sempre matto era, poi fatta sparire in meno di tre giorni..

Giusto. Ma mi stai citando UN caso. Tutto il resto delle cronache quotidiane, qualora non siano state smentite rimangono a testimonianza di chi ha perpetrato omicidi, stupri, rapine, furti ecc e "casualmente" in tutto ciò, nella maggioranza dei casi, c'è lo zampino di stranieri.

La violenza degli stranieri esiste, chi lo nega? Ma prima che arrivassero gli stranieri stavamo meglio? Se è così allora siamo vissuti in due nazioni diverse, visto che la mia era piena di drogati e che ogni giorno c'erano una marea di rapine e violenze..

Drogati, stupratori e rapinatori nostrani ci sono nè più nè meno oggi come allora. Semplicemente ai nostrani se ne sono aggiunti una marea di stranieri che non si fanno scrupoli nello sgozzarti per pochi euro. Dunque sì, secondo me prima dell'arrivo di... facciamo CERTI stranieri (meglio sottolineare che non sostengo che TUTTI gli stranieri delinquono) si stava meglio.


Questa è una bugia, non è vero per niente che sono sottopagati, non lo sono le badanti (che è una realtà che conosco da dieci anni sulla mia pelle) e non lo sono i muratori (conosco almeno tre società che ci lavorano da sempre, e le conosco molto bene)..

No Manlio, non racconto bugie perchè la storia delle badanti l'ho vissuta pure io sulla mia pelle. Mia mamma, ammalata di Alzheimer, è stata assistita per un certo periodo da badanti. Tutto in regola, reclutate tramite un'agenzia che si occupava di tutto, venivano pagate circa 1150 euro al mese (vitto e alloggio compreso) per svolgere la loro attivita che, da contratto, consisteva nell'assistenza continuativa 6 giorni su 7 per 22 ore al giorno della mamma. Trovamene uno/una normale, italiano/a che si sottopone a questa tortura per un pugno di riso!
Dunque, dei miei 1150 euro al mese (strasudati, per l'amor di dio!) la grandissima parte andavano a finire in Ucraina, con buona pace della nostra economia. Mentre loro, grazie a questo sacrificio sono in grado di costruirsi una casa di lusso se solo riescono a resistere per qualche anno a questo tipo di vita.
Per quanto riguarda i muratori, se vuoi ti parlo del caporalato e dello strano movimento a Bergamo di primo mattino di pulmini che caricano stranieri per andare a lavorare in nero a Milano a 6 euro l'ora.

E torno al punto che se fosse vero, fino a prova contraria il lavoro nero è illegale, ma sembra che in Italia la colpa sia di chi ci lavora, non di chi sfugge alle tasse..
Posizione curiosa no?
La colpa non è dello sfruttatore, ma dello sfruttato, che si fa sfruttare e quindi ruba il posto di lavoro a chi non lo fa..
Poteva andar bene nel 1800, ma nel 2014 dovrebbe esistere uno stato che non permette il lavoro nero.. dove sta questo stato?
Nove su dieci vengono da noi solo come passaggio, puntano alla Francia ed alla Germania, se rimangono qui è colpa delle nostre leggi, non uniformi con quelle degli altri paesi, che qui li bloccano..
Ma il problema di fondo rimane sempre lo stesso, se l'Italia è il miglior paese nel quale delinquere un motivo ci sarà pure, o no?

Beh, qui siamo d'accordo. Ed ho pure sottolineato come la colpa sia nostra, nella scelta che facciamo in cabina elettorale.

Se io sono un ladro scelgo l'Italia, e faccio bene.. ma questo non vuol dire che uno straniero è un ladro, altrimenti mafiosi, drogati, estorsori, corrotti, corruttori, padroncini, evasori fiscali, ecc. ecc. sarebbero tutti stranieri..
Forse il problema è che la nazione protegge i ladri, non che i ladri vengono a rubare qui, quale che sia il colore della loro pelle..
E un secondo problema, detto però con cattiveria, è che un evasore fiscale o un corrotto preferiscono pensare che la colpa di ogni guaio è degli stranieri e non loro..

D'accordo pure qui. L'ho detto e lo ripeto: uno straniero che viene in Italia non è automaticamente un delinquente. Ma con questo non possiamo fare il gioco delle tre scimmiette e far finta che siano tutti stinchi di santo e vengano in Italia per portare solo ed esclusivamente benessere a noi.
Purtroppo tra di loro si annidano tanti, troppi delinquenti incalliti e i numeri stanno lì a dimostrarlo ancora una volta se ce ne fosse bisogno.

Bergamo è una città stupenda.. ci ho lavorato con grandissimo piacere (alla funicolare di San Vigilio) ed ho creato un'altra attività con voi (Metropolitana leggera)..
Sinceramente, è sempre un piacere venirci..
Un saluto
Manlio

Manlio, credimi: se ci torni ora ti passa il piacere di starci!
 

F

Felix73

Guest
Personalmente...dò molta più valenza alle statistiche in relazione alle carceri, che non ad estrapolazioni "random" dai giornali di articoli di cronaca.
I grandi numeri...sono numeri....e le proporzioni sono vistose ed hanno un loro significato.

Adrisessanta...conservo un ottimo ricordo dei miei anni Bergamaschi...ed ho abitato per un anno anche in via Quarenghi!!! Ero uno di loro... :D
 

pmanlio

Active member
Giusto. Ma mi stai citando UN caso.

No Adri, te ne cito cinquemila di casi come questo, che non vanno nei telegiornali solo perchè a commetterli sono Italiani..

Dalle mie parti (che non sono proprio i Parioli) le rapine commesse da drogati, i pestaggi tra bande rivali, gli autobus incendiati ecc. ecc. ecc. sono cose commesse da Italiani, il numero di citazioni sulla stampa locale è zero..
E per 'stampa locale' intendo quella della capitale d'Italia non quella di un paesetto sperduto..
Ma appena il protagonista diviene straniero la storia cambia, ed in modo palese..

In più ormai è provato, che esistono siti diffondono sistematicamente false notizie tese a denigrare gli stranieri.. provato e riprovato da inchieste penali non dal vociferare della gente..

facciamo CERTI stranieri (meglio sottolineare che non sostengo che TUTTI gli stranieri delinquono) si stava meglio.

Questo è un altro discorso, nessuno ha mai sostenuto che siano tutti santi..

Mia mamma, ammalata di Alzheimer, è stata assistita per un certo periodo da badanti. Tutto in regola, reclutate tramite un'agenzia che si occupava di tutto, venivano pagate circa 1150 euro al mese (vitto e alloggio compreso) per svolgere la loro attivita che, da contratto, consisteva nell'assistenza continuativa 6 giorni su 7 per 22 ore al giorno della mamma. Trovamene uno/una normale, italiano/a che si sottopone a questa tortura per un pugno di riso!

Ora non so quanto guadagni tu, ma hai detto due cose che mi vedono totalmente d'accordo, una è che sono pagate 1150 Euro, che per un disoccupato Italiano non mi sembrano pochi soldi.. non lo sarebbero neanche per me per dirla tutta..

E con 1150 Euro non si trova un Italiano che voglia farlo, almeno dalle mie parti..
Se un disoccupato pensa che 1150 Euro siano due soldi beato lui, non sono certo gli stranieri che gli rubano il lavoro..
Non ti credere che un operaio Rumeno guadagni quattro soldi, ti assicuro che non è vero..

Quindi il discorso spostiamolo dove va spostato.. sono d'accordo che assistere una persona andrebbe pagato anche 3000 Euro, ma io non le ho, e se permetti una cifra come quella che hai nominato non mi pare poca.. e quindi mezza Italia utilizza badanti straniere.. se queste andassero via domani mattina cosa succederebbe?

Per quanto riguarda i muratori, se vuoi ti parlo del caporalato e dello strano movimento a Bergamo di primo mattino di pulmini che caricano stranieri per andare a lavorare in nero a Milano a 6 euro l'ora.

Movimento che tutti vediamo, ma la polizia no..

Curioso vero?

Ed alla fine si ritorna a bomba, non sono gli stranieri, è un paese non controllato, nulla di più..

Beh, qui siamo d'accordo. Ed ho pure sottolineato come la colpa sia nostra, nella scelta che facciamo in cabina elettorale.


Manlio, credimi: se ci torni ora ti passa il piacere di starci!

L'ultima volta è stato meno di sei mesi fa..

Se vuoi 'tirarti' su il morale ti faccio fare un giretto a Roma, sia in centro che in periferia..

Vedrai che Bergamo diventerà un paradiso..

Tra l'altro stare in mezzo ai Bergamaschi e lavorare con loro (nel mio caso quelli di ATB) è davvero un piacere.. ;)


Felix73 ha detto:
Adrisessanta...conservo un ottimo ricordo dei miei anni Bergamaschi...ed ho abitato per un anno anche in via Quarenghi!!! Ero uno di loro...

Eri un Quarengo???
Che animale è??? :confused:

Un saluto!
Manlio
 

F

Felix73

Guest
Manlio, Adrissessanta sa sicuramente di cosa parlo...pota!! :D

La serietà professionale dei bergamaschi...è veramente una garanzia...confermo.
 

tiziano

Well-known member
concordo con te Tiziano, io abito in un paese. C'è pieno di questi nullafacenti, tutti con lo smartphone, seduti al bar... li chiamano profughi..... io li chiamo parassiti di stato.

Io li chiamo assistiti di stato, stato italiano a cui loro non appartengono, ma hanno più privilegi degli italiani.
 

Adrisessanta

Well-known member
No Adri, te ne cito cinquemila di casi come questo, che non vanno nei telegiornali solo perchè a commetterli sono Italiani..

Dalle mie parti (che non sono proprio i Parioli) le rapine commesse da drogati, i pestaggi tra bande rivali, gli autobus incendiati ecc. ecc. ecc. sono cose commesse da Italiani, il numero di citazioni sulla stampa locale è zero..
E per 'stampa locale' intendo quella della capitale d'Italia non quella di un paesetto sperduto..
Ma appena il protagonista diviene straniero la storia cambia, ed in modo palese..

In più ormai è provato, che esistono siti diffondono sistematicamente false notizie tese a denigrare gli stranieri.. provato e riprovato da inchieste penali non dal vociferare della gente..

No guarda, le mie notizie non fanno certamente riferimento a quei siti che pullulano su internet e Facebook che tu hai citato. Provengono, come detto dal quotidiano locale che, bene o male viene gestito o comunque strizza l'occhio alla curia e che ovviamente avrebbe tutto l'interesse nel tenere nascoste certe notizie.

Ora non so quanto guadagni tu, ma hai detto due cose che mi vedono totalmente d'accordo, una è che sono pagate 1150 Euro, che per un disoccupato Italiano non mi sembrano pochi soldi.. non lo sarebbero neanche per me per dirla tutta..
E con 1150 Euro non si trova un Italiano che voglia farlo, almeno dalle mie parti..
Se un disoccupato pensa che 1150 Euro siano due soldi beato lui, non sono certo gli stranieri che gli rubano il lavoro..
Non ti credere che un operaio Rumeno guadagni quattro soldi, ti assicuro che non è vero..
Quindi il discorso spostiamolo dove va spostato.. sono d'accordo che assistere una persona andrebbe pagato anche 3000 Euro, ma io non le ho, e se permetti una cifra come quella che hai nominato non mi pare poca.. e quindi mezza Italia utilizza badanti straniere.. se queste andassero via domani mattina cosa succederebbe?

Te credo che non troverai un italiano che vuol fare questo lavoro! 1150 euro per lavorare 22 ore al giorno, 6 giorni su 7 assistendo persone a volte con handicap gravissimi. Ma nemmeno in Burundi vedi certe cose!
Questo è uno sfruttamento bello e buono e ti dirò che mi vergognavo a tenere in casa di mia madre una persona con queste condizioni. Provavo angoscia per la badante costretta a questi ritmi sfiancanti, lontano dalla propria casa e dai propri affetti. Al di là che si è reso subito evidente che non era la soluzione adatta, ho tergiversato fino all'ultimo per non mettere la mamma in casa di riposo. Ma alla fin fine è stata la decisione migliore: nei 45 euro di retta giornaliera sono compresi un'assistenza di prim'ordine, un'infermiera professionale presente in struttura nelle 24 ore, medico presente dal lunedì al venerdì, innumerevoli attività di animazione ecc... E buon ultimo la retta che pago va ad oliare l'ingranaggio dell'economia italiana.
 

maluc

New member
ho tergiversato fino all'ultimo per non mettere la mamma in casa di riposo. Ma alla fin fine è stata la decisione migliore: nei 45 euro di retta giornaliera sono compresi un'assistenza di prim'ordine, un'infermiera professionale presente in struttura nelle 24 ore, medico presente dal lunedì al venerdì, innumerevoli attività di animazione ecc... E buon ultimo la retta che pago va ad oliare l'ingranaggio dell'economia italiana.

troppo spesso ci si fa prendere dalla sindrome dell'abbandono degli anziani nelle case di riposo, togliendoli dalla loro casa e dai loro affetti. Mentre secondo me è la soluzione migliore, sono ben assistiti, stanno in compagnia, c'è il medico, mangiano bene. Meglio che stare in casa con una persona estranea, che parla un'altra lingua, cucina alla meno peggio.... questo è abbandonarli secondo me
 

pmanlio

Active member
Adri, per fortuna non è la situazione attuale, ma io ho fatto quello di cui stai parlando..
All' epoca era per affetto..
Se fossi disoccupato lo farei, non a vita, ma per un paio di anni si..
Ma qui parliamo di un caso estremo.. Io non trovo persone per una cosa molto leggera, ma a cifre simili..
È proprio una cosa che gli Italiani non considerano, mentre se si parla di infermieria è molto diverso..

Maluc, è difficile, va visto di caso in caso e bisogna anche fidarsi delle strutture..
Sono due soluzioni che vanno entrambe pesate bene e che richiedono un controllo continuo..

Un saluto
Manlio
 

rodolfo74

Member
Adri, per fortuna non è la situazione attuale, ma io ho fatto quello di cui stai parlando..
All' epoca era per affetto..
Se fossi disoccupato lo farei, non a vita, ma per un paio di anni si..
Ma qui parliamo di un caso estremo.. Io non trovo persone per una cosa molto leggera, ma a cifre simili..
È proprio una cosa che gli Italiani non considerano, mentre se si parla di infermieria è molto diverso..

Maluc, è difficile, va visto di caso in caso e bisogna anche fidarsi delle strutture..
Sono due soluzioni che vanno entrambe pesate bene e che richiedono un controllo continuo..

Un saluto
Manlio

Manlio, anche noi (mia mamma e in misura minore anche noi figli) lo abbiamo fatto per qualche anno per affetto ... ed anch'io se fossi disoccupato lo farei.

Però in questo caso faccio il "razzista" al contrario: tu ti saresti fidato nel lasciare a badare un italiano (o italiana) ... io (conoscendo il "tipo" di lavoro e la cura e la pazienza che servono) no!;):)
 

Ultima modifica:

pmanlio

Active member
Rodolfo, io giudico le persone non da dove vengono..
Qui da me è pieno di persone anziane e di badanti eccellenti..
Però, lo sappiamo tutti, anche questo è un campo dove occorre scegliere con grande cautela..
Il vantaggio di avere un Italiano sarebbe nella lingua e nella cultura, nel modo di porsi..
Però quando giudico una persona giudico appunto la persona, non da dove viene..
Sicuramente ci saranno Italiani bravi ed Italiani meno bravi..
Tutto lì

Un saluto!
Manlio
 

moren@

New member
Come quakcuno accennava, il nostro paese ha una giustizia che a acqua da tutte le parti.e l'impunita' attrae soprattutto i delinquenti. Sta di fatto che gran parte dell'immigrazione onesta veleggia verso altri lidi, come la germania, che garantisce un lavoro a chi ha voglia di lavorare e di rispettare le regole. Qua infatti chi cerca foruna non ha speranze, visto che non le hanno gli indigeni con o senza titolo di studio. Rimangono i rifugiati per motivi politici (a migliaia), i pochissimi che trovano una rete di parenti/conoscenti che campano di lavoro nero, e un gran numero di personaggi che si dedicano alla piccola criminalita'. Sono moltissimi anche i minori (o che si fingono tali) che fino ai diciotto anni entrano ed escono dalle case famiglia a loro piacimento e per i quali lostato paga ben altro che 30 euro al giorno. Sulle statistiche del ministero dell interno non faccio il minimo affidamento, e qui mi debbo fermare.

Il mio discorso e' questo: se con due figli faccio una grande fatica a campare, posso prendermi un estaneo in casa e non dare da mangiare a sufficenza ai miei?
Perche' con le varie operazioni mare nostrum, i buchi neri dei cie, le patrie galere gia' strapiene di italicissimi delinquenti, togliamo risorse anche agli immigrati regolari..le forze dell ordine lavorano producendo quintali e quintali di carta, giacche' la pena per la maggiorparte dei reati significa un foglio in mano e arrivederci a domani con il medesimo reato. Ed e' superfluo dire che nelle grandi citta' i reati minori (diciamo minori..) sono commessi da immigrati clandestini.

Vista l'indifferenza degli altri stati europei non sarebbe male distribuirne una giusta percentuale in modo coattivo anche oltre frontiera. Che lo vogliano o meno. Ma non potremo mai farcela adavere un minimo di credibilita' internazionale se la preoccupazione principale dell italiano medio, passati i balletti di berlusconi, e' la partitona della domenica o salvare l orso di montagna.

Lo so, siamo in pochi a vederla in questo modo. Per ora. Fino a quando il problema non si porra' di fronte al buonista di turno, che adesso il problema lo vive da lontano, sulle pagine dei giornali o sul tg di turno. :)

Sarei curiosa comunque, di vedere l italica reazione su una nave qualunque che accogliesse 350 profughi. In quel caso si' che non ne verremmo fuori benissimo. :)
 

pmanlio

Active member
Lo so, siamo in pochi a vederla in questo modo. Per ora. Fino a quando il problema non si porra' di fronte al buonista di turno, che adesso il problema lo vive da lontano, sulle pagine dei giornali o sul tg di turno. :)

moren@, questa frase l'avrò sentita mille volte, essendo io il buonista di turno..
Mi viene detta come se il buonista di turno fosse un Tizio fuori dal mondo, un pò fessacchiotto, che un domani vedrà ed allora capirà..

Peccato che il 'buonista' di turno spesso e volentieri vive attorniato da stranieri, mentre il 'cattivista' mi sembra che viva in un mondo tutto suo..

Pochi mesi fa Borghezio venne in una borgata di Roma (e già questo è un insulto) a tenere un comizio 'contro' (tanto in Italia è importante essere 'contro') gli stranieri..
Ebbe un'idea già scema di per se, ma la ebbe ancora peggiore perchè si piazzò davanti ad una scuola elementare pubblica..

Nella nostra triste città è ormai normale che nelle elementari/medie/superiori bambini e ragazzi vadano in classe avendo mille colori..

Il nostro eroe fu cacciato via da Italianissimi Romani, non da stranieri, dopo tre minuti di cosiddetto comizio..

Eppure non è che Roma sia un paradiso, non è che a Roma manchi la violenza, anche straniera, ed il degrado della città è dovuto in parte anche agli stranieri..

Magari quegli stessi buonisti che hanno cacciato via l'aspirante liberatore di Roma si confrontano ogni giorno con gli stranieri, e tanto fuori dal mondo non sono..

Compreso me, che ci vivo praticamente 'immerso' dentro..

Il resto del tuo ragionamento non fa una piega, come non la farebbero mille ragionamenti simili con i quali ti posso dimostrare che tutti i commercianti sono evasori fiscali, come che tutti gli statali sono perditempo e tutti gli imprenditori ladri..

Solo che io sono buonista e continuo a credere che la gente è onesta o disonesta in funzione del proprio animo, non del lavoro che fa o del colore della pelle..

Un saluto
Manlio
 

Anlu

New member
Manlio io mi dissocio da chi ti da del buonista! Tu non sei buonista,sei buono...perché ...diventi"amico" di tutti! [emoji6][emoji6][emoji6]
 

F

Felix73

Guest
Manlio io mi dissocio da chi ti da del buonista! Tu non sei buonista,sei buono...perché ...diventi"amico" di tutti! [emoji6][emoji6][emoji6]

Ti quoto!!
E' pure amico mio...e pure tuo...il che dice tutto... visti i soggetti...:)
 

lisi

New member
Rodolfo, io giudico le persone non da dove vengono..
Qui da me è pieno di persone anziane e di badanti eccellenti..
Però, lo sappiamo tutti, anche questo è un campo dove occorre scegliere con grande cautela..
Il vantaggio di avere un Italiano sarebbe nella lingua e nella cultura, nel modo di porsi..
Però quando giudico una persona giudico appunto la persona, non da dove viene..
Sicuramente ci saranno Italiani bravi ed Italiani meno bravi..
Tutto lì

Un saluto!
Manlio

Come quakcuno accennava, il nostro paese ha una giustizia che a acqua da tutte le parti.e l'impunita' attrae soprattutto i delinquenti. Sta di fatto che gran parte dell'immigrazione onesta veleggia verso altri lidi, come la germania, che garantisce un lavoro a chi ha voglia di lavorare e di rispettare le regole. Qua infatti chi cerca foruna non ha speranze, visto che non le hanno gli indigeni con o senza titolo di studio. Rimangono i rifugiati per motivi politici (a migliaia), i pochissimi che trovano una rete di parenti/conoscenti che campano di lavoro nero, e un gran numero di personaggi che si dedicano alla piccola criminalita'. Sono moltissimi anche i minori (o che si fingono tali) che fino ai diciotto anni entrano ed escono dalle case famiglia a loro piacimento e per i quali lostato paga ben altro che 30 euro al giorno. Sulle statistiche del ministero dell interno non faccio il minimo affidamento, e qui mi debbo fermare.
......

Perche' con le varie operazioni mare nostrum, i buchi neri dei cie, le patrie galere gia' strapiene di italicissimi delinquenti, togliamo risorse anche agli immigrati regolari..le forze dell ordine lavorano producendo quintali e quintali di carta, giacche' la pena per la maggiorparte dei reati significa un foglio in mano e arrivederci a domani con il medesimo reato. Ed e' superfluo dire che nelle grandi citta' i reati minori (diciamo minori..) sono commessi da immigrati clandestini.

Vista l'indifferenza degli altri stati europei non sarebbe male distribuirne una giusta percentuale in modo coattivo anche oltre frontiera. Che lo vogliano o meno. Ma non potremo mai farcela adavere un minimo di credibilita' internazionale se la preoccupazione principale dell italiano medio, passati i balletti di berlusconi, e' la partitona della domenica o salvare l orso di montagna.

Lo so, siamo in pochi a vederla in questo modo. Per ora. Fino a quando il problema non si porra' di fronte al buonista di turno, che adesso il problema lo vive da lontano, sulle pagine dei giornali o sul tg di turno. :)

Qui si fa una bella confusione tra disperati,senza arte nè parte, che fanno parte di mare nostrum e badanti. I primi sono la nuova shoa( passatemi il termine) da parte dell'islam che scarica sull'occidente lo sterminio che hanno in atto nei confronti delle loro popolazioni, le seconde sono una immigrazione da est del continente europeo. E c'è una bella differenza, tanto per cominciare ,culturale e religiosa. E se si guarda bene coloro che sbarcano la maggioranza sono uomini. Lo prenderesti in casa un uomo a fare il badante (ammesso e non concesso che costoro si offrano per tale lavoro) a fare da "servo" a un bisognoso di cure? Non fa parte del loro bagaglio culturale, detti lavori spettano al genere femminile considerato alla stregua di oggetto da sfruttare in tutti i sensi e alle quali si fanno fare i lavori più umili e degradanti (prostituzione).

Per tutto questo, personalmente, non mi muovono a compassione in special modo quando pretendono come quelli che son stati recuperati dalla nave.
 

Ultima modifica da un moderatore:

pmanlio

Active member
Manlio io mi dissocio da chi ti da del buonista! Tu non sei buonista,sei buono...perché ...diventi"amico" di tutti! [emoji6][emoji6][emoji6]

Thank!!

Ti quoto!!
E' pure amico mio...e pure tuo...il che dice tutto... visti i soggetti...:)

:) :) :) :)

Qui si fa una bella confusione tra disperati,senza arte nè parte, che fanno parte di mare nostrum e badanti.

Lisi, ho preso l'esempio delle badanti, ma ti posso parlare di muratori, pizzaioli, trasportatori ecc. ecc.

Sono persone che hanno ogni colore, credo e cultura.. in mezzo alle quali si nasconde certamente anche gente strana, ma è una minoranza, non una maggioranza..

I primi sono la nuova shoa( passatemi il termine) da parte dell'islam che scarica sull'occidente lo sterminio che hanno in atto nei confronti delle loro popolazioni

Quando il Papa dice che è in corso una terza guerra mondiale, ma nascosta, secondo me ha le sue ottime ragioni, che condivido totalmente..

Quello che sta succedendo non nasce e muore nei paesi Arabi, è legato sia a questioni locali che a questioni mondiali, e tanta della gente che viene qui è solo vittima della situazione..

La pretesa dei profughi di venire in Italia piuttosto che a Cipro è dettata dal fatto che l'Italia è la porta dell'Europa, e quelli hanno rischiato la vita, hanno impegnato a volte anche tre anni e tutti i loro averi, per entrare in Europa..

Sicuramente in questo senso Limassol non è l'Italia, e neanche la Grecia..

Alla fine è questo il punto.. può sembrare un capriccio o una pretesa, ma sotto ci sono anni di sogni e sacrifici, a volte pagati con la vita..

Un saluto
Manlio
 

boli

New member
Thank!!



:) :) :) :)



Lisi, ho preso l'esempio delle badanti, ma ti posso parlare di muratori, pizzaioli, trasportatori ecc. ecc.

Sono persone che hanno ogni colore, credo e cultura.. in mezzo alle quali si nasconde certamente anche gente strana, ma è una minoranza, non una maggioranza..



Quando il Papa dice che è in corso una terza guerra mondiale, ma nascosta, secondo me ha le sue ottime ragioni, che condivido totalmente..

Quello che sta succedendo non nasce e muore nei paesi Arabi, è legato sia a questioni locali che a questioni mondiali, e tanta della gente che viene qui è solo vittima della situazione..

La pretesa dei profughi di venire in Italia piuttosto che a Cipro è dettata dal fatto che l'Italia è la porta dell'Europa, e quelli hanno rischiato la vita, hanno impegnato a volte anche tre anni e tutti i loro averi, per entrare in Europa..

Sicuramente in questo senso Limassol non è l'Italia, e neanche la Grecia..

Alla fine è questo il punto.. può sembrare un capriccio o una pretesa, ma sotto ci sono anni di sogni e sacrifici, a volte pagati con la vita..

Un saluto
Manlio

Ti quoto!!!
 

tiziano

Well-known member
Manlio, tu dici che l'Italia è la porta dell'Europa, e la Spagna o Gibilterra cosa sono? Portano in Asia, ma dai non prendiamoci in giro, si sa benissimo che qui da "noi" fanno il bello e il cattivo tempo, pensa che a Brescia i CLANDESTINI a centinaia hanno fatto uno sciopero, ma ti rendi conto tu sei clandestino in Italia e fai sciopero, ma solo da noi succede!!! E non aggiungo altro, buona notte.
 

pmanlio

Active member
Tiziano, hanno fatto sciopero per avere la cittadinanza..
Pensa, per pagare le tasse..
E con il loro sciopero si è fermata mezza città, soprattutto i cantieri..
È curioso che se scioperano dei ladri si ferma una città..
Pensaci..
L'Italia porta in Europa come lo fa la Grecia..
In Spagna lì fermano in Marocco e da lì sono gli Spagnoli ad identificare le persone e poi decidono, senza barconi, esattamente come potrebbe fare l'Europa tutta, senza tanti morti..
Ma come scrive Felix ci mettono un minuto a decidere una guerra, per il resto però..
 

Top