• Benvenuto\a sul forum di Crocieristi.it, la più grande community italiana sulle crociere.

    Prendi confidenza con il forum leggendo le discussioni presenti, o ricerca l'argomento che più ti interessa attraverso l'apposito form. Per partecipare al forum è necessario registrarsi, ovviamente la registrazione è gratuita e non obbligatoria, non registrarti se per te non è davvero utile. Per eseguire eventuali cancellazioni il tempo previsto è di una settimana.

    Ricorda che il regolamento vieta l'uso di due o più nickname differenti relativi alla stessa persona. Se nel frattempo hai cambiato l'indirizzo e-mail di registrazione contattaci attraverso questo form e specifica il tuo problema assieme alla tua username, la tua vecchia e-mail ed il tuo nuovo indirizzo.

    Hai dimenticato la password? clicca qui

    Per qualsiasi problema TECNICO puoi contattare lo Staff attraverso questo form spiegando DETTAGLIATAMENTE il tuo problema
  • Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio ed i cookie stessi.
  • Ospite, seguici anche sui social!
    Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su YouTube

  • Ti andrebbe di condividere sui social, assieme a noi, le tue fotografie ed i tuoi video? Clicca qui!

  • Ciao Ospite e benvenuto su Crocieristi.it, siamo davvero felici di averti a bordo!

    ti invitiamo a leggere il regolamento per una migliore convivenza con gli altri utenti (clicca qui) mentre qui trovi qualche dritta sull'utilizzo del forum

    e poi... che ne dici di presentarti? Clicca qui per accedere alla sezione "il mio primo messaggio" ed apri un nuovo argomento!

Odissea della Norwegian Star

Rodolfo

Super Moderatore
Dopo una continua sequenza al sistema propulsivo la Norwegian Star è alla deriva al largo delle coste australiane. Senza contare ripetute avarie nel corso della sua vita operativa, praticamente è dallo scorso mese di dicembre che la nave procede a lento moto, modificando continuamente gli scali previsti, a causa di problemi ora ad un Azipod ora ad un altro. La sequenza delle avarie è cominciata lo scorso 10 dicembre a Singapore, dove la nave fu costretta a rimanere all'ormeggio per qualche giorno al fine di risolvere problemi elettrici al propulsore di sinistra.

Di nuovo avaria, questa volta a quello di dritta, il 25 gennaio con la nave costretta a modificare ulteriormente gli scali previsti, a causa dell'andatura "zoppicante". Sistemazione provvisoria, fino alle luci dell'alba del 9 corrente, quando la nave è rimasta completamente senza propulsione, alla deriva ed in attesa di rimorchiatori per essere trainata nel porto di Melbourne.

Fortunatamente le condizioni del mare sono buone e i servizi di bordo funzionano regolarmente.

http://www.cruisecritic.com/news/news.cfm?ID=7527
 

Cokj72

New member
si è da molto tempo che ha problemi. NCL ha pagato molte penali e le ha dovute raddoppiare a seguito di un "ammutinamento" dei crocieristi e adesso son c...i !!!!
 

CMarina99

New member
Ma non esiste un'Autorita' competente in maniera che possa fermare le navi "in crisi tecnica" obbligando l'Armatore a fare i lavori necessari a metterla in condizione di navigare in assoluta sicurezza ?


Inviato da Old iPad carbonella munito
 

F

Felix73

Guest
Vergognoso ed increscioso.
E se avessero trovato condizioni meteo avverse, con la nave senza governo???
 

Mauro72BO

New member
si è da molto tempo che ha problemi. NCL ha pagato molte penali e le ha dovute raddoppiare a seguito di un "ammutinamento" dei crocieristi e adesso son c...i !!!!
Un ammutinamento dei croceristi? C'è qualche riscontro in merito? Sono interessato.....
 

Rodolfo

Super Moderatore
Ma non esiste un'Autorita' competente in maniera che possa fermare le navi "in crisi tecnica" obbligando l'Armatore a fare i lavori necessari a metterla in condizione di navigare in assoluta sicurezza ?


Inviato da Old iPad carbonella munito

Ma quando lascia il porto, i lavori son stati eseguiti, quindi perché fermarla? Poi lo sai ci son lavori e lavori, avarie ed avarie.
 

pmanlio

Active member
Una nave è un sistema estremamente complesso, generalmente le vediamo fare cose incredibili con una semplicità disarmante, ma dietro quelle prestazioni e quella affidabilità ci sono sistemi complessi, prodotti in genere da costruttori diversi, assemblati tra di loro a formare una sorta di 'corpo'..

Se uno 'strato' del software che gestisce il tutto o un elemento su migliaia che ne costituisce la parte fisica, da problemi ed è piazzato in un punto 'sensibile' quanto 'nascosto' le cose si fanno complesse..

Può sembrare di aver risolto ed invece hai risolto una manifestazione del problema e non il suo cuore..

Su una nave che aveva fatto un Dry Dock ed era stata completamente rimessa a nuovo nella parte elettrica si sono verificati diversi problemi, le cui vere cause, scoperte negli anni, erano dovute ad un componente che era spesso un decimo di millimetro meno del dovuto ed ad un altro che era tra mille sistemi di controllo delle tensioni della rete elettrica..

Ne potevi fare di prove, sembrava sempre tutto ok..

Un saluto
Manlio
 

F

Felix73

Guest
Tutto vero. Per carità.
Ma se, nel giro di neanche due mesi, si rompe a sinistra, poi si rompe a destra, poi zoppichi sempre, fino a rompere sia a sinistra che a destra contemporaneamente...quando la gente è a bordo... e visto che credo alla statistica, penso che qualcuno si sia preso dei rischi sulle spalle di qualcun'altro....

Il guasto meccanico/elettrico può sempre accadere...ma se è seriale...in intervalli di tempo brevissimi.... e ci hai messo solo una pezza come in questo caso, credo che i rischi non siano gli stessi rispetto al solito...e piuttosto che trovarti alla deriva in tempesta con 3.000 persone a bordo .... stai fermo.
Lo dico da ignorante in materia. Molto ignorante in materia. Ma è quello che penserei se fossi a bordo.
Credo che da noi, sia necessario ottenere un'autorizzazione temporanea (molto breve) da parte del RINA per poter navigare solo con un azipod sano (correggetemi pure se ricordo male). E' quindi già di per sè, la situazione della Star è da considerare una situazione "eccezionale" rispetto al normale. Con rischi non normali.
 

Ultima modifica:

CMarina99

New member
Rodolfo e pmanlio grazie mi avete aperto un nuovo punto di osservazione su certi eventi


Inviato da Old iPad carbonella munito
 

pmanlio

Active member
Max non so nulla sulla autorizzazione a navigare, ma sulla difficoltà ad individuare il problema alla radice di tutto il discorso è diverso..

Nel 90 % dei casi lo trovi senza problemi, ma nel restante 10 % puoi essere sicuro di averlo trovato e risolto tutto ed invece sei in errore e devi ripartire da capo..

Diciamo, per esempio, che sei in uno stagno totalmente fermo, stai a galla come una paperotta ed ad un certo punto ti arriva un'onda addosso, dalla direzione dell'onda e dalla sua intensità in poco tempo capisci dove è la sorgente, il sasso che è caduto..

Invece se non avverti la prima onda, perchè quella parte in una qualche direzione obbligata dalla presenza di ostacoli ecc. e dopo ti arrivano addosso sette/otto onde rifratte a poca distanza l'una dall'altra, capire la sorgente del primo evento diventa molto complicato..

Qui magari vedi che il POD ha un avvolgimento bruciato (faccio una ipotesi come un'altra), risolvi il problema e riparti, ma si manifesta nell'altro POD, allora vai a vedere come sono raffreddati, ma nel frattempo vai a vedere anche come vengono riscaldati dalla corrente che ci passa..

Ma si scopre (sempre per esempio), che quella corrente viene distorta solo quando la lavatrice al ponte tale è accesa ed in quella fase di lavaggio, mentre la nave è a questo regime di andatura e nel frattempo le luci del teatro, accendendosi e spegnendosi, vanno ad interagire con una macchina che genera della corrente variabile per le sale motori.. il tutto non legato a problemi di potenza elettrica, ma di risposta dei vari sistemi di controllo..

Lo risolvi?

Alla fine lo risolvi, ma quanto tempo ci vorrà? Quale evento fortunato te lo farà capire? Che test ti inventi per scoprirlo?

Magari semplicemente non si ripresenterà più, perchè è una situazione talmente particolare, e penserai di averlo risolto..

Sono davvero casi rarissimi, ma possono capitare in un sistema estremamente complesso ed interconnesso a due livelli (fisico e software)..

Un saluto
Manlio
 

F

Felix73

Guest
Manlio, non ho minimamente nessun bagaglio tecnico nè per capire cosa sia accaduto alla Star, nè per confutare ciò che affermi. Peraltro l'hai spiegato molto bene anche per un ignorante come me, sei stato molto chiaro.

Però questa nave viaggiava già zoppa, viaggiava (così mi è parso di capire) già con un solo pod...in un oceano che a volte è capace di incavolarsi parecchio .... (chiedere ad Alda e sua recente esperienza...)
Ora, se tre anni fà mi sono, e ci siamo, abbastanza incavolati quando siamo venuti a sapere che la Indipendence ha viaggiato per tre anni con un pod non funzionante (e lei ne ha tre...), a me viene spontaneo incavolarmi un pochetto anche ora sapendo che in meno di due mesi questa nave ne ha passate di ogni...e viaggiava già zoppa...

e non si può puntare sempre e solo sulla buona sorte..... sperando che il mare sia una tavola....
Sbaglierò...però penso questo....
 

Ultima modifica:

pmanlio

Active member
e non si può puntare sempre e solo sulla buona sorte..... sperando che il mare sia una tavola....
Sbaglierò...però penso questo....

Max, ti leggo ora..

Se è vero che un Pod era già andato hai totalmente ragione, su questo non ci piove..

Aggiungo una nota, che se si verificasse lo strano caso che ho descritto sarebbe opportuno variare, di poco, la configurazione della rete ed i parametri dei software di controllo, probabilmente se ne uscirebbe senza neanche sapere come si sia risolto..

Però prima di fare una cosa come questa è importante escludere le possibile cause ben più evidenti, del problema..

Un saluto
Manlio
 

Ultima modifica:
F

Felix73

Guest
Aggiungo una nota, che se si verificasse lo strano caso che ho descritto sarebbe opportuno variare, di poco, la configurazione della rete ed i parametri dei software di controllo, probabilmente se ne uscirebbe senza neanche sapere come si sia risolto..

Praticamente.... spegnere e riaccendere.... :)

Scherzi a parte, grazie per le spiegazioni.
 

pmanlio

Active member
Praticamente.... spegnere e riaccendere.... :)

:) :) :) :)

No, è molto diverso.. se spegni e riaccendi te lo rifà!!! :)

Il tale amplificatore è settato a 1.3? Fai 1.32 oppure 1.28
Il tale carico è attaccato alla linea 3? Lo sposti alla quattro ed aggiungi vicino le stufette, che ti stabilizzano..

Sembra una sorta di maquillage ma potrebbe spezzare la catena..

Ammesso, sempre, che il motivo, come per la nave di cui parlavo, non sia qualcosa di più serio anche se sfuggente, a livello progettuale, ma quelli, pian piano, li becchi..

Un saluto
Manlio
 

Top