• Benvenuto\a sul forum di Crocieristi.it, la più grande community italiana sulle crociere.

    Prendi confidenza con il forum leggendo le discussioni presenti, o ricerca l'argomento che più ti interessa attraverso l'apposito form. Per partecipare al forum è necessario registrarsi, ovviamente la registrazione è gratuita e non obbligatoria, non registrarti se per te non è davvero utile. Per eseguire eventuali cancellazioni il tempo previsto è di una settimana.

    Ricorda che il regolamento vieta l'uso di due o più nickname differenti relativi alla stessa persona. Se nel frattempo hai cambiato l'indirizzo e-mail di registrazione contattaci attraverso questo form e specifica il tuo problema assieme alla tua username, la tua vecchia e-mail ed il tuo nuovo indirizzo.

    Hai dimenticato la password? clicca qui

    Per qualsiasi problema TECNICO puoi contattare lo Staff attraverso questo form spiegando DETTAGLIATAMENTE il tuo problema
  • Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio ed i cookie stessi.
  • Ospite, seguici anche sui social!
    Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su YouTube

  • Ti andrebbe di condividere sui social, assieme a noi, le tue fotografie ed i tuoi video? Clicca qui!

  • Ciao Ospite e benvenuto su Crocieristi.it, siamo davvero felici di averti a bordo!

    ti invitiamo a leggere il regolamento per una migliore convivenza con gli altri utenti (clicca qui) mentre qui trovi qualche dritta sull'utilizzo del forum

    e poi... che ne dici di presentarti? Clicca qui per accedere alla sezione "il mio primo messaggio" ed apri un nuovo argomento!

Oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Apro questo topic :D perche' stamattina sono andato a prendere le lamette da barba giu' nel ripostiglio , e sorpresa :shock: ho trovato ancora un barattolo di schiuma da barba ,ancora intatto comprato sulla costa allegra nel 2005,cosi' mi sono venuti in mente dei bei ricordi ,di quella crociera :roll: e voi?
 

bridge

New member
Re: oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Re: oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Fotografia di me in banchina con mio padre, un abbraccio tra padre e figlio che risale alla prima volta che ho messo piede su una nave..... Bel ricordo, l'ho incorniciata e la vedo tutti i giorni, anche ora....
 

T

tano

Guest
Re: oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Re: oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Ciao caro Bridge.

Se puoi dirlo, quanti anni e che nave. Qual´é il riflesso che ti é rimasto di quella volta.
Io in generale ricordo solo " dei momenti particolari ".

Ciao Pasquale

Quotidianamente mi appaiono oggetti o foto che mi fanno ricordare no quella crociera, ma un momento d´una crociera, che si vanno accumulando e ti fanno perdere la nozione del tempo.
Vedo una foto, ti ricordi che sei stato, no ti ricordi il particolare, anche se é vecchia ti sembra ieri.
Quello che si, mi fa pensare che manca poco per la prossima.

Un saluto.
 

bridge

New member
Re: oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Re: oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Età tre anni, nave dell' Home Lines.....
Un ricordo indelebile che mi porterò sempre dietro al di là di quella fotografia....
 

bridge

New member
Re: oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Re: oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Altri bei ricordi la scatola del mio primo smoking che ho indossato per la prima volta sempre a bordo di una nave di quella compagnia quando ero ancora molto molto piccolo...

Se lo guardo sorrido a vedere come sono cresciuto!!!!!!!!

Altro bel ricordo sono i gradi che conservo, da quelli di Allievo a quelli attuali, ma credo che chiunque faccia il mio lavoro, se li custodisca gelosamente e in rigoroso ordine.

Ogni tanto mi capita di andarli a ritoccare perchè magari mi servono quelli che devo indossare adesso, così capita di prendere in mano quella striscetta da Allievo dicendo "Mamma mia quante ne ho passate!!!" e prendere senza quasi accorgersi nell'altra mano i gradi attuali e dire "Cavoli quante ne passerò ancora!!!!"

Sono ricordi anche questi e speranze per il futuro.....
 

T

tano

Guest
Re: Oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Ciao Bridge.

E il nome della nave della Home che se salito per prima volta, te lo ricordi ?

Un saluto.
 

bridge

New member
Re: Oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Diciamo che sono affetto da una improvvisa amnesia.... :lol: :lol: :lol:
Dai che scherzo!!!!!!! :lol:
 

Guizzo90

Well-known member
Re: Oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Io dico che era la Homeric... :roll:
 

Rodolfo

Super Moderatore
Re: oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Re: oggetti che vi ricordano le crociere fatte

bridge ha detto:
Fotografia di me in banchina con mio padre, un abbraccio tra padre e figlio che risale alla prima volta che ho messo piede su una nave..... Bel ricordo, l'ho incorniciata e la vedo tutti i giorni, anche ora....

E anche domani, e dopodomani e tutti i giorni che verranno dopo.
 

T

tano

Guest
Re: Oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Sei cattivo Bridge :D

Scusa peró sapere la prima nave é una mania mia.
Io vado fiero di dire quale sono state le prime navi dei miei figlii.
Per esempio la prima nave di mio padre é stata la Amerigo Vespucci, la Giulio Cesare di mia madre e la Conte Biancamano di mia sorella.
Invece ho dovuto aspettare 42 anni per sapere quale fosse la mia.
I miei non si ricordavano se era la Giulio Cesare o L´Augustus, fino che quattro anni fa ho trovato vari menú della Augustus a casa di mia nonna datati maggio 1962, periodo che si partiva da Buenos Aires in Italia.
Ti ripeto é una mania.

Bridge e la prima nave Home con cui hai navigato te la ricordi e qual´era ?
O una volta gli ufficiali non portavano la famiglia come fanno oggi, domanda che non la so o non la ricirdo ?

Un saluto.
 

bridge

New member
Re: oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Re: oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Rodolfo ha detto:
bridge ha detto:
Fotografia di me in banchina con mio padre, un abbraccio tra padre e figlio che risale alla prima volta che ho messo piede su una nave..... Bel ricordo, l'ho incorniciata e la vedo tutti i giorni, anche ora....

E anche domani, e dopodomani e tutti i giorni che verranno dopo.


E è proprio vero quello che dici tu, caro Rodolfo!!!!!!
 

bridge

New member
Re: Oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Tano la prima volta che ho messo piede su una nave è stato all'età di tre anni, su una Home Lines come ti dicevo....
Per il resto, potrei anche dirtelo ma è un ricordo che conservo gelosamente.... :wink:

Beh diciamo che la famiglia se la portavano un pò come oggi, anche se era tutta un'altra cosa...

Se voglio i miei genitori a bordo li faccio venire quando desidero, se mio padre ci voleva a bordo per un certo periodo di tempo alla stessa maniera prendevamo armi e bagagli e andavamo....

Diciamo che non noto sostanziali differenze, però noto delle differenze tra queste esperienze che possono sembrare identiche in prima analisi ma che se vissute, una volta avevano un sapore, adesso ne hanno uno totalmente diverso...

Non so spiegare ma è così!!!!!
 

U

Umbe94

Guest
Re: Oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Ve lo dico? :oops: o non ve lo dico.... :oops:

In bagno conservo una cosa che mi è carissima...... ogni tanto la prendo.... la annuso fino a farmi entrare l'odore nel cuore.. (oddio mi sento Jean Baptiste Grenouille.. :mrgreen: ) e subito mi viene in mente la nave.... :) :(

Avete capito di cosa sto parlando?
 

marco1978

New member
Re: Oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Umbe94', cos'è, un profumo, il boccettino della crema idratante o del bagnoschiuma che un tempo davano in cabina? Non lasciarci sulle spine!

Bridge e Tano, ma che fortuna essere stati su navi da crociera o lussuosi transatlantici fin da piccoli! I tuoi ricordi poi, Bridge, sono particolarmente emozionanti.

Solo a 19 anni ho fatto la prima crociera, ma fin da piccolo andavo sui traghetti per la Serdegna, e mi appassionavano un sacco.
Ricordo ancora alcuni oggetti, o meglio, particolari come il radar che girava avanti e indietro, la televisione in sala che si vedeva sempre malissimo, il pavimento in linoleum di diversi colori (in particolare verde pisello, blu mare, rosso) ma con le stesse venature simili al marmo, e poi la scritta Tirrenia sulla fiancata a caratteri cubitali: mi incuriosiva soprattutto la t con i due trattini.
Pensare a queste cose mi emoziona perché mi riporta a una fase della vita (quella di bambino accompagnato da mamma e papà) conclusa.

Oggetti che mi ricordano le crociere fatte ce ne sono, ma nessuno mi dà la stessa emozione dei particolari descritti sopra. Forse perché il tutto fa parte del presente (la prima crociera l’ho fatta solo 11 anni fa con i genitori, le altre con mia moglie).
Forse fra tanti anni, quando un sacco di cose sono cambiate dalla prima crociera, troverò tanti piccoli particolari a cui ora non do importanza ma che, grazie al fascino del passato, mi emozioneranno e torneranno ai miei occhi regalandomi grandissime emozioni.

Saluti :wink:
 

U

Umbe94

Guest
Re: Oggetti che vi ricordano le crociere fatte

marco1978 ha detto:
Umbe94', cos'è, un profumo, il boccettino della crema idratante o del bagnoschiuma che un tempo davano in cabina? Non lasciarci sulle spine!

La SAPONETTA!!!!!!! Con tanto di scatoletta azzurra...... :) :wink:
 

bridge

New member
Re: Oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Caro Marco,
i ricordi di tutti noi sono particolarmente emozionanti.... non solo i miei!!! :wink:
 

marco1978

New member
Re: Oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Umbe94, una saponetta dentro la scatoletta azzurra ce l'ho anch'io, e la tengo stretta e cara come un cimelio. Le boccette di bagnoschiuma e crema idratante purtroppo le ho usate.



Bridge, hai perfettamente ragione.

Però quando sento Tano parlare di navi come il Conte Biancamano, il Giulio Cesare, l'Augustus come navi a lui familiari, a me, che le conosco e ammiro solo attraverso qualche libro, viene un emozione particolare.

La storia della tua vita poi, non sai cosa quante emoziona.
Mi emoziona perché vorrei fosse la mia.
Ci penso sempre: se invece di essere nato a Parma, fossi nato a Genova, vicino al mare, mi sarei avvicinato a questo mondo? Mi sarei iscritto alle scuole necessarie quando era il momento giusto? Sarei riuscito a fare carriera in queste navi da crociera?
Sai a cosa penso quando vedo un Comandante (magari giovane) a teatro al cocktail di gala? Chissà se la sua prima volta avrà avuto i genitori in mezzo al pubblico, e se lui li avrà ringraziati pubblicamente. E questa cosa la proietto su di me: sogno di essere lì al suo posto davanti ai miei genitori e ringraziarli davanti a tutti.
Ti puoi immaginare quindi la pelle d’oca quando ho letto il tuo ricordo proprio di quel momento.
Nel tuo caso specifico per le condizione di salute di tuo padre, ma in generale per il fatto dell’orgoglio che prova un genitore nel vedere il proprio figlio avercela fatta.
Forse per tuo padre, che se ho ben capito è stato Comandante anche lui, una soddisfazione ancora maggiore perché la sua testa è in quel mondo: saresti potuto diventare anche Presidente della Repubblica che per lui non sarebbe stata la stessa cosa, sebbene un genitore sia sempre orgoglioso del proprio figlio. Le mie sono supposizioni forse sbaglio, anche perché le idee cambiano da persona a persona. Poi, ci sono anche i risvolti negativi (la lontananza dalla famiglia – cose che non avendo mai provato non immagino lontanamente cosa voglia veramente dire) di una professione che possono spingere il genitore a non desiderare per il figlio la propria carriera.
E i gradi di allievo? Vederli lì a rappresentare la strada percorsa deve essere una gioia e una soddisfazione grandissima.
E chissà i tuoi ricordi da bambino su queste navi, chissà cosa avrai provato: ma come si presenterà agli occhi di un bambino, quel mondo? Certe cose bisognerebbe proprio viverle.

Per questo ti invidio: i miei occhi riescono a vedere solo i lati positivi: l’orgoglio, il prestigio, essere a bordo di questi gioielli, i ricordi legati a tutto questo.

E mi accontento di fare qualche crociera di tanto in tanto, guardando timidamente il Comandante di turno e cercando di immaginare la storia che si nasconde dietro ai suoi occhi.

A presto
 

bridge

New member
Re: Oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Caro Marco,
ma perchè devi invidiare la nostra posizione? Forse perchè cerchiamo di far trasparire solo il bello e cerchiamo di tenerci per noi il brutto del nostro lavoro....
Sorrisi e chiacchierate di circostanza non sempre ma alle volte avvengono mentre pensiamo ad un genitore a casa che sta male, al fatto di non poterlo raggiungere, situazioni che si ricorrono mentre pensiamo alla accoglienza che ci riservate, al Vostro affetto che, contraccambiamo certo volentieri, ma che ci fa ricordare quanto l'affetto con la A maiuscola, quello di cui tutti hanno bisogno e quindi anche noi, ne converrete anche Voi tutti, non si può confrontare con quello di un estraneo conosciuto dieci minuti e pensiamo a quato qesto affetto sia lontano da noi....

Certamente quello che dico può essere cinico....
Sinceramente quante volte da giovane scrutavo la platea per vedere se c'erano i miei genitori in sala che magari si erano imbarcati a sorpresa senza dirmi nulla....
Oggi sarebbe matematicamente impossibile che si potesse realizzare una simile situazione, ma magari quando ero un semplice e giovane Ufficialetto potevo correre anche il rischio (ben voluto) di ritrovarmi i genitori seduti e non saperlo nemmeno.... e rimanere sorpreso davanti a 1200 persone sedute davanti a me...

Per il resto il nostro lavoro è un lavoro come ho sempre detto che dà forti soddisfazioni ogni giorno, questo può tranquillamente confermarlo il nostro amico Unoche..., ma come ho detto già tantissime volte porta a dover sostenere dei sacrifici molte volte così grandi che sembrano talvolta insormontabili.

Stare lontani dalla propria famiglia otto mesi l'anno, in media, di certo non è una bella cosa, è una cosa difficile alle volte diventa insopportabile, alle volte si vorrebbe scappare da quel pezzo di ferro, per Voi può essere anche bello, ma ricordateVi che ci rimarrete si o no veramente pochi giorni l'anno e ovviamente da crocieristi la vita è leggera e Vi fa scorrere presto la Vostra settimana, ma dal nostro punto di vista anche una settimana è una realtà spazio-tempo veramente considerevole, immaginate quattro mesi cosa sono....

Di certo questo è uno dei prezzi che si pagano per fare questo lavoro, forse è il pù salato come più volte ho già detto....
Ed è salato perchè nell'ipotesi che uno non abbia figli o non sia sposato o sia addirittura single, beh stare lontano da genitori in primis e dall'affetto degli amici, quei pochi, veramente pochi che sono rimasti.... e già di per sè difficile, più che altro lo stare lontani dai genitori. Si parte, si rientra, si torna un'altra volta a bordo, poi a casa, si ritorna a bordo e non sembra ma passano gli anni, tu diventi sempre più grande e vai sempre più in alto (si spera...) ma loro purtroppo "invecchiano" (cercate di capire quello che voglio dire...) sempre di più (si spera in salute ma quando questa manca è lì che incominciano i guai...) e tu ti perdi tanti anni preziosi e occasioni di stare con loro, Natali, Pasque, ma anche una semplice Domenica o un semplice Lunedì in famiglia. Si perde tanto in termini di vita quotidiana, vita che anche se magari non abiti più nella casa in cui hai sempre vissuto con loro, puoi sempre riuscire, se vuoi, a condividere con i tuoi genitori.
Nel caso ipotetico che uno di noi sia un uomo sposato dovete pensare alla lontananza dalla propria compagnia di vita e se ci sono bambini, se ha la fortuna di essere un padre, condizione che secondo me viene prima di tutto il resto, perde tutto del Suo bambino o della Sua bambina... Magari parte quando hanno uno o due mesi e ritorna a casa che ne hanno già cinque o sei, ma allora torna dopo che sono ormai grandicelli, dopo che non stanno più su un braccio ma ce ne vogliono due per accoglierli.... torna quando iniziano i disagi dei dentini, poi magari non fa in tempo a vedere spuntare il primo dentino perchè deve ripartire e magari dopo dieci giorni che è partito il dentino è spuntato, torna a casa che Suo figlio o Sua figlia hanno già imparato a dire un suono che assomiglia a "Mamma" ma magari non riescono a dirne uno che assomiglia a "Papà" perchè per quanto le persone che li circondano glielo insegnino, giustamente il piccol o la piccola faticano un pò a ricordarsi la fisionomia del loro papà.... Torna a casa e deve essere Lui ad insegnare al bimbo o alla bimba a chiamarLo "papà", crescono e con loro crescono anche i piedini, parte che avevano il 28 torna che hanno il 29 1/2, ma quanto tempo è stato via???? Ehh bella domanda il tempo che cresca il piedino di un numero e un pò....

Immagiate che cosa non è anche in termini di stress, immaginate una volta quando non c'erano tutte queste comodità di Webcam, Internet, E-mail, sentire, mettendovi nei panni di un bimbo o di una bimba, il proprio padre al telefono solo il Sabato o la Domenica a seconda delle crociere che faceva. Provate a immaginare cosa può fare e provare un bambino che vorrebbe far vedere al proprio papà il disegno che ha fatto sul quaderno e non può neanche farlo perchè è al telefono, provate a mettervi nei panni di un bimbo che dice al proprio papà, "Papà aspetta che ti leggo il giornale!!!", solo che il papà è dall'altra parte del mondo e il giornale non glielo può sorreggere....
Sono magari piccole cose, ma sinceramente da bimbo diventano insormontabili....
Alle volte può anche venire da pensare che il tuo papà sia lontano perchè non ti vuole bene, che preferisca stare lontano da te circondato da estranei piuttosto che rimboccarti le coperte la sera quando ti addormenti....
Ma poi ci rifletti un attimo e capisci che sono pensieri stupidi, perchè tuo padre non sta lì per divertirsi ma sta lì anche per te, sta lì anche per poter far sì che, un giorno, tu possa essere orgoglioso di quello che ha saputo costruire negli anni in cui è mancato da casa, per far sì, un giorno, quando tu possa capirlo finalmente senza che nessuno te lo spieghi 1000 volte al giorno, che tu capisca, per l'appunto, che l'ha fatto e lo fa per la sua famiglia per dare tutto quello che poteva e francamente ti accorgi anche confrontandoti con i tuoi compagni di scuola elementare o media che tuo padre è dall'altra parte del mondo gran parte dell'anno, eppure, quando è via fa di tutto per essere presente cosa che nemmeno i genitori dei tuoi amichetti riescono a fare anche se sono degli impiegati dell'ufficio di fronte a casa....

Tutto questo e molto altro che tralascio per ragioni di spazio e per non risultare veramente noioso per dirVi che prima di invidiare la nostra professione sarebbe meglio ripetere i tanti e brutti, se vogliamo, lati del nostro lavoro, che ci dà tanto ma ci chiede tanto....

Credo, infine, che mio padre sarebbe stato orgoglioso di me anche se avessi fatto il più normale e rispettabile lavoro che esista, forse come io da piccolo, vorrebbe che stessi più tempo a casa, sicuramente, ne sono convinto...

Quanto a me, Io sapete cosa penso quando Vi vedo seduti in platea???
Penso al fatto che max 5 o 6 giorni riprendete l'aereo e ve ne tornate in Europa a casa e penso a come mi piacerebbe farVi da compagno di viaggio....

Chi sta sulle navi per dieci giorni l'anno non può capire il senso di questa frase così come chi ci sta tutta la vita....

E so già cosa vi starete domandando.... ma allora perchè riparte ogni volta???
Beh Ve lo dico candidamente, perchè quello dove sono io e tutti i miei colleghi è un circolo vizioso, sai quando ci sei entrato, ma non sai quando ne uscirai o se ci uscirai....
Diventa una cosa di cui comunque non puoi fare a meno, perchè arriva un giorno in cui ti guardi indietro, ripercorri tutto il tuo percorso e la tua storia e pensi che per forza devi fare questo lavoro, perchè è l'unico che ami e riusciresti ad amare con le stesse energie perchè è l'unico che sai fare e che sai che se non lo facessi ti mancherebbe....
Sperando di non averVi tanto annoiato... Bridge!
 

marco1978

New member
Re: Oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Che dire se non darti pienamente ragione su tutto?
Ho fatto la figura di quello che non sa guardare oltre un metro dal proprio naso, e mi dispiace molto se ti ho dato questa idea.
Per discolparmi, almeno in parte, posso dire che chiunque sogna, e quando lo fa, lo fa guardando solo gli aspetti belli, eliminando quelli brutti.
Non ho la presunzione di capire cosa provi a stare lontano dai tuoi affetti (non ho figli e vedo mia moglie e i miei genitori tutti i giorni dell’anno) ma posso immaginare il prezzo che ha per te la lontananza da loro.
E non avrei mai avuto la minima idea di chiederti perché continui a farlo, questo lavoro: la tua esauriente risposta è proprio quella che avevo in mente io.

Grazie per le tue testimonianze. Arrivederci a presto
 

bridge

New member
Re: Oggetti che vi ricordano le crociere fatte

Ciao Marco,
tranquillo non era rivolto direttamente a te il mio discorso era più che altro una specie di sfogo che ancora una volta ho condiviso con Voi.... In modo generale....
Poi va beh alle volte mi sarò riferito a te perchè me ne hai dato lo spunto...
Comunque, non è vero che guardi un metro dal tuo naso, stai certo che apprezzo sempre le tue parole e quelli degli altri e se ci sono persone che non guardano fino ad un metro dal proprio naso, quelli siete Voi, miei amici del forum...
Un saluto!
 

Top