Advertising home TOP

Collapse

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Msc Meraviglia (Honduras, Belize, Messico, Ocean Cay) - 16 Febbraio 2020 - Yacht Club

Collapse
This topic is closed.
X
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Msc Meraviglia (Honduras, Belize, Messico, Ocean Cay) - 16 Febbraio 2020 - Yacht Club

    Premessa: Questa crociera appena terminata ha significato tanto per me. Ho effettuato la mia prima crociera con Msc nel 2008 da bambino insieme ai miei genitori. Io rimasi incredibilmente affascinato dal concetto di “vacanza in crociera”, in totale contrasto con i miei genitori che invece non rimasero particolarmente contenti. Ciò ha significato dover attendere di diventare maggiorenne e possedere un reddito prima di potermi imbarcare nuovamente, cosa avvenuta nel 2016 con Msc Fantasia (in esperienza bella). Da allora insieme all’aumentare del mio reddito sono aumentate la frequenza e la qualità dell’esperienza di bordo, fino a questo dolce apice vissuto in Yacht Club nel tepore Caraibico.
    Vorrei fornire con questo diario un mio personale punto di vista riguardo la nave, i servizi ed alcune esperienze (positive e negative) vissute a bordo, con qualche confronto rispetto alle altre 9 crociere vissute in esperienze “inferiori”.
    Ovviamente sarà un diario assolutamente SOGGETTIVO e scritto dalle dita di un ragazzo di 23 anni, per cui prendete ogni opinione con le pinze.
    Pronti, partenza... Via!



    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  • #2
    Originariamente Scritto da Vigno Visualizza Messaggio
    Premessa: Questa crociera appena terminata ha significato tanto per me. Ho effettuato la mia prima crociera con Msc nel 2008 da bambino insieme ai miei genitori. Io rimasi incredibilmente affascinato dal concetto di “vacanza in crociera”, in totale contrasto con i miei genitori che invece non rimasero particolarmente contenti. Ciò ha significato dover attendere di diventare maggiorenne e possedere un reddito prima di potermi imbarcare nuovamente, cosa avvenuta nel 2016 con Msc Fantasia (in esperienza bella). Da allora insieme all’aumentare del mio reddito sono aumentate la frequenza e la qualità dell’esperienza di bordo, fino a questo dolce apice vissuto in Yacht Club nel tepore Caraibico.
    Vorrei fornire con questo diario un mio personale punto di vista riguardo la nave, i servizi ed alcune esperienze (positive e negative) vissute a bordo, con qualche confronto rispetto alle altre 9 crociere vissute in esperienze “inferiori”.
    Ovviamente sarà un diario assolutamente SOGGETTIVO e scritto dalle dita di un ragazzo di 23 anni, per cui prendete ogni opinione con le pinze.
    Pronti, partenza... Via!



    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Ti seguo volentieri, sia per confrontare le impressioni che hai avuto dei vari scali (ho fatto un paio di crociere simili) che per sentire le opinioni di un altro "giovanotto" Ho iniziato a fare crociere a 26 anni, tardi rispetto a te, ma ancora oggi a bordo spesso sono tra i super giovani toglimi subito una curiosità....ma la tua crociera è quella degli scali negati e della mega rissa scoppiata a bordo di cui gira il video in rete?Quella accanto al pianoforte per capirci!
    ~ Msc Splendida 2014~Costa Magica 2017~RC Jewel of the Seas 2017~ Msc Armonia 2018~Msc Seaside 2019~ Msc Orchestra 2019~ Msc Lirica 2020~

    Comment


    • #3
      - L’imbarco, Miami

      Amo Miami come città dove vivere o lavorare. La odio come città turistica, esattamente come odio tutte le grandi trappole per turisti. In particolare trovo assurdo che il principale scalo crocieristico MONDIALE (sia per numero di navi che per numero di passeggeri) non sia dotato di alcun sistema di trasporto pubblico in grado di collegare la zona portuale con la metropolitana o la stazione dei treni (se non il sistema “Trolley” che consiste in uno sgangherato minibus gratuito che gira senza una tabella oraria precisa). In pratica l’unico modo per raggiungere il porto è utilizzare Taxi, Uber o navette a pagamento. E questa cosa io proprio non la sopporto, anche se deve essere imputata alla città di Miami, e non di certo alla compagnia.

      Una volta arrivati al porto gli ospiti Yacht Club trovano un gazebo e un paio di addetti ad attendere. Consegnati i bagagli si viene radunati in mini gruppi che, scortati dai maggiordomi verranno scortati attraverso la Security fino all’area di attesa dedicata all’interno del porto.

      Arrivati nella Sala d’attesa si inizia subito ad essere rifocillati di pasticceria dolce/salata e drink di vario genere. Una cabina per volta, le hostess chiamano i passeggeri a consegnare le proprie carte d’imbarco, ricevendo in cambio le tessere ed i braccialetti. Dopo circa una mezz’ora di attesa i maggiordomi radunano gruppetti di circa 5 cabine per volta per scortare i passeggeri a bordo.
      A causa del tanto discusso Corona Virus viene chiesto di firmare un’auto certificazione in cui si dichiara di non essere stati in zone “rosse” negli ultimi 30 giorni oltre a venire scansionati tramite telecamere termiche per individuare eventuali soggetti in stato febbricitante.
      Senza nemmeno rendersene conto ci si ritrova direttamente nella sezione Yacht Club della nave, accolti da Responsabile Yacht Club, Responsabile Reception (entrambi italiani) e Responsabile Maggiordomi (Indonesiano, ma con un livello di italiano parlato davvero valido). Altra breve attesa a sorseggiare Champagne nel grande salone prima di essere chiamati a conoscere il proprio Maggiordomo che ci accompagna direttamente nella cabina.

      Ora, già in Aurea devo dire che la priorità di imbarco è un vantaggio veramente comodo, ma qui devo dire il tutto risulta particolarmente piacevole e comodo. Le piccole attenzioni, soprattutto la comodità del saltare sistematicamente ogni fila fanno veramente la differenza in termini di godimento complessivo della vacanza.
      Segue...


      Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

      Comment


      • #4
        Originariamente Scritto da Morgana87 Visualizza Messaggio
        Ti seguo volentieri, sia per confrontare le impressioni che hai avuto dei vari scali (ho fatto un paio di crociere simili) che per sentire le opinioni di un altro "giovanotto" Ho iniziato a fare crociere a 26 anni, tardi rispetto a te, ma ancora oggi a bordo spesso sono tra i super giovani toglimi subito una curiosità....ma la tua crociera è quella degli scali negati e della mega rissa scoppiata a bordo di cui gira il video in rete?Quella accanto al pianoforte per capirci!
        Io sono sbarcato appena in tempo! Tuttavia, molti dei nostri amici conosciuti a bordo facevano le due settimane attaccate, per cui abbiamo ricevuto aggiornamenti in tempo diretto di ciò che accadeva a bordo. Nel corso del diario se ci sarà il caso parlerò anche di questo!


        Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

        Comment


        • #5
          Ti seguo Vigno

          Envoyé de mon FIG-LX1 en utilisant Tapatalk

          Comment


          • #6
            Seguo incuriosito del durante... ma anche del dopo.
            Soprattutto perchè è una parte di Caraibi che mi manca.
            Giramondo, perché viaggiare è vitale.
            Quando voglio una vacanza anche dai viaggi mi concedo una crociera. Chi fa solo crociere, non sa cosa significhi viaggiare
            .

            Comment


            • #7
              Seguo.....

              Comment

              Working...
              X