• Benvenuto\a sul forum di Crocieristi.it, la più grande community italiana sulle crociere.

    Prendi confidenza con il forum leggendo le discussioni presenti, o ricerca l'argomento che più ti interessa attraverso l'apposito form. Per partecipare al forum è necessario registrarsi, ovviamente la registrazione è gratuita e non obbligatoria, non registrarti se per te non è davvero utile. Per eseguire eventuali cancellazioni il tempo previsto è di una settimana.

    Ricorda che il regolamento vieta l'uso di due o più nickname differenti relativi alla stessa persona. Se nel frattempo hai cambiato l'indirizzo e-mail di registrazione contattaci attraverso questo form e specifica il tuo problema assieme alla tua username, la tua vecchia e-mail ed il tuo nuovo indirizzo.

    Hai dimenticato la password? clicca qui

    Per qualsiasi problema TECNICO puoi contattare lo Staff attraverso questo form spiegando DETTAGLIATAMENTE il tuo problema
  • Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio ed i cookie stessi.
  • Ospite, seguici anche sui social!
    Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su YouTube

  • Ti andrebbe di condividere sui social, assieme a noi, le tue fotografie ed i tuoi video? Clicca qui!

  • Ciao Ospite e benvenuto su Crocieristi.it, siamo davvero felici di averti a bordo!

    ti invitiamo a leggere il regolamento per una migliore convivenza con gli altri utenti (clicca qui) mentre qui trovi qualche dritta sull'utilizzo del forum

    e poi... che ne dici di presentarti? Clicca qui per accedere alla sezione "il mio primo messaggio" e presentati!

Adeguamento quote servizio

Rodolfo

Super Moderatore
Dopo Holland anche Cunard dalla prossima fine di aprile aumenterà le quote di servizio.

Dopo tale data, il costo del servizio per Queens e Princess Grill Suites aumenterà da $ 16.50 a $ 18 a persona al giorno, mentre per Britannia Staterooms aumenterà da $ 14.50 a $ 16 a persona al giorno.

 

essepi2

Co-Fondatore
Staff Forum
Un po’ per volta le aumenteranno tutte…marketing, non aumentano i prezzi delle tariffe, ma aumentano di piccoli importi tutto il contorno!
 

vince990

Active member
Non conosco questa compagnia quindi chiedo

Come dai due quote di servizio diverse?

Quella che passa a 18 dollari sarebbero le nostre ( suite) ?
 

essepi2

Co-Fondatore
Staff Forum
Non conosco questa compagnia quindi chiedo

Come dai due quote di servizio diverse?

Quella che passa a 18 dollari sarebbero le nostre ( suite) ?
Le cabine normali e le suites in molte compagnie hanno quote di servizio differenziate.
Si parla di Cunard…non so cosa intendi per “ nostre “.
 

giada50

Well-known member
Iniziano ad essere un bell'importo da aggiungere al costo crociera anche se io le ho sempre considerate parte integrante del costo stesso.
Gianni
 

tiziano

Well-known member
...mi sembra che si stia esagerando con queste qds, ogni anno aumentano, ma non capisco perché non le mettono nella quota crociera.
 
  • Like
Reactions: MCP

Rodolfo

Super Moderatore
Non lo so, era una domanda. Comunque son cambiate tante cose ai fini delle tassazioni delle mance, basta ricordare quelle dei croupier dei casinò.
 

essepi2

Co-Fondatore
Staff Forum
.....e quando non venivano imposte dalle compagnie?
Le mance erano libere. Vi era pero’ disparita’ fra chi le riceveva perche’ alcuni magari piu’ fortunati trovavano clienti piu’ propensi a dare, altri meno.
Vi era anche un altro motivo: la circolazione di contanti fra l’equipaggio e si creavano delle situazioni un po’ “ mafiose “, tipo chi incassava di piu’ sfruttava altri assegnandogli compiti e lavori che non spettavano.
Ancora oggi, almeno Costa, raccomanda di non dare soldi a camerieri, cabinisti e loro assistenti ( raccomandazione comunque disattesa da molti ).
Avevo proposto, per evitare questo, di fare dei buoni, di vario importo, che venivano dal cliente richiesti, addebitati sul conto e dati al personale, il quale lo presentava poi agli uffici amministrativi per farseli accreditare sul loro conto corrente.
 

tiziano

Well-known member
Infatti Maurizio funzionava così, certo erano altri tempi ma anche adesso c'è il passeggero che da 20 euro e chi 50 al cameriere (anche se proibito) e questo è tutto denaro non tracciabile "nero". Ho letto la tua proposta e mi sembra una soluzione giusta.
 

essepi2

Co-Fondatore
Staff Forum
Infatti Maurizio funzionava così, certo erano altri tempi ma anche adesso c'è il passeggero che da 20 euro e chi 50 al cameriere (anche se proibito) e questo è tutto denaro non tracciabile "nero". Ho letto la tua proposta e mi sembra una soluzione giusta.
Lo faccio anch’io, sempre di lasciare mance, non me la sento di non farlo. Avevo chiesto se era possibile aumentare la quota di servizio ma destinando la maggior cifra a specifiche persone…impossibile mi dissero.
I buoni mi sembrano una buona soluzione ed anche semplice.
 

nadiaefamiglia

New member
Buonasera, sul sito della Cunard ho trovato scritto che le quote di servizio sono incluse nella quota crociera.
 

Allegati

  • Cattura.PNG
    Cattura.PNG
    81.1 KB · Visualizzazioni: 4

MCP

Well-known member
Si’, e’ per questo. Se cosi’ non fosse arriverebbero ai destinatari decurtate.
Come sarebbe giusto e doveroso.
Se è - come è - una voce (neanche trascurabile) dello stipendio, va pagata dall'azienda per vie regolari e ci vanno pagate le tasse.
Questo sistema di far pagare parte degli stipendi esentasse direttamente ai passeggeri è inaccettabile.

Sui "buoni" mancia non sono d'accordo: un inutile e farraginoso sistema per complicare le cose e renderle ancora meno lineari.
No. L'azienda deve mettere l'intero costo del personale sul prezzo del prodotto, fatturare al passeggero la spesa per intero, e pagare regolarmente in busta paga il personale detratte le dovute imposte. E' l'unico sistema onesto e trasparente.

Peraltro la mancia è una regalia personale di ordine del tutto eccezionale che andrebbe riconosciuta brevi manu al singolo attendente solo qualora gli si richiedesse un compito al di fuori dalle sue mansioni, e per nessun'altra ragione. Non sono dovute mance per un servizio ordinario che si è già pagato. E le mance in nessun caso possono tramutarsi in un costo.
 
Ultima modifica:

essepi2

Co-Fondatore
Staff Forum
Come sarebbe giusto e doveroso.
Se è - come è - una voce (neanche trascurabile) dello stipendio, va pagata dall'azienda per vie regolari e ci vanno pagate le tasse.
Questo sistema di far pagare parte degli stipendi esentasse direttamente ai passeggeri è inaccettabile.

Sui "buoni" mancia non sono d'accordo: un inutile e farraginoso sistema per complicare le cose e renderle ancora meno lineari.
No. L'azienda deve mettere l'intero costo del personale sul prezzo del prodotto, fatturare al passeggero la spesa per intero, e pagare regolarmente in busta paga il personale detratte le dovute imposte. E' l'unico sistema onesto e trasparente.

Peraltro la mancia è una regalia personale di ordine del tutto eccezionale che andrebbe riconosciuta brevi manu al singolo attendente solo qualora gli si richiedesse un compito al di fuori dalle sue mansioni, e per nessun'altra ragione. Non sono dovute mance per un servizio ordinario che si è già pagato. E le mance in nessun caso possono tramutarsi in un costo.
I pagamenti degli stipendi al personale, al quale vanno in percentuale le quote di servizio, esula completamente dal sistema fiscale italiano. Difficile capire le regole per ognuno.
Puoi prepagarle ed in alcune tariffe sono incluse nella tariffa, quindi nulla di nascosto.
 

MCP

Well-known member
I pagamenti degli stipendi al personale, al quale vanno in percentuale le quote di servizio, esula completamente dal sistema fiscale italiano. Difficile capire le regole per ognuno.
Puoi prepagarle ed in alcune tariffe sono incluse nella tariffa, quindi nulla di nascosto.
Non ho detto che il giochino sia "nascosto" (per quanto tutta la parte a nero lo resti), ma che non sia onesto né trasparente: qualunque sia il sistema fiscale applicato, al passeggero devi calcolare e fatturare il prezzo finito inclusivo di tutti i costi, e al dipendente devi pagare lo stipendio intero tassato per intero (stipendio che poi a tua volta scaricherai come costo quando pagherai le tue tasse aziendali sui profitti). In Europa funziona così. Ma in qualunque regime fiscale è quantomeno anomalo che a pagare metà degli stipendi sia chiamato direttamente il cliente finale sotto forma di costo obbligatorio defiscalizzato e aggiunto al prezzo (da pagarsi in separata sede, per giunta).
Qualunque tentativo di eludere le tasse è fraudolento, e questo sistemino non piace solo alle Repubbliche delle Banane, piace soprattutto alle nostre occidentalissime compagnie di navigazione che ce lo impongono. Domandiamoci perché, invece di difenderle anche quando sono indifendibili... E domandiamoci se potrebbe fare lo stesso un qualunque altro onesto imprenditore: scusi quanto costa il suo prodotto? Tot scontrinato alla cassa, ma gentilmente prima di uscire lasci a parte un altro tot di mancia, sa, per gli stipendi del mio personale... Ma per favore!
 
Ultima modifica:

essepi2

Co-Fondatore
Staff Forum
Non ho detto che il giochino sia "nascosto" (per quanto tutta la parte a nero lo resti), ma che non sia onesto né trasparente: qualunque sia il sistema fiscale applicato, al passeggero devi calcolare e fatturare il prezzo finito inclusivo di tutti i costi, e al dipendente devi pagare lo stipendio intero tassato per intero (stipendio che poi a tua volta scaricherai come costo quando pagherai le tue tasse aziendali sui profitti). In Europa funziona così. Ma in qualunque regime fiscale è quantomeno anomalo che a pagare metà degli stipendi sia chiamato direttamente il cliente finale sotto forma di costo obbligatorio defiscalizzato e aggiunto al prezzo (da pagarsi in separata sede, per giunta).
Qualunque tentativo di eludere le tasse è fraudolento, e questo sistemino non piace solo alle Repubbliche delle Banane, piace soprattutto alle nostre occidentalissime compagnie di navigazione che ce lo impongono. Domandiamoci perché, invece di difenderle anche quando sono indifendibili...
La parte in nero e’ cio’ che diamo noi in contanti, non certo le quote di servizio che sono calcolate normalmente nelle tariffe crociera o che paghi a bordo e compaiono nel conto finale, come qualsiasi spesa a bordo.
A parte il crew regolarmente assunto in continuita’, pochissimi, che sono assoggettati al regime fiscale italiano, TUTTI gli altri sono pagati secondo contratti depositati da Carnival in non so che paese.
Costa paga regolarmente le tasse in Italia, unica compagnia al mondo, secondo la tassazione che riguarda il naviglio e che si chiama ton tax, che nulla ha a che vedere con la tassazione applicata alle persone fisiche e giuridiche.
Quindi di che tentativo di eludere le tasse parli?
Tu quando prenotavi hai dato soldi in nero all’agenzia? Non credo proprio.
 

MCP

Well-known member
Il tentativo di eludere le tasse consiste nel far apparire inferiore il profitto dell'azienda e inferiori gli stipendi reali, facendo pagare direttamente ai clienti finali - in forma defiscalizzata - parte degli stipendi.
E' inaccettabile. E il fatto che gli operatori turistici lo impongano non vuol dire che sia corretto.
Peraltro le cosiddette "mance obbligatorie" non possono in alcun modo venire assimilate alle spese a bordo, che sono ovviamente facoltative e correttamente addebitate a posteriori.
Mi meraviglio che non sia chiara la differenza fra il concetto di spesa e quello di costo.
 
Ultima modifica:
Top