Advertising home TOP

Collapse

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

Collapse
This topic is closed.
X
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Mate
    replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    Comunque io continuo a sognare che posizionanino una Voyager a Venezia magari già dal 2011 visto che nel 2009 ci scala la Dream che è lunga 306 metri e nel 2010 la Solstice che è lunga 317 metri. Entrambe superano l'odierno limite di 295 metri, a questo punto non vedo perchè non permettere ad una Adventure of the Seas di scalare in laguna con i suoi 311 metri.

    Leave a comment:


  • Guest's Avatar
    Guest replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    Ho numerosi amici e conoscenti negli Stati Uniti, tutti conosciuti nel corso di crociere. E posso assicurare che la risposta di questi è immancabilmente la stessa. Venire in Europa per una crociera di soli 7 giorni non vale la pena. Ed il costo degli hotels per eventuali estensioni è ritenuto molto alto (e qui impossibile dargli torto). Da qui la preferenza per crociere lunghe... specie per quelle che toccano, nel corso dell'itinerario Livorno (per Firenze e Pisa), Civitavecchia (per Roma), Napoli (per Capri e Pompei), Venezia. E guarda caso è proprio uno degli itinerari offerti dalla Brilliance of the Seas da Barcellona. Io lo chiamo turismo "mordi e fuggi" (1 giorno è niente per la visita di queste località)... ma per tanti questa prospettiva è allettante. Meglio 1 giorno di visita mordi e fuggi che esborsi astronomici per hotels e pasti.

    Detto questo rispondo alla tua domanda sulla Legend of the Seas. Lo scorso anno a fine agosto erano gli Anglofoni ad essere in maggioranza (Statunitensi, Canadesi, Inglesi), ma il gruppo italiano, in prevalenza dell'Italia Centrale (il Lazio ha fatto la parte del leone sia con Roma che con le province) era bello nutrito... e superava larghissimamente il centinaio.

    Leave a comment:


  • Luka
    replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    Originariamente Scritto da Italian Cruiser
    Sono dell'idea che le crociere di 7 giorni nel Mediterraneo attirino principalmente la clientela europea. Non che non interessino alla clientela statunitense... ma visti i costi medi dei collegamenti aerei (e lo stress che comporta un volo intercontinentale a/r) è difficile che scelgano di venire in Europa per soli 7 giorni di crociera.
    Mah... Noi nei Caraibi ci andiamo per crociere di 7 giorni, ed il costo del volo è simile se non lo stesso (anzi i collegamenti su S.Juan sono più cari rispetto a Miami o New York)
    Giusto per curiosità, come era suddivisa la nazionalità dei passeggeri dello scorso anno sulla Legend?

    Leave a comment:


  • Guest's Avatar
    Guest replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    Originariamente Scritto da lingoss
    Originariamente Scritto da Italian Cruiser
    La Brilliance of the Seas su Barcellona probabilmente riscuote un successo straordinario. Controllo da anni regolarmente i siti Royal Caribbean e posso dire che trovare un'offerta speciale per quelle crociere nei mesi estivi è un'impresa. Evidentemente vendono talmente bene che il prezzo pieno va benissimo.
    Quindi se hanno scontato tantissimo su Navigator estate 2009 su Civitavecchia vuol dire che sentono la concorrenza Costa e Msc? Difficolta' riempire la nave?
    Come scoprirai tu stesso a settembre Navigator of the Seas è ben più grande rispetto alla Brilliance of the Seas... e trasporta un numero considerevolmente più alto di passeggeri... quindi ne servono molti di più per garantirne un riempimendo adeguato alle aspettative della compagnia. Sono dell'idea che le crociere di 7 giorni nel Mediterraneo attirino principalmente la clientela europea. Non che non interessino alla clientela statunitense... ma visti i costi medi dei collegamenti aerei (e lo stress che comporta un volo intercontinentale a/r) è difficile che scelgano di venire in Europa per soli 7 giorni di crociera. Eventuali soggiorni in hotel hanno un costo... ed il punto debole dell'Italia è proprio il prezzo elevato delle sistemazioni alberghiere. Le crociere della Brilliance of the Seas, di maggiore durata, attirano invece sia la clientela statunitense (medium class sofisticata in genere) che quella europea (spagnola in testa): hanno quindi un bacino potenziale di passeggeri ben più grande. Ma la politica aggressiva di Royal Caribbean nei prezzi delle crociere settimanali nel Mediterraneo è anche uno strumento concreto per sfondare sul mercato italiano, andando ad insidiare il fortissimo duopolio Costa Crociere-MSC Crociere.

    Leave a comment:


  • lingoss
    replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    Originariamente Scritto da Italian Cruiser
    La Brilliance of the Seas su Barcellona probabilmente riscuote un successo straordinario. Controllo da anni regolarmente i siti Royal Caribbean e posso dire che trovare un'offerta speciale per quelle crociere nei mesi estivi è un'impresa. Evidentemente vendono talmente bene che il prezzo pieno va benissimo.
    Quindi se hanno scontato tantissimo su Navigator estate 2009 su Civitavecchia vuol dire che sentono la concorrenza Costa e Msc? Difficolta' riempire la nave?

    Leave a comment:


  • Guest's Avatar
    Guest replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    Royal Caribbean procede per piccoli passi sul mercato italiano. Comunque nel 2010 ci sono 2 importanti novità.

    1) Crociere di 12 giorni da Civitavecchia verso Egitto, Grecia e Turchia in primavera ed autunno a bordo della Navigator of the Seas.
    2) Crociere verso Israele da Venezia a bordo della Vision of the Seas in autunno.

    Con il riposizionamento della Adventure of the Seas su Malaga è innegabile una notevole attenzione verso il mercato spagnolo. Ribadisco il concetto che per me rischiano la sovraesposizione su quel mercato. Sarà concorrenza interna tra Royal Caribbean e la controllata Pullmantur per le crociere settimanali nel Mediterraneo Occidentale. E se i prezzi di Pullmantur non saranno sensibilmente inferiori inutile dire che i passeggeri spagnoli si riverseranno in massa su Royal Caribbean.

    La Brilliance of the Seas su Barcellona probabilmente riscuote un successo straordinario. Controllo da anni regolarmente i siti Royal Caribbean e posso dire che trovare un'offerta speciale per quelle crociere nei mesi estivi è un'impresa. Evidentemente vendono talmente bene che il prezzo pieno va benissimo.

    Leave a comment:


  • lingoss
    replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    Originariamente Scritto da Luka
    Che tra l'altro, dimensioni a parte, non è una brutta nave... almeno credo
    No no e' bellissima panoramica ottima nave, sono stato sulla sorella Serenade. Magari ne mettessero una fissa con home port in Italia...

    Leave a comment:


  • Luka
    replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    Che tra l'altro, dimensioni a parte, non è una brutta nave... almeno credo

    Leave a comment:


  • Guest's Avatar
    Guest replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    Originariamente Scritto da Luka
    Ma una Radiance riuscirebbe ad attraccare su Venezia?
    Con le navi di classe Radiance non ci sono problemi di sorta. Tra l'altro, da anni, la Brilliance of the Seas fa scalo a Venezia nel corso di uno degli itinerari circolari da Barcellona. Il problema, e se ne è parlato più volte nel forum, è che le navi di classe Radiance sono solo 4, e servono su altre destinazioni. Quindi nel 2010 per le crociere settimanali da Venezia è stata nuovamente confermata la Splendour of the Seas.

    Leave a comment:


  • Luka
    replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    Ma una Radiance riuscirebbe ad attraccare su Venezia?

    Leave a comment:


  • Guest's Avatar
    Guest replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    Condivido le osservazioni di Luka. L'itinerario di 18 giorni è scarsamente appetibile per il mercato italiano. Inoltre che senso avrebbe per noi italiani partire da Civitavecchia per dirigerci verso Southampton toccando varie località italiane, più altri porti mediterranei ed atlantici. Sono inoltre convinto che le condizioni meteo-marine che si incontrebbero in quel periodo sarebbero tutt'altro che buone. Meglio lasciare questa crociera agli Inglesi.

    Ultima nota: Cokj... e dagli con "Indipendence"... vuoi dare consigli a Royal Caribbean e risbagli per l'ennesima volta il nome di una sua nave. Di questo passo non ti prendono di certe come promoter. La nave si chiama "Independence" !!!

    Leave a comment:


  • Luka
    replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    Mah... non sono molto convinto
    La nave è straordinaria, ma un itinerario che comprende Firenze, Cagliari, Napoli non so quanto possa essere attraente per un italiano...
    Anche se gli 8 giorni di navigazione sono un paradiso!

    Purtroppo ho il problema che per me la crociera d'inverno è ai Caraibi!

    Leave a comment:


  • Cokj72
    replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    visto che da RCCL ci leggono, gli dò un bel consiglio per il 2011 (visto che per il 2010 fa altri itinerari), Gennaio e Febbraio 2011 la Indipendence Of The Seas salpa da Southampton e parte per una lunga crociera da 18 Notti verso il mare nostrum.
    Southampton, England 4:45 PM
    Cruising
    Cruising
    Lisbon, Portugal 8:00 AM 5:00 PM Docked
    Cruising
    Palma De Mallorca, Spain 12:00 PM 10:00 PM Docked
    Barcelona, Spain 8:00 AM 8:00 PM Docked
    Cruising
    Livorno (Florence/Pisa), Italy 7:00 AM 7:00 PM Docked
    Civitavecchia (Rome), Italy 7:00 AM 7:00 PM Docked
    Naples, Capri, Italy 8:30 AM 6:30 PM Docked
    Cagliari (Sardinia), Italy 10:30 AM 7:00 PM Docked
    Cruising
    Gibraltar, United Kingdom 11:00 AM 6:00 PM Docked
    Cadiz, Spain 7:00 AM 10:00 PM Docked
    Cruising
    Cruising
    Cruising
    Southampton, England 5:30 AM

    Cara RCCL un bell' imbarco a Civitavecchia per noi Italiani :P e magari allungare le crociere anche per Marzo e Aprile 2011 (invece delle Canarie) come la vedete A me gusta, a chi altri Royalisti di crocieristi gusta la crociera

    Mauro

    Leave a comment:


  • Guest's Avatar
    Guest replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    Civitavecchia ha un handicap: il legame con l'aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino dovrebbe essere ben più stretto. E dovrebbero essere in ogni modo agevolati i collegamenti tra aeroporto e porto e viceversa. Un porto crocieristico può svilupparsi come home port di primissimo piano se ha uno stretto l'egame con un grande aeroporto internazionale. E gli stranieri e gli Italiani che arrivano su Fiumicino rimangono poi a dir poco disorientati se devono raggiungere individualmente Civitavecchia. Il porto laziale ha comunque la fortuna di essere anche porto di scalo per le escursioni verso Roma, da qui gli scali di numerosissime navi. La stessa Adventure of the Seas farà scalo a Civitavecchia nel 2010.

    Malaga, home port della Adventure of the Seas, sta conoscendo un grande sviluppo come porto crocieristico, sostenuto in questo anche da eccellenti collegamenti aerei. L'itinerario di questa nave, indipendentemente dal fatto che imbarco e sbarco avvengano a Malaga, è comunque poco appetibile per il pubblico italiano. Viste le tappe della crociera interessa maggiormente alla clientela straniera.

    Oggettivamente sono dell'idea che se alle navi di classe Voyager non fosse precluso l'accesso a Venezia (ed il transito del Canale della Giudecca) per ragioni di lunghezza, l'Adventure of the Seas con ogni probabilità sarebbe stata posizionata su Venezia in sostituzione della Solendour of the Seas. La città lagunare è infatti un richiamo turistico eccezionale sia per tutti i crocieristi, indipendentemente dalla loro nazionalità.

    Leave a comment:


  • Luka
    replied
    Re: Europa per la Adventure Of The Seas nel 2010

    Già... Ma la Voyager non la riempiono nemmeno da Civitavecchia che è piuttosto centrale, figurati da Genova. Per di più RCI non effettua, generalmente, imbarchi su più porti. Sono più propenso a credere ad una Vision con itinerari di nicchia come hai detto tu.
    Comunque concordo con te che la presenza RCI sulla Spagna diventerebbe esagerata

    Leave a comment:

Working...
X