• Benvenuto\a sul forum di Crocieristi.it, la più grande community italiana sulle crociere.

    Prendi confidenza con il forum leggendo le discussioni presenti, o ricerca l'argomento che più ti interessa attraverso l'apposito form. Per partecipare al forum è necessario registrarsi, ovviamente la registrazione è gratuita e non obbligatoria, non registrarti se per te non è davvero utile. Per eseguire eventuali cancellazioni il tempo previsto è di una settimana.

    Ricorda che il regolamento vieta l'uso di due o più nickname differenti relativi alla stessa persona. Se nel frattempo hai cambiato l'indirizzo e-mail di registrazione contattaci attraverso questo form e specifica il tuo problema assieme alla tua username, la tua vecchia e-mail ed il tuo nuovo indirizzo.

    Hai dimenticato la password? clicca qui

    Per qualsiasi problema TECNICO puoi contattare lo Staff attraverso questo form spiegando DETTAGLIATAMENTE il tuo problema
  • Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio ed i cookie stessi.
  • Ospite, seguici anche sui social!
    Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su YouTube

  • Ti andrebbe di condividere sui social, assieme a noi, le tue fotografie ed i tuoi video? Clicca qui!

  • Ciao Ospite e benvenuto su Crocieristi.it, siamo davvero felici di averti a bordo!

    ti invitiamo a leggere il regolamento per una migliore convivenza con gli altri utenti (clicca qui) mentre qui trovi qualche dritta sull'utilizzo del forum

    e poi... che ne dici di presentarti? Clicca qui per accedere alla sezione "il mio primo messaggio" ed apri un nuovo argomento!

COSTA SMERALDA - MEDITERRANEO - 09/16 LUGLIO 2021 - DIARIO DI BORDO

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

zanzara59

Active member
Buongiorno a tutti.
Mi piacerebbe con questo diario essere utile a coloro che si apprestano a prenotare o partire a breve, facendovi partecipi di quanto visto e fatto in questa crociera, da cui siamo appena sbarcati. Spero di riuscire a fare questo diario nel più breve tempo possibile (impegni lavorativi permettendo).
Inizio innanzitutto con il dirvi che tutto sommato l'esperienza sulla Costa Smeralda è stata eccezionale dal punto di vista della vita in nave, ma un pò in meno se ripenso ai tanti disguidi nell'organizzazione Costa in generale. Capisco che siamo in una fase di ripartenza, ma troppe cose ancora non girano per il verso giusto (mancati annunci, mancanza di un diario di bordo giornaliero come eravamo abituati, avvisi non recapitati in cabina etc. etc.).
ANIMAZIONE
Abbiamo trovato molto buona e varia l’animazione, tutti ragazzi educati e preparati. Bellissimi anche i molteplici spettacoli che si susseguivano incessantemente nei vari teatri o arene presenti sulla nave. Tutti artisti superlativi, dagli acrobati ai cantanti, musicisti compresi. Si vede che c’è la mano degli americani nel settore intrattenimento.
FOTOGRAFI
I fotografi a bordo non sono stati per nulla invadenti o petulanti, e comunque tutte le foto che ci siamo fatte, sono alla fine risultate bellissime. Ottimo anche il sistema introdotto dei vari mini-totem per selezionarle e decidere così se farle o no stampare. Innovativo anche la possibilità di usare il riconoscimento facciale per poter visionare all’istante tutte quelle in cui si compare. Lo so che qualcuno potrebbe pensare che potrebbe essere un “grande fratello” di Orwelliana memoria, ma io l’ho trovato una innovazione molto utile lo stesso.
ESCURSIONI
Le escursioni meritano un capitolo a parte. Precisiamo che al momento non è stato possibile effettuarle in autonomia, e per scendere dalla nave devi per forza aver prenotato un tour con il loro Ufficio Escursioni. Però in questo frangente temporale per come sono strutturate, non sono un momento di svago, un buon ricordo da conservare nella memoria. Ci siamo sentiti come dei reclusi, sempre in fila e controllati a vista dal secondino di turno (leggasi guida) che ogni tanto ci ricordava le pene a cui saremmo andati incontro se solo ci fossimo allontanati dal gruppo anche per un solo minuto, proibendoci di fatto anche di entrare in qualsiasi negozio, in qualsiasi bancarella con prodotti artigianali presenti sul tragitto. Risultato niente souvenir, niente ricordi del luogo, niente prodotti o cose che avevamo preventivato di prendere o richiestici direttamente da amici, in pratica non ti permettono di fare nessun acquisto al di fuori dal loro circuito. Ogni escursione prevedeva una minima sosta in un negozio scelto anticipatamente dalla Compagnia, ma personalmente non mi interessa un negozio che vende solo oggetti legati al mondo Gaudì ( Barcellona ) o che vende solo prodotti alla lavanda ( Marsiglia ) , tanto per fare solo alcuni esempi .
Capisco che dati i particolari momenti post pandemici , un pò più di accortezza ci vuole, ma cosa cambia se abbiamo la mascherina , se ci teniamo a debita distanza dalle persone, e invece di entrare in un negozio scelto da te, entriamo in quello affianco che vende magari le stesse cose a metà prezzo ? Ma per ora fermiamoci qui .......
CLUB COSTA
Dopo svariati anni di crociere, siamo finalmente arrivati ad essere soci del Club Costa Perla Diamante. Ebbene prima a terra (varie priorità) e poi a bordo, ci siamo subito accorti che, causa post Covid, quasi tutti i privilegi sono stati aboliti o sospesi come preferiscono dire loro. Nessun imbarco prioritario, nessuna persona dedicata alla Reception ( che era tra l'altro contattabile solo per telefono ) nessun Assistent Cruise dedicato , aboliti i vari party e foto con il Comandante ( ad esclusione di una piccola riunione senza nessun ufficiale presente , con l’unico scopo di vendere crociere sulla Costa Firenze, senza offrirci nemmeno un bicchiere di acqua fresca...... ) nessun posto riservato ai vari spettacoli serali, nessun cesto di frutta di benvenuto in cabina ( forse avevano paura che fosse contaminata con il Covid ...) , abolito anche il menu cuscini , a volte utile per esempio a chi ha problemi con la cervicale , e potrei proseguire ancora per molto.
Comunque passiamo al diario bello e buono.

1° giorno 09/07/2021 Civitavecchia
Abbiamo appuntamento al terminal , alle ore 13 e dopo aver lasciato i bagagli ( che data l'appartenenza al club come Perla Diamante dovevano essere consegnati con priorità in cabina , ma che invece sono arrivati ben tre ore dopo …) ci siamo diretti dove ci avrebbero fatto il primo tampone previsto. Tutto abbastanza svelto e dopo circa trenta minuti eravamo già sul finger che ci avrebbe introdotti al piano 3 della Costa Smeralda. Davanti a noi avevamo una delle più belle navi da crociere mai viste. Immensa, tutta tirata a lucido, imponente nella sua eleganza.
Entriamo a bordo e subito ci accorgiamo degli ambienti lussuosi presenti nei vari ponti, della ricercatezza dei particolari e suppellettili presenti, dell'eleganza che si respira all'interno. In poche parole, la nave ci è subito piaciuta. Tutti gli ambienti sono spaziosi e con colori azzeccati. Ci dirigiamo allora alla cabina che ci è stata assegnata, situata al 12 piano al Ponte Genova. Abbastanza grande e soprattutto con un balcone ampio e ben arredato. Troviamo la bottiglia di prosecco Ferrari in fresco come benvenuto, corredata da due calici che non aspettavano altro di essere riempiti. Sopra il letto troviamo il kit di benvenuto, contenente le carte Costa da usare giornalmente sia per le uscite dalla nave, che avverranno sempre dal Ponte 3, sia per mostrarla ai vari barman quando si ordina da bere ( consigliamo di acquistare già da terra i vari pacchetti Brindiamo, Più Gusto, Intenditori etc. perché a bordo costano il 15% di più. ). Impresso sul retro è stampato il nostro nominativo, nonché informazioni su Punto di Ritrovo e Ristorante assegnato. Una volta finite le varie incombenze della presa di “possesso” della cabina, ci siamo recati allora a pranzare, nel magnifico Ristorante Arlecchino presente al 6° piano, ben arredato, nella parte dedicata ai Perla Diamante, come una biblioteca d'altri tempi, come in una sala di un circolo esclusivo. Il menu poteva essere letto direttamente sul cellulare tramite la scansione di un QR code presente su ogni tavolo (lo stesso sistema è usato anche su ogni tavolinetto dei vari bar presenti sulla nave ).
Finito di mangiare, abbiamo iniziato ad orientarci nei vari piani della nave, cercando le piscine nei ponti alti, andando a scovare punti panoramici per scattare le nostre prime foto.
Nel pomeriggio, solita esercitazione di sicurezza e subito dopo la nave lascia la banchina di Civitavecchia direzione Savona. Prima della cena, che ci avevano assegnato al secondo turno (ore 21,30) ci siamo fermati al Bar Colosseo, 6 ponte, dove nel mezzo della sala, si esibivano un gruppo di ginnasti veramente bravi.
Dopo cena sopraffatti dalla stanchezza per la lunga giornata e considerando che , il giorno dopo lo sbarco per l’escursione a Genova che avevamo prenotato, era alle ore 08,00 decidiamo di andare a dormire.
 

Allegati

  • NAVE-FUORI.jpg
    NAVE-FUORI.jpg
    131.7 KB · Visualizzazioni: 2
  • ristorante-1.jpg
    ristorante-1.jpg
    114.5 KB · Visualizzazioni: 2
  • tramonto-1.jpg
    tramonto-1.jpg
    128.4 KB · Visualizzazioni: 2
  • acrobati.jpg
    acrobati.jpg
    89.2 KB · Visualizzazioni: 2

zanzara59

Active member
2 giorno 10/07/2021
Arriviamo a Savona intorno alle ore 07,00 e vediamo che fuori la giornata è splendida. Ci sbrighiamo a fare colazione, doverosamente sempre allo stesso Ristorante Arlecchino. La varietà dei prodotti che si possono ordinare è ampia, sia prodotti dolci (cornetti, bomboloni, fagottini vari) che salati (omelette, tranci di salmone, vegetali etc.), più la solita sfilza di caffè cappuccini e cioccolate varie.
Ora siamo pronti ad affrontare una giornata già caldissima. E dopo esserci misurata autonomamente la febbre, cosa da fare ogni giorno entro le ore 15 utilizzando la carta costa per farci riconoscere, , presso degli appositi rilevatori distribuiti in vari punti della nave, pena la non concessione dello sbarco del giorno dopo ……, raggiungiamo il pullman assegnatoci, dove ci aspetta la guida che ci fornisce immediatamente una radiolina e degli auricolari con cui ascoltarla durante tutto il tour.Come prima cosa ci legge una comunicazione Costa, in cui sono elencati i molti divieti e nessuna deroga a quanto detto.
Dopo circa un’ora di autostrada, ci accorgiamo che stiamo transitando su quello che un tempo era il Ponte Morandi di triste memoria, questo ci crea ricordi non proprio belli , vediamo davanti a noi tutti quei posti, quei palazzi, quelle immagini che le TV hanno trasmesso in continuazione in quei giorni.
Entriamo in Genova e subito ci fanno scendere per condurci a piedi, sotto un sole terribile, fino al Belvedere Montaldo da dove si può ammirare tutta Genova e il suo porto, dall’alto. Dopo aver ripreso il pullman che ci attendeva poco distante, siamo andati fino al centro città dove è iniziato un gran bel giro a piedi. Fontane monumentali, palazzi storici, la casa di Colombo, la Vecchia Fortezza, il Teatro Carlo Felice, Piazza de Ferrari etc. Alcuni dei partecipanti, chiedono se fosse possibile fermarsi in bar per un ristoro, ma la guida inflessibile ricomincia con le minacce di segnalare i nominativi ai responsabili Costa … bla bla bla … Morale della favola, andiamo avanti senza poter comprare neanche una cartolina. Alla fine, veniamo portati in zona Boccadasse, per poter scendere al mare (ma solo per vederlo…) tramite una “CRUEZA”, tipica discesa a mare tramite scalini. Dopo una sosta di cinque minuti, riprendiamo la strada per il pullman, che passerà molto vicino alle Tre Caravelle disegnate sul prato e nei pressi della famosa e nei secoli utile Lanterna. Circa dopo un ora vediamo in lontananza la nave , imponente e immensa nelle dimensioni. Veniamo fatti scendere sotto la maestosa poppa della Smeralda. Una volta risaliti a bordo, subito ad uno dei molteplici bar per sorseggiare una rinfrescante bevanda, e immediatamente a pranzo, anche se ormai sono quasi le quattordici.
Il pomeriggio oggi lo passiamo nella piscina di fianco agli scivoli, dove orde di bambini hanno preso d’assalto quei tubi di plastica e si tuffano a testa sotto fino a quando si fermano in una specie di vascone. Questa parte del ponte è un piccolo parco acquatico e molto adatto a far passare qualche ora gioiosa ai bambini, e forse pure ai loro genitori che li lasciano giocare tranquillamente mentre loro si rosolano al sole. Intanto la nave è salpata con rotta verso Marsiglia, dove arriveremo la mattina dopo alle 07,30. Tra una doccia e una telefonata si è fatta l’ora di andare a sentire un gruppo musicale di cui avevamo sentire parlare molto bene dalla Direttrice di Crociera. Solito aperitivo e dopo la cena, decidiamo di andare a dare un’occhiata al Casinò posto al Ponte 7. È molto grande e si vede che è studiato per invogliare le popolazioni asiatiche (leggi cinesi) che di solito sono appassionati giocatori. Ambiente grande, spazioso, pieno di Slot Machine e Roulette elettroniche e non, sono presenti ovunque. In una sala opposta alla precedente, ma delle stesse generose dimensioni, ci sono invece i veri e propri tavoli verdi, dove potersi cimentare con qualsiasi gioco d’azzardo, nonché Roulette tradizionali con croupier ben vestiti, con il sorriso sempre pronto. A dire il vero c’era poca gente, ma può darsi che era ancora presto. Poco più in là in un tavolo privè, c’era un signore attempato, dai tratti orientali, che giocava senza sosta con alterna fortuna. Noi visto che si è fatto tardi (anche stasera è mezzanotte …), ed pure domani ci aspetta un’escursione abbastanza presto, salutiamo tutti e andiamo a dormire.
 

Allegati

  • IMG_1-(65).jpg
    IMG_1-(65).jpg
    103.6 KB · Visualizzazioni: 2
  • IMG_1-(82).jpg
    IMG_1-(82).jpg
    99.7 KB · Visualizzazioni: 2
  • IMG_1-(107).jpg
    IMG_1-(107).jpg
    99.8 KB · Visualizzazioni: 2
  • IMG_1-(113).jpg
    IMG_1-(113).jpg
    101.9 KB · Visualizzazioni: 2
  • IMG_1-(114).jpg
    IMG_1-(114).jpg
    103.8 KB · Visualizzazioni: 2

zanzara59

Active member
Altre foto del 2° giorno
 

Allegati

  • IMG_1-(71).jpg
    IMG_1-(71).jpg
    109 KB · Visualizzazioni: 2
  • IMG_1-(115).jpg
    IMG_1-(115).jpg
    112.5 KB · Visualizzazioni: 3
  • IMG_1-(428).jpg
    IMG_1-(428).jpg
    120.7 KB · Visualizzazioni: 2
  • IMG_1-(38).jpg
    IMG_1-(38).jpg
    105.6 KB · Visualizzazioni: 2
  • IMG_1-(805).jpg
    IMG_1-(805).jpg
    91.9 KB · Visualizzazioni: 2
  • Like
Reactions: leo

tiziano

Active member
Zanzara59 seguo il tuo racconto, ma per i mancati previlegi a bordo è tutto riportato nel Costa club, forse non ne eri a conoscenza.
 

zanzara59

Active member
3° GIORNO 11/07/2021
Marsiglia
Anche stamattina, appena alzati, ci accorgiamo che la giornata è veramente splendida. Riusciamo, dal nostro balcone che si trova sul lato destro della nave, ad ammirare, in lontananza, tutto lo skyline di Marsiglia e la collina su cui si erge maestosa Notre Dame de le Garde.Ormeggiata su una banchina vicina, si staglia la figura dell'immensa, anche lei, MSC SEASIDE , Si parte intorno alle 8,30 per il tour “Marsiglia panoramica” che ci permetterà di ammirare le principali attrazioni che offre questa città. Approfitto per dire che tutti i pullman, che abbiamo preso in questa settimana di tour, erano moderni e pulitissimi, non so se venivano igienizzati alla fine di ogni escursione, ma il colpo d’occhio che davano era positivo. Anche le guide, nonostante i molti vincoli imposti da Costa Crociere, si sono comportate professionalmente anche se qualcuna forse con troppa severità, ma tutte con una buona padronanza della lingua italiana e in grado di far capire perfettamente il loro grado di preparazione sulla materia. Dopo questo piccolo, ma doveroso excursus, riprendiamo il racconto della giornata. Inutile dire che ci vengono subito lette le regole “restrittive” per i nostri movimenti …… ma intanto siamo arrivati sullo splendido lungomare, La Corniche, dedicato all’ex presidente Usa John Fitzgerald Kennedy. Da qui si ammira la spiaggia, e le non molte rispetto al solito, barche in rada. Poco più avanti fotografiamo la bella Cattedrale di Santa Maria Maggiore che la guida ci dice ispirata alla più famosa Notre Dame de la Garde, che vedremo a breve. Proseguiamo verso il Forte Saint Jean, antica costruzione del 1600.Riprendiamo il pullman e ci dirigiamo all’interno, su una strada leggermente in salita ma che ci permette di vedere l’architettura della città, i diversi quartieri e i diversi stili con cui è costruita questa città. Giungiamo infine all’inizio di una scalinata, composta da 120 scalini. Inutile dire che il sole scotta parecchio e molta gente accusa il colpo ed arriverà in cima alla collina stremata. Siamo ora nel piazzale della Basilica dedicata alla Nostra Signora della Guardia. Entriamo dopo una leggerissima fila, e ci colpiscono subito i molti ex voto presenti sulle pareti, posti dai devoti per grazia ricevuta, in segno di ringraziamento alla Madonna. Le maestose colonne ed i mosaici dorati, “chiamano ad essere fotografati”. Dopo un breve giro all’interno, ci spostiamo sul piazzale antistante l’entrata della Basilica, e scorgiamo sotto a noi il panorama di tutta Marsiglia. La vista da quassù è eccezionale. Con un colpo unico d’occhio, si osserva la città nella sua interezza. È valsa sicuramente la pena farsi tutti quegli scalini. Questa vista ripaga da sola tutta la fatica. Infine, una volta ripreso il pullman, riscendiamo fino alla zona del Porto Vecchio dove possiamo fotografare le centinaia di imbarcazioni ormeggiate, e dopo aver girato qualche angolo, ci ritroviamo davanti ad un negozietto dove poter acquistare qualcosa. Secondo me trenta persone tutti insieme, dentro il suo negozio, quel commerciante non li aveva mai visti. Non sapeva come affrontare quest’orda di famelici “clienti” in astinenza da shopping. Inutile dire che ci siamo dovuti accontentare di quello che vendeva, e la gente pur di accaparrarsi una saponetta alla lavanda, si ingegnava in tutti i modi per passare davanti, di sopra, di sotto, a quelli che li precedevano. Subito rinquadrati dalla guida, nei ranghi, ci siamo diretti di nuovo verso la piazza del Port Vieux , in attesa di esseri ripresi a bordo del pullman , che ci avrebbe ricondotto in nave. Qui, essendo ormai quasi le 13,00, c’erano almeno mille persone che camminavano, attraversavano, ti sfioravano continuando per la loro strada, moltissimi senza mascherina, come se non ci fosse più nessuna emergenza sanitaria in corso. La Costa fa caso al fatto che noi si possa entrare in qualche negozio o interagire commercialmente con qualche venditore ambulante, e poi queste cose non le vede? Questa sarebbe la cosiddetta bolla? Mah. Ritornati sulla Smeralda, notiamo un leggero fermento tra i crocieristi, forse già in attesa della finale dei campionati Europei che si svolgerà stasera e che verrà trasmessa in moltissimi ponti della nave. Pomeriggio in completo relax in piscina in attesa dell’evento calcistico più importante, per noi italiani, da anni a questa parte. In via eccezionale chiediamo al Maître di sala se ci fosse la possibilità di anticipare il nostro turno di cena per darci agio di poter vedere la partita, cosa impossibile altrimenti perché in concomitanza con il turno cena assegnatoci. Come sempre squisito, ci accontenta e alle 19,30 puntuali ordiniamo il nostro Menu Barbieri, che devo dire quest’anno mi ha un po' deluso. Forse perché stavolta è stato solo ideato dallo chef stellato, e non seguito personalmente dal suo staff nelle varie fasi della preparazione.
Alle 21 precise siamo davanti al Wide Wall del teatro del ponte Colosseo, dove c’erano già ben schierati, in attesa del fischio d’inizio almeno trecento tifosi italiani e non. Cori, applausi, improperi, proprio come se eravamo allo stadio. Alla fine, festeggiamenti a gogo, certamente non come si è fatto in Italia, ms qualche esagitato c’era pure qui.
 

Allegati

  • marsiglia-5.jpg
    marsiglia-5.jpg
    106.5 KB · Visualizzazioni: 2
  • marsiglia-3.jpg
    marsiglia-3.jpg
    104.6 KB · Visualizzazioni: 2
  • marsiglia-4.jpg
    marsiglia-4.jpg
    102.7 KB · Visualizzazioni: 2
  • marsiglia-1.jpg
    marsiglia-1.jpg
    99.5 KB · Visualizzazioni: 2
  • marsiglia-2.jpg
    marsiglia-2.jpg
    100.6 KB · Visualizzazioni: 2

zanzara59

Active member
Ancora foto di Marsiglia
 

Allegati

  • marsiglia-10.jpg
    marsiglia-10.jpg
    113.3 KB · Visualizzazioni: 2
  • marsiglia-7.jpg
    marsiglia-7.jpg
    101.9 KB · Visualizzazioni: 2
  • marsiglia-9.jpg
    marsiglia-9.jpg
    131.4 KB · Visualizzazioni: 2
  • marsiglia-8.jpg
    marsiglia-8.jpg
    113.1 KB · Visualizzazioni: 2
  • marsiglia-6.jpg
    marsiglia-6.jpg
    106.1 KB · Visualizzazioni: 2

zanzara59

Active member
E queste sono le ultime "marsigliesi"
 

Allegati

  • marsiglia-11.jpg
    marsiglia-11.jpg
    106.4 KB · Visualizzazioni: 3
  • marsiglia-12.jpg
    marsiglia-12.jpg
    109.1 KB · Visualizzazioni: 3
  • marsiglia-13.jpg
    marsiglia-13.jpg
    127.2 KB · Visualizzazioni: 3
  • marsiglia-15.jpg
    marsiglia-15.jpg
    109.3 KB · Visualizzazioni: 3
  • marsiglia-16.jpg
    marsiglia-16.jpg
    100.2 KB · Visualizzazioni: 3

capricorno

Super Moderatore
Belle foto!! Grazie per questo buon inizio, bello rivedere Marsiglia attraverso i tuoi scatti.
Per la confusione al porto, scusa ma è normale che sia così come lo è in tutte le città, dove si creano normalmente assembramenti, sta a noi evitare e mantenere il giusto distanziamento con mascherina ecc.ecc. di tutto ciò Costa non è da incolpare, che c'entra?? Anzi le precauzioni specie di questi ultimi tempi non sono mai troppe.

Aspetto il seguito.
 

zanzara59

Active member
Grazie mille. Mi scandalizzavo solo del fatto che Costa , ha dato ordini perentori di non farci entrare in "nessun altro negozio", anche se ci fermavano li davanti per altri motivi, tipo foto o spiegazioni varie, per paura che uscivamo dalla cosiddetta bolla, e poi se dovevamo aspettare l'arrivo del pullman, anche mezz'ora , in mezzo alla moltitudine delle persone presenti del porto ... non faceva nulla.
Comunque è andata bene per fortuna. A breve pubblicherò diario e foto di Barcellona.
 

zanzara59

Active member
4° giorno 12/07/2021
BARCELLONA.
Stamattina sveglia presto, perché anche stavolta l’escursione parte alle 08,30 e per aver tempo di docciarsi e fare colazione, la sveglia deve essere programmata con largo anticipo. Oggi la Smeralda ancora deve attraccare, siamo leggermente in ritardo, forse perché in nottata abbiamo leggermente deviato la rotta per evitare il mare leggermente agitato. Per i corridoi e i vari saloni della nave si vede girare ancora poca gente, probabilmente i festeggiamenti per la vittoria dell’Italia ai campionati europei di calcio, si stanno facendo ancora sentire…… Raggiungiamo il Ristorante Arlecchino, quello che ci hanno assegnato per i nostri pasti quotidiani. Anche qui troviamo pochissimi italiani ma molti stranieri. L’occhio mi va ai loro piatti e mi chiedo come fanno alle otto di mattina a mangiare così tanta roba e in quella varietà. L’offerta delle cucine della Smeralda è notevole e molto varia. Come sempre bisogna inquadrare il QR Code e poi riferire al cameriere assegnatoci, quali sono le cose che gradiremmo mangiare. Con noi se la cava con cappuccino, caffè, qualche croissant, ma i nostri vicini olandesi ordinano pane imburrato, salmone, omelette al prosciutto, un’insalata di pomodori e per finire tre bomboloni alla nutella con vari succhi di frutta!!! Quei poveri camerieri sono veramente la colonna portante della compagnia. Si prestano ad accontentarti in mille maniere, e non sempre sono trattati come meriterebbero.
Finalmente ci fanno scendere, sempre dopo essere passati per il punto di ritrovo, che oggi era il Teatro Sanremo, a prua della nave, dove ci hanno assegnato il solito numero, corrispondente al numero del pullman, e una volta sbarcati ad attenderci la nostra guida, che come tutte le altre, parlava benissimo l’italiano. Passiamo per le vie di Barcellona e già si intravede l’architettura particolare di questa città. Gli ampi viali con molte persone che vanno in ogni direzione. I lampioni stradali in ferro battuto donano un tocco d’altri tempi al tutto. Imbocchiamo una strada panoramica, che attraversa tutta una zona costruita per una vecchia Esposizione Universale e usata dagli atleti nell’olimpiade del 1992. Passiamo sotto l’immensa antenna per telecomunicazioni progettata dal famoso architetto Calatrava e infine giungiamo al punto più in alto, dove è situato il MNAC (Museo Nacional D’Art de Catalunya), che osserveremo solo dall’esterno. Dalle scale dell’entrata del museo, possiamo osservare, e fotografare, una fantastica Barcellona, che si mostra in tutta la sua bellezza proprio sotto a noi. Riusciamo a vedere bene anche la famosa “Arenas de Barcelona”, che ormai non essendo più usata per le corride, è stata riconvertita in una sorta di mercato/Centro commerciale. La rivedremo meglio, una volta ripreso il pullman per recarci in quella che è sicuramente la più grande attrazione di questa città , la Sagrada Familia (Il Tempio Espiatoriodella Sacra Famiglia) la grande basilica minore cattolica progettata dall'architetto Antoni Gaudí, massimo esponente del modernismo catalano. Non per niente è anche il monumento più visitato in Spagna, con all’incirca 4,5 milioni di visitatori ogni anno. Gaudí lavorò alla chiesa dedicandovi interamente i suoi ultimi 15 anni di vita. L’attuale comitato promotore l'opera stima che sarà forse completata, nella migliore delle ipotesi, non prima per il 2030, a più di 100 anni dalla morte di Gaudí. Alla sua morte i lavori sono stati portati avanti da vari architetti, Francesc Quintana, Isidre Puig i Boada, Lluís Bonet i Garí e Francesc Cardoner, che ne ha assunto la direzione dal 1983. Le sculture di Jaume Busquets e del discusso ma energico Josep Subirachs decorano le fantastiche facciate della basilica. La costruzione della chiesa dipende esclusivamente dai finanziamenti provenienti dalle donazioni all'associazione e i lavori procedono lentamente, anche a causa delle difficoltà del progetto. Guardandola da diversi puntici sembrerà di stare a guardare ogni volta una basilica diversa. Ogni lato è diverso dal precedente. Assolutamente da vedere. Finito di ammirare tale attrazione, ci dirigiamo verso la Rambla, questo immenso viale , in parte alberato, quasi interamente pedonale. La strada è leggermente in discesa e molto ampia. Ai fianchi ci sono i negozi delle più prestigiose “firme” mondiali, ma come sempre a noi è negato persino avvicinarci …… Giungiamo infine in prossimità del Paseo de Gracia e subito ci rapisce lo sguardo quella che è meglio conosciuta come “Casa Milà, nota come La Pedrera (“cava” in catalano), che è l’ultima opera civile di Antoni Gaudí. Il soprannome “La Pedrera” deriva dal suo aspetto esterno, che vede un grande utilizzo della pietra, prevalentemente per la progettazione della facciata e dei balconi, che presentano come parapetti, delle sculture in ferro battuto, progettate e realizzate da Gaudì. Questo palazzo vanta una delle terrazze più metaforiche della città grazie ai camini scultorei e alle particolari prese d’aria che Antoni Gaudí ha progettato per questo edificio rappresentativo. Attualmente, una parte dell’edificio è ancora una residenza, mentre l’altra è diventata un centro culturale gestito dalla Fondazione Catalunya La Pedrera. Proseguendo poi sempre in discesa, dopo aver solo ammirato le varie vetrine di Gucci, Rolex, Zara etc. etc., arriviamo sotto l’entrata dell’altro palazzo su cui Gaudì ha posto il suo sigillo inconfondibile, Casa Batllo’ . La prima cosa che attira l'attenzione del fruitore della casa Batlló è certamente la sua facciata anteriore, scolpita in pietra arenaria di Montjuïc. Guardando dal basso si notano innanzitutto le possenti colonne alla base del palazzo, affini a zampe di elefante, aggettanti per circa mezzo metro sul marciapiede antistante e dimensionate in modo tale da amplificare le qualità spaziali dell'edificio (che, risulta molto più grande di quello che invece è realmente). Si nota, inoltre, come la facciata sia movimentata da un ritmo ondulato e sinuoso, nel segno della più pura negazione della linea retta. Caratteristica della facciata anteriore di casa Batlló è certamente il suo rivestimento ceramico. L'aspetto magico e fiabesco della facciata, già sottolineato dalla sua configurazione inarcata e tortuosa, è ampliato dai dischi di maiolica frammentata e di vetri istoriati presenti nella costruzione, prodotti da una fabbrica di maioliche maiorchina. Notevoli sono anche i balconi della facciata, i quali per la loro strana forma e inventiva sono stati paragonati spesso a maschere teatrali, talora a pipistrelli, alghe marine o, addirittura, a crani umani. Sul tetto, infine, si notano immediatamente anche i comignoli color verde erba e una torretta cilindrica.
Proseguiamo ancora un po' per la Rambla e infine ci accompagnano, per fare acquisti, in un negozio che vendeva esclusivamente oggetti legati a Gaudì e al suo fantasioso mondo. Molti crocieristi si sono ribellati adducendo il fatto che a loro interessava ben altro, volevano comperare altri oggetti, altri articoli, avrebbero voluto acquistare i soliti souvenir, eventuali magliette con la scritta del luogo visitato, non certo riproduzioni di sculture o simili. Visto però che ormai è arrivato il tempo di rientrare a bordo, ci dirigiamo con il pullman al terminal, senza che cessino le discussioni di qualcuno con la guida, come se la poveretta sia la colpevole.
Una volta a bordo, subito al Ristorante prima che chiuda, e dopo aver mangiato dell’ottimo pesce, una bella camminata per i vari ponti della nave, che intanto ha ripreso il mare direzione Palma di Maiorca, dove arriveremo dopo circa 15 ore. Tra un salto in piscina, un giro nei vari negozi presenti (almeno qui ci potevamo fermare …) un paio di spettacoli dove ammirare splendidi atleti, nelle loro entusiasmanti evoluzioni acrobatiche, sempre nei loro bellissimi costumi di scena, a seguire un po' di musica nei vari saloni, tutta rigorosamente dal vivo, si è fatta ora di cena. Il nostro turno termina alle 23/23,30 circa, perciò due passi per sgranchire le gambe, una puntata al casinò, ora veramente pieno, e poi subito a dormire. A domani .
 

Allegati

  • barce1.jpg
    barce1.jpg
    97.8 KB · Visualizzazioni: 2
  • barce2.jpg
    barce2.jpg
    98.9 KB · Visualizzazioni: 2
  • barce5.jpg
    barce5.jpg
    115.2 KB · Visualizzazioni: 2
  • barce3.jpg
    barce3.jpg
    126.7 KB · Visualizzazioni: 2
  • barce4.jpg
    barce4.jpg
    102.1 KB · Visualizzazioni: 2

zanzara59

Active member
Continuiamo con altre foto da Barcellona
 

Allegati

  • barce9.jpg
    barce9.jpg
    95.5 KB · Visualizzazioni: 2
  • barce6.jpg
    barce6.jpg
    109.8 KB · Visualizzazioni: 2
  • barce8.jpg
    barce8.jpg
    119.6 KB · Visualizzazioni: 2
  • barce10.jpg
    barce10.jpg
    116 KB · Visualizzazioni: 2
  • barce7.jpg
    barce7.jpg
    113.3 KB · Visualizzazioni: 2

zanzara59

Active member
E ora le famose case di Gaudì
 

Allegati

  • barce-12.jpg
    barce-12.jpg
    109.1 KB · Visualizzazioni: 1
  • barce-11.jpg
    barce-11.jpg
    117.5 KB · Visualizzazioni: 1
  • barce-13.jpg
    barce-13.jpg
    118 KB · Visualizzazioni: 1
  • barce-15.jpg
    barce-15.jpg
    108.7 KB · Visualizzazioni: 1
  • barce-14.jpg
    barce-14.jpg
    109.3 KB · Visualizzazioni: 1

zanzara59

Active member
compagni di navigazione
 

Allegati

  • barce-16.jpg
    barce-16.jpg
    90.8 KB · Visualizzazioni: 2
  • barce-17.jpg
    barce-17.jpg
    83.3 KB · Visualizzazioni: 2

zanzara59

Active member
Il teatro Colosseo , ponte 6
 

Allegati

  • barce-19.jpg
    barce-19.jpg
    111.5 KB · Visualizzazioni: 2
  • barce-18.jpg
    barce-18.jpg
    102.9 KB · Visualizzazioni: 2

zanzara59

Active member
Alcuni artisti durante i loro spettacoli
 

Allegati

  • Spettac-2.jpg
    Spettac-2.jpg
    117.9 KB · Visualizzazioni: 1
  • Spettac-1.jpg
    Spettac-1.jpg
    112 KB · Visualizzazioni: 1
  • Spettac-4.jpg
    Spettac-4.jpg
    56.8 KB · Visualizzazioni: 1
  • Spettac-5.jpg
    Spettac-5.jpg
    81.8 KB · Visualizzazioni: 1
  • Spettac-3.jpg
    Spettac-3.jpg
    118.8 KB · Visualizzazioni: 1

zanzara59

Active member
Coreografie e costumi bellissimi
 

Allegati

  • spettacoli-1.jpg
    spettacoli-1.jpg
    72.4 KB · Visualizzazioni: 0
  • spettacoli-3.jpg
    spettacoli-3.jpg
    101.8 KB · Visualizzazioni: 0
  • spettacoli-2.jpg
    spettacoli-2.jpg
    76.7 KB · Visualizzazioni: 0

zanzara59

Active member
E poi alla fine , qualcuna nelle prime file ........ ha avuto un attimo di mancamento .......
 

Allegati

  • spettacoli-5.jpg
    spettacoli-5.jpg
    119.8 KB · Visualizzazioni: 1
  • spettacoli-4.jpg
    spettacoli-4.jpg
    120.4 KB · Visualizzazioni: 1
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top