Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Ammutinamento a bordo di NeoRiviera

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • #76
    Felicità al quadrato? qui c'è da piangere.�� ��

    Comment


    • #77
      Originariamente Scritto da mariagrazia15 Visualizza Messaggio
      Certo che lo sapeva. La malafede è evidente
      Condivido, o comunque ci si aspetta una certa prudenza preventiva da parte di una societá di questo tipo, quindi avrebbe dovuto (a mio avviso) abortire gli scali appena avuto sentore (inizio ottobre) della situazione, dandone tempestiva comunicazione ai clienti.
      Qualora poi, per strane congiunture astrali questo preavviso non fosse stato possibile, una volta appurato che la crociera era diventata un giro in barca nell’oceano indiano, la Compagnia avrebbe potuto/dovuto offrire una nuova crociera gratuita a tutti i passeggeri.
      I 150 euro sono davvero un’elemosina.
      Penso che trattasi di un caso abbastanza eccezionale (epidemia di peste) da non temere la creazione di un precedente...
      Alla fine la causa di tutti i problemi sono fondamentalmente di natura economica...
      Bastava un giusto risarcimento per contentare tutti....



      Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

      Comment


      • #78
        Mi trovi pienamente d'accordo

        Comment


        • #79
          Sarebbe forse il caso per completezza di informare su alcuni recenti sviluppi dell'affaire Madagascar, dato che se ne è parlato qui.

          Leggo dal sito dell'ANSA, in una notizia del 28 giugno 2019: "L'Antitrust ha irrogato una sanzione pari a due milioni di euro a Costa Crociere per una pratica commerciale scorretta. "In occasione della vendita e organizzazione di due crociere denominate rispettivamente 'neoRiviera' e 'Paradisi sul mare', non ha fornito ai consumatori un'informazione corretta e tempestiva circa lo stato di emergenza sanitaria in Madagascar, frapponendo inoltre ostacoli all'esercizio dei diritti dei consumatori connessi alle variazioni del programma di viaggio", afferma il Garante, spiegando in una nota che "Costa Crociere a seguito dell'epidemia di peste verificatasi in Madagascar a partire dall'agosto 2017, ha modificato gli scali previsti nel programma delle crociere interessate, con partenza rispettivamente ad ottobre e dicembre 2017, senza darne tempestiva comunicazione ai consumatori, i quali sono stati informati della necessità di variare l'iter di viaggio originariamente previsto, nel primo caso, a partenza avvenuta, nel secondo, a ridosso della data di partenza". Per cui "la tempistica e le modalità con cui sono state comunicate le variazioni di programma hanno di fatto ostacolato la facoltà di scelta dei consumatori, i quali avrebbero avuto il diritto di decidere se recedere dal contratto o fruire della crociera senza le previste tappe in Madagascar, in questo caso con una congrua riduzione del prezzo", sottolinea l'Antitrust. "Costa Crociere, al contrario, avrebbe dovuto porre in essere tutti gli accorgimenti necessari al fine di rendere edotti i consumatori, fin dal primo contatto e in ogni caso prima della partenza, della situazione di rischio sanitario esistente nei paesi oggetto delle mète turistiche pubblicizzate". Ma "invece ha continuato a pubblicizzare e vendere le crociere in questione, comprensive delle tappe in Madagascar, anche a seguito della diffusione dei comunicati sull'emergenza sanitaria da parte delle autorità locali e del Ministero della Salute, senza avvertire i consumatori di una possibile variazione del programma di viaggio", conclude l'Antitrust."

          Vedremo se ci saranno ulteriori sviluppi.

          Comment


          • #80
            Ok per la multa , ma il rischio che hanno corso i passeggeri, come lo compenseranno ?
            La lingua non è sufficiente a dire e la mano a scrivere tutte le meraviglie del mare.

            Comment


            • #81
              Originariamente Scritto da zanzara59 Visualizza Messaggio
              Ok per la multa , ma il rischio che hanno corso i passeggeri, come lo compenseranno ?
              Credo che i passeggeri non abbiano corso il minimo rischio, proprio e anche grazie alla decisione di variare l'itinerario. Qui i problemi, come scritto nell'articolo, sembrano essere stati altri e cioè, come scritto nell'articolo, la carenza e l'intempestività delle informazioni e l'ostruzionismo all'esercizio dei diritti dei consumatori connessi alla variazione del programma di viaggio.

              Comment


              • #82
                Però sicuramente ci sarà stata gente che aveva scelto quell'itinerario proprio perché toccava determinati posti. Potevano comunque essere informati su quello che stava succedendo .......
                La lingua non è sufficiente a dire e la mano a scrivere tutte le meraviglie del mare.

                Comment


                • #83
                  Originariamente Scritto da zanzara59 Visualizza Messaggio
                  Però sicuramente ci sarà stata gente che aveva scelto quell'itinerario proprio perché toccava determinati posti. Potevano comunque essere informati su quello che stava succedendo .......
                  Eh già, e pare infatti che anche e proprio per questo sia stata multata.

                  Comment

                  Working...
                  X