• Benvenuto\a sul forum di Crocieristi.it, la più grande community italiana sulle crociere.

    Prendi confidenza con il forum leggendo le discussioni presenti, o ricerca l'argomento che più ti interessa attraverso l'apposito form. Per partecipare al forum è necessario registrarsi, ovviamente la registrazione è gratuita e non obbligatoria, non registrarti se per te non è davvero utile. Per eseguire eventuali cancellazioni il tempo previsto è di una settimana.

    Ricorda che il regolamento vieta l'uso di due o più nickname differenti relativi alla stessa persona. Se nel frattempo hai cambiato l'indirizzo e-mail di registrazione contattaci attraverso questo form e specifica il tuo problema assieme alla tua username, la tua vecchia e-mail ed il tuo nuovo indirizzo.

    Hai dimenticato la password? clicca qui

    Per qualsiasi problema TECNICO puoi contattare lo Staff attraverso questo form spiegando DETTAGLIATAMENTE il tuo problema
  • Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio ed i cookie stessi.
  • Ospite, seguici anche sui social!
    Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su YouTube

  • Ti andrebbe di condividere sui social, assieme a noi, le tue fotografie ed i tuoi video? Clicca qui!

  • Ciao Ospite e benvenuto su Crocieristi.it, siamo davvero felici di averti a bordo!

    ti invitiamo a leggere il regolamento per una migliore convivenza con gli altri utenti (clicca qui) mentre qui trovi qualche dritta sull'utilizzo del forum

    e poi... che ne dici di presentarti? Clicca qui per accedere alla sezione "il mio primo messaggio" ed apri un nuovo argomento!

Diadema rientra

Rodolfo

Super Moderatore
Sicuramente, ma bisogna pensarci subito ed organizzare il tutto per tempo, eventi non prevedibili a parte. Ci so tre navi Costa che devono rientrare in Italia e la loro destinazione deve essere già individuata e organizzata. Non vorrei si manifestassero le stesse vicende di Diadema, che alla fine, come prevedibile, un porto lo ha trovato, e quindi non facciamoci prendere ancora una volta impreparati; di tempo a disposizione ce n'è.
 

pitt76

Member
Sicuramente, ma bisogna pensarci subito ed organizzare il tutto per tempo, eventi non prevedibili a parte. Ci so tre navi Costa che devono rientrare in Italia e la loro destinazione deve essere già individuata e organizzata. Non vorrei si manifestassero le stesse vicende di Diadema, che alla fine, come prevedibile, un porto lo ha trovato, e quindi non facciamoci prendere ancora una volta impreparati; di tempo a disposizione ce n'è.

D'accordo anche con questo, sia chiaro.
Ma è per dire che "una banchina" non basta, anzi è proprio perchè non basta che serve ragionare e valutare su molti aspetti
 

Rodolfo

Super Moderatore
Certo che non basta una banchina, che alla fine è la cosa più "semplice", ma la gestione di tutto quel che ci sta dietro, che poi sono i motivi per cui Governatori e Sindaci si oppongono.
 

capricorno

Super Moderatore
Tutto è relativo ed è chiaro che l'emergenza c'è ovunque ma malgrado, si cerca di fare il possibile. L'esempio è davanti ai nostri occhi in Lombardia e in altre regioni dove si è al collasso, si agisce senza sé e senza ma. Quello che non comprendo è sballottare da un luogo all'altro le persone, non navi attenzione, ma le persone che come tutti hanno diritto ad una assistenza. E nessuno mi può dire che il problema non era noto da giorni, da parecchi giorni e sufficienti a mio parere per poter pianificare un piano di relativa sicurezza e di salvaguardia per tutti.
 

essepi2

Co-Fondatore
Sicuramente, ma bisogna pensarci subito ed organizzare il tutto per tempo, eventi non prevedibili a parte. Ci so tre navi Costa che devono rientrare in Italia e la loro destinazione deve essere già individuata e organizzata. Non vorrei si manifestassero le stesse vicende di Diadema, che alla fine, come prevedibile, un porto lo ha trovato, e quindi non facciamoci prendere ancora una volta impreparati; di tempo a disposizione ce n'è.

D'accordo anche con questo, sia chiaro.
Ma è per dire che "una banchina" non basta, anzi è proprio perchè non basta che serve ragionare e valutare su molti aspetti

Certo che non basta una banchina, che alla fine è la cosa più "semplice", ma la gestione di tutto quel che ci sta dietro, che poi sono i motivi per cui Governatori e Sindaci si oppongono.

Costa Crociere sono 18 gg. che sta trattando con i porti per organizzare tutto e tutti gli interessati erano a conoscenza della reale situazione a bordo, pero' dopo tanti assensi, si sono ritirati, quindi si deve improvvisare ed organizzare all'ultimo momento e in tutta onesta' non immaginava minimamente di avere tutti questi rifiuti e problemi, ma ormai e' fatta. Le tre navi di Costa ancora in navigazione hanno gia' un porto definito che ha dato la propria disponibilità eppure sono convinto che non andra' tutto liscio. Guardate che organizzare un trasporto protetto non comporta grandi difficolta', solo l'osservanza di alcune regole basilari. Nella mia piccola citta' abbiamo 25 persone i n terapia intensiva e sono arrivate con normali ambulanze accompagnate da personale con efficaci dispositivi anticontagio. Per i rimpatri degli equipaggi ci si pensera' dopo, nei prossimi mesi. Io penso che molte autorità abbiano agito solo in funzione dell'elettorato e basta e nulla mi fara'cambiare idea. Non dico che era tutto facile ma in situazioni di emergenza bisognerebbe anche dimostrare gli attributi di prendere decisioni impopolari e difficili soprattutto da chi ne ha il potere.
Come qualcuno ha in passato imposto di accogliere barconi pieni di gentaglia, cosi' poteva fare con navi italiane.
Voglio portare un esempio di coraggio:Miami accoglie decine e decine di navi, ormeggiate o all'ancora, nessuna e dico nessuna e' americana.
Se avessero ragionato come alcuni nostri sindaci, Magica e Favolosa non avreste neppure idea di come sarebbero messe!
 

Rodolfo

Super Moderatore
Sì Maurizio, gli eventi imprevedibili che avevo citato. Ma se un Porto concede la sua disponibilità, all'ultimo momento non può tirarsi indietro se non per giustificatissimi motivi. Fatalità li avevano tutti quelli che han rifiutato Diadema? Gioia Tauro, Napoli, Civitavecchia, Marsiglia, Genova, La Spezia? A quel punto prevale la decisione, immediata del Governo sulla base degli accordi già presi.
Poi perché Diadema è rimasta ore davanti a Civitavecchia se il Sindaco da giorni avevo proclamato che non avrebbe, per suo conto, accolto alcuna altra nave.
Qualcosa non quadra.
 

catema

Member
Costa Crociere sono 18 gg. che sta trattando con i porti per organizzare tutto e tutti gli interessati erano a conoscenza della reale situazione a bordo, pero' dopo tanti assensi, si sono ritirati, quindi si deve improvvisare ed organizzare all'ultimo momento e in tutta onesta' non immaginava minimamente di avere tutti questi rifiuti e problemi, ma ormai e' fatta. Le tre navi di Costa ancora in navigazione hanno gia' un porto definito che ha dato la propria disponibilità eppure sono convinto che non andra' tutto liscio. Guardate che organizzare un trasporto protetto non comporta grandi difficolta', solo l'osservanza di alcune regole basilari. Nella mia piccola citta' abbiamo 25 persone i n terapia intensiva e sono arrivate con normali ambulanze accompagnate da personale con efficaci dispositivi anticontagio. Per i rimpatri degli equipaggi ci si pensera' dopo, nei prossimi mesi. Io penso che molte autorità abbiano agito solo in funzione dell'elettorato e basta e nulla mi fara'cambiare idea. Non dico che era tutto facile ma in situazioni di emergenza bisognerebbe anche dimostrare gli attributi di prendere decisioni impopolari e difficili soprattutto da chi ne ha il potere.
Come qualcuno ha in passato imposto di accogliere barconi pieni di gentaglia, cosi' poteva fare con navi italiane.
Voglio portare un esempio di coraggio:Miami accoglie decine e decine di navi, ormeggiate o all'ancora, nessuna e dico nessuna e' americana.
Se avessero ragionato come alcuni nostri sindaci, Magica e Favolosa non avreste neppure idea di come sarebbero messe!

Potrei pensare che Costa Crociere non goda di grossa consiederazione in Italia, oppure pensare che qualcuno imputa a loro questa situazione poichè non sono riusciti a porre in essere comportamenti atti a non pregiudicare la salute e sicurezza di ospiti e personale.
Ma ad oggi è l'unica Compagnia di Crociere, di cui ho notizie certe, che si è trovata in queste emergenze con più navi, sicuramente qualcosa non ha funzionato.

Sono contenta di sapere che non ci vuole molto ad organizzare un trasporto protetto, infatti non servono ambulanze MSA ma semplici ambulanze MSB, con adeguati dispositivi di protezione individuale, che a breve termineranno.
https://www.anpas.piemonte.it/2020/...ne-e-tute-protettive-per-garantire-i-servizi/

Da notizie stampa Miami-Dade, a ieri, ha 1.701 casi confermati di coronavirus positivi, su 9.829 test. Dei 1.701 test positivi, 1.675 sono residenti, 116 sono stati ricoverati in ospedale e quattro sono morti.
Non penso si possa definire un atto di coraggio, rispetto all'epidemia che si è minifestata in Italia.

https://www.miamiherald.com/news/coronavirus/article241613456.html
 

Rodolfo

Super Moderatore
Direi che Costa non è stata l'unica a trovarsi in queste situazioni.
 

Urs

Member
...la Mediterranea ho notato che ha fatto dietro front sotto l'isola di Creta

Anche la cugina ‘AIDAblu’, un'altra ‘italiana’, un po’ al Ovest della Costa Mediterranea, ha fatto dietro front sotto Creta.

Probabilmente in attesa delle decisioni dei porti nel Mediterraneo Ovest.
Al Sud di Creta le navi sono protetto da un eventuale mare grosso da Nord.
 

essepi2

Co-Fondatore
Con più navi contemporaneamente, mi sembra sia l’unica.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Forse e’ la sola della quale conosciamo molti dettagli e mediaticamente e’ quella della quale si e’ piu parlato.
Credo che tutte abbiano situazioni simili, chi piu’ che meno, ma mi piacerebbe sapere quante sono state rifiutate dal loro paese di appartenenza.
Io vedo una nave come un paese: ci sono dei cittadini che seppur non su terraferma appartengono a quel paese. Riferendomi all’esempio del nostro ospedale 20 di coloro che sono ricoverati in terapia intensiva arrivano da altre regioni. Cosa avrebbero dovuto fare? Non accoglierli perche’ magari i oosti sarebbero serviti ai cittadini? Io sono dell’idea che in situazioni di gravissima emergenza, come e’ questa, che ritengo peggio di una guerra ( perche’ una guerra non coinvolge tutti e c’ e’ la possibilita’ anche di fermarla con la diplomazia ), purtroppo bisogna prendere anche decisioni che potrebbero sembrare irrazionali.
 

Rodolfo

Super Moderatore
Con più navi contemporaneamente, mi sembra sia l’unica.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Intanto bisogna vedere se con o senza passeggeri a bordo, perche con passeggeri a bordo ce ne sono ancora per i mari e con contagiati che cercano un porto in situazioni ben peggiori di Costa. Poi da quando fare "la conta" e come farla.
 

essepi2

Co-Fondatore
Fonte: Comune di Piombino

COSTA DIADEMA: LA SITUAZIONE A BORDO -
ieri i medici dell’Ufficio sanità marittima sono saliti a bordo della nave da crociera Diadema per verificare lo stato di salute dei membri dell’equipaggio.
Sono cinque i soggetti che presentano sintomi mentre altri tredici restano sospetti con sintomi lievi: i tre casi più gravi sono stati fatti sbarcare e accompagnati negli ospedali Covid. I medici dell’Usmaf eseguiranno i tamponi su tutti i membri dell’equipaggio: sono già arrivati a Piombino 720 kit e da oggi i medici cominceranno a eseguire i test partendo dai tredici passeggeri sospetti e continuando poi con il resto dell’equipaggio, con priorità per gli stranieri che possono già tornare nel loro paese di origine.
Il Ministero degli Esteri, intanto, ha già predisposto alcuni voli Charter per rimpatriare i membri dell’equipaggio che risulteranno negativi al tampone: già oggi partirà un volo diretto verso l’Europa dell’est. Tutti i membri dell’equipaggio, fatta eccezione per circa 170 che dovranno rimanere a bordo per garantire la sicurezza e l’operatività della nave, lasceranno Piombino con degli autobus dedicati seguendo un rigido protocollo di sicurezza.

"La macchina organizzativa ha funzionato e in poche ore è stato possibile mettere in sicurezza la nave e cominciare ad accertare lo stato di salute dei passeggeri: per questo voglio ringraziare tutte le istituzioni e i soggetti che hanno contribuito." commenta il sindaco Ferrari" Piombino ha dimostrato di essere all’altezza della situazione e di questo sono profondamente orgoglioso.
 

paolocecchi

Active member
essepi. credemi .ho sempre apprezzato i tuoi interventi e ti stimo,per quel pochissimo che può contare la mi stima.Però non posso non criticarti nella frase in cui hai detto che abbiamo sempre rIcevuto barconi pieni di "gentaglia".Sono sicuro che non volevi fare di ogni erba un fascio .Di gentaglia ce n'e sicuramente nei barconi ,come anche nelle nostre care navi da crociera,ma insieme a tante brave e disperate persone.
Piuttosto tutte le compagnie, quando verranno tempi migliori, dovrebbero ricordarsi di chi ha scacciato le loro navi e cercare porti alternativi.Ma e' una pia illusione.Il dio soldo come al solito prevarra' e scali come Civitavecchia Venezia credo siano insostitubiili per l'attrazione turistica che hanno intrinsecamente.Però non si sa mai e se andasse in porto il..porto di Fiumicino?
 

Rodolfo

Super Moderatore
Ringraziamenti, auguri di riprendere al più presto lo fanno in tante. Luminosa accendendo opportunamente le luci delle cabine ha fatto comparire la scritta "GRAZIE SV".
 

Top