Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Una ipotesi sullo scoglio del Concordia.

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Una ipotesi sullo scoglio del Concordia.

    In linea di massima, con le dovute cautele e limiti, č una ipotesi non proprio assurda. Spesso si verificano "perdite" a mare che non vengono segnalate, soprattutto se chi le perde deve provvedere al loro recupero.

    http://shippingonline.ilsecoloxix.it...tragedia.shtml
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  • #2
    Leggo solo ora...per come la penso io, per quanto l'articolo potrebbe anche avere un fondamento, č che lģ la nave non si sarebbe comunque dovuta trovare...non c'era alcuna necessitą di un passaggio simile.
    Comprendo il ragionamento, se un fatto simile succedesse, ad esempio, su una rotta obbligata sarebbe anche stavo avvistato e rimosso per tempo, ma in quel punto chi doveva aspettarsi il passaggio di una nave da crociera?
    Puņ essere una causa ma non un attenuante...
    Laura

    "...Lei restava a guardar le navi, a interessarsi alla vita di bordo......E sollevando con gli occhi tutta l'anima a guardare nell'ultima luce la punta degli alti alberi, i pennoni, il sartiame, provava in sč con una gioia ebbra di freschezza e uno sgomento quasi di vertigine, l'ansia del tanto cielo e del tanto mare che quelle navi avevano corso, partendo da chissą quali terre lontane." (L. Pirandello)

    Comment


    • #3
      Sul fatto che la nave per velocitą e distanza da terra fosse in grave difetto, credo sia un dato, almeno credo di poterlo dire, oramai acclarato.

      Ma se le carte nautiche servono per coadiuvare la navigazione in sicurezza, devono anche essere aggiornate. Ora io non so quanto ipoteticamente il masso potesse essere sotto il pelo dell'acqua, sempre ammesso che l'ipotesi abbia un minimo di veridicitą, ma non necessariamente ed unicamente doveva passare una nave da crociera in quel tratto di mare; sarebbe potuta passare anche una nave minore, un mezzo da lavoro con un certo pescaggio.

      Io l'ho solo riportato come articolo comparso sul link di Shippingonline. Posso dire che nel "mio piccolo" č successo anche a me e ho danneggiato due timoni e un elica di una imbarcazione che stavo portando; qualcuno aveva scaricato degli elettrodomestici nel canale, o erano caduti (quest'ultima ipotesi da scartare immediatamente).
      Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

      Rodolfo
      ### Moderatore Globale ###

      Comment


      • #4
        Originariamente Scritto da Rodolfo Visualizza Messaggio
        Ma se le carte nautiche servono per coadiuvare la navigazione in sicurezza, devono anche essere aggiornate. Ora io non so quanto ipoteticamente il masso potesse essere sotto il pelo dell'acqua, sempre ammesso che l'ipotesi abbia un minimo di veridicitą, ma non necessariamente ed unicamente doveva passare una nave da crociera in quel tratto di mare; sarebbe potuta passare anche una nave minore, un mezzo da lavoro con un certo pescaggio.
        Sull' inciviltą di alcuni individui ci sarebbe da discuterne all'infinito...quello che pił mi lascia perplessa č il punto e il modo in cui lo scoglio č conficcato nella chiglia...per valutare la possibilitą di quell'ipotesi bisognerebbe conoscere la profonditą del fondale in quel punto...certo č che se il "presunto" ostacolo fosse stato immediatamente prima o dopo il gruppo delle scole e, ovviamente, non segnalato...si spiegherebbero diverse cose.
        Mi chiedo solo come un qualcosa di tali dimensioni (perchč doveva essere ben grosso per ed essere fisso sul fondale per fare uno strappo simile nella chiglia) possa essere stato perso senza che nessuno se ne sia accorto...
        Laura

        "...Lei restava a guardar le navi, a interessarsi alla vita di bordo......E sollevando con gli occhi tutta l'anima a guardare nell'ultima luce la punta degli alti alberi, i pennoni, il sartiame, provava in sč con una gioia ebbra di freschezza e uno sgomento quasi di vertigine, l'ansia del tanto cielo e del tanto mare che quelle navi avevano corso, partendo da chissą quali terre lontane." (L. Pirandello)

        Comment


        • #5
          Anche qui Laura l'eventuale episodio č disseminato di se, se, se e ancora se. Ripeto č solo una ipotesi che magari come č nata cosģ morirą.

          Che poi qualcuno abbia taciuto il fatto per non aver impicci, non sarebbe nemmeno tanto inverosimile.
          Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

          Rodolfo
          ### Moderatore Globale ###

          Comment


          • #6
            Originariamente Scritto da Rodolfo Visualizza Messaggio
            Anche qui Laura l'eventuale episodio č disseminato di se, se, se e ancora se. Ripeto č solo una ipotesi che magari come č nata cosģ morirą.

            Che poi qualcuno abbia taciuto il fatto per non aver impicci, non sarebbe nemmeno tanto inverosimile.
            Certo Rodolfo...le mie considerazioni erano solo un "ragionarci sopra" non di pił...

            Sul fatto che qualcuno possa aver taciuto un episodio simile non ho alcun dubbio...siamo pieni di esempi nel nostro quotidiano...
            Laura

            "...Lei restava a guardar le navi, a interessarsi alla vita di bordo......E sollevando con gli occhi tutta l'anima a guardare nell'ultima luce la punta degli alti alberi, i pennoni, il sartiame, provava in sč con una gioia ebbra di freschezza e uno sgomento quasi di vertigine, l'ansia del tanto cielo e del tanto mare che quelle navi avevano corso, partendo da chissą quali terre lontane." (L. Pirandello)

            Comment


            • #7
              Scusatemi, ma se ci fossero stati lavori del genere in mare nei giorni precedenti le autorita' marittime non dovrebbere essere state informate?

              Comment


              • #8
                Non so voi, ma io propendo sempre piu' per la teoria della deriva dei continenti....
                Pochi sono coloro che possono dare del tu al mare, e quei pochi non lo fanno.

                Comment


                • #9
                  Originariamente Scritto da aspirante mozzo Visualizza Messaggio
                  Non so voi, ma io propendo sempre piu' per la teoria della deriva dei continenti....
                  in questo caso perņ potrebbe anche essere plausibile l'ipotesi del vulcano sommerso...
                  Laura

                  "...Lei restava a guardar le navi, a interessarsi alla vita di bordo......E sollevando con gli occhi tutta l'anima a guardare nell'ultima luce la punta degli alti alberi, i pennoni, il sartiame, provava in sč con una gioia ebbra di freschezza e uno sgomento quasi di vertigine, l'ansia del tanto cielo e del tanto mare che quelle navi avevano corso, partendo da chissą quali terre lontane." (L. Pirandello)

                  Comment


                  • #10
                    Originariamente Scritto da La76 Visualizza Messaggio
                    in questo caso perņ potrebbe anche essere plausibile l'ipotesi del vulcano sommerso...
                    Accidenti.... e' vero..... interessante ipotesi !
                    Qui ci vuole Bruno Vespa con il plastico del bacino del mediterraneo.... e la Palombelli in gondola con il TomTom
                    Chiami tu la RAI o ci penso io ?
                    Pochi sono coloro che possono dare del tu al mare, e quei pochi non lo fanno.

                    Comment


                    • #11
                      Paolo, magari chissą a quando risale il fatto. Io nemmeno la conoscevo questa prassi di recuperare gli scogli dal mare; ma del resto da noi non si usa.

                      Enrico se avessi saputo di queste tue battute, non avrei facilitato la tua registrazione al Forum. Ciao.
                      Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

                      Rodolfo
                      ### Moderatore Globale ###

                      Comment


                      • #12
                        Originariamente Scritto da Rodolfo Visualizza Messaggio
                        Paolo, magari chissą a quando risale il fatto. Io nemmeno la conoscevo questa prassi di recuperare gli scogli dal mare; ma del resto da noi non si usa.

                        Enrico se avessi saputo di queste tue battute, non avrei facilitato la tua registrazione al Forum. Ciao.
                        Pardon.... e' l'ora tarda che mi stimola.... in futuro cerchero' di contenermi, ma non garantisco... un saluto anche a te !
                        Pochi sono coloro che possono dare del tu al mare, e quei pochi non lo fanno.

                        Comment


                        • #13
                          Guarda che ho scherzato; era simpatica quella della deriva dei continenti. 'Notte.
                          Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

                          Rodolfo
                          ### Moderatore Globale ###

                          Comment


                          • #14
                            Originariamente Scritto da Rodolfo Visualizza Messaggio
                            Paolo, magari chissą a quando risale il fatto. Io nemmeno la conoscevo questa prassi di recuperare gli scogli dal mare; ma del resto da noi non si usa.
                            Qui da noi l'ho visto fare pił volte...normalmente viene fatto quando si costruiscono moli artificiali, a margine viene formata una sorta di scogliera "naturale" per frangere le onde...perņ sinceramente i massi non sono mai di enormi dimensioni...di solito i massi sono trasportati da chiatte di dimensioni abbastanza modeste, per questo ho scritto prima che mi faceva strano pensare al trasporto di uno scoglio di tali dimensioni...sia per il trasporto vero e proprio sia per la sua movimentazione...
                            Laura

                            "...Lei restava a guardar le navi, a interessarsi alla vita di bordo......E sollevando con gli occhi tutta l'anima a guardare nell'ultima luce la punta degli alti alberi, i pennoni, il sartiame, provava in sč con una gioia ebbra di freschezza e uno sgomento quasi di vertigine, l'ansia del tanto cielo e del tanto mare che quelle navi avevano corso, partendo da chissą quali terre lontane." (L. Pirandello)

                            Comment


                            • #15
                              Qui non č una pratica in uso perchč i fondali son sabbiosi: gli scogli vengono in genere prelevati dalla Croazia. Quando il Mose sarą terminato dovranno rifare le carte con le nuove isocline di quello Stato.
                              Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

                              Rodolfo
                              ### Moderatore Globale ###

                              Comment

                              Working...
                              X