Risultati da 1 a 12 di 12

Discussione: Come saranno le navi "post covid"

  1. #1
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    38,330
    Citt
    Venezia

    Come saranno le navi "post covid"

    Un articolo di Mate su Meditelegraph sulle idee che stan nascendo per le navi dell'imminente futuro impostate sull'"anti covid":

    https://www.themeditelegraph.com/it/...rus-1.38880247
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###


    • Pubblicità


        
       

  2. #2
    Utente livello Gold L'avatar di Blueyes
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    2,391
    Citt
    Chioggia (VE)
    Crociere effettuate
    10
    Ciao Rodolfo, Ciao Matteo.

    Su una cosa non son assolutamente d'accordo con Pastrovich:
    <<...esperienza dentro una nave protetta che naviga in posti del mondo di grande fascino, ma che tuttavia non ha bisogno di far scendere le persone a terra cos follemente come si fa oggi>>

    Quindi, mi faccio 12 ore di aereo per andare ai Caraibi e restare in nave? O hanno intenzione di scalare in porti commerciali al di fuori di qualsiasi ragionevole distanza da luoghi d'arte, di vacanza, di diverimento????
    Non ci siamo.
    A questo punto, che comperino in campagna un capannone di 300 metri e alto 70 e ci simulino dentro una nave.
    ...errare umano, ma per fare veramente casino serve la password di root!
    -----
    IO alla Crociera del Decennale c'ero. E tu, dove eri????
    -----
    "CROCIERISTI.IT", per fare di una crociera la TUA crociera!

    Se riesci a leggere questo non hai bisogno di occhiali

  3. #3
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    38,330
    Citt
    Venezia
    Pi che d'accordo. Quello che ho sempre detto delle meganavi, parchi di divertimento itineranti, dove scendere non indispensabile.
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  4. #4
    Utente livello Bronze
    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    295
    Citt
    S. Quirico d'Orcia (SI)
    Crociere effettuate
    4
    Citazione Originariamente Scritto da Blueyes Visualizza Messaggio
    Ciao Rodolfo, Ciao Matteo.

    Su una cosa non son assolutamente d'accordo con Pastrovich:
    <<...“esperienza” dentro una nave protetta che naviga in posti del mondo di grande fascino, ma che tuttavia non ha bisogno di far scendere le persone a terra cos follemente come si fa oggi>>

    Quindi, mi faccio 12 ore di aereo per andare ai Caraibi e restare in nave? O hanno intenzione di scalare in porti commerciali al di fuori di qualsiasi ragionevole distanza da luoghi d'arte, di vacanza, di diverimento????
    Non ci siamo.
    A questo punto, che comperino in campagna un capannone di 300 metri e alto 70 e ci simulino dentro una nave.
    Concordo io prediligo l'itinerario poi la nave

  5. #5
    Utente livello Silver L'avatar di Onda del mare
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    552
    Citt
    Monfalcone
    Crociere effettuate
    23
    Questi sono fuori..Non perdo tempo a spiegare il perch nel rispetto del l' intelligenza di chi legge che certamente concorder. Godiamoci il sole di qs bella giornata

    Inviato dal mio SM-A405FN utilizzando Tapatalk

  6. #6
    Utente livello Gold
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    4,794
    Citt
    Verona
    Crociere effettuate
    17
    Ma cosa diventa la crociera con queste "limitazioni" rimango a casa.

  7. #7
    Utente livello Platinum L'avatar di capricorno
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    7,168
    Citt
    Monza
    Crociere effettuate
    22
    Si sta travolgendo il senso della crociera, che quello di vivere esperienze diverse dal quotidiano, il viaggio inteso come incontro con culture diverse dalla mia, incontrare persone che mi possono arricchire dentro. Ci che sta avvenendo in questi ultimi tempi, ma anche non di coronavirus, quello di confinare le persone all'interno di un mondo ( nave) , anche meraviglioso per carit, con molte attrattive.....ma questo tutto non viaggio, non crociera.
    Oriana

    ### Moderatrice del forum ###

    " Ogni raggio dell'alba prenda per mano i tuoi sogni notturni, i pi belli, e li conduca nella realt."

  8. #8
    Utente livello Bronze L'avatar di Alessandra86
    Data Registrazione
    Mar 2017
    Messaggi
    196
    Citazione Originariamente Scritto da capricorno Visualizza Messaggio
    Si sta travolgendo il senso della crociera, che quello di vivere esperienze diverse dal quotidiano, il viaggio inteso come incontro con culture diverse dalla mia, incontrare persone che mi possono arricchire dentro. Ci che sta avvenendo in questi ultimi tempi, ma anche non di coronavirus, quello di confinare le persone all'interno di un mondo ( nave) , anche meraviglioso per carit, con molte attrattive.....ma questo tutto non viaggio, non crociera.
    Condivido pienamente il tuo pensiero

  9. #9
    Utente livello Bronze
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    175
    Citt
    MESTRE Ve)
    Crociere effettuate
    3
    Citazione Originariamente Scritto da Blueyes Visualizza Messaggio
    Ciao Rodolfo, Ciao Matteo.

    Su una cosa non son assolutamente d'accordo con Pastrovich:
    <<...“esperienza” dentro una nave protetta che naviga in posti del mondo di grande fascino, ma che tuttavia non ha bisogno di far scendere le persone a terra cos follemente come si fa oggi>>

    Quindi, mi faccio 12 ore di aereo per andare ai Caraibi e restare in nave? O hanno intenzione di scalare in porti commerciali al di fuori di qualsiasi ragionevole distanza da luoghi d'arte, di vacanza, di diverimento????
    Non ci siamo.
    A questo punto, che comperino in campagna un capannone di 300 metri e alto 70 e ci simulino dentro una nave.
    Qualcuno ha forse gi pensato qualcosa del genere, seppur con i dovuti distinguo, tempo fa nel film “Le incredibili avventure del signor Grand col complesso del miliardo e il pallino della truffa” (titolo originale “The Magic Christian”), nel quale un eccentrico miliardario impersonato da Peter Sellers che ha adottato un senzatetto (Ringo Starr) acquista i biglietti per una crociera di lusso sulla nave ”The Magic Christian” sulla quale sono imbarcati molti personaggi famosi (alcuni impersonati da sosia).
    All’ inizio tutto sembra andare per il meglio ma attraverso un crescendo di situazioni a dir poco imbarazzanti (nave sempre avvolta dalla nebbia, capitano ubriaco e schiave ai remi ecc.) i passeggeri riescono ad uscire da quella che credevano fosse una nave ed invece era un capannone sperso nella campagna e quindi i facoltosi passeggeri non si erano mai mossi da Londra.

    Ripeto: con i dovuti distinguo........

  10. #10
    Utente livello Bronze L'avatar di pitt76
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    478
    Citt
    Roma
    Crociere effettuate
    7
    nell'articolo si fa riferimento alla crisi del periodo post 11-09-2001... ma come si fa a paragonare le due cose??
    poi magari mi sbaglio e qualcuno che all'epoca c'era gi sulle navi pu aiutarci a capire e ricordare, ma al di l delle misure di sicurezza, come scanner, verifica zainetti,... che forse gi c'erano, non credo abbia avuto un impatto paragonabile...
    Giramondo, perch viaggiare vitale.
    Quando voglio una vacanza anche dai viaggi mi concedo una crociera. Chi fa solo crociere, non sa cosa significhi viaggiare
    .

  11. #11
    Super Moderatore L'avatar di Rodolfo
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    38,330
    Citt
    Venezia
    Direi che economicamente parlando non ci sia storia tra i due eventi.
    Nel 2001 c' stato un crollo "momentaneo" del turismo in genere, compreso il crocieristico.
    Son cambiate tantissime cose dal punto di vista della sicurezza sia sugli aerei che sulle navi.
    Per il comparto navale, ne avevo parlato in altro argomento stato introdotto l'ISPS, un complesso di norme intetnazionali, che han trasformato i porti e le navi in dei "fortini" a tutela della sicurezza.
    Personalmente ho visto il Porto di Venezia trasformarsi lentamente in una sorta di Zona Militare con controlli sempre pi capillari ed efficienti, tuttora in espansione.
    Ricordo nell'ottobre del 2000 la partenza di Costa Atlantica per gli Stati Uniti: ero in banchina, completamente accessibile al pubblico, a pochi passi dalla nave mentre si staccava dagli ormeggi. Ora sarebbe una cosa impensabile; cancelli, barriere, posti di controllo, filtri, scanner, telecamere, guardie dovunque a presidiare gli accessi. Un cambiamento enorme. Il 2001 ha lasciato il segno.
    Ultima modifica di Rodolfo; 27-May-2020 alle 12:27
    Chi va per mare naviga, chi sta a terra giudica.

    Rodolfo
    ### Moderatore Globale ###

  12. #12
    Co-Fondatore L'avatar di essepi2
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    7,989
    Crociere effettuate
    70
    Citazione Originariamente Scritto da pitt76 Visualizza Messaggio
    nell'articolo si fa riferimento alla crisi del periodo post 11-09-2001... ma come si fa a paragonare le due cose??
    poi magari mi sbaglio e qualcuno che all'epoca c'era gi sulle navi pu aiutarci a capire e ricordare, ma al di l delle misure di sicurezza, come scanner, verifica zainetti,... che forse gi c'erano, non credo abbia avuto un impatto paragonabile...
    Io partii a gennaio 2002 con Victoria per una crociera di 12 gg. alle Canarie. Lasciai l’auto a Savona ma si entrava al porto solo dicendo che ti imbarcavi, mentre ora devi mostrare il biglietto per entrare. Per il resto tutto era come prima, la crociera precedente l’avevo fatto ad agosto, poco prima dell’attacco alle torri.
    Nulla di minimamente paragonabile alla situazione attuale, anche una guerra sarebbe stata meno devastante sotto alcuni aspetti.
    Maurizio
    Co-fondatore di Crocieristi.it


    • Pubblicità


        
       

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •