• Benvenuto\a sul forum di Crocieristi.it, la più grande community italiana sulle crociere.

    Prendi confidenza con il forum leggendo le discussioni presenti, o ricerca l'argomento che più ti interessa attraverso l'apposito form. Per partecipare al forum è necessario registrarsi, ovviamente la registrazione è gratuita e non obbligatoria, non registrarti se per te non è davvero utile. Per eseguire eventuali cancellazioni il tempo previsto è di una settimana.

    Ricorda che il regolamento vieta l'uso di due o più nickname differenti relativi alla stessa persona. Se nel frattempo hai cambiato l'indirizzo e-mail di registrazione contattaci attraverso questo form e specifica il tuo problema assieme alla tua username, la tua vecchia e-mail ed il tuo nuovo indirizzo.

    Hai dimenticato la password? clicca qui

    Per qualsiasi problema TECNICO puoi contattare lo Staff attraverso questo form spiegando DETTAGLIATAMENTE il tuo problema
  • Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio ed i cookie stessi.
  • Ospite, seguici anche sui social!
    Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su YouTube

  • Ti andrebbe di condividere sui social, assieme a noi, le tue fotografie ed i tuoi video? Clicca qui!

  • Ciao Ospite e benvenuto su Crocieristi.it, siamo davvero felici di averti a bordo!

    ti invitiamo a leggere il regolamento per una migliore convivenza con gli altri utenti (clicca qui) mentre qui trovi qualche dritta sull'utilizzo del forum

    e poi... che ne dici di presentarti? Clicca qui per accedere alla sezione "il mio primo messaggio" ed apri un nuovo argomento!

"Tutto esaurito"

maumarti

Member
ciao maumarti aspetto le tue impressioni intanto ti auguro di trovare compagni di viaggio educati , personale preparato, e mare calmo e la crociera sarà fantastica.

Rientrato circa una settimana fa da Diadema. Innanzitutto gli elementi citati da Malugano ci sono stati, il che ha reso possibile trascorrere una bella settimana, sapendo comunque quello che ci si poteva (o non ci si poteva) aspettare

I dati sono sempre dati, scuscettibili di interpretazioni e certamente manipolabili, come i fatturati o gli utili! Voglio credere che si sia onesti e si mostri cio' che realmente succede anche perche' le bugie hanno le gambe corte e prima o poi, ogni nodo verra' al pettine, soprattutto quanto si mente su dati economici.

La nave non era al completo, ma da quanto ci hanno riferito, c'erano davvero poche cabine libere. In effetti la nave ci è sembrata piuttosto affollata.
E francamente, condiviso anche da mia moglie, abbiamo avuto la sensazione che regnasse una generale soddisfazione da parte degli ospiti.
Del resto, il cibo è stato piuttosto buono, ristoranti a pagamento più frequentati rispetto ad altre volte, i locali piuttosto puliti, l'intrattenimento coinvolgente. Nave molto vuota specie al mattino quindi molti in escursione (a noi interessava overdose di Samsara, quindi meglio così).
Quindi, per quel che si può desumere da una sola settimana (per di più in "traghettone"), confermo che la direzione presa dall'azienda mi sembra che "paghi".
Del resto hanno dato accesso a questo tipo di vacanza ad una quota considerevole di persone che prima non ci accedevano, e che hanno aspettative che Costa Crociere riesce a soddisfare. Per questo a parer mio posso confermare che l'articolo citato da Rodolfo rispecchia la realtà

Detto questo, per il mio modo di vedere, quello che ho descritto più sopra non è molto di più di una "buona vacanza".

In barba a tende e tavolini. ;) ;)
Il punto è che le tende, i tavolini, le coccole della buona notte, gli spuntini nei saloni, e come sappiamo potrei citarne una buona dose di altri, vanno in barba a chi aveva una visione della crociera come di una vacanza un filo più ricercata.
Che di per sè secondo me non è che sia poi così bello; cioè, son contento che chi ci lavora abbia un futuro che promette crescita. Solo che io non ci lavoro, ci faccio la vacanza. E di Costa mi piacevano diverse cose come la SPA, la cucina, lo stile che strizza l'occhio al made in Italy...
Ma una crociera in cui il cabinista passa una sola volta al giorno come in una qualsiasi Pensione Miramare di una frazione di Albissola... (che ci vado nelle pensioni miramare, e mi piacciono, ma sono un'altra cosa)
O che a cena c'è un solo cameriere per tavolo, che così almeno aspetti minimo 20-25' prima di iniziare la cena...
O che i tavoli al buffet li sparecchiano anche, ma tocca avere pazienza ...
O che a teatro il caffè te lo compri prima oppure col cavolo che te lo puoi ordinare ...
eccetera ...
Diciamo che l'Eccellenza è andata un (bel) po' a "farsi benedire" ...

Sul discorso del gradimento, se ci risalgono vuol dire che tutto sommato ci si trovano bene, altrimenti non me li spiego proprio i ritorni a bordo.

Il tipo di "successo" descritto nell'articolo citato in questo topic, nel mio caso (poi non è detto che sia così per tutti quelli che si lamentano) non è una gran bellezza. Se risaliremo su Costa non è perchè ci piace lamentarci ma poi ci troviamo alla grande:
- se vorremo fare una "vacanza come un'altra", non escludo di salire su Costa Smeralda il prossimo anno
- se vorremo fare "UNA CROCIERA", spero di potermi permettere di guardare altrove, come già ho fatto in passato, e spendere un po' di più non solo per la quota crociera (ci può anche stare), ma anche per raggiungere i porti di partenza, e scegliere destinazioni che, francamente, per una crociera invernale fuori stagione, non è detto che avremmo tutta questa smania di visitare.
 

Ultima modifica:

Rodolfo

Super Moderatore
Farei un distinguo tra tende, tavolini, camerieri, riassetto cabina............... non metterei tutto sullo stesso piano.
 

Rodolfo

Super Moderatore
Non tutte, secondo me, possono essere messe sullo stesso piano per importanza/utilità/qualità del servizio.
 

maumarti

Member
Ah, ok, capito.
Sono d'accordo, solo che ad uno sguardo più generale, posto che quanto un singolo intervento sia recepito più o meno "fastidioso" è per buona parte soggettivo, metto insieme la serie di cambiamenti nella sua interezza in quanto a mio avviso la somma di tutto da l'idea di ridimensionamento del servizio
 

LeoEdre

New member
Il tipo di "successo" descritto nell'articolo citato in questo topic, nel mio caso (poi non è detto che sia così per tutti quelli che si lamentano) non è una gran bellezza. Se risaliremo su Costa non è perchè ci piace lamentarci ma poi ci troviamo alla grande:
- se vorremo fare una "vacanza come un'altra", non escludo di salire su Costa Smeralda il prossimo anno
- se vorremo fare "UNA CROCIERA", spero di potermi permettere di guardare altrove, come già ho fatto in passato, e spendere un po' di più non solo per la quota crociera (ci può anche stare), ma anche per raggiungere i porti di partenza, e scegliere destinazioni che, francamente, per una crociera invernale fuori stagione, non è detto che avremmo tutta questa smania di visitare.

Il successo commerciale di un prodotto non dipende soltanto dalla qualità, ma da altri fattori tra i quali soprattutto il prezzo.
Come dici tu, può essere che una crociera Costa sia una vacanza come un'altra, però c'è un sacco di gente che cerca proprio, vuoi perché non ha molti soldi, vuoi perché è una vacanza in più rispetto ad altre che ha già fatto, vuoi per altri motivi.
Costa in realtà è riuscita molto bene ad attirare un segmento di mercato, sia per il gran numero di soci fedelissimi che ovviamente non trovano la qualità di una volta, ma non vogliono rinunciare a certi vantaggi, sia per nuovi crocieristi che non hanno aspettative e si accontentano del prezzo basso.
Faccio un esempio con persone che conosco: coppia di pensionati soci di massimo livello, fanno 4 crociere all'anno pagando quasi la metà di uno che non fosse socio. In più, con il fatto che i minori non pagano, si portano dietro i nipoti e in totale sono praticamente 4 al prezzo di uno. Cambieranno mai compagnia secondo voi, per pagare molto di più e trovarsi magari nei guai con l'inglese?

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk
 

maumarti

Member
...
Faccio un esempio con persone che conosco: coppia di pensionati soci di massimo livello, fanno 4 crociere all'anno pagando quasi la metà di uno che non fosse socio. In più, con il fatto che i minori non pagano, si portano dietro i nipoti e in totale sono praticamente 4 al prezzo di uno. Cambieranno mai compagnia secondo voi, per pagare molto di più e trovarsi magari nei guai con l'inglese?

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk

Vero. Probabilmente non cambieranno.
Sono soci fedelissimi che come dici tu accettano un prodotto ridimensionato.
Alla fine quello che mi dispiace è il fatto che non ci sia stata, nella politica di espansione recente, l’attenzione a mantenere, su alcune navi, il servizio “di un tempo”, ovviamente con un listino meno economico. (Forse era il progetto NeoCollection, che non ho mai provato, ma leggo commenti proprio qui sul parziale degrado pure di questo progetto...).
E se non c’è stata alla fine è perché ai clienti “va bene anche così”: del resto anche la maggior parte degli “affezionati” leggo anche su questo forum tende a sminuire i cosiddetti “tagli”... Io la vedo un po’ come una rassegnazione ad accontentarsi di quello che ci viene propinato, e mi fa un po’ tristezza
 

MCP

Active member
(...) mantenere, su alcune navi, il servizio “di un tempo”, ovviamente con un listino meno economico. Forse era il progetto NeoCollection, che non ho mai provato (...)

L'idea voleva essere quella, ma il progetto è nato morto... era troppo "furbino", e chi cercava lo stile di un tempo non ha apprezzato.
Per esempio avevano abolito tutti i dispenser gratuiti con la scusa che non erano eleganti, in tal modo costringendo i passeggeri ad acquistare per forza i pacchetti bevande. Poi però nell'enoteca i vini di pregio venivano erogati self service da dei dispenser "a gettone"... Elegantissimo, no?!
Anch'io accetterei di pagare di più per avere un servizio più curato, ma non per essere presa in giro: e dopo il primo test, sulle NeoCollection non ci sono più tornata.
MCP
 

tiziano

Active member
Mi spiace contraddirti LeoLedre ma se viaggi con 2, bambini solo uno viaggia gratis (paga solo le tasse), l'altro paga quasi come un adulto.
 

Ultima modifica:

LeoEdre

New member
Mi spiace contraddirti LeoLedre ma se viaggi con 2, bambini solo uno viaggia gratis (paga solo le tasse), l'altro paga quasi come un adulto.

In realtà non conosco così bene queste persone da sapere come viaggino effettivamente e conosco poco le offerte Costa, probabilmente uno viaggiava con i genitori e l'altro con i nonni o qualcosa del genere, sta di fatto che pagano certamente molto meno di quanto pagherebbero su una compagnia sulla quale non avessero né i benefici del club né sconti sui minori.
 

malugano

New member
Ciao LeoEdre, posso risponderti io riguardo gli sconti riservati ai soci costa. Ci sono partenze determinate chiamate privilegio che fanno risparmiare da 500 a 700 euro circa dipende dalla durata a cui aggiungi lo sconto del 5 / 10/ 15 % in base alla categoria in più adesso fanno un ulteriore sconto del 10% se prenoti una cabina premium . Per esempio su una partenza a novembre ( data delle mie ferie ) io risparmio circa 1000 euro . A bordo poi ci sono altri piccoli regali ….. Sono d'accordo su tutto quello che avete scritto sopra ma è anche vero che io personalmente sono stato sempre molto bene . CI sono molte altre compagnie che hanno riportato il livello delle crociere al lusso che fu quindi ce n'è per tutti i gusti. L'unica cosa che trovo veramente fastidiosa è il livello di maleducazione di certi ospiti che adesso si trovano nelle crociere Costa e MSC e quello dipende dal fatto che sono diventate più economiche? Molti sostengono che è colpa della compagnia che non ha il controllo sugli ospiti che tutti fanno quello che vogliono .
 

massimilianob

New member
Molti sostengono che è colpa della compagnia che non ha il controllo sugli ospiti che tutti fanno quello che vogliono .

sono uno di quelli che lo pensa. evidentemente il rischio di feedback negativi li preoccupa più di altre cose.
mi fa strano che costa non provi nemmeno a proporre una formula simile allo yacht club della msc, che fino a prova contraria è un prodotto che sta andando più che bene al punto da aver indotto aponte family ad investire su una flottiglia di navi dedicate..
 

MCP

Active member
L'unica cosa che trovo veramente fastidiosa è il livello di maleducazione di certi ospiti che adesso si trovano nelle crociere Costa e MSC e quello dipende dal fatto che sono diventate più economiche? Molti sostengono che è colpa della compagnia che non ha il controllo sugli ospiti che tutti fanno quello che vogliono .

Confermo. Anch'io sono dell'opinione che molto dipenda dalle politiche lassiste di Costa.
Ma anche il progressivo abbassamento delle tariffe negli ultimi 25 anni ha portato a bordo le fasce socio-economiche e culturali più basse, e questo ha contribuito molto al peggioramento del clima di bordo (non solo su Costa).
MCP
 

Gabriele C.

Active member
... L'unica cosa che trovo veramente fastidiosa è il livello di maleducazione di certi ospiti che adesso si trovano nelle crociere Costa e MSC e quello dipende dal fatto che sono diventate più economiche? Molti sostengono che è colpa della compagnia che non ha il controllo sugli ospiti che tutti fanno quello che vogliono .

Quoto le risposte degli altri utenti, aggiungo che il motivo può essere di una semplice ragione aritmetica e di calcolo di probabilità: la media degli ospiti a bordo delle crociere di un tempo era di 800-1000 persone, e potevi comunque trovare qualche ospite poco educato (mi ricordo che sull'Enrico C. a fine anni '70 c'erano ragazzini che in piscina si tuffavano nonostante il divieto). Moltiplica oggi per (diciamo) 4: puoi trarre facilmente le conclusioni...!
 

MCP

Active member
Il gigantismo può agire da concausa, ma il conto non torna: 3-4 maleducati su 800 ospiti vorrebbe dire 15 su una nave di oggi... Altroché!!!
MCP
 

Ultima modifica:

Gabriele C.

Active member
Il gigantismo può agire da concausa, ma il conto non torna: 3-4 maleducati su 800 ospiti vorrebbe dire 15 su una nave di oggi... Altroché!!!
MCP

Vuoi dire che 15 sarebbero pochi rispetto alla realtà attuale?
Probabilmente si, io ho proposto solo una ragione matematica, il resto è causato dalle altre motivazioni che avete indicato voi...
 

maumarti

Member
Le crociere sempre più “mass market” sicuramente non aiutano, ma purtroppo spesso mi trovo a dover riscontrare che gli italiani hanno certamente molte qualità, ma tra queste scarseggia il rispetto delle regole e quello per gli altri.
Su Symphony of the Seas, metà agosto scorso, 6000 persone, ottima convivenza; sfortunatamente i nostri connazionali, meno di 150, sono stati comunque capaci di distinguersi per i soliti malcostumi che sappiamo e non sto a ripetere.
Questo non per andare OT: mi sembra la conferma del fatto che Costa punta molto consapevolmente ad un target specifico, che ahimè è piuttosto ampio (e verosimilmente piuttosto redditizio) e a cui per cultura e preferenze non solo frega nulla delle “coccole della buonanotte” ma neppure di alcune regole di base di educazione civica
 

mirtilla

New member
Confermo. Anch'io sono dell'opinione che molto dipenda dalle politiche lassiste di Costa.
Ma anche il progressivo abbassamento delle tariffe negli ultimi 25 anni ha portato a bordo le fasce socio-economiche e culturali più basse, e questo ha contribuito molto al peggioramento del clima di bordo (non solo su Costa).
MCP

concordo. Msc è corsa ai ripari creando le zone YC per chi vuole ritrovare la pace e la tranquillità del viaggio di un tempo, mentre Costa non ha proposto nulla. Pertanto molte persone che amano un certo modo di viaggiare si sono spostate da COsta allo yc di Msc (perché fuori yc Msc offre un prodotto simile a COsta), lasciando spazio per altre persone che amano lo stile odierno di Costa: basso prezzo e servizio diminuito.
 

MCP

Active member
Msc è corsa ai ripari creando le zone YC per chi vuole ritrovare la pace e la tranquillità del viaggio di un tempo, mentre Costa non ha proposto nulla.

No, infatti. Ormai non ci si salva più in nessun ambiente della nave, neanche più in biblioteca (ormai divenuto luogo dove stazionare a prescindere dalla lettura, principalmente per berciare al telefono o intrattenersi rumorosamente coi compagni di viaggio, senza che gli incaricati intervengano neanche quando presenti, anzi sono loro i primi a parlare a voce alta).
L'unico posto teoricamente tranquillo - vicini permettendo - è la propria cabina, ma è inaccettabilmente limitante.
E pensare che basterebbero pochi accorgimenti: far osservare le norme minime di rispetto e civile convivenza; e conservare alcuni spazi senza musica e baraonda continua, dove finirebbero per concentrarsi le persone più tranquille e silenziose. E poi però mantenerli veramente off limits, quegli spazi, sennò si ritorna alla biblioteca usata come lounge, o ai passeggeri che si portano a spalla lo stereo personale a tutto volume (c'erano davvero, e la nave li ha lasciati fare)!
MCP
 

Top