• Benvenuto\a sul forum di Crocieristi.it, la più grande community italiana sulle crociere.

    Prendi confidenza con il forum leggendo le discussioni presenti, o ricerca l'argomento che più ti interessa attraverso l'apposito form. Per partecipare al forum è necessario registrarsi, ovviamente la registrazione è gratuita e non obbligatoria, non registrarti se per te non è davvero utile. Per eseguire eventuali cancellazioni il tempo previsto è di una settimana.

    Ricorda che il regolamento vieta l'uso di due o più nickname differenti relativi alla stessa persona. Se nel frattempo hai cambiato l'indirizzo e-mail di registrazione contattaci attraverso questo form e specifica il tuo problema assieme alla tua username, la tua vecchia e-mail ed il tuo nuovo indirizzo.

    Hai dimenticato la password? clicca qui

    Per qualsiasi problema TECNICO puoi contattare lo Staff attraverso questo form spiegando DETTAGLIATAMENTE il tuo problema
  • Gentile Ospite,
    in questa sezione i nostri utenti possono aggiornarci in diretta nel corso della propria crociera circa l'andamento della medesima.
    Gli argomenti dovranno essere intitolati:
    [LIVE] nomenave - nomecrociera - datapartenza.
    La discussione relativa alla "diretta" potrà essere aperto solo nell'imminenza della partenza. Questa sezione NON SOSTITUISCE quella relativa ai diari di viaggio.
    Al termine della crociera l'utente potrà postare nella sezione "Diari di viaggio" il proprio resoconto completo sulla crociera. La pubblicazione del diario di viaggio comporterà la chiusura del corrispondente argomento nella sezione "In diretta dalle navi" ed il suo trasferimento nell'apposito archivio. In assenza della pubblicazione del diario di viaggio e comunque entro una settimana dal termine della crociera, la discussione nella sezione "In diretta dalle navi" verrà chiusa e trasferita nell'apposito archivio.
    Fate buon uso di questa sezione.
  • Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio ed i cookie stessi.
  • Ospite, seguici anche sui social!
    Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su YouTube

  • Ti andrebbe di condividere sui social, assieme a noi, le tue fotografie ed i tuoi video? Clicca qui!

  • Ciao Ospite e benvenuto su Crocieristi.it, siamo davvero felici di averti a bordo!

    ti invitiamo a leggere il regolamento per una migliore convivenza con gli altri utenti (clicca qui) mentre qui trovi qualche dritta sull'utilizzo del forum

    e poi... che ne dici di presentarti? Clicca qui per accedere alla sezione "Mi Presento" e presentati!

[Live] - Costa Deliziosa - Giro del Mondo 2024

Roberto B.

Well-known member
Ci inoltriamo ora in una valle boscosa, la vegetazione è fitta. Ad un bivio prendiamo una pista meno battuta che attraversa una zona di acquitrini: il fuoristrada procede lento superando l'ostacolo. Davanti a noi si apre una piccola radura: prima di raggiungerla ci fermiamo e il ranger spegne il motore. Poco dopo ripartiamo con cautela.
Una leonessa avanza pigramente a qualche decina di metri. Non ci degna di uno sguardo.

IMG-20240501-WA0003.jpg

Il suo compagno la osserva mentre si avvicina.

IMG-20240501-WA0000.jpg

IMG-20240501-WA0002.jpg

Ci avviciniamo piano, in assoluto silenzio. Gli animali non sembrano infastiditi e ostentano indifferenza nei nostri confronti. Arriviamo veramente vicino a loro. E non si innervosiscono per nulla, anzi si sdraiano placidi sull'erba sonnecchiando.

DSC_0028.JPG

DSC_0026.JPG

DSC_0034.JPG

DSC_0033.JPG

Un incontro ravvicinato veramente emozionante.
 

Roberto B.

Well-known member
Ritorniamo sulla pista principale e risaliamo su di una collina verso una specie di altopiano. Attorno a noi alcuni gnu si fanno avvicinare, ma conservando una certa vigile diffidenza.

DSC_0035.JPG

DSC_0036.JPG

Arriviamo in una vasta prateria, contornata da colline ricoperte di arbusti e cespugli. Davanti a noi alcuni rinoceronti ci osservano guardinghi. Ci avviciniamo abbastanza per vederli da vicino, ma senza esagerare. I rinoceronti sono animali pericolosi e imprevedibili, se si innervosiscono possono caricare all'improvviso. E, nonostante la mole, sono in grado di correre a 45 chilometri l'ora.
Non vorremmo proprio trovarci in una situazione del genere. E manteniamo una ragionevole distanza.

DSC_0009.JPG

DSC_0012.JPG

DSC_0010.JPG

DSC_0011.JPG

Li osserviamo cercando di non disturbarli. Quando si abituano alla nostra presenza e comprendono che per loro non siamo un pericolo, riprendono a pascolare tranquilli.
 

Roberto B.

Well-known member
Il sole si sta abbassando sull'orizzonte e le colline disegnano ampie zone d'ombra sul terreno della riserva.

20240430_170748.jpg

20240430_170528.jpg

Facciamo ritorno verso il lodge, al termine di una giornata intensa, piena di tanti incontri straordinari e di tante emozioni. Una giornata che non dimenticheremo.
Ma gli incontri e le emozioni di oggi non sono finite...

20240430_174929.jpg

20240430_175044.jpg

Una giraffa si ciba di foglie a pochi metri dalla pista battuta e non si scompone più di tanto quando le arriviamo vicino, continuando a mangiare senza farsi troppi problemi.

20240430_174754.jpg

Due zebre giocano a rincorrersi incuranti della nostra presenza.

20240430_174803.jpg

20240430_174758.jpg

20240430_175528.jpg

Scende la sera sulla riserva. Dopo una lauta cena ci ritiriamo nel nostro lodge per riposare: domani sarà un'altra giornata intensa, che comincerà molto presto con un suggestivo game drive all'alba.

20240430_223448.jpg

Fa freddo fuori. Con il calare della notte le temperature scendono molto. E noi, dentro il nostro accogliente lodge, ci scaldiamo con il gradevole tepore del fuoco di legna.
 

Roberto B.

Well-known member
Giorno 112: Garden Route - Città del Capo (Sudafrica)

Prima dell'alba siamo già pronti per il nostro secondo game drive. L'aria è piuttosto fredda, le colline sono ancora avvolte nell'ombra, le praterie sono imperlate di rugiada. In lontananza un branco di struzzi pascola indisturbato.

DSC_0083.JPG

Alcuni gnu si avvicinano a un corso d'acqua per dissetarsi.

DSC_0086.JPG

Quando il sole comincia ad apparire sopra le colline, incontriamo un branco di rinoceronti, più numeroso di quello visto ieri.

DSC_0088.JPG

DSC_0093.JPG

DSC_0096.JPG

DSC_0095.JPG

Seguiamo il corso di un torrente che si perde in una serie di acquitrini. Ne aggiriamo i contorni fino ad alcuni piccoli laghi, popolati di uccelli.

DSC_0101.JPG

Lontano, nell'acqua fangosa, due ippopotami emergono appena dalla superficie con il capo. Aspettiamo qualche minuto, nella speranza che si mostrino meglio, ma non sono intenzionati a farsi vedere. Procediamo oltre.

DSC_0102.JPG

Il ranger ci conduce allora in una zona dove sono stati avvistati dei ghepardi. Ci inoltriamo con il fuoristrada in una prateria cosparsa di bassi cespugli alla ricerca di tracce fresche. Il ranger ne trova e le segue. Poco dopo ci troviamo di fronte la carcassa di uno gnu. Il ranger la esamina: l'animale è ancora caldo, è stato ucciso da poco, forse mezz'ora. I segni dell'attacco mortale del ghepardo sono evidenti.

DSC_0100.JPG

Il ghepardo è sicuramente poco lontano. Andiamo alla sua ricerca.
Ci aggiriamo per un po' intorno alla carcassa; scendiamo verso un torrente; risaliamo per una costa boscosa. Il ghepardo non si mostra: probabilmente l'abbiamo disturbato al momento del pasto e ora ci osserva nascosto tra la vegetazione.
Non siamo riusciti a vedere questo temibile predatore, ma abbiamo visto la sua preda. E abbiamo potuto vedere con i nostri occhi quanto la natura possa essere magnifica ma anche terribile. Quanto crudele e spietata possa essere la lotta per la sopravvivenza in queste terre selvagge.
 

Roberto B.

Well-known member
Ritorniamo soddisfatti verso i lodge: non perdendoci nulla della meraviglia che ci circonda.
20240501_071455.jpg

Aspettando con pazienza che due zebre si spostino dalla pista.

20240501_071353.jpg

O ammirando le giraffe con la loro simpatica andatura dinoccolata.

20240501_070845.jpg

Dopo la colazione tutto è ormai pronto per proseguire nel nostro viaggio. Ma anche il nostro lodge ci riserva qualche inaspettato incontro ravvicinato...

DSC_0008.JPG

Alcuni cercopitechi (vervet monkeys o scimmie verdi) ci osservano curiosi dalle fronde degli alberi davanti al nostro balcone.

DSC_0006.JPG

DSC_0007.JPG

Mentre uscendo dalla stanza del lodge, sotto la passerella di accesso, alcuni esemplari di antilope nyala ci osservano, un po' impauriti un po' curiosi, da non più di due metri di distanza.

20240501_103523.jpg

20240501_103535.jpg

Poi, mentre la femmina con il piccolo rimangono al riparo, un altro esemplare ci accompagna quasi fino al parcheggio. Quasi volesse salutarci.

20240501_104139.jpg

Lasciamo a malincuore questo paradiso naturale e proseguiamo con il nostro viaggio.
 

Roberto B.

Well-known member
Panorami grandiosi e spazi immensi continuano a scorrere davanti ai nostri occhi, mentre il nastro d'asfalto della N2 si snoda per pianure e colline senza fine.

20240501_112707.jpg

20240501_122754.jpg

20240501_124057.jpg

Arrivati a Swellendam, ci concediamo una pausa per il pranzo in una graziosa locanda lungo il fiume Koringlandsrivier.

20240501_142710.jpg

Qui abbiamo modo di assaggiare il bobotie, un piatto sudafricano tradizionale, composto principalmente da carne macinata, spezie e uova, servito con riso, chutney di mango e una varietà di contorni.

20240501_140254.jpg

Continuando nel nostro viaggio, nel tratto fra Ashton, Worcester fino a Stellenbosch, abbiamo modo di vedere vasti vigneti per i quali il Sudafrica è famoso.

20240501_151153.jpg

20240501_154151.jpg

I vigneti in Sudafrica sono rinomati per la loro bellezza e la qualità dei vini che producono. La regione del Western Cape è particolarmente famosa, con aree come Stellenbosch, Franschhoek e Paarl che sono rinomate per i loro paesaggi pittoreschi e le cantine vinicole di alta qualità.
 

Roberto B.

Well-known member
Poi il paesaggio si fa montuoso, quando attraversiamo la catena dei monti Hawequas.

20240501_163903.jpg

20240501_165015.jpg

Città del Capo ormai non è lontana. Si distingue chiaramente la sagoma inconfondibile della Table Mountain che sovrasta la città.

20240501_172207.jpg

Attraversiamo la città in direzione del porto e in breve giungiamo al terminal crociere.

20240501_180943.jpg

Sbrigate le pratiche di immigrazione torniamo a bordo, concludendo la nostra avventura di tre giorni lungo la Garden Route. Purtroppo non c'è tempo per visitare Città del Capo: sarà per un'altra volta... chissà...

20240501_181017.jpg

La nave lascia il porto alle 20. È buio e una sottile foschia vela il cielo, mentre le luci colorate della città si allontanano all'orizzonte.

20240501_205711.jpg

20240501_211650.jpg
 

Roberto B.

Well-known member
Giorni 113 e 114: navigazione

Due intere giornate di navigazione tra il Sudafrica e la Namibia, dove arriveremo nel porto di Walvis Bay.
Meteo favorevole con cielo sereno o poco nuvoloso e vento debole, ma piuttosto nebbioso, in particolare la notte e il mattino. Temperature abbastanza basse a causa della corrente di Benguela che convoglia sulle coste occidentali del Sudafrica e della Namibia fredde acque antartiche.
Mare calmo...

20240502_182254.jpg
 

ultimo0

New member
Una curiosità, sto seguendo con interesse questa diretta diario, facendo i conti dei giorni di crociera, oggi la Deliziosa si trova a Savona?
 

Sandro 09

Well-known member
Una curiosità, sto seguendo con interesse questa diretta diario, facendo i conti dei giorni di crociera, oggi la Deliziosa si trova a Savona?
per i problemi nel mar rosso la nave deve circumnavigare l'africa sono stati aggiunti 15 giorni al "giro del mondo" con variazione nella parte finale dell'itinerario.
 

Cathie

New member
Viaggio splendido! È soddisfatto della compagnia Costa? Faccio questa domanda perché siamo indecisi tra Costa e Msc per il giro del mondo e tra i due c’è una bella differenza di prezzo. Le escursioni sono ben organizzate? Inoltre per la vita a bordo c’è la possibilità di non andare a cena nel ristorante TUTTE le sere e di avere un servizio in camera senza costi aggiuntivi. Grazie millle e buon proseguimento!
 

Roberto B.

Well-known member
Viaggio splendido! È soddisfatto della compagnia Costa? Faccio questa domanda perché siamo indecisi tra Costa e Msc per il giro del mondo e tra i due c’è una bella differenza di prezzo. Le escursioni sono ben organizzate? Inoltre per la vita a bordo c’è la possibilità di non andare a cena nel ristorante TUTTE le sere e di avere un servizio in camera senza costi aggiuntivi. Grazie millle e buon proseguimento!

Sì, devo dire che è stata una bella esperienza. Poi certo non tutto è stato perfetto, in ogni cosa si può sempre migliorare, ma sono rimasto soddisfatto.
Per quanto riguarda le escursioni il discorso è complesso. L'organizzazione di bordo è stata buona, c'è un ottimo team, molto affiatato e che funziona bene. A volte però le cose non sono andate come sarebbero dovute andare, per vari motivi: inefficienze delle agenzie locali, guide a volte non all'altezza, contrattempi che in certi paesi, dove non ci sono standard europei, possono capitare, ecc.
Nel complesso posso dire che le escursioni incluse nel pacchetto di viaggio sono spesso di qualità discutibile (al punto che credo sarebbe meglio attribuire un credito a bordo di pari valore e che ognuno può utilizzare nelle escursioni che vuole... l'ho detto al tour manager a bordo e concordava con me...), le altre a pagamento invece nella media, alcune veramente ottime. Gli overland sono una cosa a parte, molto ben fatti e organizzati (soprattutto in Giappone).
Per quanto riguarda il ristorante, oltre a quello assegnato per cena, è sempre aperto il buffet e poi ci sono, ma a pagamento, pizza, burger e ristorante élite. La possibilità di cenare in cabina senza costi aggiuntivi è solo per chi alloggia in suite.
 

Roberto B.

Well-known member
Giorno 115: Walvis Bay (Namibia)

La nebbia che ci ha accompagnato durante le scorse giornate di navigazione, si ripresenta inaspettata anche al nostro arrivo in Namibia a Walvis Bay.

20240504_064053.jpg

La nebbia avvolge tutto come in una coltre ovattata, rendendo il paesaggio misterioso e surreale. Anche con l'arrivo della luce del giorno tutto appare grigio e un po' triste: la piccola città di Walvis Bay, complice anche il fatto che sono le prime ore del mattino, ha un aspetto spettrale e dimesso. Ma siamo sicuri di essere in Africa? Siamo sicuri di essere arrivati in Namibia?

20240504_093313.jpg

20240504_093408.jpg

Poi, gradualmente, la nebbia comincia ad alzarsi e il paesaggio assume un aspetto meno inquietante. La nostra prima sosta di oggi sarà la laguna di Walvis Bay popolata di migliaia di fenicotteri.

20240504_094003.jpg

Ammirare i fenicotteri nella laguna di Walvis Bay è un'esperienza indimenticabile, per la bellezza naturale del luogo e per la dolcezza del paesaggio. Appena ti avvicini alla laguna, la brezza marina ti accoglie e l'odore salmastro dell'acqua si mescola con l'aria fresca del mattino. La laguna è vasta e tranquilla, circondata da dune di sabbia dorata e piane salate. L'acqua è calma, creando un riflesso quasi perfetto del cielo sopra di essa. In lontananza, puoi vedere le sagome eleganti dei fenicotteri, con le loro lunghe gambe sottili e il piumaggio rosa brillante che si staglia contro il paesaggio grigio e incolore.

20240504_094040.jpg

Man mano che ci avviciniamo, la vista diventa sempre più affascinante. I fenicotteri sono in gruppo, alcuni immersi nell'acqua per gran parte delle lunghe zampe, altri in piedi su una sola zampa, in una posizione di riposo caratteristica. Li osserviamo mentre piegano i loro lunghi colli e immergono i becchi nell'acqua per filtrare il cibo. Ogni tanto, uno di loro alza le ali, mostrando le splendide piume rosa e nere.

20240504_094304.jpg

L'atmosfera è serena e quasi magica. Il silenzio è rotto solo dal leggero rumore dell'acqua e dai richiami sommessi dei fenicotteri. Il sole, ancora offuscato dalla foschia, illumina con una luce fredda il paesaggio e trasforma tutto in una scena incantata, con riflessi argentati che danzano sulla superficie della laguna.

20240504_094233.jpg

20240504_094318.jpg

20240504_094453.jpg

Lasciando la laguna, portiamo con noi ricordi indelebili della bellezza naturale e della tranquillità di questo luogo e una profonda gratitudine per aver avuto l'opportunità di osservare da vicino uno degli spettacoli naturali più affascinanti del mondo.

20240504_094328.jpg
 
Ultima modifica:

Roberto B.

Well-known member
Lasciamo la costa con la sua nebbia persistente e ci inoltriamo verso l'interno, verso il deserto del Namib.

20240504_103537.jpg

Qui tutto cambia. La nebbia scompare all'improvviso e lascia il posto a un cielo azzurro e terso. Attorno a noi una distesa senza fine che si perde all'orizzonte. Una terra arida e apparentemente senza vita, sabbia e sassi a perdita d'occhio. Una distesa pianeggiante su cui svettano alte dune di sabbia: una delle cose per cui il deserto del Namib è famoso.

20240504_101121.jpg

L'escursione inizia con un viaggio attraverso paesaggi desertici mozzafiato. Man mano che ti avvicini alle dune, la loro enorme sagoma appare all'orizzonte, dominando il panorama. La luce del mattino nell'aria finalmente tersa dipinge la sabbia con tonalità dorate e arancioni, creando un contrasto spettacolare con il cielo azzurro.

20240504_101130.jpg

Ci avviciniamo a una di queste dune, quella che ci appare la più grande, per ammirarla da vicino: è la famosa Duna Numero 7.

20240504_101141.jpg

Il deserto si estende intorno a perdita d'occhio, un mare infinito di sabbia ondulata, soffice e fine, e dune che sembrano onde congelate nel tempo.

20240504_101259.jpg

La vista è semplicemente spettacolare. Il paesaggio desertico intorno a noi è come un immenso oceano dorato con le dune che si estendono in ogni direzione. Il silenzio è profondo, rotto solo dal vento che soffia delicatamente e dal fruscio della sabbia. Ammirando la sottile cresta della duna, ci prendiamo un momento per assorbire l'immensità e la tranquillità del deserto. Il sole, sempre più alto sopra l'orizzonte, aggiunge una qualità magica alla scena, proiettando lunghe ombre e accentuando i contorni delle dune.

20240504_101243.jpg

L'esperienza di ammirare la Duna Numero 7 nel deserto del Namib è un'avventura indimenticabile, che ti connette profondamente con la natura e ti lascia ricordi vividi e duraturi di uno dei luoghi più affascinanti e remoti del mondo. Ma il tempo è poco, dobbiamo andare oltre, il deserto profondo ci aspetta. Il fuoristrada procede veloce lungo la pista polverosa ma ben battuta. Gli spazi sono immensi e i paesaggi lunari: infatti siamo diretti verso la Valle della Luna.

20240504_104243.jpg
 
Top