• Benvenuto\a sul forum di Crocieristi.it, la più grande community italiana sulle crociere.

    Prendi confidenza con il forum leggendo le discussioni presenti, o ricerca l'argomento che più ti interessa attraverso l'apposito form. Per partecipare al forum è necessario registrarsi, ovviamente la registrazione è gratuita e non obbligatoria, non registrarti se per te non è davvero utile. Per eseguire eventuali cancellazioni il tempo previsto è di una settimana.

    Ricorda che il regolamento vieta l'uso di due o più nickname differenti relativi alla stessa persona. Se nel frattempo hai cambiato l'indirizzo e-mail di registrazione contattaci attraverso questo form e specifica il tuo problema assieme alla tua username, la tua vecchia e-mail ed il tuo nuovo indirizzo.

    Hai dimenticato la password? clicca qui

    Per qualsiasi problema TECNICO puoi contattare lo Staff attraverso questo form spiegando DETTAGLIATAMENTE il tuo problema
  • Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio ed i cookie stessi.
  • Ospite, seguici anche sui social!
    Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su YouTube

  • Ti andrebbe di condividere sui social, assieme a noi, le tue fotografie ed i tuoi video? Clicca qui!

  • Ciao Ospite e benvenuto su Crocieristi.it, siamo davvero felici di averti a bordo!

    ti invitiamo a leggere il regolamento per una migliore convivenza con gli altri utenti (clicca qui) mentre qui trovi qualche dritta sull'utilizzo del forum

    e poi... che ne dici di presentarti? Clicca qui per accedere alla sezione "il mio primo messaggio" ed apri un nuovo argomento!

Costa Concordia, premiato l'equipaggio

F

Felix73

Guest
concordo, i numeri sono numeri, ma
...... precisando però che il più grande salvataggio è avvenuto ...... con la nave appoggiata agli scogli ........ quindi peggio di così non si poteva fare....
p.s.
la mia intenzione è di non rompere le scatole e fare ulteriore polemica.....

Si Giusri, ma con nave sbandata e dopo praticamente abbattuta...
Non è una cosa da poco.

Ciao
 

Seafoam

New member
Per me quell'assistente andrebbe premiata più di ogni altro. Ha eseguito un ordine quando probabilmene in se stessa avrebbe voluto far tutt'altro. E' un esempio fulgido della subordinazione che ha bordo deve esserci. Ha compiuto il suo dovere COME e PIU' di ogni altro.
Ero a conoscenza della notizia e me ne compiaccio. La rivalsa e la soddisfazione personale valgono di più di quattro chiacchiere date alle stampe o mandate in onda soltanto per fare ascolto.

I commenti relativi a questa assistente sono stati fatti da chi non conosce le procedure. E' evidente.
Un riconoscimento per l'equipaggio e per quelli dell'equipaggio che hanno perso la vita facendo il loro dovere.
 

S

sciguetto

Guest
Visto il servizio. Che dire?


C.V.D. ......
 

S

sciguetto

Guest
Io non l'ho visto.
Cosa hanno detto?

Hanno fatto rivedere alcune clip commentando in modo abbastanza ironico (seppure non esagerato, va detto); hanno parlato di mani insicure nelle manovre, che dalle immagini iniziali hanno apprezzata la calma dei lavoratori....

Pensavo peggio, ma certo che l'occasione non se la sono lasciata scappare...
 

maranto497156

New member
sono molto contenta che l'equipaggio abbia ricevuto questo premio,non oso immaginare chi salvava tutte quelle persone se anche loro si comportavano come il comandante.
 

CostaMagica

Moderator
Secondo me questo premio se lo potevano risparmiare, se non altro per rispetto delle vittime e dei loro familiari. Al massimo potevano dare riconoscimenti a coloro che si sono messi maggiormente in evidenza per atti veramente eroici come Manrico Giampedroni o altri che sicuramente ci sono stati.

Vi sono certamente state delle figure di spicco, in senso positivo come in quello negativo, nel corso della lunga notte del naufragio del Concordia.
Il bilancio inevitabilmente, com'è apparso al mondo intero, si è proteso verso la capacità ed il sangue freddo di chi, pur trascorrendo settimane su settimane a riordinar cabine o preparare succulenti piatti, ha salvato oltre 3000 passeggeri oltre che colleghi.
Non conosco i numeri esatti di quella, sin troppo nota, circostanza, ma mi vien facile pensare che ciascuno dei membri dell'equipaggio ha mediamente salvato 3 vite umane.
Alcuni passeggeri (e verosimilmente alcuni membri dell'equipaggio, basti pensare a chi avrebbe dovuto rimanere a bordo sino alla fine) son "fuggiti" a nuoto dalla nave; se ciò teoricamente riduce la media dei salvataggi pro-capite la fuga di chi era preposto al salvataggio la rieleva.

Chi è rimasto a bordo sino ALLA FINE meritava ben più che un premio, parliamo di salvataggio di vite umane, mica da scherzare...Noi stiamo qui a discutere se ciò sia corretto o meno, piuttosto che indignarci per quanto male si è detto di questi uomini che semplicemente "compiendo il loro dovere" hanno dato un contributo tangibile a che QUELLA notte non si traducesse in ecatombe!

Che sia stato "il piú grosso salvataggio" concordo ! ma che sia stato fatto correttamente ho i miei dubbi ..

Credo sia un dubbio più che comune, forse legittimo, ma il risultato è che la nave non s'è accasciata con 4000 persone a bordo.
Dove sia, o meglio, quale sia la "correttezza" da ricercare dunque davvero non saprei.

Non trascurando anche che il panico crescente fra i passeggeri avrà certamente reso il comportamento tecnico da tenere di maggior complessità. Se soltanto lo sbarco fosse stato avviato prima probabilmente non staremmo qui a discutere...

Ribadendo il concetto che forse il premio è un qualcosa in più, a questo punto non si premierà più l'Arma, la Polizia, i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile........ perchè all'interno ci sono mele marce? Tutto azzerato e minimizzato per colpa di una piccola minoranza? E non si inneggerà nemmeno a questo o quel Corpo Militare, vero Gigi ;) ;) perchè in mezzo c'è stato qualcuno che ha ceduto alle emozioni, alla paura, e si è "imboscato"?Proprio non capisco.

È come non quotarti Rodolfo!

Che i passeggeri del Concordia abbiano vissuto una vicenda oltre il limite e ne abbiano conservato una loro tragica percezione in ordine a tutto l'accaduto non mi pare affatto censurabile.

Mi chiedo però quale sia la percezione dei membri dell'equipaggio del Concordia, tanto di chi ha pensato a metter in salvo la pelle, quanto a chi la vita l'ha persa nel tentativo disperato di salvarla alle tre anime che avrebbe voluto portare in terraferma.
 

Ultima modifica:

Comax

New member
I commenti relativi a questa assistente sono stati fatti da chi non conosce le procedure. E' evidente.
Un riconoscimento per l'equipaggio e per quelli dell'equipaggio che hanno perso la vita facendo il loro dovere.

Quell'assistente infatti non ha colpe personali ma il fatto che abbia eseguito degli ordini che provenivano da una catena di superiori più o meno lunga è indice del fatto che parte dell'equipaggio non è stato professionalmente dall'altezza della situazione. Se la decisione fosse stata una sua iniziativa allora le cose sarebbero state diverse, qui invece c'è tutto uno stuolo di persone la cui preparazione o professionalità ha lasciato molto a desiderare. E non venitemi a parlare delle emergenze difficili da gestire, sono capaci tutti a fare il graduato per fare il giretto attorno ai tavoli del ristorante o bere lo champagne. Bisogna dimostrare di essere bravi al momento giusto e quella notta sulla Concordia una parte dell'equipaggio non è stato all'altezza.

Il solo fatto che ci siano 35 morti con centinaia di famigliari e migliaia di amici e conoscenti la cui vita è stata o rovinata o perlomeno sconvolta fa passare in secondo piano i salvataggi. Quelli sono e devono essere la regola ... se non ci fossero stati i morti allora il premio a "tutto" l'equipaggio (tranne uno forse) avrebbe avuto un senso. E cmq credo che anche tra i sopravvissuti ci sarà stato qualcuno che ha visto la morte in faccia e che si sentirà preso in giro da questo premio.
 

Rodolfo

Super Moderatore
Non sono d'accordo; uno solo a bordo può e deve dare gli ordini, fino a che, spero mai, non cambieranno le regole.

Cosa ne sapeva l'assistente di quello che stavano decidendo sul ponte? Che decisioni, magari contrarie e pericolose, allo sviluppo degli eventi poteva prendere? Col senno del poi tutti siamo bravi.
 

S

sciguetto

Guest
Quell'assistente infatti non ha colpe personali ma il fatto che abbia eseguito degli ordini che provenivano da una catena di superiori più o meno lunga è indice del fatto che parte dell'equipaggio non è stato professionalmente dall'altezza della situazione. Se la decisione fosse stata una sua iniziativa allora le cose sarebbero state diverse, qui invece c'è tutto uno stuolo di persone la cui preparazione o professionalità ha lasciato molto a desiderare. E non venitemi a parlare delle emergenze difficili da gestire, sono capaci tutti a fare il graduato per fare il giretto attorno ai tavoli del ristorante o bere lo champagne. Bisogna dimostrare di essere bravi al momento giusto e quella notta sulla Concordia una parte dell'equipaggio non è stato all'altezza.

Il solo fatto che ci siano 35 morti con centinaia di famigliari e migliaia di amici e conoscenti la cui vita è stata o rovinata o perlomeno sconvolta fa passare in secondo piano i salvataggi. Quelli sono e devono essere la regola ... se non ci fossero stati i morti allora il premio a "tutto" l'equipaggio (tranne uno forse) avrebbe avuto un senso. E cmq credo che anche tra i sopravvissuti ci sarà stato qualcuno che ha visto la morte in faccia e che si sentirà preso in giro da questo premio.

Un momento.... ;)

Quando parlo di "equipaggio" non intendo certo il comandante e quei subalterni che se la sono filata all'inglese, mi pareva chiaro viste anche le opinioni espresse nell'altro 3d, bensì i cabinisti, camerieri, cuochi ecc. ecc..

Trovo poco giusto accomunare, come si sta facendo in qualche post, il comandante con il resto di coloro che lavorano su una nave sbattendo tutti nello stesso calderone di inefficienza e incapacità.

Un comandante (in qualunque ambito) deve trovare le necessarie risorse psichiche ad affrontare certe evenienze. Un cabinista, oltretutto sicuramente all'oscuro di quello che sta succedendo, può non trovarle, e in questo caso non è, a mio parere, più criticabile di quel tanto...

Che i 35 morti siano 35 di troppo non lo discute nessuno, anzi, ma se è facile fare il "capo" girando per i tavoli (e sono d'accordo con te), altrettanto lo è l'immaginarsi certamente migliori in quelle circostanze; facile e sbagliato.

E' anche facile, comodo e di nuovo sbagliato parlare (e non mi rivolgo a te, ma in generale :cool:) di inefficienza dell'equipaggio dimenticando che gli ordini sono stati dati in assoluto ritardo, a nave compromessa, con 4000 passeggeri già nel panico in uno spazio inferiore a quello previsto per casi del genere e solo circa la metà dei mezzi di salvataggio a disposizione....

Vero che un "soldato" deve sapere cosa fare nelle difficoltà, ma ciò è possibile solo se viene messo in condizione di farlo.... ;)
 

Comax

New member
Se il premio fa riferimento a cabinisti, camerieri, cuochi, tecnici di bordo e personale che ha subito gli eventi ... allora è strameritato ... non stiamo neanche a parlarne.

Leggendo l'articolo però mi è sembrato che non si faccia una particolare distinzione ma che venga premiato tutto l'equipaggio indistamente (compreso il comandante ???). Solo questo mi è sembrato un pelino indelicato in presenza di persone decedute, per il resto sono d'accordo con te.

Il fatto che Costa Crociere non abbia fatto alcuna comunicazione istituzionale per questo premio la dice lunga. A volte fanno uscire comunicati e manifesti per moooolto meno.
 

F

Felix73

Guest
Un momento.... ;)

Quando parlo di "equipaggio" non intendo certo il comandante e quei subalterni che se la sono filata all'inglese, mi pareva chiaro viste anche le opinioni espresse nell'altro 3d, bensì i cabinisti, camerieri, cuochi ecc. ecc..

Trovo poco giusto accomunare, come si sta facendo in qualche post, il comandante con il resto di coloro che lavorano su una nave sbattendo tutti nello stesso calderone di inefficienza e incapacità.

Un comandante (in qualunque ambito) deve trovare le necessarie risorse psichiche ad affrontare certe evenienze. Un cabinista, oltretutto sicuramente all'oscuro di quello che sta succedendo, può non trovarle, e in questo caso non è, a mio parere, più criticabile di quel tanto...

Che i 35 morti siano 35 di troppo non lo discute nessuno, anzi, ma se è facile fare il "capo" girando per i tavoli (e sono d'accordo con te), altrettanto lo è l'immaginarsi certamente migliori in quelle circostanze; facile e sbagliato.

E' anche facile, comodo e di nuovo sbagliato parlare (e non mi rivolgo a te, ma in generale :cool:) di inefficienza dell'equipaggio dimenticando che gli ordini sono stati dati in assoluto ritardo, a nave compromessa, con 4000 passeggeri già nel panico in uno spazio inferiore a quello previsto per casi del genere e solo circa la metà dei mezzi di salvataggio a disposizione....

Vero che un "soldato" deve sapere cosa fare nelle difficoltà, ma ciò è possibile solo se viene messo in condizione di farlo.... ;)

E' anche il mio pensiero.

Un saluto
 

pmanlio

Active member
E' anche facile, comodo e di nuovo sbagliato parlare (e non mi rivolgo a te, ma in generale :cool:) di inefficienza dell'equipaggio dimenticando che gli ordini sono stati dati in assoluto ritardo, a nave compromessa, con 4000 passeggeri già nel panico in uno spazio inferiore a quello previsto per casi del genere e solo circa la metà dei mezzi di salvataggio a disposizione....

Sciguetto, mi hai anticipato..

Se la testa che deve coordinare tutto salta ecco che va tutto in crisi, e lì è saltata la testa.. cosa sarebbe successo se l'ordine di evacuare la nave fosse stato dato pochi minuti dopo l'incidente? Non lo sapremo mai, ma sappiamo che la confusione ha regnato sovrana, che i meccanismi che dovevano scattare non scattavano a causa di ordini che non arrivavano..

Se è vero che c'è gente che è scesa sola dalla nave per raggiungere terra in modo totalmente autonomo è altrettanto vero che nessuno aveva dato ordine di far scendere le persone e che quindi l'equipaggio non lo ha fatto..

A me tornano sempre in mente le parole di quella assistente che invita le persone a tornare in cabina mentre la nave stava affondando ...

Comax, che doveva fare quella assistente? ha agito in base a quello che sapeva, agli ordini che aveva, e sapeva, ad es. che invitando le persone ad andare in cabina, gli dava il giubbotto di salvataggio.. di cosa la vogliamo accusare? Di non aver capito che la nave stava affondando ed aver invitato tutti a fare una ressa inutile sul ponte?


Perchè si parla di eroi ? lavorano su una nave ed hanno il compito di eseguire le operazioni assegnate nel migliore dei modi in quanto facenti parte di un sistema complesso

La gestione delle priorità di assistenza fa parte della preparazione

Parlare di 'eroi' è una delle cose molto americane che abbiamo imparato a scimmiottare, ma è proprio la mancanza della catena di comando che ha fatto saltare le normali procedure, e quindi la preparazione si è scontrata con situazioni non previste..

Il giudizio che si deve "compensare" riguarda persone che hanno 25 anni nel VVFF e che se riferiscono di non essere stati assistiti vuol dire che non sono stati assistiti

Questa potrebbe essere una conseguenza dei meccanismi saltati, ma se è vera è altrettanto vero che ci sono persone che sono andate ben oltre il normale senso del dovere..

Però, ripeto, queste persone di cui parli possono essere state abbandonate proprio perchè, saltando la catena di comando, sono saltati tanti dettagli, e non per cattiva volontà di chi li avrebbe dovuti assistere..


Aggiungo che la vita di un passeggero in caso di emergenza è affidata ANCHE al personale di cabina e rabbrividisco al pensiero che non abbiano una preparazione più che professionale per le emergenze e di conseguenza attribuisco loro il termine professionisti ( in senso giuridico )

La preparazione a bordo c'è, se non ci fosse stata come si sarebbe salvata tutta quella gente? Che poi ci sia stato il singolo che si è bloccato sarà sicuramente vero, come è vero che c'è stato il vero eroe, ma nel complesso le cose, stante le difficoltà, credo molto pesanti, di una catena di comando assente, hanno mostrato il senso della preparazione e non dell'inefficienza..

In più credo sia avvenuta una cosa imprevista, che poi è l'altra faccia della medaglia: mentre c'era una emergenza quanta gente ha creato un danno solo per fare due riprese con un cellulare? E quanta non ha rispettato a sua volta le procedure? Non esiste solo il lato equipaggio, esiste il lato ospiti, ed anche da quello sono sorti problemi.. ovviamente non per la maggior parte delle persone, ma è successo..

Mi sembra giusto dirlo..

Un saluto
Manlio
 

deliziosa64

New member
Se la testa che deve coordinare tutto salta ecco che va tutto in crisi, e lì è saltata la testa.. cosa sarebbe successo se l'ordine di evacuare la nave fosse stato dato pochi minuti dopo l'incidente? Non lo sapremo mai, ma sappiamo che la confusione ha regnato sovrana, che i meccanismi che dovevano scattare non scattavano a causa di ordini che non arrivavano..
Un saluto
Manlio

Ormai mi sembra acclarato che la maggior parte dei danni siano derivati dal fatto che a bordo è saltata la catena di comando.
Sarebbe ora interessante capire quali meccanismi potrebbero essere approntati per evitare in futuro una tale crisi totale in caso di "comandante fuori uso".
Io spero che dei rimedi ci possano essere e che una simile situazione possa essere prevista in anticipo dato che .... chi lo sa .... potrebbe anche ricapitare.
Un saluto
 

pmanlio

Active member
Deliziosa, credo che al di là di misure fatte più per accontentare il pubblico che altro, ci si stia pensando in modo serio..

Un saluto
Manlio
 

S

sciguetto

Guest
Se il premio fa riferimento a cabinisti, camerieri, cuochi, tecnici di bordo e personale che ha subito gli eventi ... allora è strameritato ... non stiamo neanche a parlarne.

Leggendo l'articolo però mi è sembrato che non si faccia una particolare distinzione ma che venga premiato tutto l'equipaggio indistamente (compreso il comandante ???). Solo questo mi è sembrato un pelino indelicato in presenza di persone decedute, per il resto sono d'accordo con te.

Il fatto che Costa Crociere non abbia fatto alcuna comunicazione istituzionale per questo premio la dice lunga. A volte fanno uscire comunicati e manifesti per moooolto meno.

Non so nemmeno io se si intenda anche la catena di comando, ho pensato all'equipaggio di "basso rango" per il fatto che a ritirare il premio siano andati cabinista e cameriere e che la "proponente" sia una ditta di reclutamento di personale. ;)

Ormai mi sembra acclarato che la maggior parte dei danni siano derivati dal fatto che a bordo è saltata la catena di comando.
Sarebbe ora interessante capire quali meccanismi potrebbero essere approntati per evitare in futuro una tale crisi totale in caso di "comandante fuori uso".
Io spero che dei rimedi ci possano essere e che una simile situazione possa essere prevista in anticipo dato che .... chi lo sa .... potrebbe anche ricapitare.
Un saluto

Sarebbe certo auspicabile, ma non so cosa si possa fare in pratica; bisogna considerare che una struttura addetta a gestire casi come quello della Concordia dovrebbe essere forzatamente autonoma, e in un caso così che succede? Il Comandante non autorizza l'abbandono nave e il responsabile "salvataggio" sì? :cool::rolleyes:
 

YODA

New member
Sarebbe certo auspicabile, ma non so cosa si possa fare in pratica; bisogna considerare che una struttura addetta a gestire casi come quello della Concordia dovrebbe essere forzatamente autonoma, e in un caso così che succede? Il Comandante non autorizza l'abbandono nave e il responsabile "salvataggio" sì? :cool::rolleyes:

... certo che no: dovrebbe essere il comandante, con sufficiente sale in zucca, ad impartire l'ordine al momento giusto!
 

Top